Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Come consentire a un dispositivo multifunzionale o a un'applicazione di inviare posta elettronica tramite Office 365, utilizzando SMTP

Exchange Online
 

Si applica a: Exchange Online

Ultima modifica dell'argomento: 2014-07-28

SMTP (Simple Mail Transfer Protocol) è utilizzato quando si configura una stampante multifunzione locale, uno scanner, un'applicazione line of business (LOB) che deve inviare e-mail. Di seguito, sono riportate alcune delle opzioni disponibili nel caso in cui alcune o tutte le cassette postali dell'utente si trovano in Office 365. Inoltro SMTP, invio SMTP client o invio diretto

  • Relay SMTP Un relay SMTP viene utilizzato per inviare posta elettronica dall'organizzazione dell'utente tramite autenticazione dell'indirizzo IP o tramite il certificato del mittente. Tutti gli indirizzi di posta elettronica (comprese le cassette postali non Office 365) possono inviare posta elettronica utilizzando l'inoltro SMTP, se utilizzano un dominio configurato come proprietario in Office 365.

  • Invio del protocollo SMTP del client L'invio del protocollo SMTP del client consente al dispositivo o all'applicazione LOB di inviare messaggi di posta elettronica utilizzando un indirizzo di posta elettronica associato con una cassetta postale di Office 365, effettuando l'autenticazione tramite l'account. Ogni dispositivo può disporre di un indirizzo mittente e tutti i dispositivi possono utilizzare un indirizzo, ad esempio printer@yourdomain.com.

  • Invio diretto L'invio diretto può essere utilizzato se un dispositivo o un'applicazione LOB è in grado di inviare messaggi di posta elettronica automaticamente. In questo caso, il dispositivo o l'applicazione LOB non utilizzano Office 365 per inviare il messaggio di posta elettronica. Quest'ultimo viene ricevuto da Office 365 che lo invia all'account Office 365 dell'utente.

La tabella riportata di seguito consente all'utente di decidere quali opzioni soddisfano le sue esigenze. Dopo ogni metodo, sono riportate informazioni dettagliate e procedure di configurazione.

 

Opzione Relay SMTP Invio del protocollo SMTP del client Invio diretto

Invio ai destinatari nel dominio dell'utente

Inoltro a Internet tramite Office 365

Soltanto il numero di recapiti diretti

Requisiti di configurazione

  • Porta 25

  • TLS facoltativo

  • È necessario disporre di uno o più indirizzi IP statici.

    SuggerimentoSuggerimento:
    Non è possibile utilizzare questo metodo con Azure o con gli indirizzi presenti in un elenco di blocco tramite criteri.
  • Porta 587 o 25

  • TLS richiesto

  • Indirizzi IP dinamici consentiti

  • Porta 25

  • TLS facoltativo

Richiede l'autenticazione

No. L'indirizzo IP che fornisce autenticazione.

Sì. Tuttavia, se il dispositivo non supporta questa opzione, è possibile utilizzare i relay SMTP locali di Windows.

No

Ignora la protezione da posta indesiderata

No. I messaggi di posta elettronica sospetti possono essere filtrati. Si consiglia di utilizzare un rapporto SPF personalizzato.

Sì, se il messaggio di posta elettronica è indirizzato a una cassetta postale di Office 365.

No. I messaggi di posta elettronica sospetti possono essere filtrati. Si consiglia di utilizzare un rapporto SPF personalizzato.

Limitazioni

Vengono imposti limiti ragionevoli. Non è possibile utilizzare il servizio per inviare posta indesiderata.

10.000 destinatari al giorno.

Nessuno

Requisiti per la concessione della licenza

Richiede le licenze di Exchange Online Protection per ogni mittente. Le cassette postali di Office 365 dispongono di questa licenza.

È possibile utilizzare una cassetta postale standard o condivisa.

Non è necessaria la licenza del mittente del messaggio di posta elettronica.

Nome di dominio completo dell'endpoint SMTP

Per ottenere la stringa relativa al proprio dominio, visitare Domini nel portale di Office 365.

smtp.office365.com

Nessun endpoint necessario. Questo metodo utilizza il routing basato su DNS.

Questo metodo di inoltro dei messaggi consente a Office 365 di gestire il recapito dei messaggi di posta elettronica per conto dell'utente, tramite un processo di autenticazione che utilizza soltanto un indirizzo IP pubblico o un certificato. Il dispositivo o l'applicazione LOB dell'utente sarà in grado di inviare posta elettronica come qualsiasi indirizzo di posta elettronica presente all'interno dei domini posseduti e verificati. L'indirizzo non deve essere risolto in una cassetta postale di Office 365. Tuttavia, se l'indirizzo di posta elettronica non esiste, i destinatari che rispondo ai messaggi di posta elettronica visualizzeranno un rapporto di mancato recapito (NDR). Se il dispositivo o l'applicazione vengono utilizzati per inviare posta indesiderata o in blocco, contravvenendo alle Condizioni d'uso di Office 365, è possibile che l'indirizzo di posta elettronica o l'IP vengano bloccati da Office 365. Se il dispositivo o l'applicazione LOB supportano o richiedono autenticazione (ad esempio, se gli utenti devono inviare posta elettronica soltanto come loro account), è possibile utilizzare il metodo di invio del protocollo SMTP del client.

Se tutti gli utenti dispongono di cassette postali di Office 365, non sono necessarie ulteriori licenze per utilizzare questa opzione. Nel caso di utenti che dispongono di un dispositivo o applicazione LOB che non dispone di una cassetta postale di Office 365, è necessario assicurarsi che ogni utente che non possiede Office 365 abbia una licenza di Exchange Online Protection per coprire il relay in uscita e/o in entrata.

Se si dispone di Exchange Hybrid configurato o di un connettore locale in ingresso di Exchange Online Protection configurato, è probabile che non sia necessario effettuare ulteriori operazioni di configurazione per Office 365.

  1. Ottenere l'indirizzo IP pubblico utilizzato dall'utente. Un indirizzo IP dinamico non è supportato o ammesso. È possibile condividere l'indirizzo IP con altri dispositivi e utenti, ma l'utente non deve condividere l'indirizzo IP con persone esterne all'organizzazione. Creare una nota dell'indirizzo IP da utilizzare in un secondo momento.

  2. Accedere al portale di Office 365.

  3. Selezionare Domini. Evidenziare uno dei domini e attenersi alla procedura guidata per ottenere un rapporto MX. Il rapporto MX avrà un aspetto simile a contoso.com.mail.protection.outlook.com. Prendere nota del rapporto MX per un secondo momento.

  4. Nella parte superiore a destra, selezionare Amministratore, quindi selezionare Exchange dall'elenco a discesa. Se l'utente dispone di Small Business, consultare le istruzioni riportate qui.

  5. Nell'interfaccia di amministrazione di Exchange, selezionare Flusso di posta > Connettori.

  6. Se non sono presenti connettori in ingresso, crearne uno.

    1. Assegnare un nome al connettore.

    2. Selezionare Locale come tipologia di connettore.

    3. In Domini, aggiungere un asterisco (*). In questo modo, viene abilitato l'invio a tutti i domini. Altri valori di questo campo limitano il numero di domini a cui è possibile inviare posta elettronica.

    4. Nella sezione relativa agli indirizzi IP, aggiungere gli indirizzi IP del passaggio 1.

    5. Non modificare i valori predefiniti degli altri campi, quindi selezionare Salva.

  7. Nel DNS del dominio, si consiglia di modificare il rapporto SPF affinché includa l'indirizzo IP del passaggio 1. La stringa ultimata dovrà avere un aspetto analogo al seguente: v=spf1 ip4:10.1.2.3 include:spf.protection.outlook.com ~all, in cui 10.1.2.3 corrisponde all'indirizzo IP pubblico. Se si salta questo passaggio, è possibile che i messaggi di posta elettronica vengano recapitati nella cartella Posta indesiderata del destinatario.

  8. Nelle impostazioni del dispositivo, specificare un valore smart host pari a quello del rapporto MX registrato durante il passaggio 3.

In questo metodo, Office 365 viene utilizzato per inviare posta elettronica tramite SMTP, utilizzando le credenziali dell'account di una cassetta postale di Office 365. Ogni messaggio di posta elettronica deve essere inviato da un indirizzo di posta elettronica associato a una cassetta postale di Office 365. Non sono supportate le cassette postali esterne a Office 365. Se il dispositivo o l'applicazione viene utilizzato per inviare posta indesiderata o in blocco, contravvenendo alle Condizioni d'uso di Office 365, è possibile che l'indirizzo di posta elettronica o IP vengano bloccati o limitati da Office 365.

  1. Confermare che il dispositivo o l'applicazione supporta TLS per SMTP sia sulla porta 587 che 25 (587 è il valore consigliato). È possibile che l'utente desideri verificare con il fornitore del dispositivo o applicazione se sono disponibili aggiornamenti del firmware o del software, soprattutto se il dispositivo o applicazione ha più di due mesi di vita. Se TLS non è supportato, l'utente può utilizzare il metodo di inoltro SMTP o installare e configurare in locale SMTP Windows per gestire le comunicazioni con Office 365. È necessario disporre di TLS v1.1 o successiva e sono supportate varie cifre. Se l'applicazione o dispositivo riscontra problemi con STARTTLS di Exchange, verificare che siano state applicate tutte le protezioni.

  2. Stabilire se il dispositivo/applicazione consente agli utenti di specificare un indirizzo di posta elettronica e le credenziali in base all'utente o se una singola o condivisa cassetta postale può essere utilizzata per inviare tutti i messaggi di posta elettronica come mittente unico. Se si sta inviando come indirizzo di posta elettronica unico, ad esempio printer@contoso.com, è necessario verificare che le seguenti condizioni siano vere:

    1. La parte di dominio, ad esempio contoso.com, deve rappresentare un dominio verificato e accettato per il tenant di Office 365.

    2. L'indirizzo SMTP completo deve essere aggiunto sia a una cassetta postale di Office 365 esistente oppure a una nuova cassetta postale di Office 365 condivisa.

  3. Opzioni di configurazione esatte dipendono dal dispositivo e dell'applicazione. Per ulteriori informazioni, vedere Configurazione di Internet Information Server (IIS) per l'inoltro con Office 365. Come minimo, il dispositivo deve essere configurato nel seguente modo:

    • Smart host smtp.office365.com

    • Porta 25 o 587. Se il dispositivo/applicazione non consente all'utente di specificare una parte, verrà utilizzata quella numero 25. Tuttavia, si consiglia di utilizzare la porta 587 dal momento che molti IP bloccano quella 25.

    • Utilizzare Transport Layer Security (TLS) In Office 365 è necessario utilizzare TLS per essere certi che le credenziali vengano passate in modo sicuro. Non è supportato l'utilizzo di SLL con la porta 465.

    • Indirizzo di posta elettronica/credenziali È necessario fornire credenziali di Office 365 valide. Alcuni dispositivi/applicazioni consentono all'utente di indicare un indirizzo di posta elettronica. Sebbene l'indirizzo di posta elettronica e il nome utente possano essere differenti, è necessario che siano associato al medesimo account di Office 365.

Un'altra opzione da considerare quando si configura l'invio di posta elettronica per i dispositivi e le applicazioni LOB è quella di utilizzare semplicemente l'invio SMTP diretto. In questo caso, il dispositivo/applicazione gestirà il recapito di tutti i messaggi di posta elettronica in modo diretto, a prescindere dalla destinazione e Office 365 non verrà utilizzato per inviare i messaggi. Questa rappresenta la scelta migliore in molte situazioni:

  1. Se il dispositivo o applicazione invia posta elettronica soltanto agli utenti di Office 365, questo rappresenta il metodo più facile, dal momento che l'utente non deve effettuare alcuna procedura di configurazione.

  2. Se il dispositivo o applicazione dispone di una capacità di server SMTP integrata, l'utente può gestirlo e controllarlo separatamente. Ciò risulta particolarmente utile se non si desidera che Office 364 limiti o analizzi i messaggi di posta elettronica in uscita al fine di rilevare virus o spam.

  3. Se l'utente invia messaggi di posta elettronica in blocco o newsletter, Office 365 non supporta tale metodo. È possibile che l'utente desideri integrare la guida del fornitore di servizi relativi ai messaggi di posta elettronica in blocco, allo scopo di assistenza. Si consiglia di attenersi a delle procedure consigliate.

SMTP Windows può fornire questa funzionalità di routing relativo all'invio diretto se il dispositivo/applicazione dell'utente non la supporta. Questa è tuttora la soluzione ideale per l'utente.

 
Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2014 Microsoft