Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Utilizzo di connettori FOPE per configurare gli scenari di flusso della posta elettronica avanzati

 

Si applica a: Office 365 for enterprises, Live@edu, Forefront Online Protection for Exchange

Data ultima modifica dell'argomento: 2012-04-27

In Microsoft® Forefront® Online Protection for Exchange (FOPE), è possibile utilizzare i connettori FOPE per implementare numerosi scenari avanzati di flusso della posta elettronica in caso di sottoscrizione a Microsoft Office 365 per le aziende, a Live@edu o ai servizi di hosting su cloud dedicati di Business Productivity Online Suite (BPOS). Le opzioni di configurazione per FOPE variano in base allo scenario.

  • Scenario totalmente ospitato: il flusso della posta avviene esclusivamente nel cloud (Microsoft Exchange Online), senza alcuna interazione con i server locali. Per ulteriori informazioni, vedere Scenario totalmente ospitato. (Si noti che questo scenario non usa i connettori FOPE).
  • Scenario di smart host in uscita: FOPE agisce da smart host e reindirizza la posta in uscita a un server locale che applica ulteriori elaborazioni prima di recapitare la posta alla destinazione finale. È possibile selezionare questa opzione se l'organizzazione dispone di un'applicazione locale o di un'altra soluzione di conformità per filtrare la posta in uscita e si desidera utilizzare anche le funzionalità di filtro posta indesiderata, criteri, antivirus ed Edge di FOPE. Per ulteriori informazioni, vedere Scenario di smart host in uscita.
  • Scenario di elenco di indirizzi attendibili in ingresso: la posta elettronica viene inviata in ingresso tramite FOPE da un'organizzazione attendibile. In questo scenario, FOPE è configurato per ignorare il filtro degli indirizzi IP nella posta in ingresso inviata dagli indirizzi IP specificati in un elenco di indirizzi attendibili. È anche possibile configurare FOPE per ignorare il filtro per la posta indesiderata e i criteri. Per ulteriori informazioni, vedere Scenario elenco di indirizzi attendibili in ingresso.
  • Scenario di partner disciplinato con TLS forzato: il TLS (Transport Layer Security) forzato in ingresso e in uscita viene utilizzato per proteggere tutti i canali di routing con partner commerciali disciplinati. Per ulteriori informazioni, vedere Scenario di partner disciplinato con TLS forzato.
  • Scenario ibrido: è possibile utilizzare con flussi di posta ibridi in cui la posta elettronica è ospitata in parte su cloud (Microsoft Exchange Online) e in parte in locale. Le seguenti configurazioni consentono di usare un unico nome di dominio per tutte le cassette postali presenti sia nell'organizzazione Exchange locale che sul cloud. È importante stabilire quale scenario di routing è più adatto per l'organizzazione prima procedere all'implementazione.
    • Scenario di spazio di indirizzi condiviso con relay locale (MX punta al sistema locale): il record MX per il dominio di posta elettronica condiviso è configurato per instradare la posta elettronica al server di posta locale prima che venga inviata tramite FOPE alle cassette postali sul cloud. Usare questa configurazione se si desidera che la soluzione di protezione locale provveda alle operazioni di filtro della posta in ingresso prima di inviarla al cloud. Per ulteriori informazioni, vedere Scenario di spazio indirizzo condiviso con relay locale (MX fa riferimento ai sistemi locali).
    • Scenario di spazio di indirizzi condiviso con relay locale (MX punta a FOPE): il record MX per il dominio di posta elettronica condiviso è configurato per instradare la posta elettronica a FOPE per le operazioni di filtraggio dei criteri e della posta indesiderata prima che raggiunga il server locale. Usare questa configurazione se si desidera che FOPE esegua le operazioni di filtro dei criteri e della posta indesiderata prima di instradare la posta al server locale su cui verranno applicate ulteriori elaborazioni. Per ulteriori informazioni, vedere Scenario di spazio indirizzo condiviso con relay locale (MX fa riferimento a FOPE).
    • Scenario di spazio di indirizzi condiviso con relay su cloud (MX punta al cloud): il record MX per il dominio di posta elettronica condiviso è configurato per instradare la posta elettronica a FOPE per le operazioni di filtraggio dei criteri e della posta indesiderata prima che venga instradata a Exchange Online dove viene nuovamente filtrata da Forefront Protection 2010 for Exchange Server (FPE) sui serve di trasporto Exchange Online. Usare questo scenario se si desidera garantire che tutti i messaggi inoltrati all'organizzazione locale vengano sottoposti al filtro della posta indesiderata e dei virus di Forefront. Questo scenario è illustrato nella community di Office 365 in Routing ibrido – Puntamento del record MX al cloud.

    Per ulteriori informazioni sulle distribuzioni ibride, i clienti Office 365 possono consultare la seguente documentazione: Migrazione e distribuzione ibrida di Exchange Online con Office 365.
noteNota:
Alcuni di questi scenari di flusso della posta, ad esempio lo smart host in uscita, l'elenco indirizzi attendibili in ingresso e il partner disciplinato con scenari TLS forzati, sono applicabili anche ai clienti autonomi FOPE. Prima di implementare questi scenari, si dà per scontato che i clienti autonomi di FOPE abbiano già effettuato l'accesso all'interfaccia di amministrazione di FOPE e che abbiano eseguito i passi descritti in Configurare ed effettuare il provisioning di FOPE.
tipSuggerimento:
  • Per il video in cui vengono descritti gli scenari di flusso di posta elettronica di FOPE, vedere Scenari di flusso di posta elettronica FOPE.
  • Per informazioni sulle funzionalità di FOPE disponibili per i diversi prodotti host di posta elettronica Microsoft, incluse le funzionalità dei connettori FOPE che consentono di implementare tali scenari, vedere Confronto tra le funzionalità per le distribuzioni di FOPE.
  • Nel caso di un partner rivenditore, dove l'organizzazione agisce da gateway intermedio per tutto il flusso di posta tra i clienti, per la posta in ingresso e in uscita all'interno e all'esterno delle organizzazioni, si consiglia di contattare il Supporto tecnico Microsoft per configurare il servizio Exchange Online.
  • Connettori e domini virtuali non devono essere utilizzati insieme. Non implementare i connettori FOPE in presenza di mittenti o destinatari appartenenti a domini virtuali.
 
Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft