Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Gestione dei set di partizioni COM+ in Active Directory

Aggiornamento: gennaio 2005

Si applica a: Windows Server 2003, Windows Server 2003 R2, Windows Server 2003 with SP1, Windows Server 2003 with SP2

Gestione dei set di partizioni COM+ in Active Directory

I set di partizioni COM+ archiviati in Active Directory possono contenere una o più partizioni COM+ e vengono utilizzati per assegnare una o più applicazioni, presenti in un server applicazioni, agli utenti del dominio o alle unità organizzative. Per ulteriori informazioni sulle partizioni COM+, vedere Gestione delle partizioni COM+ in Active Directory.

Ciascun set di partizioni COM+ definisce le partizioni COM+ per le quali viene concesso l'accesso a un utente del dominio.

Di seguito sono descritti i vantaggi che i set di partizioni COM+ offrono agli amministratori e ai programmatori di applicazioni.

  • L'amministrazione delle applicazioni distribuite diventa molto più semplice in quanto è possibile gestire l'accesso di un particolare insieme di utenti del dominio a un determinato insieme di applicazioni.

  • I criteri di protezione possono essere applicati agli utenti del dominio e alle unità organizzative all'interno di ciascun set di partizioni.

Prima di assegnare i set di partizioni COM+, è necessario raggruppare in modo logico una o più partizioni COM+ in un unico set di partizioni COM+. Una volta definito un set di partizioni COM+, è possibile rendere disponibili le applicazioni in tutto il dominio effettuando il mapping dei set di partizioni COM+ sugli utenti del dominio e sulle unità organizzative. A questo fine, è necessario eseguire operazioni sia nel controller di dominio in cui è presente Active Directory che nel server applicazioni in cui è installata l'applicazione COM+.

Operazioni da eseguire in un controller di dominio

È innanzitutto necessario creare una partizione COM+ all'interno di Active Directory utilizzando Utenti e computer di Active Directory oppure, a livello di programmazione, Active Directory Service Interface (ADSI). Per ulteriori informazioni, vedere Creare una partizione COM+ in Active Directory. Una volta create e configurate le partizioni COM+ in Active Directory, è possibile utilizzare Servizi componenti in un server applicazioni per associare una partizione COM+ locale a una partizione COM+ archiviata in Active Directory.

Dopo aver creato la partizione COM+ e averla associata a una partizione COM+ locale, è necessario creare un set di partizioni COM+. Durante la creazione di un set di partizioni COM+ è possibile definire le partizioni COM+ che ne fanno parte. Per creare un set di partizioni COM+ è possibile utilizzare Utenti e computer di Active Directory oppure, a livello di programmazione, Active Directory Service Interface (ADSI). Per ulteriori informazioni, vedere Creare un set di partizioni COM+ in Active Directory.

Infine, è necessario effettuare il mapping degli utenti del dominio o delle unità organizzative sul set di partizioni COM+ appena creato. È possibile associare contemporaneamente più utenti o unità organizzative a un set di partizioni COM+ anziché effettuare il mapping di più identità utente o unità organizzative singole. Per ulteriori informazioni, vedere Effettuare il mapping di un utente o un'unità organizzativa su un set di partizioni COM+.

Operazioni da eseguire nei server applicazioni

Mediante Servizi componenti è possibile collegare una singola applicazione COM+ archiviata in locale in un server applicazioni a una singola partizione COM+ archiviata in Active Directory. Per effettuare questa operazione, creare una partizione COM+ locale nel server applicazioni mediante Servizi componenti, quindi modificarne l'ID in modo che coincida con quello della partizione COM+ in Active Directory.

Ciascuna partizione COM+ in Active Directory dispone di una descrizione generale, un nome univoco e un ID di partizione univoco. Quest'ultimo consente di associare la partizione COM+ locale alla partizione COM+ definita in Active Directory. Le partizioni COM+ definite in Active Directory sono univoche all'interno dell'organizzazione. Una partizione COM+ locale è necessaria per archiviare l'applicazione COM+ in un server applicazioni, in cui possono essere installate più versioni di una determinata applicazione.

È possibile definire un ID di partizione COM+ locale nel server applicazioni e successivamente modificare l'ID di partizione in Active Directory per farlo coincidere con l'ID locale. In alternativa, è possibile definire un ID di partizione COM+ in Active Directory e quindi modificare l'ID di partizione nel server applicazioni per farlo coincidere con l'ID in Active Directory.

Nota

  • Talvolta le partizioni COM+ locali vengono denominate partizioni vuote nell'interfaccia utente di Servizi componenti.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2014 Microsoft