Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Windows Server Update Services

Da Mario Lamberti - Directory Services

Microsoft Windows Server Update Services (WSUS) è la soluzione gratuita per la gestione degli aggiornamenti che consente agli amministratori di rete di tenere aggiornati i prodotti su piattaforma Microsoft aumentando la sicurezza del proprio ambiente di rete e riducendo la superficie d’attacco da virus e worms che sfruttano le vulnerabilità di protezione. In WSUS, successore di Software Update Services (SUS), sono state introdotte alcune caratteristiche per facilitare e migliorare la distribuzione degli aggiornamenti.

Tra queste:

Selezione degli aggiornamenti

WSUS rispetto a SUS, che consentiva solo di scegliere la lingua degli aggiornamenti da scaricare, permette di scegliere la piattaforma ed il tipo di aggiornamenti scaricabili durante il processo di sincronizzazione.

Supporto di più prodotti Microsoft rispetto a SUS

Nella fase iniziale WSUS oltre agli aggiornamenti per Windows 2000/XP Pro/2003 supporta anche Office XP, Office 2003, Microsoft SQL Server 2000, Microsoft SQL Server Desktop Engine (MSDE), Microsoft Exchange Server 2003, Isa Server 2004, Windows Defender. Microsoft ha intenzione di allargare il supporto anche ad altri suoi prodotti.

Client Targeting

WSUS offre la possibilità di creare gruppi di computer e di popolarli con i computer appropriati così da poter distribuire gli aggiornamenti tra i vari gruppi in modo mirato e indipendentemente.

Reports migliorati

I miglioramenti introdotti consentono di monitorare le varie attività del server WSUS come lo stato degli aggiornamenti, l’attività di sincronizzazione, quali aggiornamenti sono richiesti dai computer, ecc.

Disinstallazione delle patch

WSUS consente la disinstallazione degli aggiornamenti a condizione che supportino tale caratteristica.

Componenti

Windows Server Update Services – Componente server

La parte server è basata sulla tecnologia del sito Microsoft Update da cui scarica gli aggiornamenti disponibili per distribuirli ai client o ad eventuali server WSUS subordinati in ambienti dove c’è l’esigenza di distribuire più server WSUS. La gestione del componente server viene effettuata attraverso un’interfaccia Web che permette di configurare la sincronizzazione degli aggiornamenti dal sito Microsoft Update , di approvare gli aggiornamenti da distribuire, il tipo di localizzazione degli aggiornamenti da sincronizzare, ed altre impostazioni.

WSUS client – Componente client

La parte client è una versione di Aggiornamenti automatici compatibile con WSUS che consente ai computer di scaricare gli aggiornamenti e comunicare con il proprio server. Windows XP service pack 2 e Windows Server 2003 Service Pack 1 contengo già il WSUS client mentre per gli altri client supportati è sufficiente connetterli ad un server WSUS in modo che aggiornino la versione di Aggiornamenti automatici con quella compatibile tramite la funzionalità client self-update.

Self-update, Windows XP e WSUS

WSUS client supporta i seguenti sistemi operativi:

  • Windows 2000 Service Pack 3 e successivi

  • Windows XP e successivi

  • Windows Server 2003 e successivi

Questi sistemi operativi eseguono una versione di Aggiornamenti automatici che supporta la funzionalità di self-update. Quando un computer che supporta self-update si connette a Microsoft Update o ad un server interno per scaricare gli aggiornamenti controlla anche se esiste una nuova versione di Aggiornamenti automatici e se presente la installa. Windows XP senza service pack ha una versione di Aggiornamenti automatici che non supporta la caratteristica di self-update quindi se si hanno computer con Windows XP senza service pack e che non hanno mai usato SUS è necessario installare il SUS client per abilitare questa funzionalità. Dopo aver installato il SUS client sarà sufficiente far puntare questi computer ad un server WSUS ed il client Aggiornamenti automatici verrà aggiornato alla versione compatibile con WSUS.

Il SUS client si può scaricare da:

http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=22338

Per ulteriori informazioni sulla configurazione di Aggiornamenti automatici per WSUS consultare la guida “Deploying Microsoft Windows Server Update Services”

http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyId=E99C9D13-63E0-41CE-A646-EB36F1D3E987&displaylang=en

Installazione di WSUS

L’installazione di WSUS può essere effettuata su una macchina con Windows 2000 SP4 o Windows 2003 ed è una procedura semplice guidata da un wizard. Prima di passare all’installazione vale la pena elencare alcune linee guida nella preparazione del disco fisso per l’installazione di WSUS.

Preparazione disco

  • La partizione di sistema e la partizione dove viene installato WSUS devono essere formattata utilizzando NTFS come file system.

  • Minimo 1 GB di spazio libero per la partizione di sistema.

  • Minimo 6 GB di spazio libero per il volume dove viene installato WSUS, Microsoft consiglia 30 GB.

  • Minimo 2 GB di spazio libero nel volume in cui viene installato Windows SQL Server 2000 Desktop Engine (WMSDE).

Scelta di un database per WSUS

WSUS scarica gli aggiornamenti dal sito Microsoft Update, gli aggiornamenti consistono in due componenti:

  • l’aggiornamento stesso che viene distribuito ed installato dai client.

  • il metadata che descrive l’aggiornamento, incluso il nome, la data di rilascio, il numero di revisione, a quali prodotti si applica e se richiede il riavvio della macchina.

Il metadata viene archiviato nel database dedicato al server WSUS dove vengono archiviate le impostazioni di configurazione del server WSUS, quali client richiedono gli aggiornamenti, quali aggiornamenti sono stati approvati, lo stato di installazione di ogni aggiornamento su ogni client ed alcune informazioni di inventario.

Ogni server WSUS richiede il suo database, i seguenti database sono stati testati per l’utilizzo con WSUS:

  • Microsoft Windows SQL Server 2000 Desktop Engine (WMSDE), che è incluso con WSUS, ed installabile solo su Windows 2003.

  • Microsoft SQL Server 2000 Desktop Engine (MSDE), utilizzare questo database quando si installa WSUS su una macchina Windows 2000. MSDE rispetto a WMSDE ha alcune limitazioni riguardo alle performance ed alla dimensione del database (max 2 GB). Sia WMSDE che MSDE sono gratuiti.

  • Microsoft SQL Server 2000, è la soluzione completa di gestione per i database Microsoft. WSUS supporta SQL Server 2000 con Service Pack 3.

Installazione su Windows 2003 (Requisiti software)

Installazione su Windows 2000 (Requisiti software)

http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=47369

Installazione

1. Lanciare l’eseguibile cliccando due volte sul file WSUSSetup.exe.

(WSUS può essere scaricato da http://www.microsoft.com/windowsserversystem/updateservices/downloads/WSUS.mspx)

2. Sulla pagina di Benvenuto cliccare Next.

3. Leggere il contratto di licenza d’uso ed accettarlo per continuare l’installazione.

4. La pagina Select Update Source consente di scegliere dove verranno archiviati gli aggiornamenti.

Ci sono due possibilità, quella di archiviare gli aggiornamenti localmente sul server WSUS selezionando la voce Store Update Locally o configurare i computers client in modo da scaricare gli aggiornamenti direttamente dal sito Microsoft Update, per scegliere quest’ultima opzione rimuovere il segno di spunta dalla voce Store Update Locally.

5. La pagina seguente, Database Options, consente di installare WMSDE o di utilizzare un database esistente.

6. Su Web Site Selection scegliere il sito web che userà WSUS. Se si seleziona il sito web di default WSUS si metterà in ascolto sulla porta 80 mentre se si opta per la creazione di un sito web separato WSUS ascolterà sulla porta 8530.

7. La pagina Mirror Setup Page consente di selezionare un WSUS server principale da dove verranno ereditate le impostazioni di configurazione.

Nel caso in cui si stia installando il primo server WSUS dell’organizzazione o non si utilizza un modello centralizzato di gestione delle patch con server WSUS distribuiti gerarchicamente premere Next senza selezionare nessuna opzione.

8. La pagina successiva mostra un riassunto di tutte le opzioni scelte precedentemente, cliccare Next per iniziare l’installazione.

9. La pagina finale avverte che l’installazione è stata eseguita correttamente.

Configurare WSUS

Dopo avere effettuato l’installazione per aprire WSUS selezionare

Start – Programmi – Administrative Tools – Windows Server Update Services oppure digitare http://NomeServerWSUS/WSUSAdmin o http://NomeServerWSUS:8530/WSUSAdmin, in una finestra di Internet Explorer apparirà la console di amministrazione di WSUS.

La prima operazione da fare è quella di avviare il processo di sincronizzazione che consente di scaricare gli aggiornamenti da distribuire ai client.

Rispetto a SUS ci sono maggiori opzioni come quella di scegliere gli aggiornamenti solo per un determinato sistema operativo, es. Windows XP, che consentono di personalizzare il processo di sincronizzazione.

Sincronizzazione

Per accedere alle opzioni che controllano il processo di sincronizzazione, dalla pagina principale di WSUS cliccare su Options e poi scegliere Synchronization Options.

Nella pagina Synchronization Options sono presenti le seguenti opzioni:

  • Pianificazione

  • Prodotti e classificazioni

  • Server proxy

  • Origine aggiornamenti

  • File degli aggiornamenti e lingue

In Pianificazione è possibile scegliere che la sincronizzazione avvenga ad un intervallo prestabilito o che sia avviata manualmente.

In Prodotti e classificazioni è possibile impostare per quali sistemi operativi e che tipo di aggiornamenti devono essere scaricati dal server WSUS. L’imposazione di default scarica gli aggiornamenti classificati come Critical and Security per tutti i sistemi operativi.

In Server proxy si può configurare il server WSUS in modo da utilizzare un server proxy per la connessione a Microsoft Update oppure, in uno scenario con server WSUS multipli disposti gerarchicamente, ad un server WSUS padre (upstream).

In Origine aggionamenti è possibile scegliere di configurare che la sincronizzazione avvenga con il sito Microsoft Update oppure con un server WSUS padre (upstream) in uno scenario con server WSUS multipli disposti in modo gerarchico.

In File degli aggiornamenti e lingue è possibile filtrare gli aggiornamenti da scaricare in base alla lingua, es. se utilizziamo computer con sistema operativo in lingua inglese ed italiano da qui possiamo configurare di scaricare gli aggiornamenti soltanto in lingua inglese ed italiana risparmiando spazio sul disco e la banda per il processo di sincronizzazione. Per filtrare gli aggiornamenti in base alla lingua premere il pulsante Avanzate nel riquadro File degli aggiornamenti e lingue, nella sezione Lingue selezionare la voce Scarica aggiornamenti solo nelle lingue selezionate, selezionare con un segno di spunta i linguaggi desiderati.

In File degli aggiornamenti e lingue, Avanzate c’è la sezione File degli aggiornamenti che consente di scegliere se archiviare gli aggiornamenti localmente, selezionando Archivia i file degli aggiornamenti in locale in questo server, o se far scaricare ai client gli aggiornamenti approvati dal sito Microsoft Update. Selezionando Archivia i file degli aggiornamenti in locale è possibile utilizzare la caratteristica Deferred Download, di default è già abilitata. Questa caratteristica consente di scaricare i metadata durante il processo di sincronizzazione mentre gli aggiornamenti vengono scaricati solo dopo essere stati approvati.

Per scaricare sia i metadata che gli aggiornamenti in un'unica fase durante il processo di sincronizzazione, occorre disabilitare Deferred Download, assicurandosi che la voce Scarica file degli aggiornamenti nel server solo per gli aggiornamenti approvati sotto Archivia i file degli aggiornamenti in locale non sia selezionata.

Un’altra caratteristica per un uso ottimale della banda disponibile nella sezione File degli aggiornamenti è Express Installation File, serve per scaricare la veresione “differenziale” dell’update. Per abilitare Express Installation File selezionare la voce Scarica file per installazione rapida sotto Archivia i file degli aggiornamenti in locale.

Nota.

Prima di abilitare l’opzione Express Installation File leggere attentamente la sezione “Determine Bandwidth options to use for your deployment” dalla guida Deploying Microsoft Windows Server Update Services.

http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyId=E99C9D13-63E0-41CE-A646-EB36F1D3E987&displaylang=en

Dopo aver configurato le opzioni riguardanti la sincronizzazione si può procedere al processo di sincronizzazione avviandolo manualmente ( dalla pagina Opzioni di sincronizzazione premere il pulsante Sincronizza posto nel riquadro Attività sulla sinistra) o, nel caso in cui sia stato pianificato, attendendo l’ora impostata.

Nota.

Per scaricare gli aggiornamenti dal sito Microsoft Update WSUS usa la porta 80 (HTTP) e la porta

443 (HTTPS).

Prima di passare all’approvazione degli aggiornamenti vale la pena illustrare una nuova caratteristica di WSUS, i gruppi di computer.

Gruppi di computer

Una caratteristica nuova che introduce WSUS è quella di poter creare dei gruppi di computer (Target Groups) per distribuire le patch in modo mirato. Un tipico esempio dell’utilizzo dei gruppi di computer è di creare un gruppo di test a cui distribuire per prima gli aggiornamenti così da verificare che siano compatibili ed in seguito procedere alla distribuzione sui restanti computer. L’utilizzo dei gruppi di computer può essere utile anche per creare un gruppo contenente server che eseguono un particolare applicativo non compatibile con uno o più aggiornamenti; in tal modo si permette la distribuzione di aggiornamenti compatibili evitando la distribuzione di quelli non compatibili.

Di default in WSUS troviamo due gruppi di computer già creati:

  • Tutti i computer (All Computers)

  • Computer non assegnati (Unassigned Computers)

Quando un client WSUS contatta il proprio server per la prima volta viene aggiunto in entrambi i gruppi. Successivamente è possibile rimuovere il client dal gruppo Computer non assegnati e spostarlo in un altro gruppo creato manualmente.

Nota.

Non è possibile rimuovere i computer dal gruppo Tutti i computer.

Ci sono due modi per assegnare i computer ai gruppi:

  • Server-side targeting

  • Client-side targeting

L’assegnazione dei computer attraverso il metodo del Server-side targeting deve essere effettuata manualmente creando il gruppo ed aggiungendovi i computer attraverso l’interfaccia amministrativa di WSUS.

Se si opta per il client-side targeting si può utilizzare un criterio di gruppo o modificare le relative chiavi di registro sul computer, in un ambiente non Active Directory, per effettuare l’assegnazione ad un gruppo. Questo metodo richiede, comunque, la creazione del gruppo sul server WSUS attraverso l’interfaccia di amministrazione.

L’abilitazione di uno dei due metodi per l’assegnazione dei computer viene impostata dalla pagina Opzioni scegliendo la voce Opzioni computer. Per abilitare il Server-side targeting scegliere Usa l’attività Sposta computer in Windows Server Update Services mentre per abilitare il Client-side targeting scegliere Usa Criteri di gruppo o impostazioni del Registro di sistema nel computer.

Per creare un gruppo di computer dalla console di WSUS selezionare la pagina Computer e nel riquadro Attività posto in alto a sinistra cliccare su Crea gruppo di computer, immettere il nome del gruppo nella finestra di dialogo che appare e cliccare su Ok.

La pagina Computer oltre ad offrire la possibilità di creare un gruppo e popolarlo inserendo manualmente i vari computer mostra anche l’elenco dei computer configurati per ricevere gli aggiornamenti dal server WSUS. Selezionando un computer dall’elenco è possibile visualizzarne ulteriori dettagli come il numero di aggiornamenti installati o da installare ed altri dettagli quali il nome, sistema operativo, ecc..

Approvare gli aggiornamenti

Completata la sincronizzazione del server WSUS, per poter avviare il processo di distribuzione occorre approvare gli aggiornamenti dalla console di WSUS cliccando sulla pagina Aggiornamenti. Approvare un aggiornamento significa indicare al server WSUS cosa fare dell’aggiornamento stesso. Le opzioni disponibili sono:

  • Installazione (Installa l’aggiornamento)

  • Rilevazione (Con questa opzione l’aggiornamento non viene installato ma WSUS verifica su quali computer può essere installato)

  • Disinstallazione (Rimuove l’aggiornamento se l’aggiornamento supporta questa caratteristica)

  • Rifiuto (Rimuove l’aggiornamento dalla lista di quelli disponibili)

La selezione di una delle opzioni elencate viene applicata per default al gruppo Tutti i computer ed avrà effetto su tutti i computer gestiti dal server WSUS.

Nota.

è possibile applicare l’impostazione anche solo ad un gruppo specifico.

Se non viene selezionata una delle opzioni di approvazione WSUS non eseguirà nessuna azione per l’aggiornamento, tranne che per gli aggiornamenti classificati come Critical Updates and Security Updates che per impostazione predefinita sono impostati con l’opzione Rilevazione.

Approvazione automatica

WSUS consente di impostare l’approvazione automatica per il rilevamento o l’installazione degli aggiornamenti così da ridurre il carico amministrativo di gestione. L’approvazione automatica può essere configurata in base al tipo di aggiornamento (classificazione) o per gruppi di computer. Queste impostazioni possono essere configurate da Opzioni di approvazione automatica che si trova nella pagina Opzioni.

Da Opzioni di approvazione automatica è inoltre possibile configurare WSUS in modo che approvi automaticamente la revisione di un aggiornamento, impostazione predefinita, o che sia necessario approvare manualmente la revisione di un aggiornamento, in questo caso WSUS continuerà a distribuire il vecchio aggiornamento finché non sarà approvato la revisione dell’aggiornamento.

Nota.

Nel caso di conflitto tra le regole per l’approvazione, per il rilevamento e per l’installazione automatica WSUS utilizzerà la regola per l’installazione automatica degli aggiornamenti.

Configurazione client aggiornamenti automatici

Configurato il server WSUS, occorre configurare i client in modo che puntino al server corretto. Per la configurazione del componente client è possibile utilizzare i criteri di gruppo, in un ambiente con Active Directory, oppure modificare il criterio di gruppo locale o le chiavi di registro, in un ambiente dove non è presente Active Directory, come in un gruppo di lavoro.

Configurazione client aggiornamenti automatici utilizzando i criteri di gruppo

In un ambiente con Active Directory, per controllare il comportamento dei client WSUS è conveniente utilizzare i criteri di gruppo. Il numero dei criteri di gruppo da utilizzare dipende dalla complessità e dalle esigenze dell’ambiente dove si opera. In domini piccoli è possibile configurare un solo criterio di gruppo mentre in ambienti complessi e che richiedono politiche diverse di aggiornamento si possono creare diversi criteri di gruppo da associare a diverse Unità Organizzative.

Nota.

Microsoft sconsiglia di utilizzare il criterio di gruppo Default Domain Policy o il Default Domain Controller Policy per configurare il comportamento dei client WSUS.

Prima di procedere alla creazione di un criterio di gruppo verificare che sul computer che viene utilizzato sia caricato il modello amministrativo con le impostazioni riguardanti il componente Aggiornamenti automatici più recenti (WUAU.adm). Il modello amministrativo più recente può essere trovato sui computer con Windows XP Service Pack 2 nella cartella %windir%\inf, scaricato dal sito web Microsoft o sul server su cui è installato WSUS.

Collegamento ai Modelli amministrativi

http://www.microsoft.com/downloads/details.aspx?FamilyID=92759d4b-7112-4b6c-ad4a-bbf3802a5c9b&displaylang=en

Per caricare il modello amministrativo WUAU.adm aprire l’editor dei criteri di gruppo, tasto destro del mouse su Modelli Amministrativi, scegliere Aggiungi\Rimuovi modelli, cliccare su Aggiungi, selezionare il modello WUAU.adm, cliccare su Apri ed in fine su Chiudi.

Per configurare il comportamento di aggiornamenti automatici, creare o selezionare un criterio di gruppo attraverso Utenti e Computer di Active Directory, posizionarsi sotto Configurazione Computer\Modelli Amministrativi\Componenti di Windows\Windows Update, nel riquadro destro appariranno le seguenti opzioni:

  • Configura aggiornamenti automatici - questa opzione consente di controllare il comportamento di aggiornamenti automatici attraverso:

    • Avviso per download ed installazione: se attiva questa opzione, viene inviato un messaggio di notifica ad un utente amministratore collegato al client prima di effettuare il download e prima di installare gli aggiornamenti.

    • Download automatico e avvio installazione: se attiva questa opzione, gli aggiornamenti vengono scaricati automaticamente ma non installati. Successivamente quando un utente con privilegi amministrativi si collegherà alla macchina gli apparirà un messaggio di notifica che gli chiederà di installare gli aggiornamenti.

    • Download automatico e pianifica installazione: se attiva questa opzione, gli aggiornamenti vengono scaricati automaticamente ed installati in base alla pianificazione impostata.

    • Consenti scelta impostazioni all’amministratore: se attiva questa opzione, consente agli amministratori locali di utilizzare Aggiornamenti Automatici nel Pannello di Controllo per impostare le opzioni di configurazione degli aggiornamenti, es. l’ora in cui pianificare l’installazione.

  • Specificare la posizione del servizio di aggiornamento Microsoft nella rete Intranet - questa opzione consente di impostare il server dal quale i client scaricheranno gli aggiornamenti e il server a cui i client aggiornati invieranno le informazioni statistiche.

  • Nuova pianificazione installazioni pianificate Aggiornamenti automatici - consente di impostare l’intervallo di attesa prima che venga eseguita di nuovo un’installazione non eseguita precedentemente.

  • Abilita appartenenza gruppo destinazione - se abilitata consente di specificare il gruppo di computer (target group) a cui appartiene il computer, queste informazioni saranno utilizzate dal server WSUS per inserire il computer nel corretto gruppo e determinare gli aggiornamenti che dovrà ricevere. L’impostazione è applicabile soltanto se WSUS è configurato per il supporto client-side targeting.

  • Escludi riavvio automatico per installazioni pianificate Aggiornamenti automatici - consente di controllare in che modo avvengono i riavvii dopo l’installazione. Se attiva Aggiornamenti Automatici non riavvierà il computer se un utente è collegato, ma gli comunicherà di riavviarlo per completare l’installazione.

  • Frequenza rilevamento Aggiornamenti automatici - se attiva consente di impostare l’intervallo in ore per rilevare la presenza di eventuali aggiornamenti disponibili. Se questa opzione non è attivata verrà utilizzato l’intervallo prestabilito per la rilevazione di eventuali aggiornamenti che è di 22 ore.

  • Consenti installazione immediata Aggiornamenti automatici - se attiva gli aggiornamenti che non richiedono un riavvio o un fermo dei servizi verranno installati immediatamente.

  • Rimanda riavvio per installazioni pianificate - se attiva permette di impostare il numero di minuti che il componente Aggiornamenti automatici dovrà attendere prima di riavviare il computer dopo la fine dell’installazione. Se questa opzione non è attivata, il tempo di attesa per default è 5 minuti.

  • Richiedi nuovamente riavvio per installazioni pianificate - se attiva consente di impostare il numero di minuti prima di far riapparire nuovamente la richiesta di riavvio dopo l’ultima volta che l’utente ha rimandato il riavvio.

  • Consenti a non amministratori di ricevere le notifiche di aggiornamento - se attiva consente ad un utente senza privilegi amministrativi di ricevere la notifica di nuovi aggiornamenti disponibili per il download o per l’installazione.

  • Non visualizzare l’opzione “Installa aggiornamenti e spegni”….. - se attiva, la voce “Installa aggiornamenti e spegni”, non compare tra le possibili opzioni nella finestra di dialogo Fine della sessione di lavoro quando si clicca su Chiudi sessione e ci sono aggiornamenti da installare.

  • Non impostare “Installa aggiornamenti e spegni”…... - se attiva, la voce “Installa aggiornamenti e spegni”, non sarà la scelta predefinita nella finestra di dialogo Fine della sessione di lavoro quando si clicca su Chiudi sessione e ci sono aggiornamenti da installare.

Configurazione client Aggiornamenti automatici in ambienti privi di Active Directory

In ambienti dove non è possibile usare i criteri di gruppo per configurare il comportamento di aggiornamenti automatici si può utilizzare uno dei seguenti metodi:

  • Modificare il criterio di gruppo locale.

  • Modificare le chiavi di registro appropriate.

  • In ambiente con dominio NT 4 bisogna usare le System Policy per distribuire in modo centralizzato le modifiche alle chiavi di registro appropriate.

Per un elenco delle chiavi di registro da configurare consultare la white paper “Deploying Microsoft Windows Server Update Services” a pag. 68.

Nota.

Questo articolo della Knowledge Base di Microsoft mostra uno script di esempio che può essere utilizzato per impostare le chiavi di registro dei client WSUS in un gruppo di lavoro.

http://support.microsoft.com/kb/555454/en-us

Reports

Una delle aree che ha subito un netto miglioramento riguarda la parte relativa al monitoraggio di WSUS. Dalla pagina principale Rapporti l’amministratore ha la possibilità di monitorare le varie attività del server WSUS come lo stato degli aggiornamenti, lo stato dei computer, l’attività di sincronizzazione, quali aggiornamenti sono richiesti dai computer, ecc.

Nella pagina Rapporti sono presenti tre reports principali che sono:

  • Stato degli aggiornamenti

  • Stato del computer

  • Risultati di sincronizzazione

I reports, prima di essere generati tramite Stampa rapporto nel riquadro Attività in alto a sinistra, possono essere filtrati in base a diversi criteri disponibili nel riquadro Visualizzazione posto sempre sul lato sinistro.

Inoltre dalla pagina Rapporti è possibile visualizzare e stampare un rapporto di tutte le impostazioni configurate sul server WSUS scegliendo la voce Riepilogo impostazioni.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2014 Microsoft