Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Dieci cose che i professionisti IT devono sapere su Windows 7

windows7_banner_ita.jpg

Nota: in questo articolo viene descritta una versione beta di un prodotto Microsoft. Le informazioni contenute in questo articolo vengono fornite come sono e sono pertanto soggette a modifica senza preavviso.

Ogni anno, in questo periodo, vengono pubblicate molte classifiche dei "top ten": le dieci star peggio vestite agli Academy Awards, dieci modi per rimettersi in forma prima dell'estate (o dell'inverno per chi vive nell'emisfero meridionale), dieci modi per dare fastidio al proprio collega di lavoro.

La serie Springboard si concentra invece su una sola cosa: le novità per i professionisti IT che si occupano di amministrazione di desktop. Nonostante la tentazione di dispensare qualche consiglio frivolo, preferiamo concentrarci su ciò che conosciamo meglio: le dieci cose che è necessario sapere sul sistema operativo Windows® 7.

Ora che è disponibile Windows 7 Release Candidate, consigliamo di scaricarlo su un computer di prova e di iniziare a testarlo con applicazioni e dispositivi. Per muovere i primi passi, in questa guida vengono illustrate le principali caratteristiche e funzionalità del nuovo sistema operativo desktop.

Ecco le dieci cose che è necessario sapere su Windows 7:

1 - Compatibilità delle applicazioni

Nel sistema operativo Windows Vista sono state introdotte modifiche all'architettura fino al livello del kernel, che hanno reso il sistema operativo intrinsecamente più sicuro rispetto a Windows XP. Questa novità tuttavia ha avuto il suo prezzo: molte applicazioni hanno richiesto modifiche per funzionare correttamente con Windows Vista. Nonostante in questa fase di realizzazione (dopo il Service Pack 1) Windows Vista sia ormai compatibile con la maggior parte delle applicazioni, in passato l'implementazione di Windows Vista in ambiente desktop richiedeva modifiche sostanziali e un pizzico di creatività, per non parlare delle nottate di lavoro.

Windows 7 utilizza la stessa architettura di base di Windows Vista, pertanto la maggior parte delle applicazioni risulterà compatibile con entrambi i sistemi operativi. Soltanto questa caratteristica basterà per rendere l'implementazione di Windows 7 più semplice rispetto alla migrazione da Windows XP a Windows Vista. Se la vostra azienda, come molte altre, è standardizzata su Windows XP, sarà necessario passare a versioni aggiornate delle applicazioni in uso, ma la disponibilità di versioni compatibili con Windows Vista e di shim collaudati rende più semplice quest'operazione.

2 - Compatibilità e requisiti hardware

Oltre ai problemi di compatibilità delle applicazioni, l'implementazione di Windows Vista è risultata inizialmente difficoltosa perché presupponeva requisiti di sistema elevati, ad esempio di RAM e scheda grafica.   Windows Vista offre tuttavia maggiore gestibilità e sicurezza rispetto a Windows XP e, in combinazione con componenti hardware più potenti, è in grado di svolgere molte funzioni utili per aumentare la produttività (come l'esperienza desktop con Windows Aero e Windows Search 4.0) e la velocità di risposta del computer (la tecnologia ReadyBoost consente di avviare le applicazioni più rapidamente, conservando in memoria una parte delle applicazioni utilizzate di frequente).

Windows 7 è stato progettato per fornire ottimi risultati utilizzando lo stesso hardware di Windows Vista, raggiungendo però prestazioni migliori e maggiore affidabilità. Il team di progettazione di Windows 7 ha dedicato particolare attenzione ai concetti fondamentali, nonché alla compatibilità con le applicazioni e l'hardware esistenti. Durante il funzionamento si noterà che Windows 7 si avvia più velocemente e occupa meno memoria rispetto a Windows Vista.

3 - Funzionamento ottimizzato con Windows Server 2008

Uno dei principali vantaggi del sistema operativo moderno è costituito dal fatto che i sistemi operativi Windows 7 e Windows Server 2008 condividono la stessa base di codice e vengono gestiti tramite un unico modello di manutenzione. Il modello di manutenzione comune consente di condividere gli aggiornamenti e gli aggiornamenti della protezione tra PC client e server, semplificando la manutenzione di un'infrastruttura aggiornata.

Gli ambienti che utilizzano sia Windows Server 2008 che Windows 7 consentono inoltre di utilizzare funzionalità estese e contribuiscono a garantire un ambiente più sicuro. Un esempio è costituito da DirectAccess, che consente la gestione e l'aggiornamento di PC portatili remoti connessi a Internet anche quando non sono connessi alla rete aziendale. Questa funzionalità permette di garantire che gli utenti remoti ricevano regolarmente le patch di sicurezza e consente di aggiornare le impostazioni di configurazione tramite Criteri di gruppo. DirectAccess consente all'utente finale di accedere ad alcuni percorsi della rete aziendale senza stabilire una connessione alla rete privata virtuale (VPN). (Oltre a Windows Server 2008 R2, DirectAccess richiede l'implementazione di IPSec e IPv6.)

4 - Estensione della crittografia dei dati ai supporti removibili

La cronaca riporta costantemente i casi di aziende che perdono il controllo delle loro informazioni riservate. In alcuni settori questa problematica può comportare gravi conseguenze legali, mentre in altri casi si tratta semplicemente di un inconveniente. A prescindere dalle conseguenze, una politica aziendale intelligente deve imporre la protezione dei dati in caso di smarrimento o furto del portatile. Inoltre, evitare che le informazioni riservate vengano sottratte dalle risorse aziendali è un caposaldo della gestione efficace della conformità.

Windows 7 comprende la tecnologia BitLocker, implementata per la prima volta in Windows Vista, che consente ora la crittografia completa di tutti i volumi di avvio di un computer. Nella nuova versione di Windows è stato inoltre introdotto BitLocker To Go, che garantisce la protezione dei dati su dispositivi di archiviazione portatili, ad esempio le unità flash USB. È possibile inoltre gestire Crittografia unità BitLocker e BitLocker To Go tramite Criteri di gruppo, conferendo ai professionisti IT maggiore controllo sulle informazioni riservate.

5 - Controllo del portafoglio applicazioni per gli utenti finali

In Windows 7 è stato introdotto AppLocker, una nuova funzionalità che permette agli amministratori IT di specificare quali applicazioni possono essere utilizzate su un computer portatile o desktop. Questa funzionalità consente la gestione della conformità delle licenze e il controllo dell'accesso ai programmi riservati e riduce la possibilità che i PC client vengano attaccati da malware. AppLocker offre una struttura basata su regole per specificare quali applicazioni possono essere eseguite e include regole di pubblicazione che mantengono intatte le regole nonostante gli aggiornamenti delle versioni.

Fare clic qui per uno screencast della configurazione e della gestione di AppLocker.

6 - Automazione delle attività di routine con potenti funzionalità di script

Per aiutare gli amministratori IT a gestire un ambiente coerente e ad aumentare la produttività personale, Windows 7 comprende un editor di script grafico aggiornato, Windows PowerShell 2.0, un linguaggio di script potente e completo che supporta le funzioni di debug, salto condizionato, loop, gestione delle eccezioni e internazionalizzazione.

  • PowerShell 2.0 presenta un'interfaccia grafica intuitiva che semplifica la generazione degli script, in particolare per gli amministratori che si sentono meno a loro agio in un ambiente da riga di comando.
  • PowerShell 2.0 supporta due tipi di servizi remoti: il fan out, che fornisce script gestionali di tipo uno-a-molti, e il servizio remoto interattivo uno-a-uno per supportare la risoluzione dei problemi di un computer specifico. PowerShell Restricted Shell limita i comandi e i parametri di comando degli amministratori di sistema e consente l'accesso agli script soltanto agli utenti autorizzati.
  • PowerShell 2.0, insieme con la console Gestione Criteri di gruppo (da scaricare separatamente), consente ai professionisti IT di utilizzare gli script per la gestione degli oggetti Criteri di gruppo e di creare o modificare le impostazioni dei criteri di gruppo basate sul Registro in Windows 7. Analogamente, è possibile utilizzare PowerShell per configurare i computer in modo più efficace tramite script per l'accesso, la disconnessione, l'avvio e l'arresto, eseguiti tramite Criteri di gruppo.

Fare clic qui per una breve panoramica di PowerShell 2.0.

7 - Risoluzione dei problemi più rapida ed efficace

Windows 7 offre potenti strumenti per l'identificazione e la risoluzione dei problemi tecnici, spesso ad opera degli stessi utenti finali. Qualora fosse inevitabile rivolgersi al supporto tecnico, Windows 7 offre diverse funzionalità e strumenti per la risoluzione dei problemi che consentono una risoluzione più rapida del problema.

  • La Registrazione azioni utente permette agli utenti finali di riprodurre e registrare le loro esperienze con l'errore di un'applicazione, registrando ogni fase in una schermata insieme con i relativi registri e dati di configurazione del software. Viene creato un file compresso da inoltrare al personale di supporto per la risoluzione del problema.
  • Windows 7 comprende una suite di pacchetti per la risoluzione dei problemi, raccolte di script PowerShell e informazioni correlate che possono essere eseguite in remoto dai professionisti IT dalla riga di comando e controllate su base aziendale tramite le impostazioni di Criteri di gruppo.
  • Windows 7 comprende inoltre un'utilità di analisi unificata che consente di individuare e risolvere i problemi di connettività della rete tramite un unico strumento. L'analisi unificata consente di raccogliere i registri eventi e di acquisire i pacchetti in tutti gli strati dello stack di rete, offrendo una visione integrata di ciò che sta accadendo nello stack di rete di Windows 7 e semplificando l'analisi e la risoluzione del problema.

8 - Creazione, distribuzione e gestione più efficiente delle immagini

Windows 7 comprende diversi strumenti che semplificano la creazione e la manutenzione dell'immagine di distribuzione e permettono agli utenti di essere operativi nel minor tempo possibile.

Lo strumento Gestione e manutenzione immagini distribuzione di Windows 7 offre una posizione centrale per la generazione e la manutenzione non in linea delle immagini di Windows. Consente inoltre di svolgere diverse funzioni tramite un unico strumento: montare e smontare le immagini di sistema; aggiungere, rimuovere ed enumerare pacchetti e driver; attivare o disattivare funzionalità di Windows; configurare le impostazioni internazionali e gestire un inventario delle immagini non in linea contenenti driver, funzionalità dei pacchetti e aggiornamenti software. Windows 7 consente inoltre di utilizzare gli stessi processi e strumenti per la gestione dei file di immagine nativi basati su file (WIM) e del computer virtuale (VHD).

Windows 7 comprende inoltre il provisioning di driver dinamico, in cui i driver dei dispositivi vengono archiviati indipendentemente dall'immagine distribuita e possono essere inseriti dinamicamente in base all'ID Plug and Play dell'hardware oppure come serie predefinite in base alle informazioni contenute nel BIOS. Riducendo il numero di driver nei singoli computer si riduce anche il numero di potenziali conflitti, consentendo quindi tempi di installazione più brevi e aumentando l'affidabilità del PC.

Quando si è pronti per installare Windows 7, il trasferimento di più flussi multicast consente ai server di trasmettere i dati dell'immagine a diversi client contemporaneamente e di raggruppare i client con larghezza di banda simile in flussi di rete per raggiungere la massima velocità di trasferimento e al contempo ottimizzare l'utilizzo della larghezza di banda.

Fare clic qui per visualizzare uno screencast degli strumenti di distribuzione di Windows 7.

9 - Migrazione più semplice di profili e dati utente

Windows 7 comprende dei miglioramenti di Utilità di migrazione stato utente, uno strumento da riga di comando che consente di eseguire la migrazione di impostazioni del sistema operativo, file e altri dati del profilo utente da un computer a un altro. Con Windows 7, Utilità di migrazione stato utente aggiunge una funzionalità di migrazione del collegamento reale per gli scenari di aggiornamento del computer, una funzione che archivia i dati utente e le impostazioni in un'ubicazione comune su un disco, eliminando la necessità di spostare fisicamente i file durante un'installazione pulita.

10 - Miglioramento della produttività degli utenti nelle filiali

In Windows 7 è stato introdotto BranchCache, una tecnologia che memorizza nella cache i contenuti cui si accede di frequente da server Web e file remoti nella filiale, per permettere agli utenti di accedere alle informazioni più rapidamente. La cache può risiedere centralmente su un server nella filiale oppure può essere distribuita tra i PC utente. Una sola avvertenza: per sfruttare le funzionalità di BranchCache è necessario implementare Windows Server 2008 R2 sui relativi server.

C'è anche un vantaggio aggiuntivo:

Supporto migliore della virtualizzazione del client

Quando gli utenti sono collegati a un desktop virtuale, Windows 7 offre un'esperienza ancora migliore, simile all'esperienza con un desktop Windows nativo. Ad esempio, Windows 7 consente il supporto di più monitor, l'audio bidirezionale per le applicazioni VoIP e di riconoscimento vocale e l'accesso ai dispositivi locali, come ad esempio le stampanti.

Ecco qui, le dieci cose che è necessario sapere su Windows 7, anzi undici. E chi ha delle idee su come dare fastidio al proprio collega... farebbe meglio a tenerle per sé!

----------------------------------------------------------------------------------------------

Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano la visione attuale di Microsoft Corporation sulle questioni discusse alla data di pubblicazione. Poiché Microsoft deve rispondere alle mutevoli condizioni di mercato, tale documento non deve essere interpretato come un impegno da parte di Microsoft e Microsoft non può garantire la precisione delle informazioni presentate. Questo documento ha esclusivamente scopo informativo. MICROSOFT ESCLUDE OGNI GARANZIA ESPRESSA O IMPLICITA IN QUESTO DOCUMENTO.

Microsoft Corporation può essere titolare di brevetti, domande di brevetto, marchi, copyright o altri diritti di proprietà intellettuale relativi all'oggetto del presente documento. Salvo quanto espressamente previsto in un contratto scritto di licenza Microsoft Corporation, la consegna del presente documento non implica la concessione di alcuna licenza su tali brevetti, marchi, copyright o altra proprietà intellettuale.

Microsoft non si assume alcuna responsabilità per le specifiche contenute in questo documento o in qualsiasi prodotto o elemento sviluppato in base a questo documento. Microsoft non riconosce alcuna garanzia né espressa né implicita, comprese tra le altre le garanzie implicite o di commerciabilità, idoneità per un determinato scopo e libertà di violazione. Senza per questo pregiudicare la validità generale della suddetta disposizione, Microsoft non fornisce alcuna garanzia che gli elementi sviluppati in base a tali specifiche, o a una parte di una specifica, non violeranno le leggi sul copyright, sui brevetti, sui segreti commerciali o su altri diritti di proprietà intellettuale di un individuo o entità in un paese. Se necessario, è responsabilità dell'utente procurarsi le licenze per tali diritti di proprietà intellettuale. Microsoft non sarà in alcun caso responsabile per danni causati o correlati all'uso di queste specifiche, ivi inclusi i danni per perdita o mancato guadagno, interruzione dell'attività o altri danni di qualsiasi natura. Poiché alcuni stati non ammettono l'esclusione o la limitazione di responsabilità per danni incidentali o consequenziali, la limitazione di cui sopra potrebbe non essere applicabile all'utente.

Microsoft, Aero, AppLocker, BitLocker, BranchCache, PowerShell, ReadyBoost, Windows, Windows Server e Windows Vista sono marchi o marchi registrati negli Stati Uniti e/o negli altri paesi .

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft