Esporta (0) Stampa
Espandi tutto
Questo argomento non è stato ancora valutato - Valuta questo argomento

Conversione di un disco di base in disco dinamico

Aggiornamento: gennaio 2005

Si applica a: Windows Server 2003, Windows Server 2003 R2, Windows Server 2003 with SP1, Windows Server 2003 with SP2

Conversione di un disco di base in disco dinamico

Il programma di installazione e Gestione disco consentono di convertire in dischi dinamici i dischi inizializzati dai sistemi operativi Windows Server 2003. I dischi dinamici offrono funzionalità non disponibili per i dischi di base, quali la possibilità di creare volumi su più dischi, ad esempio volumi con striping, con mirroring e RAID-5.

Prima di convertire i dischi, chiudere tutti i programmi in esecuzione in tali dischi. Se si converte un disco di avvio oppure un volume o una partizione è in uso nel disco che si tenta di convertire, è necessario riavviare il computer perché la conversione abbia esito positivo. La conversione potrebbe non riuscire se si modifica il layout del disco da convertire o se il disco presenta degli errori di I/O durante la conversione. Dopo aver convertito un disco di base in disco dinamico, le partizioni esistenti nel disco di base diventano volumi semplici dinamici. Non è possibile riconvertire i volumi dinamici in partizioni.

Attenzione

  • Se si utilizza un disco di base come area di archiviazione delle copie shadow e si intende convertirlo in disco dinamico, è importante attenersi alle seguenti precauzioni per evitare la perdita di dati. Se il disco non è un volume di avvio ed è un volume diverso da quello in cui risiedono i file originali, scollegare e mettere fuori linea il volume contenente i file originali prima di convertire in dinamico il disco contenente le copie shadow. Il volume contenente i file originali deve essere riportato in linea entro 20 minuti per evitare la perdita dei dati archiviati nelle copie shadow esistenti. Se le copie shadow sono situate in un volume di avvio, è possibile convertire il disco in dinamico senza perdere tali copie.

    È possibile utilizzare il comandomountvol con l'opzione /p per smontare e portare non in linea il volume. Il volume può essere montato e portato in linea mediante il comando mountvol o lo snap-in Gestione disco.

Poiché non è possibile accedere direttamente ai dischi dinamici da MS-DOS, Windows 95, Windows 98, Windows Millennium Edition, Windows NT o Windows XP Home Edition, questi sistemi operativi non possono essere avviati da dischi dinamici. Le cartelle condivise nei dischi dinamici sono invece disponibili tramite la rete per i computer che eseguono tutti i sistemi operativi.

L'accesso ai dischi dinamici viene ulteriormente limitato dallo stile di partizione utilizzato nel disco dinamico:

  • È possibile accedere ai dischi MBR dinamici solo dai computer x86 in cui è in esecuzione Windows 2000, Windows XP Professional o uno dei sistemi operativi Windows Server 2003 e dai computer Itanium in cui è in esecuzione la versione a 64 bit di Windows Server 2003, Enterprise Edition o la versione a 64 bit di Windows Server 2003, Datacenter Edition.

  • È possibile accedere ai dischi GPT dinamici solo dai computer Itanium, dai computer x86 in cui è in esecuzione Windows 2003 con Service Pack 1 (SP1) e dai computer x64.

Per informazioni sulla conversione di un disco di base in dinamico, vedere Convertire un disco di base in disco dinamico.

Per ulteriori informazioni sui dischi e i volumi dinamici, vedere Dischi e volumi dinamici.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2014 Microsoft. Tutti i diritti riservati.