Esporta (0) Stampa
Espandi tutto
Questo argomento non è stato ancora valutato - Valuta questo argomento

Distribuire aggiornamenti software per Windows SharePoint Services 3.0

Aggiornato: 2009-11-05

Contenuto dell'articolo:

Gruppi di destinatari e ambito dell'articolo

Le informazioni sugli aggiornamenti software sono destinate a tutti i professionisti IT che gestiscono Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 o Microsoft Office SharePoint Server 2007. Le istruzioni specifiche per l'installazione di un aggiornamento software sono tuttavia rivolte a professionisti IT che devono installare aggiornamenti software in una server farm di SharePoint. Come indicato nella sezione seguente, l'installazione di aggiornamenti software per installazioni autonome non comporta i passaggi necessari per installare aggiornamenti software in una server farm di SharePoint.

Installazioni autonome

Se si sceglie l'installazione di base (server singolo con un'istanza di SQL Server Embedded Edition denominata Database interno di Windows) durante l'installazione di Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 sul server Web, non è necessario eseguire il processo e le procedure descritti in questo articolo. In questo caso, se l'opzione Aggiornamenti automatici è attivata, il computer verrà aggiornato automaticamente. In caso contrario, è possibile utilizzare il sito Web Windows Update (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=133349&clcid=0x410) o Microsoft Update (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=133353&clcid=0x410) per visualizzare gli aggiornamenti software disponibili e scegliere quelli di cui si desidera avviare l'installazione.

Se si installa un Service Pack in un'installazione autonoma di SharePoint, la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint (Psconfigui.exe) verrà avviata automaticamente per aggiornare i database di Prodotti e tecnologie SharePoint. Se invece si installa in un'installazione autonoma un hotfix rilasciato in un pacchetto di un programma di installazione, verrà chiesto di eseguire manualmente la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint.

Se l'aggiornamento è pubblico e si dispone di un'installazione autonoma in cui sono configurati aggiornamenti automatici, durante l'aggiornamento verrà eseguito automaticamente Psconfigui.exe senza visualizzare l'interfaccia utente fino al completamento dell'installazione dell'aggiornamento. Un aggiornamento localizzato presenta in un'installazione autonoma lo stesso comportamento di un aggiornamento pubblico. Per ulteriori informazioni sui diversi tipi di aggiornamenti software per SharePoint, vedere Informazioni sugli aggiornamenti software.

Per distribuzioni diverse da quelle in server autonomi configurati con l'installazione di base, è necessario visitare l'Area download Microsoft(informazioni in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=24367&clcid=0x410) per scaricare e installare l'aggiornamento software desiderato.

Nota Nota:

Gli aggiornamenti software con distribuzione limitata, ad esempio gli hotfix, devono essere ottenuti mediante richiesta al Servizio Supporto Tecnico Clienti Microsoft o a un technical account manager oppure compilando un modulo di richiesta contenuto nell'articolo della Knowledge Base (KB) relativo all'hotfix che si desidera scaricare.

In un ambiente server farm gli aggiornamenti software non vengono installati automaticamente, anche se la caratteristica Aggiornamenti automatici è attivata nei server Web. Non è possibile utilizzare il sito Web Windows Update (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=133349&clcid=0x410) o Microsoft Update (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=133318&clcid=0x410) per avviare l'installazione degli aggiornamenti software.

Il programma per l'aggiornamento software verifica il Registro di sistema di Windows e blocca l'installazione automatica nei server Web che non contengono il valore "Serverrole"="SINGLESERVER" nella chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Shared Tools\Web server extensions\12.0\WSS\ .

Suggerimento Suggerimento:

È possibile utilizzare l'Editor del Registro di sistema per controllare il valore della chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Shared Tools\Web server extensions\12.0\WSS e stabilire se è necessario scaricare e installare manualmente gli aggiornamenti software critici.

Informazioni sugli aggiornamenti software

Microsoft offre diversi tipi di aggiornamenti software per Windows SharePoint Services e Microsoft Office SharePoint Server. Prima di analizzare i dettagli di questi aggiornamenti, è consigliabile acquisire famigliarità con la terminologia chiave. Nella tabella seguente sono contenute informazioni sulla terminologia relativa agli aggiornamenti software utilizzata da Microsoft.

Terminologia e concetti relativi agli aggiornamenti software
Concetti e terminiDescrizione e definizione

Hotfix

Pacchetto cumulativo singolo composto da uno o più file e utilizzato per risolvere un problema relativo a un prodotto. Gli hotfix sono rivolti a una situazione specifica di un cliente e non potrebbero essere distribuiti all'esterno dell'organizzazione del cliente.

Aggiornamento pubblico

Per aggiornamento pubblico si intende generalmente un hotfix relativo alla protezione che viene rilasciato pubblicamente ed è disponibile per il download. Mediante Windows Update è possibile identificare questi aggiornamenti e installarli automaticamente. Nei bollettini sulla sicurezza sono contenuti collegamenti ad aggiornamenti pubblici. Questo tipo di hotfix viene in genere rilasciato in base alle necessità. I Service Pack rappresentano un altro esempio di aggiornamento pubblico.

Service Pack

Set testato e cumulativo di tutti gli hotfix, gli aggiornamenti della sicurezza, gli aggiornamenti critici e gli aggiornamenti, nonché di ulteriori correzioni per problemi rilevati internamente dal rilascio del prodotto. I Service Pack possono inoltre contenere un numero limitato di caratteristiche o modifiche alla progettazione richieste dai clienti.

Modello di offerta pianificata

Microsoft Office si sta allontanando dal modello di rilascio degli hotfix corrente dettato dalle priorità per passare a un modello di offerta pianificata, in base al quale gli hotfix vengono rilasciati ogni due mesi. Questa pianificazione risulta più prevedibile per i clienti. I clienti che necessitano di una correzione di emergenza possono richiedere tempi di risposta più rapidi per un determinato hotfix.

I meccanismi di offerta seguenti supportano questo nuovo approccio.

  • aggiornamento cumulativo

  • hotfix critico su richiesta

Per ulteriori informazioni, vedere Sono disponibili dal team di Microsoft Office per fornire gli aggiornamenti rapidi per i problemi segnalati aggiornamenti cumulativi.

Aggiornamento cumulativo

Insieme di hotfix rilasciato ogni due mesi. Un aggiornamento cumulativo comprende hotfix e aggiornamenti cumulativi rilasciati in precedenza.

Gli hotfix disponibili includono:

  • Correzioni di problemi che soddisfano i criteri di accettazione dell'hotfix, tra cui disponibilità di soluzioni alternative, effetto sui clienti, riproducibilità e complessità del codice che deve essere modificato.

  • Tutti gli hotfix critici su richiesta attualmente rilasciati.

  • Tutti gli aggiornamenti critici relativi o meno alla sicurezza attualmente rilasciati.

Per ulteriori informazioni, vedere il post di blog Offerta di hotfix di Office con una pianificazione definita sotto forma di aggiornamenti cumulativi(informazioni in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=133358&clcid=0x410).

Hotfix critico su richiesta

Un hotfix critico su richiesta è disponibile per risolvere problemi critici che non possono essere gestiti mediante il ciclo di offerta degli aggiornamenti cumulativi. Questo tipo di correzioni è limitato a situazioni di emergenza, ad esempio i casi in cui il problema blocca le normali operazioni di lavoro del cliente e/o per cui non esiste alcuna soluzione alternativa valida. Gli hotfix critici su richiesta saranno inclusi nel successivo aggiornamento cumulativo che verrà rilasciato.

NotaNota:
Il numero di versione dei rilasci critici su richiesta ha il formato seguente: 12.0.xxxx.500X. Un esempio può essere rappresentato da un aggiornamento critico rilasciato con la versione 12.0.6327.5000 e un hotfix critico su richiesta richiesto in seguito. In questo esempio, la versione dell'hotfix critico su richiesta sarà 12.0.6327.5001. Se prima dell'aggiornamento critico successivo verranno richiesti ulteriori hotfix, il numero di versione successivo sarà 12.0.6327.5002 e così via fino al rilascio dell'aggiornamento critico successivo.

Package

L'elemento scaricato, un file eseguibile con estensione exe che viene scaricato per un aggiornamento cumulativo o hotfix. Un pacchetto può contenere una o più patch. In base al meccanismo di download, questo file eseguibile potrebbe essere contenuto all'interno di un altro file eseguibile protetto da password. In seguito all'estrazione del pacchetto, saranno disponibili uno o più file exe il cui nome conterrà il numero di un articolo della Knowledge Base (KB), ad esempio Webfldrs-KB907306-ENU.exe. In questo esempio la maggior parte dei clienti eseguirà il file eseguibile Webfldrs-KB907306-ENU.exe all'aggiornamento dei server SharePoint.

Patch

Le patch sono contenute all'interno di pacchetti ed eseguono il programma Windows Installer (msiexec.exe) per aggiornare i pacchetti di installazione originali con estensione msi con nuove informazioni o nuovi file binari. Le patch installate dal programma Windows Installer hanno estensione msp.

Una patch può essere estratta in una cartella comune per creare una versione integrata della patch. Per ulteriori informazioni, vedere Creare un'origine di installazione con aggiornamenti software (Windows SharePoint Services 3.0) o Create an installation source that includes software updates (Office SharePoint Server 2007).

Patch localizzata

Una patch localizzata, o patch locale, contiene aggiornamenti a stringhe specifiche della lingua o a codice correlato.

Patch globale

Una patch globale è indipendente dalla lingua e può essere applicata a tutti i server, indipendentemente dalla lingua di installazione di base o dall'eventuale installazione di Language Pack. La maggior parte degli aggiornamenti software viene offerta mediante patch globali.

Programma di aggiornamento

Un programma di aggiornamento è una parte specifica del prodotto che valuta lo stato corrente degli oggetti correlati ed eventualmente li modifica affinché corrispondano allo schema più recente, per attivare nuove funzionalità o correggere problemi noti.

Informazioni aggiuntive sugli aggiornamenti software sono presenti nelle sezioni seguenti:

  • Aggiornamenti cumulativi

  • Pacchetti

  • Patch

  • Patch globali e localizzate

Aggiornamenti cumulativi

Come indicato nella tabella della terminologia software precedente, gli aggiornamenti cumulativi vengono inseriti in un ciclo prevedibile per offrire aggiornamenti software ai clienti e semplificare la gestione dell'installazione degli aggiornamenti software di Windows SharePoint Services e Office SharePoint Server. Sebbene il primo aggiornamento cumulativo sia stato rilasciato nel mese di agosto 2008, l'aggiornamento cumulativo di dicembre 2008 rappresenta la prima implementazione completa di tutti gli aspetti del nuovo modello di offerta di aggiornamenti per SharePoint. A partire dall'aggiornamento cumulativo di dicembre, per ogni aggiornamento cumulativo verrà offerto un pacchetto che contiene la versione più recente di ogni hotfix reso disponibile da Microsoft. Questa modifica consente di semplificare la creazione di un nuovo Office SharePoint Server e di applicare la patch al livello di aggiornamento corrente mediante i quattro aggiornamenti seguenti:

  • Il Service Pack più recente per Windows SharePoint Services

    Nota Nota:

    Sebbene si tratti di una procedura consigliata, l'installazione del Service Pack più recente non è obbligatoria. Se non è possibile installare il Service Pack più recente, Microsoft supporta l'installazione di un aggiornamento cumulativo su un Service Pack precedente ancora all'interno del ciclo di vita. Per ulteriori informazioni, vedere http://www.microsoft.com/lifecycle (http://www.microsoft.com/lifecycle) ).

  • Il Service Pack più recente per Office SharePoint Server

  • L'aggiornamento cumulativo più recente per Windows SharePoint Services

  • L'aggiornamento cumulativo più recente per Office SharePoint Server

Tenere presenti le informazioni seguenti sulla struttura del nuovo formato di aggiornamento:

  • Windows SharePoint Services continua a rimanere distinto e non è incluso nel pacchetto di Office SharePoint Server.

  • Tutte le patch globali e locali più recenti per Windows SharePoint Services sono contenute nel pacchetto di Windows SharePoint Services.

  • Tutte le patch globali e locali più recenti per Office SharePoint Server e altri prodotti server Microsoft Office, ad esempio InfoPath Forms Services e Microsoft Office Project Server, sono contenuti nel pacchetto di Office SharePoint Server.

  • L'elenco del contenuto del pacchetto è un insieme di quanto offerto da Microsoft dall'RTM, tra cui l'aggiornamento dell'infrastruttura che non deve più essere installato come aggiornamento distinto.

Per ulteriori informazioni sulle correzioni specifiche all'interno di un aggiornamento cumulativo, fare riferimento all'articolo della KB relativo all'aggiornamento.

Per ulteriori informazioni sugli aggiornamenti cumulativi, leggere il post di blog Offerta di hotfix di Office con una pianificazione definita sotto forma di aggiornamenti cumulativi(informazioni in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=133358&clcid=0x410).

Per ottenere informazioni sugli aggiornamenti cumulativi di Microsoft Office successivamente al rilascio da parte di Microsoft, è consigliabile sottoscrivere il blog Office Sustained Engineering(informazioni in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=133359&clcid=0x410).

Pacchetti

Per i nomi dei pacchetti viene utilizzata la convenzione seguente.

Convenzione di denominazione degli aggiornamenti software

Lo schema della convenzione di denominazione degli aggiornamenti software è nomeprodottovvv-kby-xnn-fullfile-lingua.exe, dove:

  • nomeprodotto è un identificatore breve per il nome del prodotto rilasciato.

  • vvv è una descrizione della versione. Service Pack 1 sarà ad esempio sp1.

  • y è un numero che corrisponde all'articolo della Knowledge Base sull'aggiornamento software.

  • nn è un numero che indica l'architettura hardware, ovvero x86 o x64.

  • lingua è la lingua dell'aggiornamento software. Per l'italiano ad esempio è it-it.

Il nome del file di Windows SharePoint Services 3.0 con Service Pack 1 (SP1) nella versione italiana per l'architettura hardware x86 ad esempio è wssv3sp1-kb936988-x86-fullfile-it-it.exe.

Dopo avere eseguito i file exe eseguibili per installare un pacchetto, è consigliabile verificare che l'aggiornamento sia stato effettivamente installato. Per Windows Server 2003 e Windows Server 2008 è possibile procedere come descritto di seguito:

  • Windows Server 2003 - Visualizzare la cronologia degli aggiornamenti installati: fare clic su Pannello di controllo e quindi su Installazione applicazioni. Selezionare la casella di controllo Mostra aggiornamenti. Verranno visualizzati il nome di file e un riferimento corrispondente al numero di articolo della KB. Nell'elenco Programmi e aggiornamenti attualmente installati ad esempio verrà visualizzato "Aggiornamento per Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 (KB932091)" se questo aggiornamento è stato installato.

  • Windows Server 2008 - Visualizzare la cronologia degli aggiornamenti installati: fare clic su Pannello di controllo e quindi su Programmi e funzionalità. Nella barra Attività fare clic su Visualizza aggiornamenti installati. Verrà visualizzato un elenco di aggiornamenti, ad esempio "Aggiornamento per Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 (KB932091)".

In ciascuno degli esempi precedenti è possibile passare a http://support.microsoft.com/kb/<numerokb>, dove <numerokb> è il numero dell'articolo della KB che è possibile leggere per ulteriori informazioni sul pacchetto.

In relazione ai pacchetti tenere inoltre presente quanto segue:

  • Le patch sono cumulative. Se pertanto due pacchetti contengono la stessa patch o le stesse patch, un pacchetto con numero di build maggiore conterrà tutti gli elementi di un pacchetto con numero di build minore.

  • Nelle proprietà di un pacchetto è contenuto il numero della build che contiene il pacchetto. Questa informazione è importante perché il numero della build è a volte maggiore rispetto a quello delle versioni indicate per i file del pacchetto e rappresenta un punto di riferimento migliore per il contenuto del pacchetto*.

  • È possibile estrarre i pacchetti per esaminare il contenuto della patch aprendo una finestra del prompt dei comandi e digitando il comando seguente al prompt: <nomepacchetto>.exe /extract:.\<hfx>, dove <nomepacchetto> è il nome del pacchetto e \<hfx> è il nome di una cartella. Il comando precedente estrae il contenuto del pacchetto in una cartella denominata hfx nel pecorso di directory del prompt dei comandi corrente. È possibile cambiare il parametro \<hfx> per specificare un percorso di directory e un nome di cartella idonei alle proprie esigenze.

  • Un nome di pacchetto può includere le lettere glb che indicano che il pacchetto contiene patch globali, ad esempio office-kb950487-fullfile-x86-glb.exe.

  • Un nome di pacchetto può includere codici di impostazioni locali, ad esempio en-us (inglese, Stati Uniti) o it-it (italiano, Italia) che indicano che il pacchetto contiene patch localizzate, ad esempio wss-kb948957-fullfile-x86-it-it.exe.

Patch

Una patch singola può essere installata manualmente, ma in tal caso il processo di aggiornamento verrà eseguito automaticamente ed è possibile che venga avviato un programma di aggiornamento. Se invece si esegue il pacchetto con estensione exe, gli aggiornamenti automatici verranno annullati all'installazione del pacchetto.

All'interno di Windows SharePoint Services e Microsoft Office SharePoint Server 2007 le patch associate a un Service Pack hanno nomi diversi rispetto alle patch contenute in aggiornamenti cumulativi, aggiornamenti pubblici e hotfix. In un aggiornamento cumulativo, ad esempio, la patch globale per Windows SharePoint Services è denominata sts.msp (msp è l'estensione del pacchetto di aggiornamento di Windows Installer) e viene applicata alla patch sts.msi installata dal supporto originale. Un ulteriore esempio è Service Pack 1 che contiene un file denominato stswwsp1.msp che viene applicato alla patch sts.msi installata dal supporto originale. Anche se i nomi dei file delle patch sono diversi negli esempi precedenti, le due patch aggiornano gli stessi file. Nella tabella seguente sono riportate le associazioni più comuni utilizzate per Windows SharePoint Services e Office SharePoint Server.

ProdottoPacchetto di aggiornamento Windows Installer

Windows SharePoint Services 3.0

Nell'elenco seguente <impostazioni locali> rappresenta il codice della lingua di base, ad esempio it-it.

  • sts.msp

  • wssmui-<impostazioni locali>.msp

Office SharePoint Server 2007

Nell'elenco seguente <impostazioni locali> rappresenta il codice della lingua di base, ad esempio it-it.

  • coreserver.msp

  • coreservermui-<impostazioni locali>.msp

  • dlc.msp, dove "dlc" è l'identificatore per il ciclo di vita dei documenti che comprende flussi di lavoro e criteri

  • dlcmui-<impostazioni locali>.msp

  • ifswfe.msp, dove "ifs" è l'identificatore per InfoPath Forms Services

  • xlsrvapp.msp, dove "xls" è l'identificatore per Excel Calculation Services

  • In alcuni casi il nome della patch può contenere la stringa "x-none" che indica che si tratta di una patch globale.

Patch globali e localizzate

Le patch globali riguardano parti del prodotto indipendenti dalla lingua, ovvero modificano solo elementi che non hanno relazioni specifiche della lingua. La struttura del prodotto SharePoint assicura che tutte le stringhe specifiche della lingua si trovino nella posizione appropriata e possano pertanto essere aggiornate separatamente. Le patch globali possono quindi essere applicate a tutti i server, indipendentemente dalla lingua di installazione di base o dall'installazione di Language Pack.

Le patch localizzate, dette anche patch locali, contengono aggiornamenti a stringhe specifiche della lingua o a codice correlato. Una modifica di codice in una patch localizzata potrebbe non essere relativa a una stringa specifica visualizzata nell'interfaccia utente, ma sarà abbastanza vicina a tali stringhe da fare parte della patch localizzata.

Ci si chiede spesso se installare la patch globale, la patch localizzata o entrambe.

La risposta si basa sul risultato che si desidera ottenere con l'installazione. Di seguito sono elencati alcuni punti che possono risultare utili per decidere quale patch installare:

  • La maggior parte degli aggiornamenti dei prodotti è contenuta in patch globali. Come già indicato nelle informazioni di progettazione del prodotto, le parti di codice del prodotto specifiche della lingua sono state mantenute distinte e non fanno parte della base di codice.

  • Alcune correzioni di codice richiedono sia la patch globale che la patch locale per essere implementate completamente. Se viene installata solo una delle patch, determinate funzionalità non saranno complete, esattamente come prima dell'applicazione della patch.

  • Dato che con un Service Pack viene aggiornato tutto, la prima dipendenza viene introdotta in un punto successivo all'applicazione del Service Pack. Questa dipendenza continua ad esistere fino al Service Pack successivo. La scelta di installare una patch globale o locale non influenza necessariamente il funzionamento globale del server, tuttavia per essere sicuri di disporre di tutte le correzioni, è consigliabile installare sia la patch globale che quella locale.

  • Il Servizio Supporto Tecnico Clienti Microsoft consiglia di installare entrambe le patch nell'ambiente SharePoint per ottenere i massimi benefici dalle correzioni e lo stesso livello di aggiornamento software in tutta la piattaforma.

Risorse aggiuntive

Per ulteriori informazioni sul processo di distribuzione degli aggiornamenti, fare riferimento alla Presentazione: informazioni su hotfix, aggiornamenti pubblici e Service Pack e sulla loro distribuzione(informazioni in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=121946&clcid=0x410), tenuta da Daniel Winter alla conferenza su Prodotti e tecnologie SharePoint tenutasi nel mese di marzo 2008. Questa presentazione contiene informazioni molto utili sui diversi tipi di aggiornamenti software rilasciati da Microsoft per Windows SharePoint Services e Office SharePoint Server.

Utilizzando Windows SharePoint Services 3.0 con SP1 e Office SharePoint Server 2007 con SP1 come esempi, Daniel Winter offre informazioni dettagliate sulle procedure da eseguire prima dell'aggiornamento, sulla distribuzione e la convalida dell'aggiornamento e sulla risoluzione di eventuali problemi. È consigliabile seguire la presentazione prima di leggere il resto di questo articolo e di distribuire un aggiornamento software.

Aggiornamenti disponibili

Per Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 sono stati rilasciati gli aggiornamenti seguenti.

Suggerimento Suggerimento:

Il Centro risorse aggiornamenti per Prodotti e tecnologie SharePoint(informazioni in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=133360&clcid=0x410) rappresenta un punto di accesso centralizzato alle informazioni sugli aggiornamenti software.

Aggiornamenti principali per Windows SharePoint Services 3.0
NomeDescrizione e numero di versione owssvr.dll

Windows SharePoint Services 3.0

Versione release to manufacturing (RTM) di Windows SharePoint Services.

Numero di versione owssvr.dll: 12.0.4518.1016

Aggiornamento pubblico di ottobre (2007)

Rilascio di nove aggiornamenti relativi alla sicurezza suddivisi in due bollettini. Per ulteriori informazioni, vedere Hotfix importante per la sicurezza MS07-059(informazioni in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=133361&clcid=0x410).

Numero di versione owssvr.dll: 12.0..6039.5000

NotaNota:
Nonostante in Windows SharePoint Services venga indicato come build il numero 12.0.6040, in Impostazioni sito viene visualizzata la versione 12.0.0.6039, poiché le Condizioni di licenza software Microsoft sono state modificate in 6040 e di conseguenza non si sono verificate modifiche binarie da 12.0.0.6039 a 12.0.0.6040. Nell'interfaccia utente di Amministrazione centrale nel database di Windows SharePoint Services verrà riportata la versione build RTM 12.0.0.4518, poiché a livello di back-end non si verifica alcuna modifica binaria.

Service Pack 1

Il Service Pack 1 (SP1) include diversi hotfix per Microsoft Office SharePoint Server 2007 e Microsoft Windows SharePoint Services 3.0, nuovi comandi di Stsadm per il ripartizionamento di database e la ridenominazione di raccolte siti host, nonché aggiornamenti alla documentazione dei prodotti relativi a questioni di prestazioni e pianificazione della capacità. Per ulteriori informazioni sul contenuto del Service Pack, leggere il white paper introduttivo Service Pack 1 per Windows SharePoint Services 3.0 e Microsoft Office SharePoint Server 2007(informazioni in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=105704&clcid=0x410).

Numero di versione owssvr.dll: 12.0.6219.1000

Aggiornamento cumulativo successivo al Service Pack 1

Questo aggiornamento cumulativo contiene correzioni apportate dopo il blocco del codice per SP1. Per ulteriori informazioni, vedere gli articoli della Knowledge Base seguenti: Descrizione del pacchetto aggiornamento rapido (hotfix) di Windows SharePoint Services 3.0 post-Service Pack 1: 31 gennaio 2008 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=102044&clcid=0x410).

Numero di versione owssvr.dll: 12.0.6300.5000

Aggiornamento dell'infrastruttura

L'aggiornamento dell'infrastruttura risolve numerosi problemi in Microsoft Windows SharePoint Services 3.0. Per ulteriori informazioni, vedere Descrizione dell'aggiornamento dell'infrastruttura per Windows SharePoint Services 3.0 del 15 luglio 2008 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=133362&clcid=0x410) e Problemi risolti dall'aggiornamento di infrastruttura di Windows SharePoint Services 3.0 in Windows SharePoint Services 3.0 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=133363&clcid=0x410).

Numero di versione owssvr.dll: 12.0.6320.5000

Aggiornamento cumulativo di agosto

Per ulteriori informazioni su questo aggiornamento, vedere i seguenti articoli della Knowledge Base:

Numero di versione owssvr.dll: 12.0.6327.5000

Aggiornamento cumulativo di ottobre

Per informazioni sui problemi corretti con questo aggiornamento, vedere Descrizione del pacchetto hotfix di Windows SharePoint Services 3.0 (Sts.msp): 28 ottobre 2008 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=133366&clcid=0x410)

Numero di versione owssvr.dll: 12.0.6331.5000

Aggiornamento cumulativo di dicembre

Questo aggiornamento contiene hotfix per tutti i problemi relativi a Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 che sono stati corretti a partire dal rilascio di Microsoft Windows SharePoint Services 3.0. Per ulteriori informazioni, vedere Descrizione del pacchetto aggiornamento cumulativo per Windows SharePoint Services 3.0 (WSS server-pacchetto): 16 dicembre 2008 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=139517&clcid=0x410).

Numero di versione owssvr.dll: 12.0.6335.5000

Questo aggiornamento contiene:

  • Dw20w-x-none.msp

  • Sts-x-none.msp

  • Wssmui-en-us.msp (e tutte le altre lingue del prodotto)

Aggiornamento cumulativo di febbraio

Per informazioni sui problemi risolti con questo aggiornamento, vedere Descrizione del pacchetto di aggiornamento cumulativo Windows SharePoint Services 3.0: 24 febbraio 2009 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=146627&clcid=0x410)

Numero di versione owssvr.dll: 12.0.6341.5000

Service Pack 2

Il Service Pack 2 (SP2) offre un supporto completo per Windows Server 2008 e Internet Information Services (IIS)) 7, supporto "Extended" dei browser, nuove operazioni e proprietà per lo strumento da riga di comando Stsadm, funzionalità migliorate per le caratteristiche esistenti e hotfix per problemi noti.

Il Service Pack 2 include SP1 e tutti gli aggiornamenti rilasciati fino a questo Service Pack. Per una descrizione di SP2, vedere Descrizione di SP2 di Windows SharePoint Services 3.0 e di SP2 di Windows SharePoint Services 3.0 Language Pack (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=149885&clcid=0x410)

Numero di versione owssvr.dll: 12.0.6421.1000

Aggiornamento cumulativo di aprile

L'aggiornamento cumulativo di aprile contiene importanti correzioni per Stsadm, in particolare per l'operazione mergecontentdbs. Per ulteriori informazioni, vedere Descrizione del pacchetto Hotfix Server di aggiornamento cumulativo Windows SharePoint Services 3.0 (Sts.msp): 28 aprile 2009 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=154981&clcid=0x410).

Per una descrizione di questo aggiornamento, vedere KB 968850 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=149888&clcid=0x410)

Numero di versione owssvr.dll: 12.0.6504.5000

Aggiornamento cumulativo di giugno

Per una descrizione di questo aggiornamento per Microsoft Windows SharePoint Services 3.0, vedere Descrizione dell'hotfix server di aggiornamento cumulativo per Windows SharePoint Services 3.0 (pacchetto server WSS): 30 giugno 2009 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=157329&clcid=0x410).

Questo aggiornamento contiene diverse correzioni per Microsoft Windows SharePoint Services 3.0. Per ulteriori informazioni, vedere Descrizione del pacchetto Hotfix Server di aggiornamento cumulativo Windows SharePoint Services 3.0 (Sts.msp): 30 giugno 2009 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=157330&clcid=0x410).

Numero di build: 12.0.6510.5001

Aggiornamento cumulativo di agosto

Per una descrizione di questo aggiornamento per Microsoft Windows SharePoint Services 3.0, vedere Descrizione dell'hotfix server di aggiornamento cumulativo per Windows SharePoint Services 3.0 (pacchetto server WSS): 25 agosto 2009(http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=164621&clcid=0x410).

Questo aggiornamento contiene diverse correzioni per Microsoft Windows SharePoint Services 3.0. Per ulteriori informazioni, vedere Descrizione del pacchetto Hotfix Server di aggiornamento cumulativo Windows SharePoint Services 3.0 (Sts.msp): 25 agosto 2009 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=164623&clcid=0x410).

Numero di versione owssvr.dll: 12.0.6514.5000

Numero di build dell'aggiornamento cumulativo: 12.0.6514.5000

Aggiornamento cumulativo di ottobre

Per una descrizione di questo aggiornamento per Microsoft Windows SharePoint Services 3.0, vedere Descrizione dell'hotfix server di aggiornamento cumulativo per Windows SharePoint Services 3.0 (pacchetto server WSS): 27 ottobre 2009 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=169313&clcid=0x410).

Questo aggiornamento contiene diverse correzioni per Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 e miglioramenti delle funzionalità dello strumento di verifica pre-aggiornamento. Tra le modifiche di rilevo dello strumento di verifica pre-aggiornamento vi sono report migliorati, nuove regole e aggiunte all'operazione stsadm –o EnumAllWebs, che consentono ora di elencare web part, riceventi di eventi, caratteristiche o backup di file creati da SetupPath.

Per ulteriori informazioni, vedere Descrizione dell'hotfix server di aggiornamento cumulativo per Windows SharePoint Services 3.0 (Sts-x-none.msp): 27 ottobre 2009 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=169314&clcid=0x410).

Numero di versione owssvr.dll: 12.0.6520.5000

Numero di build dell'aggiornamento cumulativo: 12.0.6520.5000

Sequenza di installazione consigliata per gli aggiornamenti

Sebbene non sia obbligatorio attenersi a una determinata sequenza di installazione, è consigliabile installare gli aggiornamenti necessari successivi alla versione RTM di WSS nell'ordine indicato di seguito:

  1. Service Pack 2 per Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 (KB 953338)

  2. Aggiornamento cumulativo di ottobre per Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 (KB 975002)

Per informazioni sulla creazione di un'origine di installazione integrata con l'aggiornamento cumulativo di dicembre, vedere il post di blog Come creare un'installazione integrata di SharePoint con gli aggiornamenti più recenti(informazioni in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=139512&clcid=0x410).

Importante Importante:

Ricordarsi di eseguire la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint oppure il file Psconfig.exe al prompt dei comandi su ogni server presente nella farm per completare l'aggiornamento. Non è necessario eseguire la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint o il comando Psconfig dopo ogni passaggio della sequenza. È infatti possibile attendere di aver installato tutti gli aggiornamenti su un determinato server prima di procedere all'esecuzione.

Installazione di un aggiornamento software

Per installare un aggiornamento software nella server farm, è consigliabile seguire i passaggi precedenti all'installazione, nonché quelli relativi all'installazione e alla verifica illustrati nel presente articolo.

Prima di iniziare

Prima di eseguire i passaggi precedenti all'installazione, tenere presente quanto segue:

  • È consigliabile pianificare l'installazione dell'aggiornamento software per un periodo di tempo che comporti la minima quantità di interruzioni per gli utenti. Comunicare la pianificazione proposta agli utenti e alle principali persone coinvolte nei siti Web ospitati sui server che eseguono Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 e, se necessario, modificare l'installazione.

  • Non installare una versione beta dell'aggiornamento software di Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 in un ambiente di produzione.

  • È necessario scaricare il file dell'aggiornamento software corretto per la lingua in uso per hardware e software.

  • Se in precedenza è stato installato un hotfix e il problema per il quale è stato installato non viene risolto in questo aggiornamento software ampiamente disponibile, è necessario ottenere la versione aggiornata dell'hotfix per risolvere i problemi specifici dell'ambiente in uso contattando il Servizio Supporto Tecnico Clienti Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=99201&clcid=0x410).

  • È necessario rimuovere i server Web che eseguono WSS 3.0 dal servizio per la durata dell'installazione dell'aggiornamento software. Ciò è dovuto al fatto che l'aggiornamento software potrebbe apportare modifiche dello schema al database SQL Server e la creazione e modifica di utenti durante l'aggiornamento potrebbe causare contenuti diversi nei server front-end e back-end.

  • Se si esegue l'installazione di aggiornamenti in server Web che eseguono Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 in una server farm, in seguito all'installazione dell'aggiornamento software nel primo server Web della server farm, le versioni dei file in tale server Web e dei database della server farm saranno diverse da quelle dei file negli altri server Web. Questa mancata corrispondenza impedisce il corretto funzionamento della server farm e determina la restituzione di errori anche se le richieste sono valide. In seguito all'installazione dell'aggiornamento software in tutti i server Web della server farm, i risultati verranno restituiti agli utenti come previsto.

  • Per le distribuzioni in una server farm è necessario applicare la stessa versione dell'aggiornamento software a tutti i server Web Microsoft Windows SharePoint Services 3.0.

  • Per distribuire aggiornamenti software in una server farm, è necessario eseguire l'accesso al server Web o al server applicazioni con un account di dominio che deve disporre delle autorizzazioni seguenti:

    • Membro del gruppo Administrators nel server Web.

    • Membro del gruppo Administrators nel server che esegue SQL Server o proprietario del ruolo predefinito del database db_owner per tutti i database di Prodotti e tecnologie SharePoint.

    Per verificare di disporre delle autorizzazioni corrette per installare l'aggiornamento software ed eseguire la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint, è consigliabile aggiungere l'account per l'identità del pool di applicazioni di Amministrazione centrale SharePoint v3 al gruppo Administrators in ogni server Web e server applicazioni locale e quindi eseguire l'accesso con tale account. Tali modifiche sono necessarie solo per installare l'aggiornamento ed eseguire la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint per completare l'aggiornamento. Dopo l'installazione dell'aggiornamento, rimuovere l'account in tutti server Web e server applicazioni locali.

  • In molti ambienti IT gli amministratori dei database (DBA) creano e gestiscono database. In base ai criteri di sicurezza e ad altri criteri dell'organizzazione potrebbe essere necessario che gli amministratori dei database creino i database richiesti da Microsoft Windows SharePoint Services 3.0. Per informazioni sulla distribuzione di Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 in un ambiente in cui gli amministratori di database creano e gestiscono i database, vedere Eseguire la distribuzione utilizzando database creati da amministratori di database (Windows SharePoint Services) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=86818&clcid=0x410).

  • È possibile installare l'aggiornamento software eseguendo la connessione al server direttamente o tramite una sessione della console Servizi terminal. Per informazioni su come utilizzare le sessioni della console, vedere l'articolo della Microsoft Knowledge Base 278845: Connessione alla sessione della console e apertura di una sessione shadow con Servizi terminal di Windows Server 2003 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=98317&clcid=0x410).

Passaggi precedenti all'installazione

Prima di installare un aggiornamento software, è consigliabile eseguire le operazioni seguenti:

  • Controllare lo stato dei processi timer. Se durante la prima installazione di Windows SharePoint Services nei server Web della server farm si utilizza un metodo di aggiornamento, sul posto o graduale, e sono ancora in corso processi di aggiornamento, è possibile che l'installazione dell'aggiornamento software non venga completata. È necessario verificare che nessuno dei processi di aggiornamento sia in esecuzione. Visitare il sito Amministrazione centrale SharePoint, fare clic su Operazioni e nella sezione Configurazione globale fare clic su Stato processo timer. Se sono elencati processi di aggiornamento, è necessario consentire il completamento di tutti gli aggiornamenti in corso prima di installare l'aggiornamento software.

    Nella pagina Stato processo timer sono visualizzati i processi di aggiornamento risultanti da una delle operazioni seguenti o da entrambi:

    1. È in corso l'aggiornamento dei siti.

    2. Nella Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint è stata selezionata l'opzione di aggiornamento sul posto.

      Nota Nota:

      Quando si esegue un aggiornamento sul posto, tutto il contenuto e tutti i dati di configurazione vengono aggiornati sul posto contemporaneamente. Quando si avvia il processo di aggiornamento sul posto, il server Web e i siti Web rimangono offline fino a quando non viene completata l'installazione dell'aggiornamento. Con questo tipo di aggiornamento non è possibile sospendere il processo né eseguire il roll back alla versione precedente.

    Dopo aver verificato l'assenza di voci relative ad aggiornamenti nella pagina Stato processo timer, è possibile procedere con l'installazione dell'aggiornamento software.

  • Se i database del contenuto includono oggetti orfani, ovvero elementi che non presentano relazioni padre o figlio, l'installazione dell'aggiornamento software non verrà completata. Per garantire il completamento dell'installazione, è necessario correggere la relazione tra gli oggetti oppure eliminare gli orfani prima dell'inizio dell'installazione dell'aggiornamento software. Per ulteriori informazioni su come risolvere il problema di un database del contenuto che contiene uno o più oggetti orfani, vedere l'articolo della Microsoft Knowledge Base Messaggio di errore quando si tenta l'aggiornamento di Windows SharePoint Services 2.0 a Windows SharePoint Services 3.0: "L'aggiornamento ha rilevato uno o più elenchi che non sono stati aggiornati da Prescan.exe necessario uscire da (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=105755&clcid=0x410).

  • Se un modello di sito predefinito è stato personalizzato modificando direttamente i file del modello di sito (operazione non consigliata), è possibile che durante l'installazione dell'aggiornamento software alcuni file modificati vengano sovrascritti e che le personalizzazioni incluse in tali file vengano perse. Dopo l'installazione dell'aggiornamento software sarà necessario riapplicare tutte le personalizzazioni dei modelli di sito.

  • Arrestare il servizio Pubblicazione sul Web (W3SVC) in tutti i server Web front-end per disconnettere tutti gli utenti dalla server farm. Se in una server farm con più server Web front-end si consente agli utenti di eseguire la connessione dopo che i file e i database sono stati aggiornati in un server Web ma non ancora negli altri, gli utenti non potranno esplorare i siti Web.

    Nota Nota:

    Se si arresta manualmente il servizio Pubblicazione sul Web, sarà necessario avviarlo manualmente al termine dell'installazione.

  • Prima di avviare il backup, è opportuno eseguire la pulizia dell'ambiente attenendosi alla procedura seguente:

    • Deframmentare tutti gli indici del database di SQL Server. Per ulteriori informazioni, vedere Come deframmentare il database di Windows SharePoint Services 3.0 e SharePoint Server 2007 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=102795&clcid=0x410).

    • Assicurarsi che sia disponibile spazio su disco sufficiente nei volumi dei file di database, nei volumi dei database tempdb e nella cartella temporanea di Windows dei server che eseguono SQL Server, dei server Web front-end e dei server applicazioni. I diversi passaggi dell'operazione di aggiornamento vengono scritti in un apposito registro che può occupare spazio su disco. È tuttavia possibile evitare problemi causati da limitazioni di spazio pianificando spazio di archiviazione aggiuntivo.

  • Se uno dei database contiene un numero di raccolte siti maggiore di quello consigliato nei suggerimenti sull'architettura delle informazioni incluse nel Pianificazione e monitoraggio dell'archivio SQL Server per Windows SharePoint Services - Indicazioni e procedure consigliate per le prestazioni (white paper) scaricabile, bilanciare il carico relativo alle raccolte siti tra più database.

  • Prima di eseguire le operazioni di aggiornamento, attenersi alle procedure consigliate per la definizione delle dimensioni del database del contenuto.

  • Prima di iniziare l'aggiornamento attenersi ai consigli relativi al fattore di riempimento delle pagine di SQL Server e ad altre procedure consigliate per la pianificazione dell'archiviazione. Per ulteriori informazioni sulle procedure consigliate per l'archiviazione, vedere Pianificazione e monitoraggio dell'archivio SQL Server per Windows SharePoint Services - Indicazioni e procedure consigliate per le prestazioni (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=105890&clcid=0x410)

  • Prima di iniziare l'installazione degli aggiornamenti software eseguire il backup della server farm. Creare una copia di backup del database di ricerca e di tutti i database. Per ulteriori informazioni su come eseguire i backup, vedere Prepare to back up and restore a farm (Windows SharePoint Services 3.0). È consigliabile eseguire i processi seguenti:

    • Database di configurazione e database del contenuto di Amministrazione centrale: è necessario eseguire il backup dei database tramite gli strumenti di SQL Server dopo aver arrestato la farm. Utilizzare il modello di recupero con registrazione minima per troncare il registro delle transazioni. Questo backup non è da utilizzare a scopi di ripristino immediato, ma può consentire di ricostruire accuratamente un database di configurazione qualora fosse necessario. Per ulteriori informazioni, vedere Spostare tutti i database (Windows SharePoint Services 3.0).

    • Database del contenuto: eseguire un'operazione di backup completo utilizzando Stsadm oppure SQL Server per eseguire il backup di tutti i database del contenuto. Se si utilizza SQL Server, adottare il modello di recupero con registrazione completa in modo che il registro delle transazioni non venga troncato.

      Poiché i database del contenuto contengono i dati dei siti Web, è importante mantenere i registri delle transazioni di cui non è stato eseguito il commit contenenti tali dati. Assicurarsi che il backup di tutti i database del contenuto venga eseguito tramite il modello di recupero con registrazione completa.

      Importante Importante:

      Il modello di recupero con registrazione minima non è adeguato per sistemi di produzione in cui la perdita delle modifiche recenti non è accettabile. In questi casi è consigliabile adottare il modello di recupero con registrazione completa.

    • Server Web front-end: se è stata eseguita la personalizzazione del server Web front-end, assicurarsi di documentare accuratamente tutte le personalizzazioni affinché sia possibile ricreare il server in qualsiasi momento. Come ultima risorsa, se le personalizzazioni non sono state documentate oppure non si è certi della loro estensione alle applicazioni Web, è consigliabile eseguire un'immagine di backup del server Web front-end. Assicurarsi di disporre di una copia di backup di tutti i pacchetti della soluzione distribuiti nei server Web front-end.

      Suggerimento Suggerimento:

      In caso di personalizzazione di computer Web front-end, la personalizzazione dovrebbe essere gestita tramite un processo o uno script di generazione affidabile che consenta l'applicazione delle personalizzazioni in un nuovo computer.

      Se si verifica un errore irreversibile durante l'aggiornamento, potrebbe essere necessario reinstallare SharePoint e ripristinare il server dall'immagine di backup creata. In tal caso sarà necessario applicare manualmente eventuali personalizzazioni nel server Web front-end.

      Importante Importante:

      È consigliabile eseguire il backup della server farm dopo aver verificato che l'installazione degli aggiornamenti software sia stata completata correttamente.

      Dopo aver eseguito il backup di tutti i database, utilizzare il comando DBCC shrinkfile di SQL Server per liberare lo spazio inutilizzato dai registri, svuotandoli il più possibile. Per ulteriori informazioni, vedere Compattazione del log delle transazioni (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=105233&clcid=0x410). È buona norma verificare che sia possibile eseguire il ripristino dei database.

  • Nelle server farm che presentano un gran numero di siti, l'installazione di un aggiornamento software con i database del contenuto collegati può causare tempi di inattività eccessivamente lunghi. Per ridurre al minimo i tempi di inattività, è consigliabile eseguire il passaggio aggiuntivo per la disconnessione dei database del contenuto .

    Importante Importante:

    Se il database del contenuto contiene siti di Office Project Server, non disconnetterlo dalla farm. Fare riferimento all'articolo Extract Project Web Access site data to a new content database prima di procedere.

Procedura di installazione

In questa sezione sono incluse tutte le procedure necessarie per installare correttamente un aggiornamento software in server farm di qualsiasi dimensione. Se la server farm di cui si esegue l'aggiornamento è di grandi dimensioni, leggere la sezione Ottimizzazione di farm di grandi dimensioni all'interno di questo documento.

È necessario installare l'aggiornamento software in ogni server Web che esegue Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 fino al punto in cui i file vengono copiati in tutti i server Web della server farm. Per completare l'installazione, è necessario tornare a un server Web. Al termine dell'installazione nel server Web selezionato, è possibile completare l'installazione in ognuno degli altri server Web.

La procedura seguente consente di:

  • Rendere tutti i file dell'aggiornamento software disponibili in tutti i server della server farm.

  • Completare l'aggiornamento nel server che ospita il sito principale Amministrazione centrale.

  • Completare l'aggiornamento dei server rimanenti della server farm.

Nota Nota:

È necessario eseguire i passaggi da 1 a 6 della procedura seguente in ogni server Web della server farm prima di completare l'installazione nei singoli server Web.

Per installare un aggiornamento software

  1. Disconnettere gli utenti dalla server farm arrestando il servizio Pubblicazione sul Web (W3SVC) in tutti i server Web.

    Nota Nota:

    Questo passaggio manuale costituisce una precauzione per garantire che il servizio sia stato completamente arrestato.

  2. Scaricare e installare l'aggiornamento software appropriato di Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 per tutti i server della server farm.

  3. Al termine dell'installazione dell'aggiornamento software verrà avviata la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint.

    Nota Nota:

    Se la procedura guidata non viene avviata automaticamente, fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Strumenti di amministrazione e quindi fare clic su Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint.

  4. Nella pagina iniziale della Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint fare clic su Avanti.

  5. Nella finestra di dialogo che notifica che potrebbe essere necessario riavviare alcuni servizi durante la configurazione fare clic su .

  6. Nella pagina Completamento Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint fare clic su Avanti.

  7. Quando viene visualizzata la finestra di dialogo relativa all'installazione in una server farm, non fare clic su OK, ma lasciare la finestra di dialogo seguente visualizzata in ogni server:

    È necessario eseguire il programma di installazione per installare i nuovi file binari per tutti i server nella server farm. Se la server farm include più server, eseguire subito il programma di installazione e la configurazione guidata negli altri server, quindi tornare a questo server e fare clic su OK per continuare.

  8. Quando la finestra di dialogo del passaggio precedente è visualizzata in tutti i server Web della server farm, utilizzare un server Web che ospita il sito Web Amministrazione centrale per finalizzare l'installazione.

  9. Nel server selezionato al passaggio precedente fare clic su OK.

  10. Nella finestra di dialogo Configurazione completata fare clic su Fine.

  11. Al termine dell'aggiornamento di un server Web che ospita il sito Web Amministrazione centrale, eseguire le procedure contenute nella sezione Verificare il corretto completamento dell'aggiornamento all'interno del presente articolo per controllare il corretto completamento dell'installazione dell'aggiornamento software nel server Web.

  12. Proseguire con l'aggiornamento di ogni computer rimanente della server farm, uno alla volta, facendo clic su OK nella finestra di dialogo di ogni server.

    Nota Nota:

    È importante che le procedure della Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint vengano eseguite in un solo computer per volta.

  13. Al termine dell'installazione e della configurazione dell'aggiornamento software in tutti i server della server farm, rendere disponibili i server Web agli utenti avviando manualmente il servizio Pubblicazione sul Web in ogni server in cui il servizio era stato arrestato manualmente.

Se è stata completata la procedura "Per scollegare i database del contenuto", descritta più avanti in questo documento, al termine dell'installazione dell'aggiornamento software è necessario utilizzare una delle procedure seguenti per collegare il database del contenuto, a seconda che siano stati configurati altri computer per aggiornare i database del contenuto.

Nota Nota:

Se non è stata eseguita la procedura "Per scollegare i database del contenuto", è possibile ignorare le procedure seguenti relative al collegamento del database del contenuto.

Se non sono stati appositamente configurati altri computer per aggiornare i database del contenuto, è necessario attenersi alla procedura successiva: "Per collegare il database del contenuto dal prompt dei comandi". Questa procedura consente di collegare e avviare un aggiornamento del database del contenuto.

Per collegare il database del contenuto dal prompt dei comandi

  • Per collegare il database, aprire la finestra del prompt dei comandi e digitare quanto segue:

    stsadm -o addcontentdb -url <http://nomeserverbackup:porta> -databasename <NomeDBContenuto> -databaseserver <NuovoServerPrincipale>

Se sono stati configurati altri computer appositamente per aggiornare i database del contenuto, è possibile utilizzare la procedura seguente per collegare il database del contenuto ai computer aggiornati.

Per collegare il database del contenuto

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Strumenti di amministrazione e quindi fare clic su Amministrazione centrale SharePoint 3.0.

  2. Nel sito Amministrazione centrale fare clic su Gestione applicazioni.

  3. Nella sezione Gestione applicazione Web SharePoint della pagina Gestione applicazioni fare clic su Database del contenuto.

  4. Nella pagina Gestisci database del contenuto fare clic su Aggiungi database del contenuto.

  5. Nelle caselle di testo immettere le informazioni per il database del contenuto scollegato in precedenza.

  6. Ripetere i passaggi 4 e 5 per ogni database del contenuto che si desidera collegare.

Nei server che eseguono il servizio di ricerca di Windows SharePoint Services nella server farm è necessario eseguire la procedura indicata di seguito se si verifica una delle condizioni seguenti:

  • L'operazione viene eseguita in uno scenario con privilegi minimi.

  • L'account utilizzato per il servizio di ricerca è uno dei seguenti:

    • Non amministratore del computer locale

    • Non membro dell'account amministratore della server farm

Per avviare il servizio di ricerca

  1. Aprire la finestra del prompt dei comandi e passare alla directory %COMMONPROGRAMFILES%\Microsoft Shared\web server extensions\12\bin.

  2. Per identificare i computer che eseguono un'istanza del servizio di ricerca online di Windows SharePoint Services, al prompt dei comandi digitare quanto segue:

    stsadm -o spsearch -action list

  3. Eseguire l'accesso, in locale o tramite una connessione remota, a ogni computer restituito nell'elenco ottenuto al passaggio precedente e al prompt dei comandi digitare quanto segue:

    stsadm -o spsearch -action start

Ottimizzazione di farm di grandi dimensioni

Nelle server farm di grandi dimensioni l'installazione di un aggiornamento software con i database del contenuto collegati può determinare tempi di inattività eccessivamente lunghi. In uno scenario caratterizzato da più siti o da molti server Web è quindi consigliabile eseguire il passaggio aggiuntivo per la disconnessione dei database del contenuto per ridurre al minimo i tempi di inattività richiesti per l'aggiornamento. Per garantire prestazioni ottimali per le operazioni di aggiornamento, è opportuno utilizzare quattro o cinque server Web front-end per ogni server database.

Nota Nota:

Non è necessario eseguire la procedura seguente a meno che non si debba gestire una server farm di grandi dimensioni.

Per scollegare i database del contenuto

  1. Per scollegare un database del contenuto utilizzando Stsadm, aprire una finestra del prompt dei comandi e passare alla directory %COMMONPROGRAMFILES%\Microsoft Shared\Web server extensions\12\Bin.

  2. Al prompt dei comandi digitare quanto segue:

    stsadm -o deletecontentdb -url http:// nomecomputer -NomeDatabaseDelContenuto

    In questa operazione -url specifica l'applicazione Web da cui verranno scollegati i database del contenuto e -databasename specifica il nome del database del contenuto da scollegare.

    Nota Nota:

    Se il server database si trova in un server distinto, è necessario utilizzare il parametro -databaseserver per specificare il nome del server database.

Dopo aver eseguito l'aggiornamento della server farm, è necessario collegare nuovamente i database del contenuto alla server farm. È possibile collegare alla server farm un solo database del contenuto alla volta perché quando si collegano i database alla server farm aggiornata, il database del contenuto viene aggiornato automaticamente.

Se si desidera semplificare ulteriormente il processo di aggiornamento, è possibile configurare altri computer come server Web che eseguono Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 con SP1 in una server farm a computer singolo. Sono consigliati quattro-cinque server Web. È necessario configurare mapping di accesso alternativo in questi server Web front-end temporanei in modo che corrispondano ai server originali. Se i mapping di accesso alternativo non sono identici, è possibile che gli URL nel contenuto del sito dei database del contenuto aggiornati non siano corretti. Alcune pagine non verranno quindi visualizzate correttamente e sarà necessario contattare il Servizio Supporto Tecnico Clienti Microsoft per risolvere il problema. Per eseguire un aggiornamento in parallelo dei database del contenuto, utilizzare quindi questi server Web per aggiornare i database del contenuto mentre sono scollegati dalla server farm originale.

In seguito alla disconnessione dei database del contenuto aggiornati dal server Web temporaneo e alla loro riconnessione alla server farm originale, i database del contenuto saranno pronti per essere utilizzati. A questo punto, è opportuno rimuovere tutti i database del contenuto dalla versione precedente e quindi eseguire il backup della server farm.

Nota Nota:

Se si scollega e si ricollega un database del contenuto, tenere presente che quando il contenuto di tale database verrà successivamente sottoposto a ricerca per indicizzazione, verrà eseguita una ricerca per indicizzazione completa, anche se ne è stata richiesta una incrementale. Poiché una ricerca per indicizzazione completa viene eseguita su tutto il contenuto, anche se tale contenuto è già stato sottoposto a ricerca per indicizzazione, tale tipo di ricerca può richiedere tempi molto più lunghi rispetto alla ricerca per indicizzazione incrementale.

Se si esegue l'Aggiornamento dell'infrastruttura per Windows SharePoint Services 3.0, l'identificatore (ID) di ogni database del contenuto viene mantenuto quando si ripristina o si ricollega il database mediante gli strumenti incorporati. Il comportamento predefinito per la conservazione del registro delle modifiche in caso di utilizzo degli strumenti incorporati è il seguente:

  • I registri delle modifiche di tutti i database vengono mantenuti quando si ripristina una farm.

  • Il registro delle modifiche di un database del contenuto viene mantenuto quando si ricollega il database.

  • Il registro delle modifiche di un database del contenuto NON viene mantenuto quando si ripristina solo il database.

Se vengono mantenuti l'ID e il registro delle modifiche di un database, la ricerca per indicizzazione continua in base alla normale pianificazione definita dalle regole della ricerca per indicizzazione. Se non viene mantenuto un registro delle modifiche, la successiva ricerca per indicizzazione pianificata eseguita sarà completa.

Per ulteriori informazioni, vedere Spostare tutti i database (Windows SharePoint Services 3.0) e Back up and restore the farm (Windows SharePoint Services 3.0).

Questo metodo presenta dei limiti poiché non è possibile aggiornare contemporaneamente più di un database del contenuto per ogni applicazione Web anche se si utilizzano più computer.

Verificare il corretto completamento dell'aggiornamento

Dopo l'installazione di un aggiornamento software, verificare il completamento dell'installazione mediante una delle tecniche seguenti:

  • Visualizzare il file di registro dell'aggiornamento. Oltre che per visualizzare i risultati dell'installazione, il file Upgrade.log può essere utilizzato anche per risolvere problemi in caso di errori di installazione.

  • Verificare i numeri di versione di file e chiavi del Registro di sistema specifici. Per ottenere ulteriori informazioni sul corretto completamento dell'installazione dell'aggiornamento software, utilizzare la procedura seguente per verificare i numeri di versione in file specifici e per verificare chiavi specifiche nel Registro di sistema.

  • Esaminare lo schema SQL. È inoltre possibile verificare il corretto completamento dell'installazione dell'aggiornamento software analizzando lo schema di SQL Server mediante SQL Query Analyzer. Sebbene la versione dei file DLL e delle chiavi del Registro di sistema venga aggiornata durante la prima parte di un aggiornamento, ovvero durante la copia dei file, lo schema di SQL Server viene aggiornato solo in seguito all'esecuzione della Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint. Utilizzare questa procedura per controllare se la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint è stata eseguita in seguito all'aggiornamento software.

  • Visualizzare il numero di versione nella pagina Server nella farm. È possibile utilizzare il sito Web Amministrazione centrale SharePoint per visualizzare il numero di versione nella pagina Server nella farm. Tenere tuttavia presente che in questa pagina viene indicato il numero di versione solo per Microsoft Windows SharePoint Services 3.0.

Per visualizzare il file di registro dell'aggiornamento

  1. In Esplora risorse passare alla directory seguente:

    %COMMONPROGRAMFILES%\Microsoft Shared\Web server extensions\12\LOGS

  2. Utilizzare un editor di testo per aprire il file Upgrade.log.

  3. Scorrere l'elenco fino alla data in cui è stato installato l'aggiornamento software.

  4. Eseguire la ricerca oppure individuare visivamente le voci seguenti:

    Finished upgrading SPFarm Name= <Nome del database di configurazione>

    In-place upgrade session finishes. Root object = SPFarm=<Nome del database di configurazione>, recursive = True. 0 errors and 0 warnings encountered.

    Se queste voci sono presenti, l'installazione è stata eseguita correttamente.

  5. Se le voci indicate al passaggio precedente non sono presenti, è possibile identificare problemi specifici che potrebbero aver impedito la corretta installazione cercando oppure individuando visivamente nel file Upgrade.log i termini seguenti:

    • fail

    • error

    Dopo aver identificato e risolto i problemi che hanno causato il blocco, utilizzare la procedura "Per forzare un aggiornamento software" illustrata più avanti in questa sezione.

In alcune configurazioni l'account Servizio Timer di SharePoint (OWStimer), che per impostazione predefinita è lo stesso utilizzato dall'account del pool di applicazioni di Amministrazione centrale SharePoint v3, è configurato con credenziali che non dispongono dell'autorizzazione per accedere alla cartella LOGS in %COMMONPROGRAMFILES%\Microsoft Shared\Web server extensions\12\. In tal caso, parte del file Upgrade.log sarà archiviata nella cartella di archiviazione temporanea dell'account con cui viene eseguito il servizio Timer di SharePoint.

Per scrivere tutte le informazioni di registrazione disponibili, tra cui l'output dettagliato e le informazioni dettagliate per il debug, nei file registro per l'installazione dell'aggiornamento software, eseguire il comando seguente:

msiexec /p <PacchettoPatch> /l*vx %temp%\patch.log

dove PacchettoPatch è il percorso del file dell'aggiornamento software msp estratto.

Il file di registro è disponibile nel percorso dei file temporanei ed è caratterizzato dal nome msi*.log.

Nota Nota:

È possibile attivare la funzionalità di registrazione di Windows Installer prima avviare nuovamente l'installazione dell'aggiornamento software. Per attivare la registrazione per Windows Installer, vedere l'articolo 99206 della Microsoft Knowledge Base: Attivazione della registrazione di Windows Installer (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=99206&clcid=0x410).

Per verificare i numeri di versione di file e chiavi del Registro di sistema specifici

  • È possibile esaminare il numero di versione di file specifici in %COMMONPROGRAMFILES%\Microsoft Shared\Web server extensions\12\ISAPI

    Verificare il numero di versione dell'aggiornamento installato di owssvr.dll confrontandolo con i numeri di versione di owssvr.dll di Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 presenti nella tabella "Aggiornamenti principali per Windows SharePoint Services 3.0".

  • Verificare che il valore sia corretto nella chiave Version nel percorso seguente:

    HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Shared Tools\Web Server Extensions\12.0

    Verificare il numero di versione dell'aggiornamento installato di owssvr.dll confrontandolo con i numeri di versione di owssvr.dll di Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 presenti nella tabella "Aggiornamenti principali per Windows SharePoint Services 3.0".

Per eseguire la verifica esaminando direttamente lo schema SQL

  • È possibile eseguire questa query di SQL Server su qualsiasi database di Prodotti e tecnologie SharePoint per tenere traccia di tutti gli aggiornamenti eseguiti sul database nel GUID 00000000-0000-0000-0000-000000000000:

    SELECT * FROM Versions

    Il valore massimo associato al GUID sopra riportato deve essere uguale alla versione corrente del prodotto. Per il Service Pack 1 la versione deve includere il numero 6211.

Se l'installazione non è riuscita, è possibile eseguire nuovamente la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint oppure utilizzare la procedura seguente per completare la configurazione al prompt dei comandi.

Nota Nota:

È possibile attivare la funzionalità di registrazione di Windows Installer prima di avviare nuovamente l'installazione dell'aggiornamento software. Per informazioni, vedere l'articolo 99206 della Microsoft Knowledge Base: Attivazione della registrazione di Windows Installer (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=99206&clcid=0x410).

Per forzare un aggiornamento software

  1. Aprire una finestra del prompt dei comandi e passare alla directory seguente:

    %COMMONPROGRAMFILES%\Microsoft shared\Web server extensions\12\Bin

  2. Digitare il comando seguente:

    psconfig -cmd upgrade -inplace b2b -wait -force

Per visualizzare la pagina Server nella farm

  1. Utilizzare uno dei metodi seguenti per aprire la pagina Server nella farm:

    • Nella home page Amministrazione centrale fare clic su Operazioni. Nella sezione Topologia e servizi della pagina Operazioni fare clic su Server nella farm.

    • In Internet Explorer visualizzare la pagina Web seguente:

      http://NomeServer:Porta/_admin/FarmServers.aspx

      Dove NomeServer è il nome del server e Porta è la porta configurata per il sito Web Amministrazione centrale.

  2. Nella pagina Server nella farm accanto a Versione controllare il numero di versione di ogni server della farm per verificare che sia stato aggiornato alla nuova versione dei file binari.

È possibile verificare che il numero di versione dell'aggiornamento software di Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 sia corretto controllando la tabella "Aggiornamenti principali per Windows SharePoint Services 3.0".

Se il numero di versione corrisponde al numero di versione per l'aggiornamento software, l'aggiornamento del server è stato completato correttamente. Se il numero di versione non è corretto, l'installazione dell'aggiornamento software non è stata completata. Per identificare e risolvere i problemi che hanno causato il blocco, attenersi alla procedura "Per visualizzare il file registro dell'aggiornamento" illustrata in precedenza in questo articolo.

Aggiungere nuovi server a una server farm (facoltativo)

Se si desidera creare un nuovo server da aggiungere a una server farm esistente, è consigliabile utilizzare un'origine di installazione che includa i file dell'aggiornamento software. Quando si utilizza questa origine di installazione per aggiungere nuovi server alla server farm, l'aggiornamento software risulta già applicato al nuovo server e la versione del nuovo server corrisponde a quella degli altri server della server farm.

È possibile scaricare Microsoft Windows SharePoint Services 3.0 con SP1 come versione aggiornata all'indirizzo seguente:

È possibile creare un percorso di origine dell'installazione che contiene già gli aggiornamenti software corrispondenti a quelli installati nella server farm utilizzando la cartella degli aggiornamenti. Per ulteriori informazioni, vedere l'argomento Creare un'origine di installazione con aggiornamenti software (Windows SharePoint Services 3.0).

Se è necessario creare un nuovo server da aggiungere a una server farm esistente, ma non è stata creata un'origine di installazione aggiornata, è necessario seguire la procedura seguente.

Per creare un server da aggiungere a una farm esistente

  1. Installare il prodotto senza alcun aggiornamento software e non eseguire la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint.

    Nota Nota:

    Quando non si esegue la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint, non viene definito il percorso del database di configurazione mediante la creazione della chiave del Registro di sistema HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Shared Tools\Web server extensions\12.0\Secure\ConfigDB.

  2. Installare l'aggiornamento software.

  3. Al prompt dei comandi eseguire la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint.

Se non ci si attiene a questo processo e si esegue la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint dopo aver installato il prodotto rilasciato, verrà letta la chiave del Registro di sistema ConfigDB e verrà visualizzato il messaggio seguente: Eccezione: System.InvalidOperationException: Operazione non valida a causa dello stato corrente dell'oggetto. Per risolvere il problema, è necessario modificare il Registro di sistema oppure utilizzare la riga di comando per forzare il corretto completamento della configurazione.

Utilizzare l'Editor del Registro di sistema per modificare il contenuto della chiave del Registro di sistema ConfigDB e quindi eseguire la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint.

Per forzare un'installazione dopo una configurazione non riuscita mediante la modifica del Registro di sistema

  1. Installare l'aggiornamento software e non consentire l'esecuzione della Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint.

  2. Utilizzare l'Editor del Registro di sistema per impostare un'installazione pulita come tipo di installazione. Modificare la chiave del Registro di sistema specificando il valore seguente:

    HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Shared Tools\Web server extensions\12.0\WSS\"SetupType"="CLEAN_INSTALL"

  3. Eseguire la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint per eseguire un'operazione di disconnessione.

  4. Eseguire la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint per connettersi alla server farm.

Utilizzare lo strumento da riga di comando Psconfig.

Per forzare un'installazione dopo una configurazione non riuscita (riga di comando)

  1. Installare il prodotto senza alcun aggiornamento software e non eseguire la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint.

  2. Installare l'aggiornamento software e non eseguire la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint.

  3. Aprire la finestra del prompt dei comandi e digitare quanto segue:

    psconfig -cmd configdb -connect -server <NomeSQLServer> -database SharePoint_Config_ <nomedb> -user <nomeutentedominio> -password <password> -cmd helpcollections -installall -cmd secureresources -cmd services -install -cmd installfeatures -cmd applicationcontent -install

Aggiornare modelli specifici per lingua

Per ogni modello specifico per lingua installato in un server che esegue il rendering di contenuto è necessario installare modelli specifici per lingua aggiornati. Per installare i modelli specifici per lingua, è possibile scaricare i modelli aggiornati dall'Area download Microsoft. È tuttavia consigliabile utilizzare i siti Web Microsoft Update o Windows Update per rilevare i modelli specifici per lingua installati nel server Web front-end in uso. Per ogni modello specifico per lingua attualmente installato, viene installato un modello specifico per lingua aggiornato.

È necessario eseguire la Configurazione guidata Prodotti e tecnologie SharePoint dopo aver installato i modelli aggiornati per ogni modello specifico per lingua attualmente installato.

Per creare un percorso di installazione che possa essere utilizzato per installare i modelli specifici per lingua con gli aggiornamenti software già applicati, vedere l'argomento Creare un'origine di installazione con aggiornamenti software (Windows SharePoint Services 3.0).

Vedere anche

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft. Tutti i diritti riservati.