Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Opzioni di aggiornamento per Windows Server 2012 R2

Pubblicato: giugno 2013

Aggiornamento: novembre 2013

Si applica a: Windows Server 2012 R2



In questo argomento vengono fornite informazioni sull'aggiornamento a Windows Server® 2012 R2 da una vasta gamma di sistemi operativi precedenti mediante metodi diversi.

Il processo di transizione a Windows Server 2012 R2 potrebbe variare notevolmente a seconda del sistema operativo di partenza e del percorso scelto. Vengono utilizzati i termini seguenti per distinguere le diverse azioni, ognuna delle quali potrebbe essere richiesta per una nuova distribuzione di Windows Server 2012 R2.

  • Il termine installazione indica il concetto di base di aggiungere il nuovo sistema operativo nell'hardware disponibile. Nello specifico, per un'installazione pulita è necessario eliminare il sistema operativo precedente. Per informazioni sull'installazione di Windows Server 2012 R2, vedere Requisiti di sistema e informazioni sull'installazione per Windows Server 2012 R2. Per informazioni sull'installazione di altre versioni di Windows Server, vedere l'argomento relativo all'installazione e all'aggiornamento di Windows Server.

  • Il termine aggiornamento indica il passaggio dal sistema operativo esistente a una versione più recente, sempre nello stesso hardware. Un server in cui è in esecuzione Windows Server 2012 può ad esempio essere aggiornato a Windows Server 2012 R2. È possibile effettuare l'aggiornamento da una versione di valutazione del sistema operativo a una versione definitiva, da una versione definitiva precedente a una più recente oppure, in alcuni casi, da un'edizione del sistema operativo con contratto multilicenza a una normale edizione definitiva.

  • La conversione delle licenze in alcune versioni di sistemi operativi consente di convertire una particolare edizione della versione in un'altra edizione della stessa versione in un solo passaggio, utilizzando un semplice comando e il codice di licenza appropriato. Questo processo è definito come "conversione delle licenze". Se ad esempio si esegue Windows Server 2012 R2 Standard, è possibile convertirlo in Windows Server 2012 R2 Datacenter.

  • Il termine migrazione indica il passaggio dal sistema operativo esistente a Windows Server 2012 R2, con trasferimento in un set di hardware diverso. Il processo di migrazione, che potrebbe variare notevolmente in base ai ruoli server installati, è illustrato in dettaglio all'indirizzo http://technet.microsoft.com/en-us/windowsserver/dn458795.

A seconda dello scenario specifico, sono disponibili percorsi di aggiornamento diversi.

Nella tabella seguente vengono brevemente riepilogate le versioni dei sistemi operativi Windows con licenza (ovvero versioni non di valutazione) che possono essere aggiornate a edizioni di Windows Server 2012 R2.

Per i percorsi supportati valgono le linee guida generali seguenti:

  • Gli aggiornamenti sul posto da un'architettura a 32 bit a un'architettura a 64 bit non sono supportati. Tutte le edizioni di Windows Server 2012 R2 sono a 64 bit.

  • Gli aggiornamenti sul posto da una lingua a un'altra non sono supportati.

  • Gli aggiornamenti sul posto da un tipo di build a un altro (ad esempio da fre a chk) non sono supportati.

  • Se il server è un controller di dominio, vedere http://technet.microsoft.com/library/hh994618.aspx per informazioni importanti.

  • Gli aggiornamenti da versioni non definitive di Windows Server 2012 R2 non sono supportati. Eseguire un'installazione pulita di Windows Server 2012 R2.

  • Gli aggiornamenti che prevedono il passaggio da un'installazione dei componenti di base del server alla modalità server con GUI di Windows Server 2012 R2 in un unico passaggio (e viceversa) non sono supportati. Al termine dell'aggiornamento, tuttavia, in Windows Server 2012 R2 è possibile passare liberamente tra la modalità dei componenti di base del server e quella server con GUI. Per ulteriori informazioni su queste opzioni di installazione, su come eseguire la conversione da una all'altra e su come utilizzare le nuove caratteristiche di interfaccia server minima e funzionalità su richiesta, vedere la pagina http://technet.microsoft.com/it-it/library/hh831786.

Se la versione in uso non è visualizzata nella colonna a sinistra, l'aggiornamento a questa versione di Windows Server 2012 R2 non è supportato.

Se nella colonna a destra sono presenti più edizioni, è supportato l'aggiornamento dalla stessa versione di partenza a tutte le edizioni indicate.

 

Sistema operativo eseguito

Edizioni a cui è possibile eseguire l'aggiornamento

Windows Server 2008 R2 Datacenter con SP1

Windows Server 2012 R2 Datacenter

Windows Server 2008 R2 Enterprise con SP1

Windows Server 2012 R2 Standard o Windows Server 2012 R2 Datacenter

Windows Server 2008 R2 Standard con SP1

Windows Server 2012 R2 Standard o Windows Server 2012 R2 Datacenter

Windows Web Server 2008 R2 con SP1

Windows Server 2012 R2 Standard

Windows Server 2012 Datacenter

Windows Server 2012 R2 Datacenter

Windows Server 2012 Standard

Windows Server 2012 R2 Standard o Windows Server 2012 R2 Datacenter

Hyper-V Server 2012

Hyper-V Server 2012 R2

Windows Storage Server 2012 Standard

Windows Storage Server 2012 R2 Standard

Windows Storage Server 2012 Workgroup

Windows Storage Server 2012 R2 Workgroup

Anche nei percorsi di aggiornamento supportati da versioni definitive precedenti a Windows Server 2012 R2, per determinati ruoli server già installati potrebbero essere necessarie ulteriori operazioni di preparazione o azioni, per consentire il corretto funzionamento del ruolo dopo l'aggiornamento. Per informazioni dettagliate sui passaggi aggiuntivi necessari, vedere gli argomenti della Libreria TechNet specifici di ogni ruolo del server che si desidera installare.

È possibile convertire la versione di valutazione di Windows Server 2012 R2 Standard in Windows Server 2012 R2 Standard (definitiva) o Datacenter (definitiva). Analogamente, è possibile convertire la versione di valutazione di Windows Server 2012 R2 Datacenter nella versione definitiva.

Prima di tentare di eseguire la conversione dalla versione di valutazione a quella definitiva, verificare che nel server sia effettivamente in esecuzione una versione di valutazione. A tale scopo, eseguire una delle operazioni seguenti:

  • Da un prompt dei comandi con privilegi elevati eseguire slmgr.vbs /dlv. Per le versioni di valutazione nell'output è indicato "EVAL".

  • Dalla schermata Start aprire il Pannello di controllo. Aprire Sistema e sicurezza e quindi Sistema. Visualizzare lo stato di attivazione di Windows nell'area relativa della pagina Sistema. Fare clic su Visualizza dettagli nell'attivazione di Windows per ulteriori informazioni sullo stato di attivazione di Windows.

Se Windows è già stato attivato, sul desktop viene visualizzato il tempo rimanente per il periodo di valutazione.

Se nel server è in esecuzione una versione definitiva anziché una versione di valutazione, vedere in questo documento la sezione "Aggiornamento delle versioni definitive precedenti di Windows Server a Windows Server 2012 R2" per informazioni sull'aggiornamento a Windows Server 2012.

Per Windows Server 2012 Essentials: è possibile eseguire la conversione alla versione definitiva completa immettendo un codice Product Key per attivazione singola, per contratti multilicenza oppure OEM nel comando slmgr.vbs.

Se nel server è in esecuzione una versione di valutazione di Windows Server 2012 Standard o Windows Server 2012 Datacenter, è possibile convertirla in una versione definitiva come indicato di seguito:

  1. Se il server è un controller di dominio, non è possibile eseguire la conversione a una versione definitiva. In questo caso, installare un controller di dominio aggiuntivo in un server che esegue una versione definitiva e rimuovere Servizi di dominio Active Directory dal controller di dominio in esecuzione nella versione di valutazione. Per ulteriori informazioni, vedere http://technet.microsoft.com/it-it/library/hh994618.aspx.

  2. Leggere le condizioni di licenza.

  3. Da un prompt dei comandi con privilegi elevati determinare il nome dell'edizione corrente tramite il comando DISM /online /Get-CurrentEdition. Prendere nota dell'ID dell'edizione, che corrisponde a una forma abbreviata del nome. Eseguire quindi DISM /online /Set-Edition:<edition ID> /ProductKey:XXXXX-XXXXX-XXXXX-XXXXX-XXXXX /AcceptEula, specificando l'ID dell'edizione e un codice Product Key per attivazione singola. Il server verrà riavviato due volte.

Per la versione di valutazione di Windows Server 2012 Standard, è anche possibile eseguire la conversione alla versione definitiva di Windows Server 2012 Datacenter in un passaggio utilizzando lo stesso comando e il codice Product Key appropriato.

TipSuggerimento
Per ulteriori informazioni su Dism.exe, vedere http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=192466.

In qualsiasi momento dopo l'installazione di Windows Server 2012 è possibile eseguire il programma di installazione per ripristinare l'installazione (operazione talvolta denominata "ripristino sul posto") oppure, in determinati casi, per eseguire la conversione a un'edizione diversa.

È possibile eseguire il programma di installazione per eseguire un "ripristino sul posto" in qualsiasi edizione di Windows Server 2012. Il risultato sarà la stessa edizione di partenza.

Per Windows Server 2012 Standard è possibile convertire il sistema in Windows Server 2012 Datacenter nel modo seguente. In un prompt dei comandi con privilegi elevati recuperare il nome dell'edizione corrente mediante il comando DISM /online /Get-CurrentEdition. Prendere nota dell'ID dell'edizione, che corrisponde a una forma abbreviata del nome. Eseguire quindi DISM /online /Set-Edition:<edition ID> /ProductKey:XXXXX-XXXXX-XXXXX-XXXXX-XXXXX /AcceptEula, specificando l'ID dell'edizione e un codice Product Key per attivazione singola. Il server verrà riavviato due volte.

In qualsiasi momento dopo l'installazione di Windows Server 2012 è possibile eseguire liberamente la conversione tra una versione con contratto multilicenza, una versione definitiva o una versione OEM. L'edizione resta la stessa durante questa conversione.

A tale scopo, al prompt dei comandi con privilegi elevati eseguire:

slmgr /ipk <key>

Dove <key> corrisponde al codice Product Key per attivazione singola, per contratti multilicenza oppure OEM.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft