Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Uno sguardo a Windows 7 per i professionisti IT

windows7_banner_ita.jpg

Microsoft ha appena rivelato l'ultimo sistema operativo client, Windows® 7. Va innanzitutto detto che si tratta di una versione pre-beta, quindi siamo ancora in una fase iniziale. Poiché tutti parleranno molto della capacità di Windows 7 di rendere più semplici le attività di tutti i giorni, migliorare l'esperienza utente e la produttività, noi abbiamo pensato di concentrarci sulle informazioni di specifico interesse per i professionisti IT.

Costruito sulle basi di Windows Server 2008 e Windows Vista

Iniziamo con il dire che l'architettura di base di Windows 7 rimane la stessa delle versioni precedenti in quanto è costruita sulle basi di Windows Server® 2008 e Windows Vista®. In questo modo viene garantita la compatibilità con Windows 7 praticamente per tutti i PC, le applicazioni e i dispositivi che sono compatibili con Windows Vista. Un fattore importante per coloro che stanno valutando o implementando Windows Vista in questo periodo. Non c'è ragione di tenere tutto in sospeso e aspettare l'uscita di Windows 7. Gli investimenti effettuati per l'adozione di Windows Vista (testing pilotaggio, distribuzione) saranno infatti ripagati con una transazione più semplice e veloce quando sarà disponibile Windows 7.

Novità di Windows 7

Durante la progettazione di Windows 7 gli ingegneri avevano ben chiari i cosiddetti "concetti fondamentali" su cui concentrarsi: prestazioni, compatibilità tra applicazioni, compatibilità tra dispositivi, affidabilità, sicurezza e durata delle batterie. Questo sforzo è stato supportato da dati di telemetria relativi al tipo di utilizzo che viene fatto dei PC e ai problemi che determinavano prestazioni di scarso livello o interruzioni. Il particolare interesse verso i concetti fondamentali non è iniziato con Windows 7; esso è infatti la continuazione del lavoro su Windows Vista che si è concretizzato nel

Service Pack 1. Mentre la prima versione di Windows Vista affrontava sfide con componenti hardware e compatibilità tra applicazioni, i miglioramenti introdotti con SP1 e una maggiore maturità dell'ecosistema hanno contribuito ad alleviare questi problemi.

I punti più importanti per i professionisti IT saranno i miglioramenti nella gestibilità e nella sicurezza e l'impatto che quest'ultima ha sul lavoro quotidiano. Analogamente a Windows Vista, Windows 7 è studiato in modo da rendere la gestione di un ambiente di PC più automatizzata, controllabile ed efficiente. Entrambi i sistemi operativi client includono strumenti e capacità di monitoraggio che non sono disponibili in un ambiente Windows XP. 

Inoltre, la creazione di immagini in Windows 7 si basa sui miglioramenti fondamentali apportati in Windows Vista, con l'aggiunta delle funzionalità di enumerazione e gestione dei driver. La migrazione dei dati è più veloce e più flessibile grazie alla nuova funzionalità del "collegamento reale" (Hardlink) e al supporto della migrazione non in linea.

Gestibilità

I professionisti IT in genere ci raccontano delle loro difficoltà a mantenere una configurazione standard e a impedire che gli utenti finali aggiungano software e hardware non autorizzato. Inoltre, per i PC portatili remoti che per la maggior parte del tempo sono disconnessi dalla rete aziendale, l'amministrazione delle patch e degli aggiornamenti è difficile e inaffidabile.

  • In Windows Vista, la funzionalità di Controllo dell'account utente (UAC) ha consentito a più organizzazioni di impostare per i propri utenti una modalità utente standard e impedire così modifiche non autorizzate alla configurazione di base. In Windows Vista è stato inoltre aggiunto un numero significativamente maggiore di parametri gestibili con i Criteri di gruppo.
  • In Windows 7, queste due tecnologie hanno subito un ulteriore miglioramento, con una funzionalità di Controllo dell'account utente che può essere regolata per ridurre, se appropriato per l'ambiente, il numero di richieste di elevazione dei privilegi.
  • È stato esteso il raggio di azione delle preferenze dei Criteri di gruppo: ciò che può essere gestito tramite i Criteri di gruppo, il modo in cui le impostazioni vengono applicate a utenti o computer specifici, inclusi i componenti che non riconoscono i Criteri di gruppo.
  • L'aggiornamento dei PC portatili che per la maggior parte del tempo sono disconnessi dalla rete è un argomento critico per le organizzazioni IT. In Windows 7 sarà presentato DirectAccess, una capacità che consente la gestione e l'aggiornamento di PC remoti connessi a Internet, anche quando non sono connessi alla rete aziendale.
  • Per i professionisti IT che si sentono meno a loro agio in un ambiente di scripting da riga di comando, il nuovo Powershell versione 2 e il relativo editor grafico consentono di automatizzare le attività ripetitive con una conoscenza minima dello sviluppo.

Sicurezza e conformità

La sicurezza è uno dei problemi sempre attuali per la gestione dell'IT e la conformità alle normative sta diventando una sfida sempre più grande a causa dell'espansione delle normative nel mondo. Sebbene con Windows XP SP2 siano stati apportati significativi miglioramenti alla sicurezza dei PC, i PC restano ancora soggetti a minacce distruttive a causa delle innovazioni nel malware e nell'ingegneria sociale. Aggiungiamo anche che l'implementazione di criteri di conformità alle normative, specialmente la protezione dei dati riservati nei PC portatili, è una sfida particolare.

Con Windows Vista è stato introdotto un modello di architettura che migliorava la sicurezza limitando le modifiche che potevano essere apportate al Registro di sistema in assenza di credenziali amministrative e creando più istanze in cui gli utenti potevano essere distribuiti in modalità utente standard. La funzionalità di Controllo dell'account utente ha contribuito alla protezione dei PC, ma a breve termine ha causato alcuni problemi perché le applicazioni dovevano evitare di eseguire certe attività, ad esempio, scrivere nel Registro di sistema oppure scrivere dati per proteggere le cartelle. Con SP1, un ecosistema in fase di sviluppo, e in alcuni casi l'utilizzo creativo di "shim", la maggior parte dei problemi di compatibilità tra applicazioni è stata risolta, fornendo intanto questo livello aggiuntivo di protezione.

L'introduzione di Crittografia unità BitLocker in Windows Vista e l'estensione di questa protezione a volumi non di avvio in SP1 hanno aumentato il grado di protezione dei dati riservati richiesta in molti settori. 

Windows 7 si basa su questi progressi con un Controllo dell'account utente personalizzabile che consente ai professionisti IT di regolare la funzionalità in base ai loro ambienti; nelle istanze in cui è garantita una maggiore flessibilità per gli utenti, appariranno meno richieste di elevazione dei privilegi. Al contrario, negli ambienti in cui è richiesto un maggiore controllo sull'infrastruttura IT, il Controllo dell'account utente sarà rafforzato per ridurre al minimo le modifiche apportabili dall'utente.

Per quanto concerne la protezione dei dati, in Windows 7 è incluso BitLocker ToGo™, grazie al quale la crittografia viene estesa alle unità rimovibili. Questa funzionalità consente di avere un maggiore controllo sulle informazioni che escono da un'azienda e aiuta inoltre a proteggere le unità USB che vengono perse o sottratte.

Windows 7 incorpora inoltre dei miglioramenti nei profili dei firewall e consente ai professionisti IT di controllare l'accesso ad applicazioni specifiche da parte di utenti specifici, ma parleremo di queste caratteristiche più dettagliatamente nei prossimi articoli.

Distribuzione

In Windows Vista era stato introdotto il formato WIM (Windows Imaging Format), che consentiva di creare e distribuire immagini indipendenti dall'hardware e dalla lingua. In molte istanze, un'immagine poteva essere distribuita e gestita ovunque fornendo un ambiente più prevedibile. Diversi nuovi strumenti, quali Microsoft Deployment Toolkit, Application Compatibility Toolkit e Microsoft Assessment and Planning Toolkit, contribuivano a semplificare la pianificazione, il testing e l'implementazione di una distribuzione su larga scala.

In Windows 7, la creazione e la distribuzione di immagini sono migliorate grazie a progressi, quali il provisioning di driver dinamico, lo strumento di servizio e gestione immagini di distribuzione, il trasferimento di più flussi multicast, e i miglioramenti nella migrazione dello stato degli utenti. Ne parleremo può dettagliatamente nei prossimi articoli di Serie Springboard. Visitateci spesso per non perderli.

Riepilogo

Windows 7 promette miglioramenti nella gestibilità, la sicurezza, la distribuzione e la produttività dell'utente finale. È meglio quindi aspettare? Il fatto è che molti di questi vantaggi sono già oggi disponibili in Windows Vista. Mentre la versione originale di Windows Vista è incorsa in problemi di compatibilità tra applicazioni e hardware, molti progressi sono stati ottenuti con Windows Vista SP1 e un ecosistema in fase di sviluppo e questi progressi continuano in Windows 7.

Se la vostra organizzazione non ha valutato seriamente il passaggio a Windows Vista oppure lo ha valutato prima che uscisse SP1 e lo ha ritenuto troppo problematico, adesso ha senso prenderlo di nuovo in considerazione, sia per beneficiare di un ambiente per PC più avanzato che per portarsi avanti verso Windows 7.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft