Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Guida dettagliata all'opzione di installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008

Aggiornamento: ottobre 2009

Si applica a: Windows Server 2008, Windows Server 2008 R2

Questa guida dettagliata contiene le istruzioni per la creazione, in un ambiente di lavoro di prova, di un server basato sull'opzione di installazione dei componenti di base del server del sistema operativo Windows Server® 2008. La guida include informazioni sull'installazione, la configurazione iniziale e la gestione di server che eseguono un'installazione dei componenti di base del server.

Che cos'è l'installazione dei componenti di base del server?

L'opzione di installazione dei componenti di base del server è una nuova opzione per l'installazione di Windows Server 2008. L'installazione dei componenti di base del server fornisce un ambiente minimo per l'esecuzione di ruoli server specifici, riducendo i requisiti di manutenzione e gestione e la superficie di attacco per tali ruoli server. Un server che esegue un'installazione dei componenti di base del server supporta i ruoli server seguenti:

  • Servizi di dominio Active Directory

  • Active Directory Lightweight Directory Services (AD LDS)

  • Server DHCP

  • Server DNS

  • Servizi file

  • Servizi di stampa

  • Servizi flussi multimediali

  • Server Web (IIS)

A questo scopo, l'opzione di installazione dei componenti di base del server installa solo il sottoinsieme dei file binari necessari per i ruoli server supportati. Ad esempio, la shell di Esplora risorse non è inclusa nell'installazione dei componenti di base del server. L'interfaccia utente predefinita per un server che esegue un'installazione dei componenti di base del server è infatti il prompt dei comandi.

Novità dell'opzione di installazione dei componenti di base del server

L'opzione di installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008 richiede l'esecuzione della configurazione iniziale dal prompt dei comandi. L'installazione dei componenti di base del server non include l'interfaccia utente grafica completa tradizionale. Dopo la configurazione del server, è possibile eseguirne la gestione localmente dal prompt dei comandi o da una postazione remota mediante una connessione Terminal Server. Per gestire il server da una postazione remota è inoltre possibile utilizzare Microsoft Management Console (MMC) o strumenti da riga di comando che supportano l'utilizzo remoto.

Destinatari della guida

I destinatari dell'opzione di installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008 sono:

  • Addetti alla pianificazione IT e analisti che valutano il prodotto dal punto di vista tecnico.

  • Addetti alla pianificazione e progettisti IT in organizzazioni di livello enterprise.

  • Professionisti IT esperti nella gestione di ruoli Servizi di dominio Active Directory, AD LDS, Server DHCP, Server DNS, Servizi file, Servizi di stampa, Servizi flussi multimediali e Server Web (IIS).

Vantaggi dell'installazione dei componenti di base del server

L'opzione di installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008 offre i vantaggi seguenti:

  • Minore manutenzione. Con l'opzione di installazione dei componenti di base del server vengono installati solo i componenti strettamente necessari per ottenere un server gestibile per i ruoli Servizi di dominio Active Directory, AD LDS, Server DHCP, Server DNS, Servizi file, Servizi di stampa e Servizi flussi multimediali. È quindi necessaria una manutenzione ridotta rispetto a un'installazione completa di Windows Server 2008.

  • Minore superficie d'attacco. Dal momento che le installazioni dei componenti di base del server sono minime, il numero di applicazioni in esecuzione nel server è ridotto e questo comporta una riduzione della superficie d'attacco.

  • Minore gestione. In un server in cui è in esecuzione l'installazione dei componenti di base del server è installato un numero inferiore di applicazioni e servizi. Le attività di gestione necessarie sono quindi minori.

  • Meno spazio su disco necessario. Per l'installazione dei componenti di base del server è necessario solo 1 GB di spazio su disco e circa 2 GB per le operazioni successive all'installazione.

In questa guida

Distribuire un'installazione dei componenti di base del server: panoramica

In questo scenario, verrà creato un server che esegue un'installazione dei componenti di base del server. Per l'installazione dei componenti di base del server non sono richieste impostazioni particolari né vi sono differenze rispetto all'installazione di Windows Server 2008.

Prerequisiti per la distribuzione un'installazione dei componenti di base del server

Per eseguire questa attività, è necessario quanto segue:

  • Il supporto di installazione di Windows Server 2008

  • Un codice "Product Key" valido

  • Un computer in cui sia possibile eseguire un'installazione pulita dei componenti di base del server

Problemi noti della distribuzione di un'installazione dei componenti di base del server

  • Non è possibile eseguire l'aggiornamento da una versione precedente del sistema operativo Windows Server a un'installazione dei componenti di base del server. È supportata solo un'installazione pulita.

  • Non è possibile eseguire l'aggiornamento da un'installazione completa di Windows Server 2008 a un'installazione dei componenti di base del server. È supportata solo un'installazione pulita.

  • Non è possibile eseguire l'aggiornamento da un'installazione dei componenti di base del server a un'installazione completa di Windows Server 2008. Se si desidera utilizzare l'interfaccia utente Windows® o un ruolo server non supportato dall'installazione dei componenti di base del server, è necessario utilizzare un'installazione completa di Windows Server 2008.

Procedura per l'installazione manuale dei componenti di base del server

Per installare manualmente i componenti di base del server di Windows Server 2008 eseguire la procedura seguente.

Per installare i componenti di base del server

  1. Inserire il supporto di installazione di Windows Server 2008 appropriato nell'unità DVD.

  2. Quando viene visualizzata la finestra di dialogo di esecuzione automatica, fare clic su Installa.

  3. Seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo per completare l'installazione.

  4. Al termine dell'installazione, premere CTRL+ALT+CANC, fare clic su Altro utente, digitare Administrator con una password vuota e quindi premere INVIO. Verrà richiesto di impostare una password per l'account Administrator.

Installare i componenti di base del server mediante un file di installazione automatica

L'utilizzo di un file di installazione automatica per l'installazione dei componenti di base del server consente di eseguire la maggior parte delle attività di configurazione iniziali durante l'installazione. L'installazione automatica dei componenti di base del server offre i vantaggi seguenti:

  • Non è necessario eseguire la configurazione iniziale mediante gli strumenti da riga di comando.

  • È possibile abilitare l'amministrazione remota al termine dell'installazione includendo le relative impostazioni nel file di installazione automatica.

  • È possibile configurare anche le impostazioni non facilmente modificabili dal prompt dei comandi, ad esempio la risoluzione dello schermo.

Per installare i componenti di base del server mediante un file di installazione automatica

  1. Creare un file con estensione xml denominato Unattend.xml utilizzando un editor di testo o Windows System Image Manager.

  2. Copiare il file Unattend.xml in un'unità locale o in una risorsa di rete condivisa.

  3. Avviare il computer con Ambiente preinstallazione di Windows (Windows PE), Windows Server 2003 o Windows XP.

  4. Inserire il disco di supporto contenente l'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008 nell'unità disco rigido. Se viene visualizzata la finestra di esecuzione automatica, fare clic su Annulla.

  5. Al prompt dei comandi passare all'unità contenente il supporto di installazione.

  6. Al prompt dei comandi digitare:

    setup /unattend: <percorso>\unattend.xml

    dove percorso è il percorso del file Unattend.xml.

  7. Attendere il completamento dell'installazione.

    noteNota
    Nell'appendice A del presente documento è riportato un file di installazione automatica di esempio con la spiegazione delle impostazioni di configurazione incluse. È possibile modificare l'esempio per utilizzarlo nell'ambiente in uso.

Configurare un'installazione dei componenti di base del server: panoramica

Nell'installazione dei componenti di base del server non è inclusa l'interfaccia utente Windows. La Configurazione guidata, in grado di semplificare la configurazione del server, non è quindi disponibile. È necessario eseguire la configurazione manualmente utilizzando gli strumenti da riga di comando secondo quanto descritto nei passaggi seguenti.

noteNota
Per configurare queste impostazioni durante l'installazione, è possibile utilizzare l'installazione automatica. Per ulteriori informazioni sulle impostazioni dell'installazione automatica, vedere Windows Automated Installation Kit (Windows AIK) (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=81030).

Credenziali amministrative

Se si desidera aggiungere un server in cui è in esecuzione l'installazione dei componenti di base del server a un dominio Windows, sono necessari il nome utente e la password di un account con credenziali amministrative per l'aggiunta di un computer al dominio.

Problemi noti della configurazione di un'installazione dei componenti di base del server

  • Se si chiudono tutte le finestre del prompt dei comandi, non è più possibile eseguire la gestione dell'installazione dei componenti di base del server. Per ripristinare il prompt dei comandi, premere CTRL+ALT+CANC, fare clic su Avvia Gestione attività, File, Esegui e digitare cmd.exe. In alternativa, è possibile chiudere la sessione e rieseguire l'accesso.

  • Poiché non è disponibile alcun Web browser, non è possibile attivare un'installazione dei componenti di base del server né accedere a Internet attraverso un firewall che richieda l'esecuzione della procedura di accesso da parte degli utenti.

Procedura per la configurazione di un'installazione dei componenti di base del server

Nelle procedure seguenti viene descritto come configurare un computer in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server. Questa operazione prevede l'esecuzione dei passaggi seguenti:

  • Impostazione della password amministrativa

  • Impostazione di un indirizzo IP statico

noteNota
Per impostazione predefinita un indirizzo DHCP è già disponibile. È consigliabile eseguire questa procedura solo se è necessario impostare un indirizzo IP statico.

  • Aggiunta a un dominio

  • Attivazione del server

  • Configurazione del firewall

Per impostare la password amministrativa

  1. Quando il computer viene avviato per la prima volta dopo il completamento dell'installazione, premere CTRL+ALT+CANC. Digitare Administrator come nome utente e lasciare vuota la password.

  2. Verrà visualizzato un messaggio indicante che la password è scaduta e verrà richiesta l'immissione di una nuova password.

  3. Digitare una password appropriata.

Per impostare un indirizzo IP statico

  1. Al prompt dei comandi digitare:

    netsh interface ipv4 show interfaces

  2. Annotare il numero visualizzato nella colonna Idx dell'output relativo alla scheda di rete. Se nel computer sono installate più schede di rete, annotare il numero corrispondente alla scheda di rete per la quale si desidera impostare un indirizzo IP statico.

  3. Al prompt dei comandi digitare:

    netsh interface ipv4 set address name="<ID>" source=static address=<IPStatico> mask=<SubnetMask> gateway=<GatewayPredefinito>

    Dove:

    ID è il numero di cui al precedente passaggio 2

    IPStatico è l'indirizzo IP statico che si desidera impostare

    SubnetMask è la subnet mask dell'indirizzo IP

    GatewayPredefinito è il gateway predefinito

  4. Al prompt dei comandi digitare:

    netsh interface ipv4 add dnsserver name="<ID>" address=<IPDNS>index=1

    Dove:

    ID è il numero di cui al precedente passaggio 2

    IPDNS è l'indirizzo IP del server DNS

  5. Ripetere il passaggio 4 per ogni server DNS che si desidera impostare, incrementando ogni volta il numero in index=.

noteNota
Se si imposta l'indirizzo IP statico per una scheda di rete non corretta, è possibile tornare all'indirizzo DHCP disponibile utilizzando il comando seguente:

netsh interface ipv4 set address name="<ID>" source=dhcp

dove ID è il numero della scheda di rete di cui al passaggio 2.

Per aggiungere il computer a un dominio

  1. Al prompt dei comandi digitare:

    netdom join <NomeComputer> /domain:<NomeDominio> /userd:<NomeUtente> /password:*

    Dove:

    NomeComputer è il nome del server in cui è in esecuzione l'installazione dei componenti di base del server.

    NomeDominio è il nome del dominio a cui aggiungere il server.

    NomeUtente è un account utente di dominio che dispone dell'autorizzazione per l'esecuzione di aggiunte al dominio.

  2. Quando viene richiesto di immettere la password, digitare la password dell'account utente di dominio specificato in NomeUtente.

  3. Se si desidera aggiungere un account utente di dominio al gruppo Amministratori locale, digitare il comando seguente:

    net localgroup administrators /add <NomeDominio>\<NomeUtente>

  4. Riavviare il computer. A questo scopo, al prompt dei comandi digitare:

    shutdown /r /t 0

Per rinominare il server

  1. Determinare il nome corrente del server con il comando hostname o ipconfig.

  2. Al prompt dei comandi digitare:

    netdom renamecomputer <NomeComputer> /NewName:<NuovoNomeComputer>

  3. Riavviare il computer.

Per attivare il server

  • Al prompt dei comandi digitare:

    slmgr.vbs -ato

Se l'attivazione viene completata, al prompt dei comandi non viene visualizzato alcun messaggio.

noteNota
È inoltre possibile eseguire l'attivazione per telefono, utilizzando un server Servizio di gestione delle chiavi, o da una postazione remota. In quest'ultimo caso, al prompt dei comandi di un computer che esegue Microsoft Windows Vista o Windows Server 2008 digitare:

cscript windows\system32\slmgr.vbs <NomeServer> <NomeUtente> <password>:-ato

Per configurare il firewall

  • Utilizzare il comando netsh advfirewall. Ad esempio, per abilitare la gestione remota da uno snap-in MMC, digitare quanto segue:

    netsh advfirewall firewall set rule group="Remote Administration" new enable=yes

noteNota
Per eseguire la gestione remota del firewall da un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server, è inoltre possibile utilizzare lo snap-in Windows Firewall da un computer che esegue Microsoft Windows Vista o Windows Server 2008. A tale scopo, è innanzitutto necessario abilitare la gestione remota del firewall mediante l'esecuzione del comando seguente nel computer che esegue un'installazione dei componenti di base del server:

netsh advfirewall set currentprofile settings remotemanagement enable

Installare un ruolo server in un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server: panoramica

Dopo il completamento dell'installazione dei componenti di base e della configurazione del server, è possibile installare uno o più ruoli server. L'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008 supporta i ruoli del server seguenti:

  • Servizi di dominio Active Directory

  • Active Directory Lightweight Directory Services (AD LDS)

  • Server DHCP

  • Server DNS

  • Servizi file

  • Servizi di stampa

  • Servizi flussi multimediali

  • Server Web (IIS)

Ulteriori informazioni sugli strumenti da riga di comando per la configurazione dei ruoli server sono disponibili nella sezione Ulteriori riferimenti alla fine di questa guida.

noteNota
In questa sezione è contenuta una procedura per ogni ruolo server presente nell'elenco precedente. È sufficiente eseguire le procedure corrispondenti ai ruoli server che si desidera installare.

Prerequisiti per l'installazione di un ruolo server in un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

Per completare questa attività, è necessario quanto segue:

  • Un computer in cui sia stata eseguita e configurata un'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008.

  • Un account utente di amministratore e la relativa password per il server in cui è in esecuzione l'installazione dei componenti di base del server.

  • Se si desidera installare e configurare un server di stampa, un altro computer che esegue Microsoft Windows Vista o Windows Server 2008 in cui sia possibile eseguire la Console Gestione stampa per la configurazione remota del server di stampa.

  • Se si desidera installare e configurare un server DHCP, le informazioni necessarie per la configurazione dell'ambito DHCP.

  • Se si desidera installare e configurare un server DHCP, è necessario configurare il server che esegue l'installazione dei componenti di base del server per l'utilizzo di un indirizzo IP statico.

  • Se si desidera installare e configurare un server DNS, le informazioni necessarie per la configurazione della zona DNS.

  • Se si desidera installare e configurare un ambiente Active Directory, le informazioni necessarie per l'aggiunta a un dominio esistente o la creazione di un nuovo dominio.

  • Se si desidera alzare il livello del server in cui è in esecuzione l'installazione dei componenti di base del server a controller di dominio in un dominio Active Directory, il nome utente e la password di un amministratore di dominio.

Problemi noti dell'installazione di un ruolo server in un'installazione dei componenti di base del server

  • Non è possibile utilizzare l'Installazione guidata controller di dominio di Active Directory (Dcpromo.exe) in un server in cui è in esecuzione l'installazione dei componenti di base del server. Per installare o rimuovere il ruolo controller di dominio, è necessario utilizzare un file di installazione automatica con Dcpromo.exe.

    In alternativa, è possibile eseguire Dcpromo.exe in un altro computer che esegue Windows Server 2008 e utilizzare la procedura guidata per salvare il file di installazione automatica da utilizzare nel server in cui è in esecuzione l'installazione dei componenti di base del server.

  • Se nel file di risposte non è inclusa l'opzione Re=No, subito dopo l'installazione o la rimozione di Active Directory il computer verrà riavviato.

  • Il ruolo Server Web (IIS) non supporta ASP.NET nelle installazioni dei componenti di base del server. A causa della mancanza di supporto per il codice gestito, nelle installazioni dei componenti di base del server non sono disponibili le funzionalità di IIS seguenti:

    • IIS-ASPNET

    • IIS-NetFxExtensibility

    • IIS-ManagementConsole

    • IIS-ManagementService

    • IIS-LegacySnapIn

    • IIS-FTPManagement

    • WAS-NetFxEnvironment

    • WAS-ConfigurationAPI

Procedura per l'installazione di un ruolo server in un'installazione dei componenti di base del server

Per installare un ruolo server in un'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008, eseguire la procedura seguente per il ruolo desiderato.

noteNota
Nella sintassi di Ocsetup.exe viene fatta distinzione tra maiuscole e minuscole. Seguire esattamente gli esempi forniti.

Ruoli server disponibili

Per individuare i ruoli server disponibili, aprire il prompt dei comandi e digitare:

oclist

Questo comando elenca i ruoli server e le funzionalità facoltative disponibili con Ocsetup.exe. Elenca inoltre i ruoli server e le funzionalità facoltative installate.

Ruolo Server DNS

Per installare il ruolo Server DNS

  1. Al prompt dei comandi digitare:

    start /w ocsetup DNS-Server-Core-Role

    noteNota
    Se si utilizza /w al termine dell'installazione verrà visualizzato il prompt dei comandi. In caso contrario, il completamento dell'installazione non verrà segnalato in alcun modo.

  2. Per configurare una zona DNS, al prompt dei comandi digitare dnscmd o utilizzare lo snap-in MMC DNS da una postazione remota.

noteNota
Per disinstallare il ruolo Server DNS, al prompt dei comandi digitare start /w ocsetup DNS-Server-Core-Role /uninstall.

Ruolo Server DHCP

Per installare il ruolo Server DHCP

  1. Al prompt dei comandi digitare:

    start /w ocsetup DHCPServerCore

  2. Per configurare un ambito DHCP dal prompt dei comandi, utilizzare netsh o lo snap-in MMC DHCP di Windows Server 2008 da una postazione remota.

  3. Se il server DHCP è installato all'interno di un dominio Active Directory, è necessario autorizzarlo in Active Directory.

Per impostazione predefinita, il servizio server DHCP non si avvia automaticamente. Per configurarlo in modo che si avvii automaticamente e per avviarlo per la prima volta, utilizzare la procedura seguente.

Per configurare e avviare il servizio server DHCP

  1. Al prompt dei comandi digitare:

    sc config dhcpserver start= auto

  2. Per avviare il servizio digitare:

    net start dhcpserver

noteNota
Per disinstallare il ruolo Server DHCP, al prompt dei comandi digitare start /w ocsetup DHCPServerCore /uninstall.

Ruolo Servizi file

Il servizio server, installato per impostazione predefinita, consente il supporto delle condivisioni amministrative per gli strumenti di gestione. Per installare le funzionalità di file server aggiuntive, utilizzare i comandi seguenti:

Per installare le funzionalità del ruolo Servizi file

  • Per Replica file, al prompt dei comandi digitare:

    start /w ocsetup FRS-Infrastructure

  • Per il servizio File system distribuito (DFS), digitare:

    start /w ocsetup DFSN-Server

  • Per la Replica DFS, digitare:

    start /w ocsetup DFSR-Infrastructure-ServerEdition

  • Per Servizi per NFS (Network File System), digitare:

    start /w ocsetup ServerForNFS-Base

    start /w ocsetup ClientForNFS-Base

noteNota
Per disinstallare le opzioni del ruolo File server, utilizzare questi comandi con l'opzione /uninstall.

Ruolo Servizi di stampa

Per installare le funzionalità del ruolo Servizi di stampa

  • Per la funzionalità server di stampa, al prompt dei comandi digitare:

    start /w ocsetup Printing-ServerCore-Role

  • Per il servizio LPD (Line Printer Daemon), digitare:

    start /w ocsetup Printing-LPDPrintService

Per aggiungere una stampante al server di stampa

  1. Determinare l'indirizzo IP o il nome host della stampante. Queste informazioni potrebbero essere disponibili sulla pagina di prova o di configurazione della stampante. Per istruzioni su come individuare queste informazioni potrebbe essere necessario consultare la documentazione del produttore.

  2. Per verificare che il server di stampa sia in grado di comunicare con la stampante attraverso la rete, eseguire il ping della stampante dal server di stampa.

  3. In un altro computer Windows Vista o Windows Server 2008 aprire la Console Gestione stampa e aggiungere il server in cui è in esecuzione l'installazione dei componenti di base del server.

  4. Espandere la voce relativa al server di stampa in cui è in esecuzione l'installazione dei componenti di base del server, fare clic con il pulsante destro del mouse su Driver e quindi scegliere Aggiungi driver. Verrà avviata l'Aggiunta guidata driver della stampante.

  5. Completare la procedura guidata per installare il driver della stampante.

  6. Nella Console Gestione stampa fare clic con il pulsante destro del mouse su Stampanti e quindi scegliere Aggiungi stampante. Verrà avviata l'Installazione guidata stampante di rete.

  7. Fare clic su Aggiungi stampante TCP/IP o per servizi Web tramite indirizzo IP o nome host e quindi fare clic su Avanti.

  8. Immettere il nome host o l'indirizzo IP della stampante. Per impostazione predefinita, il nome della porta corrisponderà a quanto immesso. Fare clic su Avanti.

  9. Se necessario, modificare il nome della stampante, le informazioni relative al contatto o lo stato della condivisione e quindi fare clic su Avanti.

Ruolo Active Directory Lightweight Directory Services

Per installare il ruolo AD LDS

  • Al prompt dei comandi digitare:

    start /w ocsetup DirectoryServices-ADAM-ServerCore

noteNota
Per disinstallare il ruolo AD LDS, al prompt dei comandi digitare:

start /w ocsetup DirectoryServices-ADAM-ServerCore /uninstall

Ruolo Servizi di dominio Active Directory

Questo comando consente di installare il ruolo Servizi di dominio Active Directory e di alzare il livello del server a controller di dominio mediante le impostazioni contenute in un file di installazione automatica.

Per i collegamenti alle informazioni sull'utilizzo di un file di installazione automatica con Dcpromo.exe, vedere la sezione Ulteriori riferimenti alla fine di questo documento.

Per installare il ruolo Servizi di dominio Active Directory

  • Al prompt dei comandi digitare:

    dcpromo /unattend:<fileinstallazioneautomatica>

    Dove fileinstallazioneautomatica è il nome di un file di installazione automatica di Dcpromo.exe.

noteNota
È inoltre possibile utilizzare Dcpromo.exe per abbassare il livello di un controller di dominio a server.

Ruolo Servizi flussi multimediali

Per installare il ruolo Servizi flussi multimediali

  1. In un altro computer scaricare il file di installazione del ruolo Servizi flussi multimediali dall'articolo 934518 nella Microsoft Knowledge Base (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=88046).

  2. Copiare il pacchetto autonomo Microsoft Update (file con estensione msu) nell'installazione dei componenti di base del server.

  3. Eseguire il file con estensione msu.

  4. Al prompt dei comandi digitare:

    start /w ocsetup MediaServer

  5. In un computer diverso, utilizzare lo snap-in MMC Servizi flussi multimediali per eseguire la configurazione remota di Servizi flussi multimediali.

Ruolo Server Web (IIS)

Per installare il ruolo Server Web

  1. Per l'installazione predefinita, al prompt dei comandi digitare il comando seguente e premere INVIO:

    start /w pkgmgr /iu:IIS-WebServerRole;WAS-WindowsActivationService;WAS-ProcessModel

  2. Per un'installazione comprendente tutte le opzioni, al prompt dei comandi digitare il comando seguente e premere INVIO:

    start /w pkgmgr /iu:IIS-WebServerRole;IIS-WebServer;IIS-CommonHttpFeatures;IIS-StaticContent;IIS-DefaultDocument;IIS-DirectoryBrowsing;IIS-HttpErrors;IIS-HttpRedirect;IIS-ApplicationDevelopment;IIS-ASP;IIS-CGI;IIS-ISAPIExtensions;IIS-ISAPIFilter;IIS-ServerSideIncludes;IIS-HealthAndDiagnostics;IIS-HttpLogging;IIS-LoggingLibraries;IIS-RequestMonitor;IIS-HttpTracing;IIS-CustomLogging;IIS-ODBCLogging;IIS-Security;IIS-BasicAuthentication;IIS-WindowsAuthentication;IIS-DigestAuthentication;IIS-ClientCertificateMappingAuthentication;IIS-IISCertificateMappingAuthentication;IIS-URLAuthorization;IIS-RequestFiltering;IIS-IPSecurity;IIS-Performance;IIS-HttpCompressionStatic;IIS-HttpCompressionDynamic;IIS-WebServerManagementTools;IIS-ManagementScriptingTools;IIS-IIS6ManagementCompatibility;IIS-Metabase;IIS-WMICompatibility;IIS-LegacyScripts;IIS-FTPPublishingService;IIS-FTPServer;WAS-WindowsActivationService;WAS-ProcessModel

noteNota
Per disinstallare il ruolo Server Web (IIS), utilizzare il comando seguente:

start /w pkgmgr /uu:IIS-WebServerRole;WAS-WindowsActivationService;WAS-ProcessModel

Installare le funzionalità Windows: panoramica

Dopo il completamento dell'installazione dei componenti di base e della configurazione del server, è possibile installare una o più funzionalità facoltative. L'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008 supporta le funzionalità facoltative seguenti:

  • Clustering di failover

  • Bilanciamento carico di rete

  • Subsystem for UNIX-based applications

  • Backup

  • Multipath I/O

  • Archivi rimovibili

  • Crittografia unità BitLocker

  • Simple Network Management Protocol (SNMP)

  • Windows Internet Name Service (WINS)

  • Client Telnet

Nella procedura seguente viene descritto come installare queste funzionalità in un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server.

noteNota
Clustering di failover non è disponibile in Windows Server 2008 Standard Edition.

Prerequisiti per l'installazione di una funzionalità facoltativa all'interno di server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

Per le funzionalità facoltative seguenti è necessario hardware appropriato:

  • Clustering di failover

  • Bilanciamento carico di rete

  • Multipath I/O

  • Archivi rimovibili

  • Crittografia unità BitLocker

noteNota
Per ulteriori informazioni sull'hardware necessario per le funzionalità facoltative, vedere la sezione Ulteriori riferimenti alla fine di questo documento.

Non esistono prerequisiti per le funzionalità facoltative seguenti:

  • Subsystem for UNIX-based Applications

  • Backup

  • Simple Network Management Protocol (SNMP)

  • Windows Internet Name Service (WINS)

  • Client Telnet

Problemi noti di installazione di funzionalità facoltative all'interno di server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

Non sono presenti problemi noti di installazione di funzionalità facoltative in un'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008.

Procedura per l'installazione di una funzionalità facoltativa in un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

Per installare una funzionalità facoltativa in un'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008, eseguire la procedura seguente.

noteNota
Nella sintassi di Ocsetup.exe viene fatta distinzione tra maiuscole e minuscole. Seguire esattamente gli esempi forniti.

Funzionalità facoltative disponibili

Per individuare le funzionalità facoltative disponibili, aprire il prompt dei comandi e digitare:

Oclist

Questo comando elenca i ruoli server e le funzionalità facoltative disponibili con Ocsetup.exe. Elenca inoltre i ruoli server e le funzionalità facoltative installate.

Per installare una funzionalità facoltativa

  • Al prompt dei comandi digitare:

    start /w ocsetup <nomefunzionalità>

    Dove nomefunzionalità è il nome di una delle funzionalità facoltative dell'elenco seguente.

    • Clustering di failover: FailoverCluster-Core

    • Bilanciamento carico di rete: NetworkLoadBalancingHeadlessServer

    • Subsystem for UNIX-based Applications: SUACore

    • Multipath I/O: MultipathIo

    • Archivi rimovibili: Microsoft-Windows-RemovableStorageManagementCore

    • Crittografia unità BitLocker: BitLocker

    noteNota
    Per installare lo strumento di amministrazione remota di BitLocker, al prompt dei comandi digitare:

    start /w ocsetup BitLocker-RemoteAdminTool

    • Backup: WindowsServerBackup

    • Simple Network Management Protocol (SNMP): SNMP-SC

    • Windows Internet Name Service (WINS): WINS-SC

    • Client Telnet: TelnetClient

noteNota
Per rimuovere una funzionalità facoltativa, utilizzare il comando start /w ocsetup con il nome ruolo appropriato e l'opzione /uninstall.

Gestire un'installazione dei componenti di base del server: panoramica

È possibile gestire un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server nei modi seguenti:

  • Dal prompt dei comandi, locale o remoto. Con gli strumenti da riga di comando di Windows è possibile eseguire al prompt dei comandi la gestione di server che eseguono un'installazione dei componenti di base del server.

  • Tramite Terminal Server da una postazione remota. Da un altro computer Windows è possibile utilizzare il client di Terminal Server per connettersi a un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server ed eseguirne la gestione remota. La shell della sessione di Terminal Server svolge la funzione di prompt dei comandi.

  • Utilizzando Shell remota Windows da una postazione remota. Da un altro computer in cui è in esecuzione Microsoft Windows Vista o Windows Server 2008 è possibile utilizzare Shell remota Windows per eseguire strumenti da riga di comando e script in un server che esegue un'installazione dei componenti di base del server.

  • Tramite uno snap-in MMC da una postazione remota. Utilizzando uno snap-in MMC da un computer in cui è in esecuzione Microsoft Windows Vista o Windows Server 2008, è possibile connettersi a un server che esegue un'installazione dei componenti di base del server in modo analogo a qualsiasi altro computer Windows.

Prerequisiti per la gestione di un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

Per eseguire la gestione di un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server è necessario quanto segue:

  • Un computer in cui sia stata eseguita e configurata un'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008.

  • Un account utente amministratore e la relativa password per il server in cui è in esecuzione l'installazione dei componenti di base del server.

Problemi noti della gestione di server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

  • Lo snap-in MMC non consente di eseguire alcune attività dal prompt dei comandi o da una postazione remota. Con l'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008 è disponibile uno script che è possibile utilizzare per configurare le impostazioni seguenti:

    • Attivazione degli aggiornamenti automatici

    • Attivazione di Desktop remoto per amministrazione

    • Connessione ai server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server mediante client di Terminal Server di versioni di Windows precedenti

    • Configurazione del peso e della priorità dei record DNS SRV

    • Gestione remota di Monitor di protezione IP

    Lo script è disponibile nella cartella \Windows\System32 dei server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server. Al prompt dei comandi aprire la cartella e quindi visualizzare la sintassi delle opzioni precedenti tramite il comando seguente:

    cscript scregedit.wsf /?

noteNota
Per visualizzare l'elenco degli strumenti da riga di comando più comuni e la relativa sintassi, è possibile utilizzare questo comando con l'opzione /cli.

  • Se si chiudono tutte le finestre del prompt dei comandi e si desidera aprirne una nuova, premere CTRL+ALT+CANC, fare clic su Avvia Gestione attività, File, Esegui e quindi digitare cmd.exe. In alternativa, è possibile chiudere la sessione e rieseguire l'accesso.

  • I comandi o gli strumenti di avvio di Esplora risorse non funzionano. Ad esempio, il comando start . dal prompt dei comandi non funziona.

  • Lafunzionalità RunOnce non è supportata dall'installazione dei componenti di base del server.

  • L'installazione dei componenti di base del server non supporta il rendering HTML né la Guida HTML.

  • L'installazione dei componenti di base del server non supporta l'esecuzione di codice gestito. Gli strumenti e le utilità di gestione eseguite localmente in un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server devono essere scritti in codice Win32 nativo.

  • Nell'installazione dei componenti di base del server non viene generata alcuna notifica di attivazioni, aggiornamenti o scadenza di password. Per tali notifiche, infatti, è richiesta la shell Esplora risorse, che non fa parte di questo tipo di installazione.

  • Se è necessario scrivere uno script per gestire un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server, che richiede l'inclusione di una password amministrativa, vedere la rubrica sullo scripting in Microsoft TechNet (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=56421).

  • L'installazione dei componenti di base del server supporta Windows Installer in modalità non interattiva. È quindi possibile installare strumenti e utilità Windows da file Windows Installer.

  • È possibile configurare Windows Firewall dal prompt dei comandi utilizzando netsh advfirewall.

  • Durante l'installazione di pacchetti Windows Installer in un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server, utilizzare l'opzione /qb per visualizzare un'interfaccia utente di base.

  • Per modificare il fuso orario in un computer che esegue un'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008, eseguire control timedate.cpl.

  • Per modificare le impostazioni internazionali in un computer che esegue un'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008, eseguire control intl.cpl.

  • Per utilizzare in remoto lo snap-in MMC Gestione disco, avviare il Servizio dischi virtuali in un server che esegue un'installazione dei componenti di base del server. A questo scopo, al prompt dei comandi digitare:

    net start VDS

  • Non è possibile eseguire control.exe da solo. È necessario eseguire questo comando con Timedate.cpl o con Intl.cpl.

  • Winver.exe non è disponibile nell'installazione dei componenti di base del server. Per ottenere le informazioni sulla versione, utilizzare Systeminfo.exe.

Procedura per la gestione di un'installazione dei componenti di base del server

Nelle procedure seguenti vengono descritti i metodi di gestione di un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server, ovvero:

  • Gestione locale dal prompt dei comandi di un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

  • Gestione remota dal prompt dei comandi di un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

  • Gestione di un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server mediante Shell remota Windows

  • Gestione di un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server mediante Microsoft Management Console (MMC)

  • Aggiunta di hardware a un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

  • Recupero dell'elenco dei driver installati in un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

  • Installazione del ruolo Server DNS

Per eseguire la gestione locale dal prompt dei comandi di un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

  1. Avviare un server che esegue un'installazione dei componenti di base del server

  2. Accedere con un account di amministratore.

  3. Al prompt dei comandi utilizzare lo strumento da riga di comando appropriato per l'attività che si desidera completare.

noteNota
Per ulteriori informazioni sugli strumenti da riga di comando, vedere "Procedura per l'amministrazione di un'installazione dei componenti di base del server" più avanti in questo documento.

Ulteriori informazioni sono disponibili nelle Informazioni di riferimento per la riga di comando A-Z ().

Per eseguire la gestione locale di un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server utilizzando Terminal Server

  1. Nel server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server, al prompt dei comandi digitare:

    cscript C:\Windows\System32\ Scregedit.wsf /ar 0

    In tale modo verrà attivata la modalità Desktop remoto per amministrazione per l'accettazione di connessioni.

  2. In un altro computer, fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare mstsc e quindi fare clic su OK.

  3. In Computer immettere il nome del server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server e quindi fare clic su Connetti.

  4. Accedere con un account di amministratore.

  5. Quando viene visualizzato il prompt dei comandi, è possibile gestire il computer utilizzando gli strumenti da riga di comando di Windows.

  6. Al termine delle attività di gestione remota del computer, al prompt dei comandi digitare logoff per chiudere la sessione di Terminal Server.

noteNota
Se si esegue il client di Servizi terminal in una versione di Windows precedente, è necessario disattivare il livello di protezione superiore attivato per impostazione predefinita in Windows Server 2008. Per eseguire questa operazione, dopo il passaggio 1 al prompt dei comandi digitare:

cscript C:\Windows\System32\Scregedit.wsf /cs 0

noteNota
Per ulteriori informazioni sugli strumenti da riga di comando, vedere "Procedura per l'amministrazione di un'installazione dei componenti di base del server" più avanti in questo documento.

Ulteriori informazioni sono disponibili nelle Informazioni di riferimento per la riga di comando A-Z ().

È spesso utile eseguire Cmd.exe dal prompt dei comandi del computer locale anziché dal client di Servizi terminal. A tale scopo, è necessaria un'installazione standard di Windows Server 2008, oltre alla versione più recente del client di Servizi terminal.

Per pubblicare Cmd.exe nel computer locale utilizzando RemoteApp di Servizi terminal

  1. Tramite Server Manager aggiungere il ruolo Servizi terminal al computer in cui è in esecuzione Windows Server 2008.

  2. Avviare MMC nel computer in cui è in esecuzione Windows Server 2008, aggiungere lo snap-in Gestione RemoteApp di Servizi terminal e quindi connettere lo snap-in a un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server.

  3. Nel riquadro Risultati dello snap-in fare clic su Programmi RemoteApp e quindi passare a \\<NomeServer>\c$\windows\system32\cmd.exe, dove NomeServer è il nome del server che esegue l'installazione dei componenti di base del server.

  4. Nell'elenco Consenti fare clic su Remoto cmd.exe e quindi su Crea file con estensione RDP.

  5. Connettersi al server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server utilizzando il pacchetto Remote Desktop Protocol.

Per gestire un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server mediante Shell remota Windows

  1. Per abilitare Shell remota Windows in un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server, al prompt dei comandi digitare:

    WinRM quickconfig

  2. In un altro computer, al prompt dei comandi utilizzare WinRS.exe per eseguire i comandi in un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server. Ad esempio, per visualizzare l'elenco del contenuto della cartella Windows, digitare:

    winrs -r:<NomeServer> dir c:\windows

    Dove:

    NomeServer è il nome del server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server.

noteNota
L'impostazione WinRM quickconfig consente a un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server di accettare connessioni Shell remota Windows. È inoltre possibile inserire questa impostazione in un file di installazione automatica. Vedere l'esempio nell'Appendice A al termine di questo documento.

ImportantImportante
Per ulteriori informazioni sull'utilizzo di credenziali di protezione diverse per l'esecuzione di comandi, vedere la Guida della riga di comando per WinRS.exe. A tale scopo, al prompt dei comandi digitare winrs -?.

Per gestire un server membro di dominio in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server mediante uno snap-in di MMC

  1. Avviare uno snap-in MMC, ad esempio Gestione computer.

  2. Nel riquadro a sinistra fare clic con il pulsante destro del mouse sul livello superiore delI'albero e scegliere Connetti a un altro computer. In Gestione computer citato nell'esempio, è necessario fare clic con il pulsante destro del mouse su Gestione computer (locale).

  3. In Altro computer digitare il nome computer del server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server e fare clic su OK.

  4. È ora possibile utilizzare lo snap-in MMC per gestire il server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server analogamente agli altri computer che eseguono un sistema operativo Windows Server.

Per gestire un server che non è membro di dominio in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server mediante uno snap-in MMC

  1. Se il server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server non è membro di alcun dominio, stabilire credenziali alternative per la connessione all'installazione dei componenti di base del server. A tale scopo, nel computer client, al prompt dei comandi digitare:

    cmdkey /add:<NomeServer> /user:<NomeUtente> /pass:<password>

    Dove:

    NomeServer è il nome del server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server.

    NomeUtente è il nome di un account Administrator.

    Per visualizzare la richiesta della password, omettere l'opzione /pass.

  2. Quando richiesto, digitare la password del nome utente specificato nel passaggio precedente.

  3. Se il firewall nel computer in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server non è già configurato per consentire agli snap-in di MMC di connettersi, seguire i passaggi descritti in "Per configurare Windows Firewall per consentire agli snap-in di MMC di connettersi". Al termine, ritornare a questa procedura.

  4. Su un altro computer, avviare uno snap-in di MMC, ad esempio Gestione computer.

  5. Nel riquadro a sinistra fare clic con il pulsante destro del mouse sul livello superiore delI'albero e scegliere Connetti a un altro computer. In Gestione computer citato nell'esempio, è necessario fare clic con il pulsante destro del mouse su Gestione computer (locale).

  6. In Altro computer digitare il nome computer del server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server e fare clic su OK.

  7. È ora possibile utilizzare lo snap-in di MMC per gestire il server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server analogamente agli altri computer che eseguono un sistema operativo Windows Server.

Per configurare Windows Firewall per consentire agli snap-in di MMC di connettersi

  • Per consentire a tutti gli snap-in di MMC di connettersi, al prompt dei comandi digitare:

    Netsh advfirewall firewall set rule group=“remote administration” new enable=yes

  • Per consentire solo a snap-in di MMC specifici di connettersi, al prompt dei comandi digitare:

    Netsh advfirewall firewall set rule group=“<rulegroup>” new enable=yes

    Dove:

    Rulegroup è uno dei valori della tabella seguente, in base allo snap-in che si desidera connettere.

 

Snap-in di MMC Gruppo regole

Visualizzatore eventi

Gestione remota registro eventi

Servizi

Gestione servizi remoti

Cartelle condivise

Condivisione file e stampanti

Utilità di pianificazione

Gestione remota attività pianificate

Affidabilità e prestazioni

  • Avvisi e registri di prestazioni

  • Condivisione file e stampanti

Gestione disco

Gestione volumi remota

Windows Firewall con protezione avanzata

Gestione remota Windows Firewall

noteNota
Alcuni snap-di in MMC non dispongono di un gruppo di regole corrispondente che consente di connettersi attraverso il firewall. Se, tuttavia, si abilitano i gruppi di regole per Visualizzatore eventi, Servizi o Cartelle condivise, la maggior parte degli altri snap-in può connettersi.

Inoltre, alcuni snap-in richiedono ulteriori operazioni di configurazione prima che possano connettersi attraverso il firewall.

  • Gestione dispositivi. È necessario innanzitutto abilitare l'impostazione Consenti accesso remoto all'interfaccia PnP. A tale scopo, su un computer che esegue Microsoft Windows Vista o un'installazione completa di Windows Server 2008, aprire lo snap-in di MMC Editor Criteri di gruppo locali, connettersi al computer in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server, passare a Configurazione computer\Modelli amministrativi\Installazione dispositivi e quindi abilitare Consenti accesso remoto all'interfaccia PnP. Riavviare il computer in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server.

    Si noti che, se utilizzato in remoto, Gestione dispositivi è di sola lettura.

  • Gestione disco. È necessario innanzitutto avviare il Servizio dischi virtuali sul computer in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server.

  • Monitor di protezione IP. È necessario innanzitutto abilitare la gestione remota di questo snap-in. A tale scopo, al prompt dei comandi digitare:

    Cscript \windows\system32\scregedit.wsf /im 1

  • Affidabilità e prestazioni. Lo snap-in non richiede ulteriori operazioni di configurazione, ma quando viene utilizzato per monitorare un computer in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server, è possibile esaminare solo i dati delle prestazioni. Non sono disponibili dati di affidabilità.

Per aggiungere hardware a un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

  1. Per installare nuovo hardware, seguire le istruzioni del fornitore dell'hardware.

    • Se il driver del nuovo hardware è incluso in Windows Server 2008, verrà avviata la funzionalità Plug and Play, che installerà il driver.

    • Se il driver dell'hardware non è incluso, continuare con i passaggi 2 e 3.

  2. Copiare i file del driver in una cartella temporanea all'interno del server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server.

  3. Al prompt dei comandi aprire la cartella in cui si trovano i file del driver e quindi eseguire il comando seguente:

    pnputil -i -a <infdriver>

    Dove:

    infdriver è il nome del file con estensione inf del driver.

  4. Se richiesto, riavviare il computer.

Per recuperare l'elenco dei driver installati in un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

  • Al prompt dei comandi digitare:

    sc query type= driver

noteNota
Per una corretta esecuzione del comando è necessario inserire uno spazio dopo il segno di uguale.

Per disabilitare un driver di dispositivo in un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server

  • Al prompt dei comandi digitare:

    sc delete <nome_servizio>

    Dove:

    nome_servizio è il nome del servizio ottenuto mediante il comando sc query type= driver.

Amministrare un'installazione dei componenti di base del server

In questa sezione vengono trattate le attività amministrative più comuni eseguite in locale o da postazione remota dal prompt dei comandi. I comandi sono raggruppati nelle sezioni seguenti:

  • Configurazione e installazione

  • Rete e firewall

  • Aggiornamenti e segnalazione degli errori

  • Servizi, processi e prestazioni

  • Registri eventi

  • Disco e file system

  • Hardware

  • Amministrazione remota

Prerequisiti per l'amministrazione di un'installazione dei componenti di base del server

Per completare questa attività, è necessario quanto segue:

  • Un computer in cui sia stata eseguita e configurata un'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008

  • Un account utente amministratore e la relativa password per il server che esegue l'installazione dei componenti di base del server

Problemi noti dell'amministrazione di un'installazione dei componenti di base del server

  • L'installazione dei componenti di base del server supporta Windows Installer in modalità non interattiva. È quindi possibile installare strumenti e utilità Windows da file Windows Installer.

  • Per utilizzare in remoto lo snap-in MMC Gestione disco, avviare il Servizio dischi virtuali in un server che esegue un'installazione dei componenti di base del server. A questo scopo, al prompt dei comandi digitare:

    net start VDS

  • Se è necessario scrivere uno script per gestire un server in cui è in esecuzione un'installazione dei componenti di base del server, che richiede l'inclusione di una password amministrativa, vedere la rubrica sullo scripting in Microsoft TechNet (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=56421).

Procedure per l'amministrazione di un'installazione dei componenti di base del server

Nelle procedure seguenti vengono descritte le attività di amministrazione più comuni per un server che esegue un'installazione dei componenti di base del server.

Configurazione e installazione

 

Attività Procedura

Impostazione della password amministrativa

Al prompt dei comandi digitare:

net user administrator *

Aggiunta di un computer a un dominio

  1. Al prompt dei comandi digitare sulla stessa riga:

    netdom join %computername% /domain:<dominio> /userd:<dominio>\<nomeutente> /password:*

  2. Riavviare il computer.

Conferma del cambiamento di dominio

Al prompt dei comandi digitare:

set

Rimozione di un computer da un dominio

Al prompt dei comandi digitare:

netdom remove

Aggiunta di un utente al gruppo Administrators locale

Al prompt dei comandi digitare:

net localgroup Administrators /add <dominio>\<nomeutente>

Rimozione di un utente dal gruppo Administrators locale

Al prompt dei comandi digitare:

net localgroup Administrators /delete <dominio\nomeutente>

Aggiunta di un utente al computer locale

Al prompt dei comandi digitare:

net user <dominio\nomeutente> /add *

Aggiunta di un gruppo al computer locale

Al prompt dei comandi digitare:

net localgroup <nome gruppo> /add

Modifica del nome di un computer appartenente al dominio

Al prompt dei comandi digitare:

netdom renamecomputer %computername% /NewName:<nuovo nome computer> /userd:<dominio\nomeutente> /password:*

Conferma del nuovo nome computer

Al prompt dei comandi digitare:

set

Modifica del nome di un computer in un gruppo di lavoro

  1. Al prompt dei comandi digitare:

    netdom renamecomputer <nomecomputercorrente> /NewName:<nuovonomecomputer>

  2. Riavviare il computer.

Disabilitazione della gestione del file di paging

Al prompt dei comandi digitare:

wmic computersystem where name="<nomecomputer>" set AutomaticManagedPagefile=False

Configurazione del file di paging

Al prompt dei comandi digitare:

wmic pagefileset where name=”<percorso/nomefile>” set InitialSize=<diminiziali>,MaximumSize=<dimmax>

Dove:

percorso/nomefile rappresenta il percorso e il nome del file di paging

diminiziali rappresenta le dimensioni iniziali del file di paging in byte

dimmax rappresenta le dimensioni massime del file di paging in byte

Passaggio a un indirizzo IP statico

  1. Al prompt dei comandi digitare:

    ipconfig /all

  2. Registrare le informazioni pertinenti o reindirizzarle a un file di testo (ipconfig /all >ipconfig.txt).

  3. Al prompt dei comandi digitare:

    netsh interface ipv4 show interfaces

  4. Verificare la presenza di un elenco di interfacce.

  5. Al prompt dei comandi digitare:

    netsh interface ipv4 set address name <ID da elenco interfacce> source=static address=<indirizzo IP preferito> gateway=<indirizzo gateway>

  6. Per verificare, al prompt dei comandi digitare ipconfig /all e controllare che DHCP abilitato sia impostato su No.

Impostazione di un indirizzo DNS statico

  1. Al prompt dei comandi digitare:

    netsh interface ipv4 add dnsserver name=<nome server DNS primario> address=<indirizzo IP server DNS primario> index=1

  2. Al prompt dei comandi digitare:

    netsh interface ipv4 add dnsserver name=<nome server DNS secondario> address=<indirizzo IP server DNS secondario> index=2

  3. Ripetere questi passaggi per aggiungere eventuali server aggiuntivi.

  4. Per verificare che tutti gli indirizzi siano corretti, digitare ipconfig /all.

Passaggio da un indirizzo IP statico a un indirizzo IP DHCP.

  1. Al prompt dei comandi digitare:

    netsh interface ipv4 set address name=<indirizzo IP sistema locale> source=DHCP

  2. Per verificare, digitare ipconfig /all e controllare che DHCP abilitato sia impostato su .

Attivazione locale del server

Al prompt dei comandi digitare:

slmgr.vbs -ato

Attivazione remota del server

  1. Al prompt dei comandi digitare:

    cscript slmgr.vbs -ato <nomeserver> <nomeutente> <password>

  2. Recuperare il GUID del computer tramite il comando cscript slmgr.vbs -did

  3. Digitare cscript slmgr.vbs -dli <GUID>

  4. Verificare che Stato licenza sia impostato su Concesso in licenza (attivato).

noteNota
Se l'attivazione del computer con Slmgr.vbs ha esito negativo, nel messaggio di errore risultante viene consigliato di eseguire Slui.exe, insieme al codice di errore per ulteriori informazioni. Il file Slui.exe non è incluso nelle installazioni dei componenti di base del server ed è disponibile in Microsoft Windows Vista e nelle installazioni complete di Windows Server 2008.

Rete e firewall

 

Attività Procedura

Configurazione del server per l'utilizzo di un server proxy

Al prompt dei comandi digitare:

netsh Winhttp set proxy <nomeserver>:<numero porta>

noteNota
Le installazioni dei componenti di base del server non possono accedere a Internet attraverso un proxy che richiede una password per consentire le connessioni.

Configurazione del server per evitare l'utilizzo di un server proxy

Al prompt dei comandi digitare:

netsh winttp set proxy <nomeserver>:<numero porta>bypass-list="<locale>"

Visualizzazione o modifica della configurazione IPSEC

Al prompt dei comandi digitare:

netsh ipsec

Visualizzazione o modifica della configurazione di Protezione accesso alla rete

Al prompt dei comandi digitare:

netsh nap

Visualizzazione o modifica della conversione da indirizzi IP a indirizzi fisici

Al prompt dei comandi digitare:

arp

Visualizzazione o configurazione della tabella di routing locale

Al prompt dei comandi digitare:

route

Visualizzazione o configurazione delle impostazioni del server DNS

Al prompt dei comandi digitare:

nslookup

Visualizzazione delle statistiche di protocollo e delle connessioni di rete TCP/IP correnti

Al prompt dei comandi digitare:

netstat

Visualizzazione delle statistiche di protocollo e delle connessioni TCP/IP correnti che utilizzano NetBIOS su TCP/IP (NBT).

Al prompt dei comandi digitare:

nbtstat

Visualizzazione di hop per le connessioni di rete

Al prompt dei comandi digitare:

pathping

Traccia di hop per le connessioni di rete

Al prompt dei comandi digitare:

tracert

Visualizzazione della configurazione del router multicast

Al prompt dei comandi digitare:

mrinfo

Abilitazione dell'amministrazione remota del firewall

Al prompt dei comandi digitare:

netsh advfirewall firewall set rule group=”Windows Firewall Remote Management” new enable=yes

Aggiornamenti, segnalazione degli errori e feedback

 

Attività Procedura

Installazione di un aggiornamento

Al prompt dei comandi digitare:

wusa <aggiornamento>.msu /quiet

Elenco degli aggiornamenti installati

Al prompt dei comandi digitare:

systeminfo

Rimozione di un aggiornamento

  1. Al prompt dei comandi digitare:

    expand /f:* <aggiornamento>.msu c:\test

  2. Passare a c:\test\ e aprire <aggiornamento>.xml in un editor di testo.

  3. In <aggiornamento>.xml, sostituire Install con Remove e salvare il file.

  4. Al prompt dei comandi digitare:

    pkgmgr /n:<aggiornamento>.xml

Configurazione di aggiornamenti automatici

Al prompt dei comandi:

  • Per controllare qual è l'impostazione corrente, digitare:

    cscript scregedit.wsf /AU /v

  • Per attivare gli aggiornamenti automatici, digitare:

    cscript scregedit.wsf /AU /4

  • Per disattivare gli aggiornamenti automatici, digitare:

    cscript scregedit.wsf /AU /1

Attivazione della segnalazione degli errori

Al prompt dei comandi:

  • Per controllare qual è l'impostazione corrente, digitare: serverWerOptin /query

  • Per inviare rapporti dettagliati automaticamente, digitare:

    serverWerOptin /detailed

  • Per inviare rapporti brevi automaticamente, digitare:

    serverWerOptin /summary

  • Per disattivare la segnalazione degli errori, digitare: serverWerOptin /disable

Partecipazione al programma Analisi utilizzo software

Al prompt dei comandi:

  • Per controllare qual è l'impostazione corrente, digitare:

    serverCEIPOptin /query

  • Per partecipare al programma, digitare:

    serverCEIPOptin /enable

  • Per annullare la partecipazione al programma, digitare:

    serverCEIPOptin /disable

Servizi, processi e prestazioni

 

Attività Procedura

Elenco dei servizi in esecuzione

Al prompt dei comandi digitare uno dei comandi seguenti:

  • sc query

  • net start

Avvio di un servizio

Al prompt dei comandi digitare uno dei comandi seguenti:

  • sc start <nome servizio>

  • net start <nome servizio>

Arresto di un servizio

Al prompt dei comandi digitare uno dei comandi seguenti:

  • sc stop <nome servizio>

  • net stop <nome servizio>

Recupero di un elenco di applicazioni in esecuzione e dei processi associati

Al prompt dei comandi digitare:

tasklist

Arresto forzato di un processo

  1. Utilizzare il comando tasklist per recuperare l'ID del processo (PID).

  2. Al prompt dei comandi digitare:

    taskkill /PID <ID processo>

Avvio di Gestione attività.

Al prompt dei comandi digitare:

taskmgr

Gestione dei contatori e della registrazione delle prestazioni tramite comandi quali typeperf, logman, relog, tracerprt.

Vedere http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=84872

Registri eventi

 

Attività Procedura

Elenco dei registri eventi

Al prompt dei comandi digitare:

wevtutil el

Esecuzione di query di eventi in un registro specifico

Al prompt dei comandi digitare:

wevtutil qe /f:text <nome registro>

Esportazione di un registro eventi

Al prompt dei comandi digitare:

wevtutil epl <nome registro>

Cancellazione di un registro eventi

Al prompt dei comandi digitare:

wevtutil cl <nome registro>

Disco e file system

 

Attività Procedura

Gestione delle partizioni del disco

Per un elenco completo dei comandi, al prompt dei comandi digitare:

diskpart /?

Gestione software RAID

Per un elenco completo dei comandi, al prompt dei comandi digitare:

diskraid /?

Gestione dei punti di montaggio dei volumi

Per un elenco completo dei comandi, al prompt dei comandi digitare:

mountvol /?

Deframmentazione di un volume

Per un elenco completo dei comandi, al prompt dei comandi digitare:

defrag /?

Conversione di un volume nel file system NTFS

Al prompt dei comandi digitare:

convert <lettera volume> /FS:NTFS

Compattazione di un file

Per un elenco completo dei comandi, al prompt dei comandi digitare:

compact /?

Amministrazione di file aperti

Per un elenco completo dei comandi, al prompt dei comandi digitare:

openfiles /?

Amministrazione di cartelle Servizio Copia Shadow del volume

Per un elenco completo dei comandi, al prompt dei comandi digitare:

vssadmin /?

Amministrazione del file system

Per un elenco completo dei comandi, al prompt dei comandi digitare:

fsutil /?

Verifica della firma di un file

Al prompt dei comandi digitare:

sigverif /?

Acquisizione della proprietà di un file o di una cartella

Per un elenco completo dei comandi, al prompt dei comandi digitare:

icacls /?

Hardware

 

Attività Procedura

Aggiunta del driver di un nuovo dispositivo hardware

  1. Copiare il driver in una cartella in %homedrive%\<cartella driver>.

  2. Al prompt dei comandi digitare:

    pnputil -i -a %homedrive%\<cartella driver>\<driver>.inf

Rimozione del driver di un dispositivo hardware

  1. Per un elenco dei driver caricati, al prompt dei comandi digitare:

    sc query type= driver

  2. Al prompt dei comandi digitare:

    sc delete <nome_servizio>

Registrare bug nonché commenti e suggerimenti

I vostri commenti sono importanti, poiché grazie ad essi saremo in grado di migliorare l'opzione di installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008 nelle versioni future di Windows Server 2008. Sono graditi i vostri commenti sugli argomenti seguenti:

  • Esperienza di utilizzo dell'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008, eventuali problemi riscontrati e utilità del presente documento.

  • Richieste di nuove funzionalità e commenti generali sull'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008.

  • Commenti su questa guida dettagliata. Per inviare i vostri commenti su questa guida, seguire le istruzioni disponibili presso il sito Web Microsoft all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=55105. Si noti che nell'area dei commenti del sito Web è necessario indicare il nome di questa guida dettagliata.

Ulteriori riferimenti

Le risorse seguenti includono informazioni aggiuntive sull'installazione dei componenti di base del server di Windows Server 2008:

  • Se si desidera supporto per il prodotto, visitare il sito Web Microsoft Connect all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=49779

  • Per accedere ai newsgroup relativi all'installazione dei componenti di base del server, seguire le istruzioni disponibili presso il sito Web Microsoft Connect all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=50067.

  • I beta tester che partecipano allo speciale programma beta Technology Adoption Program (TAP) possono contattare inoltre il membro del team di sviluppo Microsoft loro assegnato per richiedere assistenza.

Nelle risorse seguenti sono disponibili ulteriori informazioni su alcuni comandi utilizzati per installare e configurare le installazioni dei componenti di base del server e i ruoli server:

Active Directory

Windows Server 2003 Active Directory

(http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=19802)

Backup

Backup e ripristino dei dati

(http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=22347)

Crittografia unità BitLocker

Panoramica di Crittografia unità BitLocker

(http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=62724)

Clustering di failover
File di installazione automatica Dcpromo

Eseguire un'installazione automatica di Active Directory

(http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=49661)

DHCP

Dynamic Host Configuration Protocol (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=56423)

Dfscmd
File system distribuito

File system distribuito (DFS)

(http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=58131)

Replica DFS
DNS

Domain Name System (DNS) di Windows Server 2003

(http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=56422)

Dnscmd
Replica file
File server

Servizi file e archiviazione

(http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=26716)

Multipath I/O

Tecnologie di archiviazione Microsoft: Multipath I/O

(http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=50521)

Netsh
NFS (Network File System)

Linee guida per l'ottimizzazione delle prestazioni per i servizi NFS (Network File System)

(http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=62727)

Archivi rimovibili
Subsystem for UNIX-based Applications

Subsystem for UNIX-based Applications

(http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=57768)

Appendice A: installazione dei componenti di base del server di esempio: Unattend.xml

Copiare il codice di esempio in un editor di testo e salvare il file con il nome Unattend.xml.

noteNota
Per ulteriori informazioni sulle impostazioni del file di installazione automatica, vedere la documentazione relativa a questo tipo di file. Windows System Image Manager, in dotazione con Windows Automated Installation Kit, rappresenta un ottimo ambiente per la creazione di file di installazione automatica.

<unattend xmlns="urn:schemas-microsoft-com:unattend" xmlns:ms="urn:schemas-microsoft-com:asm.v3" xmlns:wcm="http://schemas.microsoft.com/WMIConfig/2002/State">

<!-- Do not have empty elements. Delete such elements instead. Values should be assumed to be case sensitive. Boolean types have valid values as true,false,0,1 and are case sensitive. Other examples of case sensitive values are Drive Letters (only upper case C-Z supported), Format, Type. -->

<settings pass="windowsPE">

<component name="Microsoft-Windows-Setup" publicKeyToken="31bf3856ad364e35" language="neutral" versionScope="nonSxS" processorArchitecture="x86">

<UserData>

<AcceptEula>true</AcceptEula>

<!-- Optional FullName, Organization. WillShowUI for ComputerName, ProductKey default to OnError -->

<FullName>MyFullName</FullName>

<Organization>MyOrganizationName</Organization>

<ProductKey>

<WillShowUI>OnError</WillShowUI>

<Key>Sensitive*Data*Deleted</Key>

</ProductKey>

</UserData>

<ImageInstall>

<OSImage>

<WillShowUI>Never</WillShowUI>

<InstallTo>

<DiskID>0</DiskID>

<PartitionID>1</PartitionID>

</InstallTo>

<InstallFrom>

<MetaData>

<Key>/IMAGE/Name</Key>

<!—Specify that this is a Server Core installation. To install server, the value is Windows Longhorn Server%SKU%core. This example is for the Standard edition -->

<Value>Windows Longhorn SERVERSTANDARDCORE</Value>

</MetaData>

</InstallFrom>

</OSImage>

</ImageInstall>

</component>

</settings>

<settings pass="specialize">

<component name="Microsoft-Windows-Shell-Setup" publicKeyToken="31bf3856ad364e35" language="neutral" versionScope="nonSxS" processorArchitecture="x86">

<!-- ComputerName can contain no more than 15 characters -->

<ComputerName>MyCompName</ComputerName>

</component>

<component name="Microsoft-Windows-TerminalServices-RDP-WinStationExtensions" publicKeyToken="31bf3856ad364e35" language="neutral" versionScope="nonSxS" processorArchitecture="x86">

<!-- Enable support for pre-Windows Vista or Windows Server 2008 Terminal Services clients -->

<UserAuthentication>0</UserAuthentication>

</component>

<component name="Microsoft-Windows-TerminalServices-LocalSessionManager" publicKeyToken="31bf3856ad364e35" language="neutral" versionScope="nonSxS" processorArchitecture="x86">

<!-- Enable Terminal Services Remote Admin Mode -->

<fDenyTSConnections>false</fDenyTSConnections>

</component>

<component name="Microsoft-Windows-Web-Services-for-Management-Core" publicKeyToken="31bf3856ad364e35" language="neutral" versionScope="nonSxS" processorArchitecture="x86">

<!-- Enable Windows Remote Shell Listener -->

<ConfigureWindowsRemoteManagement>true</ConfigureWindowsRemoteManagement>

</component>

<component name="Microsoft-Windows-UnattendedJoin" publicKeyToken="31bf3856ad364e35" language="neutral" versionScope="nonSxS" processorArchitecture="x86">

<Identification>

<Credentials>

<Domain>UserDomain</Domain>

<Username>UserName</Username>

<Password>UserPassword</Password>

</Credentials>

<JoinDomain>DomainToBeJoined</JoinDomain>

<!-- You can either have JoinDomain or JoinWorkgroup but not both.

<JoinWorkgroup>work</JoinWorkgroup>

-->

</Identification>

</component>

</settings>

<settings pass="oobeSystem">

<component name="Microsoft-Windows-Shell-Setup" publicKeyToken="31bf3856ad364e35" language="neutral" versionScope="nonSxS" processorArchitecture="x86">

<Display>

<HorizontalResolution>1024</HorizontalResolution>

<VerticalResolution>768</VerticalResolution>

<ColorDepth>16</ColorDepth>

</Display>

<UserAccounts>

<DomainAccounts>

<DomainAccountList>

<Domain>DOMAIN</Domain>

<DomainAccount>

<Name>TestAccount1</Name>

<Group>Administrators</Group>

</DomainAccount>

</DomainAccountList>

</DomainAccounts>

</UserAccounts>

</component>

</settings>

</unattend>

noteNota
Se si utilizza il carattere * per <nomecomputer>, il nome verrà generato in modo casuale.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2014 Microsoft