Esporta (0) Stampa
Espandi tutto
Questo argomento non è stato ancora valutato - Valuta questo argomento

Ruolo Servizi di distribuzione Windows

Aggiornamento: gennaio 2008

Si applica a: Windows Server 2008

Il ruolo Servizi di distribuzione Windows in Windows Server® 2008 è la versione aggiornata e riprogettata di Servizi di installazione remota (RIS). Servizi di distribuzione Windows consente di distribuire i sistemi operativi Windows®, in particolare Windows Vista® e Windows Server 2008. I componenti di Servizi di distribuzione Windows sono organizzati nelle tre categorie seguenti:

  • Componenti server. Questi componenti includono un server PXE (Pre-Boot eXecution Environment) e un server TFTP (Trivial File Transfer Protocol) che consentono di avviare in rete un client per caricarvi e installarvi un sistema operativo. Sono inoltre inclusi una cartella condivisa e un archivio di immagini contenente immagini di avvio e di installazione e file specifici necessari per l'avvio di rete. Sono inoltre disponibili un livello rete, un componente multicast e un componente di diagnostica.

  • Componenti client. Questi componenti includono un'interfaccia utente grafica che viene eseguita in Microsoft® Ambiente preinstallazione di Windows (Windows PE). Quando un utente seleziona un'immagine del sistema operativo, i componenti client comunicano con i componenti server per installare l'immagine.

  • Componenti di gestione. Questi componenti sono un insieme di strumenti utilizzabili per gestire il server, le immagini del sistema operativo e gli account dei computer client.

    ImportantImportante
    In questo argomento viene illustrata principalmente la funzionalità del ruolo server Server di distribuzione. Per informazioni sulla configurazione e sull'utilizzo del servizio ruolo Server di trasporto, vedere Utilizzare Server di trasporto per attivare il download multicast dei dati.

Funzionalità di Servizi di distribuzione Windows

Servizi di distribuzione Windows fornisce il supporto necessario per adottare e distribuire rapidamente i sistemi operativi Windows. È possibile utilizzarlo per configurare nuovi computer tramite un'installazione in rete. Questo significa che non è necessario per l'utente essere fisicamente presente presso ogni computer e installare ogni sistema operativo direttamente dal CD o dal DVD di un prodotto.

Utenti interessati a questo ruolo

Servizi di distribuzione Windows è dedicato ai responsabili della distribuzione dei sistemi operativi Windows in un'organizzazione. È possibile utilizzare Servizi di distribuzione Windows in qualsiasi organizzazione che intenda semplificare le distribuzioni e aumentare la coerenza dei computer con sistema operativo Windows. I destinatari sono:

  • Progettisti e analisti IT che stanno valutando Microsoft Windows Vista o Windows Server 2008

  • Addetti alla pianificazione o progettisti IT aziendali

  • Responsabili della distribuzione interessati a distribuire immagini in computer senza sistemi operativi.

Note speciali

Durante l'installazione del ruolo Servizi di distribuzione Windows, è possibile scegliere di installare solo il servizio ruolo Server di trasporto o entrambi i servizi ruolo Server di trasporto e Server di distribuzione. Per un confronto dettagliato di queste opzioni, visitare il sito Web all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=89222.

  • Server di trasporto. Questa opzione offre un sottoinsieme delle funzionalità di Servizi di distribuzione Windows e contiene solo i componenti di rete principali. È possibile utilizzare Server di trasporto per creare spazi dei nomi multicast che trasmettono dati, incluse le immagini del sistema operativo, da un server autonomo.

  • Server di distribuzione. Questa opzione offre la funzionalità completa di Servizi di distribuzione Windows e può quindi essere utilizzata per configurare e installare sistemi operativi Windows da postazioni remote.

L'installazione di Server di trasporto non ha requisiti. Se si sceglie di installare Server di distribuzione, l'ambiente deve soddisfare i requisiti seguenti:

  • Servizi di dominio Active Directory® Un server di Servizi di distribuzione Windows deve essere membro di un dominio Servizi di dominio Active Directory o un controller di dominio per un dominio Servizi di dominio Active Directory. Le versioni della foresta e del dominio Servizi di dominio Active Directory sono irrilevanti, in quanto tutte le configurazioni di domini e foreste supportano Servizi di distribuzione Windows.

  • Server DHCP. È necessario disporre di un server Dynamic Host Configuration Protocol (DHCP) funzionante con un ambito attivo nella rete perché Servizi di distribuzione Windows utilizza Pre-Boot eXecution Environment (PXE), che utilizza il protocollo DHCP per l’indirizzamento IP.

  • Server DNS. Per eseguire Servizi di distribuzione Windows è necessario disporre di un server DNS funzionante nella rete.

  • Volume NTFS. Il server che esegue Servizi di distribuzione Windows richiede un volume con file system NTFS per l’archivio immagini.

  • Credenziali. Per installare il ruolo, è necessario essere membri del gruppo Administrators locale sul server di Servizi di distribuzione Windows. Per avviare il client di Servizi di distribuzione Windows, è necessario essere membri del gruppo Domain Users.

Nuova funzionalità introdotta

Servizi di distribuzione Windows per Windows Server 2008 include diverse modifiche delle funzionalità di Servizi di installazione remota. Sono inoltre presenti modifiche di Servizi di distribuzione Windows che è possibile installare in computer che eseguono Windows Server 2003.

 

Modifiche di Servizi di installazione remota Modifiche di Servizi di distribuzione Windows in Windows Server 2003
  • Possibilità di distribuire Microsoft Windows Vista e Windows Server 2008.

  • Windows PE è il sistema operativo di avvio.

  • Installazione basata su immagine con file di immagine di Windows (con estensione wim).

  • Possibilità di creare trasmissioni multicast di dati e immagini.

  • Possibilità di trasmettere i dati e le immagini in multicast in un server autonomo quando viene installato Server di trasporto.

  • Un server PXE estendibile e dalle prestazioni elevate.

  • Un nuovo formato del menu di avvio per la selezione delle immagini di avvio.

  • Una nuova interfaccia grafica utente che consente di selezionare e distribuire immagini e di gestire i server e i client di Servizi di distribuzione Windows.

  • Possibilità di creare trasmissioni multicast di dati e immagini.

  • Possibilità di trasmettere i dati e le immagini in multicast in un server autonomo quando viene installato Server di trasporto.

  • Le immagini RISETUP o le schermate OSChooser non sono supportate.

  • Server TFTP avanzato.

  • Possibilità di avvio di rete per computer basati su x64 con Extensible Firmware Interface (EFI).

  • Rapporti relativi alla metrica per le installazioni.

Scenari principali

Servizi di distribuzione Windows consente di eseguire le operazioni seguenti:

Creare e aggiungere immagini di avvio

Le immagini di avvio sono immagini con cui avviare un computer client prima di installare l'immagine del sistema operativo. L'immagine di avvio offre un menu di avvio contenente le immagini che gli utenti possono installare nei propri computer. Windows PE 2.0 è il nuovo formato delle immagini di avvio per Servizi di distribuzione Windows. Con Servizi di distribuzione Windows è possibile avviare immagini di avvio sia standard che personalizzate, a condizione che siano soddisfatte due condizioni:

  • L'immagine Windows PE 2.0 deve essere archiviata in formato con estensione wim.

  • L'immagine Windows PE 2.0 all'interno del file con estensione wim deve essere contrassegnata come in grado di eseguire l'avvio da RAMDISK utilizzando l'opzione /boot in ImageX.exe.

È possibile utilizzare le immagini di avvio standard disponibili nei supporti di installazione di Microsoft Windows Vista o Windows Server 2008 in \Sources\boot.wim senza apportare modifiche. Il file Boot.wim utilizzato, tuttavia, deve corrispondere al sistema operativo dell'immagine di installazione o essere più recente. Se ad esempio si desidera installare Windows Server 2008, è necessario utilizzare l'immagine di avvio del supporto di Windows Server 2008. Per questo scenario non è possibile utilizzare il file Boot.wim del supporto di Microsoft Windows Vista. Le immagini Boot.wim soddisfano le due condizioni sopra riportate e includono inoltre il client di Servizi di distribuzione Windows, che corrisponde in pratica al file Setup.exe e ai file di supporto di Microsoft Windows Vista. Ad eccezione degli scenari avanzati (ad esempio nei casi in cui è necessario aggiungere driver all'immagine), non è necessario modificare questo file. Per ulteriori informazioni, vedere il capitolo "Utilizzare immagini" all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=88439.

Esistono inoltre due tipi di immagini che è possibile creare a partire dalle immagini di avvio: immagini di acquisizione e immagini di individuazione.

Perché questa funzionalità è importante

La modifica delle immagini di avvio è stata semplificata. In precedenza, per modificare il menu di avvio era necessario modificare direttamente il codice. Con le immagini di avvio si utilizzano gli strumenti standard di Windows Automated Installation Kit (Windows AIK). Poiché inoltre le immagini di avvio utilizzano Windows PE e non OSChooser, sono disponibili più possibilità di modifica. È ad esempio possibile eseguire script di applicazioni Visual Basic e HTML. Un altro vantaggio derivante dall'utilizzare Windows PE anziché OSChooser risiede nel fatto che è possibile utilizzare le stesse immagini di avvio di Windows PE a prescindere dalla posizione di avvio, ad esempio la rete, un'unità USB o un disco. Le personalizzazioni di OSChooser si applicano solo alle installazioni con Servizi di installazione remota.

Creare un'immagine di acquisizione

Le immagini di acquisizione sono immagini di avvio che avviano l'utilità di acquisizione di Servizi di distribuzione Windows invece del programma di installazione. Quando si avvia un computer di riferimento (preparato con Sysprep) con un'immagine di acquisizione, tramite una procedura guidata sarà possibile creare un'immagine di installazione del computer di riferimento e salvarla in un file con estensione wim. È inoltre possibile creare un supporto, ad esempio un CD, un DVD o un'unità USB, che contiene un'immagine di acquisizione e quindi avviare un computer dal supporto. Dopo aver creato l'immagine di installazione, è possibile aggiungerla al server per la distribuzione dell'avvio PXE. Per ulteriori informazioni, vedere il capitolo "Utilizzare immagini" all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=88439.

Perché questa funzionalità è importante

È possibile utilizzare queste immagini come alternativa all'utilità da riga di comando ImageX per la creazione di un'immagine da un computer preparato con Sysprep. In precedenza per l'acquisizione di immagini era necessaria una complessa procedura da riga di comando. L'utilità di acquisizione di Servizi di distribuzione Windows consente di acquisire immagini agli amministratori che non hanno familiarità con la riga di comando.

Creare un'immagine di individuazione

Le immagini di individuazione sono immagini di avvio che impongono al programma di installazione l'avvio della modalità Servizi di distribuzione Windows e che quindi individuano un server di Servizi di distribuzione Windows. Queste immagini vengono in genere utilizzate per distribuire immagini in computer che non supportano PXE o che si trovano in reti che non consentono l'utilizzo di PXE. Quando si crea un'immagine di individuazione e la si salva in un supporto, ad esempio un CD, un DVD o un'unità USB, è possibile avviare un computer da tale supporto. L'immagine di individuazione nel supporto individua un server di Servizi di distribuzione Windows e il server distribuisce l'immagine di installazione nel computer. Per ulteriori informazioni, vedere il capitolo "Utilizzare immagini" all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=88439.

Perché questa funzionalità è importante

È possibile utilizzare un'immagine di individuazione da un computer che non supporta l'avvio PXE per distribuire un'immagine di installazione da un server Servizi di distribuzione Windows. Senza questa funzionalità non è possibile installare immagini in computer che non supportano l'avvio PXE utilizzando le risorse di Servizi di distribuzione Windows.

Creare un'immagine di installazione

È possibile creare immagini di installazione personalizzate da computer di riferimento e distribuirle nei computer client. Un computer di riferimento è un computer con un'installazione Windows standard oppure con un'installazione Windows configurata per un ambiente specifico. È necessario avviare un computer preparato con Sysprep in un'immagine di acquisizione. L'immagine di acquisizione crea quindi un'immagine di installazione del computer. Per ulteriori informazioni, vedere il capitolo "Utilizzare immagini" all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=88439.

Perché questa funzionalità è importante

L'utilità di acquisizione di Servizi di distribuzione Windows può essere utilizzata al posto degli strumenti da riga di comando che dipendono dalla versione del sistema operativo. Con questa utilità è possibile avviare uno qualsiasi dei sistemi operativi supportati per creare un'immagine di installazione del computer. Il processo è simile a quello di installazione del sistema operativo.

Associare un file di installazione automatica a un'immagine

Servizi di distribuzione Windows consente di automatizzare il client di Servizi di distribuzione Windows e le ultime fasi dell'Installazione di Windows. Questo approccio a due fasi viene realizzato mediante due file di installazione automatica:

  • File di installazione automatica del client di Servizi di distribuzione Windows. Questo file utilizza il formato Unattend.xml ed è archiviato nella cartella \WDSClientUnattend nel server di Servizi di distribuzione Windows. Viene utilizzato per automatizzare le schermate dell'interfaccia utente del client di Servizi di distribuzione Windows, ad esempio l'immissione delle credenziali, la scelta di un'immagine di installazione e la configurazione del disco.

  • File di installazione automatica dell'immagine. Questo file utilizza il formato Unattend.xml o Sysprep.inf in base alla versione del sistema operativo contenuto nell'immagine ed è archiviato in una sottocartella (struttura $OEM$ o \Unattend) nella cartella di ogni immagine. Viene utilizzato per automatizzare le fasi restanti dell'installazione, ad esempio la manutenzione non in linea, il passaggio specialize di Sysprep e l'installazione minima.

Per automatizzare l'installazione, creare il file di installazione automatica appropriato, a seconda che si stia configurando il client di Servizi di distribuzione Windows o l'Installazione di Windows. È consigliabile utilizzare Windows System Image Manager, incluso in Windows AIK, per creare i file di installazione automatica. Copiare quindi il file di installazione automatica nel percorso appropriato e assegnarlo per l'utilizzo. È possibile assegnare il file di installazione automatica a livello di server o a livello di client. L'assegnazione a livello di server può essere ulteriormente suddivisa per architettura. In tale modo è possibile disporre di impostazioni diverse per i client basati su x86 e x64. L'assegnazione a livello di client sostituisce le impostazioni a livello di server. Per ulteriori informazioni sulle installazioni automatiche, vedere http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=89226.

Perché questa funzionalità è importante

È possibile utilizzare i file di installazione automatica per automatizzare le attività di installazione comuni e standardizzare le impostazioni per l'organizzazione. Servizi di distribuzione Windows offre diverse opzioni per associare i file di installazione automatica alle immagini di avvio e di installazione.

Creare la trasmissione multicast di un'immagine

Le trasmissioni multicast consentono di distribuire un'immagine a un numero elevato di computer client senza sovraccaricare la rete. Per impostazione predefinita la funzionalità è disabilitata. Durante la creazione di una trasmissione sono disponibili due opzioni di tipo multicast:

  • Multicast automatico. Questa opzione indica che non appena un client richiede un'immagine di installazione, la trasmissione multicast dell'immagine selezionata ha inizio. Se altri client richiedono la stessa immagine in seguito, vengono aggiunti alla trasmissione già avviata.

  • Multicast pianificato. Questa opzione imposta i criteri di avvio della trasmissione in base al numero di client che richiedono un'immagine e/o un giorno e un'ora specifici per la trasmissione.

Per ulteriori informazioni, vedere la pagina relativa alla funzionalità multicasting con Server di distribuzione all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=89225.

Perché questa funzionalità è importante

Quando si crea la trasmissione multicast per un'immagine, i dati vengono inviati in rete una sola volta ed è così possibile ridurre drasticamente la larghezza di banda utilizzata.

Utilizzare Server di trasporto per attivare il download multicast dei dati

Il servizio ruolo Server di trasporto offre un sottoinsieme delle funzionalità di Servizi di distribuzione Windows e contiene solo i componenti di rete principali. È possibile utilizzare Server di trasporto per creare spazi dei nomi multicast che trasmettono dati, incluse le immagini del sistema operativo, da un server autonomo. Per il server autonomo non è necessario il ruolo server Servizi di dominio Active Directory, DHCP o DNS.

Perché questa funzionalità è importante

È possibile utilizzare Server di trasporto in scenari avanzati come parte di una soluzione di distribuzione personalizzata. È consigliabile installare e configurare questa opzione se si desidera creare spazi dei nomi multicast, ma non si desidera incorporare per intero Servizi di distribuzione Windows.

Per ulteriori informazioni sull'implementazione di questo scenario, vedere il capitolo "Server di trasporto" all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=88439.

Funzionalità esistente di Servizi di installazione remota modificata

Il ruolo Servizi di distribuzione Windows non supporta le immagini RISETUP o le schermate OSChooser. È inoltre necessario convertire le immagini RIPREP in formato wim o ritirarle. Per ritirarle è sufficiente eliminarle. Se si desidera convertirle, sono disponibili due opzioni:

  • Conversione non in linea (solo immagini RIPREP)

  • Distribuzione e riacquisizione (immagini RIPREP o RISETUP)

Per ulteriori informazioni su queste opzioni, vedere il capitolo "Utilizzare immagini" all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=88439.

Come preparare la distribuzione della funzionalità

Prima di installare il ruolo Servizi di distribuzione Windows è necessario considerare alcuni punti. È consigliabile leggere le informazioni sui servizi ruolo Server di distribuzione e Server di trasporto e sui prerequisiti per l'installazione di questi. Se si desidera aggiornare un server che esegue RIS o l'aggiornamento di Servizi di distribuzione Windows, si noti che è possibile aggiornare a Windows Server 2008 solo i server in modalità nativa. Se RIS è configurato o Servizi di distribuzione Windows è in modalità legacy o mista, l'aggiornamento verrà bloccato. Per verificare la modalità operativa in uso, eseguire il comando seguente: WDSUTIL /get-server /show:config

Per ulteriori informazioni sull'installazione e l'aggiornamento, vedere il sito Web all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=89222.

Disponibilità della funzionalità nelle diverse edizioni di Windows Server 2008

Servizi di distribuzione Windows non è incluso in Windows Server 2008 per sistemi basati su Itanium.

Ulteriori riferimenti

Per ulteriori informazioni sul ruolo Servizi di distribuzione Windows, vedere:

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2014 Microsoft. Tutti i diritti riservati.