Esporta (0) Stampa
Espandi tutto
Questo argomento non è stato ancora valutato - Valuta questo argomento

Novità di Virtual Machine Manager 2008 R2

Aggiornamento: agosto 2009

Si applica a: Virtual Machine Manager 2008 R2

System Center Virtual Machine Manager 2008 (VMM) è una soluzione di gestione completa per il data center virtualizzato, che consente un maggiore utilizzo dei server fisici, una gestione centralizzata dell'infrastruttura delle macchine virtuali e un rapido provisioning delle nuove macchine virtuali da parte dell'amministratore, dell'amministratore delegato e degli utenti finali autorizzati. VMM 2008 può gestire host che eseguono Windows Server 2008 con Hyper-V, Virtual Server 2005 R2 e VMware ESX tramite un server VirtualCenter.

Recentemente Windows Server 2008 ha distribuito una versione R2 che includeva miglioramenti di funzioni importanti per Hyper-V. VMM 2008 R2 sfrutta questi nuovi miglioramenti di piattaforma ed estende il set di funzioni di VMM 2008. In questo argomento sono illustrate le nuove funzioni incluse in VMM 2008 R2.

Gestione di host Hyper-V in Windows Server 2008 R2

In VMM 2008 R2 è possibile creare e gestire macchine virtuali eseguite in host Hyper-V in Windows Server 2008 R2. Quando si aggiunge un host che esegue Windows Server 2008 R2 e in cui non è stato abilitato Hyper-V, questo ruolo verrà automaticamente attivato da VMM 2008 R2.

VMM 2008 R2 supporta le nuove funzioni seguenti di Windows Server 2008 R2:

  • Migrazione in tempo reale tra host in cluster di Windows Server 2008 R2. La migrazione in tempo reale consente di eseguire la migrazione di una macchina virtuale da un nodo di un cluster di failover Windows Server 2008 R2 a un altro nodo nello stesso cluster senza tempo di inattività. Poiché la macchina virtuale non prevede alcun tempo di inattività, lo spostamento è completamente trasparente agli utenti connessi alla macchina virtuale.

  • Rilevamento dell'ottimizzazione di rete durante la selezione host per macchina virtuale. VMM 2008 R2 supporta sia Virtual Machine Queue (VMQ) sia TCP Chimney Offload, funzioni di Windows Server 2008 R2 che migliorano le prestazioni di rete per le macchine virtuali.

    Le schede di rete che supportano la funzione VMQ possono creare una coda di rete univoca per ogni scheda di rete virtuale e quindi collegare la coda direttamente alla memoria della macchina virtuale. Questa connessione instrada i pacchetti direttamente dall'hypervisor verso la macchina virtuale, ignorando gran parte dell'elaborazione nello stack di virtualizzazione.

    Le schede di rete che supportano la funzione TCP Chimney Offload consentono di eseguire l'offload dell'elaborazione del traffico di rete dallo stack di rete. Entrambe le funzioni migliorano le prestazioni di rete e riducono l'utilizzo della CPU.

  • Aggiunta e rimozione a caldo dei dischi rigidi virtuali. In Windows Server 2008 R2, Hyper-V consente agli utenti di aggiungere e rimuovere i dischi rigidi virtuali da una macchina virtuale mentre è in esecuzione.

Supporto avanzato per i trasferimenti tramite SAN

VMM 2008 R2 fornisce i seguenti miglioramenti:

Migrazione tramite SAN in e da host cluster

VMM 2008 R2 supporta l'utilizzo di trasferimenti tramite SAN per la migrazione di macchine virtuali e macchine virtuali a disponibilità elevata in e da un cluster. Quando si esegue la migrazione di una macchina virtuale in un cluster nell'ambito di un trasferimento tramite SAN, VMM controlla tutti i nodi nel cluster per garantire che ogni nodo possa vedere il numero di unità logica e creare automaticamente una risorsa disco di tipo cluster per il numero di unità logica. Anche se VMM configura automaticamente la risorsa disco di tipo cluster, non la convalida. È necessario utilizzare Convalida guidata configurazione in Gestione cluster di failover per convalidare la risorsa disco di tipo cluster appena creata. Per eseguire la migrazione di una macchina virtuale da un cluster, la macchina virtuale deve trovarsi in un numero di unità logica dedicato che non utilizzi un volume condiviso del cluster.

Supporto espanso per le reti SAN iSCSI

VMM 2008 supporta i trasferimenti tramite SAN delle macchine virtuali che utilizzano connessioni di destinazione iSCSI basate su iniziatore. Ciò richiede una destinazione iSCSI per ogni numero di unità logica. VMM 2008 R2 aggiunge il supporto per il mascheramento LUN, che consente più numeri di unità logica per destinazione iSCSI ed espande il supporto VMM per i fornitori delle reti SAN iSCSI.

Supporto avanzato per l'archiviazione condivisa

VMM 2008 R2 fornisce i seguenti miglioramenti:

Supporto del volume condiviso del cluster

VMM 2008 R2 supporta la funzione del volume condiviso del cluster di Windows Server 2008 R2. Il volume condiviso del cluster consente a tutti gli host in un cluster di failover Windows Server 2008 R2 di accedere contemporaneamente ai file della macchina virtuale in un unico numero di unità logica (LUN) condiviso. Poiché tutti i nodi nel cluster possono accedere a un unico numero di unità logica condiviso, nelle macchine virtuali è possibile visualizzare in maniera completamente trasparente quali nodi posseggono effettivamente un numero di unità logica. Ciò consente la migrazione in tempo reale delle macchine virtuali nel cluster perché tutti i nodi nel cluster possono accedere a qualsiasi numero di unità logica.

Supporto del file system in cluster Sanbolic

VMM 2008 R2 supporta il file system in cluster Sanbolic, un volume condiviso di terze parti per la migrazione rapida sugli host che eseguono Windows Server 2008 con Hyper-V e la migrazione in tempo reale negli host su cui è in esecuzione Windows Server 2008 R2 con Hyper-V.

Supporto di Veritas Storage Foundation per Windows

VMM 2008 R2 supporta Veritas Storage Foundation 5.1 per Windows (SFW), una soluzione per la gestione dell'archiviazione in linea per creare periferiche di archiviazione virtuali da dischi fisici e matrici. I volumi creati come parte di un gruppo di risorse cluster con SFW vengono rilevati da VMM 2008 R2 e possono essere selezionati durante la selezione o la migrazione delle macchine virtuali. Un volume SFW è limitato a una macchina virtuale.

Migrazione archiviazione rapida

Nel caso di un host Windows Server 2008 R2 o con supporto VMotion è possibile eseguire la migrazione dei file di una macchina virtuale in esecuzione in un percorso di archiviazione differente nello stesso host con un'interruzione nulla o minima. Se si esegue la migrazione di una macchina virtuale in un host che esegue Windows Server 2008 R2 e si utilizza un trasferimento tramite rete, in VMM 2008 R2 è disponibile l'opzione che consente di specificare percorsi di archiviazione diversi per ogni file di disco rigido virtuale (file con estensione .vhd) della macchina virtuale.

Modalità di manutenzione per host

In VMM 2008 R2 è possibile avviare la modalità di manutenzione per un host basato su Windows ogniqualvolta sia necessario effettuare nell'host attività di manutenzione, quali l'applicazione di aggiornamenti o la sostituzione di componenti fisici.

Quando si avvia la modalità di manutenzione in un host in un cluster Windows Server 2008 R2 con macchine virtuali a disponibilità elevata, è possibile eseguire una delle seguenti operazioni:

  • Se l'opzione è disponibile, utilizzare la migrazione in tempo reale per spostare tutte le macchine virtuali in altri host nello stesso cluster. Se la migrazione non riesce per una delle macchine virtuali nell'host, la modalità di manutenzione non viene attivata nell'host e VMM non esegue la migrazione delle macchine virtuali di cui si è già effettuata la migrazione.

  • Impostare su uno stato salvato tutte le macchine virtuali nell'host.

Quando si attiva la modalità di manutenzione in un host basato su Windows autonomo, in un host in un cluster Windows Server 2008 o in un host Windows Server 2008 R2 che dispone di macchine virtuali non a disponibilità elevata, VMM imposta automaticamente su uno stato salvato tutte le macchine virtuali.

ImportantImportante
L'impostazione di uno stato salvato delle macchine virtuali causerà una perdita di servizio per tutti gli utenti delle macchine virtuali.

Quando si attiva la modalità di manutenzione in un host qualsiasi, VMM effettua automaticamente le seguenti operazioni:

  • Blocca sull'host tutte le operazioni di creazione di macchine virtuali.

  • Esclude l'host dalle classificazioni degli host durante la selezione.

  • Visualizza lo stato host In modalità manutenzione nella visualizzazione Host della Console di amministrazione VMM.

Quando si disattiva la modalità di manutenzione in un host, VMM consente operazioni di creazione di macchine virtuali nell'host, include l'host nelle classificazioni host durante la selezione e visualizza lo stato host OK nella visualizzazione Host della Console di amministrazione VMM. Tuttavia VMM non esegue automaticamente una migrazione in tempo reale per spostare le macchine virtuali a disponibilità elevata nell'host in un cluster Windows Server 2008 R2 e non riavvia alcuna delle macchine virtuali nell'host.

Per attivare o disattivare la modalità di manutenzione, nella visualizzazione Host della Console di amministrazione VMM fare clic con il pulsante destro del mouse su un host, quindi fare clic sul comando appropriato.

Supporto dei gruppo di porte VMware per switch virtuali

VMM utilizza un tag e un percorso di rete specificati per la scheda di rete virtuale nella configurazione hardware allo scopo di determinare la disponibilità di rete di una macchina virtuale in un host. In VMM 2008 R2, se si distribuisce la macchina virtuale in un host VMware ESX Server, è possibile selezionare i gruppi di porte VMware disponibili per gli switch virtuali.

Supporto delle autorizzazioni delle macchine virtuali assegnate in Hyper-V

In VMM 2008 R2 le modifiche apportate alle definizioni dei ruoli o alle appartenenze ai ruoli nell'ambito radice dell'archivio autorizzazioni Hyper-V vengono conservate. Tutte le modifiche apportate a qualsiasi altro ambito vengono, invece, sovrascritte ogni mezz'ora dall'aggiornamento dei ruoli utente VMM. L'elaborazione dei ruoli utente in VMM 2008 R2 è quindi diversa rispetto a VMM 2008, in cui l'accesso alle macchine virtuali, agli host e alle risorse è determinato esclusivamente sulla base dei diritti e delle autorizzazioni associati ai ruoli utente VMM. VMM 2008 non modifica le definizioni dei ruoli Hyper-V esistenti e le appartenenze ai ruoli. L'archivio autorizzazioni Hyper-V viene semplicemente ignorato durante la gestione di host e macchine virtuali.

Per ulteriori informazioni sui ruoli utente e sugli ambiti, vedere Protezione basata su ruoli in VMM.

Supporto per Windows PowerShell 2.0

VMM 2008 R2 aggiunge il supporto per Windows PowerShell 2.0 oltre a continuare a fornire il supporto per Windows PowerShell 1.0. Windows PowerShell 2.0 presenta nuovi cmdlet, parametri e variabili e fornisce inoltre nuove funzioni, incluse le seguenti:

  • Gestione remota: è possibile eseguire comandi su un computer o su centinaia di computer utilizzando un solo comando. È possibile stabilire una sessione interattiva con un solo computer o stabilire una sessione che può ricevere comandi in modalità remota da più computer.

  • Processi in background: Utilizzando i processi in background di Windows PowerShell, è possibile eseguire i comandi in modo asincrono e "in background" in modo da potere continuare a lavorare nella sessione. È possibile eseguire dei processi in background su un computer locale o remoto e salvare i risultati localmente o in modo remoto.

  • Debugger: è possibile utilizzare il debugger di Windows PowerShell che consente di eseguire il debug di funzioni e script. È possibile impostare e rimuovere i punti di interruzione, esaminare il codice, verificare i valori delle variabili e visualizzare una traccia di stack di chiamate.

Per ulteriori informazioni sulle funzioni di Windows PowerShell 2.0, vedere Novità di Windows PowerShell (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=156131).

Per ulteriori informazioni sulle modifiche apportate agli script in VMM 2008 R2, vedere What's New in VMM 2008 R2 Scripting.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2014 Microsoft. Tutti i diritti riservati.