Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Configurare Server di trasporto

Aggiornamento: gennaio 2009

Si applica a: Windows Server 2008 R2

In questo argomento viene illustrato come utilizzare il servizio ruolo Server di trasporto in Windows Server 2008 R2. È possibile utilizzare Server di trasporto per l'avvio di rete, il multicast dei dati o per entrambi.

Utilizzare Server di trasporto per l'avvio di rete

È necessario installare il servizio ruolo Server di trasporto, preparare i file per l'avvio di rete e quindi configurare il server, utilizzando le quattro procedure seguenti. Dopo avere completato questi passaggi sarà possibile eseguire l'avvio di rete di un computer nell'Ambiente preinstallazione di Windows (Windows PE). Se si desidera utilizzare il server per il multicast, sarà inoltre necessario eseguire le procedure illustrate nella sezione Utilizzare Server di trasporto per il multicast dei dati.

Per installare il servizio ruolo Server di trasporto

  1. Aprire Server Manager, fare clic su Aggiungi ruoli e quindi su Avanti.

  2. Selezionare Servizi di distribuzione Windows e quindi fare due volte clic su Avanti.

  3. Deselezionare la casella di controllo per Server di distribuzione, in modo che risulti selezionato solo il servizio ruolo Server di trasporto, fare clic su Avanti e quindi su Installa.

  4. Al termine dell'installazione fare clic su Chiudi.

Per creare una cartella denominata RemoteInstall e condividerla come REMINST

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella, scegliere Proprietà e quindi fare clic su Condivisione avanzata nella scheda Condivisione.

  2. Selezionare la casella di controllo Condividi questa cartella e quindi digitare REMINST nella casella Nome condivisione. Per impostazione predefinita, il nome è RemoteInstall.

  3. Fare clic sul pulsante Autorizzazioni e quindi su Aggiungi.

  4. Verificare che il nome del server sia visualizzato dopo Da questo percorso. In caso contrario, fare clic su Percorsi, quindi sul nome server e infine su OK.

  5. Nella casella di testo visualizzata in basso digitare authenticated users e quindi fare clic su OK.

  6. Verificare che gli account Authenticated Users dispongano di autorizzazioni di Lettura e quindi rimuovere le autorizzazioni per Everyone.

  7. Fare clic su Aggiungi, digitare SYSTEM; Administrators, fare clic su OK e quindi concedere a tali utenti l'autorizzazione Controllo completo.

    noteNota
    Se il computer fa parte di un dominio, sarà necessario aggiungere l'account Administrators del dominio per questo passaggio, invece dell'account Administrators locale.

  8. Fare clic su OK per chiudere la finestra di dialogo.

Per copiare nel server i file di avvio da un'immagine d'avvio esistente.

  1. Ottenere il file Boot.wim incluso nel Windows Automated Installation Kit (Windows AIK). Si noti che non è consigliabile utilizzare il file Boot.wim includo nel DVD del prodotto.

  2. Montare la seconda immagine nell'immagine d'avvio in una directory locale, utilizzando la sintassi seguente:

    Dism /Mount-Wim /WimFile:<percorso_file WIM> /index:<numero_indice_immagine> /MountDir:<percorso_directory_montaggio>

    Ad esempio: Dism /Mount-Wim /WimFile:C:\test\images\boot.wim /index:2 /MountDir:C:\test\offline

  3. Creare la directory seguente in una partizione diversa dalla partizione di sistema: RemoteInstall\Boot\<ia64|x64|x86>.

  4. Copiare il contenuto di <directorymontaggio>\Windows\Boot\PXE disponibile nell'immagine d'avvio, ad esempio C:\test\offline\Boot\PXE, in RemoteInstall\Boot\<ia64|x64|x86> nel server di Servizi di distribuzione Windows.

  5. Se si esegue l'avvio di computer basati su x64, eseguire le operazioni seguenti. In caso contrario, ignorare questo passaggio.

    ImportantImportante
    Se si esegue l'avvio di computer basati su x64, è necessario completare le operazioni seguenti. In caso contrario, non sarà possibile avviare il computer.

    1. Individuare il file Boot.wim basato su x86 dal Windows AIK.

    2. Creare la directory seguente nel server di Servizi di distribuzione Windows: RemoteInstall\Boot\x86\Images. Questa cartella deve esistere, anche se è vuota.

    3. Copiare il contenuto di <directorymontaggio>\Windows\Boot\PXE disponibile nell'immagine d'avvio basata su x86, ad esempio C:\test\offline\Boot\PXE, in RemoteInstall\Boot\x86 nel server di Servizi di distribuzione Windows.

  6. Copiare il file nel percorso %systemroot%\system32\reminst\boot\boot.sdi nel server di Servizi di distribuzione Windows in RemoteInstall\boot\boot.sdi nel server di Servizi di distribuzione Windows.

  7. Smontare l'immagine. Ad esempio:

    DISM /Unmount-Wim /MountDir:C:\test\offline /commit

  8. Copiare le immagini di Windows PE, che devono essere contrassegnate come di avvio, in RemoteInstall\boot\<ia64|x64|x86>\images.

Per configurare il server

  1. Fare clic sul pulsante Start, fare clic con il pulsante destro del mouse su Prompt dei comandi e quindi scegliere Esegui come amministratore.

  2. Eseguire il comando seguente per configurare il provider PXE di Server di trasporto:

    reg.exe add HKLM\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\WDSServer\Providers\WDSPXE /v ProvidersOrder /t REG_MULTI_SZ /d WDSSIPR /f

  3. Creare una variabile d'ambiente denominata REMOTEINSTALL, che fa riferimento alla cartella RemoteInstall. Ad esempio:

    SET REMOTEINSTALL=<Full Path to your RemoteInstall folder>

  4. Impostare la radice TFTP in modo che faccia riferimento alla cartella RemoteInstall, utilizzando il comando seguente:

    reg.exe add HKLM\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\WDSServer\Providers\WDSTFTP /v RootFolder /t REG_SZ /d %REMOTEINSTALL% /f

  5. Utilizzare Blocco note per modificare il file Wdssipr.dll.conf.ini in %systemroot%\system32\wdssipr.dll.conf.ini in base alla necessità. Questo file contiene le impostazioni per il server, ad esempio le impostazioni relative alla modalità di risposta ai client da parte del server, e consente di pregestire i computer. Per informazioni sulle impostazioni che possono essere configurate, vedere il file.

  6. Avviare il server eseguendo WDSUTIL /Start-TransportServer.

Il server è ora configurato ed è possibile eseguire l'avvio di un computer in Windows PE. Se si desidera eseguire il multicast dei dati, seguire le istruzioni disponibili in Utilizzare Server di trasporto per il multicast dei dati per creare uno spazio dei nomi e quindi connettere un computer allo spazio dei nomi.

Utilizzare Server di trasporto per il multicast dei dati

In questa sezione sono disponibili istruzioni su come creare uno spazio dei nomi e quindi connettersi a tale spazio dei nomi per trasferire dati in un computer client.

Configurare le impostazioni del server

Prima di iniziare, è necessario impostare l'intervallo di indirizzi IP e quindi impostare i criteri della sessione multicast. Per impostare l'intervallo di indirizzi IP, eseguire una delle operazioni seguenti:

  • Se si utilizza il protocollo MADCAP (Multicast Address Dynamic Client Allocation Protocol) per gli indirizzi IP, eseguire il comando seguente:

    WDSUTIL /Set-TransportServer /ObtainIPv4From:DHCP

  • Se si utilizza un intervallo definito per gli indirizzi IP, eseguire uno dei comandi seguenti:

    WDSUTIL /Set-TransportServer /ObtainIPv4From:Range /Start:<start Ipv4 Address> /End:<end Ipv4 Address>

    WDSUTIL /Set-TransportServer /ObtainIPv6From:Range /Start:<start Ipv6 Address> /End:<end Ipv6 Address>

    noteNota
    Se la funzionalità multicast viene utilizzata da più server in una rete (Server di trasporto, Server di distribuzione o un'altra soluzione), è importante che ogni server sia configurato in modo da evitare conflitti tra gli indirizzi IP di multicast. In caso contrario, è possibile che si rilevi traffico eccessivo quando si attiva il multicast. Si noti che ogni server di Servizi di distribuzione Windows avrà lo stesso intervallo predefinito. Per risolvere questo problema, specificare intervalli statici che non si sovrappongono, in modo da assicurare che ogni server utilizzi un indirizzo IP univoco.

Impostare come segue i criteri della sessione multicast:

  • Per disconnettere automaticamente i client che si trovano al di sotto di una soglia, utilizzare la sintassi seguente: WDSUTIL /Set-TransportServer [/Server:<name>] /MulticastSessionPolicy /Policy:Autodisconnect /Threshold:<threshold in kbps>

  • Per separare i client in due o tre flussi multicast in base alla relativa velocità, utilizzare la sintassi seguente: WDSUTIL /Set-TransportServer [/Server:<name>] /MulticastSessionPolicy /Policy:Multistream /StreamCount:{2|3}

    È possibile aggiungere /Fallback:{Yes|No} a entrambi i comandi, per determinare il comportamento dei client disconnessi o abbassati di livello.

Creare uno spazio dei nomi

Per trasferire i dati utilizzando il multicast, è necessario creare uno spazio dei nomi per definire il modo in cui i dati vengono trasferiti. È ad esempio necessario impostare manualmente i nomi dei dati e dei gruppi di dati e il percorso della cartella contenente i dati.

Prerequisiti per la creazione di uno spazio dei nomi

Per creare uno spazio dei nomi con Server di trasporto, sono necessari gli elementi seguenti:

  • Un provider di contenuti. È possibile utilizzare il provider di contenuti di Servizi di distribuzione Windows, denominato WDS, incluso nell'installazione di Server di trasporto. In alternativa, è possibile creare un provider di contenuti personalizzato, utilizzando gli strumenti disponibili nel Windows SDK.

  • Dati da trasmettere. È possibile trasmettere tutti i dati che il provider di contenuti è in grado di trovare, ad esempio immagini del sistema operativo, file di dati oppure un archivio MP3. Il provider di contenuti di Servizi di distribuzione Windows è in grado di trovare qualsiasi file in una directory.

  • Capacità di utilizzare WDSUTIL. È possibile gestire Server di trasporto solo tramite lo strumento da riga di comando WDSUSTIL.

  • Router. I router disponibili nell'ambiente in uso devono supportare il multicast.

Procedura per la creazione di uno spazio dei nomi con Server di trasporto

È possibile creare spazi dei nomi di tipo Multicast pianificato e Multicast automatico. Per ulteriori informazioni su ogni parametro, vedere la sezione Opzioni più avanti in questo documento.

  • Per creare uno spazio dei nomi di tipo Multicast pianificato, eseguire:

    WDSUTIL /New-Namespace [/Server:<server name>] /Namespace:<namespace name> /FriendlyName:<friendly name> [/Description:<description>] /ContentProvider:<name> /ConfigString:<config string> /NamespaceType:ScheduledCast [/Time:<YYYY/MM/DD:hh:mm>] [/Clients:<number of clients>]

    Ad esempio:

    WDSUTIL /New-Namespace /Server:MyWDSServer /FriendlyName:"Custom Scheduled Namespace" /Namespace:"Custom Scheduled 1" /ContentProvider:WDS /ConfigString:D:\Images /NamespaceType:ScheduledCast /Time:"2006/11/20:17:00" /Clients:20

  • Per creare uno spazio dei nomi di tipo Multicast automatico, eseguire:

    WDSUTIL /New-Namespace [/Server:<server>] /FriendlyName:<friendly name> /Namespace:<namespace name> [/Description:<description>] /ContentProvider:<name> /ConfigString:<config string> /NamespaceType:AutoCast

    Ad esempio:

    WDSUTIL /New-Namespace /FriendlyName:"Custom AutoCast Namespace" /Namespace:"Custom Auto 1" /ContentProvider:WDS /ConfigString:D:\Images /NamespaceType:AutoCast

Aggiungere un computer a uno spazio dei nomi

Dopo avere creato uno spazio dei nomi, è necessario connettere un computer allo spazio dei nomi per trasferire i dati. I computer vengono aggiunti a una trasmissione mediante Wdsmcast.exe, uno strumento da riga di comando incluso in Windows AIK. È possibile eseguire Wdsmcast.exe solo da Windows PE 2.1 o Windows PE 3.0.

Per aggiungere un computer a uno spazio dei nomi

  1. Utilizzare Gestione e manutenzione immagini distribuzione per aggiungere Wdsmcast.exe e ImageX.exe all'immagine di Windows PE disponibile nel server nel percorso RemoteInstall\boot\<arch>\images\. Wdsmcast.exe e ImageX.exe si trovano nella directory Tools\<arch> di Windows AIK ed è possibile aggiungerli in qualsiasi posizione nell'immagine d'avvio.

  2. Eseguire l'avvio del client nell'immagine di Windows PE.

  3. Eseguire il comando seguente dal computer nel quale si desidera trasferire i dati:

    WDSMCAST /Transfer-File /Server:<server name> /Namespace:<namespace name> /Username:<domain and user name> [/Password:<password>] /SourceFile:<file path> /DestinationFile:<file path>

    noteNota
    Per ulteriori informazioni su queste opzioni, eseguire WDSMCAST /?.

Comandi comuni

Di seguito sono illustrati i comandi di utilizzo più frequente per u server configurato che esegue Server di trasporto. Per ulteriori informazioni su ogni parametro, vedere Opzioni.

  • Per iniziare la trasmissione, eseguire:

    WDSUTIL /Start-Namespace /Namespace:<name>

    noteNota
    Per avviare una trasmissione, è necessario che la trasmissione sia uno spazio dei nomi di tipo Multicast pianificato e che la trasmissione di dati sia stata richiesta da almeno un client.

  • Per visualizzare informazioni per i client connessi a uno spazio dei nomi, ad esempio nome computer, indirizzo MAC, indirizzo IP, velocità, percentuale completata, eseguire:

    WDSUTIL /Get-Namespace /Namespace:<name> /Show:Clients

  • Per rimuovere uno spazio dei nomi, eseguire:

    WDSUTIL /Remove-Namespace [/Server:<server name>] /Namespace:<namespace name> [/Force]

    Ad esempio:

    Per rimuovere lo spazio dei nomi al termine dei download correnti dei client, eseguire: WDSUTIL /Remove-Namespace /Namespace:"Custom Auto 1"

    Per rimuovere immediatamente lo spazio dei nomi e interrompere eventuali download correnti dei client, eseguire: WDSUTIL /Remove-Namespace /Server:MyWDSServer /Namespace:"Custom Auto 1" /Force

  • Per interrompere completamente un'installazione client, eseguire:

    WDSUTIL /Disconnect-Client /ClientID:<id> /Force

    ImportantImportante
    È consigliabile utilizzare con cautela questa opzione, poiché l'installazione avrà esito negativo e il computer potrebbe risultare inutilizzabile. È possibile prendere in considerazione l'utilizzo di questa opzione se non si riconosce un client e si ritiene che non sia sicuro oppure se si teme che la larghezza di banda non sia sufficiente.

  • Per interrompere il dowload per un client ma continuare a trasferire l'immagine con un altro metodo (ad esempio con una copia SMB), eseguire:

    WDSUTIL /Disconnect-Client /ClientID:<id>

  • Per visualizzare il client <id> per ogni spazio dei nomi, eseguire:

    WDSUTIL /Get-Namespace /Namespace:<name> /show:clients

Opzioni

Le opzioni illustrate nella tabella seguente sono relative alle sezioni precedenti del documento, ovvero "Procedura per la creazione di uno spazio dei nomi" e "Comandi comuni".

 

Opzione Descrizione

/Server:<nome server>

Specifica il nome del server di Servizi di distribuzione Windows. Può essere il nome NetBIOS oppure il nome di dominio completo. Se non viene specificato alcun nome, verrà utilizzato il server locale.

/Namespace:<Nome spazio dei nomi>

Specifica il nome dello spazio dei nomi da creare. Tale nome deve essere univoco negli spazi dei nomi nel server.

/FriendlyName:<nome descrittivo>

Specifica il nome descrittivo dello spazio dei nomi. Non è necessario che questo nome sia univoco.

/Description:<descrizione>

Specifica una descrizione dello spazio dei nomi.

/ContentProvider:<nome>

Specifica il nome del provider di contenuti che fornisce dati al server multicast. Se si utilizza il provider di contenuti di Servizi di distribuzione Windows, specificare WDS.

/ConfigString:<stringa configurazione>

Specifica la stringa di configurazione per il provider di contenuti. Se si utilizza il provider di contenuti di Servizi di distribuzione Windows, specificare il percorso della directory in cui sono memorizzati i contenuti, ad esempio D:\Photos\Landscapes. Questo percorso può fare riferimento a qualsiasi posizione nel server.

/NamespaceType: {AutoCast|ScheduledCast}

Specifica il tipo di spazio dei nomi da creare.

/Time:<AAAA/MM/GG:hh.mm>

Specifica l'ora sul server in cui verrà avviato lo spazio dei nomi. Questa opzione è disponibile solo per il Multicast pianificato.

/Clients:<Numero client>

Specifica il numero di client da attendere prima dell'avvio dello spazio dei nomi. Questa opzione è disponibile solo per il Multicast pianificato.

/Force

Elimina la trasmissione, anche se sono in corso installazioni client. Se non si specifica /Force, la trasmissione avrà stato Eliminazione in sospeso. Al termine dei download dei client, la trasmissione verrà rimossa.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2014 Microsoft