Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Introduzione a Servizi di distribuzione Windows

Aggiornamento: maggio 2008

Si applica a: Windows Server 2008, Windows Server 2008 R2

Informazioni su questa guida

Informazioni importanti sul presente documento:

  • La guida è valida solo per il ruolo del server Servizi di distribuzione Windows per Windows Server 2008. Non è valido per l'aggiornamento dei Servizi di distribuzione Windows (incluso in Windows AIK e in Windows Server 2003 SP2). Per ulteriori informazioni sull'aggiornamento di Servizi di distribuzione Windows, vedere http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=81031 (la pagina potrebbe essere in inglese).

  • In questa guida vengono illustrate principalmente le funzionalità dell'installazione completa di Servizi di distribuzione Windows® Microsoft® (servizio ruolo Server di distribuzione). Per informazioni sulla configurazione e l'utilizzo del servizio ruolo Server di trasporto, vedere Utilizzare il ruolo Server di trasporto.

  • Per informazioni sull'installazione e la configurazione di tale ruolo, vedere Guida dettagliata a Servizi di distribuzione Windows in Windows Server 2008.

  • Per fornire commenti e suggerimenti sul presente documento, inviare un messaggio di posta elettronica all'indirizzo wdsdoc@microsoft.com.

In questo argomento

Che cos'è Servizi di distribuzione Windows?

Il ruolo Servizi di distribuzione Windows di Windows Server 2008 è la versione aggiornata e riprogettata di Servizi di installazione remota. Servizi di distribuzione Windows consente di distribuire i sistemi operativi Windows, in particolare Windows Vista® e Windows Server 2008. È possibile utilizzare tale ruolo per configurare nuovi computer tramite un'installazione di rete. L'utente non deve pertanto trovarsi fisicamente vicino ai computer e installare ogni sistema operativo direttamente da CD o DVD. I componenti di Servizi di distribuzione Windows sono organizzati nelle tre categorie seguenti:

  • Componenti server. Questi componenti includono un server PXE (Pre-Boot eXecution Environment) e un server TFTP (Trivial File Transfer Protocol) che consentono di avviare un client dalla rete per caricarvi e installarvi un sistema operativo. Sono inoltre inclusi una cartella condivisa e un archivio di immagini contenente immagini di avvio e di installazione, oltre a file specifici necessari per l'avvio di rete, un livello di rete, un componente multicast e un componente di diagnostica.

  • Componenti client . Questi componenti includono un'interfaccia utente grafica (GUI) che viene eseguita in Ambiente preinstallazione di Windows (Windows PE). Quando un utente seleziona un'immagine del sistema operativo, i componenti client comunicano con i componenti server per installare tale immagine.

  • Componenti di gestione. Questi componenti sono un insieme di strumenti utilizzabili per gestire il server, le immagini del sistema operativo e gli account dei computer client.

Novità di Servizi di distribuzione Windows

Rispetto alle funzionalità di Servizi di installazione remota, nel componente Servizi di distribuzione Windows per Windows Server 2008 sono state incluse numerose modifiche. Sono inoltre disponibili modifiche di Servizi di distribuzione Windows installabili nei computer che eseguono Windows Server 2003. Entrambi i tipi di modifiche sono illustrati nella tabella seguente.

 

Modifiche rispetto a Servizi di installazione remota Modifiche rispetto a Servizi di distribuzione Windows in Windows Server 2003
  • Possibilità di distribuire Windows Vista e Windows Server 2008.

  • Il sistema operativo di avvio è Windows PE.

  • Installazione basata su immagine con file di immagine Windows (con estensione wim).

  • Possibilità di trasmettere dati e immagini utilizzando la funzionalità multicast.

  • Possibilità di trasmettere dati e immagini utilizzando la funzionalità multicast in un server autonomo, se è installato il ruolo Server di trasporto.

  • Un componente server PXE estendibile e con prestazioni superiori.

  • Un nuovo formato del menu di avvio per la selezione dei sistemi operativi di avvio.

  • Una nuova interfaccia utente grafica che consente di selezionare e distribuire le immagini, oltre che di gestire i componenti client e server di Servizi di distribuzione Windows.

  • Possibilità di trasmettere dati e immagini utilizzando la funzionalità multicast.

  • Possibilità di trasmettere dati e immagini utilizzando la funzionalità multicast in un server autonomo, se è installato il Utilizzare il ruolo Server di trasporto.

  • Nessun supporto per immagini RISETUP o schermate OSChooser.

  • Un server TFTP avanzato.

  • Supporto per l'avvio di computer x64 dalla rete tramite EFI (Extensible Firmware Interface).

  • Rapporti relativi alla metrica per le installazioni. Vedere Registrazione e analisi.

Vantaggi di Servizi di distribuzione Windows

Servizi di distribuzione Windows offre i vantaggi di installazione e distribuzione seguenti:

  • Riduce la complessità delle distribuzioni e i costi associati a processi di installazione manuali poco efficienti.

  • Consente di installare sistemi operativi Windows dalla rete, inclusi Windows Vista e Windows Server 2008.

  • Consente di distribuire immagini Windows in computer senza sistemi operativi.

  • Supporta ambienti misti che includono Windows Vista, Windows Server 2008, Microsoft Windows XP e Microsoft Windows Server 2003.

  • Garantisce una soluzione end-to-end per la distribuzione di sistemi operativi Windows in computer client e server.

  • Utilizza tecnologie standard per l'installazione di Windows Server 2008, inclusi Windows PE, file con estensione wim e l'installazione basata su immagini.

Strumenti di gestione

  • Snap-in MMC Servizi di distribuzione Windows. Questa console semplifica la gestione di immagini, computer e impostazioni comuni del server, consentendo di eseguire quasi tutte le attività necessarie. Tramite questo snap-in non è possibile configurare computer client pre-installazione, ma è possibile impostare il criterio di aggiunta automatica e approvare o rifiutare computer in sospeso. Si noti che lo snap-in non è disponibile quando si utilizza il servizio ruolo Server di trasporto.

  • Strumento da riga di comando WDSUTIL. Questo strumento consente di gestire tutte le funzionalità del server. Tramite WDSUTIL è inoltre possibile utilizzare uno script per eseguire le attività comuni. I comandi necessari possono essere eseguiti da semplici file batch, perché non richiedono una sessione utente interattiva.

Scenari di utilizzo comuni

Di seguito sono illustrati gli scenari di utilizzo più comuni per Servizi di distribuzione Windows.

Scenario 1: azienda di piccole dimensioni

Fabrikam, Inc. è un produttore di asciugamani con disegni personalizzati. È un'azienda di piccole dimensioni con un solo ufficio. Daniela Guaita, il responsabile IT di Fabrikam, gestisce l'infrastruttura IT della società, costituita da 25 computer client che eseguono Windows XP SP2 Professional e un singolo server che esegue Windows Server 2003 con SP2. Il server viene utilizzato come file server, server di stampa, server Web, server Exchange, DNS (Domain Name System), server DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol) e controller di dominio. I computer sono collegati tramite una connessione Ethernet a 100 Mbps.

A Daniela viene affidato il compito di aggiornare tutti i computer client al sistema operativo Windows Vista e il server a Windows Server 2008. Poiché durante l'operazione tutti i computer saranno fuori servizio, impedendo ai colleghi di lavorare, è importante che l'aggiornamento venga eseguito il più rapidamente possibile.

In precedenza Daniela aveva distribuito un nuovo sistema operativo in un computer alla volta. L'operazione aveva richiesto circa 45 minuti per computer, pari a quasi 19 ore per installare il sistema operativo in tutti i computer client. Daniela non ha pertanto potuto svolgere altre attività per quasi tre giorni. Successivamente è stato necessario dedicare quasi altrettanto tempo all'installazione delle applicazioni nei singoli computer.

Poiché Daniela è l'unico professionista IT di Fabrikam, deve anche insegnare agli utenti a utilizzare il nuovo sistema operativo. È pertanto molto importante ridurre al minimo il tempo necessario per la distribuzione. A tale scopo, Daniela sceglie di utilizzare Servizi di distribuzione Windows perché consente di:

  • Risparmiare tempo eseguendo più installazioni contemporaneamente.

  • Utilizzare un'immagine di installazione personalizzata con applicazioni preinstallate.

  • Creare un'immagine utilizzando Acquisizione guidata immagine per Servizi di distribuzione Windows.

Per iniziare, Daniela esegue le operazioni seguenti:

  1. Aggiorna il server a Windows Server 2008.

  2. Installa il ruolo server Servizi di distribuzione Windows.

  3. Dal supporto di Windows Server 2008 aggiunge il file Boot.wim, che contiene un'immagine Windows PE, il file Setup.exe e file di supporto.

  4. Aggiunge il file Install.wim dal supporto di Windows Vista al server Servizi di distribuzione Windows utilizzando lo snap-in MMC.

  5. Utilizza lo snap-in MMC per creare un'immagine di acquisizione dall'immagine di avvio aggiunta nel passaggio 3. Tale immagine contiene Windows PE e una procedura guidata che consentirà di acquisire l'immagine personalizzata in un file con estensione wim.

Tutti gli utenti di Fabrikam dispongono dello stesso hardware desktop, acquistato da un unico fornitore. Per distribuire in tutti i computer un'immagine standardizzata che contiene il sistema operativo e applicazioni preinstallate, Daniela esegue le operazioni seguenti:

  1. Avvia un computer di riferimento dalla rete e vi installa l'immagine Install.wim, che contiene la versione standard di Windows Vista.

  2. Installa Microsoft Office, l'applicazione per la progettazione dei motivi degli asciugamani utilizzata dalla società e i driver più recenti dal sito del produttore.

  3. Utilizza Sysprep per generalizzare il sistema operativo.

  4. Riavvia il computer tramite l'immagine di acquisizione.

  5. Utilizza Acquisizione guidata immagine per riacquisire il sistema operativo e caricarlo direttamente nel server di Servizi di distribuzione Windows.

A questo punto è possibile installare i nuovi sistemi operativi. Non è necessario eseguire la migrazione dei dati utente, perché tutti i dipendenti archiviano i propri dati in un server anziché sul disco rigido del proprio computer. Daniela riavvia un computer client e quindi preme F12 per eseguire un avvio di rete. All'avvio viene caricato il file Boot.wim, che la guida in tutto il processo di installazione. Daniela seleziona la partizione del disco e l'immagine desiderata, quindi ha inizio l'installazione. Mentre attende l'applicazione dell'immagine al primo computer, Daniela avvia un altro computer ed esegue lo stesso processo anche su quest'ultimo.

Scenario 2: azienda di medie dimensioni

Northwind Traders è una società di spedizioni con tre uffici, ovvero un ufficio centrale a Tooth City e due succursali nelle città di Brushville e Flosston. Elisabetta Scotti è uno dei sei membri del personale IT di Northwind Traders ed è responsabile della manutenzione dei 250 computer client utilizzati dai dipendenti della società. La maggior parte di essi è costituita da computer desktop, ma la forza vendita utilizza computer portatili per le presentazioni presso i clienti. Sono presenti 200 computer nell'ufficio centrale di Tooth City e 25 in entrambi gli uffici di Brushville e Flosston. In ogni sede è disponibile una rete interna da 100 Mbps e le filiali sono connesse alla sede centrale tramite una linea T1. Elisabetta gestisce tre server nell'ufficio di Tooth City e uno in ogni succursale, amministrati in remoto.

Il supervisore di Elisabetta le affida il compito di distribuire Windows Vista in tutta la società. In precedenza sarebbero state necessarie numerose trasferte a Brushville e Flosston e l'intera operazione avrebbe richiesto alcune settimane. Elisabetta desidera utilizzare Servizi di distribuzione Windows per distribuire Windows Vista in remoto, ma i criteri della società impongono l'utilizzo di un unico server DHCP nella rete aziendale e tale server si trova nell'ufficio di Tooth City. La distribuzione delle immagini in remoto nei 50 computer delle succursali determinerebbe pertanto una gravissima congestione sulla connessione.

Elisabetta sceglie di utilizzare Servizi di distribuzione Windows perché tramite l'installazione automatica è possibile:

  • Distribuire Windows Vista nei computer delle succursali senza essere fisicamente presente.

  • Utilizzare la soluzione di replica esistente per inviare le immagini ai server delle succursali.

  • Utilizzare il sistema di riferimenti di avvio PXE per ridurre al minimo il traffico di rete tra le succursali e l'ufficio centrale.

Elisabetta configura il server di Servizi di distribuzione Windows nell'ufficio centrale in modo che tutte le richieste di avvio di rete provenienti dalle succursali vengano passate ai server locali, che forniscono i programmi di avvio e le immagini necessarie. Questo consente di ridurre al minimo il traffico sulla linea che collega gli uffici.

Elisabetta utilizza due configurazioni di sistema operativo standard, una per i computer desktop e una per i portatili che contengono le presentazioni per le vendite e i driver per i proiettori. Genera pertanto due immagini, ovvero una con la configurazione per i desktop e una con la configurazione per i portatili, che non include applicazioni. Archivia tutti i dati utente su uno dei server, in modo da poter distribuire Windows Vista senza mantenere i dati esistenti nei computer client.

Elisabetta utilizza Windows System Image Manager per creare due file di installazione automatica dell'immagine, uno per i computer desktop e uno per i portatili. Poiché tali file consentono di automatizzare l'installazione, non è necessario che Elisabetta si trovi vicino a ogni computer durante l'installazione. Tali file installano automaticamente anche Microsoft Office e l'applicazione line-of-business utilizzata dalla società per il monitoraggio dei colli. Per associare le applicazioni alle immagini, Elisabetta utilizza gli strumenti di gestione di Servizi di distribuzione Windows.

Utilizza quindi Servizi di dominio Active Directory® per distribuire un programma di avvio in tutti i computer. Tale programma consente di avviare i computer senza che l'utente prema F12 e assegna le immagini corrette a tutti i desktop e i portatili. Elisabetta configura tutti i computer in modo che il riavvio venga eseguito automaticamente dalla rete, distribuendo l'immagine appropriata. Dopo l'applicazione dell'immagine a ogni computer, i computer vengono automaticamente aggiunti al dominio aziendale e riavviati. In questo caso viene utilizzato un programma di avvio diverso, in cui l'utente deve premere F12 per eseguire l'avvio dal disco rigido e completare il processo di installazione. Ciò impedisce la creazione di un ciclo di avvio, in cui il computer verrebbe continuamente avviato tramite il programma di installazione. Al termine dell'installazione il computer è pronto per l'accesso dell'utente.

Scenario 3: azienda di grandi dimensioni

Barbara Zighetti è l'architetto di rete di Wide World Importers, una grande impresa con 5.000 dipendenti distribuiti in uffici di tutto il mondo. Oltre alle sedi principali negli Stati Uniti e in Germania, nelle quali lavora la maggior parte dei dipendenti, l'azienda possiede anche tredici succursali in altri paesi. Barbara gestisce cinque server nell'hub statunitense, due in quello tedesco e uno in ogni succursale. I server negli hub sono connessi alla rete Ethernet aziendale tramite schede di interfaccia di rete (NIC) da 1 Gbps, mentre per gli altri computer vengono utilizzate NIC da 100 Mbps. Gli hub sono connessi da linee T3 e le succursali da linee T1. Tutti i server sono in leasing per due anni.

Wide World Importers intende sostituire i 200 computer del reparto contabilità con computer che eseguono Windows Vista. Barbara desidera inoltre distribuire un'immagine Windows Server 2008 in ogni nuovo server in leasing utilizzato nella sede statunitense. I server disponibili nella sede tedesca e nelle succursali sono invece sotto la responsabilità degli amministratori locali. Per le operazioni di distribuzione, in Wide World Importers viene attualmente utilizzato Servizi di installazione remota e con il passaggio a Servizi di distribuzione Windows Barbara desidera mantenere i processi di generazione dei computer esistenti. È inoltre importante che il sistema operativo distribuito in ogni computer sia nella lingua appropriata per il paese o l'area di destinazione.

Barbara sceglie di utilizzare Servizi di distribuzione Windows perché consente di eseguire le operazioni seguenti:

  • Utilizzare i Language Pack appropriati per ridurre il numero delle immagini necessarie.

  • Gestire tutti i server di Servizi di distribuzione Windows da un singolo computer.

  • Creare script per automatizzare le attività di gestione comuni.

Barbara aggiorna a Windows Server 2008 i server di cui è responsabile. In questo modo ha la possibilità di inizializzare e configurare i server di Servizi di distribuzione Windows in remoto tramite gli strumenti di gestione. Comincia quindi a creare le immagini desiderate. La maggior parte delle distribuzioni sarà in inglese o in tedesco, pertanto crea un'immagine Windows Vista per ognuna di queste lingue. Per l'installazione delle altre lingue verranno utilizzati Language Pack esterni e le applicazioni verranno scaricate tramite Systems Management Server (SMS). Barbara carica innanzitutto le immagini e i Language Pack sul server di Servizi di distribuzione Windows, quindi crea l'immagine Windows Server 2008.

Barbara crea i file di installazione automatica con Windows System Image Manager, quindi utilizza Replica file per copiare le immagini, i Language Pack e i file di installazione automatica nei server di Servizi di distribuzione Windows situati nelle succursali dei vari paesi. Dei computer utilizzati nel reparto contabilità di Wide World Importers, 150 si trovano negli Stati Uniti, 30 in Germania e i 20 rimanenti in altri paesi del mondo. Per mantenere lo stato e i dati dei computer precedenti, Barbara esegue Utilità di migrazione stato utente per salvare tutti i dati e le configurazioni utente in una cartella condivisa sul server primario di Servizi di distribuzione Windows. Configura quindi ogni computer in modo da eseguire l'avvio dal relativo server di Servizi di distribuzione Windows locale e da avviare l'installazione automatizzata tramite i file di installazione automatica. Al termine dell'installazione Barbara esegue un'attività tramite Utilità di migrazione stato utente per migrare i dati utente in ogni computer.

Alla scadenza del periodo di leasing di ogni server, quest'ultimo verrà sostituito e Barbara potrà utilizzare Servizi di distribuzione Windows per distribuire l'immagine Windows Server 2008 come aveva fatto in precedenza per distribuire il sistema operativo tramite Server di installazione remota.

Scenario 4: creare una distribuzione personalizzata utilizzando il ruolo Server di trasporto

Elena Nicolello è il tecnico incaricato della manutenzione dei server del centro dati di A. Datum Corporation. È responsabile della manutenzione dei 300 server utilizzati dai principali clienti di A. Datum Corporation, tra cui Adventure Works.

Adventure Works utilizza 40 server per gestire un sito Web supportato da un database per la ricerca e la selezione di artisti circensi. Dopo l'uscita di un famoso film sulla vita del circo, Adventure Works si aspetta un incremento dell'utilizzo di questo sito Web e ordina 10 server aggiuntivi per gestire l'aumento di traffico previsto.

Per distribuire i sistemi operativi in tali server, Elena desidera utilizzare Servizi di distribuzione Windows ma, poiché nell'ambiente non viene eseguito Servizi di dominio Active Directory, non può utilizzare la soluzione standard di Servizi di distribuzione Windows. Per risolvere il problema, archivia le informazioni di configurazione dei computer in un database di SQL Server. Desidera inoltre partizionare i dischi con una configurazione standard e copiare i dati (sia per i server di database che per i server Web) prima dell'inizio dell'installazione automatica. Elena sceglie di utilizzare Servizi di distribuzione Windows perché consente di:

  • Creare un plug-in che legge i dati di configurazione per i computer da un archivio dati diverso da Servizi di dominio Active Directory, in genere un database o un file flat.

  • Creare script da eseguire in Windows PE, che svolgono le attività di preinstallazione e quindi chiamano il programma di installazione per installare il sistema operativo.

Elena crea nel proprio database 10 account computer per i 10 nuovi server, quindi li popola con le informazioni necessarie. Scrive quindi un provider PXE, ovvero un plug-in che legge le informazioni dal database e le passa a Servizi di distribuzione Windows. Elena crea un'immagine di avvio personalizzata che contiene Windows PE, oltre agli script di avvio necessari per partizionare i dischi e copiare i dati. Utilizza quindi ImageX per acquisire uno dei server esistenti come immagine di installazione.

Dopo avere eseguito queste attività iniziali, Elena connette i server alla rete e li avvia. I server vengono avviati tramite Windows PE, utilizzando la configurazione archiviata nel database. Vengono quindi eseguiti gli script creati da Elena, che preparano i singoli computer per la distribuzione e terminano eseguendo ImageX per applicare l'immagine del sistema operativo a ogni computer.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft