Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Descrizioni degli stati dei volumi

Aggiornamento: gennaio 2005

Si applica a: Windows Server 2003, Windows Server 2003 R2, Windows Server 2003 with SP1, Windows Server 2003 with SP2

Descrizioni degli stati dei volumi

In Gestione disco una delle seguenti descrizioni dello stato del volume verrà sempre mostrata nella visualizzazione grafica del volume e nella colonna Stato in visualizzazione elenco.

Non riuscito

Lo stato Non riuscito viene visualizzato quando un volume di base o dinamico non può essere avviato automaticamente oppure il disco è danneggiato. Si verifica inoltre dopo l'importazione di un volume con lo stato Dati incompleti. Per il volume con stato Non riuscito viene visualizzata un'icona di errore. A meno che non sia possibile ripristinare il disco o il file system, lo stato Non riuscito indica una perdita di dati.

Se il volume è un volume di base, assicurarsi che il disco fisico sottostante sia acceso, alimentato e collegato al computer. Non è possibile eseguire altre operazioni per i volumi di base.

Se il volume è un volume dinamico, assicurarsi che i dischi dinamici sottostanti siano in linea. Se i dischi non sono in linea, è necessario riattivarli. In caso positivo, il volume viene riavviato automaticamente e viene ripristinato lo stato Integro. Per istruzioni sulla riattivazione di un disco, vedere Riattivare un disco dinamico mancante o non in linea.

Se viene ripristinato lo stato Pronto del disco dinamico sottostante, ma non viene ripristinato lo stato Integro del volume dinamico, è possibile riattivare il volume manualmente. Per istruzioni sulla riattivazione di un volume, vedere Riattivare un volume dinamico.

Nel caso di un volume con mirroring o RAID-5 contenente dati non aggiornati, il ripristino dello stato pronto del disco sottostante comporta la riattivazione automatica del volume. Se i dischi contenenti dati correnti vengono disconnessi, è innanzitutto necessario riportare in linea tali dischi per consentire la sincronizzazione dei dati. In caso contrario, riattivare manualmente il volume con mirroring o RAID-5 e quindi eseguire l'utilità Chkdsk.exe.

Per istruzioni sulla riattivazione di un volume, vedere Riattivare un volume dinamico. Per eseguire Chkdsk.exe, fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare chkdsk e quindi fare clic su OK.

Per istruzioni sul ripristino dei volumi con stato Non riuscito, vedere Risoluzione dei problemi relativi a Gestione disco.

Errore di ridondanza

Lo stato Errore di ridondanza viene visualizzato quando i dati contenuti in un volume con mirroring o RAID-5 non sono più a tolleranza d'errore poichè uno dei dischi sottostanti non è in linea. Per il volume in cui si è verificato l'errore di ridondanza viene visualizzata un'icona di avviso.

Per i volumi con stato Errore di ridondanza viene spesso visualizzato uno stato secondario tra parentesi. Un volume può visualizzare un solo stato secondario alla volta. Gli stati secondari vengono visualizzati nell'ordine in cui sono indicati nella tabella seguente. Ad esempio, se si dispone di un solo volume che funge da volume di avvio, volume di sistema, volume attivo, file di paging e file di dettagli arresto anomalo del sistema, il relativo stato viene visualizzato come Errore di ridondanza (sistema). Tuttavia, se si verifica un errore in un volume con mirroring o RAID-5, lo stato secondario (A rischio) ha la precedenza.

 

Errore di ridondanza (stati secondari) Descrizione

Sistema

Indica che il volume è il volume di sistema.

Avvio

Indica che il volume è il volume di avvio.

File di paging

Indica che il volume contiene il file di paging. Per ulteriori informazioni sul file di paging, vedere Cenni preliminari su Proprietà del sistema.

Dettagli arresto anomalo del sistema

Indica che il volume contiene il file di dettagli arresto anomalo del sistema, o immagine della memoria. L'immagine della memoria viene utilizzata per registrare il contenuto della memoria di sistema quando si verifica un arresto imprevisto di Windows XP Professional o di uno dei sistemi operativi della famiglia Windows Server 2003. Per ulterori informazioni sui diversi tipi di immagini della memoria disponibili, vedere Specificare l'operazione da eseguire in caso di arresto imprevisto del sistema.

A rischio

Indica che i dati contenuti in un volume con mirroring o RAID-5 non sono più a tolleranza d'errore, in quanto uno dei dischi non è più operativo e sono stati rilevati errori di I/O nei dischi dinamici restanti. Se viene rilevato un errore di I/O in una parte del disco, viene visualizzata un'icona di avviso su tutti i volumi dinamici del disco. Per i volumi dinamici che non sono a tolleranza d'errore, viene visualizzato lo stato Integro (a rischio).

Se lo stato di un volume è Errore di ridondanza (a rischio), lo stato del disco sottostante è generalmente Pronto (errori). È necessario riattivare il disco per ripristinare lo stato Pronto. Lo stato del volume dovrebbe quindi diventare Errore di ridondanza.

È possibile continuare ad accedere al volume utilizzando i rimanenti dischi in linea, ma se si verificano errori anche in un altro disco contenente il volume, il volume e i dati che contiene verranno persi. Per evitare di perdere i dati, tentare di ripristinare il volume non appena possibile:

  • Se un disco sottostante non è in linea, riattivare il disco facendo clic con il pulsante destro del mouse sul disco e scegliendo Riattiva disco specificato. Se la procedura di riattivazione del disco viene completata correttamente, il volume verrà ripristinato in modo automatico e verrà ripristinato lo stato Integro. Un volume con mirroring viene ripristinato automaticamente eseguendo la risincronizzazione dei dati contenuti nei mirror. Un volume RAID-5 viene ripristinato automaticamente eseguendo la rigenerazione di dati e parità.

  • Se viene ripristinato lo stato Pronto di un disco, ma non lo stato Integro del volume, è possibile riattivare il volume manualmente facendo clic con il pulsante destro del mouse sul volume e scegliendo Riattiva volume specificato.

  • Se non viene ripristinato lo stato Pronto del disco né lo stato Integro del volume, è possibile che il disco presenti dei problemi. È necessario sostituire il mirror o la regione del disco RAID-5 con errori. Per sostituire un mirror con errori su un volume con mirroring, fare clic con il pulsante destro del mouse sul mirror con errori e scegliere Rimuovi mirror, quindi fare clic con il pulsante destro del mouse sull'altro volume e scegliere Aggiungi mirror per creare un nuovo mirror su un altro disco. Per sostituire la regione del disco con errori in un volume RAID-5, fare clic con il pulsante destro del mouse sul volume e quindi scegliere Ripristina volume.

Per ulteriori informazioni su come ripristinare volumi con mirroring o RAID-5 con stato Errore di ridondanza, vedere Risoluzione dei problemi relativi a Gestione disco.

Formattazione

Lo stato Formattazione è uno stato temporaneo che viene visualizzato solo durante la formattazione di un volume con un file system. Durante la formattazione del volume, lo stato di avanzamento dell'operazione viene visualizzata in percentuale. Al termine della formattazione, lo stato del volume diventa Integro.

Integro

Lo stato Integro è lo stato normale sia per i volumi di base che per i volumi dinamici quando sono accessibili e non presentano problemi noti. Non è richiesto alcun intervento da parte dell'utente.

Per i volumi con stato Integro viene spesso visualizzato uno stato secondario tra parentesi. Un volume può visualizzare un solo stato secondario alla volta. Gli stati secondari vengono visualizzati nell'ordine in cui sono indicati nella tabella seguente. Ad esempio, se si dispone di un solo volume che funge da volume di avvio, volume di sistema, volume attivo, file di paging e file di dettagli arresto anomalo del sistema, il relativo stato viene visualizzato come Integro (sistema). Tuttavia, se si verifica un errore in un volume dinamico, lo stato secondario (A rischio) ha la precedenza.

 

Integro (stati secondari) Descrizione

Sistema

Indica che il volume è il volume di sistema.

Avvio

Indica che il volume è il volume di avvio.

File di paging

Indica che il volume contiene il file di paging. Per ulteriori informazioni sul file di paging, vedere Cenni preliminari su Proprietà del sistema.

Attivo

Indica che il volume è un volume attivo in un disco di base. Per ulteriori informazioni su come trasformare un volume in un volume attivo, vedere Contrassegnare una partizione come attiva (solo 32 bit).

Dettagli arresto anomalo del sistema

Indica che il volume contiene il file di dettagli arresto anomalo del sistema, o immagine della memoria. L'immagine della memoria viene utilizzata per registrare il contenuto della memoria di sistema quando si verifica un arresto imprevisto di Windows XP Professional o di uno dei sistemi operativi della famiglia Windows Server 2003. Per ulterori informazioni sui diversi tipi di immagini della memoria disponibili, vedere Specificare l'operazione da eseguire in caso di arresto imprevisto del sistema.

Partizione di sospensione

Indica che il volume è una partizione di sospensione OEM (Original Equipment Manufacturer) che viene utilizzata in alcuni computer portatili per salvare lo stato corrente del sistema durante la sospensione.

Partizione di protezione GPT

Indica che il volune è un disco GPT (GUID partition table). La partizione di protezione GPT include l'MBR di protezione che impedisce alle utilità disco non compatibili con i dischi GPT di eliminare accidentalmente questo tipo di partizione.

Partizione di sistema EFI

Indica che il volume è la partizione di sistema EFI (Extensible Firmware Interface) di un disco GPT.

Configurazione EISA

Indica che il volume è una partizione OEM (Original Equipment Manufacturer).

Partizione sconosciuta

Indica che la partizione non è stata riconosciuta.

Le partizioni nei dischi MBR o GPT con stato Integro (partizione sconosciuta) potrebbero essere partizioni OEM non riconosciute o partizioni di sistemi operativi non Windows. Non è possibile formattare, assegnare lettere di unità o punti di montaggio oppure accedere ai dati in partizioni con lo stato Integro (partizione sconosciuta). È comunque possibile eliminare tali partizioni utilizzando Gestione disco o il comando DiskPart. Per istruzioni su come eliminare le partizioni, vedere Eliminare una partizione o un'unità logica.

A rischio

Indica che il volume dinamico è accessibile ma sono stati rilevati errori di I/O sul disco dinamico sottostante. Se viene rilevato un errore di I/O in una parte di un disco dinamico, lo stato di tutti i relativi volumi diventa Integro (a rischio) e un'icona di avviso viene visualizzata nel volume.

Se lo stato di un volume è Integro (a rischio), lo stato del disco sottostante è generalmente Pronto (errori). È necessario riattivare il disco sottostante per ripristinare lo stato Pronto. Lo stato del volume dovrebbe quindi diventare Integro. Se lo stato Integro (a rischio) persiste, è possibile che si tratti di un errore del disco. Eseguire il backup dei dati e sostituire il disco il prima possibile.

Per istruzioni su come ripristinare i volumi con stato Integro (a rischio), vedere Risoluzione dei problemi relativi a Gestione disco.

Rigenerazione

Lo stato Rigenerazione viene visualizzato quando si riattiva un disco mancante o non in linea in un volume RAID-5, quando si riattiva un volume RAID-5 con errori, quando si importano dischi in un volume RAID-5 e quando si rigenerano dati e parità per un volume RAID-5. Non è richiesto alcun intervento da parte dell'utente. Al termine della rigenerazione, lo stato del volume diventa Integro. Durante la rigenerazione di dati e parità, è possibile accedere a un volume RAID-5.

Risincronizzazione in corso

Lo stato Risincronizzazione in corso viene visualizzato quando si crea un mirror o si riavvia un computer con un volume con mirroring, quando si riattiva un disco non in linea in un volume con mirroring, quando si importano dischi in un volume con mirroring e quando si risincronizza un volume con mirroring in modo che entrambi i mirror contengano dati identici. Non è richiesto alcun intervento da parte dell'utente. Al termine della risincronizzazione, lo stato del volume con mirroring diventa Integro. Il tempo necessario per la risincronizzazione varia in base alle dimensioni del volume con mirroring. Sebbene sia possibile accedere a un volume con mirroring durante la risincronizzazione, è consigliabile evitare di apportare modifiche alla configurazione, come la separazione di un mirror.

Per i volumi con stato Risincronizzazione in corso viene spesso visualizzato uno stato secondario tra parentesi. Nella tabella seguente vengono elencati i possibili stati secondari visualizzati dai volumi con stato Risincronizzazione in corso:

 

Risincronizzazione in corso (stati secondari) Descrizione

Sistema

Indica che il volume è il volume di sistema.

Avvio

Indica che il volume è il volume di avvio.

File di paging

Indica che il volume contiene il file di paging. Per ulteriori informazioni sul file di paging, vedere Cenni preliminari su Proprietà del sistema.

Dettagli arresto anomalo del sistema

Indica che il volume contiene il file di dettagli arresto anomalo del sistema, o immagine della memoria. L'immagine della memoria viene utilizzata per registrare il contenuto della memoria di sistema quando si verifica un arresto imprevisto di Windows XP Professional o di uno dei sistemi operativi della famiglia Windows Server 2003. Per ulterori informazioni sui diversi tipi di immagini della memoria disponibili, vedere Specificare l'operazione da eseguire in caso di arresto imprevisto del sistema.

Sconosciuto

Lo stato Sconosciuto viene visualizzato quando il settore di avvio del volume è danneggiato, ad esempio a causa di un virus, e non è più possibile accedere ai dati del volume.

Per istruzioni sul ripristino dei volumi con stato Sconosciuto, vedere Risoluzione dei problemi relativi a Gestione disco.

Quando si importano i dischi, tutti i volumi presenti nei dischi visualizzano la condizione OK nella finestra di dialogo Volumi dischi esterni, a meno che i volumi non presentino problemi. Quando si importano i volumi con mirroring o RAID-5, tali problemi potrebbero essere Dati incompleti, Dati non ridondanti o Dati non aggiornati.

Dati incompleti

Lo stato Dati incompleti viene visualizzato nella finestra di dialogo Volumi dischi esterni e si verifica quando i dati si estendono su più dischi, ma non tutti i dischi sono stati spostati. I dati presenti nel volume verranno cancellati a meno che i rimanenti dischi che contengono il volume non vengano spostati e i dischi vengano quindi importati tutti insieme. Non è possibile importare i dischi mancanti in un secondo momento per ripristinare i dati.

Per istruzioni sul ripristino dei volumi con stato Dati incompleti, vedere Risoluzione dei problemi relativi a Gestione disco.

Dati non ridondanti

Lo stato Dati non ridondanti viene visualizzato nella finestra di dialogo Volumi dischi esterni quando si importano tutti i dischi tranne uno di un volume con mirroring o RAID-5. In Gestione disco, alla metà importata del volume con mirroring viene assegnato lo stato Errore di ridondanza, mentre al disco in cui è contenuta la metà del mirror non importata viene assegnato lo stato Mancante. Per i volumi RAID-5 viene impostato lo stato Errore di ridondanza.

Per impedire che venga visualizzato lo stato Dati non ridondanti, connettere contemporaneamente tutti i dischi che appartengono al volume con mirroring o RAID-5 al computer e quindi importare tutti i dischi. Per i volumi con mirroring, è possibile importare i dischi con lo stato Mancante in un secondo momento per ripristinare la ridondanza.

Per istruzioni sul ripristino dei volumi con stato Dati non ridondanti, vedere Risoluzione dei problemi relativi a Gestione disco.

Dati non aggiornati

Lo stato Dati non aggiornati viene visualizzato nella finestra di dialogo Volumi dischi esterni e si verifica quando un volume con mirroring o RAID-5 contiene un mirror o informazioni sulla parità obsolete oppure errori di I/O.

Per istruzioni sul ripristino dei volumi con mirroring o RAID-5 con stato Dati non aggiornati, vedere Risoluzione dei problemi relativi a Gestione disco.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft