Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Note sulla versione: problemi importanti in Windows Server 2008 R2

Aggiornamento: maggio 2009

Si applica a: Windows Server 2008 R2

Nelle presenti note sulla versione vengono descritti i problemi più importanti che si possono verificare nel sistema operativo Windows Server® 2008 R2 e vengono fornite informazioni su tale versione. Per informazioni sulle modifiche, le nuove funzionalità e le correzioni apportate in questa versione, vedere Altre modifiche apportate in Windows Server 2008 R2 (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=160339). Per informazioni sulle operazioni che è importante eseguire prima di installare questa versione, inclusi i problemi che potrebbe essere necessario risolvere, vedere Installare Windows Server 2008 R2 (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=160341). Se non diversamente specificato, queste note sono applicabili a tutte le edizioni e opzioni di installazione di Windows Server 2008 R2.

Accessibilità

L'applicazione per la lettura dello schermo Window-Eyes segnala in modo non corretto lo stato di tutti i pulsanti di opzione nella finestra di dialogo del primo avvio guidato.

Per risolvere il problema, impostare lo stato attivo sul pulsante di opzione e attivarlo premendo la BARRA SPAZIATRICE o INVIO. Ignorare il messaggio di Window-Eyes che indica che il pulsante di opzione non è stato attivato.

ASP.NET

  • Nelle applicazioni in esecuzione in uno scenario di trust parziale (ad esempio su siti ASP.NET ospitati) che utilizzano Entity Framework per eseguire query su un database si verificherà un errore con un'eccezione di sicurezza.

    Al momento non sono disponibili soluzioni alternative.

  • Questo problema riguarda Windows Server 2008 R2 Standard, Windows Server 2008 R2 Enterprise e Windows Server 2008 R2 per sistemi basati su Itanium.

    Qualsiasi applicazione ASP.NET che si connette a istanze utente di SQL Server Express riceverà un errore.

    Per risolvere il problema, aprire innanzitutto Gestione Internet Information Services e selezionare la casella di controllo Carica profilo utente per il pool di applicazioni interessato. Se il problema persiste, modificare il pool di applicazioni in modo che utilizzi l'account Servizi di rete.

Replica DFS

Questo problema riguarda Windows Server 2008 R2 Standard, Windows Server 2008 R2 Enterprise e Windows Server 2008 R2 Datacenter.

In un controller di dominio di sola lettura che utilizza Replica DFS per eseguire la replica di SYSVOL, l'operazione di ripristino dello stato del sistema avrà esito negativo e nel registro verrà registrato l'errore seguente:

Errore di ripristino di C:\Windows\SYSVOL\domain\ durante la scrittura: errore [0x80070005] Accesso negato

Per risolvere il problema, eseguire la procedura seguente prima dell'operazione di ripristino dello stato del sistema:

Per scaricare il driver di filtro di sola lettura

  1. Avviare il server in modalità ripristino servizi directory.

  2. Scaricare il driver minifiltro di sola lettura del servizio Replica DFS con il comando Fltmc unload DfsrRo.

  3. Eseguire l'operazione di ripristino dello stato del sistema.

  4. Caricare di nuovo il driver minifiltro di sola lettura del servizio Replica DFS con il comando Fltmc load DfsrRo.

Gestione risorse file server

Se si configurano regole di classificazione con espressioni regolari, le espressioni che utilizzano l'operatore | (OR) non verranno eseguite correttamente. Per evitare il problema, costruire le espressioni regolari senza utilizzare l'operatore |.

Hyper-V

Se in Windows Server 2008 sono installati il ruolo Hyper-V™ e una o più schede di rete virtuali disattivate, tali schede verranno attivate dopo l'aggiornamento a Windows Server 2008 R2.

Per evitare il problema, utilizzare le API WMI (Strumentazione gestione Windows®) di Hyper-V per eliminare le schede di rete virtuali disattivate prima di eseguire l'aggiornamento. Per ulteriori informazioni, vedere l'argomento relativo al provider WMI per la virtualizzazione (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=155629).

Se il problema si è già verificato, è possibile utilizzare la console di gestione di Hyper-V Manager per rimuovere le schede di rete virtuali non necessarie. A tale scopo, aprire Gestione reti virtuali e deselezionare la casella di controllo Consenti condivisione della scheda di rete da parte del sistema operativo di gestione per le reti appropriate.

NFS (Network File System)

Questo problema riguarda Windows Server 2008 R2 Enterprise e Windows Server 2008 R2 Datacenter.

Se si utilizza Network File System (NFS) versione 2 o 3 insieme al meccanismo di sicurezza RPCSEC_GSS e il valore rpc_gss_svc_integrity (ovvero con l'opzione –sec=krb5i), non sarà possibile montare condivisioni sul protocollo UDP (User Datagram Protocol).

Per utilizzare l'opzione –sec=krb5i, configurare il client e il server NFS per l'utilizzo del protocollo TCP. Se si utilizza l'opzione –sec=krb5, è possibile configurare il client e il server per l'utilizzo sia di TCP che di UDP.

Server dei criteri di rete

Questo problema riguarda Windows Server 2008 R2 Standard, Windows Server 2008 R2 Enterprise, Windows Server 2008 R2 Datacenter, Windows Web Server 2008 R2 e Windows Server 2008 R2 Foundation.

Se si installano DLL estensioni a 32 bit per Server dei criteri di rete in Windows Server 2008 R2, l'avvio di Server dei criteri di rete avrà esito negativo con l'errore ERROR_BAD_EXE_FORMAT. Per evitare il problema, disinstallare le DLL estensioni a 32 bit e sostituirle con versioni a 64 bit dell'autore delle DLL.

Routing e Accesso remoto

  • Non tutte le applicazioni client VPN non Microsoft sono attualmente compatibili con questa versione. Per un elenco delle applicazioni compatibili, vedere le informazioni sulla compatibilità dei client VPN (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=148745).

  • Se si utilizzano caratteri internazionali per le credenziali di autenticazione in un nomeutente per il protocollo PAP (Password Authentication Protocol), il protocollo CHAP (Challenge Handshake Authentication Protocol) o il protocollo MS-CHAPv2 (Microsoft Challenge Handshake Authentication Protocol Versione 2), Server dei criteri di rete per Windows Server 2008 R2 non è in grado di autenticare le credenziali. Per evitare che il problema si verifichi, non utilizzare caratteri internazionali in un nomeutente per PAP, CHAP o MS-CHAPv2. L'autenticazione funziona se si utilizza Server dei criteri di rete per Windows Server 2008 R2. Per risolvere il problema, visitare il blog su Routing e Accesso remoto (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=150341).

Strumentazione gestione Windows (WMI)

Se si aggiorna la versione RC di Windows Server 2008 R2 a questa versione, i provider WMI non inclusi in questa versione e le applicazioni che dipendono da essi potrebbero smettere di funzionare.

Per evitare il problema, utilizzare Regedit.exe per esportare le chiavi seguenti in un percorso sicuro prima di aggiornare il server:

  • HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\wbem\cimom\CompatibleHostProviders UnSecredList.reg

  • HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\wbem\cimom\SecuredHostProviders SecredList.reg

Dopo il completamento dell'aggiornamento, reimportare le chiavi con Regedit.exe. Inoltre, se il valore di DefaultSecuredHost era 1 prima dell'aggiornamento, utilizzare Regedit.exe per aggiungere la chiave del Registro di sistema seguente:

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\wbem\cimom /v DefaultSecuredHost /t REG_DWORD /d 1 /f

Windows PowerShell

  • L'esecuzione del cmdlet “invoke-BpaModel” di Best Practices Analyzer potrebbe generare un'eccezione o un errore. Il problema può verificarsi quando si crea uno spazio di esecuzione remoto e si utilizza il comando get-bpaModel | invoke-bpaModel con più ruoli installati o se si esegue più volte Best Practices Analyzer.

    Per evitare il problema, impostare la quota di memoria predefinita della shell remota su 250 MB accedendo fisicamente al computer remoto ed eseguendo il comando seguente in Windows PowerShell™:

    set-item WSMan:\localhost\Shell\MaxMemoryPerShellMB -Value 250

  • Questo problema riguarda Windows Server 2008 R2 Standard, Windows Server 2008 R2 Enterprise, Windows Server 2008 R2 Datacenter e Windows Server 2008 R2 per sistemi basati su Itanium.

    Il rendering degli elementi grafici di Windows PowerShell Integrated Scripting Environment (ISE) potrebbe non essere corretto se si utilizza l'accelerazione hardware di Windows Presentation Foundation (WPF). Se il rendering degli elementi grafici non viene eseguito correttamente, disattivare l'accelerazione hardware WPF, specialmente se si utilizzano driver video o software di virtualizzazione non recenti. Per ulteriori informazioni, vedere Impostazioni del Registro di sistema per il rendering della grafica (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=144711).

Indicizzazione di Windows Search

Se si utilizza un computer con Windows Search abilitato (Windows 7, Microsoft Windows Vista o Windows XP con Windows Search installato) e si è selezionata una posizione personalizzata per l'indice con un nome percorso più lungo di 128 caratteri, l'indicizzatore non verrà avviato dopo l'aggiornamento del computer a questa versione. Sono compromesse la funzionalità di ricerca e alcune visualizzazioni di cataloghi.

Per evitare il problema, spostare l'indice in una posizione diversa con un nome percorso più breve di 128 caratteri prima di installare questa versione come aggiornamento.

Se il problema si è già verificato, utilizzare il pulsante Ripristina valori predefiniti nel riquadro Opzioni avanzate del pannello di controllo Opzioni di indicizzazione per reimpostare l'indicizzatore.

Copyright

Le informazioni contenute nel presente documento, inclusi indirizzi URL e altri riferimenti a siti Web, sono soggette a modifiche senza preavviso. Se non diversamente specificato, i nomi di società, organizzazioni, prodotti, domini, persone e luoghi, nonché gli indirizzi di posta elettronica, i logo e gli eventi utilizzati negli esempi sono fittizi. Non esistono, né devono essere dedotti, collegamenti a società, organizzazioni, prodotti, nomi di dominio, indirizzi di posta elettronica, logo, persone, luoghi ed eventi reali. Il rispetto di tutte le leggi applicabili in materia di copyright è a esclusivo carico dell'utente. Fermi restando tutti i diritti coperti da copyright, nessuna parte di questo documento potrà comunque essere riprodotta, archiviata o inserita in un sistema di riproduzione o trasmessa in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo (elettronico, meccanico, su fotocopia, come registrazione o altro), per qualsiasi scopo, senza il permesso scritto di Microsoft Corporation.

Microsoft può essere titolare di brevetti, domande di brevetto, marchi, copyright o altri diritti di proprietà intellettuale relativi all'oggetto del presente documento. Salvo quanto espressamente previsto in un contratto scritto di licenza Microsoft, la consegna del presente documento non implica la concessione di alcuna licenza su tali brevetti, marchi, copyright o altra proprietà intellettuale.

© 2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Microsoft, Active Directory, Aero, Hyper-V, Internet Explorer, Windows, Windows Media, Windows PowerShell, Windows Server e Windows Vista sono marchi o marchi registrati di Microsoft Corporation negli Stati Uniti e/o negli altri paesi.

Altri nomi di prodotti e società citati nel presente documento possono essere marchi dei rispettivi proprietari.

1.1

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft