Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Guida dettagliata all'installazione automatica per l'aggiornamento a Windows 7

Aggiornamento: settembre 2009

Si applica a: Windows 7

 

 

Microsoft® Deployment Toolkit (MDT) 2010 è un Solution Accelerator gratuito di Microsoft che offre un framework per l'utilizzo degli strumenti di sviluppo disponibili nel sistema operativo Windows® 7 e in Windows Automated Installation Kit (Windows AIK). Sebbene MDT 2010 sia uno strumento avanzato che le organizzazioni di grandi dimensioni possono utilizzare in scenari di distribuzione estremamente complessi, è tuttavia di facile utilizzo e in grado di garantire un livello elevato di automazione anche negli scenari di distribuzione più semplici. In questa guida viene descritta una procedura da eseguire in MDT 2010 che consente di automatizzare l'installazione di Windows 7. Acquistando maggiore confidenza con MDT 2010, sarà possibile imparare a personalizzare il toolkit leggendo la documentazione fornita con il prodotto.

Tutti i passaggi descritti in questa guida vengono eseguiti su un unico computer, fatta eccezione per l'installazione effettiva di Windows 7 dalla condivisione per la distribuzione, ovvero l'ultimo passaggio della guida. MDT 2010 viene installato su tale computer e funge da host per la condivisione per la distribuzione. I requisiti per il computer non sono elevati. Il sistema operativo utilizzato può essere Windows Vista® con Service Pack 1 (SP1), Windows 7, Windows Server® 2008 o Windows Server 2008 R2. Non è necessario disporre di un computer con prestazioni elevate. I requisiti fondamentali sono circa 10 gigabyte (GB) di spazio libero su disco e una connessione di rete raggiungibile da ogni computer di destinazione (i requisiti effettivi del disco rigido dipendono dal numero di immagini del sistema operativo e di applicazioni aggiunte alla condivisione per la distribuzione). È possibile installare MDT 2010 anche su un computer portatile da utilizzare in luoghi diversi.

In questa guida viene descritto come utilizzare MDT 2010 per automatizzare l'installazione di Windows 7 dall'immagine distribuita da Microsoft tramite i supporti per attivazione singola o contratto multilicenza, inclusa l'installazione automatica di applicazioni, driver di dispositivo e aggiornamenti in seguito all'installazione del prodotto. Questo approccio viene definito "thin imaging" e si tratta di una procedura consigliata, in quanto risulta più semplice da creare e mantenere nel tempo. Nella guida non viene descritto come creare immagini personalizzate contenenti applicazioni, driver di dispositivo e aggiornamenti tramite MDT 2010. Questo è infatti uno scenario più avanzato definito "thick imaging", sconsigliabile per le organizzazioni di piccole e medie dimensioni senza personale IT dedicato. Per ulteriori informazioni sulla creazione di immagini del disco personalizzate tramite MDT 2010, vedere la documentazione fornita con il prodotto.

noteNota
Nella guida sono spesso presenti indicazioni sulla scelta tra prodotti software a 32 bit e a 64 bit. Per operare la scelta, è necessario sapere se si esegue una versione a 32 bit o a 64 bit di Windows. Per determinare la versione di Windows in uso, fare clic su Start, fare clic con il pulsante destro del mouse su Computer e scegliere Proprietà. Nell'area Sistema è indicato il tipo di sistema operativo in uso, come illustrato nella figura 1.

Figura 1. Determinare il tipo di sistema operativo

Vedere anche i seguenti documenti correlati:

Per visualizzare completamente le risorse di Windows 7, gli articoli, le demo e le informazioni aggiuntive, vedere Springboard Series for Windows 7 (la pagina potrebbe essere in inglese) nel TechCenter del client Windows.

Per una versione scaricabile di questo documento, vedere la Guida dettagliata all'installazione automatica per l'aggiornamento a Windows 7 nell'Area download Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=162745).

Installare Microsoft Deployment Toolkit

  • Microsoft Deployment Toolkit 2010. Sono disponibili due file: MicrosoftDeploymentToolkit_x86 per i computer a 32 bit e MicrosoftDeploymentToolkit_x64 per i computer 64 bit.

  • Windows Automated Installation Kit. Windows Automated Installation Kit. Il nome del file è KB3AIK_EN.iso. È necessario masterizzare questo file in un DVD. In Windows 7 e Windows Server 2008 R2, fare clic con il pulsante destro del mouse su KB3AIK_EN.iso, scegliere Apri con e quindi fare clic su Masterizzatore immagini disco di Windows. Seguire le istruzioni per masterizzare il file ISO in un DVD. Nelle versioni precedenti di Windows è necessario utilizzare un prodotto software di terze parti per la masterizzazione dei DVD.

MDT 2010 richiede inoltre l'interfaccia della riga di comando di Windows PowerShell™:

  • Se si installa MDT 2010 in computer con Windows 7 o Windows Server 2008 R2, Windows PowerShell è già installato e non occorre eseguire ulteriori operazioni.

  • Se si installa MDT 2010 in computer con Windows Vista con Service Pack 1 (SP1) o SP2, è necessario scaricare e installare la versione a 32 bit o a 64 bit dall'articolo 928439 della Microsoft Knowledge Base. L'installazione di Windows PowerShell come aggiornamento facoltativo da Windows Update è più semplice rispetto al download e all'installazione manuali del prodotto dall'Area download Microsoft.

  • Se si esegue Windows Server 2008 con SP1 o SP2, è necessario aggiungere Windows PowerShell.

  • L'installazione di MDT 2010 in computer con Windows XP non è supportata, tuttavia tramite MDT 2010 è possibile aggiornare i computer che eseguono Windows XP con una nuova installazione di Windows 7.

Per installare Windows AIK dal DVD del prodotto

  1. Inserire il DVD di Windows AIK nel computer, quindi aprirlo in Esplora risorse.

  2. Eseguire una delle attività seguenti, a seconda del computer in cui si desidera installare Windows AIK:

    • Per i computer a 32 bit fare clic con il pulsante destro del mouse su wAIKX86.msi e quindi scegliere Installa.

    • Per i computer a 64 bit fare clic con il pulsante destro del mouse su wAIKAMD64.msi e quindi scegliere Installa.

  3. Fare clic su Avanti.

  4. Nella pagina Contratto di Licenza Microsoft fare clic su Accetto e quindi su Avanti.

  5. Nella pagina Selezione cartella di installazione fare clic su Avanti per eseguire l'installazione nella cartella di installazione predefinita per tutti gli utenti del computer.

  6. Nella pagina Conferma installazione fare clic su Avanti per iniziare l'installazione.

  7. Fare clic su Chiudi per terminare l'installazione.

Per installare Microsoft Deployment Toolkit al termine dell'installazione di Windows AIK

  1. In Esplora risorse aprire la cartella in cui è stato eseguito il download o la copia dei file di installazione di MDT 2010. Tale cartella contiene MicrosoftDeploymentToolkit_x86.msi, MicrosoftDeploymentToolkit_x64.msi o entrambi i file.

  2. Eseguire una delle attività seguenti, a seconda del computer in cui si desidera installare MDT 2010:

    • Per i computer a 32 bit fare clic con il pulsante destro del mouse su MicrosoftDeploymentToolkit_x86.msi e quindi scegliere Installa.

    • Per i computer a 64 bit fare clic con il pulsante destro del mouse su MicrosoftDeploymentToolkit_x64.msi e quindi scegliere Installa.

  3. Fare clic su Avanti.

  4. Nella pagina Contratto di Licenza con l'utente finale fare clic su Accetto i termini del Contratto di Licenza e quindi su Avanti.

  5. Nella pagina Installazione personalizzata fare clic su Avanti per installare le funzionalità tipiche di MDT 2010. Le funzionalità tipiche includono la documentazione nonché gli strumenti e i modelli di MDT 2010.

  6. Nella pagina Pronto per l'installazione fare clic su Installa per avviare l'installazione.

  7. Fare clic su Fine per completare l'installazione.

Per aggiungere Windows PowerShell a Windows Server 2008

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione e quindi fare clic su Server Manager.

  2. Nell'albero della console fare clic su Funzionalità.

  3. Nel riquadro dei dettagli fare clic su Aggiungi funzionalità per avviare l'Aggiunta guidata funzionalità.

  4. Nell'elenco Funzionalità selezionare la casella di controllo Windows PowerShell e quindi fare clic su Installa.

Creare una condivisione per la distribuzione di Windows 7

Con MDT 2010 è possibile creare e modificare condivisioni per la distribuzione tramite Deployment Workbench:

  • Per aprire Deployment Workbench, fare clic su Start, scegliere Tutti i programmi, Microsoft Deployment Toolkit e quindi fare clic su Deployment Workbench.

  • Per leggere la documentazione di MDT 2010, fare clic su Start, scegliere Tutti i programmi, Microsoft Deployment Toolkit e quindi fare clic su Microsoft Deployment Toolkit Documentation.

Prima di continuare, controllare le informazioni visualizzate in Deployment Workbench (figura 2). Nell'albero della console fare clic su Getting Started, Documentation e News. Questi nodi si trovano al di sotto di Information Center. Deployment Shares risulterà vuoto fino a quando non si creerà una condivisione per la distribuzione.

Figura 2. Deployment Workbench

Una condivisione per la distribuzione contiene tutti i file di origine delle applicazioni, del sistema operativo, dei driver di dispositivo e degli aggiornamenti. Contiene inoltre le impostazioni per personalizzare Windows Deployment Wizard, ovvero la procedura guidata che consente di installare Windows 7 sui singoli computer, e gli strumenti da utilizzare per la gestione della condivisione per la distribuzione. In questa guida viene illustrata la procedura più diretta utilizzando Deployment Workbench. Fino a quando non si acquista confidenza con Deployment Workbench, è possibile ignorare le impostazioni e gli strumenti non descritti nella presente guida. In seguito, è tuttavia consigliabile leggere la documentazione di MDT 2010 per approfondire i numerosi metodi di personalizzazione della distribuzione.

Per creare una nuova condivisione per la distribuzione

  1. Nell'albero della console fare clic con il pulsante destro del mouse su Deployment Shares e scegliere New Deployment Share per avviare la procedura guidata New Deployment Share Wizard.

  2. Nella pagina Path digitare il percorso e il nome della cartella in cui si desidera creare la condivisione per la distribuzione e fare clic su Next. La cartella non verrà creata, pertanto è necessario verificare che esista oppure fare clic su Browse per crearla.

  3. Nella pagina Share fare clic su Next per accettare il nome predefinito per la condivisione. Tale nome è il nome della cartella con un suffisso con il simbolo del dollaro ($), che consente di nascondere la condivisione agli utenti. Questo nome è appropriato nella maggior parte dei casi. Se si desidera rendere visibile in rete la condivisione, rimuovere il simbolo del dollaro.

  4. Nella pagina Descriptive Name fare clic su Next per accettare il nome predefinito. Se si prevede di creare più condivisioni per la distribuzione, è possibile digitare un nome più descrittivo. In caso contrario, il nome predefinito è appropriato nella maggior parte dei casi.

  5. Nella pagina Allow Image Capture deselezionare la casella di controllo Ask if image should be captured e quindi fare clic su Next. Se si utilizza questo metodo di installazione, non vengono create immagini personalizzate. Si distribuisce invece l'immagine predefinita di Windows 7 tramite la rete e quindi la si personalizza dopo l'installazione ("thin imaging").

  6. Nella pagina Allow Admin Password eseguire una delle operazioni seguenti e quindi fare clic su Next:

    • Se si desidera consentire agli utenti di modificare la password dell'amministratore locale durante l'installazione, selezionare la casella di controllo Ask user to set the local Administrator Password. Scegliere questa opzione solo se si desidera consentire agli utenti di gestire l'account dell'amministratore locale nel proprio computer.

    • Se non si desidera consentire agli utenti di modificare la password dell'amministratore locale durante l'installazione, deselezionare la casella di controllo Ask user to set the local Administrator Password. Scegliere questa opzione se si desidera utilizzare una password standard dell'amministratore locale per tutti i computer dell'azienda.

  7. Nella pagina Allow Product Key eseguire una delle operazioni seguenti e quindi fare clic su Next:

    • Se si desidera consentire agli utenti di specificare un codice "Product Key" durante l'installazione, selezionare la casella di controllo Ask user for a product key. Scegliere questa opzione se si desidera distribuire supporti per attivazione singola e ogni computer dovrà avere un codice "Product Key" univoco.

    • Se non si desidera consentire agli utenti di specificare un codice "Product Key" durante l'installazione, deselezionare la casella di controllo Ask user for a product key. Scegliere questa opzione se si distribuiscono supporti per contratti multilicenza e si dispone di un unico codice "Product Key" per tutti i computer dell'azienda.

  8. Nella pagina Summary illustrata nella figura 3 verificare i dettagli dell'installazione e fare clic su Next.

    Figura 3. Procedura guidata New Deployment Share Wizard

  9. Nella pagina Confirmation fare clic su Finish per chiudere la procedura guidata New Deployment Share Wizard.

Copiare i file di origine nella condivisione per la distribuzione

La condivisione per la distribuzione creata contiene gli script e gli strumenti necessari per installare Windows 7. Non contiene tuttavia i file di origine delle applicazioni, del sistema operativo, dei driver di periferica o degli aggiornamenti. In questo passaggio tali file di origine verranno aggiunti alla condivisione per la distribuzione.

Prima di iniziare la procedura, raccogliere i file necessari:

  • Windows 7. È necessario il supporto di Windows 7 per attivazione singola o contratto multilicenza. È possibile copiare i file direttamente dal DVD oppure da una cartella locale o di rete.

  • File di origine delle applicazioni. Sono necessari i file di origine per ogni applicazione che si desidera aggiungere alla condivisione per la distribuzione e installare durante la distribuzione. È possibile copiare questi file direttamente dal CD o DVD dell'applicazione o da una cartella locale o di rete. È inoltre necessario specificare il comando per installare ogni applicazione automaticamente (in questa guida si consiglia l'installazione automatica). Nella maggior parte dei casi, i fornitori di software documentano come installare le relative applicazioni automaticamente. È inoltre possibile utilizzare il sito Web non Microsoft AppDeploy.com per cercare rapidamente il comando per l'installazione automatica per le applicazioni più comuni.

  • Driver di dispositivo. Sono necessari i file di origine di tutti i driver di dispositivo che si desidera aggiungere alla condivisione per la distribuzione. È possibile scaricare tali driver dal sito Web del fornitore dell'hardware del computer. Dopo avere scaricato il driver di dispositivo, verificare che sia decompresso. Se ad esempio si esegue il download di un driver di dispositivo come file ZIP, estrarre il file. Se si scarica il file come file EXE compresso, eseguirlo per estrarre i file di origine del driver di dispositivo. Se non è possibile estrarre i file di origine del driver di dispositivo, sarà necessario installare il driver come applicazione.

  • Aggiornamenti. Sono necessari i file MSU per tutti i pacchetti con cui si desidera aggiornare Windows 7. È ad esempio possibile scaricare l'aggiornamento Microsoft Virtual PC e aggiungerlo alla condivisione per la distribuzione. Gli aggiornamenti sono disponibili per il download nell'Area download Microsoft.

noteNota
Per aggiungere applicazioni a una condivisione per la distribuzione, è possibile procedere in due modi. È possibile copiare i file nella condivisione per la distribuzione e installare le applicazioni da tale posizione oppure lasciare i file di origine delle applicazioni in un altro percorso di rete e aggiungere un comando alla condivisione per la distribuzione per installarle. Per mantenere semplice il processo ed evitare ulteriori complicazioni, in questa guida viene indicato di copiare i file di origine dell'applicazione nella condivisione per la distribuzione.

Per aggiungere applicazioni alla condivisione per la distribuzione

  1. Nell'albero della console fare clic con il pulsante destro del mouse su Applications e scegliere New Application per avviare la procedura guidata New Application Wizard. Applications si trova in Deployment Shares al di sotto della condivisione per la distribuzione creata in precedenza.

  2. Nella pagina Application Type fare clic su Next per installare un'applicazione e copiarne i file di origine nella condivisione per la distribuzione.

  3. Nella pagina Details digitare il nome dell'applicazione nella casella Application Name e quindi fare clic su Next. Facoltativamente, è inoltre possibile digitare l'autore, la versione e la lingua dell'applicazione.

  4. Verificare che i file di origine dell'applicazione siano disponibili. Se si copiano i file di origine dell'applicazione da un disco, inserire il disco nel computer. Se si copiano i file di origine dell'applicazione da un percorso di rete, verificare di poter accedere alla cartella contenente tali file.

  5. Nella pagina Source digitare il percorso della cartella contenente i file di origine dell'applicazione e fare clic su Next. È inoltre possibile fare clic su Browse per individuare la cartella.

  6. Nella pagina Destination fare clic su Next per utilizzare il nome predefinito per l'applicazione nella condivisione per la distribuzione. Il nome predefinito è composto da autore, nome e versione concatenati. Si tratta della scelta consigliata nella maggior parte dei casi.

  7. Nella pagina Command Details digitare il comando che si desidera utilizzare per installare l'applicazione e fare clic su Next. È necessario digitare un comando che consenta di installare l'applicazione automaticamente. È possibile utilizzare il sito Web non Microsoft AppDeploy.com per cercare rapidamente il comando per l'installazione automatica delle applicazioni più comuni. Non modificare il contenuto della casella Working directory, in quanto il valore predefinito è corretto quando si copiano file di origine di un'applicazione nella condivisione per la distribuzione.

  8. Nella pagina Summary illustrata nella figura 4 controllare i dettagli dell'applicazione e fare clic su Next.

    Figura 4.  Procedura guidata New Application Wizard

  9. Nella pagina Confirmation fare clic su Finish per chiudere la procedura guidata New Application Wizard.

noteNota
Dopo avere aggiunto Microsoft Office System 2007 alla condivisione per la distribuzione, è possibile personalizzarne l'installazione. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Office 2007 nella condivisione per la distribuzione e scegliere Properties. Nella scheda Office Products personalizzare l'installazione rilasciata di Office 2007 come desiderato digitando un codice "Product Key", scegliendo un livello di visualizzazione, accettando il contratto di licenza e così via. Al termine, fare clic su OK.

Per aggiungere Windows 7 alla condivisione per la distribuzione

  1. Nell'albero della console fare clic con il pulsante destro del mouse su Operating Systems e scegliere Import Operating System per avviare la procedura guidata Import Operating System Wizard. Operating Systems si trova in Deployment Shares al di sotto della condivisione per la distribuzione creata in precedenza.

  2. Nella pagina OS Type fare clic su Next per copiare tutti i file di origine di Windows 7 nella condivisione per la distribuzione.

  3. Verificare che i file di origine di Windows 7 siano disponibili. Se si copiano i file di origine da un disco, inserire il disco nel computer. Se si copiano i file di origine da un percorso di rete, verificare di poter accedere alla cartella contenente tali file.

  4. Nella pagina Source digitare il percorso della cartella contenente i file di origine di Windows 7 e fare clic su Next. In alternativa, fare clic su Browse per individuare i file di origine di Windows 7.

  5. Nella pagina Destination fare clic su Next per utilizzare il nome predefinito per la condivisione per la distribuzione. Il nome predefinito è appropriato se si copia un solo set di file di origine di Windows 7 nella condivisione per la distribuzione. Se si copiano più edizioni di Windows 7 (per attivazione singola o per contratti multilicenza) nella condivisione per la distribuzione, modificare il nome per differenziare ciascuna edizione.

  6. Nella pagina Summary illustrata nella figura 5 verificare i dettagli del sistema operativo e quindi fare clic su Next.

    Figura 5. Procedura guidata Import Operating System Wizard

  7. Nella pagina Confirmation fare clic su Finish per chiudere la procedura guidata Import Operating System Wizard.

Per aggiungere driver di dispositivo alla condivisione per la distribuzione

  1. Nell'albero della console fare clic con il pulsante destro del mouse su Out-of-Box Drivers e scegliere Import Drivers per avviare la procedura guidata Import Driver Wizard. Out-of-Box Drivers si trova in Deployment Shares al di sotto della condivisione per la distribuzione creata in precedenza.

  2. Verificare che i file di origine del driver di dispositivo siano disponibili. Se si copiano i file da un disco, inserire il disco nel computer. Se si copiano i file di origine da un percorso di rete, verificare di poter accedere alla cartella contenente tali file. È possibile specificare una cartella contenente più driver di dispositivo organizzati in sottocartelle, in quanto la procedura guidata importa tutti i driver di dispositivo presenti nella cartella e nelle relative sottocartelle.

  3. Nella pagina Specify Directory digitare il percorso della cartella contenente i file di origine dei driver di dispositivo e fare clic su Next. È inoltre possibile fare clic su Browse per individuare la cartella.

  4. Nella pagina Summary controllare i dettagli dei driver e fare clic su Next.

  5. Nella pagina Confirmation fare clic su Finish per chiudere la procedura guidata Import Driver Wizard.

Per aggiungere aggiornamenti alla condivisione per la distribuzione

  1. Nell'albero della console fare clic con il pulsante destro del mouse su Packages e scegliere Import OS Packages per avviare la procedura guidata Import Package Wizard. Packages si trova in Deployment Shares al di sotto della condivisione per la distribuzione creata in precedenza.

  2. Verificare che i file di origine dell'aggiornamento siano disponibili. Se si copiano i file da un disco, inserire il disco nel computer. Se si copiano i file di origine da un percorso di rete, verificare di poter accedere alla cartella contenente tali file. È possibile specificare una cartella contenente più aggiornamenti organizzati in sottocartelle. La procedura guidata Import Package Wizard importa tutti gli aggiornamenti presenti nella cartella e nelle relative sottocartelle.

  3. Nella pagina Specify Directory digitare il percorso della cartella contenente i file di origine degli aggiornamenti e fare clic su Next. È inoltre possibile fare clic su Browse per individuare la cartella.

  4. Nella pagina Summary controllare i dettagli degli aggiornamenti e fare clic su Next.

  5. Nella pagina Confirmation fare clic su Finish per chiudere la procedura guidata Import Package Wizard.

Creare una sequenza di attività per installare Windows 7

A questo punto è stata creata una condivisione per la distribuzione in cui sono stati inseriti i file di origine di applicazioni, del sistema operativo, di driver di dispositivo e di aggiornamenti. Il passaggio successivo consiste nella creazione di una sequenza di attività per installare Windows 7 nei computer. Una sequenza di attività è simile a un file batch o a uno script in cui sono specificati una serie di passaggi necessari per preparare un computer per l'installazione, per installare Windows 7 e per configurare il computer in seguito all'installazione. Le sequenze di attività hanno naturalmente molte altre funzionalità avanzate rispetto a quelle presentate in questo documento, ma è consigliabile approfondirle dopo aver acquisito maggiore confidenza con MDT 2010. Per il momento, verrà creata una sequenza di attività di base a partire da un modello che non verrà personalizzata. Una decisione critica da prendere quando si crea una sequenza di attività è come attivare Windows. Se l'azienda utilizza supporti per contratti multilicenza con il servizio di gestione delle chiavi, non verrà specificato un codice "Product Key" quando si crea una sequenza di attività. Se l'azienda utilizza supporti per contratti multilicenza con codici ad attivazione multipla, verrà specificato un codice "Product Key" quando si crea una sequenza di attività. Infine, se l'azienda utilizza supporti per attivazione singola, verrà specificato un codice "Product Key" durante l'installazione di Windows 7 su ciascun computer, e ciascun computer dovrà utilizzare un codice univoco. Se non si conosce lo scenario della propria azienda, contattare il responsabile aziendale dell'acquisto delle licenze di Windows 7 da Microsoft. Per ulteriori informazioni sull'attivazione dei contratti multilicenza, vedere Windows Volume Activation.

Per creare una sequenza di attività per Windows 7

  1. Nell'albero della console fare clic con il pulsante destro del mouse su Task Sequences e scegliere New Task Sequence per avviare la procedura guidata New Task Sequence Wizard. Task Sequences si trova in Deployment Shares al di sotto della condivisione per la distribuzione creata in precedenza.

  2. Nella pagina General Settings illustrata nella figura 6 digitare un ID e un nome univoci per la sequenza di attività e quindi fare clic su Next. L'ID deve essere breve e terminare con un numero di indice. In MDT 2010 tale ID viene utilizzato per identificare la sequenza di attività. Il nome deve essere descrittivo, in modo da indicare che cosa viene installato con la sequenza di attività. Ad esempio, un ID adatto per una sequenza di attività che installa Windows 7 è semplicemente WIN7-01, mentre un nome adatto per la stessa sequenza di attività è Windows 7 Professional. Facoltativamente, digitare una descrizione nella casella Task sequence comments per fornire ulteriori dettagli sulla sequenza di attività e sulla sua funzione.

    Figura 6. Pagina General Settings della procedura guidata New Task Sequence Wizard

  3. Nella pagina Select Template fare clic su Next per utilizzare il modello di sequenza di attività client standard. Si tratta di un modello predefinito già configurato per installare correttamente Windows 7.

  4. Nella pagina Select OS fare clic sull'edizione del sistema operativo che si desidera installare tramite la sequenza di attività e fare clic su Next. Il supporto di Windows 7 contiene in genere varie edizioni in ogni file di immagine. Scegliere l'edizione acquistata e corrispondente al codice "Product Key" di cui si dispone. Nella maggior parte dei casi, si sceglierà Windows 7 Professional o Windows 7 Enterprise.

  5. Nella pagina Specify Product Key illustrata nella figura 7 eseguire una delle operazioni seguenti e quindi fare clic su Next:

    • Se l'azienda utilizza il servizio di gestione delle chiavi, fare clic su Do not specify a product key at this time.

    • Se l'azienda utilizza supporti per contratti multilicenza con codici ad attivazione multipla, fare clic su Specify a multiple activation key (MAK key) for activating this operating system e digitare un codice "Product Key" nella casella MAK Product Key.

    • Se l'azienda intende distribuire supporti per attivazione singola e se durante la creazione della condivisione di distribuzione si è scelto di consentire agli utenti di specificare un codice "Product Key" durante l'installazione, fare clic su Do not specify a product key at this time.

    Figura 7.  Pagina Specify Product Key della procedura guidata New Task Sequence Wizard

  6. Nella pagina OS Settings digitare il nome dell'organizzazione e l'URL della home page di Windows Internet Explorer® che si desidera configurare per ogni utente e quindi fare clic su Next. Non è necessario modificare la casella Full Name, in quanto questo valore verrà specificato durante l'installazione in ogni computer.

  7. Nella pagina Admin Password eseguire una delle operazioni seguenti e fare clic su Next:

    • Se durante la creazione della condivisione di distribuzione si è scelto di consentire agli utenti di modificare la password dell'amministratore locale, fare clic su Do not specify an Administrator password at this time.

    • Se durante la creazione della condivisione di distribuzione si è scelto di non consentire agli utenti di modificare la password dell'amministratore locale, fare clic su Use the specific local Administrator password. Digitare quindi la password dell'amministratore locale nella casella Administrator Password e confermarla nella casella Please confirm Administrator Password.

  8. Nella pagina Summary illustrata nella figura 8 verificare i dettagli della sequenza di attività e quindi fare clic su Next.

    Figura 8.  Procedura guidata New Task Sequence Wizard

  9. Nella pagina Confirmation fare clic su Finish per chiudere la procedura guidata New Task Sequence Wizard.

Creare un supporto di avvio

A questo punto è quasi possibile avviare l'installazione di Windows 7 dalla condivisione per la distribuzione. È solo necessaria una soluzione per avviare i computer che non dispongono di un sistema operativo o su cui si esegue un'installazione pulita di Windows 7.

Per avviare tali computer, utilizzare Deployment Workbench per creare le immagini d'avvio. Tali immagini d'avvio si basano su Ambiente preinstallazione di Windows (Windows PE). Con Deployment Workbench le immagini verranno personalizzate per connettere automaticamente la condivisione per la distribuzione e avviare la procedura guidata Windows Deployment Wizard. Tali immagini d'avvio verranno masterizzate in un CD e facoltativamente copiate dal CD in un'unità flash USB di avvio. L'avvio dei computer con un'unità flash USB di avvio risulta molto più rapido dell'avvio tramite CD.

Le immagini d'avvio create tramite Deployment Workbench si trovano nella cartella Boot della condivisione per la distribuzione. Il file LiteTouchPE_x86.iso è per i computer a 32 bit, mentre il file LiteTouchPE_x64.iso è per i computer a 64 bit. In Windows 7 e Windows Server 2008 R2 è possibile masterizzare tali immagini su CD senza l'utilizzo di prodotti software di terze parti. Nelle versioni precedenti di Windows è necessario utilizzare un prodotto software di terze parti per la masterizzazione dei CD.

Per creare le immagini d'avvio per la condivisione per la distribuzione

  1. Nell'albero della console fare clic con il pulsante destro del mouse sulla condivisione per la distribuzione creata in precedenza e scegliere Update Deployment Share per avviare la procedura guidata Update Deployment Share Wizard.

  2. Nella pagina Options fare clic su Next.

  3. Nella pagina Summary rivedere i dettagli e fare clic su Next per creare la condivisione per la distribuzione e le immagini d'avvio. Questo processo può richiedere da alcuni minuti a un'ora, a seconda delle prestazioni del computer.

  4. Nella pagina Confirmation fare clic su Finish per chiudere la procedura guidata Update Deployment Point Wizard.

Per masterizzare le immagini d'avvio in un CD in Windows 7 o Windows Server 2008 R2

  1. In Esplora risorse aprire la cartella Boot nella condivisione per la distribuzione. Questa cartella contiene le immagini di avvio LiteTouchPE_x86.iso e LiteTouchPE_x64.iso. Se la condivisione per la distribuzione è stata creata nel percorso predefinito, aprire C:\DeploymentShare\Boot in Esplora risorse.

  2. Eseguire una delle operazioni seguenti o entrambe:

    • Per masterizzare un CD per avviare computer a 32 bit, fare clic con il pulsante destro del mouse su LiteTouchPE_x86.iso, scegliere Apri con e quindi fare clic su Masterizzatore immagini disco di Windows. Seguire le istruzioni per masterizzare il file ISO in un CD.

    • Per masterizzare un CD per avviare computer a 64 bit, fare clic con il pulsante destro del mouse su LiteTouchPE_x64.iso, scegliere Apri con e quindi fare clic su Masterizzatore immagini disco di Windows. Seguire le istruzioni per masterizzare il file ISO in un CD.

Per creare un'unità flash USB di avvio contenente l'immagine d'avvio

  1. Inserire il CD di avvio creato in precedenza nel computer.

  2. Inserire un'unità flash USB nel computer. L'unità flash USB deve essere di almeno 200 megabyte (MB).

    WarningAvviso
    Verificare che l'unità flash USB non contenga dati che si desidera conservare. Seguendo queste istruzioni, il contenuto esistente dell'unità flash USB verrà cancellato.

  3. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi e quindi fare clic su Microsoft Windows AIK.

  4. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Prompt dei comandi strumenti di distribuzione e quindi scegliere Esegui come amministratore.

  5. Fare clic su per aprire il prompt dei comandi degli strumenti di distribuzione con autorizzazioni elevate.

  6. Nella finestra del prompt dei comandi degli strumenti di distribuzione digitare diskpart e quindi premere INVIO.

  7. Eseguire le attività seguenti per preparare l'unità flash USB per l'avvio dei computer:

    • Digitare list disk e quindi premere INVIO.

    • Nell'elenco di unità identificare in numero dell'unità flash USB. È importante identificare l'unità corretta, in quanto verrà formattata. Verificare che la dimensione dello spazio libero corrisponda a quanto previsto per l'unità flash USB.

    • Digitare select disk numero, dove numero rappresenta il numero dell'unità flash USB e quindi premere INVIO.

    • Digitare clean e quindi premere INVIO.

    • Digitare create partition primary e quindi premere INVIO.

    • Digitare select partition 1 e quindi premere INVIO.

    • Digitare format fs=fat32 quick e quindi premere INVIO.

    • Digitare active e quindi premere INVIO.

    • Digitare exit e quindi premere INVIO.

  8. Nella finestra del prompt dei comandi degli strumenti di distribuzione digitare xcopy /s D:\ *.* E:\, dove D è la lettera di unità del CD di avvio ed E è la lettera dell'unità flash USB. In alternativa, è possibile copiare tutti i file del CD di avvio nell'unità flash USB tramite Esplora risorse.

Installare Windows 7

A questo punto è possibile avviare l'installazione di Windows 7 nei computer. È stata creata e riempita una condivisione per la distribuzione. Sono state create una sequenza di attività che descrive i passaggi necessari per installare e configurare Windows 7 e quindi immagini d'avvio in grado di avviare i nuovi computer e iniziare automaticamente l'installazione.

In questa guida vengono descritti due metodi per installare Windows 7 dalla condivisione per la distribuzione. Nella presente sezione sono disponibili le istruzioni per entrambi gli scenari:

  • Computer nuovo. Per utilizzare questo scenario, seguire le istruzioni descritte in “Per installare Windows 7 in un computer tramite lo scenario Computer nuovo” nella presente sezione. In questo scenario verrà eseguita un'installazione pulita di Windows 7 avviando il computer con il supporto di avvio ed eseguendo la procedura guidata Windows Deployment Wizard. Questa procedura rimuove completamente il contenuto esistente del computer. Non mantiene le applicazioni o i dati e le impostazioni degli utenti. Utilizzare questo scenario se si installa Windows 7 in un computer senza un sistema operativo, in un computer con un sistema operativo che non si avvia o in un computer nel quale non si desidera mantenere i dati e le impostazioni dell'utente.

  • Computer aggiornato. Per utilizzare questo scenario, seguire le istruzioni descritte in “Per installare Windows 7 in un computer tramite lo scenario Computer aggiornato” nella presente sezione. In questo scenario si esegue un'installazione pulita di Windows 7 come nello scenario precedente. Tuttavia, anziché avviare il computer tramite il supporto di avvio, verrà utilizzata la versione corrente di Windows e quindi verrà avviata la procedura guidata Windows Deployment Wizard dalla condivisione per la distribuzione. Questa procedura elimina le applicazioni ma mantiene i dati e le impostazioni degli utenti. Utilizzare questo scenario se si desidera conservare i dati e le impostazioni esistenti degli utenti e se si installa Windows 7 in computer con Windows XP con SP2 o Service Pack 3 (SP3) o Windows Vista.

Per installare Windows 7 in un computer tramite lo scenario Computer nuovo

  1. Inserire il CD di avvio o l'unità flash USB di avvio nel computer.

  2. Accendere il computer ed eseguire una delle operazioni seguenti:

    • Se si utilizza un CD di avvio, premere un tasto quando richiesto per avviare l'installazione da CD o DVD. Se il messaggio di richiesta non viene visualizzato e il CD di avvio è stato inserito nel computer, è necessario abilitare il BIOS (Basic Input/Output System) per l'avvio da CD. Per ulteriori informazioni, vedere la documentazione del computer.

    • Se si utilizza un'unità flash USB di avvio, aprire il dispositivo di avvio quando richiesto (nella maggior parte dei casi, premendo F12 durante la schermata iniziale del BIOS è possibile aprire l'elenco dei dispositivi di avvio del computer). Nell'elenco dei dispositivi di avvio selezionare l'unità flash USB di avvio inserita al passaggio 1 per avviare il computer tramite il supporto di avvio creato in precedenza. Se non viene richiesto di visualizzare l'elenco dei dispositivi di avvio, è necessario abilitare il menu di avvio nel BIOS del computer. Per ulteriori informazioni, vedere la documentazione del computer.

  3. Fare clic su Run the Deployment Wizard to install a new Operating System.

  4. Nella finestra di dialogo Credenziali utente digitare il nome utente, la password e il dominio da utilizzare per connettersi alla condivisione per la distribuzione e quindi fare clic su OK.

    TipSuggerimento
    Se non risulta possibile connettersi alla condivisione per la distribuzione, verificare che il computer sia in grado di contattare la condivisione. A tal scopo, fare clic su Annulla per tornare alla finestra del prompt dei comandi. Digitare quindi ping nome_computer, dove nome_computer rappresenta il nome del computer in cui si trova la condivisione per la distribuzione. Se il comando ping restituisce “Impossibile trovare l'host nome_computer”, un problema di rete impedisce la connessione della procedura guidata Windows Deployment Wizard al computer in cui si trova la condivisione di distribuzione. Per ulteriori suggerimenti sulla risoluzione dei problemi, vedere la documentazione di MDT 2010.

  5. Nella pagina Select a task sequence illustrata nella figura 9 fare clic sulla sequenza di attività creata in precedenza e fare clic su Next.

    Figura 9. Selezionare una sequenza di attività da eseguire sul computer

  6. Se durante la creazione della condivisione di distribuzione si è scelto di consentire agli utenti di specificare un codice "Product Key" durante l'installazione, eseguire una delle operazioni seguenti e quindi fare clic su Next:

    • Se l'azienda utilizza contratti multilicenza con il servizio di gestione delle chiavi, fare clic su No product key is required.

    • Se l'azienda utilizza supporti per contratti multilicenza con codici ad attivazione multipla, fare clic su Activate the machine with a multiple activation key (MAK) e digitare il codice "Product Key" nella casella del codice ad attivazione multipla.

    • Se l'azienda intende distribuire supporti per attivazione singola, fare clic su Use a specific product key e digitare il codice "Product Key" nella casella Product key.

  7. Nella pagina Configure the computer name digitare il nome del computer e fare clic su Next. Sebbene sia possibile utilizzare il nome computer suggerito, è un'operazione sconsigliabile in quanto il nome suggerito non consente di identificare il computer in rete. Se l'azienda applica uno standard di denominazione dei computer, denominare il computer in base a tale standard. Uno schema di denominazione semplice da utilizzare è NC-PC-NN, dove N è l'iniziale del nome dell'utente, C è l'iniziale del cognome dell'utente, NN è un numero in sequenza a partire da 01.

  8. Nella pagina Join the computer to a domain or workgroup illustrata nella figura 10 eseguire una delle operazioni seguenti e fare clic su Next:

    • Se l'organizzazione dispone di un dominio, fare clic su Join a domain. Digitare quindi il nome del domino nella casella Domain. Fornire inoltre le credenziali necessarie per aggiungere il computer al dominio nelle caselle User Name, Password e Domain.

    • Se l'organizzazione non dispone di un dominio, fare clic su Join a workgroup. Digitare inoltre il nome del gruppo di lavoro a cui aggiungere il computer nella casella Workgroup.

      Figura 10. Aggiungere il computer a un dominio o a un gruppo di lavoro

  9. Nella pagina Specify whether to restore user data fare clic su Next. Poiché si tratta di un'installazione pulita, i dati o le impostazioni degli utenti non vengono ripristinati.

  10. Nella pagina Locale Selection selezionare il proprio paese nell'elenco What is your Locale e il layout della tastiera nell'elenco Keyboard. Quindi fare clic su Next.

  11. Nella pagina Set the Time Zone selezionare il fuso orario e fare clic su Next.

  12. Nella pagina Select one or more applications to install selezionare la casella di controllo accanto a ogni applicazione che si desidera installare nel computer e fare clic su Next. Le applicazioni presenti nell'elenco sono quelle aggiunte in precedenza alla condivisione per la distribuzione.

  13. Se durante la creazione della condivisione per la distribuzione si è consentito agli utenti di modificare la password dell'amministratore locale durante l'installazione, digitare la password dell'amministratore locale nella casella Administrator Password, confermarla nella casella Please confirm Administrator Password e quindi fare clic su Next.

  14. Nella pagina Ready to begin fare clic su Begin to start installing Windows 7. Facoltativamente, fare clic su Details per controllare i dettagli dell'installazione come illustrato nella figura 11.

    Figura 11. Pagina Ready to begin

Per installare Windows 7 in un computer tramite lo scenario Computer aggiornato

  1. Avviare il computer e accedere alla versione precedente di Windows.

  2. Eseguire LiteTouch.vbs dalla cartella Scripts della condivisione per la distribuzione. Nella figura 12 viene illustrata la posizione di questo script in Esplora risorse. In questo esempio, il computer \\win-uy45xud9ldq ospita la condivisione per la distribuzione denominata DeploymentShare$. Lo script LiteTouch.vbs si trova nella sottocartella Scripts.

    noteNota
    Il simbolo di dollaro ($) alla fine del nome della condivisione consente di nascondere la condivisione in modo che non sia visibile in Esplora risorse. È pertanto necessario digitare il percorso completo della condivisione nella barra degli indirizzi di Esplora risorse per aprirla. In alternativa, è possibile fare clic su Start, digitare \\computer\DeploymentShare$ e premere INVIO per aprire la condivisione in Esplora risorse.

    Figura 12. Posizione di LiteTouch.vbs nella condivisione per la distribuzione

  3. Nella pagina Select a task sequence fare clic sulla sequenza di attività creata in precedenza e fare clic su Next.

  4. Se durante la creazione della condivisione per la distribuzione si è scelto di consentire agli utenti di specificare un codice "Product Key" durante l'installazione, eseguire una delle operazioni seguenti e quindi fare clic su Next:

    • Se l'azienda utilizza contratti multilicenza con il servizio di gestione delle chiavi, fare clic su No product key is required.

    • Se l'azienda utilizza supporti per contratti multilicenza con codici ad attivazione multipla, fare clic su Activate the machine with a multiple activation key (MAK) e digitare il codice "Product Key" nella casella MAK activation key.

    • Se l'azienda intende distribuire supporti per attivazione singola, fare clic su Use a specific product key e digitare il codice "Product Key" nella casella Product key.

  5. Nella pagina Choose a migration type illustrata nella figura 13 fare clic su Next per aggiornare il computer. In questa guida non si consiglia di optare per la seconda soluzione, che aggiorna la versione di Windows precedente con Windows 7 mantenendo le applicazioni e le impostazioni esistenti.

    Figura 13. Scegliere un tipo di migrazione

  6. Nella pagina Configure the computer name digitare facoltativamente un nome computer nella casella Computer name e fare clic su Next. Se non si digita un nome computer, nella procedura guidata Windows Deployment Wizard viene riutilizzato il nome corrente del computer.

  7. Nella pagina Join the computer to a domain or workgroup eseguire una delle operazioni seguenti e fare clic su Next:

    • Se l'organizzazione dispone di un dominio, fare clic su Join a domain. Digitare quindi il nome del domino nella casella Domain. Fornire inoltre le credenziali necessarie per aggiungere il computer al dominio nelle caselle User Name, Password e Domain.

    • Se l'organizzazione non dispone di un dominio, fare clic su Join a workgroup. Digitare il nome del gruppo di lavoro a cui aggiungere il computer nella casella Workgroup.

  8. Nella pagina Specify where to save your data and settings illustrata nella figura 14 fare clic su Automatically determine the location e quindi su Next.

    Figura 14. Specificare il percorso in cui salvare i dati e le impostazioni

  9. Nella pagina Specify where to save a complete computer backup eseguire una delle operazioni seguenti e quindi fare clic su Next:

    • Per eseguire il backup del computer e fare in modo che il percorso venga scelto automaticamente nella procedura guidata Windows Deployment Wizard, fare clic su Automatically determine the location.

    • Per eseguire il backup del computer in una posizione specifica, fare clic su Specify a location e digitare il percorso nella casella Location.

    • Per fare in modo che la procedura guidata Windows Deployment Wizard non esegua il backup del computer, fare clic su Do not back up the existing computer.

  10. Nella pagina Locale Selection selezionare il proprio paese nell'elenco What is your Locale e il layout della tastiera nell'elenco Keyboard. Quindi fare clic su Next.

  11. Nella pagina Set the Time Zone selezionare il fuso orario e fare clic su Next.

  12. Nella pagina Select one or more applications to install selezionare la casella di controllo accanto a ogni applicazione che si desidera installare nel computer e fare clic su Next. Le applicazioni presenti nell'elenco sono quelle aggiunte in precedenza alla condivisione per la distribuzione.

  13. Se durante la creazione della condivisione per la distribuzione si è consentito agli utenti di modificare la password dell'amministratore locale durante l'installazione, digitare la password dell'amministratore locale nella casella Administrator Password, confermarla nella casella Please confirm Administrator Password e quindi fare clic su Next.

  14. Nella pagina Specify credentials for connecting to network shares digitare il nome utente, la password e il dominio da utilizzare per connettersi alla condivisione per la distribuzione e quindi fare clic su OK.

  15. Nella pagina Ready to begin fare clic su Begin per avviare l'installazione di Windows 7. Facoltativamente, fare clic su Details per controllare i dettagli dell'installazione come illustrato nella figura 15.

    Figura 15. Pagina Ready to begin

Al termine di questi passaggi della procedura guidata Windows Deployment Wizard, Windows 7 verrà installato nel computer di destinazione. Al termine dell'installazione di Windows 7, nella procedura guidata Windows Deployment Wizard verrà visualizzato un riepilogo dell'installazione indicante eventuali messaggi di errore o avvisi. Se l'installazione viene completata con messaggi di errore, vedere la guida di riferimento sulla risoluzione dei problemi relativi a Microsoft Deployment Toolkit, disponibile nella documentazione di MDT 2010.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2014 Microsoft