Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Gestione dei set di partizioni COM+ in Active Directory

Aggiornamento: gennaio 2005

Si applica a: Windows Server 2003, Windows Server 2003 R2, Windows Server 2003 with SP1, Windows Server 2003 with SP2

Gestione dei set di partizioni COM+ in Active Directory

I set di partizioni COM+ archiviati in Active Directory possono contenere una o più partizioni COM+ e vengono utilizzati per assegnare una o più applicazioni, presenti in un server applicazioni, agli utenti del dominio o alle unità organizzative. Per ulteriori informazioni sulle partizioni COM+, vedere Gestione delle partizioni COM+ in Active Directory.

Ciascun set di partizioni COM+ definisce le partizioni COM+ per le quali viene concesso l'accesso a un utente del dominio.

Di seguito sono descritti i vantaggi che i set di partizioni COM+ offrono agli amministratori e ai programmatori di applicazioni.

  • L'amministrazione delle applicazioni distribuite diventa molto più semplice in quanto è possibile gestire l'accesso di un particolare insieme di utenti del dominio a un determinato insieme di applicazioni.

  • I criteri di protezione possono essere applicati agli utenti del dominio e alle unità organizzative all'interno di ciascun set di partizioni.

Prima di assegnare i set di partizioni COM+, è necessario raggruppare in modo logico una o più partizioni COM+ in un unico set di partizioni COM+. Una volta definito un set di partizioni COM+, è possibile rendere disponibili le applicazioni in tutto il dominio effettuando il mapping dei set di partizioni COM+ sugli utenti del dominio e sulle unità organizzative. A questo fine, è necessario eseguire operazioni sia nel controller di dominio in cui è presente Active Directory che nel server applicazioni in cui è installata l'applicazione COM+.

Operazioni da eseguire in un controller di dominio

È innanzitutto necessario creare una partizione COM+ all'interno di Active Directory utilizzando Utenti e computer di Active Directory oppure, a livello di programmazione, Active Directory Service Interface (ADSI). Per ulteriori informazioni, vedere Creare una partizione COM+ in Active Directory. Una volta create e configurate le partizioni COM+ in Active Directory, è possibile utilizzare Servizi componenti in un server applicazioni per associare una partizione COM+ locale a una partizione COM+ archiviata in Active Directory.

Dopo aver creato la partizione COM+ e averla associata a una partizione COM+ locale, è necessario creare un set di partizioni COM+. Durante la creazione di un set di partizioni COM+ è possibile definire le partizioni COM+ che ne fanno parte. Per creare un set di partizioni COM+ è possibile utilizzare Utenti e computer di Active Directory oppure, a livello di programmazione, Active Directory Service Interface (ADSI). Per ulteriori informazioni, vedere Creare un set di partizioni COM+ in Active Directory.

Infine, è necessario effettuare il mapping degli utenti del dominio o delle unità organizzative sul set di partizioni COM+ appena creato. È possibile associare contemporaneamente più utenti o unità organizzative a un set di partizioni COM+ anziché effettuare il mapping di più identità utente o unità organizzative singole. Per ulteriori informazioni, vedere Effettuare il mapping di un utente o un'unità organizzativa su un set di partizioni COM+.

Operazioni da eseguire nei server applicazioni

Mediante Servizi componenti è possibile collegare una singola applicazione COM+ archiviata in locale in un server applicazioni a una singola partizione COM+ archiviata in Active Directory. Per effettuare questa operazione, creare una partizione COM+ locale nel server applicazioni mediante Servizi componenti, quindi modificarne l'ID in modo che coincida con quello della partizione COM+ in Active Directory.

Ciascuna partizione COM+ in Active Directory dispone di una descrizione generale, un nome univoco e un ID di partizione univoco. Quest'ultimo consente di associare la partizione COM+ locale alla partizione COM+ definita in Active Directory. Le partizioni COM+ definite in Active Directory sono univoche all'interno dell'organizzazione. Una partizione COM+ locale è necessaria per archiviare l'applicazione COM+ in un server applicazioni, in cui possono essere installate più versioni di una determinata applicazione.

È possibile definire un ID di partizione COM+ locale nel server applicazioni e successivamente modificare l'ID di partizione in Active Directory per farlo coincidere con l'ID locale. In alternativa, è possibile definire un ID di partizione COM+ in Active Directory e quindi modificare l'ID di partizione nel server applicazioni per farlo coincidere con l'ID in Active Directory.

Nota

  • Talvolta le partizioni COM+ locali vengono denominate partizioni vuote nell'interfaccia utente di Servizi componenti.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft