Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Novità di SMB

Pubblicato: aprile 2010

Si applica a: Windows 7, Windows Server 2008 R2

Il protocollo Server Message Block (SMB) versione 2 è un'estensione del protocollo Server Message Block (SMB) originale SMB viene utilizzato dai computer client per richiedere file e servizi di stampa da un sistema server in rete. Entrambi i protocolli dispongono di stato e consentono ai client di stabilire una connessione a un server, di definire un contesto autenticato su tale connessione e quindi di emettere alcune richieste di accesso a file, stampanti e named pipe per comunicazione tra processi.

SMB 2 è stato introdotto per consentire una comunicazione più rapida tra computer che eseguono Windows Vista® e Windows Server® 2008. SMB 2.1 offre importanti miglioramenti a livello di prestazioni per il protocollo in Windows Server 2008 R2 e Windows® 7.

Sono interessati a queste modifiche i gruppi seguenti:

  • Amministratori interessati a opzioni di risparmio di energia per client Windows che accedono a file server.

  • Amministratori di rete o di server interessati a ottimizzazioni nei sistemi client e server correlate a ottimizzazioni del protocollo Windows SMB.

  • Amministratori del server che si occupano della valutazione di nuove funzionalità per Windows Server 2008 R2 correlate ai servizi di gestione file e stampa.

Questa sezione include una panoramica dei miglioramenti offerti da SMB 2 con Windows Vista e Windows Server 2008 e della nuova funzionalità offerta da SMB 2.1 in Windows 7 e Windows Server 2008 R2.

Il protocollo SMB 2 offre alcuni miglioramenti a livello di prestazioni rispetto all'implementazione di SMB 1 precedente, inclusi i miglioramenti seguenti:

  • Miglioramenti generali che consentono un migliore utilizzo della rete.

  • Associazione di richieste, che consente l'invio di più richieste SMB 2 come singola richiesta di rete.

  • Operazioni di lettura e scrittura di dimensioni maggiori, per ottimizzare l'utilizzo di reti più veloci, anche a latenza elevata.

  • Memorizzazione di cartelle e proprietà file nella cache, in cui i client mantengono copie locali di cartelle e file.

  • Handle di lunga durata per consentire a una connessione di SMB 2 di riconnettersi al server in modo trasparente in caso di disconnessione temporanea, ad esempio su una connessione wireless.

  • Firma dei messaggi migliorata, con configurazione e interoperabilità ottimizzate (HMAC SHA-256 sostituisce MD5 come algoritmo di hash).

  • Scalabilità ottimizzata per la condivisione di file (notevole incremento nel numero di utenti, condivisioni e file aperti per singolo server).

  • Supporto per collegamenti simbolici.

SMB 2.1 offre importanti miglioramenti a livello di prestazioni per il protocollo in Windows Server 2008 R2 e Windows 7. Sono inclusi i miglioramenti seguenti:

  • Modello di leasing blocco opportunistico client

  • Supporto di MTU di grandi dimensioni

  • Efficienza energetica migliorata per computer client

  • Supporto di versioni precedenti di SMB

I blocchi opportunistici (oplock, opportunistic lock) vengono ampiamente utilizzati da SMB per consentire ai computer client di memorizzare nella cache dati e handle di file. I blocchi opportunistici vengono utilizzati da molti anni nella semantica dei file NTFS, principalmente al fine di offrire vantaggi all'accesso file in rete. I blocchi opportunistici consentono a un processo di bloccare un file quando possibile. L'analisi degli schemi di accesso file dell'applicazione ha tuttavia determinato che non era possibile mantenere tali blocchi. Ciò dipendeva dal fatto che le applicazioni aprivano più volte i file quando un file era aperto o da conflitti tra richieste di accesso a file, ad esempio nel caso di un file aperto dall'applicazione A prima per la lettura e poi per la lettura/scrittura, spesso con lo stesso processo o gli stessi blocchi opportunistici con interruzione di thread gestiti dallo stesso processo o thread.

L'introduzione del modello di leasing blocco opportunistico in SMB 2.1 consente l'utilizzo di blocchi opportunistici da parte di un client in una vasta gamma di scenari. Questa funzionalità offre memorizzazione avanzata di file nella cache e opportunità di memorizzazione nella cache di metadati (informazioni file) per il client SMB, oltre a offrire notevoli vantaggi a livello di prestazioni, limitando la quantità di dati che è necessario trasferire tra il computer client e il server. Questo miglioramento risulta in particolare vantaggioso per reti a latenza elevata. Grazie alla riduzione del numero di operazioni da indirizzare a un file server SMB, si ottiene anche un incremento della scalabilità del file server SMB.

Il nuovo modello di leasing in SMB 2.1 offre maggiori opportunità di memorizzazione di file e handle nella cache per un computer client SMB 2.1, mantenendo al tempo stesso l'integrità dei dati e non richiedendo alcuna modifica alle applicazioni correnti per l'utilizzo dei vantaggi offerti da tale capacità.

I vantaggi offerti da questa funzionalità includono i seguenti:

  • Utilizzo ridotto della larghezza di banda di rete

  • Maggiore scalabilità di file server

  • Tempi di risposta applicazione migliori durante l'accesso di file in rete

Uno degli obiettivi di progettazione dell'implementazione del protocollo SMB 2.1 in Windows Server 2008 R2 e Windows 7 consiste nell'ottimizzazione delle prestazioni per reti Ethernet a 10 gigabit (velocità molto elevata/latenza ridotta). Tale risultato è stato ottenuto grazie a una nuova funzionalità definita "unità massima di trasmissione di grandi dimensioni" o operazioni "a credito multiplo". L'unità massima di trasmissione (MTU, Maximum Transmission Unit) è la dimensione (in byte) dell'unità di dati del protocollo più grande che un protocollo di comunicazione è in grado di inviare in rete. In SMB 2.1 tale unità massima di trasmissione è stata incrementata da 64 kilobyte (KB) a 1 megabyte (MB). Ciò consente ai clienti con reti Ethernet a 10 gigabit di utilizzare in modo ottimale le capacità di tale rete. Questa capacità consente un miglioramento notevole di attività quali la copia di file di grandi dimensioni.

È possibile abilitare questa opzione di configurazione tramite una chiave del Registro di sistema nei computer client SMB.

Un altro miglioramento importante in Windows 7 è costituito dall'ottimizzazione dell'efficienza energetica per computer client SMB. Nei sistemi operativi precedenti a Windows Vista un computer client SMB con file aperti su un file server SMB non è autorizzato ad attivare la modalità sospensione. È necessario consentire ai client SMB di attivare la modalità sospensione solo in situazioni in cui sia possibile garantire in modo assoluto la coerenza dei file di dati. Benché i computer che eseguono Windows Vista possano attivare la modalità sospensione in una gamma limitata di scenari, gli ulteriori miglioramenti apportati in Windows 7 consentono una gamma più ampia di scenari per l'attivazione di tale modalità da parte dei computer client.

La modalità sospensione è ora consentita alle condizioni seguenti:

  • Quando un client SMB con handle di file di rete aperti non presenta alcuna modifica non scritta a tale file.

  • Quando un client SMB con handle di file di rete aperti presenta modifiche non scritte, ma il backup di tale file viene eseguito da un archivio locale offline (cartella contrassegnata come Sempre disponibile/i non in linea). Quando il client viene riattivato dopo la sospensione, tali file saranno ancora disponibili e coerenti nell'archivio locale offline.

  • Quando un client SMB esplora condivisioni di rete o dispone di handle di directory aperti.

Un'impostazione del modello amministrativo di Criteri di gruppo è inoltre disponibile per gli amministratori che desiderano utilizzare un'impostazione più sicura per consentire la sospensione dei computer client con file remoti mantenuti aperti. Quando un computer client SMB dispone di un file remoto aperto e il backup di tale file non viene eseguito con File non in linea e infine il client non include scritture non eseguite nel file remoto, è possibile consentire la sospensione. Questa impostazione non comporta alcun rischio di incoerenza dei dati. È tuttavia possibile che alcune applicazioni rilevino un errore, ad esempio "Impossibile accedere al file", quando il computer esce dalla modalità di sospensione.

Windows Server 2008 R2 e Windows 7 supportano SMB 1, SMB 2 e SMB 2.1 e utilizzano automaticamente la versione più appropriata per la comunicazione. Questo processo di negoziazione è trasparente per l'utente finale.

Windows 7 e Windows Server 2008 R2 includono una nuova impostazione del Registro di sistema e due nuove impostazioni di Criteri di gruppo per SMB.

Impostazioni del Registro di sistema

 

Nome dell'impostazione Percorso Valore predefinito precedente (se applicabile) Valore predefinito Valori possibili

Disabilitazione MTU di grandi dimensioni di client SMB2

HKLM\System\CurrentControlSet\Services\LanmanWorkstation\Parameters

1

0,1

Impostazioni di Criteri di gruppo

 

Nome dell'impostazione Percorso Valore predefinito precedente (se applicabile) Valore predefinito Valori possibili

Consenti sospensione automatica con file di rete aperti (alimentazione da rete elettrica)

Modelli amministrativi\Sistema\Risparmio energia\Impostazioni relative alla modalità sospensione

Disabilitata

Non configurata

Abilitata

Disabilitata

Consenti sospensione automatica con file di rete aperti (alimentazione a batteria)

Modelli amministrativi\Sistema\Risparmio energia\Impostazioni relative alla modalità sospensione

Disabilitata

Non configurata

Abilitata

Disabilitata

La distribuzione dei miglioramenti del protocollo SMB 2.1 non necessita di alcuna azione specifica. Quando un client SMB 2.1 contatta un server abilitato a SMB 2.1, la versione del protocollo viene negoziata automaticamente all'avvio della sessione e non è necessaria alcuna configurazione per la distribuzione.

La configurazione predefinita per il risparmio di energia nei computer client Windows consente la sospensione dei client SMB se non vi è alcun rischio di errori dell'applicazione o di perdita di dati.

Questa funzionalità è disponibile in tutte le edizioni di Windows 7 e Windows Server 2008 R2.

SMB 2.1 è disponibile nelle versioni a 32 e a 64 bit.

Per informazioni sul modo in cui la nuova funzionalità di SMB offre miglioramenti a livello di prestazioni e funzionalità per implementazioni nelle filiali, vedere il sito BranchCache su TechNet (http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=149834).

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2014 Microsoft