Esporta (0) Stampa
Espandi tutto
Argomenti della Guida correlati
Loading
Nessuna risorsa trovata.
Articoli blog correlati
Loading
Nessuna risorsa trovata.
Espandi Riduci a icona

Informazioni sugli avvisi messaggio

Exchange 2010
 

Si applica a: Exchange Server 2010 SP3, Exchange Server 2010 SP2

Ultima modifica dell'argomento: 2012-07-23

I suggerimenti messaggio sono messaggi informativi visualizzati agli utenti mentre compongono un messaggio. Microsoft Exchange Server 2010 analizza il messaggio, incluso l'elenco di destinatari a cui è indirizzato e, se rileva un potenziale problema, lo notifica all'utente con i suggerimenti messaggio prima di inviare il messaggio. Con l'aiuto delle informazioni fornite dai suggerimenti messaggio, i mittenti possono adattare il messaggio che stanno componendo per evitare situazioni indesiderate o rapporti di mancato recapito.

I seguenti scenari sono comuni in qualsiasi ambiente di messaggistica:

  • Rapporti di mancato recapito risultanti da messaggi che violano le restrizioni configurate in un'organizzazione (ad esempio, limitazioni nella dimensione dei messaggi o numero massimo di destinatari per messaggio).

  • Rapporti di mancato recapito risultanti da messaggi inviati a destinatari che non esistono o che sono soggetti a restrizioni oppure a utenti la cui cassetta postale è piena.

  • Invio di messaggi a utenti con la funzionalità Risposte automatiche configurata.

Tutti questi scenari prevedono che l'utente invii un messaggio e si aspetti che questo venga recapitato, ma riceva invece una risposta che lo informa che il messaggio non è stato recapitato. Anche nell'ipotesi migliore, ad esempio nel caso di risposta automatica, questi eventi provocano una perdita di produttività. In caso di un rapporto di mancato recapito, questo scenario può portare ad una costosa chiamata al centro di supporto.

Vi sono altresì numerosi scenari in cui l'invio di un messaggio non provocherà un errore, ma potrebbe avere conseguenze indesiderate, se non addirittura imbarazzanti:

  • Messaggi inviati a gruppi di distribuzione estremamente numerosi.

  • Messaggi inviati a gruppi di distribuzione non appropriati.

  • Messaggi inavvertitamente inviati a destinatari esterni all'organizzazione.

  • Utilizzo della funzione Rispondi a tutti per un messaggio ricevuto come destinatario Ccn.

Tutti questi potenziali problemi possono essere mitigati se si informano gli utenti del possibile risultato dell'invio già mentre stanno componendo il messaggio. Ad esempio, se i mittenti vengono informati che la dimensione del messaggio che stanno cercando di inviare supera il criterio aziendale, non tenteranno di inviarlo. Allo stesso modo, se i mittenti vengono informati del fatto che il messaggio che stanno cercando di inviare verrà recapitato anche a persone esterne all'organizzazione, è probabile che verificheranno che il contenuto e il tono del messaggio siano appropriati.

Dal momento che affronta gli scenari elencati in precedenza, i suggerimenti messaggio consentono di:

  • Ridurre il costo di elaborazione e archiviazione dei messaggi evitando i rapporti di mancato recapito.

  • Ridurre il numero di chiamate al centro assistenza causato dai rapporti di mancato recapito.

  • Aumentare la produttività perché evita le comunicazioni con esito negativo (ad esempio, interrompe il ciclo che si crea quando un utente invia un messaggio di posta elettronica, riceve una risposta automatica e deve reindirizzare il messaggio).

  • Informare gli utenti già mentre compongono un messaggio di posta elettronica dei vari criteri configurati nell'organizzazione che impongono dei limiti ai messaggi inviati.

  • Indirizzare gli utenti ai corretti gruppi di distribuzione.

  • Ridurre il rischio di diffusione di informazioni a persone esterne all'organizzazione.

ImportanteImportante:
I suggerimenti messaggio non sono stati concepiti per applicare specifici criteri. Si limitano ad informare i mittenti sulla natura del messaggio che stanno componendo in modo che possano apportare le necessarie modifiche.

Per informazioni sulle attività di gestione relative ai suggerimenti messaggio, vedere Gestione dei suggerimenti messaggio.

Nella tabella riportata di seguito viene fornito un elenco di suggerimenti messaggio in Exchange 2010.

Suggerimenti messaggio in Exchange 2010

Suggerimento Scenario

Destinatario interno non valido

Il suggerimento Destinatario interno non valido viene visualizzato se il mittente aggiunge un destinatario che sembra essere interno all'organizzazione ma non esiste in Active Directory.

Questo problema può verificarsi se il mittente indirizza un messaggio a un utente che non fa più parte dell'azienda, ma il cui indirizzo si risolve con la cache risoluzione nomi o una voce nella cartella Contatti del mittente. Può inoltre verificarsi se il mittente digita un indirizzo SMTP con un dominio per cui Exchange è autorevole e l'indirizzo non si risolve in un destinatario esistente.

Il suggerimento indica il destinatario non valido e consente al mittente di rimuoverlo dal messaggio.

Cassetta postale piena

Il suggerimento Cassetta postale piena viene visualizzato se il mittente aggiunge un destinatario la cui cassetta postale è piena e l'organizzazione ha implementato una limitazione di ricevimento proibito nel caso le cassette postali superino una certa dimensione.

Il suggerimento indica il destinatario la cui cassetta postale è piena e consente al mittente di rimuoverlo dal messaggio.

Il suggerimento è accurato al momento della visualizzazione. Se il messaggio non viene inviato immediatamente, l'avviso messaggio viene aggiornato ogni due ore. Ciò vale per i messaggi inviati nella cartella Bozze e riaperti dopo due ore.

Risposte automatiche

L'avviso messaggio Risposte automatiche viene visualizzato se il mittente aggiunge un destinatario che ha attivato la funzionalità Risposte automatiche.

L'avviso messaggio indica il destinatario che ha attivato la funzionalità Risposte automatiche e visualizza i primi 250 caratteri del messaggio di risposta automatica configurato dal destinatario.

Il suggerimento è accurato al momento della visualizzazione. Se il messaggio non viene inviato immediatamente, l'avviso messaggio viene aggiornato ogni due ore. Ciò vale per i messaggi inviati nella cartella Bozze e riaperti dopo due ore.

Se parte delle cassette postali utente sono ospitate in Exchange Online ed è presente una coesistenza con lo scenario di Exchange Online, l'impostazione sull'oggetto dominio remoto che rappresenta la parte remota dell'organizzazione influisce direttamente sulla modalità di elaborazione dell'avviso messaggio.

In Exchange 2010, gli utenti possono configurare risposte automatiche differenti per mittenti interni ed esterni. Se il dominio remoto è configurato come un dominio interno (mediante l'impostazione del parametro IsInternal sull'oggetto dominio remoto su $true), la risposta automatica interna viene restituita a tutti gli utenti dell'organizzazione indipendentemente dal punto in cui risiede la relativa cassetta postale. Tuttavia, se il dominio remoto non è configurato come un dominio interno, la risposta automatica interna viene restituita a tutti gli utenti le cui cassette postali si trovano nel dominio locale e la risposta automatica esterna viene restituita agli utenti le cui cassette postali si trovano nel dominio remoto.

Personalizzato

Un suggerimento personalizzato viene visualizzato se il mittente aggiunte un destinatario è per cui è stato configurato un suggerimento personalizzato.

Un suggerimento personalizzato può essere utile perché fornisce informazioni specifiche su un destinatario. Ad esempio, è possibile creare un suggerimento personalizzato per un gruppo di distribuzione in cui viene spiegato il suo obiettivo, così da ridurne l'errato utilizzo.

Per impostazione predefinita, i suggerimenti personalizzati non vengono visualizzati se al mittente non è consentito inviare messaggi a quel destinatario. In tal caso, viene visualizzato il suggerimento Destinatario con limitazioni. Tuttavia, è possibile modificare questa configurazione e far comparire il suggerimento personalizzato. Per ulteriori informazioni sulla configurazione dei suggerimenti messaggio personalizzati, vedere Configurazione dei suggerimenti messaggio personalizzati per i destinatari.

Destinatario con limitazioni

Il suggerimento Destinatario con limitazioni viene visualizzato se il mittente aggiunge un destinatario per cui sono configurare delle limitazioni di recapito che non consentono a questo mittente di inviare messaggi.

Il suggerimento indica il destinatario a cui il mittente non può inviare messaggi e consente al mittente di rimuoverlo dal messaggio. Inoltre, informa chiaramente il mittente che il messaggio, se inviato, non verrà recapitato.

Se il destinatario con limitazioni è esterno o se si tratta di un gruppo di distribuzione che contiene destinatari esterni, questa informazione viene fornita anche al mittente. Tuttavia, i seguenti suggerimenti, se applicabile, vengono soppressi:

  • Risposte automatiche

  • Cassetta postale piena

  • Suggerimento personalizzato

  • Destinatario moderato

  • Messaggio troppo grande

Destinatari esterni

Il suggerimento Destinatari esterni viene visualizzato se il mittente aggiunge un destinatario esterno o un gruppo di distribuzione che contiene destinatari esterni.

Questo suggerimento informa il mittente che il messaggio che sta componendo verrà inviato al di fuori dell'organizzazione in modo che possa scegliere oculatamente contenuto, parole e tono da utilizzare.

Per impostazione predefinita, questo suggerimento è disattivato. È possibile attivarlo utilizzando il cmdlet Set-OrganizationConfig. Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione delle impostazioni organizzative per i suggerimenti messaggio.

Se parte delle cassette postali utente sono ospitate in Exchange Online ed è presente una coesistenza con lo scenario di Exchange Online, l'impostazione sull'oggetto dominio remoto che rappresenta la parte remota dell'organizzazione influisce direttamente sulla modalità di elaborazione dell'avviso messaggio.

Se il dominio remoto è configurato come un dominio interno (mediante l'impostazione del parametro IsInternal sull'oggetto dominio remoto su $true), tutti i destinatari in questo dominio remoto verranno considerati come interni e, pertanto, l'avviso messaggio Destinatari esterni non verrà visualizzato. Tuttavia, se il dominio remoto non è configurato come un dominio interno, i destinatari in quel dominio verranno considerati esterni e questo avviso messaggio verrà visualizzato quando viene composto un messaggio per quei destinatari.

NotaNota:
Tale avviso messaggio non viene preso in considerazione durante la composizione di un messaggio per un gruppo di distribuzione nel dominio remoto.

Pubblico esteso

Il suggerimento Pubblico esteso viene visualizzato se il mittente aggiunge un gruppo di distribuzione i cui membri superino il valore di 'pubblico esteso' definito dall'organizzazione. Per impostazione predefinita, Exchange visualizza questo suggerimento per i messaggi inviati a gruppi di distribuzione con più di 25 membri. Per informazioni sulla configurazione della dimensione di 'pubblico esteso' per l'organizzazione, vedere Configurazione delle impostazioni organizzative per i suggerimenti messaggio.

La dimensione dei gruppi di distribuzione non viene calcolata ogni volta. Al contrario, le informazioni sul gruppo di distribuzione vengono ricavate dai dati della metrica di gruppo. Per ulteriori informazioni sulla metrica di gruppo, vedere Informazioni sulla metrica di gruppo.

Destinatario moderato

Il suggerimento Destinatario moderato viene visualizzato se il mittente aggiunge un destinatario soggetto moderazione.

Il suggerimento indica quale destinatario è soggetto a moderazione e informa il mittente che questa situazione potrebbe ritardare il recapito del messaggio.

Se il mittente è anche il moderatore, questo suggerimento non viene visualizzato. Allo stesso modo, non viene visualizzato se al mittente è stato esplicitamente consentito di inviare messaggi a quel destinatario (cioè, il nome del mittente è stato incluso nell'elenco del destinatario 'Accetta messaggi solo da').

Rispondi a tutti in Ccn

Il suggerimento Rispondi a tutti in Ccn viene visualizzato se il mittente riceve in Ccn a copia del messaggio e seleziona Rispondi a tutti.

Quando un utente seleziona Rispondi a tutti a un messaggio di questo tipo, il fatto che l'utente abbia ricevuto una copia Ccn del messaggio è reso noto agli altri destinatari del messaggio. Nella maggior parte dei casi, questa situazione non è auspicabile e il suggerimento ne informa l'utente.

NotaNota:
Tale avviso messaggio è supportato solo in Microsoft Office Outlook Web App. 

Messaggio troppo grande

Il suggerimento Messaggio troppo grande viene visualizzato se il messaggio che il mittente sta componendo supera la dimensione massima per i messaggi configurata dall'organizzazione.

Il suggerimento viene visualizzato se la dimensione del messaggio viola una delle seguenti limitazioni:

  • Impostazione della dimensione massima di invio sulla cassetta postale del mittente

  • Impostazione della dimensione massima di ricezione sulla cassetta postale del destinatario

  • Restrizione della dimensione massima dei messaggi per l'organizzazione

  • Impostazione lunghezza massima della richiesta (solo per Outlook Web App)

NotaNota:
A causa della complessità dell'implementazione, i limiti per la dimensione dei messaggi sui connettori nell'organizzazione non vengono considerati.
NotaNota:
Questo avviso messaggio non viene visualizzato in Outlook Web App.

I suggerimenti messaggio vengono implementati come Servizio Web in Exchange 2010. Quando un mittente sta componendo un messaggio, il client effettua una chiamata di tipo Servizio Web Exchange al server con Exchange 2010 su cui è installato il ruolo server Accesso client per ottenere un elenco dei suggerimenti. Il server Exchange 2010 risponde inviando l'elenco di suggerimenti appropriati per quel messaggio e il software client li visualizza.

I seguenti client di messaggistica supportano i suggerimenti messaggio:

  • Outlook Web App

  • Microsoft Outlook 2010

Le seguenti azioni da parte del mittente attivano il controllo o l'aggiornamento dei suggerimenti messaggio:

  • Aggiunta di un destinatario

  • Aggiunta di un allegato

  • Risposta al mittente o risposta a tutti

  • Apertura di un messaggio, per il quale sono già specificati i mittenti, dalla cartella Bozze

Il client inserisce i suggerimenti nella cache in modo che la rimozione e l'aggiunta dello stesso destinatario non provochi un'altra chiamata del client al server Accesso client.

Quando il server Accesso client viene interrogato, compila l'elenco di suggerimenti appropriati così da inviarli in un unico batch. Di conseguenza, tutti gli avvisi messaggio vengono visualizzati all'utente contemporaneamente così da evitare di distrarre il mittente con una serie di arrivi in sequenza.

Il server Accesso client si avvale delle seguenti fonti per compilare l'elenco di suggerimenti per uno specifico messaggio:

  • Active Directory

  • Cassette postali dei destinatari

  • Dati di metrica di gruppo locali

Ogni volta che un mittente aggiunge un destinatario a un messaggio, si verifica una sequenza di eventi per ha per oggetto l'esame dei suggerimenti, come mostrato nella figura in basso.

Esame dei suggerimenti

Flusso di lavoro della valutazione degli avvisi messaggi

Come mostrato nella figura precedente:

  1. Il client di posta interroga il servizio Web sul server Accesso client per verificare se sono disponibili suggerimenti applicabili ai destinatari di quel messaggio.

  2. Il server Accesso client raccoglie i dati per i suggerimenti:

    1. Il server Accesso client interroga Active Directory e legge i dati della metrica di gruppo.

    2. Se il destinatario è una cassetta postale che si trova su un server Cassette postali nel sito locale, il server Accesso client interroga il server Cassette postali per raccogliere i suggerimenti Risposte automatiche e Cassetta postale piena. Se la cassetta postale del destinatario si trova in un altro sito, il server Accesso client richiede le informazioni per i suggerimenti al server Accesso client presso il sito remoto.

    3. Il server Accesso client presso il sito remoto interroga il server Cassette postali locale per verificare se sono disponibili suggerimenti.

    4. Il server Accesso client remoto invia tramite connessione proxy i risultati al server Accesso client richiedente.

  3. Il server Accesso client fornisce i suggerimenti al client.

I suggerimenti messaggio sono soggetti alle seguenti limitazioni:

  • Gli avvisi messaggio non sono supportati quando si lavora in modalità offline con Outlook. 

  • Quando un messaggio è indirizzato a un gruppo di distribuzione, i suggerimenti per i singoli destinatari che sono membri del gruppo di destinazione non vengono esaminati. Tuttavia, se nel gruppo vi sono destinatari esterni, viene visualizzato il suggerimento Destinatari esterni che indica al mittente il numero di destinatari esterni presenti nel gruppo.

  • Se il messaggio è indirizzato a più di 200 destinatari, i suggerimenti per le singole cassette postali non vengono esaminati per non creare problemi a livello di prestazioni.

  • I suggerimenti personalizzati non possono superare i 250 caratteri.

  • Se il mittente inizia a comporre un messaggio e lo lascia aperto per un certo periodo di tempo, gli avvisi messaggio Risposte automatiche e Cassetta postale piena verranno esaminati ogni due ore.

I suggerimenti che si basano sui dati delle cassette postali dei destinatari vengono esaminati tramite una connessione ai server Cassette postali dove si trovano questi destinatari. I suggerimenti Cassetta postale piena e Risposte automatiche ricadono in questa categoria. Per questi suggerimenti, il server Accesso client interroga direttamente il server Cassette postali usando RPC, ma solo se i destinatari si trovano nello stesso sito. Per i destinatari in altri siti o foreste, queste informazioni vengono raccolte tramite richieste Web server-server tra server Accesso client.

Microsoft Exchange Server 2010 Service Pack 1 (SP1) consente di configurare relazioni organizzative con Exchange Online o altre organizzazioni. La definizione di una relazione organizzativa consente di incrementare l'esperienza di un utente quando si ha a che fare con un'altra organizzazione per funzionalità che includono la condivisione di dati sulla disponibilità tra le due organizzazioni, la configurazione di un flusso dei messaggi sicuro e l'abilitazione della verifica dei messaggi tra due organizzazioni. Per ulteriori informazioni sulle relazioni organizzative, vedere Informazioni sulla federazione.

Quando gli avvisi messaggio vengono abilitati su un relazione organizzativa, i server Accesso client locali eseguiranno il proxy dei server Accesso client nell'organizzazione remota. Il comportamento è analogo a quello per la gestione degli avvisi messaggio specifici delle cassette postali per gli utenti nei siti di Active Directory remoti. L'unica differenza è che i server Accesso client eseguiranno il proxy di tutti i tipi di avviso messaggio su una relazione organizzativa e non solo degli avvisi messaggio specifici delle cassette postali.

L'utente ha un controllo capillare sui tipi di avviso messaggio restituiti per una relazione organizzativa oltre al semplice fatto di consentire o evitare la restituzione di avvisi messaggio. Nelle due sezioni seguenti, vengono descritte in modo dettagliato tali impostazioni.

Potrebbero esserci diversi motivi per stabilire una relazione organizzativa. A seconda della situazione specifica, è possibile che si desideri limitare determinati tipi di avviso messaggio. In particolare,è possibile consentire la restituzione di tutti gli avvisi messaggio o solo di una serie limitata che eviterebbe rapporti di mancato recapito. È possibile configurare tale impostazione con il parametro MailTipsAccessLevel del cmdlet Set-OrganizationRelationship. Nella tabella seguente, vengono illustrati gli avvisi messaggio che vengono restituiti relativamente alla relazione organizzativa.

 

Avviso messaggio Tutti Limitato

Pubblico esteso

No

Risposte automatiche

Se il dominio remoto del destinatario è specificato come interno, viene visualizzata la risposta automatica interna. In caso contrario, viene visualizzata la risposta automatica esterna.

Viene visualizzata la risposta automatica esterna.

Destinatario moderato

No

Messaggio troppo grande

Destinatario con limitazioni

Cassetta postale piena

No

Avvisi messaggio personalizzati

No

Destinatari esterni

Se il dominio remoto del destinatario è specificato come interno, l'avviso messaggio viene rimosso. In caso contrario, viene restituito l'avviso messaggio esterno.

Se il dominio remoto del destinatario è specificato come interno, l'avviso messaggio viene rimosso. In caso contrario, viene restituito l'avviso messaggio esterno.

Per la procedura dettagliata su come configurare i livelli di accesso degli avvisi messaggio, vedere Configurazione delle impostazioni organizzative per i suggerimenti messaggio.

Quando si abilitano gli avvisi messaggio per una relazione organizzativa e si imposta il livello di accesso su All, vengono restituiti gli avvisi messaggio specifici del destinatario, Cassetta postale piena, Risposte automatiche e personalizzati per tutti gli utenti. Tuttavia, è possibile che si desideri consentire tali avvisi messaggio solo per un determinato gruppo di utenti. Ad esempio, se si configura una relazione organizzativa con un partner, è possibile che si desideri consentire tali avvisi messaggio solo per gli utenti che lavorano con quel partner.

A tale scopo, è necessario creare prima un gruppo e aggiungere tutti gli utenti per cui si desidera condividere avvisi messaggio specifici del destinatario con quel gruppo. È, quindi, possibile specificare tale gruppo nella relazione organizzativa.

Una volta implementata tale restrizione, i server Accesso client verificheranno prima se il destinatario per cui hanno ricevuto la query sugli avvisi messaggio fa parte di questo gruppo. Se il destinatario è un membro del gruppo, i server Accesso client eseguiranno nuovamente il proxy di tutti gli avvisi messaggio, inclusi quelli specifici del destinatario. In caso contrario, includeranno gli avvisi messaggio specifici del destinatario nella risposta.

Per la procedura dettagliata su come configurare i livelli di accesso degli avvisi messaggio, vedere Configurazione delle impostazioni organizzative per i suggerimenti messaggio.

Nella tabella seguente sono elencati i più comuni problemi di prestazioni legati ai suggerimenti messaggio e le relative soluzioni.

Problemi di prestazioni più comuni per i suggerimenti messaggio

Problemi di prestazioni Migrazione del problema

Individuare la dimensione dei gruppi di distribuzione e dei gruppi di distribuzione dinamici e se includano o meno destinatari esterni sembra essere un'operazione dispendiosa.

I gruppi di distribuzione e dei gruppi di distribuzione dinamici non vengono esaminati mentre si compone un messaggio. Queste informazioni vengono calcolate giornalmente dal servizio di creazione della metrica di gruppo e distribuite a tutti i server Accesso client. Per ulteriori informazioni, vedere Informazioni sulla metrica di gruppo.

Individuare le limitazioni di recapito per tutti i destinatari in un messaggio in cui i destinatari sono particolarmente numerosi può richiedere un notevole impiego di risorse.

Le limitazioni di recapito non vengono esaminate se un messaggio ha più di 200 destinatari. Inoltre, le limitazioni di recapito non vengono esaminate per i membri di gruppi di distribuzione o gruppi di distribuzione dinamici. Questo controllo viene eseguito solo per i destinatari esplicitamente aggiunti al messaggio.

Se un utente espande un gruppo di distribuzione, le limitazioni di recapito vengono esaminate per tutti i membri, purché non siano più di 200.

La raccolta di informazioni su vari siti nelle tipologie più complesse potrebbe richiedere molto tempo.

Se le informazioni richieste non vengono restituite entro 10 secondi, si verifica il timeout dell'operazione. Exchange non mostrerà al mittente altri avvisi messaggio dopo 10 secondi.

 ©2010 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.
Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2014 Microsoft