Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Backup e ripristino dei cluster di server

Aggiornamento: gennaio 2005

Si applica a: Windows Server 2003, Windows Server 2003 R2, Windows Server 2003 with SP1, Windows Server 2003 with SP2

 

Backup e ripristino dei cluster di server

Per garantire un'elevata disponibilità è indispensabile eseguire regolarmente un backup del cluster di server. In questo argomento viene descritto come utilizzare Backup o ripristino guidato per eseguire il backup dei nodi del cluster, vengono illustrati dieci scenari di errore del cluster e, per ogni scenario, vengono proposte soluzioni di ripristino dei dati per mezzo di Backup o ripristino guidato e delle utilità di ripristino del Resource Kit di Microsoft Windows Server 2003.

Per ulteriori informazioni sulle procedure di backup e ripristino, vedere Backup e recupero dei dati.

Backup dei dati del cluster

In un cluster di server esistono quattro gruppi di dati critici per il corretto funzionamento del cluster: le firme e le partizioni dei dischi, i dati quorum, i dati dei dischi e i dati dei singoli nodi.

Firme e partizioni dei dischi del cluster

Prima di eseguire il backup dei dati dei nodi del cluster di server, assicurarsi di eseguire il backup delle firme e delle partizioni dei dischi del cluster utilizzando la funzionalità Ripristino automatico di sistema disponibile in Backup guidato. Questa operazione è necessaria per consentire il ripristino della firma del disco quorum in un momento successivo, ad esempio nel caso in cui si sia verificato un errore dell'intero sistema o la firma del disco quorum sia stata modificata dopo l'ultimo backup.

Nota

  • Per impostazione predefinita, il gruppo Backup Operators non dispone dei diritti utente necessari per creare un backup con Ripristino automatico di sistema su un nodo del cluster. I membri del gruppo Backup Operators possono tuttavia eseguire questa procedura se il gruppo viene aggiunto al descrittore di protezione per il Servizio cluster. A tale scopo è possibile utilizzare Amministrazione cluster o cluster.exe. Per ulteriori informazioni, vedere Concedere a un utente le autorizzazioni per l'amministrazione di un cluster e Cluster.

Per ulteriori informazioni, vedere Eseguire il backup delle firme e dei layout di partizione dei dischi del cluster.

Dati quorum del cluster

Quando si esegue il backup dei dati di un nodo del cluster di server, assicurarsi di eseguire anche il backup dei dati quorum del cluster. Il quorum del cluster è un elemento essenziale in quanto contiene la configurazione del cluster corrente, i punti di arresto del registro delle applicazioni e il registro di ripristino del cluster.

Se si esegue un backup dello stato di sistema da un nodo qualsiasi, è possibile utilizzare Backup guidato per eseguire il backup dei dati quorum del cluster, purché su tale nodo in esecuzione il Servizio cluster.

Per ulteriori informazioni, vedere Eseguire il backup del quorum del cluster.

Dati dei dischi del cluster

Per eseguire il backup di tutti i dischi del cluster appartenenti a un nodo, eseguire un backup completo dal nodo stesso.

È anche possibile eseguire il backup di questi dati attraverso una connessione di rete su una condivisione file nascosta riservata a scopo di amministrazione. Ad esempio, è possibile utilizzare la procedura guidata Nuova risorsa per creare le condivisioni file FBackup$, GBackup$ e HBackup$ per le directory principali delle unità F, G e H. Tali condivisioni non verranno visualizzate nell'elenco e potranno essere configurate per consentire l'accesso solo ai membri del gruppo Backup Operators.

Per informazioni sul backup dei dati dei dischi del cluster, vedere Eseguire il backup dei dati dei nodi del cluster.

Importante

  • Se un disco del cluster appartenente al nodo di cui viene effettuato il backup esegue il failover su un altro nodo durante il processo di backup, il backup risultante non conterrà tutti i dati presenti in tale disco.

Importante

  • È possibile eseguire soltanto il backup di un disco del cluster su un nodo locale. Non è possibile eseguire il backup di un disco del cluster su un computer remoto.

Dati dei singoli nodi del cluster

Dopo aver eseguito il backup del disco quorum di un nodo, non è necessario eseguire il backup del quorum degli altri nodi del cluster. È tuttavia possibile eseguire il backup del software di clustering, del software di amministrazione del cluster, dello stato di sistema e dei dati delle applicazioni dei nodi rimanenti.

Importante

  • Se si esegue il backup dello stato di sistema di un nodo su cui è in esecuzione il Servizio cluster, verrà eseguito automaticamente anche il backup dei dati quorum.

Per informazioni sul backup dei dati dei singoli nodi del cluster, vedere Eseguire il backup dei dati dei nodi del cluster.

Scenari di errore e di ripristino del cluster

In questa sezione sono descritti dieci scenari di errore che rendono necessario il ripristino del cluster. Le operazioni da eseguire variano a seconda del tipo di errore che si è verificato.

Scenario 1: perdita dei dati di un disco del cluster

Se si sono persi file e cartelle memorizzati in un disco del cluster ma non nel disco contenente il quorum del cluster, è possibile utilizzare Backup o ripristino guidato per ripristinare i dati.

Importante

  • È necessario ripristinare i dati del disco di cluster dal nodo proprietario del disco.

Per ulteriori informazioni, vedere Ripristinare file da un file o da un nastro.

Scenario 2: quorum del cluster danneggiato

Sintomo: i nodi del cluster vengono avviati senza problemi ma il Servizio cluster non viene avviato perché non è possibile portare in linea la risorsa quorum.

Se il problema è causato dalla presenza di file danneggiati sul disco quorum, provare ad avviare il Servizio cluster dal prompt dei comandi e digitare net start clussvc /resetquorumlog. Verrà creato un nuovo file di registro quorum, utilizzando le informazioni archiviate nel database del cluster del nodo locale. Per ulteriori informazioni sul ripristino del quorum cluster danneggiato, vedere Ripristinare un file registro quorum danneggiato o un disco quorum. Se è necessario sostituire il disco quorum del cluster, vedere lo scenario 5 riportato di seguito. Per un cluster a maggioranza dei nodi, vedere lo scenario 9.

Scenario 3: perdita dei punti di arresto dell'applicazione relativi al quorum del cluster

Sintomo: non è possibile portare in linea alcune risorse e i punti di arresto dell'applicazione non sono aggiornati.

Se il quorum danneggiato è stato ripristinato creando un nuovo registro quorum come descritto nello scenario 2, può essere necessario ripristinare i punti di arresto corrispondenti prima di riportare in linea la risorsa quorum.

Utilizzo degli strumenti del Microsoft Windows Server 2003 Resource Kit
  • Eseguire l'utilità ClusterRecovery. Per ulteriori informazioni, vedere il Resource Kit di Microsoft Windows Server 2003 e la Guida in linea dell'utilità ClusterRecovery.

Utilizzo degli strumenti della famiglia Windows Server 2003

Scenario 4: disco del cluster danneggiato o errore del disco

Sintomo: non è possibile portare in linea un disco del cluster. Non sarà possibile portare in linea neanche le risorse che dipendono dal disco del cluster.

Controllare innanzitutto se è possibile eseguire l'utilità di diagnostica fornita dal produttore del disco per determinare la condizione del disco. Se il disco del cluster è danneggiato o si verifica un errore hardware del disco, è possibile ripristinare il disco più velocemente ricorrendo alle utilità del Resource Kit di Microsoft Windows Server 2003. Se non si dispone di tali strumenti, è possibile ripristinare il disco del cluster eseguendo le utilità di backup e ripristino incluse nei sistemi operativi della famiglia Windows Server 2003.

Utilizzo degli strumenti del Microsoft Windows Server 2003 Resource Kit
  • Eseguire l'utilità ClusterRecovery. Per ulteriori informazioni, vedere il Resource Kit di Microsoft Windows Server 2003 e la Guida in linea dell'utilità ClusterRecovery.

  • Utilizzare l'utilità NTBackup e l'utilità Confdisk fornita con il Resource Kit di Microsoft Windows Server 2003 per ripristinare i dati nel disco del cluster. Per ulteriori informazioni, vedere il Resource Kit di Microsoft Windows Server 2003.

Utilizzo degli strumenti Windows Server 2003
  • Se necessario, sostituire il disco del cluster. Per informazioni, vedere Installare bus e periferiche di archiviazione locali.

  • Arrestare l'esecuzione del Servizio cluster su tutti i nodi del cluster.

  • Individuare il set di backup dei dati del nodo proprietario del disco del cluster. Reperire inoltre il set di backup di Ripristino automatico di sistema relativo al nodo, se disponibile. Eseguire il ripristino con Ripristino automatico di sistema su uno dei nodi. Utilizzare Ripristino automatico di sistema solo se indispensabile e soltanto come ultima risorsa. Per ulteriori informazioni, vedere Ripristinare un nodo danneggiato del cluster mediante Ripristino automatico di sistema.

  • Dopo aver riportato in linea il nodo ripristinato, riavviare il Servizio cluster sui nodi rimanenti.

Scenario 5: errore del disco quorum del cluster

Sintomo: i nodi del cluster vengono avviati senza problemi ma il Servizio cluster non viene avviato perché non è possibile portare in linea la risorsa quorum. Le voci del registro eventi indicano la presenza di errori hardware.

Provare innanzitutto ad avviare il Servizio cluster dal prompt dei comandi e digitare net start clussvc /fixquorum. Verrà avviato il Servizio cluster con tutte le risorse non in linea, inclusa la risorsa quorum. In seguito, provare a passare a una nuova risorsa quorum, utilizzando facoltativamente l'utilità Clusterrecovery dal Resource Kit di Windows Server 2003. Per ulteriori informazioni, vedere Comando fixquorum.

Se si verifica un errore del disco quorum del cluster, ovvero il disco contenente la risorsa quorum, è possibile sostituire il disco più velocemente ricorrendo alle utilità del Resource Kit di Microsoft Windows Server 2003. Se non si dispone di tali strumenti, è possibile sostituire il disco quorum del cluster eseguendo le utilità di backup e ripristino incluse nei sistemi operativi della famiglia Windows Server 2003.

Utilizzo degli strumenti del Microsoft Windows Server 2003 Resource Kit
  • Utilizzare l'utilità NTBackup e l'utilità Confdisk fornita con il Resource Kit di Microsoft Windows Server 2003 per ripristinare i dati nel disco del cluster.

  • Eseguire l'utilità ClusterRecovery. Per ulteriori informazioni, vedere il Resource Kit di Microsoft Windows Server 2003 e la Guida in linea dell'utilità ClusterRecovery.

Utilizzo degli strumenti della famiglia Windows Server 2003

Scenario 6: singolo nodo del cluster danneggiato o errore del nodo

Sintomo: non è possibile aggiungere il nodo al cluster.

Se il registro eventi indica che il database del cluster sul nodo locale è danneggiato, è possibile eseguire un ripristino dello stato di sistema sul nodo interessato per sostituire il database locale. Per ulteriori informazioni, vedere Ripristinare il database del cluster in un nodo locale. In alternativa, è possibile copiare il file dei punti di arresto (CHKxxx.TMP) più aggiornato dal disco quorum alla directory %systemroot%\Cluster\, modificarne il nome in CLUSDB e riavviare il Servizio cluster sul nodo.

Se si è verificato un errore di un singolo nodo del cluster riconducibile a un errore del disco di sistema o altri errori hardware, eseguire la seguente procedura per ricreare il nodo e aggiungerlo al cluster:

Scenario 7: ripristino dello stato precedente del quorum del cluster

Se il cluster non funziona come previsto a causa di modifiche recenti, è possibile utilizzare Backup o ripristino guidato per ripristinare una configurazione precedente del cluster. Ad esempio, se alcune risorse sono state eliminate per errore dalla configurazione cluster, è possibile ripristinarla, utilizzando una copia di backup che contiene quelle risorse.

Per ulteriori informazioni, vedere Ripristinare il contenuto di un disco quorum del cluster per tutti i nodi di un cluster.

Scenario 8: errore dell'intero cluster

Sintomo: non è possibile avviare nessun nodo.

Se si verifica un errore in tutti i nodi del cluster e non è possibile ripristinare il disco quorum, eseguire la procedura descritta.

Importante

Scenario 9: errore del cluster a maggioranza dei nodi

I metodi per ripristinare un cluster a maggioranza dei nodi sono gli stessi di quelli utilizzati per il ripristino di altri cluster. In un cluster a maggioranza dei nodi, tuttavia, se si verifica un errore in alcuni nodi e viene perso il quorum del cluster, è possibile forzare la creazione di un quorum negli altri nodi e riavviare il cluster. Per ulteriori informazioni, vedere Forzare il quorum in un cluster di server a maggioranza dei nodi.

Nota

  • In un cluster a maggioranza dei nodi il database del cluster non è memorizzato in un disco che funge da archivio centrale per tutti i nodi bensì localmente su ogni nodo, nel percorso %systemroot%\Cluster\MNS.%ResourceGUID%$\%ResourceGUID%$\MSCS\.

Scenario 10: perdita dei dati delle applicazioni in un cluster di server

Per ripristinare i dati delle applicazioni in un cluster di server, attenersi alle istruzioni fornite nella documentazione delle varie applicazioni.

Importante

  • Se si esegue il backup di Microsoft Exchange Server, verificare se è stata resa disponibile una versione più recente di NTBackup.exe nella sezione dedicata a Exchange Server sul sito Web Microsoft. In caso contrario, è possibile utilizzare la versione di NTBackup.exe disponibile nei sistemi operativi della famiglia Windows Server 2003.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

Mostra:
© 2014 Microsoft