Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Guida dettagliata di Windows Server Backup per Windows Server 2008 R2

Aggiornamento: novembre 2009

Si applica a: Windows Server 2008 R2

Windows Server Backup è una funzionalità disponibile nei sistemi operativi Windows Server 2008 e Windows Server 2008 R2 che fornisce un set di procedure guidate e altri strumenti che possono essere utilizzati per eseguire operazioni di backup e ripristino sul server.

Informazioni sulla guida

In questo documento vengono fornite istruzioni per l'esecuzione di alcuni nuovi scenari in cui vengono utilizzate funzionalità aggiunte a Windows Server Backup in Windows Server 2008 R2. Per ulteriori informazioni su Windows Server Backup e altri strumenti di backup e ripristino in Windows Server 2008, vedere la pagina Libreria TechNet di Windows Server 2008 all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=134698.

Per completare le istruzioni contenute in questa guida sono necessarie alcune ore. Dopo l'esecuzione dei passaggi descritti nella presente guida si sarà in grado di:

  • Eseguire una copia di backup di file e cartelle selezionati del server.

  • Creare una copia di backup dello stato del sistema del server.

  • Eseguire un ripristino dello stato del sistema del server.

  • Configurare un backup pianificato dello stato del sistema e di altri file selezionati del server e archiviarlo su un volume locale.

  • Configurare un backup pianificato dello stato del sistema e di altri file selezionati del server e archiviarlo in una cartella condivisa remota.

  • Eseguire un backup escludendo alcuni file del server in base al percorso o al tipo di file.

  • Utilizzare Windows PowerShell per eseguire un backup su richiesta.

  • Utilizzare Windows PowerShell per configurare un backup pianificato del server.

  • Utilizzare Windows PowerShell per modificare la configurazione esistente di un backup pianificato.

Questa guida non contiene:

  • Un elenco completo delle funzionalità aggiunte in Windows Server 2008 R2. Per ulteriori informazioni sulle nuove funzionalità, vedere la pagina Novità di Windows Server Backup all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=178236.

  • Istruzioni per scenari disponibili nella versione di Windows Server 2008 del prodotto. Per informazioni su Windows Server Backup in Windows Server 2008, vedere la Guida nel prodotto (in Esegui digitare: HH backup.chm) oppure vedere la versione Web della Guida nella pagina: Windows Server Backup all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=157478.

Requisiti per l'utilizzo di Windows Server Backup

Per completare i passaggi in questa guida, è necessario disporre di un computer che esegue un'installazione completa di qualsiasi edizione di Windows Server 2008 R2, non un'installazione dei componenti di base del server. Windows Server Backup è disponibile in tutte le edizioni di Windows Server 2008 e Windows Server 2008 R2. Lo snap-in Windows Server Backup non è tuttavia disponibile per l'opzione di installazione dei componenti di base del server di questi sistemi operativi. Per eseguire il backup per i computer con un'installazione dei componenti di base del server, è necessario utilizzare la riga di comando o gestire le operazioni di backup da un computer remoto che esegue un'installazione completa di Windows Server 2008 R2.

Per installare Windows Server Backup, accedere al computer con l'account Administrator locale o con un altro account con privilegi di amministratore.

Per eseguire operazioni di backup o ripristino tramite Windows Server Backup, è necessario essere un membro del gruppo Administrators o Backup Operators.

Per informazioni su requisiti e considerazioni aggiuntivi, vedere la pagina Novità di Windows Server Backup all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=178236.

Installazione e accesso a Windows Server Backup in Windows Server 2008 R2

In questa sezione sono contenute le istruzioni seguenti:

Per accedere a tutti gli strumenti di backup e ripristino, è necessario installare Funzionalità di Windows Server Backup ed entrambi gli elementi subordinati, ovvero Windows Server Backup e Strumenti da riga di comando, disponibili nell'Aggiunta guidata funzionalità in Server Manager. Vengono installati gli strumenti seguenti:

  • Snap-in Windows Server Backup di Microsoft Management Console (MMC), installato selezionando Windows Server Backup

  • Strumento da riga di comando Wbadmin, installato selezionando Windows Server Backup

  • Cmdlet di Windows PowerShell per Windows Server Backup, installati selezionando Stumenti da riga di comando

Per installare e aprire strumenti di backup e ripristino

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione e quindi fare clic su Server Manager. Nel riquadro sinistro fare clic su Funzionalità e quindi nel riquadro destro fare clic su Aggiungi funzionalità. Verrà visualizzata l'Aggiunta guidata funzionalità.

  2. Nella pagina Selezione funzionalità dell'Aggiunta guidata funzionalità espandere Funzionalità di Windows Server Backup, quindi selezionare le caselle di controllo per Windows Server Backup e Strumenti da riga di comando.

    noteNota
    Se si desidera installare solo lo snap-in e lo strumento da riga di comando Wbadmin, espandere Funzionalità di Windows Server Backup, quindi selezionare solo la casella di controllo Windows Server Backup, assicurandosi che la casella di controllo Strumenti da riga di comando sia deselezionata.

  3. Nella pagina Conferma selezioni per l'installazione rivedere le scelte effettuate e quindi fare clic su Installa. Se durante l'installazione si verifica un errore, questo viene annotato nella pagina Risultati installazione.

Dopo avere completato l'installazione, è possibile accedere agli strumenti di Windows Server Backup nel modo seguente:

  • Per accedere allo snap-in Windows Server Backup, fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione, quindi fare clic su Windows Server Backup.

  • Per visualizzare un elenco di sottocomandi disponibili e la sintassi per Wbadmin, fare clic sul pulsante Start, fare clic con il pulsante destro del mouse su Prompt dei comandi, quindi scegliere Esegui come amministratore. Al prompt digitare: wbadmin /?.

  • Per accedere ai cmdlet ogni volta che si apre un'istanza di Windows PowerShell, è necessario aggiungere lo snap-in dei cmdlet di Windows Server Backup a tale istanza, come descritto nelle procedure seguenti. In alternativa è possibile avviare Windows PowerShell in modo che tutti i moduli e gli snap-in di Windows PowerShell vengano caricati automaticamente. A questo scopo fare clic con il pulsante destro del mouse sull'icona di Windows PowerShell sulla barra delle applicazioni e quindi scegliere Importa tutti i moduli. Per impostazione predefinita, in Windows Server 2008 R2 l'icona di Windows PowerShell è bloccata sulla barra delle applicazioni. È tuttavia necessario avviare Windows PowerShell una volta per visualizzare l'attività Importa tutti i moduli.

Per aprire una finestra di Windows PowerShell con privilegi elevati

  • Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori, quindi Windows PowerShell. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Windows PowerShell V2 e scegliere Esegui come amministratore. Verrà visualizzata la finestra di dialogo di Windows PowerShell con privilegi elevati.

Per aggiungere lo snap-in dei cmdlet di Windows Server Backup a Windows PowerShell

  1. Per aggiungere lo snap-in, al prompt di Windows PowerShell digitare:

    add-pssnapin windows.serverbackup

  2. Per verificare che lo snap-in è stato aggiunto, al prompt di Windows PowerShell digitare:

    get-pssnapin

    Cercare quindi windows.serverbackup nell'output.

Per visualizzare un elenco di cmdlet di Windows Server Backup

  • Al prompt di Windows PowerShell digitare:

    get-command -module windows.serverbackup

Per visualizzare la Guida per i cmdlet di Windows Server Backup

  • Al prompt di Windows PowerShell digitare quando segue:

    • Per visualizzare la Guida di base digitare: Get-Help<nome_cmdlet>

    • Per visualizzare la Guida dettagliata digitare: Get-Help<nome_cmdlet>-detailed

    • Per visualizzare esempi per un cmdlet digitare: Get-Help<nome_cmdlet>-examples

    • Per visualizzare tutta la Guida per un cmdlet digitare: Get-Help<nome_cmdlet>-full

Modifiche nella protezione dei percorsi di archiviazione dei backup e del sistema

In Windows Server 2008 R2 è possibile utilizzare l'interfaccia utente di Windows Server Backup (snap-in di MMC), il comando Wbadmin o i cmdlet di Windows PowerShell per fare in modo che in Windows Server Backup vengano eseguite operazioni quali backup di file e cartelle selezionati o backup solo dello stato del sistema, esclusione di file da un backup in base al tipo o al percorso, creazione di un backup per il ripristino bare metal o salvataggio di backup pianificati in cartelle condivise remote. Per eseguire operazioni di ripristino, è possibile utilizzare l'interfaccia utente di Windows Server Backup o il comando Wbadmin. Non è possibile utilizzare i cmdlet di Windows PowerShell per eseguire operazioni di ripristino in Windows Server Backup.

In questa sezione sono contenute le procedure di esempio seguenti:

In Windows Server 2008 R2 è disponibile una nuova funzionalità che consente di utilizzare l'interfaccia utente di Windows Server Backup (Pianificazione guidata backup o Creazione guidata backup unico), lo strumento da riga di comando Wbadmin o i cmdlet di Windows PowerShell per fare in modo che in Windows Server Backup venga eseguito il backup di determinati file e cartelle se non si desidera eseguire il backup di interi volumi. È quindi possibile archiviare la copia di backup su un'unità disco rigido collegata, un volume, DVD o altri supporti ottici o rimovibili o in una cartella condivisa remota. Nella procedura di esempio seguente viene utilizzata la Creazione guidata backup unico e un volume per l'archiviazione del backup.

Per creare un backup unico di file e cartelle selezionati

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione e quindi fare clic su Windows Server Backup.

  2. Nel riquadro Azioni della pagina predefinita dello snap-in, in Windows Server Backup fare clic Backup unico. Verrà visualizzata la Creazione guidata backup unico.

  3. Nella pagina Opzioni di backup fare clic su Opzioni diverse e quindi su Avanti.

  4. Nella pagina Selezione configurazione di backup fare clic su Personalizzata e quindi su Avanti.

  5. Nella pagina Selezione elementi per backup fare clic su Aggiungi elementi. In Seleziona elementi selezionare le caselle di controllo per gli elementi di cui si desidera eseguire il backup. Se i volumi selezionati non sono in formato NTFS, verrà visualizzato un messaggio. Per eseguire il backup solo di determinati file o cartelle, espandere l'albero delle cartelle e selezionare gli elementi che si desidera includere. Fare clic su OK.

  6. Nella pagina Impostazione tipo di destinazione fare clic su Unità Locali, quindi su Avanti.

  7. Nella pagina Seleziona destinazione di backup selezionare dall'elenco a discesa il volume che si desidera utilizzare per archiviare la copia di backup. È necessario verificare che lo spazio disponibile sul volume sia sufficiente.

  8. Nella pagina Conferma controllare i dettagli e quindi fare clic su Backup. Tramite la procedura guidata viene preparato il set di backup e viene controllato il volume.

  9. Nella pagina Stato backup è possibile visualizzare lo stato del backup.

In Windows Server 2008 R2 è disponibile una nuova funzionalità che consente di utilizzare l'interfaccia utente di Windows Server Backup (Pianificazione guidata backup o Creazione guidata backup unico), oltre allo strumento da riga di comando Wbadmin o i cmdlet di Windows PowerShell per fare in modo che in Windows Server Backup venga creato un backup. In seguito sarà possibile utilizzare questo backup con Ambiente ripristino Windows per eseguire un ripristino bare metal. È possibile archiviare le copia di backup per un ripristino bare metal su un'unità disco rigido collegata, un volume, DVD o altri supporti ottici o rimovibili o in una cartella condivisa remota. È consigliabile archiviare i backup per il ripristino bare metal su un tipo di supporto che possa essere spostato altrove. In questa procedura di esempio viene utilizzata la Creazione guidata backup unico e un'unità disco rigido collegata per l'archiviazione.

Per creare un backup unico che possa essere utilizzato per eseguire un ripristino bare metal

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione e quindi fare clic su Windows Server Backup.

  2. Nel riquadro Azioni della pagina predefinita dello snap-in, in Windows Server Backup fare clic Backup unico. Verrà visualizzata la Creazione guidata backup unico.

  3. Nella pagina Opzioni di backup fare clic su Opzioni diverse e quindi su Avanti.

  4. Nella pagina Selezione configurazione di backup fare clic su Personalizzata e quindi su Avanti.

    noteNota
    Se in questo passaggio si fa clic su Server Completo (opzione consigliata) anziché su Personalizzata, gli elementi necessari per un ripristino bare metal vengono inclusi automaticamente nel backup insieme allo stato del sistema e a tutti i volumi.

  5. Nella pagina Selezione elementi per backup fare clic su Aggiungi elementi. In Seleziona elementi selezionare la casella di controllo Ripristino bare metal, fare clic su OK, quindi su Avanti.

  6. Nella pagina Impostazione tipo di destinazione fare clic su Unità Locali, quindi su Avanti.

  7. Nella pagina Seleziona destinazione di backup selezionare dall'elenco a discesa l'unità disco rigido collegata che si desidera utilizzare per archiviare il backup. È necessario verificare che lo spazio disponibile sull'unità disco rigido collegata sia sufficiente.

  8. Nella pagina Conferma controllare i dettagli e quindi fare clic su Backup. Tramite la procedura guidata viene preparato il set di backup e viene controllato il disco.

  9. Nella pagina Stato backup è possibile visualizzare lo stato del backup.

In Windows Server 2008 R2 è disponibile una nuova funzionalità che consente di utilizzare l'interfaccia utente di Windows Server Backup (Pianificazione guidata backup o Creazione guidata backup unico), oltre allo strumento da riga di comando Wbadmin o i cmdlet di Windows PowerShell per fare in modo che in Windows Server Backup venga creato un backup dello stato del sistema del server. È possibile archiviare backup dello stato del sistema su un'unità disco rigido collegata, un volume o in una cartella condivisa remota. Non è possibile archiviare backup dello stato del sistema o backup pianificati su DVD, supporti ottici o altri supporti rimovibili. Se si utilizza un volume anziché dedicare un intero disco rigido per l'archiviazione dei backup, il volume non verrà riformattato prima della scrittura del backup. È tuttavia possibile che l'archiviazione di altri dati sul volume incida negativamente sulle prestazioni del volume stesso. In questa procedura di esempio viene utilizzata la Pianificazione guidata backup e un volume per l'archiviazione.

Per creare una copia di backup dello stato del sistema del server

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione e quindi fare clic su Windows Server Backup.

  2. Nel riquadro Azioni della pagina predefinita dello snap-in, in Windows Server Backup fare clic Pianificazione backup. Verrà visualizzata la Pianificazione guidata backup.

  3. Nella pagina Attività iniziali fare clic su Avanti.

  4. Nella pagina Selezione configurazione di backup fare clic su Personalizzata e quindi su Avanti.

  5. Nella pagina Selezione elementi per backup fare clic su Aggiungi elementi. In Seleziona elementi selezionare la casella di controllo Stato del sistema, fare clic su OK, quindi su Avanti.

    noteNota
    È inoltre possibile includere elementi aggiuntivi in un backup dello stato del sistema selezionando le caselle di controllo per tali elementi.

  6. Nella pagina Impostazione ora backup eseguire una delle operazioni riportate di seguito, quindi fare clic su Avanti:

    • Fare clic su Una volta al giorno, quindi selezionare l'ora dall'elenco a discesa per avviare l'esecuzione del backup giornaliero.

    • Fare clic su Più di una volta al giorno. Selezionare quindi un'ora di avvio in Orari disponibili, fare clic sull'ora in cui si desidera avviare il backup e quindi fare clic su Aggiungi per spostare l'ora in Orari pianificati. Ripetere questo passaggio per ogni ora di avvio che si desidera aggiungere.

  7. Nella pagina Impostazione tipo di destinazione selezionare Backup in un volume.

  8. Selezionare Backup in un volume. Nella pagina Selezione volume di destinazione fare clic su Aggiungi. In Aggiungi volumi fare clic sul volume o sui volumi che si desidera utilizzare e quindi fare clic su OK.

    noteNota
    Non è possibile selezionare più volumi sullo stesso disco per archiviare backup. È possibile aggiungere solo un volume per disco. Il supporto per più volumi è per le situazioni in cui vengono utilizzati più dischi per archiviare backup condivisi tra più server o che contengono altri dati che non si desidera eliminare. Se il primo volume nell'elenco non è più disponibile, i backup pianificati vengono archiviati sul volume successivo nell'elenco.

  9. Nella pagina Conferma controllare i dettagli e quindi fare clic su Fine. Se è stato dedicato un disco per l'archiviazione, questo viene formattato tramite la procedura guidata. A seconda della dimensione del disco l'operazione può richiedere alcuni minuti.

  10. Nella pagina Riepilogo fare clic su Chiudi.

In Windows Server 2008 R2 è disponibile una nuova funzionalità che consente di utilizzare l'interfaccia utente di Windows Server Backup (Ripristino guidato), oltre allo strumento da riga di comando Wbadmin per eseguire il ripristino di uno stato del sistema. Prima di iniziare, è necessario assicurarsi di disporre di un backup di un server che includa lo stato del sistema, ovvero un backup dello stato del sistema, un backup per il ripristino bare metal o un backup del server completo). In questa procedura di esempio viene utilizzato un backup archiviato in una cartella condivisa remota per ripristinare lo stato del sistema nel percorso originale.

Per eseguire un ripristino dello stato del sistema del server

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione e quindi fare clic su Windows Server Backup.

  2. Nel riquadro Azioni della pagina predefinita dello snap-in, in Windows Server Backup fare clic Ripristino. Verrà visualizzato Ripristino guidato.

  3. Nella pagina della Attività iniziali fare clic su Backup archiviato in un altro percorso. Nella pagina Impostazione tipo di percorso fare clic su Cartella condivisa remota.

  4. Nella pagina Impostazione cartella remota digitare il percorso della cartella che contiene il backup. Nella cartella il backup viene archiviato in \\<CartellaCondivisaRemota>\WindowsImageBackup\<NomeComputer>\<NomeBackup>. Fare quindi clic su Avanti.

  5. Nella pagina Selezione data backup selezionare la data dal calendario e l'ora dall'elenco a discesa per il backup dal quale si desidera eseguire il ripristino, quindi fare clic su Avanti.

  6. Nella pagina Selezione tipo di ripristino fare clic su Stato del sistema e quindi su Avanti.

    noteNota
    È possibile che l'opzione Stato del sistema risulti disabilitata se il backup selezionato in Selezione data backup non contiene lo stato del sistema. Per continuare, fare clic su Indietro e quindi selezionare un backup che include lo stato del sistema.

  7. Nella pagina Selezione percorso per il ripristino dello stato del sistema fare clic su Percorso originale e quindi su Avanti.

  8. Nella pagina Conferma controllare i dettagli e quindi fare clic su Ripristino per ripristinare gli elementi elencati.

  9. Nella pagina Stato ripristino è possibile visualizzare lo stato dell'operazione di ripristino e se è stata o meno completata correttamente. Dopo il completamento dell'operazione, è necessario riavviare il computer per sostituire i file che erano in uso.

    CautionAttenzione
    Non è possibile arrestare il ripristino dello stato del sistema dopo che è stato avviato. Se si tenta di arrestarlo, il sistema non potrà essere avviato. Attendere finché non verrà richiesto di riavviare il computer.

In Windows Server 2008 R2 è disponibile una nuova funzionalità che consente di utilizzare l'interfaccia utente di Windows Server Backup (Pianificazione guidata backup o Creazione guidata backup unico), oltre allo strumento da riga di comando Wbadmin o i cmdlet di Windows PowerShell per fare in modo che in Windows Server Backup vengano esclusi dal backup determinati file, percorsi di file o tipi di file. È quindi possibile archiviare la copia di backup su un'unità disco rigido collegata, un volume, DVD o altri supporti ottici o rimovibili o in una cartella condivisa remota. In questa procedura di esempio viene utilizzata la Pianificazione guidata backup e una cartella condivisa remota per l'archiviazione del backup.

ImportantImportante
Non scegliere questa opzione se si desidera archiviare più backup. Se si archivia il backup in una cartella condivisa remota, questo verrà sovrascritto da Windows Server Backup ogni volta che si crea un nuovo backup. Inoltre, se si crea un backup in una cartella condivisa remota che già contiene un backup, è possibile che se il processo di backup non riesce, non sia più disponibile alcun backup.

Per escludere file da un backup in base al percorso e al tipo di file

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Strumenti di amministrazione e quindi fare clic su Windows Server Backup.

  2. Nel riquadro Azioni della pagina predefinita dello snap-in, in Windows Server Backup fare clic Pianificazione backup. Verrà visualizzata la Pianificazione guidata backup.

  3. Nella pagina Attività iniziali fare clic su Avanti.

  4. Nella pagina Selezione configurazione di backup fare clic su Personalizzata e quindi su Avanti.

  5. Nella pagina Selezione elementi per backup fare clic su Aggiungi elementi. In Seleziona elementi selezionare le caselle di controllo per gli elementi di cui si desidera eseguire il backup e quindi fare clic su OK.

  6. Di nuovo nella pagina Selezione elementi per backup fare clic su Impostazioni avanzate, fare clic sulla scheda Esclusioni, fare clic su Aggiungi esclusioni, quindi espandere l'albero delle cartelle e selezionare gli elementi che si desidera escludere.

  7. Nella pagina Impostazione ora backup eseguire una delle operazioni riportate di seguito, quindi fare clic su Avanti:

    • Fare clic su Una volta al giorno, quindi selezionare l'ora dall'elenco a discesa per avviare l'esecuzione del backup giornaliero.

    • Fare clic su Più di una volta al giorno. Selezionare quindi un'ora di avvio in Orari disponibili, fare clic sull'ora in cui si desidera avviare il backup e quindi fare clic su Aggiungi per spostare l'ora in Orari pianificati. Ripetere questo passaggio per ogni ora di avvio che si desidera aggiungere.

  8. Nella pagina Impostazione tipo di destinazione selezionare Backup in una cartella di rete condivisa.

  9. Nella pagina Impostazione cartella condivisa remota digitare il percorso della cartella. Verrà creata una cartella denominata WindowsImageBackup. Il backup creato viene salvato nel percorso seguente: \\<ServerRemoto>\<PercorsoCartellaCondivisa>\WindowsImageBackup\<ComputerPerBackup>. Fare clic su Avanti.

  10. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Registra pianificazione backup. Digitare un nome utente e una password per un account utente membro del gruppo Administrators o Backup Operators e dotato di autorizzazioni di scrittura nel computer che ospita la cartella condivisa remota, quindi fare clic su OK.

  11. Nella pagina Conferma controllare i dettagli e quindi fare clic su Fine.

  12. Nella pagina Riepilogo fare clic su Chiudi.

Modifiche nella gestione di backup tramite Windows PowerShell

In questa sezione sono contenuti gli scenari seguenti:

È possibile utilizzare i cmdlet di Windows PowerShell per fare in modo che in Windows Server Backup venga creato un oggetto criteri di backup (oggetto WBPolicy). È quindi possibile creare e configurare oggetti aggiuntivi, ad esempio oggetti WBFileSpec e oggetti WBBackupTarget, e impostare attributi per definire gli elementi che si desidera includere nei backup, quando si desidera eseguire i backup per l'organizzazione e dove archiviarli, quindi aggiungere questi oggetti e attributi all'oggetto criteri di backup WBPolicy.

In questa procedura di esempio viene illustrato il processo complessivo per la creazione e la configurazione di criteri di backup. Per la sintassi completa di questi cmdlet, vedere la pagina relativa ai cmdlet di Windows Server Backup in Windows PowerShell all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=137655 (la pagina potrebbe essere in inglese).

Per creare e configurare oggetti di Windows PowerShell per i backup

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori, quindi Windows PowerShell. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Windows PowerShell V2 e scegliere Esegui come amministratore. Verrà visualizzata la finestra di dialogo di Windows PowerShell con privilegi elevati.

  2. Per aggiungere alla sessione lo snap-in Windows PowerShell di Windows Server Backup, al prompt di Windows PowerShell digitare:

    Add-PsSnapin Windows.ServerBackup

  3. Per creare un nuovo oggetto criteri di backup (WBPolicy) e archiviarlo in una variabile $policy digitare:

    $policy=New-WBPolicy

  4. Creare un oggetto specifica di file, quindi definire gli elementi da includere nei criteri di backup digitando uno o più dei comandi seguenti:

    • Per creare un oggetto WBFileSpec che rappresenta un file, ad esempio c:\dir1\a.txt, da includere nel backup, digitare:

      $filespec1=New-WBFileSpec –FileSpec c:\dir1\a.txt

    • Per creare un oggetto WBFileSpec che rappresenta una cartella, ad esempio c:\dir2, da includere nel backup, digitare:

      $filespec2=New-WBFileSpec –FileSpec c:\dir2

    • Per creare un oggetto WBFileSpec che rappresenta un tipo di file, ad esempio tutti i file con estensione *.log in d:, da includere nel backup, digitare:

      $filespec3=New-WBFileSpec –FileSpec d:\*.log

    • Per creare una matrice di oggetti WBFileSpec che rappresenta più tipi di specifica di file, ad esempio file specifici, tutti i file in un determinato percorso e tipi di file specifici, separando i parametri con virgole (,) digitare:

      $ListOfFileSpecs=New-WBFileSpec –FileSpec c:\dir1\a.txt, c:\dir2, d:\*.log

  5. Per includere un oggetto WBFileSpec o una matrice di oggetti WBFileSpec, ad esempio $ListOfFileSpec, definita nei criteri di backup, digitare:

    Add-WBFileSpec –Policy $policy –FileSpec $ListOfFileSpecs

  6. Specificare elementi da escludere dal backup creando uno o più dei seguenti oggetti di esclusione di specifica di file:

    • Per specificare che un particolare file, ad esempio c:\users\abc\archive.pst, deve essere escluso dal backup, digitare:

      $ExclusionFilespec1=New-WBFileSpec –FileSpec c:\users\abc\archive.pst -Exclude

    • Per specificare che una particolare cartella, ad esempio c:\logs, deve essere esclusa dal backup, digitare:

      $ExclusionFilespec2=New-WBFileSpec –FileSpec c:\logs -Exclude

    • Per specificare che un particolare tipo di file, ad esempio *.mp3, deve essere escluso dal backup su un determinato volume, ad esempio il volume c:, digitare:

      $ExclusionFilespec3=New-WBFileSpec –FileSpec c:\*.mp3 -Exclude

    • Per creare una matrice di oggetti di esclusione WBFileSpec contenenti più tipi di elementi, ad esempio file specifici, tutti i file in un determinato percorso e tipi di file specifici, separando i parametri con virgole (,) digitare:

      $ExclusionListOfFileSpecs=New-WBFileSpec –FileSpec c:\users\abc\archive.pst, c:\logs, c:\*.mp3 -Exclude

  7. Per includere nei criteri di backup un oggetto di esclusione WBFileSpec o una matrice di oggetti di esclusione WBFileSpec, ad esempio $ExclusionListOfFileSpecs, digitare:

    Add-WBFileSpec –Policy $policy –FileSpec $ExclusionListOfFileSpecs

  8. Specificare un percorso di archiviazione del backup. Creare un oggetto WBBackupTarget digitando uno dei comandi seguenti:

    • Per specificare che un particolare volume, ad esempio il volume G, deve essere utilizzato come percorso di archiviazione del backup, digitare:

      $BackupTargetVolume=New-WBbackupTarget –VolumePath G:

    • Per specificare che una particolare cartella condivisa remota, ad esempio \\server\share\folder, deve essere utilizzata come percorso di archiviazione del backup, digitare:

      $BackupTargetNetwork=New-WBbackupTarget –NetworkPath \\server\share\folder

  9. Per includere nei criteri di backup $policy un oggetto WBBackupTarget definito, ad esempio $BackupTargetVolume, digitare:

    Add-WBBackupTarget –Policy $policy –Target $BackupTargetVolume

  10. Aggiungere o rimuovere lo stato del sistema nei criteri di backup digitando uno dei comandi seguenti:

    • Per specificare che l'oggetto criteri di backup $policy deve includere lo stato del sistema, digitare:

      Add-WBSystemState –Policy $policy

    • Per rimuovere lo stato del sistema dai criteri di backup, digitare: Remove-WBSystemState –Policy $policy

  11. Aggiungere o rimuovere la funzionalità di ripristino bare metal nell'oggetto criteri di backup $policy digitando uno dei comandi seguenti:

    • Per specificare che l'oggetto criteri di backup deve includere la funzionalità di ripristino bare metal, digitare:

      Add-WBBareMetalRecovery –Policy $policy

    • Per rimuovere la funzionalità di ripristino bare metal dall'oggetto criteri di backup, digitare:

      Remove-WBBareMetalRecovery –Policy $policy

Dopo avere creato e configurato un oggetto criteri di backup, è possibile utilizzarlo con Windows PowerShell per eseguire un backup unico. Se non è già stato creato un oggetto criteri di backup (WBpolicy), per crearne uno utilizzare la precedente procedura in questo documento "Per creare e configurare oggetti di Windows PowerShell per i backup".

Per utilizzare Windows PowerShell per eseguire un backup unico

  • Al prompt di Windows PowerShell digitare:

    Start-WBBackup –Policy $policy

Nello script di esempio seguente viene illustrato come creare e quindi eseguire criteri di backup con le caratteristiche seguenti:

  • Elementi di cui eseguire il backup: tutti gli elementi necessari per un ripristino bare metal.

  • Percorso di archiviazione dei backup: backup salvati sul volume G.

Prima di iniziare, aprire una finestra di Windows PowerShell con privilegi elevati e aggiungere lo snap-in dei cmdlet alla sessione come descritto nella precedente procedura in questo documento "Per creare e configurare oggetti di Windows PowerShell per i backup".

noteNota
Per creare uno script, è possibile copiare e incollare la colonna Riga di comando di questa tabella in un editor di testo, sostituire i valori con quelli per la propria organizzazione, quindi salvare il file con estensione ps1. In alternativa è possibile incollare la sintassi nella finestra di Windows PowerShell copiandola e facendo quindi clic con il pulsante destro del mouse al prompt per incollarla.

 

Passaggio Descrizione dell'attività Riga di comando

1

Creare un nuovo oggetto criteri di backup e archiviarlo nella variabile $policy.

$policy=New-WBPolicy

2

Specificare che i backup vengano archiviati sul volume G.

$BackupTargetVolume=New-WBbackupTarget –VolumePath G:

3

Specificare che l'oggetto criteri di backup deve includere la funzionalità di ripristino bare metal.

Add-WBBareMetalRecovery –Policy $policy

4

Eseguire questo backup.

Start-WBBackup –Policy $policy

È inoltre possibile utilizzare i cmdlet di Windows PowerShell per fare in modo che in Windows Server Backup venga creato un backup pianificato. A questo scopo creare un oggetto criteri di backup, specificare gli orari in cui si desidera eseguire i backup, specificare gli elementi che si desidera includere nel backup, specificare il percorso in cui archiviare i backup, quindi impostare i criteri di backup da utilizzare per i backup pianificati.

Per utilizzare Windows PowerShell per configurare un backup pianificato

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori, quindi Windows PowerShell. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Windows PowerShell V2 e scegliere Esegui come amministratore. Verrà visualizzata la finestra di dialogo di Windows PowerShell con privilegi elevati.

  2. Per aggiungere alla sessione lo snap-in Windows PowerShell di Windows Server Backup, al prompt di Windows PowerShell digitare:

    Add-PsSnapin Windows.ServerBackup

  3. Per creare un nuovo oggetto criteri di backup (WBPolicy) e archiviarlo nella variabile $policy, digitare:

    $policy=New-WBPolicy

  4. Per aggiungere informazioni sulla pianificazione, specificare le ore del giorno nel formato HH:MM (formato 24 ore) in cui deve essere eseguito il backup. Più ore di backup devono essere separate da una virgola (,). Ad esempio, per eseguire il backup ogni giorno alle 11.00 e alle 17.30, digitare:

    Set-WBSchedule –Policy $policy –Schedule 11.00, 17.30

    noteNota
    Non è possibile pianificare l'esecuzione di backup meno di una volta al giorno.

  5. Creare un oggetto specifica di file, quindi definire gli elementi da includere nei criteri di backup digitando uno o più dei comandi seguenti:

    • Per creare un oggetto WBFileSpec che rappresenta un file, ad esempio c:\dir1\a.txt, da includere nel backup, digitare:

      $filespec1=New-WBFileSpec –FileSpec c:\dir1\a.txt

    • Per creare un oggetto WBFileSpec che rappresenta una cartella, ad esempio c:\dir2, da includere nel backup, digitare:

      $filespec2=New-WBFileSpec –FileSpec c:\dir2

    • Per creare un oggetto WBFileSpec che rappresenta un tipo di file, ad esempio tutti i file con estensione *.log in d:, da includere nel backup, digitare:

      $filespec3=New-WBFileSpec –FileSpec d:\*.log

    • Per creare una matrice di oggetti WBFileSpec che rappresenta più tipi di specifica di file, ad esempio file specifici, tutti i file in un determinato percorso e tipi di file specifici, separando i parametri con virgole (,) digitare:

      $ListOfFileSpecs=New-WBFileSpec –FileSpec c:\dir1\a.txt, c:\dir2, d:\*.log

  6. Per includere un oggetto WBFileSpec, ad esempio $filespec2, o una matrice di oggetti WBFileSpec definita nei criteri di backup, digitare:

    Add-WBFileSpec –Policy $policy –FileSpec $filespec2

  7. Specificare elementi da escludere dal backup creando uno o più dei seguenti oggetti di esclusione di specifica di file:

    • Per specificare che un particolare file, ad esempio c:\users\abc\archive.ps, deve essere escluso dal backup, digitare: $ExclusionFilespec1=New-WBFileSpec –FileSpec c:\users\abc\archive.pst -Exclude

    • Per specificare che una particolare cartella, ad esempio c:\logs, deve essere esclusa dal backup, digitare:

      $ExclusionFilespec2=New-WBFileSpec –FileSpec c:\logs -Exclude

    • Per specificare che un particolare tipo di file, ad esempio *.mp3, deve essere escluso dal backup sul volume C, digitare:

      $ExclusionFilespec3=New-WBFileSpec –FileSpec c:\*.mp3 -Exclude

    • Per creare una matrice di oggetti di esclusione WBFileSpec contenenti più tipi di elementi, ad esempio file specifici, tutti i file in un determinato percorso e tipi di file specifici, da escludere dal backup, separando i parametri con virgole (,), digitare:

      $ExclusionListOfFileSpecs=New-WBFileSpec –FileSpec c:\users\abc\archive.pst, c:\logs, c:\*.mp3 -Exclude

  8. Per includere nei criteri di backup un oggetto di esclusione WBFileSpec, ad esempio $ExclusionFilespec3, o una matrice di oggetti di esclusione WBFileSpec, digitare:

    Add-WBFileSpec –Policy $policy –FileSpec $ExclusionFilespec3

  9. Specificare un percorso di archiviazione del backup. Creare un oggetto WBBackupTarget digitando uno dei comandi seguenti:

    • Per specificare che un particolare volume, ad esempio il volume G, deve essere utilizzato come percorso di archiviazione del backup, digitare:

      $BackupTargetVolume=New-WBbackupTarget –VolumePath G:

    • Per specificare che una particolare cartella condivisa remota, ad esempio \\server\share\folder, deve essere utilizzata come percorso di archiviazione del backup, digitare:

      $BackupTargetNetwork=New-WBbackupTarget –NetworkPath \\server\share\folder

  10. Per includere un oggetto WBBackupTarget definito, ad esempio $BackupTargetVolume, nei criteri di backup $policy, digitare:

    Add-WBBackupTarget –Policy $policy –Target $BackupTargetVolume

  11. Aggiungere o rimuovere lo stato del sistema nell'oggetto criteri di backup digitando uno dei comandi seguenti:

    • Per specificare che un oggetto criteri di backup deve includere lo stato del sistema, digitare:

      Add-WBSystemState –Policy $policy

    • Per rimuovere lo stato del sistema da criteri di backup, digitare:

      Remove-WBSystemState –Policy $policy

  12. Aggiungere o rimuovere la funzionalità di ripristino bare metal nei criteri digitando uno dei comandi seguenti:

    • Per specificare che un oggetto criteri di backup deve includere la funzionalità di ripristino bare metal, digitare:

      Add-WBBareMetalRecovery –Policy $policy

    • Per rimuovere la funzionalità di ripristino bare metal da un oggetto criteri di backup, digitare:

      Remove-WBBareMetalRecovery –Policy $policy

  13. Per salvare i criteri da utilizzare per i backup pianificati, digitare:

    Set-WBPolicy –Policy $policy

  14. Se in un secondo momento si desidera modificare le impostazioni per un backup pianificato, ottenere l'oggetto criteri di backup corrente utilizzato per i backup pianificati e attivarne la modalità di modifica. A questo scopo digitare:

    $Policy=Get-WBPolicy -Editable

Nello script di esempio seguente vengono creati criteri di backup per backup pianificati con le caratteristiche seguenti:

  • Percorso di archiviazione dei backup: backup salvati sul volume G.

  • Orari backup: eseguire i backup giornalieri alle 6.00 e alle 21.30.

  • Elementi di cui eseguire il backup: eseguire solo il backup dello stato del sistema.

Prima di iniziare, aprire una finestra di Windows PowerShell con privilegi elevati e aggiungere lo snap-in dei cmdlet alla sessione come descritto nella precedente procedura in questo documento "Per creare e configurare oggetti di Windows PowerShell per i backup".

WarningAvviso
Per creare uno script, è possibile copiare e incollare la colonna Riga di comando di questa tabella in un editor di testo, sostituire i valori con quelli per la propria organizzazione, quindi salvare il file con estensione ps1. In alternativa è possibile incollare la sintassi nella finestra di Windows PowerShell copiandola e facendo quindi clic con il pulsante destro del mouse al prompt per incollarla.

 

Passaggio Descrizione dell'attività Riga di comando

1

Creare un nuovo oggetto criteri di backup e archiviarlo nella variabile $policy.

$policy=New-WBPolicy

2

Specificare che i backup vengano archiviati sul volume G.

$BackupTargetVolume=New-WBbackupTarget –VolumePath G:

3

Specificare che i backup vengono eseguiti giornalmente alle 6.00 e alle 21.30.

Set-WBSchedule –Policy $policy –Schedule 6.00, 21.30

4

Specificare che i backup creati con i criteri contengono lo stato del sistema.

Add-WBSystemState –Policy $policy

5

Specificare che l'oggetto criteri di backup viene utilizzato per i backup.

Set-WBPolicy –Policy $policy

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft