Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Guida dettagliata per Aggiornamento di Servizi di distribuzione Windows

Aggiornamento: maggio 2008

Si applica a: Windows Server 2003,Windows Server 2003 R2,Windows Server 2003 with SP1,Windows Server 2003 with SP2,Windows Vista

Questa guida dettagliata rappresenta un'introduzione ad Aggiornamento di Servizi di distribuzione Microsoft® Windows® per Microsoft Windows Server 2003 ed include una panoramica delle funzionalità e degli scenari che è possibile utilizzare per eseguire il test di Servizi di distribuzione Windows, nonché i dettagli relativi alla tecnologia.

La guida è progettata per gli specialisti responsabili della distribuzione dei sistemi operativi Windows all'interno di un'organizzazione e presuppone la conoscenza delle comuni tecnologie di distribuzione per computer desktop, dei componenti di rete (incluso il protocollo DHCP), del servizio DNS (Domain Name System) e del servizio directory Active Directory®.

Che cosa è Servizi di distribuzione Windows?

Servizi di distribuzione Windows è la versione aggiornata e rinnovata di Servizi di installazione remota che consente la rapida implementazione e distribuzione dei sistemi operativi Windows. È possibile utilizzare Servizi di distribuzione Windows per eseguire un'installazione dalla rete nei nuovi computer senza essere presenti fisicamente e senza installare direttamente le applicazioni dai CD.

Windows Deployment Services è il nome della funzionalità per un gruppo di componenti integrati che consentono la distribuzione dei sistemi operativi Windows, in particolare di Windows Vista®. Tali componenti sono organizzati nelle tre categorie seguenti:

Componenti server Questi componenti includono un server Pre-Boot Execution Environment (PXE) e un server TFTP (Trivial File Transfer Protocol) per l'avvio di rete di un client al fine di caricare e installare un sistema operativo. Includono inoltre un archivio di cartelle e immagini condivise che contiene immagini d'avvio, immagini di installazione e file necessari in modo specifico per l'avvio di rete.

Componenti client Questi componenti includono un'interfaccia utente grafica che viene eseguita all'interno di Windows PE e comunica con i componenti server per selezionare e installare un'immagine del sistema operativo.

Componenti di gestione Questi componenti sono un insieme di strumenti utilizzati per gestire il server, le immagini del sistema operativo e gli account di computer client.

Quali sono le novità di Servizi di distribuzione Windows?

Servizi di distribuzione Windows include lo snap-in MMC per la gestione completa di tutte le funzionalità di questi servizi. In Servizi di distribuzione Windows sono inoltre disponibili vari miglioramenti al gruppo di funzionalità di Servizi di installazione remota. Tali miglioramenti supportano la distribuzione dei sistemi operativi Microsoft Windows Vista e Windows Server 2008. Le modifiche incluse sono le seguenti:

  • Supporto nativo per Windows PE come sistema operativo di avvio

  • Supporto nativo per il formato di file Windows Imaging (WIM)

  • Un componente server PXE estendibile e con prestazioni superiori

  • Un nuovo menu client per la selezione dei sistemi operativi di avvio

Chi sono i destinatari di questa guida?

Tra i destinatari sono inclusi:

  • Analisti o progettisti IT che si occupano della valutazione di Microsoft Windows Vista o di Windows Server 2008

  • Progettisti IT dell'organizzazione

  • Specialisti della distribuzione interessati all'esecuzione di test su una soluzione di distribuzione affidabile di tipo bare metal, ovvero senza sistema operativo installato nei computer.

Vantaggi dell'utilizzo di Servizi di distribuzione Windows

Servizi di distribuzione Windows offre i vantaggi seguenti:

  • Consente di ridurre il costo totale di proprietà e la complessità delle distribuzioni.

  • Consente di distribuire il sistema operativo Windows nei computer bare metal.

  • Supporta ambienti misti, inclusi Microsoft Windows XP e Microsoft Windows Server 2003.

  • Include una soluzione end-to-end per la distribuzione dei sistemi operativi Windows nei computer client e server.

  • È basato sulle tecnologie di installazione di Windows Server 2008, inclusi Windows PE, WIM e l'installazione basata su immagine.

Modalità delle funzionalità server

Per illustrare il livello di funzionalità associato alle diverse configurazioni possibili di Servizi di distribuzione Windows, ottenuto tramite installazioni pulite e aggiornamenti di Servizi di installazione remota, è possibile raggruppare gli strumenti di amministrazione e le operazioni server in una delle tre classificazioni note come modalità del server.

  1. Servizi di installazione remota legacy

    • Ambiente di avvio = Installazione guidata client

    • Tipi di immagine: RISETUP e RIPREP

    • Strumenti di amministrazione = Set di strumenti di Servizi di installazione remota

  2. Modalità mista di Servizi di distribuzione Windows

    • Ambiente di avvio = Installazione guidata client e Windows PE

    • Tipi di immagine: WIM, RISETUP e RIPREP

    • Strumenti di amministrazione = Set di strumenti di Servizi di installazione remota e WdsMgmt

  3. Modalità nativa di Servizi di distribuzione Windows

    • Ambiente di avvio = Windows PE

    • Tipi di immagine: WIM

    • Strumenti di amministrazione = WdsMgmt

Modalità legacy

Dal punto di vista funzionale, la modalità legacy di Servizi di distribuzione Windows è equivalente a quella di Servizi di installazione remota in quanto corrisponde ai file binari di Servizi di distribuzione Windows con le funzionalità di Servizi di installazione remota. In questa modalità, solo l'Installazione guidata client sarà presente come sistema operativo di avvio. Per tale motivo vengono supportate solo le immagini RISETUP e RIPREP. In termini di facilità di gestione, i nuovi strumenti di gestione di Servizi di distribuzione Windows non verranno utilizzati. In alternativa, sarà possibile gestire il server esclusivamente tramite le utilità di Servizi di installazione remota legacy. La modalità legacy di Servizi di distribuzione Windows è supportata solo in Windows Server 2003.

Modalità mista

La modalità mista di Servizi di distribuzione Windows viene utilizzata per descrivere uno stato del server in cui sono disponibili sia le immagini d'avvio dell'Installazione guidata client che quelle di Windows PE. In questa modalità, l'accesso ai tipi di immagine precedenti RISETUP e RIPREP sarà possibile tramite l'Installazione guidata client. Sarà inoltre possibile accedere al nuovo formato WIM tramite un'immagine d'avvio di Windows PE per Windows Server 2008 con il client di Servizi di distribuzione Windows. Dalla prospettiva del client, un menu di avvio consentirà la selezione in Servizi di installazione remota o in Windows PE per Windows Server 2008. In termini di facilità di gestione, un amministratore utilizzerà gli strumenti di gestione legacy per gestire le immagini RISETUP e RIPREP, mentre utilizzerà i nuovi strumenti di gestione di Servizi di distribuzione Windows per gestire tutti i facet del server e le immagini WIM. La modalità mista di Servizi di distribuzione Windows è supportata solo in Windows Server 2003.

Modalità nativa

La modalità nativa di Servizi di distribuzione Windows descrive un server di Servizi di distribuzione che include solo le immagini d'avvio di Windows PE. In questa modalità, l'Installazione guidata client non sarà presente e le immagini WIM saranno l'unico tipo di immagine supportato da distribuire ai client. La gestione del server verrà eseguita completamente tramite le nuove utilità di gestione di Servizi di distribuzione Windows. La modalità nativa di Servizi di distribuzione Windows è supportata sia in Windows Server 2003 che in Windows Server 2008. In Windows Server 2008 è l'unica modalità supportata per il server di Servizi di distribuzione Windows.

Lo scopo di consentire una transizione da una modalità del server a un'altra è fornire un percorso di migrazione pulita tra le funzionalità esistenti di Servizi di installazione remota e le nuove funzionalità dedicate specifiche di Servizi di distribuzione Windows che saranno disponibili in Windows Server 2008.

Il passaggio dalle funzionalità pure di Servizi di installazione remota alla modalità legacy di Servizi di distribuzione Windows (che prevede file binari di Servizi di distribuzione Windows ma con funzionalità analoghe a quelle di Servizi di installazione remota) viene eseguito quando un server esistente di Servizi di installazione remota viene aggiornato ai bit di Servizi di distribuzione Windows. A partire da questo punto, l'utilizzo di strumenti di gestione di Servizi di distribuzione Windows quali MMC o CLI per inizializzare il server causerà una transizione alla modalità mista di Servizi di distribuzione Windows. Il passaggio alla modalità nativa è completato quando i tipi di immagine legacy vengono convertiti in formato WIM e le funzionalità dell'Installazione guidata client vengono disattivate tramite il comando /forceNative.

Modalità iniziale del server

Il metodo di installazione e le azioni di configurazione successive determinano la modalità iniziale del server.

  1. Per passare alla modalità legacy di Servizi di distribuzione Windows

    1. Installare il componente facoltativo Servizi di installazione remota in Windows Server 2003 con SP1.

    2. Installare l'aggiornamento rapido.

    3. Eseguire RISETUP e aggiungere un'immagine.

  2. Per passare alla modalità mista di Servizi di distribuzione Windows

    1. Installare il componente facoltativo Servizi di installazione remota in Windows Server 2003 con SP1.

    2. Eseguire RISETUP e aggiungere un'immagine.

    3. Installare l'aggiornamento rapido.

    4. Eseguire WDSUTIL /initialize-server.

  3. Per passare alla modalità nativa di Servizi di distribuzione Windows

    1. Installare il componente facoltativo Servizi di installazione remota in Windows Server 2003 con SP1.

    2. Installare l'aggiornamento rapido.

    3. Eseguire WDSUTIL /initialize-server.

      noteNota
      L'installazione di Windows Server 2003 Service Pack 2 installa automaticamente Aggiornamento di Servizi di distribuzione Windows se è presente Servizi di installazione remota.

Argomenti della guida

Scenari fondamentali relativi a Servizi di distribuzione Windows

In questa guida vengono descritti gli scenari seguenti:

  • Installazione di Servizi di distribuzione Windows

  • Configurazione di Servizi di distribuzione Windows

  • Avvio PXE di un client per installare Windows

  • Configurazione del menu di avvio

Installazione di Servizi di distribuzione Windows

  • È possibile installare il ruolo server di Servizi di distribuzione Windows tramite l'eseguibile windows_deployment_services_update.exe fornito con Windows Automated Installation Kit (Windows AIK).

Prerequisiti per l'installazione di Servizi di distribuzione Windows

Per completare questa attività, è necessario che l'ambiente informatico sia conforme ai requisiti tecnici seguenti:

  • Active Directory Un server di Servizi di distribuzione Windows deve essere membro di un dominio Active Directory o di un controller di dominio per un dominio Active Directory. Le versioni del dominio e della foresta di Active Directory sono irrilevanti in quanto tutte le configurazioni dei domini e delle foreste supportano Servizi di distribuzione Windows.

  • DHCP È necessario disporre di un server DHCP funzionante con un ambito attivo nella rete poiché Servizi di distribuzione Windows utilizza PXE, che a sua volta utilizza DHCP.

  • DNS È necessario un server DNS funzionante nella rete per eseguire Servizi di distribuzione Windows.

  • Supporti di installazione Sono necessari i supporti di Windows Automated Installation Kit (Windows AIK) o un percorso di rete contenente l'installazione di Windows AIK per installare Aggiornamento di Servizi di distribuzione Windows.

  • Una partizione NTFS nel server di Servizi di distribuzione Windows Il server che esegue Servizi di distribuzione Windows richiede una partizione NTFS per l'archivio immagini.

  • Windows Server 2003 SP1 con Servizi di installazione remota installato Non è necessario configurare Servizi di installazione remota, ma è necessario installarlo per eseguire l'aggiornamento.

Credenziali amministrative

Per l'installazione di Servizi di distribuzione Windows, è necessario che l'amministratore sia membro del gruppo di amministratori locali nel server di Servizi di distribuzione Windows. Per avviare il client di Servizi di distribuzione Windows, è necessario esseri membri del gruppo Domain Users.

Procedure per l'installazione di Servizi di distribuzione Windows

Per installare Servizi di distribuzione Windows, utilizzare una delle procedure seguenti:

  • Installazione dell'aggiornamento dall'interfaccia di Windows

  • Installazione dell'aggiornamento dalla riga di comando

Installazione dell'aggiornamento da Esplora risorse

Per installare l'aggiornamento da Esplora risorse
  1. Tramite Esplora risorse, individuare l'aggiornamento nel computer locale o in una risorsa di rete condivisa.

  2. Fare doppio clic su windows-deployment-services-update per avviare l'installazione.

  3. Nell'Installazione guidata Servizi di distribuzione Windows seguire tutte le istruzioni e quindi fare clic su Avanti per continuare.

  4. Nella pagina Termini del Contratto di licenza software Microsoft fare clic su Accetto i termini del Contratto di licenza e quindi fare clic su Avanti per continuare.

  5. Verrà aperta la pagina Aggiornamento del sistema in corso, ma non sarà necessaria alcuna azione.

  6. Verrà aperta la pagina Riepilogo e configurazione, ma non sarà necessaria alcuna azione.

  7. Nella pagina Completamento fare clic su Avanti per riavviare.

Installazione dell'aggiornamento dalla riga di comando

Per installare l'aggiornamento dal prompt dei comandi
  1. Passare alla cartella contenente l'aggiornamento.

  2. Digitare windows-deployment-services-update /quiet.

  3. Al termine dell'installazione, fare clic su OK per riavviare il computer.

ImportantImportante
Se il sistema che si tenta di aggiornare non è conforme ai requisiti minimi, verrà visualizzata la pagina Installazione non riuscita. In tal caso, annotare le cause dell'errore, intraprendere l'azione di correzione appropriata ed eseguire nuovamente l'aggiornamento.

Durante il processo di installazione, vengono eseguite le operazioni seguenti:

  • Viene installato il servizio TFTP (Trivial File Transfer Protocol).

  • Viene installato il servizio del componente Servizi di distribuzione Windows.

  • Vengono installati lo snap-in e le utilità per la gestione di Servizi di distribuzione Windows.

Configurazione di Servizi di distribuzione Windows

La configurazione di Servizi di distribuzione Windows viene eseguita utilizzando la Configurazione guidata Servizi di distribuzione Windows oppure utilizzando WDSUTIL dal prompt dei comandi. La configurazione di Servizi di distribuzione Windows implica le azioni seguenti:

  • La creazione di una cartella condivisa che conterrà i file necessari per l'avvio PXE, i file per l'avvio di Windows PE in RAMDISK, le immagini d'avvio di Windows PE e le immagini di installazione per Microsoft Windows Vista o per Windows Server 2008

  • Il caricamento di un'immagine del sistema operativo di avvio della versione di Windows PE per Windows Server 2008 in formato WIM

  • Il caricamento di un'immagine del sistema operativo di avvio di Microsoft Windows Vista, Windows Server 2008, Windows Server 2003 o Windows XP in formato WIM

  • La configurazione delle impostazioni relative alla risposta del listener PXE per controllare l'eventuale risposta del server alle richieste di avvio client in ingresso.

Prerequisiti per la configurazione di Servizi di distribuzione Windows

Per completare questa attività, è necessario che l'ambiente informatico sia conforme ai requisiti tecnici seguenti:

  • Tutti i requisiti di installazione Tutti i requisiti descritti nella sezione precedente "Installazione di Servizi di distribuzione Windows".

  • Completamento corretto dell'installazione Il completamento corretto di tutte le operazioni descritte nella sezione precedente "Installazione di Servizi di distribuzione".

Credenziali amministrative

Per l'installazione di Servizi di distribuzione Windows, è necessario che l'amministratore sia membro del gruppo di amministratori locali nel server di Servizi di distribuzione Windows. Per avviare il client di Servizi di distribuzione Windows, è necessario essere membri del gruppo Domain Users.

Problemi noti relativi alla configurazione di Servizi di distribuzione Windows

Durante l'installazione di Servizi di distribuzione Windows si potrebbero verificare i problemi seguenti:

  • Non è possibile caricare immagini WIM con spanning. In alternativa, è necessario inserire nuovamente le immagini con spanning in un singolo file WIM contiguo.

Procedure per la configurazione di Servizi di distribuzione Windows

Per configurare Servizi di distribuzione Windows, utilizzare una delle procedure seguenti:

  • Utilizzo dell'Installazione guidata Servizi di distribuzione Windows

  • Utilizzo di WDSUTIL dalla riga di comando

Utilizzo dell'Installazione guidata Servizi di distribuzione Windows

Per configurare Servizi di distribuzione Windows tramite l'interfaccia di Windows
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione e quindi WdsMgmt.

  2. Nel riquadro sinistro dell'MMC di WdsMgmt fare clic per espandere Servizi di distribuzione Windows.

  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Server e quindi scegliere Aggiungi server.

  4. Nella finestra di dialogo Aggiungi server viene selezionato per impostazione predefinita il server locale. Fare clic su OK per continuare.

  5. Nella finestra di dialogo Avviso relativo all'aggiunta del server fare clic su per aggiungere il server.

  6. Espandere il nodo Server.

  7. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul server e scegliere Configura server per avviare la Configurazione guidata Servizi di distribuzione Windows.

  8. Nella pagina di benvenuto fare clic su Avanti.

  9. Nella pagina Percorso cartella di installazione remota fare clic su Avanti per accettare il percorso predefinito C:\RemoteInstall.

  10. Se viene rilevato il servizio Microsoft DHCP nel server da configurare come server di Servizi di distribuzione Windows, impostare Configura opzione DHCP 60 su PXEClient e impostare Servizi di distribuzione Windows su Non metterti in ascolto sulla porta 67.

  11. Nella pagina Impostazioni iniziali server PXE fare clic su Rispondi a tutti i computer client e quindi su Avanzate.

  12. Nella finestra di dialogo Impostazioni avanzate fare clic su Aggiungi automaticamente il computer client e contrassegnalo come conosciuto e quindi su OK.

    noteNota
    Queste sono le impostazioni consigliate per un ambiente di laboratorio. Utilizzare le impostazioni più appropriate per l'ambiente specifico. Per informazioni sulla pregestione dei computer client, vedere la pagina relativa alla pregestione dei computer client all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=50166.

  13. Fare clic su Fine per completare l'installazione.

  14. Deselezionare la casella di controllo Aggiungi immagini al server di distribuzione Windows ora e quindi fare clic su Fine.

Per aggiungere un'immagine d'avvio tramite WdsMgmt
  1. Nel riquadro sinistro dell'MMC di WdsMgmt fare clic per espandere il server a cui si desidera aggiungere l'immagine d'avvio.

  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Immagine d'avvio e quindi scegliere Aggiungi immagine d'avvio.

  3. Selezionare l'immagine d'avvio e fare clic su Apri.

  4. Nella pagina File immagine fare clic su Avanti.

  5. Nella pagina Descrizione immagine fare clic su Avanti per selezionare il nome predefinito e la descrizione.

  6. Nella pagina Riepilogo fare clic su Avanti.

  7. Fare clic su Fine.

Per aggiungere un'immagine di installazione tramite WdsMgmt
  1. Seguire le istruzioni della sezione "Creazione di immagini tramite Servizi di distribuzione Windows" più avanti in questo documento per creare e aggiungere un'immagine di acquisizione in base all'immagine d'avvio aggiunta nella procedura "Per aggiungere un'immagine d'avvio tramite WdsMgmt".

  2. Seguire le istruzioni della sezione "Creazione di immagini tramite Servizi di distribuzione Windows" più avanti in questo documento per acquisire un'immagine di installazione e aggiungerla al server di Servizi di distribuzione Windows.

Utilizzo di WDSUTIL dalla riga di comando

Per configurare Servizi di distribuzione Windows dalla riga di comando
  1. Per l' esecuzione di WDSUTIL, l'utilità da riga di comando per la gestione di Servizi di distribuzione Windows, sono necessari privilegi elevati. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi e Accessori, fare clic con il pulsante destro del mouse su Prompt dei comandi e quindi scegliere Esegui con privilegi elevati.

  2. Al prompt dei comandi digitare:

    WDSUTIL /initialize-server /reminst:" letteraunità \ nomecartella "

    dove letteraunità è il nome dell'unità con formattazione NTFS e nomecartella è il nome della directory in cui si desidera creare la cartella condivisa.

  3. Per impostare il criterio di risposta in modo da rispondere a tutti i client, digitare:

    WDSUTIL /set-server /answerclients:all

    noteNota
    Se si installa Servizi di distribuzione Windows in un sistema in cui è installato Microsoft DHCP, digitare WDSUTIL /set-server /usedhcpports:no /DHCPoption60:yes.

  4. Per aggiungere un'immagine d'avvio, digitare:

    WDSUTIL /add-image /imagefile:\\server\share\sources\boot.wim /imagetype:boot

    dove il percorso è il percorso completo dell'immagine d'avvio.

  5. Per aggiungere un'immagine di installazione, digitare:

    WDSUTIL /add-image /imagefile:\\server\share\sources\install.wim /image type:install

    dove il percorso è il percorso completo dell'immagine di installazione.

    noteNota
    Per visualizzare la Guida di WDSUTIL, digitare WDSUTIL /? al prompt dei comandi.

Avvio PXE di un client per installare Windows

In Servizi di distribuzione Windows viene utilizzata la tecnologia Pre-boot Execution Environment (PXE) per abilitare un computer client all'avvio di rete e alla connessione remota tramite una connessione di rete TCP/IP a un server di Servizi di distribuzione Windows al fine di installare un sistema operativo. I computer client che utilizzano questo processo devono supportare l'avvio remoto con ROM PXE.

Prerequisiti per l'avvio PXE di un client al fine di installare Windows

Per completare questa attività, è necessaria la conformità ai requisiti seguenti:

  • Il computer client deve essere abilitato all'avvio PXE.

  • L'ambiente deve essere conforme ai requisiti indicati nella sezione "Configurazione di Servizi di distribuzione Windows".

  • Nel dominio deve essere disponibile un server di Servizi di distribuzione Windows configurato in modo appropriato.

  • L'account utente deve essere membro del gruppo Domain Users.

Problemi noti relativi all'avvio PXE di un client per l'installazione di Windows

Durante il tentativo di esecuzione dell'avvio PXE e di installazione di Windows tramite Servizi di distribuzione Windows si potrebbero verificare i problemi seguenti:

  • Le immagini del sistema operativo disponibili non vengono visualizzate nella pagina Selezione immagine del client di Servizi di distribuzione Windows. La cause più comuni di questo problema sono le seguenti:

    • L'account di cui sono state immesse le credenziali nella schermata di raccolta delle credenziali del client di Servizi di distribuzione Windows non dispone delle autorizzazioni per la lettura dei file con estensione wim contenenti le immagini del sistema operativo in \\<WDSServer>\Reminst\Images\<Gruppo di immagini>.

    • Il tipo di architettura del client avviato (x86, Itanium o x64) non corrisponde al tipo di architettura dell'immagine presente nel server di Servizi di distribuzione Windows. Ad esempio, l'avvio di un client in un'immagine di Windows PE basata su processori x86 contenente il client di Servizi di distribuzione Windows potrà visualizzare nella pagina Selezione immagini solo immagini di installazione basate su processori x86.

  • I computer client con processore x64 non ricevono un'immagine d'avvio di Windows PE basata su processori x64. Questo problema può verificarsi se l'implementazione del BIOS di base PXE del computer abilitato all'avvio di rete non viene identificata automaticamente in modo corretto per riconoscere la capacità di supportare computer con processore x64.

    • Per risolvere questo problema, è possibile attivare il rilevamento dell'architettura nei programmi di avvio. A tal fine, digitare:

      WDSUTIL /set-server /architecturediscovery:yes

Procedura per l'avvio PXE di un computer al fine di installare Windows

Per eseguire l'avvio PXE di un computer al fine di installare un sistema operativo Windows, completare la procedura descritta in questa sezione.

Per eseguire l'avvio PXE del computer client
  1. Configurare il BIOS del client per abilitarlo all'avvio PXE e impostare l'ordine di avvio in modo che venga eseguito per primo l'avvio di rete.

  2. Quando viene richiesto, premere F12 per iniziare il processo di avvio PXE.

  3. Selezionare l'immagine d'avvio di Windows PE appropriata dal menu di avvio.

    noteNota
    Il menu di selezione dell'immagine d'avvio è disponibile solo se è stata completata la procedura descritta in "Configurazione del menu di avvio".

  4. Nella pagina di benvenuto dell'Installazione guidata di Windows fare clic su Avanti.

  5. Quando viene richiesto, specificare un nome utente e una password con credenziali sufficienti per installare immagini dal server di Servizi di distribuzione Windows.

  6. Selezionare un sistema operativo disponibile e fare clic su Avanti.

  7. Immettere un codice Product ID valido e fare clic su Avanti.

  8. In Partizione e configurazione del disco fare clic su OK per selezionare la partizione predefinita. Se necessario, è possibile caricare un driver di archiviazione di massa premendo F6.

  9. Fare clic su Avanti per avviare la fase dell'installazione corrispondente alla copia dell'immagine.

  10. Al termine dell'installazione dell'immagine, il computer verrà riavviato e l'installazione di Windows continuerà.

Configurazione del menu di avvio

All'avvio PXE, prima del caricamento del sistema operativo, in Servizi di distribuzione Windows viene visualizzato un menu di avvio. Tale menu consente a Servizi di distribuzione Windows di supportare architetture di avvio separate e una scelta di immagini d'avvio per ogni tipo di architettura. Questo meccanismo utilizza la stessa struttura di menu BCD dei sistemi operativi Windows.

Tramite Servizi di distribuzione Windows, è possibile utilizzare computer con processore x64 e avviare immagini d'avvio basate su processori x64. Ad esempio, parte di un processo di creazione del server potrebbe richiedere l'avvio di computer con processore x64 in una versione di Windows PE basata su processori x64 per eseguire test su un driver della scheda di rete a 64 bit prima dell'installazione. Sebbene sia possibile eseguire una versione di Windows PE a 32 bit nel computer 64 bit, tale computer non è in grado di convalidare il driver della scheda di rete a 64 bit.

Prerequisiti per la configurazione del menu di avvio

Per completare questa attività, è necessario verificare di aver completato le azioni descritte nella sezione precedente "Configurazione di Servizi di distribuzione Windows".

Credenziali amministrative

Per completare questa attività, è necessario essere membri del gruppo di amministratori locali nel server di Servizi di distribuzione Windows.

Problemi noti relativi alla configurazione del menu di avvio

Durante la configurazione del menu di avvio si potrebbero verificare i problemi seguenti:

  • Il menu di avvio non è in grado di contenere più di tredici immagini d'avvio a causa di una limitazione nel numero di caratteri visualizzati dal menu di avvio del caricatore del sistema operativo.

  • È possibile che i set di caratteri DBCS utilizzati come nomi di immagini non vengano visualizzati correttamente nel menu di avvio. Questo problema riguarda le stringhe localizzate. Le limitazioni nei set di caratteri del BIOS non consentono la corretta visualizzazione dei caratteri.

  • Il nome del file in formato Windows Imaging (WIM) contenente l'immagine d'avvio deve includere solo lettere o numeri. Non può contenere spazi.

Procedure per la configurazione del menu di avvio

Il menu di avvio di Servizi di distribuzione Windows è configurato quando sono presenti più immagini d'avvio nel server di Servizi di distribuzione Windows. A tale scopo, eseguire una delle operazioni seguenti:

  • Caricare due o più immagini di Windows PE, ognuna con un'architettura diversa (x86, Itanium o x64). Se ad esempio si carica sia un'immagine d'avvio basata su processori x86 che un'immagine d'avvio basata su processori x64 nel server di Servizi di distribuzione Windows, i client con processore x64 includeranno due scelte disponibili per le immagini d'avvio, in quando sono in grado di avviare entrambi i tipi di immagini, e nel menu di avvio verranno visualizzate entrambe.

  • Caricare due o più immagini di Windows PE con la stessa architettura.

  • Le procedure seguenti consentono di configurare i menu di avvio. La prima procedura riguarda l'aggiunta di immagini basate su processori x86 e x64, mentre la procedura successiva riguarda l'aggiunta di un'immagine d'avvio personalizzata.

Per aggiungere un'immagine di Windows PE con architettura basata sia su processori x86 che su processori x64 tramite lo snap-in WdsMgmt
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione e quindi WdsMgmt.

  2. Nel riquadro sinistro dell'MMC di WdsMgmt fare clic per espandere Servizi di distribuzione Windows.

  3. Fare clic per espandere l'elenco Server e quindi fare clic per espandere il server a cui aggiungere l'immagine.

  4. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Immagine d'avvio e scegliere Aggiungi immagine d'avvio.

  5. Nella schermata Percorso immagine Aggiunta guidata immagine digitare o selezionare il percorso dell'immagine che si desidera aggiungere. Fare clic su Avanti per continuare.

    noteNota
    Per eseguire il test di avvio di un computer con processore x64 in un menu di avvio che supporta architetture x86 e x64, scegliere un'immagine con architettura diversa da quella selezionata originariamente.

  6. Nella schermata Metadati immagine immettere il nome e la descrizione dell'immagine d'avvio o accettare le impostazioni predefinite. Fare clic su Avanti per continuare.

  7. Nella schermata di riepilogo sono elencati il nome dell'immagine, il gruppo di immagini e il percorso del file immagine da copiare. Se si rileva un errore nelle informazioni specificate, fare clic su Indietro per apportare eventuali correzioni. Altrimenti fare clic su Avanti per copiare l'immagine.

  8. Al termine della copia dell'immagine, fare clic su Fine per uscire dalla procedura guidata.

  9. Se non è stata aggiunta un'immagine durante la configurazione iniziale, ripetere i passaggi sopra indicati per installare un'immagine con un tipo di architettura alternativo x86 o 64.

  10. Eseguire la procedura dettagliata della sezione "Avvio PXE di un client per installare Windows".

    Al termine della procedura, saranno disponibili due immagini d'avvio di Windows PE per client con processore x64: un'immagine basata su processori x86 e un'immagine basata su processori x64. Quando si avvia un computer con processore x64, viene visualizzato un menu di avvio con le immagini di Windows PE basate su processori x86 e x64.

noteNota
Il comportamento predefinito per i computer con processore x64 prevede la visualizzazione sia di immagini basate su processori x86 che di immagini basate su processori x64 se nel server sono disponibili entrambi i tipi. Per visualizzare opzioni diverse da quelle predefinite nei computer con processore x64, utilizzare la chiave seguente del Registro di sistema:

HKLM\System\CurrentControlSet\Services\WDSPXE\Providers\BINL\Parameters 

CHIAVE: x86x64DefaultImageType

TIPO: REG_DWORD

VALORI: Predefinito (non impostato) o 0 = vengono visualizzate immagini basate su processori x86 e x64

1 = vengono visualizzate solo immagini basate su processori x86

2 = vengono visualizzate solo immagini basate su processori x64

Per aggiungere un'immagine d'avvio personalizzata tramite lo snap-in WdsMgmt
  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione e quindi WdsMgmt.

  2. Nel riquadro sinistro dell'MMC di WdsMgmt fare clic per espandere Servizi di distribuzione Windows.

  3. Fare clic per espandere l'elenco Server e quindi fare clic per espandere il server a cui aggiungere l'immagine.

  4. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Immagine d'avvio e scegliere Aggiungi immagine d'avvio.

  5. Nella pagina Percorso immagine Aggiunta guidata immagine digitare o selezionare il percorso dell'immagine personalizzata. Fare clic su Avanti per continuare.

  6. Nella pagina Metadati immagine immettere il nome e la descrizione dell'immagine d'avvio. Fare clic su Avanti per continuare.

  7. Nella pagina di riepilogo sono elencati il nome dell'immagine, il gruppo di immagini e il percorso del file immagine da copiare. Se si rileva un errore nelle informazioni specificate, fare clic su Indietro per apportare eventuali correzioni. Altrimenti fare clic su Avanti per copiare l'immagine.

  8. Al termine della copia dell'immagine, fare clic su Fine per uscire dalla procedura guidata.

  9. Eseguire la procedura dettagliata della sezione "Avvio PXE di un client per installare Windows".

    A questo punto sono disponibili due o più immagini d'avvio di Windows PE. Quando si avvia un computer client, viene visualizzato un menu di avvio che include sia le immagini d'avvio standard che l'immagine personalizzata.

Per aggiungere un'altra immagine d'avvio tramite WDSUTIL
  1. Per l'esecuzione di WDSUTIL, l'utilità da riga di comando per la gestione di Servizi di distribuzione Windows, sono necessari privilegi elevati. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi e Accessori, fare clic con il pulsante destro del mouse su Prompt dei comandi e quindi scegliere Esegui con privilegi elevati.

  2. Al prompt dei comandi digitare:

    WDSUTIL /add-image /imagefile:\\server\share\sources\boot.wim /imagetype:boot

    dove il percorso è il percorso completo dell'immagine d'avvio e boot.wim è il nome dell'immagine d'avvio.

  3. Eseguire la procedura dettagliata della sezione "Avvio PXE di un client per installare Windows".

  4. A questo punto sono disponibili due o più immagini d'avvio di Windows PE. Quando si avvia un computer client, viene visualizzato un menu di avvio che include sia le immagini d'avvio standard che l'immagine personalizzata.

noteNota
Per visualizzare la Guida di WDSUTIL, digitare WDSUTIL /? al prompt dei comandi.

Creazione di immagini tramite Servizi di distribuzione Windows

Servizi di distribuzione Windows è in grado di creare vari tipi di immagini:

  • Immagini di acquisizione: utilizzate per acquisire immagini di installazione dai computer di riferimento.

  • Immagini di rilevamento: utilizzate per avviare sistemi non PXE nel client di Servizi di distribuzione Windows.

  • Immagini di installazione: immagini del sistema operativo di riferimento utilizzate per l'installazione nei computer client.

Prerequisiti per la creazione di immagini

  • Completare le azioni della sezione precedente"Configurazione di Servizi di distribuzione Windows".

  • Verificare che lo spazio su disco sia sufficiente per la creazione e l'archiviazione di nuove immagini.

  • Disporre di un CD o un DVD e di supporti appropriati per la creazione di supporti di rilevamento o di altri supporti di avvio di Windows PE.

Credenziali amministrative

Per completare questa attività, è necessario essere membri del gruppo di amministratori locali nel server di Servizi di distribuzione Windows.

Problemi noti relativi alla creazione di immagini

  • La versione di Sysprep.exe deve corrispondere a quella del sistema operativo da acquisire.

  • Per la creazione di immagini ISO di avvio, è necessario installare Windows Automated Installation Kit.

  • Per la creazione di supporti di acquisizione o di altri supporti di avvio di Windows PE, è necessario utilizzare un'utilità di masterizzazione dei dischi di terze parti.

Procedura per la creazione di immagini

Immagine di acquisizione

Le immagini di acquisizione vengono utilizzate al fine di acquisire immagini Windows preparate con Sysprep.exe per la distribuzione come immagini di installazione. Le immagini di acquisizione sono immagini che avviano l'Acquisizione guidata immagine. Vengono salvate innanzitutto in un file e quindi vengono aggiunte nuovamente all'archivio immagini.

Per creare un'immagine di acquisizione tramite WdsMgmt
  1. Espandere la cartella Immagine d'avvio.

  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'immagine da utilizzare come immagine di acquisizione.

  3. Scegliere Crea immagine d'avvio di acquisizione.

  4. Scegliere un nome e una descrizione per l'immagine di acquisizione.

  5. Scegliere un percorso e un nome per il nuovo file.

  6. Fare clic su OK per creare l'immagine di acquisizione.

  7. Fare clic su Fine.

  8. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella dell'immagine d'avvio.

  9. Scegliere Aggiungi immagine d'avvio.

  10. Selezionare la nuova immagine di acquisizione e fare clic su Avanti.

  11. È possibile aggiornare il nome e la descrizione dell'immagine di acquisizione e quindi fare clic su Avanti.

  12. Fare clic su Avanti.

  13. Fare clic su Fine.

Per creare un'immagine di acquisizione tramite WDSUTIL
  1. Per l'esecuzione di WDSUTIL, l'utilità da riga di comando per la gestione di Servizi di distribuzione Windows, sono necessari privilegi elevati. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi e Accessori, fare clic con il pulsante destro del mouse su Prompt dei comandi e quindi scegliere Esegui con privilegi elevati.

  2. Al prompt dei comandi digitare:

    WDSUTIL /new-captureimage /image: immagine_avvio /architecture:x86 /filepath: immagine_acquisizione

    dove immagine_avvio è il nome dell'immagine d'avvio che si desidera utilizzare per la creazione dell'immagine di acquisizione e immagine_acquisizione è il percorso e il nome del file della nuova immagine di acquisizione.

  3. Al prompt dei comandi digitare:

    WDSUTIL /add-image /imagefile: immagine_acquisizione /imagetype:boot

    dove immagine_acquisizione è il percorso e il nome del file dell'immagine di acquisizione che si desidera aggiungere all'archivio immagini.

noteNota
Per visualizzare la Guida di WDSUTIL, digitare WDSUTIL /? al prompt dei comandi.

Immagine di installazione

Le immagini di installazione vengono create dalle installazioni di riferimento del sistema operativo Windows e vengono distribuite nei computer desktop client quando si utilizza Servizi di distribuzione Windows per installare Windows. Un'installazione di riferimento può essere un'installazione di Windows standard oppure può essere configurata per un ambiente o un utente specifico prima di creare l'immagine.

Per creare un'immagine di installazione
  1. Creare un computer di riferimento.

  2. Dal prompt dei comandi nel computer di riferimento modificare le directory impostando \Windows\System32\Sysprep o una directory contenente Sysprep.exe e Setupcl.exe.

  3. Digitare sysprep /OOBE /Generalize /Reboot.

  4. Al riavvio del computer di riferimento, premere F12.

  5. In Boot Manager di Windows scorrere fino a visualizzare l'immagine creata precedentemente.

  6. Nella pagina Acquisizione guidata immagine fare clic su Avanti.

  7. Nella pagina Sorgente di acquisizione immagine utilizzare il controllo a discesa Volume da acquisire per scegliere il volume appropriato e quindi specificare un nome e una descrizione per l'immagine. Fare clic su Avanti per continuare.

  8. Nella pagina Destinazione acquisizione immagine fare clic su Sfoglia e selezionare il percorso in cui si desidera archiviare l'immagine acquisita.

  9. Nella casella Nome file digitare un nome per l'immagine utilizzando l'estensione wim e quindi fare clic su Salva.

  10. Fare clic su Carica immagine nel server di Servizi di distribuzione Windows.

  11. Digitare il nome del server di Servizi di distribuzione Windows e quindi fare clic su Connetti.

  12. Se vengono richieste le credenziali, specificare un nome utente e una password di un account con privilegio sufficiente per la connessione al server di Servizi di distribuzione Windows.

  13. Tramite il controllo a discesa Gruppo immagini, scegliere il gruppo di immagini in cui archiviare l'immagine.

  14. Fare clic su Fine.

noteNota
La struttura di directory nel passaggio 1 è valida solo per Windows Server 2008 e Microsoft Windows Vista. Per Windows 2003 e Windows XP, utilizzare la versione di Sysprep appropriata da Deploy.cab.

noteNota
La sintassi nel passaggio 2 della procedura è valida solo per Windows Server 2008 e Microsoft Windows Vista. Per verificare la sintassi della versione di Windows, digitare: sysprep /?.

Immagine di rilevamento

Le immagini di rilevamento vengono utilizzate per distribuire il sistema operativo Windows tramite Servizi di distribuzione Windows nei computer che non supportano l'avvio PXE. Le immagini di rilevamento sono immagini che avviano il Rilevamento guidato Servizi di distribuzione Windows. Vengono salvate su un file, convertite in un formato ISO e quindi masterizzate su CD o DVD.

Per creare un'immagine di rilevamento tramite lo snap-in WdsMgmt
  1. Espandere la cartella dell'immagine d'avvio.

  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'immagine da utilizzare come immagine di rilevamento.

  3. Scegliere Crea immagine d'avvio di rilevamento.

  4. Scegliere un nome e una descrizione per l'immagine di rilevamento.

  5. Scegliere un percorso e un nome per il nuovo file, utilizzando l'estensione wim.

  6. Fare clic su OK per creare l'immagine di acquisizione.

  7. Fare clic su Fine.

Per creare un'immagine di rilevamento tramite WDSUTIL
  1. Per l' esecuzione di WDSUTIL, l'utilità da riga di comando per la gestione di Servizi di distribuzione Windows, sono necessari privilegi elevati. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi e Accessori, fare clic con il pulsante destro del mouse su Prompt dei comandi e quindi scegliere Esegui con privilegi elevati.

  2. Al prompt dei comandi digitare:

    WDSUTIL /new-discoverimage /image: immagine_avvio /architecture:x86 /filepath: immagine_rilevamento

    dove immagine_avvio è il nome dell'immagine d'avvio che si desidera utilizzare per creare l'immagine di rilevamento e immagine_rilevamento è il percorso e il nome del file della nuova immagine di rilevamento.

noteNota
Per visualizzare la Guida di WDSUTIL, digitare WDSUTIL /? al prompt dei comandi.

Questa procedura richiede l'utilizzo di un'utilità di copia dei CD di terze parti per la creazione del CD di avvio. Se si utilizza il comando di copia di Windows per copiare l'immagine nei supporti, non verrà creato un disco di avvio.

È inoltre possibile utilizzare questa procedura per creare altri tipi di supporti di avvio dai file di avvio, incluse immagini esportate e di acquisizione.

Per creare supporti di rilevamento di avvio
  1. Per creare un ambiente di generazione WinPE, aprire il prompt dei comandi e digitare:

    Md c:\Winpe\Boot

    Md c:\Winpe\Sources

  2. Copiare l'immagine di rilevamento creata nella procedura precedente:

    Copy c:\boot.wim c:\Winpe\Sources

  3. Copiare i file di avvio da Windows Automated Installation Kit:

    Xcopy c:\Programmi\Windows AIK\tools\<architettura>\boot c:\WinPE\boot

  4. Modificare le directory in c:\Programmi\Windows AIK\tools\<architettura>

  5. Creare l'immagine ISO di avvio:

    Oscdimg -n -bc:\winpe\boot\etfsboot.com c:\winpe c:\winpe.iso

  6. Utilizzare un'utilità in grado di creare un CD o un DVD per trasferire l'immagine ISO nel supporto appropriato.

Utilizzo di file di installazione automatica con Servizi di distribuzione Windows

Servizi di distribuzione Windows consente di automatizzare sia il client di Servizi di distribuzione Windows che le ultime fasi dell'installazione di Windows. Questo approccio in due fasi viene applicato utilizzando due file di installazione automatica diversi. Il file di installazione automatica di Servizi di distribuzione Windows è archiviato nella cartella \WDSClientUnattend del server di Servizi di distribuzione Windows e viene utilizzato per automatizzare la prima fase dell'installazione. Il file utilizzato per configurare le opzioni di installazione automatica durante l'installazione di Windows è archiviato in una sottocartella (la struttura $OEM$ o \Unattend) all'interno della cartella dell'immagine e viene utilizzato per automatizzare le fasi da 2 a 7.

Per automatizzare ogni fase, sarà necessario creare un file Unattend.xml, copiarlo nel percorso appropriato e assegnarlo per il relativo utilizzo. È possibile eseguire l'assegnazione a livello del server o a livello del client. L'assegnazione a livello del server può essere ulteriormente suddivisa in base all'architettura per consentire l'utilizzo di impostazioni diverse per i client con processore x86 e x64. L'assegnazione a livello del client ignora le impostazioni a livello del server.

Prerequisiti per l'utilizzo di file di installazione automatica

  • Completare la procedura della sezione "Configurazione di Servizi di distribuzione Windows".

Credenziali amministrative

Per completare questa attività, è necessario essere membri del gruppo di amministratori locali nel server di Servizi di distribuzione Windows e disporre di un'autorizzazione sufficiente per aggiungere un computer a un dominio.

Problemi noti relativi all'utilizzo di file di installazione automatica

Durante la configurazione delle opzioni di installazione automatica si potrebbero verificare i problemi seguenti:

  • Gli strumenti di gestione di Servizi di distribuzione Windows supportano l'impostazione dei file di installazione automatica delle immagini di installazione solo per le immagini di Microsoft Windows Vista e di Windows Server 2008. Per le immagini di livello inferiore, è necessario utilizzare i file Sysprep.inf esistenti e creare manualmente una struttura di directory $OEM$.

Procedura per l'utilizzo di file di installazione automatica

L'installazione automatica viene configurata tramite le operazioni seguenti:

  1. Creare un file di installazione appropriato a seconda che venga configurato il client di Servizi di distribuzione Windows, l'installazione di Windows o l'installazione legacy. Windows System Image Manager, incluso in Windows AIK, rappresenta un ambiente ottimale per la creazione dei file di installazione automatica.

  2. Associare il file di installazione automatica a un tipo di immagine o di computer.

Le procedure seguenti consentono di configurare l'installazione automatica in base all'architettura, al computer e all'installazione di Windows.

Configurazione dell'installazione automatica di Servizi di distribuzione Windows

Per associare un file di installazione automatica di un client di Servizi di distribuzione Windows in base all'architettura tramite WdsMgmt
  1. Creare una directory denominata WDSClientUnattend all'interno della directory RemoteInstall.

  2. Creare un file Unattend.xml con impostazioni applicabili al client di Servizi di distribuzione Windows.

  3. Rinominare il file Unattend.xml come WDSClientUnattend.xml.

  4. Copiare il file WDSClientUnattend.xml nella directory RemoteInstall\WDSClientUnattend.

  5. Avviare l'MMC di WdsMgmt.

  6. Espandere l'elenco nel riquadro sinistro per visualizzare l'elenco Server.

  7. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul server di Servizi di distribuzione Windows contenente l'immagine di Microsoft Windows Vista o di Windows Server 2008 a cui si desidera associare il file di installazione automatica e quindi scegliere Proprietà.

  8. Fare clic sulla scheda Client di Servizi di distribuzione Windows.

  9. Fare clic su Attiva modalità automatica.

  10. Fare clic su Sfoglia accanto all'architettura appropriata.

  11. Selezionare la cartella WDSClientUnattend, fare clic su WDSClientUnattend.xml e quindi su Apri.

  12. Fare clic su OK.

  13. Per chiudere la finestra di dialogo Proprietà server, fare clic su OK.

Per associare un file di installazione automatica di un client di Servizi di distribuzione Windows in base all'architettura tramite WDSUTIL
  1. Per l' esecuzione di WDSUTIL, l'utilità da riga di comando per la gestione di Servizi di distribuzione Windows, sono necessari privilegi elevati. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi e Accessori, fare clic con il pulsante destro del mouse su Prompt dei comandi e quindi scegliere Esegui con privilegi elevati.

  2. Al prompt dei comandi digitare:

    WDSUTIL /set-server /wdsunattend /policy:enabled /file:percorsofile /architecture:x86

    dove percorsofile è il percorso e il nome del file di installazione automatica.

noteNota
Per visualizzare la Guida di WDSUTIL, digitare WDSUTIL /? al prompt dei comandi.

Per associare un file di installazione automatica di un client di Servizi di distribuzione Windows in base al computer
  • Al prompt dei comandi digitare:

    WDSUTIL /set-device /device: nomecomputer /ID: GUID o indirizzo MAC /WdsClientUnattend: percorso relativo

    dove percorso relativo è il percorso dalla condivisione REMINST alla cartella contenente il file WdsClientUnattend.xml.

noteNota
Un file WdsClientUnattend di esempio è incluso nell'Appendice A di questa guida.

Configurazione dell'installazione automatica per l'installazione di Windows

Per associare un file di installazione automatica per l'installazione di Windows a un'immagine tramite WdsMgmt
  1. Nello snap-in WdsMgmt fare clic per espandere il gruppo di immagini contenente le immagini di Microsoft Windows Vista o di Windows Server 2008.

  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull'immagine che si desidera associare al file di installazione automatica e scegliere Proprietà.

  3. Fare clic su Consenti installazione immagine in modalità automatica.

  4. Fare clic su Seleziona file.

  5. Immettere il nome e il percorso oppure selezionare il file di installazione automatica e quindi fare clic su OK.

  6. Per chiudere la finestra di dialogo Proprietà immagine, fare clic su OK.

Per associare un file di installazione automatica per l'installazione di Windows a un'immagine tramite WDSUTIL
  1. Per l' esecuzione di WDSUTIL, l'utilità da riga di comando per la gestione di Servizi di distribuzione Windows, sono necessari privilegi elevati. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi e Accessori, fare clic con il pulsante destro del mouse su Prompt dei comandi e quindi scegliere Esegui con privilegi elevati.

  2. Al prompt dei comandi digitare:

    WDSUTIL /set-image /image: nomeimmagine /imagetype:install /imagegroup: nomegruppoimmagini /unattendfile: fileinstallazioneautomatica

    dove nomeimmagine è il nome dell'immagine a cui associare il file di installazione automatica, nomegruppoimmagini è il nome del gruppo di immagini contenente il file immagine e fileinstallazioneautomatica è il percorso e il nome del file di installazione automatica associato all'immagine.

Per associare Sysprep.inf a un'immagine di livello inferiore
  1. Al prompt dei comandi modificare le directory impostandole sul gruppo di immagini contenente un'immagine di livello inferiore.

  2. Nel gruppo di immagini contenente l'immagine legacy creare una directory con lo stesso nome del file WIM a cui si desidera associare l'immagine:

    Md C:\RemoteInstall\Images\ nomegruppoimmagini \ nomeimmagine

  3. Creare una struttura di directory $OEM$:

    Mc C:\RemoteInstall\Images\ nomegruppoimmagini \ nomeimmagine \$OEM$

  4. Copiare un file Sysprep.inf appropriato per l'immagine nella directory $OEM$:

    Copy C:\Sysprep.inf C:\RemoteInstall\Images\ nomegruppoimmagini \ nomeimmagine \$OEM$

  5. Aggiungere file o apportare altre modifiche in base alle necessità e nel modo appropriato, seguendo le convenzioni per $OEM$.

  6. Dopo l'applicazione dell'immagine, l'intera directory $OEM$ verrà copiata e il contenuto verrà applicato all'immagine.

noteNota
Per ulteriori informazioni su Sysprep.inf e sulla directory $OEM$, vedere la pagina relativa alla progettazione delle attività di installazione automatica all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=66136.

Registrazione di errori, commenti e suggerimenti

I commenti e i suggerimenti degli utenti sono importanti in quanto consentiranno di migliorare questa funzionalità nelle versioni future di Windows Server 2008. Sono graditi commenti sull'utilizzo di Servizi di distribuzione Windows, sui problemi rilevati e sull'utilità di questo documento. È inoltre possibile inviare richieste relative a versioni successive e suggerimenti di carattere generale su Servizi di distribuzione Windows.

Per inviare commenti e suggerimenti su questa guida dettagliata, visitare il sito Web all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=55105. Per verificare che i commenti siano stati ricevuti, seguire le istruzioni e specificare il nome di questa guida nella sezione dei commenti del sito Web.

Ulteriori riferimenti

Le risorse seguenti offrono informazioni aggiuntive su Servizi di distribuzione Windows:

  • Per la versione più aggiornata di questo documento, visitare il sito Web Microsoft all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=66145.

  • Per richiedere l'assistenza del Servizio Supporto Tecnico Clienti Microsoft, visitare il sito Web Microsoft Connect all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=49779.

  • Per accedere ai newsgroup su Servizi di distribuzione Windows, seguire le istruzioni contenute nel sito Web Microsoft Connect all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=50067.

  • I beta tester e i membri del programma beta speciale TAP (Technology Adoption Program) possono inoltre contattare il team di sviluppo Microsoft per ricevere assistenza.

Per ulteriori informazioni sulle tecnologie associate, vedere le risorse seguenti:

Appendice A

Di seguito è disponibile un file di installazione automatica WdsClient di esempio:

<?xml version="1.0" encoding="utf-8" ?> 
- <unattend xmlns="urn:schemas-microsoft-com:unattend">
- <settings pass="windowsPE">
- <component name="Microsoft-Windows-Setup" publicKeyToken="31bf3856ad364e35" language="neutral" versionScope="nonSxS" processorArchitecture="x86">
- <WindowsDeploymentServices>
- <Login>
  <WillShowUI>Never</WillShowUI> 
- <Credentials>
  <Username>administrator</Username> 
  <Domain>domain</Domain> 
  <Password>my_password</Password> 
  </Credentials>
  </Login>
- <ImageSelection>
  <WillShowUI>Never</WillShowUI> 
- <InstallImage>
  <ImageName>Windows Vista with Office</ImageName> 
  <ImageGroup>ImageGroup1</ImageGroup> 
  <Filename>Install.wim</Filename> 
  </InstallImage>
- <InstallTo>
  <DiskID>0</DiskID> 
  <PartitionID>1</PartitionID> 
  </InstallTo>
  <LanguagePack>EN-US</LanguagePack> 
  </ImageSelection>
  </WindowsDeploymentServices>
- <DiskConfiguration>
  <WillShowUI>OnError</WillShowUI> 
- <Disk>
  <DiskID>0</DiskID> 
  <WillWipeDisk>false</WillWipeDisk> 
  </Disk>
  </DiskConfiguration>
  </component>
  </settings>
  </unattend>

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft