Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Guida dettagliata alla distribuzione di pool di desktop virtuali utilizzando Accesso Web Desktop remoto

Pubblicato: maggio 2009

Aggiornamento: marzo 2010

Si applica a: Windows 7, Windows Server 2008 R2

Informazioni sulla guida

Questa guida dettagliata contiene istruzioni per l'impostazione di un pool di desktop virtuali funzionante, accessibile tramite Accesso Web Desktop remoto in un ambiente di prova. Durante questo processo è necessario creare una distribuzione di test che include i componenti seguenti:

  • Un server Host di virtualizzazione Desktop remoto

  • Un server Gestore connessione Desktop remoto

  • Un server Host sessione Desktop remoto in modalità reindirizzamento

  • Un server Accesso Web Desktop remoto

  • Due macchine virtuali configurate in un pool di desktop virtuali

In questa guida viene presupposto che siano già state completate le procedure illustrate in guida dettagliata all'installazione di Host sessione Desktop remoto (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=147292) e che siano già stati distribuiti i componenti seguenti:

  • Un server Host sessione Desktop remoto

  • Un computer client dotato di Connessione Desktop remoto

  • Un controller di dominio con Servizi di dominio Active Directory

Completando le procedure illustrate in questa guida è possibile:

  • Configurare i server necessari nel dominio CONTOSO.

  • Installare e configurare le macchine virtuali da utilizzare nel pool di desktop virtuali.

  • Configurare il pool di desktop virtuali.

  • Verificare che il pool di desktop virtuali funzioni correttamente.

L'obiettivo di un pool di desktop virtuali è di offrire agli utenti un desktop virtuale assegnato dinamicamente da un pool di macchine virtuali configurate in modo identico. Gli utenti che si connettono a un pool di desktop virtuali possono eseguire programmi e utilizzare risorse come se utilizzassero un computer client locale.

Informazioni non contenute in questa guida

Questa guida non contiene:

Analisi delle tecnologie

Un pool di desktop virtuali è un gruppo di macchine virtuali configurate in modo identico, installate in un server Host di virtualizzazione Desktop remoto e gestite mediante Hyper-V Manager. Gli utenti possono accedere al pool di desktop virtuali tramite Connessione RemoteApp e desktop o Accesso Web Desktop remoto. Poiché le macchine virtuali sono configurate in modo identico, l'utente vede lo stesso desktop virtuale, indipendentemente dalla macchina virtuale del pool di desktop virtuali alla quale l'utente è connesso.

È importante tenere presenti le considerazioni seguenti quando si distribuisce un pool di desktop virtuali:

  • Accertarsi che il computer RDVH-SRV soddisfi i Prerequisiti di installazione per Hyper-V (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=122183).

  • Le macchine virtuali in un pool di desktop virtuali devono essere configurate in modo identico, inclusi i programmi installati.

  • I desktop virtuali possono utilizzare solo sistemi operativi Windows® client. Non è possibile installare Windows Server® 2008 R2 in una macchina virtuale e aggiungerla a un pool di desktop virtuali.

  • Una macchina virtuale può essere membro di un solo pool di desktop virtuali alla volta.

  • È possibile rendere disponibili più pool di desktop virtuali mediante Accesso Web Desktop remoto. Gli utenti vedranno un'icona diversa per ogni pool di desktop virtuali.

  • Gli utenti non devono salvare file in una macchina virtuale inclusa in un pool di desktop virtuali. Se un utente si disconnette da una macchina virtuale in un pool di desktop virtuali, all'accesso successivo al pool di desktop virtuali l'utente potrebbe essere connesso a una macchina virtuale diversa del pool di desktop virtuali.

La connessione di un utente a un pool di desktop virtuali avviene nel modo seguente:

  1. Un utente avvia la connessione al pool di desktop virtuali utilizzando Accesso Web Desktop remoto oppure Connessione RemoteApp e desktop.

  2. La richiesta viene inviata al server Host sessione Desktop remoto in esecuzione in modalità reindirizzamento.

  3. Il server Host sessione Desktop remoto in esecuzione in modalità reindirizzamento reindirizza la richiesta al server Gestore connessione Desktop remoto.

  4. Il server Gestore connessione Desktop remoto verifica l'esistenza di una sessione per l'account utente che ha inviato la richiesta. Se esiste già una sessione, continua con il passaggio 6. Se non esiste già una sessione, continua con il passaggio 5.

  5. Il server Gestore connessione Desktop remoto invia al server Host di virtualizzazione Desktop remoto una richiesta di ricerca e avvio della macchina virtuale.

  6. Il server Gestore connessione Desktop remoto restituisce il nome della macchina virtuale al server Host sessione Desktop remoto in esecuzione in modalità reindirizzamento.

  7. Il server Host sessione Desktop remoto in esecuzione in modalità reindirizzamento reindirizza la richiesta al computer client che ha avviato la connessione.

  8. Il computer client si connette al pool di desktop virtuali.

Scenario: distribuire pool di desktop virtuali utilizzando Accesso Web Desktop remoto in un ambiente di prova

È consigliabile eseguire prima le procedure illustrate in questa guida in un ambiente di lavoro di prova. Le guide dettagliate non sono necessariamente concepite per essere utilizzate per la distribuzione delle caratteristiche per Windows Server senza consultare ulteriore documentazione sulla distribuzione e devono essere utilizzate con cautela come documenti autonomi.

Dopo aver seguito le istruzioni fornite in questa guida dettagliata, si disporrà di un pool di desktop virtuali al quale gli utenti potranno connettersi utilizzando Accesso Web Desktop remoto. Sarà quindi possibile testare e verificare questa funzionalità connettendosi al pool di desktop virtuali da Accesso Web Desktop remoto come utente standard.

L'ambiente di prova descritto in questa guida include otto computer connessi a una rete privata, che utilizzano i sistemi operativi, le applicazioni e i servizi seguenti.

 

Nome computer Sistema operativo Applicazioni e servizi

CONTOSO-DC

Windows Server 2008 R2

Servizi di dominio Active Directory, DNS

RDSH-SRV

Windows Server 2008 R2

Host sessione Desktop remoto

CONTOSO-CLNT

Windows 7

Connessione Desktop remoto

RDVH-SRV

Windows Server 2008 R2

Host di virtualizzazione Desktop remoto, Hyper-V

RDCB-SRV

Windows Server 2008 R2

Gestore connessione Desktop remoto

RDWA-SRV

Windows Server 2008 R2

Accesso Web Desktop remoto

VDP1-CLNT

VDP2-CLNT

Windows 7

Macchine virtuali

 

I computer formano una rete privata e sono connessi tramite un hub o un commutatore di livello 2. In questo esercizio dettagliato vengono utilizzati indirizzi privati in tutta la configurazione di lavoro di prova. Per la rete viene utilizzato l'ID di rete privata ID 10.0.0.0/24. Il controller di dominio del dominio contoso.com è denominato CONTOSO-DC. La configurazione dell'ambiente di prova è illustrata nella figura seguente.

Diagramma di rete SxS dei pool di desktop virtuali
Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2014 Microsoft