Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Novità di Windows Server 2003 R2

Aggiornamento: agosto 2005

Si applica a: Windows Server 2003 R2

Microsoft® Windows Server™ 2003 R2, un aggiornamento software del sistema operativo Windows Server 2003, consente di estendere la connettività e il controllo a identità, percorsi, dati e applicazioni all'interno e all'esterno dell'organizzazione in modo più semplice e conveniente.

Basato su Windows Server 2003, Windows Server 2003 R2 sfrutta la base di codice stabile e protetta estendendo la connettività e il controllo in nuove aree. Windows Server 2003 R2 offre i miglioramenti seguenti:

  • Gestione delle identità e dell'accesso

  • Gestione di server di succursale

  • Configurazione e gestione dell'archiviazione

  • Sviluppo di applicazioni all'interno e all'esterno dei confini tradizionali dell'organizzazione

Per ulteriori informazioni su Windows Server 2003 R2, vedere il sito Web Microsoft all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=45560.

In questo argomento vengono descritti i nuovi componenti seguenti, installabili con Windows Server 2003 R2:

Gestione dei server

Funzionalità per Active Directory

Funzionalità per la gestione di dischi e file

Supporto di stampanti e protocolli

Microsoft .NET Framework

Servizi e funzionalità Internet e di posta elettronica

Interoperabilità con UNIX

Gestione dei server

Per la gestione del server, Windows Server 2003 R2 offre Strumenti di amministrazione e i miglioramenti descritti di seguito a livello di gestione dell'hardware e Microsoft Management Console (MMC) 3.0.

Strumenti di amministrazione

Per semplificare la gestione remota dei server, è possibile installare Strumenti di amministrazione di Windows Server 2003 R2, disponibile sul disco 2 nella directory \mgmttls. Ognuno dei componenti seguenti dispone di strumenti di amministrazione:

  • Microsoft Management Console (MMC) 3.0

  • Gestione stampa

  • Gestione risorse file server

  • Replica DFS

  • Gestione delle identità per UNIX

  • Gestione file server

Per amministrare i componenti, è innanzitutto necessario installare gli strumenti di amministrazione per MMC 3.0. È possibile installare Strumenti di amministrazione sui computer che eseguono Windows® XP Professional con Service Pack 2 (SP2). Per istruzioni specifiche per l'installazione, vedere il sito Web Microsoft all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=54293.

Gestione dell'hardware

È possibile utilizzare Gestione remota Windows per gestire l'hardware del server in remoto attraverso i firewall e monitorare le condizioni dei server non in linea.

Questa nuova funzionalità di Windows Server 2003 R2 viene implementata con WS-Management, un protocollo di comunicazione remota standard del settore basato su servizi Web. WS-Management utilizza HTTPS per il trasporto protetto con attraversamento di firewall.

Gestione remota Windows offre un'interfaccia della riga di comando per le operazioni di gestione comuni e un'API (Application Programming Interface) di script per la scrittura di script di amministrazione dei sistemi basati su Windows Script Host.

Con Gestione remota Windows è possibile scrivere script per monitorare e controllare lo stato dell'hardware del server comunicando con un BMC (Baseboard Management Controller). Un BMC è un microcontroller separato e dotato di una specifica scheda di rete che è connesso alla scheda del processore ed è in grado di monitorare le condizioni anche in caso di server inattivo o malfunzionante. Un nuovo provider WMI (Windows Management Interface) per IPMI (Intelligent Platform Management Interface) espone sei nuove classi WMI per l'accesso alle informazioni di BMC con script.

Per impostazione predefinita, Gestione remota Windows non viene installato con Windows Server 2003 R2. Per eseguirne l'installazione, aprire Installazione applicazioni nel Pannello di controllo e quindi fare clic su Installazione componenti di Windows.

Per ulteriori informazioni, vedere la pagina relativa alla gestione dell'hardware in Microsoft Windows Server 2003 R2 nel sito Web Microsoft all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=45204.

Torna all'inizio

MMC 3.0

Microsoft Management Console (MMC) 3.0 supporta funzionalità più avanzate negli snap-in progettati per l'infrastruttura MMC 3.0. In tutte le console MMC 3.0 sono inoltre disponibili i miglioramenti seguenti:

  • Riquadro azioni. Il riquadro azioni viene visualizzato nella parte destra della console snap-in e contiene un elenco delle azioni attualmente disponibili, in base agli elementi attualmente selezionati nella struttura o nel riquadro risultati.

    Per visualizzare o nascondere il riquadro azioni, fare clic sul pulsante Mostra/Nascondi riquadro azioni sulla barra degli strumenti, che è simile al pulsante Mostra/nascondi struttura console.

  • Nuova finestra di dialogo Aggiungi o rimuovi snap-in. La nuova finestra di dialogo Aggiungi o rimuovi snap-in semplifica l'aggiunta, l'organizzazione e la rimozione di snap-in. È possibile controllare le estensioni disponibili e l'abilitazione automatica di snap-in installabili in un momento successivo, nonché nidificare gli snap-in e riordinarli nella struttura.

  • Gestione degli errori ottimizzata. MMC 3.0 notifica eventuali errori negli snap-in che potrebbero causare un funzionamento non corretto di MMC e offre diverse opzioni di risposta a tali errori.

MMC 3.0 viene installato automaticamente al momento dell'installazione di Windows Server 2003 R2.

Torna all'inizio

Funzionalità per Active Directory

In Windows Server 2003 R2 sono inclusi i componenti di Active Directory seguenti.

Active Directory Application Mode (ADAM)

Active Directory Application Mode (ADAM) è una modalità indipendente del servizio directory Active Directory®, senza funzionalità di infrastruttura, che garantisce servizi directory per le applicazioni e offre un archivio dati e servizi per l'accesso all'archivio dati. Per l'accesso ai dati delle applicazioni utilizza API (Application Programming Interface) standard. ADAM opera come archivio dati autonomo oppure con replica. L'indipendenza consente il controllo locale e l'autonomia dei servizi directory per applicazioni specifiche. Facilita inoltre contesti dei nomi e schemi flessibili e indipendenti.

Torna all'inizio

Active Directory Federation Services

Active Directory Federation Services (ADFS) ha lo scopo fondamentale di sfruttare funzionalità di accesso utente singolo per autenticare l'utente verso più applicazioni Web correlate per l'intera durata di una singola sessione in linea. A tale scopo, ADFS consente di condividere in modo protetto l'identità e i diritti all'interno dei confini di protezione e dell'organizzazione.

Torna all'inizio

Funzionalità per la gestione di dischi e file

In Windows Server 2003 R2 sono incluse le funzionalità seguenti per la gestione di dischi e file.

Succursale

Le succursali sono postazioni remote di un'organizzazione che si connettono a una sede centrale o un hub tramite una rete WAN (Wide Area Network). Le tecnologie incluse in Windows Server 2003 R2 consentono di semplificare la gestione di diverse attività e operazioni nelle succursali. Tali attività e operazioni includono:

  • Pubblicazione di file da hub centralizzati nelle succursali.

  • Replica di file delle succursali a scopo di backup, tolleranza d'errore o pubblicazione incrociata.

  • Collaborazione su documenti condivisi tra le succursali oppure tra queste ultime e gli hub.

  • Gestione efficiente di stampanti, driver delle stampanti e code di stampa nelle succursali.

Tali miglioramenti sono supportati dagli strumenti avanzati di gestione stampa inclusi in Windows Server 2003 R2 e dal relativo file system distribuito (DFS).

Per ulteriori informazioni su queste tecnologie di Windows Server 2003 R2, vedere il sito Web Microsoft all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=51679.

Torna all'inizio

File system distribuito (DFS)

La soluzione di file system distribuito (DFS, Distributed File System) di Windows Server 2003 R2 offre un accesso semplificato e a tolleranza d'errore ai file e funzionalità di replica per reti WAN. Il file system distribuito è costituito da due tecnologie:

  • Spazi dei nomi DFS. Precedentemente denominata File system distribuito, la tecnologia Spazi dei nomi DFS consente agli amministratori di raggruppare cartelle condivise che risiedono in server diversi e presentarle agli utenti come una struttura virtuale di cartelle, nota come spazio dei nomi. Uno spazio dei nomi offre numerosi vantaggi, tra cui maggiore disponibilità dei dati, distribuzione del carico e semplificazione della migrazione dei dati.

  • Replica DFS. La tecnologia Replica DFS costituisce un'evoluzione di Replica file ed è un nuovo motore di replica multimaster basato sullo stato che supporta la pianificazione e la limitazione della larghezza di banda. Replica DFS utilizza un nuovo algoritmo di compressione denominato RDC (Remote Differential Compression). La tecnologia RDC è costituita da un protocollo che può essere utilizzato per aggiornare in modo efficiente i file attraverso una rete con larghezza di banda limitata. La tecnologia RDC è in grado di rilevare inserimenti, rimozioni e riorganizzazioni di dati nei file e consente a Replica DFS di replicare solo i delta (le modifiche) quando i file vengono aggiornati.

Per ulteriori informazioni sul file system distribuito di Windows Server 2003 R2, vedere il sito Web Microsoft all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=51679.

Torna all'inizio

Common Log File System (CLFS)

Common Log File System (CLFS) è un driver caricabile che offre un affidabile sottosistema di registrazione per applicazioni in modalità kernel o utente. CLFS rappresenta un'esclusiva tecnologia di Windows utilizzabile per sviluppare applicazioni e middleware dipendenti dalla scrittura e dalla lettura durevoli di dati sequenziali, ad esempio agenti di replica, agenti di controllo, database e altri gestori di risorse transazionali.

Le funzionalità includono la capacità di creare file di registro con un singolo flusso di dati o con più flussi di dati per l'utilizzo condiviso in uno o più client, la registrazione sia circolare che lineare, la possibilità garantita di cancellare i dati nel buffer riservando spazio nel registro, la gestione delle dimensioni e dello spazio del registro in base a criteri, la condivisione di un singolo registro da parte di client kernel e utente, un meccanismo di notifica per consentire a diversi utenti dello stesso registro di coordinarne l'utilizzo, la memorizzazione flessibile nel buffer dei dati di registro, l'archiviazione di API in modo da non interferire con le normali operazioni, le scritture atomiche in più settori e l'eliminazione delle scritture errate.

Il driver CLFS è ottimizzato ai fini delle prestazioni. Tutte le scritture nel file di registro vengono memorizzate nel buffer fino allo svuotamento esplicito, a un'opportunità di condividere una scrittura con un altro client o al riempimento del buffer. I dati di registro vengono scritti direttamente su disco rigido dai buffer di registro, senza copia. Durante la stessa operazione di I/O possono essere scritti più flussi di dati, in modo da eseguire una sola ricerca nel disco anziché più ricerche e scritture. Le letture vengono memorizzate nella cache per limitare gli accessi al disco durante il normale funzionamento o burst dell'attività di lettura.

Per ulteriori informazioni, vedere la documentazione Platform SDK nel sito Web Microsoft all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=44489.

Torna all'inizio

Gestione file server

Gestione file server consente di eseguire numerose operazioni, ad esempio la formattazione di volumi, la creazione di condivisioni, la deframmentazione di volumi, la creazione e la gestione di condivisioni, l'impostazione dei limiti delle quote, la creazione di rapporti relativi all'utilizzo dello spazio di archiviazione, la replica di dati da e verso il file server, la gestione di una rete di archiviazione (SAN) e la condivisione di file con sistemi UNIX e Macintosh.

Torna all'inizio

Gestione risorse file server

La crescente richiesta di risorse di archiviazione, unitamente all'importanza senza precedenti che la gestione dei dati riveste per le organizzazioni, pone gli amministratori IT di fronte alla difficoltà di controllare infrastrutture di archiviazione di dimensioni e complessità maggiori e al tempo stesso tenere traccia dei tipi di informazioni in esse disponibili.

Gestione risorse file server è un nuovo snap-in MMC (Microsoft Management Console) che offre un gruppo di strumenti che consente agli amministratori di comprendere, controllare e gestire la quantità e il tipo di dati archiviati nei server. Con Gestione risorse file server, gli amministratori possono impostare quote su cartelle e volumi, eseguire screening attivi dei file e generare rapporti archiviazione completi.

Quote di Gestione risorse file server e quote disco NTFS

I sistemi operativi Windows 2000 e Windows Server 2003 supportano quote disco, utilizzate per controllare l'utilizzo del disco per utente nei volumi NTFS e tenerne traccia. Nella tabella seguente sono descritti i vantaggi offerti dall'utilizzo degli strumenti di gestione delle quote di Gestione risorse file server.

 

Funzionalità per quote Gestione risorse file server Quote disco NTFS

Traccia delle quote

Per cartella o per volume

Per utente in un volume

Calcolo dell'utilizzo del disco

Spazio su disco effettivo

Dimensioni logiche file

Meccanismi di notifica

Posta elettronica, rapporti personalizzati, esecuzione di comandi, registri eventi

Solo registri eventi

Torna all'inizio

Servizi Microsoft per NFS

Servizi Microsoft per NFS (Network File System) è un componente di Windows Server 2003 R2 che offre una soluzione di condivisione file per le organizzazioni che dispongono di un ambiente misto Windows e UNIX. Servizi Microsoft per NFS consente agli utenti di trasferire i file tra computer Windows Server 2003 R2 e UNIX tramite il protocollo NFS (Network File System).

Servizi Microsoft per NFS è un aggiornamento dei componenti NFS precedentemente disponibili in Services for UNIX 3.5 e include le nuove funzionalità seguenti:

  • Supporto per 64 bit

    I componenti di Servizi Microsoft per NFS possono essere installati con tutte le edizioni di Windows Server 2003 R2, incluse le versioni a 64 bit.

  • Snap-in MMC Amministrazione Servizi Microsoft per NFS aggiornato

  • Maggiore affidabilità

  • Supporto per periferiche speciali UNIX (mknod)

Servizi Microsoft per NFS consente di supportare un ambiente misto di sistemi operativi basati su Windows e UNIX, nonché di aggiornare i computer dell'organizzazione supportando la tecnologia precedente durante la fase di transizione. Gli scenari seguenti costituiscono esempi dei vantaggi offerti alle organizzazioni dalla distribuzione di Servizi Microsoft per NFS.

  • I client UNIX possono accedere alle risorse su computer che eseguono Windows Server 2003 R2. È possibile che l'azienda disponga di client UNIX che accedono a risorse, ad esempio file, su file server UNIX. Per sfruttare le nuove funzionalità di Windows Server 2003, come la creazione di copie shadow per cartelle condivise, è possibile spostare le risorse dai server UNIX a computer che eseguono Windows Server 2003 R2 e quindi configurare Servizi Microsoft per NFS in modo da consentire l'accesso ai client UNIX che eseguono software NFS. Tutti i client UNIX potranno accedere alle risorse mediante il protocollo NFS, senza alcuna modifica.

  • I computer che eseguono Windows Server 2003 R2 possono accedere alle risorse su file server UNIX. È possibile che l'azienda disponga di un ambiente misto Windows e UNIX con risorse, ad esempio file, archiviate su file server UNIX. È quindi possibile utilizzare Servizi Microsoft per NFS per consentire ai computer che eseguono Windows Server 2003 R2 di accedere a tali risorse, quando sui file server è in esecuzione software NFS.

Torna all'inizio

Gestione di archivi per reti SAN

Il nuovo snap-in MMC Gestione archivi SAN consente di creare e gestire numeri di unità logica (LUN) nei sottosistemi di unità disco Fibre Channel e iSCSI di una rete di archiviazione (SAN) e può essere utilizzato in sottosistemi di archiviazione che supportano Servizio dischi virtuali (VDS).

Utilizzare Gestione archivi SAN per creare e assegnare LUN, gestire le connessioni tra LUN e server della rete SAN e impostare le proprietà di protezione per sottosistemi di archiviazione iSCSI.

Torna all'inizio

Supporto di stampanti e protocolli

Windows Server 2003 R2 offre uno snap-in MMC aggiornato per la gestione della stampa.

Gestione stampa

Gestione stampa è uno snap-in MMC aggiornato che consente di visualizzare e gestire le stampanti e i server di stampa dell'organizzazione. È possibile utilizzare Gestione stampa su qualsiasi computer che esegue Windows Server 2003 R2 e gestire quindi tutte le stampanti di rete in server di stampa che eseguono Windows 2000 Server, Windows Server 2003 o Windows Server 2003 R2.

Gestione stampa offre dettagli aggiornati come lo stato della coda, il nome della stampante, il nome del driver e il nome del server. È inoltre possibile impostare visualizzazioni personalizzate mediante la funzionalità di filtro di Gestione stampa, creando ad esempio una visualizzazione contenente solo le stampanti con un determinato stato di errore, nonché configurare Gestione stampa in modo da inviare notifiche per posta elettronica o eseguire script quando è necessario intervenire su una stampante o un server di stampa. La funzionalità di filtro consente inoltre la modifica di massa dei processi di stampa, ad esempio l'annullamento di tutti i processi di stampa in un'unica operazione. È infine possibile eliminare più stampanti contemporaneamente.

Gli amministratori possono installare stampanti in remoto mediante la funzionalità di rilevamento automatico, che consente di individuare e installare stampanti della subnet locale sul server di stampa locale. Possono inoltre accedere a un server locale di una succursale mediante Desktop remoto e quindi installare facilmente le stampanti in remoto.

Con modelli di stampante dotati di funzionalità di pagine Web, Gestione stampa può visualizzare dettagli per la risoluzione dei problemi, ad esempio la posizione in cui i fogli sono bloccati nella stampante o il livello del toner. Alcuni modelli di stampante dispongono di pagine Web che offrono opzioni per funzioni di controllo remoto in grado di semplificare la risoluzione dei problemi nelle succursali.

Per ulteriori informazioni, vedere la guida dettagliata su Gestione stampa nel sito Web Microsoft all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=50141.

Torna all'inizio

Microsoft .NET Framework

In Windows Server 2003 R2 sono disponibili nuove funzionalità di .NET Framework 2.0.

Microsoft .NET Framework 2.0

.NET Framework versione 2.0 costituisce la versione più aggiornata di .NET Framework, un componente di Windows per la creazione, la distribuzione e l'esecuzione di applicazioni. .NET Framework 2.0 è finalizzato a garantire la produttività degli sviluppatori, un funzionamento ottimale e la possibilità di mantenere e ottimizzare gli investimenti software esistenti. Le principali innovazioni includono il supporto per processori a 64 bit per livelli più elevati di prestazioni e scalabilità, miglioramenti e ottimizzazioni a livello di transazioni, l'incremento della produttività in ASP.NET e il supporto per WS-I BP 1.1 e SOAP 1.2 con Web Services.

Per un elenco completo delle nuove funzionalità di .NET Framework 2.0, vedere il sito Web Microsoft all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=50322.

Torna all'inizio

Servizi e funzionalità Internet e di posta elettronica

In Windows Server 2003 R2 è incluso Windows SharePoint® Services.

Windows SharePoint Services

Microsoft Windows SharePoint Services è un pacchetto integrato di servizi di collaborazione e comunicazione progettati per connettere utenti, informazioni, processi e sistemi sia all'interno che all'esterno del firewall dell'organizzazione. In questa versione di Windows Server 2003 è incluso Windows SharePoint Services Service Pack 2. È ora possibile installare Windows SharePoint Services direttamente dalla Configurazione guidata server o da Amministrazione server. Installando Windows SharePoint Services si dispone delle funzionalità descritte di seguito.

Siti SharePoint: archiviazione di file e collaborazione

I siti Web basati su Microsoft Windows SharePoint Services 2.0 possono essere utilizzati dai team per comunicare, condividere documenti e collaborare a progetti. I siti SharePoint includono:

  • Funzionalità di collaborazione in team, ad esempio calendari di eventi, contatti, collegamenti Web, discussioni, elenchi dei problemi, annunci e altro ancora.

  • Raccolte di documenti in cui gli utenti possono archiviare e recuperare documenti usufruendo di funzionalità avanzate come archiviazione ed estrazione, cronologia delle versioni, metadati personalizzati e visualizzazioni personalizzabili flessibili.

  • Web part in grado di offrire accesso ai dati, servizi Web e numerose altre applicazioni e contenuti per i siti SharePoint.

Gli utenti possono partecipare alle attività del sito tramite un semplice browser. Se tuttavia sui computer degli utenti sono installati programmi client compatibili con Windows SharePoint Services, ad esempio Microsoft Office 2003, gli utenti possono utilizzare le funzionalità del sito in modo completo, salvando i file in apposite raccolte, modificando documenti nel programma client e spostando o collegando le relative informazioni nel sito.

Amministrazione centrale SharePoint: interfaccia browser per la gestione del server

È possibile gestire un singolo server o un'intera server farm eseguendo Windows SharePoint Services da un'interfaccia browser denominata Amministrazione centrale SharePoint. Amministrazione centrale SharePoint consente di estendere un server virtuale, creare siti oppure attivare Creazione siti in modalità self-service affinché gli utenti possano creare siti personalizzati, gestire le impostazioni di protezione e l'elenco dei server della server farm e così via. Se si preferisce, per gestire i server con Windows SharePoint Services è inoltre possibile utilizzare l'utilità da riga di comando Stsadm.exe.

Applicazioni per Windows SharePoint Services: download e installazione di applicazioni pronte per l'uso per un'operatività immediata

Per ottimizzare la produttività degli utenti, scaricare e installare applicazioni per Windows SharePoint Services. Tali applicazioni sono progettate per l'esecuzione di operazioni o processi specifici. Sono disponibili numerose applicazioni progettate per diversi scopi, ad esempio la gestione delle risorse umane, la gestione di progetti, il monitoraggio delle problematiche per il supporto tecnico, l'elaborazione di schede attività e pianificazioni, la pianificazione di eventi e altro ancora. È possibile utilizzare le applicazioni non appena installate o personalizzarle ulteriormente per soddisfare esigenze e requisiti specifici dell'organizzazione.

Per ulteriori informazioni, vedere la sezione relativa alle applicazioni per Windows SharePoint Services nel sito Web Microsoft all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=47987.

Supporto per configurazioni Extranet avanzate

Una funzionalità di mapping delle aree degli URL, che costituisce una novità di Windows SharePoint Services Service Pack 2, semplifica le interazioni con un server proxy o un firewall. Windows SharePoint Services utilizza URL assoluti per generare alcuni collegamenti ipertestuali nelle pagine Web e nei messaggi di posta elettronica. Le versioni precedenti di Windows SharePoint Services non sono pertanto in grado di supportare determinate configurazioni Extranet avanzate (ad esempio la terminazione SSL, la modifica dell'intestazione host e la conversione delle porte) in cui in corrispondenza del server Windows SharePoint Services viene distribuito un server proxy inverso. È ora possibile impostare aree degli URL, ad esempio Internet, Intranet ed Extranet, ed eseguire il mapping degli URL a tali aree in modo da consentire il corretto funzionamento di tali configurazioni.

Per ulteriori informazioni su Windows SharePoint Services in Windows Server 2003 R2, vedere il sito Web Microsoft all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=45560.

Torna all'inizio

Interoperabilità con UNIX

Per una migliore interoperabilità con UNIX, in Windows Server 2003 R2 sono disponibili le funzionalità descritte di seguito.

Gestione delle identità per UNIX

Windows Services for UNIX offre l'integrazione di Windows e UNIX con soluzioni di gestione delle identità aggiornate. Le soluzioni seguenti consentono di garantire l'accesso ininterrotto degli utenti e una gestione efficiente delle risorse di rete dei diversi sistemi operativi:

  • Server per NIS. Facilita l'integrazione di server NIS (Network Information Service) basati su UNIX e Windows consentendo a un controller di dominio Active Directory di fungere da server master NIS per uno o più domini NIS.

  • Sincronizzazione password. Facilita l'integrazione di server Windows e UNIX semplificando il processo di gestione di password protette. Con la sincronizzazione delle password, gli utenti non devono gestire password separate per gli account Windows e UNIX né ricordare di modificare la password in più posizioni.

Torna all'inizio

Subsystem for UNIX-based Applications

Subsystem for UNIX-based Applications (SUA) è un sottosistema per la compatibilità con l'origine finalizzato alla compilazione e all'esecuzione di applicazioni basate su UNIX personalizzate su un computer che esegue un sistema operativo server Windows. Con SUA, è possibile garantire la completa interoperabilità delle applicazioni UNIX con Windows apportando modifiche minime o nessuna modifica al codice sorgente originale.

Subsystem for UNIX-based Applications offre un sistema operativo per processi POSIX (Portable Operating System Interface). In combinazione con il relativo pacchetto di utilità di supporto, tra cui shell e un client telnet, garantisce un ambiente UNIX completo. Il pacchetto di utilità di supporto include un esteso insieme di utilità di script e un Software Development Kit (SDK) progettato per il supporto completo delle funzionalità di sviluppo di SUA.

SUA supporta inoltre nomi file con distinzione tra maiuscole e minuscole, il controllo dei processi, strumenti di compilazione e l'utilizzo di oltre 300 comandi, utilità e script della shell UNIX. Poiché viene installato separatamente rispetto al kernel di Windows, il sottosistema offre funzionalità UNIX effettive, senza emulazione.

Le nuove funzionalità di questa versione includono:

  • Connettività per librerie di database (OCI/ODBC). SUA supporta la connettività a Oracle e SQL Server da applicazioni di database, tramite lo standard ODBC (Open Database Connectivity) e OCI (Oracle Call Interface).

  • Microsoft® Visual Studio® Debugger Extension per il debug di applicazioni POSIX. SUA include il supporto per il debug dei processi POSIX tramite l'IDE di Visual Studio.

  • Utilità basate su ambienti UNIX SVR-5 e BSD. Il pacchetto di download di SUA supporta due diversi ambienti UNIX: SVR-5 e BSD.

  • Supporto per applicazioni a 64 bit. Tramite un processo denominato thunking, SUA fornisce non solo il supporto per applicazioni a 64 bit eseguite con sistema operativo a 64 bit, ma anche il supporto predefinito per file binari a 32 bit eseguiti con sistema operativo a 64 bit.

Per scaricare le utilità di supporto, vedere la pagina relativa all'installazione e all'utilizzo di Utilities and SDK for UNIX-based Applications nel sito Web Microsoft all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=38959.

Torna all'inizio

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

Mostra:
© 2014 Microsoft