Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Novità di Windows PowerShell

Aggiornamento: gennaio 2009

Si applica a: Windows Server 2008 R2

Windows PowerShell™ è una shell da riga di comando nonché un linguaggio di script espressamente progettato per l'amministrazione del sistema. Basato su Microsoft .NET Framework, Windows PowerShell consente ai professionisti IT di controllare e automatizzare l'amministrazione del sistema operativo Windows e delle applicazioni in esso eseguite.

Le semplici utilità di comando disponibili in Windows PowerShell, denominate cmdlet, consentono di gestire i computer dell'azienda dalla riga di comando. I provider di Windows PowerShell consentono di accedere agli archivi dati, ad esempio il Registro di sistema e l'archivio certificati, con la stessa facilità con cui si accede al file system. Windows PowerShell include inoltre il supporto completo per tutte le classi di Strumentazione gestione Windows (WMI).

Windows PowerShell è completamente estensibile. È possibile creare cmdlet, provider, funzioni e script personalizzati, quindi includerli in pacchetti per creare moduli da condividere con altri utenti.

Windows Server® 2008 R2 include Windows PowerShell 2.0, oltre ad altri cmdlet e provider che è possibile aggiungere a Windows PowerShell al fine di utilizzare e gestire ulteriori ruoli e funzionalità di Windows Server in Windows PowerShell. I ruoli e le funzionalità server che è possibile gestire in Windows PowerShell includono Servizi di dominio Active Directory®, Crittografia unità Windows® BitLocker™, il servizio server DHCP, i Criteri di gruppo, Servizi Desktop remoto e Windows Server Backup. Per ulteriori informazioni, vedere Novità dei cmdlet di Windows PowerShell per i ruoli e le funzionalità in Windows Server 2008 R2.

Modifiche principali

Nella versione di Windows PowerShell disponibile in Windows Server 2008 R2 sono state introdotte le modifiche seguenti:

  • Nuovi cmdlet. Windows PowerShell include più di 100 nuovi cmdlet, ad esempio Get-Hotfix, Send-MailMessage, Get-ComputerRestorePoint, New-WebServiceProxy, Debug-Process, Add-Computer, Rename-Computer e Reset-ComputerMachinePassword.

  • Gestione remota. Con un unico comando è possibile eseguire operazioni su un singolo computer o su centinaia di computer contemporaneamente. È possibile stabilire una sessione interattiva con un singolo computer oppure una sessione in grado di ricevere comandi remoti da più computer.

  • Windows PowerShell Integrated Scripting Environment (ISE). Windows PowerShell ISE è un'interfaccia utente grafica per Windows PowerShell che consente di eseguire comandi, nonché scrivere, modificare, eseguire, testare ed effettuare il debug di script in una singola finestra. Offre fino a otto ambienti di esecuzione indipendenti, un debugger incorporato e una Guida sensibile al contesto, oltre a supportare l'immissione di comandi composti da più righe, l'esecuzione selettiva, la sintassi contraddistinta dal colore e i numeri di riga e colonna. Windows PowerShell ISE è una funzionalità facoltativa di Windows Server 2008 R2. Per installarla, utilizzare Aggiunta guidata funzionalità.

  • Processi in background. Tramite i processi in background di Windows PowerShell è possibile eseguire comandi in modo asincrono e in background, in modo da poter continuare a lavorare nella sessione aperta. È possibile eseguire i processi in background in un computer locale o remoto e archiviare i risultati in locale o in remoto.

  • Debugger. Il debugger di Windows PowerShell consente di eseguire il debug di funzioni e script. È possibile impostare e rimuovere punti di interruzione, eseguire il codice un'istruzione alla volta, controllare i valori delle variabili e visualizzare una traccia dello stack di chiamata.

  • Moduli. Tramite i moduli di Windows PowerShell è possibile organizzare gli script e le funzioni di Windows PowerShell in unità indipendenti e autosufficienti. È possibile includere cmdlet, provider, script, funzioni e altri file in pacchetti, per creare moduli da distribuire ad altri utenti. Rispetto agli snap-in di Windows PowerShell, i moduli sono più semplici da installare e utilizzare. I moduli possono contenere qualsiasi tipo di file, inclusi file audio, immagini, file della Guida e icone. Per evitare conflitti di nomi, i moduli vengono eseguiti in una sessione separata.

  • Transazioni. La nuova versione di Windows PowerShell supporta le transazioni, che consentono di gestire un insieme di comandi come una singola unità logica. Una transazione può essere completata, eseguendone il commit, o completamente annullata per evitare di modificare i dati interessati.

  • Eventi. Windows PowerShell include una nuova infrastruttura di evento che consente di creare eventi, sottoscrivere eventi di applicazioni e di sistema, nonché rimanere in ascolto di eventi specifici, inoltrare eventi ed eseguire azioni quando si verificano determinati eventi, sia in modo sincrono che asincrono.

  • Funzioni avanzate. Le funzioni avanzate hanno un comportamento analogo a quello dei cmdlet, ma sono scritte nel linguaggio di script di Windows PowerShell anziché in C#.

  • Internazionalizzazione degli script. I messaggi e il testo della Guida di script e funzioni possono essere visualizzati in più lingue.

  • Guida. Oltre a consentire di visualizzare la Guida dalla riga di comando, il cmdlet Get-Help include il nuovo parametro Online che consente di aprire una versione completa e aggiornata di tutti gli argomenti della Guida disponibili in Microsoft TechNet.

Utenti interessati a questa funzionalità

Queste modifiche possono interessare i gruppi di utenti seguenti:

  • Professionisti IT che desiderano gestire Windows dalla riga di comando e automatizzare le attività amministrative.

  • Sviluppatori che desiderano utilizzare il potente linguaggio di script di Windows PowerShell per creare applicazioni .NET Framework ed estendere Windows PowerShell.

  • Tutti gli utenti che desiderano imparare a utilizzare Windows PowerShell per gestire il sistema in uso, creare script per automatizzare le proprie attività e creare nuovi strumenti senza imparare un linguaggio di programmazione.

Note speciali

I requisiti di sistema e funzionalità di Windows PowerShell sono i seguenti:

  • Windows PowerShell richiede Microsoft .NET Framework 2.0.

  • Per Windows PowerShell ISE, la versione di Windows PowerShell con interfaccia utente grafica, è necessario Microsoft .NET Framework 3.5 con Service Pack 1. Quando si utilizza l'Aggiunta guidata funzionalità per aggiungere Windows PowerShell ISE viene automaticamente aggiunta la versione richiesta di Microsoft .NET Framework, se non è già installata nel sistema.

  • Per il cmdlet Out-GridView è necessario Microsoft .NET Framework 3.5 con Service Pack 1.

  • Per il cmdlet Get-WinEvent sono necessari Windows Vista®, o una versione successiva di Windows, e Microsoft .NET Framework 3.5.

  • Il cmdlet Export-Counter può essere eseguito solo in Windows Server 2008 R2, Windows® 7 e versioni successive di Windows.

  • Le funzionalità di comunicazione remota basate su WMI di Windows PowerShell non richiedono attività di configurazione e possono essere eseguite in tutte le versioni di Windows che supportano Windows PowerShell. Per le funzionalità di comunicazione remota basate su WS-Management è necessario che i computer locali e remoti eseguano Windows Vista o una versione successiva di Windows. È inoltre necessario abilitare e configurare WS-Management su tutti i computer che partecipano alla sessione. Per ulteriori informazioni, vedere About_Remote.

  • Molti cmdlet funzionano esclusivamente se l'utente connesso è membro del gruppo Administrators del computer in uso o è in grado di specificare le credenziali di un membro di tale gruppo. Tale requisito è illustrato negli argomenti della Guida per i cmdlet in questione.

Impostazioni aggiunte o modificate

Il valore della voce del Registro di sistema PowerShellVersion in HKLM\SOFTWARE\Microsoft\PowerShell\1\PowerShellEngine è stato modificato.

Impostazioni del Registro di sistema

 

Nome dell'impostazione Percorso Valore predefinito precedente (se applicabile) Valore predefinito Valori possibili

PowerShellVersion

HKLM\SOFTWARE\Microsoft\PowerShell\1\PowerShellEngine

1.0

2.0

1.0, 2.0

Impostazioni di Criteri di gruppo

 

Nome dell'impostazione Percorso Valore predefinito precedente (se applicabile) Valore predefinito Valori possibili

Attiva esecuzione script

Modelli amministrativi\Modelli amministrativi classici\Componenti di Windows\Windows PowerShell

Restricted

Restricted

Restricted, AllSigned, RemoteSigned, Unrestricted

Compatibilità con il codice esistente

Windows PowerShell 2.0 è compatibile con le versioni precedenti. La funzioni, gli script, i cmdlet e i provider creati per Windows PowerShell 1.0 possono essere in genere eseguiti senza modifiche anche in Windows PowerShell 2.0. I pochi cambiamenti che possono compromettere il funzionamento del codice sono elencati e illustrati nelle note sulla versione fornite con il prodotto.

Come prepararsi per la distribuzione di questa funzionalità

Per le funzionalità di comunicazione remota basate su WS-Management è necessario che in tutti i computer locali e remoti sia installato Windows PowerShell. Tali computer devono eseguire Windows Vista o una versione successiva di Windows. Le funzionalità di comunicazione remota basate su WS-Management devono essere abilitate e configurate.

Edizioni che includono questa funzionalità

Windows PowerShell è disponibile in tutte le edizioni. Windows PowerShell ISE è un componente facoltativo di Windows Server 2008 R2. Per installarlo, utilizzare Aggiunta guidata funzionalità.

Disponibilità nelle versioni a 32 bit e a 64 bit

Questo componente è disponibile sia nelle versioni a 32 bit che a 64 bit.

Ulteriori riferimenti

Oltre a visualizzare la Guida accessibile dalla riga di comando, per ulteriori informazioni è possibile fare riferimento alle risorse seguenti:

  • Guida di Windows PowerShell in TechNet. Versioni complete e aggiornate degli argomenti della Guida di Windows PowerShell in Microsoft TechNet.

  • Blog di Windows PowerShell. La migliore risorsa per informarsi e collaborare con gli altri utenti di Windows PowerShell. È possibile leggere il blog di Windows PowerShell e quindi partecipare al forum degli utenti di Windows PowerShell, all'indirizzo microsoft.public.windows.powershell (in lingua inglese). È inoltre possibile utilizzare Windows Live Search per trovare altri blog e risorse su Windows PowerShell. Successivamente, con l'aumento delle proprie competenze, sarà possibile contribuire liberamente inviando le proprie idee e opinioni.

  • Windows PowerShell SDK. Offre contenuti di riferimento che possono essere utilizzati per sviluppare cmdlet, provider e applicazioni host.

  • Manuale del programmatore di Windows PowerShell. Offre esercitazioni per la creazione di cmdlet, provider e applicazioni host. Contiene inoltre informazioni sui concetti fondamentali di Windows PowerShell.

Vedere anche

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2014 Microsoft