Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Raccogliere dati sulle installazioni di Office mediante Robust Office Inventory Scan

Office 2010

Data pubblicazione: 2012/05/16

Robust Office Inventory Scan (ROIScan.vbs) è uno script di Microsoft Visual Basic in grado di raccogliere i dati relativi a Office e di fornire opzioni per il rilevamento e l'analisi degli errori. Quando si esegue lo script, viene creato un file di registro che può essere utilizzato per eseguire attività come le seguenti:

  • Valutare la configurazione di Office installata nei computer degli utenti.

  • Ottenere dati dettagliati sull'installazione di Office per riprodurre l'ambiente dell'utente.

  • Ricercare versioni o configurazioni di Office non corrispondenti.

  • Facilitare la risoluzione dei problemi relativi agli aggiornamenti software e all'installazione di Office.

Dopo essere stato creato, il file di registro viene aperto automaticamente. Il nome predefinito è <nome_computer>_ROIScan.log e il percorso predefinito è la cartella TEMP corrente. Per passare a tale cartella, fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui e digitare %temp%. È necessario eseguire questo comando come amministratori.

Contenuto dell'articolo:

Scaricare lo script

ROIScan.vbs è disponibile per il download nella sezione relativa a Office dell'archivio degli script (Script Repository) nel sito TechNet Script Center (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=217656&clcid=0x410).

Per scaricare lo script ROIScan.vbs:

  1. Fare clic su Copiare il codice.

  2. Copiare il codice in un editor di testo come il Blocco note.

  3. Salvare il file con il nome ROIScan.vbs.

Personalizzare ed eseguire lo script

È possibile personalizzare la sezione INI nella parte iniziale dello script ROIScan.vbs. La sezione INI viene mostrata nell'estratto seguente.

'=====================================================================
'[INI] Section for script behavior customizations

'Directory for Log output.
'Example: "\\<server>\<share>\"
'Default: sPathOutputFolder = vbNullString -> %temp% directory is used
sPathOutputFolder = ""

'Quiet switch.
'Default: False -> Open inventory log when done
bQuiet = False

'The script filters for products of the Microsoft Office family.
'Set this option to 'True' to a basic list of all products at the end of the inventory log
'Default: False -> Don't list other products in the log
bListNonOfficeProducts = False
…
'DO NOT CUSTOMIZE BELOW THIS LINE!
'======================================================================

Nella tabella seguente sono riportate le opzioni dei comandi supportate da ROIScan.vbs. La sintassi per l'utilizzo dei comandi è la seguente:

ROIScan.vbs [Opzioni]

Per le opzioni non viene applicata la distinzione tra maiuscole e minuscole.

Opzione

Descrizione

/All

Elenca sia i prodotti Office che i prodotti non Office.

/Full

Elenca Features e FeatureStates di Office. Elenca separatamente tutti i prodotti Office 2007 e Office 2010 installati.

/Logfolder ["<Percorso>\<Cartella>"]

Specifica una cartella del registro personalizzata.

/LogVerbose

Registra dettagli aggiuntivi relativi ai prodotti.

/Quiet

Impedisce l'apertura del registro al termine dell'esecuzione dello script.

/?

Visualizza la Guida dei comandi di ROIScan.

Ad esempio, per eseguire lo script ed elencare i prodotti non Office, al prompt dei comandi utilizzare la sintassi seguente:

ROIScan.vbs /ALL

Hh221405.note(it-it,office.14).gifNota:

È necessario eseguire lo script ROIScan.vbs come amministratori. Se non si esegue lo script con autorizzazioni elevate, verrà richiesto di eseguirlo come amministratori.

Per eseguire lo script

  1. Per eseguire lo script, utilizzare uno dei metodi seguenti:

    • Fare doppio clic su ROIScan.vbs.

    • Per eseguire lo script dal prompt dei comandi, aprire tale prompt, farvi clic con il pulsante destro del mouse e scegliere Esegui come amministratore, individuare la cartella in cui è stato salvato lo script ROIScan.vbs e quindi digitare quanto segue:

      ROIScan.vbs

      Ad esempio, se lo script è stato salvato in una cartella denominata ROIScan nell'unità C, al prompt dei comandi digitare i comandi seguenti:

      CD C:\ROIScan

      ROIScan.vbs

  2. Per eseguire lo script con un comando facoltativo, utilizzare la sintassi descritta nella sezione precedente. Ad esempio, per utilizzare la registrazione dettagliata, al prompt dei comandi digitare quanto segue:

    ROIScan.vbs /LogVerbose

Sezioni del file di registro

Nello script ROIScan, oltre alla sezione INI citata in precedenza, sono incluse le sezioni seguenti:

Riga Title

Viene indicato il titolo dello script con la data e l'ora di creazione del registro. Verificare sempre che la data e l'ora corrispondano a quelle previste per essere certi che il registro visualizzato sia quello corretto.

Esempio: Microsoft Customer Support Services - Robust Office Inventory - 5/3/2011 12:10:48 PM

Computer

In questa sezione vengono elencati i dati specifici dell'utente e del sistema operativo correnti. Vengono visualizzati solo i dati raccolti. Non vengono eseguite ulteriori analisi.

Vengono raccolti i dati seguenti:

  • Windows Installer Version

  • ComputerName

    • OS Details

    • OS Name

    • SP #

    • Version

    • Codepage

    • Country Code

    • Language as LCID

    • System Type

  • Current User

    • Username

    • IsAdmin

    • SID

  • Logfile Name

  • ROI Script Build

  • Script Settings

  • Total Scan Time

Windows Installer Version

Lo script ROIScan.vbs funziona con computer in cui sia installato almeno Windows Installer versione 2.x. Per i client che eseguono Windows Installer versione 2.x, lo script utilizza la logica di rilevamento per rimuovere il maggior numero possibile di limitazioni di Windows Installer 2.x. Windows Installer 3.x offre funzionalità e dati più avanzati. È importante prestare attenzione alla versione di Windows Installer in esecuzione nei computer client.

Lo script ROIScan.vbs non utilizza alcuna funzionalità che richieda Windows Installer 4.x o versioni successive. Per informazioni sulle versioni rilasciate di Windows Installer, vedere Versioni rilasciate di Windows Installer (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=201918&clcid=0x410).

OS Details

In questa sezione vengono elencati i dettagli relativi al sistema operativo. Esaminarla per verificare che non vi siano configurazioni di lingua impreviste. Su MSDN è disponibile un elenco dei valori ID impostazioni locali (LCID):

ID impostazioni locali assegnati da Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=218163&clcid=0x410)

La voce System Type indica se il sistema operativo è una versione a 32 bit o a 64 bit.

OS MUI Languages

Una query relativa al Registro di sistema restituisce un elenco di tutte le lingue dell'interfaccia utente installate e disponibili per il sistema operativo.

  • Per Windows 2003 e versioni precedenti, la chiave del Registro di sistema è HKLM\System\CurrentControlSet\Control\Nls\MUILanguages\.

  • Per Windows Vista e versioni successive, la chiave del Registro di sistema è HKLM\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\MUI\UILanguages\.

Current User

Vengono fornite informazioni sull'utente che ha eseguito lo script e creato il registro. Il flag IsAdmin non è determinato da una ricerca standard, ma in base a verifiche delle autorizzazioni di accesso per il Registro di sistema.

L'ID di sicurezza (SID) è utile se vi sono applicazioni installate per il singolo utente. Questo ad esempio consente di verificare se un'applicazione è installata per l'utente corrente o per un altro utente.

Logfile Name

Viene fornito il percorso dello script ROIScan.vbs. Il percorso predefinito di tale script è la cartella %TEMP% corrente dell'utente che ha attivato lo script.

ROI Script Build

Viene indicato il numero di build di ROIScan.vbs. Lo script viene migliorato e le relative funzionalità vengono estese periodicamente.

Script Settings

Vengono elencate le opzioni dei comandi di ROIScan.vbs utilizzate per eseguire lo script.

Total scan time

Viene indicato quanto tempo è stato necessario allo script per completare l'inventario.

Nell'esempio seguente viene mostrata la sezione Computer di un file di registro (testclient_ROIScan.log in questo caso):

Computer
========
Windows Installer Version    5.0.7601.17105
ComputerName                 testclient
OS Details                   Microsoft Windows 7 Enterprise , SP 1, Version: 6.1.7601, Codepage: 1252, Country Code: 1, Language: 1033, System Type: X86-based PC
OS MUI Languages             en-US (1033)
Current User                 Username: DOMAINname\username, IsAdmin: True, SID: S-1-5-21-2127521184-1604012920-1887927527-2602236
Logfile Name                 C:\Users\username\AppData\Local\Temp\testclient_ROIScan.log
ROI Script Build             1.5.2
Script Settings              /Logfolder: C:\Users\username\AppData\Local\Temp\
Total scan time              10.4 s

****************************************************************************************************************************************************************

Review Items

Ogni volta che lo script rileva elementi degni di nota, le relative informazioni vengono inserite nella sezione Review Items. Gli elementi da esaminare possono essere di tre categorie, ovvero Note, Warning ed Error.

  • Note   indica che è consigliabile leggere queste informazioni anche se potrebbero non segnalare la presenza di un problema da risolvere.

  • Warning   indica che qualcosa potrebbe non funzionare come previsto. È consigliabile leggere queste informazioni per stabilire se sia necessario indagare ulteriormente.

  • Error   indica la presenza di un problema. È indispensabile leggere queste informazioni.

Lo scopo principale della sezione Review Items è quello di indicare che alcuni prodotti potrebbero avere problemi da esaminare nella sezione Products Inventory. Il valore ProductCode viene utilizzato per fornire un puntatore univoco per il prodotto.

Products Inventory

Nella sezione Products Inventory del file di registro sono riportati i dettagli relativi a ogni applicazione inclusa nel filtro di prodotto. Il filtro è basato sul valore ProductCode (GUID). Questo garantisce che nel registro risultino solo i prodotti della famiglia Office.

Nella struttura dei dati del registro sono incluse le voci seguenti:

  • <ProductName>

  • ProductVersion: numero di build di Office.

  • ServicePack Level: numero di build precedente convertito in un livello di Service Pack (SP) per maggiore comprensibilità, ad esempio RTM, SP1 o SP2.

  • ProductCode: GUID del prodotto.

  • Msi ProductName: nome del prodotto riportato nel pacchetto MSI, ad esempio Microsoft Office Professional Plus 2010.

  • Configuration SKU: codice di riferimento SKU di Office 2007 e versioni successive, ad esempio Office14.PROPLUS.

  • InstallDate: data in cui il prodotto è stato installato.

  • UserSid: vuoto per le installazioni in base al computer (Machine) oppure SID dell'utente per le installazioni in base all'utente (User).

  • ProductContext: User oppure Machine.

  • ProductState: installato (Installed) oppure annunciato (Advertised).

  • Transforms: file MST delle trasformazioni utilizzati per l'installazione.

  • Original .msi Name: nome originale del file MSI nell'origine di installazione (InstallSource).

  • Cached .msi Package: nome e percorso del file MSI nella cache locale di Installer, ad esempio C:\Windows\Installer\b4f39.msi.

  • Build/Origin: voce relativa alla build/origine proveniente dalla tabella Property del file MSI.

  • Package Code: GUID del codice del pacchetto per il prodotto.

  • Notes: note e avvisi relativi al prodotto.

  • Errors: errori relativi al prodotto.

  • Config ProductName: nome di prodotto di configurazione di Office 2007 e versioni successive, ad esempio PROPLUS.

  • Config PackageID: ID del pacchetto di configurazione di Office 2007 e versioni successive, ad esempio ProPlusWW.

  • Chained Packages: elenco dei pacchetti concatenati di Office 2007 e versioni successive per questa famiglia di prodotti.

  • Possible Licenses: elenco dei tipi di licenza specifici di Office 2010 per questa famiglia di prodotti.

  • Active License: campo specifico di Office 2010 con dettagli relativi alla licenza attiva.

  • Patch Baseline: versione di build utilizzata da una patch per determinare la validità della relativa versione di base, ad esempio 14.0.4763.1000.

  • Post Baseline Sequences: livelli di versione della famiglia di patch corrente.

  • Patchlist by product: elenco dei file MSP delle patch applicati direttamente al client.

  • Patches in InstallSource: patch "integrate" nella posizione di installazione amministrativa (AIP).

  • InstallSource Type: tipo di origine di installazione.

  • Initially Used Source: origine di installazione (InstallSource) utilizzata per l'installazione iniziale del prodotto, ad esempio C:\MSOCache\All Users\{90140000-0011-0000-0000-0000000FF1CE}-C\.

  • Last Used Source: origine di installazione (InstallSource) utilizzata l'ultima volta in cui è stato necessario avvalersi dell'origine.

  • LIS Resiliency Source(s): origini registrate da cui è stata creata l'origine di installazione locale (LIS). Queste origini vengono utilizzate quando è necessario ripristinare l'origine di installazione locale.

  • Network Source(s): origini registrate non Web per il prodotto.

  • FeatureStates: elenco di tutti gli elementi Feature e del relativo FeatureState.

<ProductName>

Questo è il nome del prodotto visualizzato in Programmi e funzionalità nel Pannello di controllo. Se non è il nome di prodotto predefinito, significa che il pacchetto di installazione è stato personalizzato in modo significativo. Esaminare attentamente questa sezione per accertarsi che le personalizzazioni siano supportate.

ProductVersion

Questo è il numero di build di Office utilizzato da Windows Installer. Tenere presente che le versioni dei singoli file possono variare. Se si fa clic sulla scheda File dell'applicazione e quindi su Guida, possono venire visualizzati altri valori per l'ID prodotto nella sezione Prodotto attivato nome famiglia di prodotti o Informazioni su nome programma.

ProductVersion è la versione utilizzata per l'applicazione di patch. Per ulteriori informazioni, vedere l'articolo della Knowledge Base 328294, Nella finestra di dialogo Informazioni su Microsoft <nome programma> viene indicata una versione di Service Pack diversa da quella prevista in Office XP e in Office 2003 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=218895&clcid=0x410).

ServicePack Level

Lo script ROIScan.vbs utilizza la logica personalizzata per convertire la versione di build di Office nel livello di Service Pack correlato. A tale scopo, vengono utilizzati termini comuni come RTM, SP1, SP2 e SP3. Questa logica non è valida per le applicazioni rilasciate solo come download Web. In questo caso, le versioni di build vengono indicate come "Web Release".

Per informazioni su come verificare la versione di Office, vedere gli articoli seguenti della Knowledge Base:

ProductCode

GUID del prodotto, ovvero l'identificatore chiave. È utile se è necessario ottenere o identificare il valore ProductCode per le operazioni dalla riga di comando, ad esempio per eseguire comandi di Windows Installer come msiexec /i <ProductCode>.

Per informazioni sullo schema di numerazione dei GUID di prodotto, vedere gli articoli seguenti della Knowledge Base:

Msi ProductName

ProductName restituito dall'API di Windows Installer. Viene utilizzato se non è possibile recuperare il nome del prodotto da Programmi e funzionalità nel Pannello di controllo.

Configuration SKU

Nome di riferimento breve del prodotto utilizzato nel file Config.xml, ad esempio Office14.PROPLUS.

InstallDate

Data di installazione. Viene utilizzato il formato seguente: AAAAMMGG. È disponibile in Windows Installer 3.x e versioni successive.

UserSid

Office in genere viene installato in base al singolo computer. In questi casi, UserSid è una stringa vuota. Se invece un prodotto viene installato nel contesto del singolo utente, il SID dell'utente viene associato all'istanza installata del prodotto. Nel caso relativo al singolo utente, un'applicazione può venire elencata diverse volte, una per ogni SID utente.

ProductContext

I prodotti basati su Installer possono essere installati in base all'utente o al computer. In questa riga viene indicato il contesto del prodotto. Per Office 2007 e Office 2010 è consentito solo il contesto relativo al al computer.

Esempio: ProductContext Machine

ProductState

Windows Installer può differenziare i quattro stati di installazione del prodotto seguenti:

  • UNKNOWN   Il prodotto non è stato né annunciato né installato.

  • ADVERTISED    Il prodotto è stato annunciato, ma non installato.

  • ABSENT   Il prodotto è stato installato per un altro utente.

  • DEFAULT   Il prodotto è stato installato per l'utente corrente.

Gli stati diversi da DEFAULT, indicato come "Installed" nel registro, sono molto rari.

Transforms

Da Microsoft Office 2000 a Office 2003 vengono utilizzati file delle trasformazioni (con estensione mst) come metodi predefiniti per personalizzare la configurazione di Office. Benché sia possibile utilizzare più di una trasformazione, questa procedura non è consigliata.

Original .msi Name

Nome del file MSI nell'origine di installazione (InstallSource). Per alcune versioni di Office, gli SKU relativi ai contratti multilicenza utilizzano una convenzione di denominazione diversa rispetto agli SKU dei prodotti con licenza Retail. Se si sta tentando di riprodurre un problema, Original .msi Name fornisce il primo indizio su quale sia il file necessario. È tuttavia meno affidabile dei valori ProductCode e Build/Origin.

Cached .msi Package

Windows Installer memorizza nella cache una copia locale di ogni pacchetto MSI installato. Il file viene rinominato utilizzando un nome casuale. Poiché vi possono essere numerosi file nella cache locale di Windows Installer, Cached .msi Package può essere utile se è necessario individuare un file specifico. Se il file memorizzato localmente nella cache manca per un'applicazione installata, l'applicazione non è gestibile.

Build/Origin

I valori Build/Origin sono archiviati nella tabella Property del file MSI. I valori non sono disponibili in modo uniforme in tutte le versioni di Office, pertanto le due proprietà (Build e Origin) sono state combinate in un'unica riga del file di registro ROIScan. Questa è un'informazione essenziale se è necessario identificare il supporto esatto da utilizzare per riprodurre un problema di installazione.

Per illustrare meglio questa questione, osservare le due espressioni seguenti provenienti dalla versione inglese di Office 2003 Professional:

  • 5608_0\x86\ship\1033\pro11 / 5614.0_o11pro_CBXS_ENG

  • 5608_0\x86\ship\1033\pro11 / 5614.0_o11sel_CBXS_ENG

Il primo valore proviene dal supporto contenente solo la versione "Professional" del prodotto. Il secondo valore invece proviene dal supporto "Select", in cui si combinano tutte le famiglie di prodotti Office e i prodotti autonomi.

Nella proprietà Build vengono elencate le informazioni seguenti: "<Build>\<Architecture>\<ship/debug>\<LCID>\<SKU>". Si noti che questo riferimento alla <Build> non è incluso in ProductVersion.

Nella proprietà Origin vengono elencate le informazioni seguenti: "<Build>_<Product>_<Market>_<Language>".

Nella voce <Market> sono incluse le informazioni seguenti:

  • [Media], che può avere uno dei valori seguenti: C = Compressed, D = Uncompressed, P = Patch, S = Self oppure W = IExpress package

  • [Version], che può avere uno dei valori seguenti: B=Bypass, E= Enterprise, N = Non-Bypass, O = OEM, P= PIPC, R= Retail, S = Select oppure T = Trial

  • [Patch Type] oppure [Platform], che può avere uno dei valori seguenti: R = Roll up, S = Single oppure X = x86

  • [Ship/Debug], che può avere uno dei valori seguenti: S = Ship oppure D = Debug

Package Code

Il codice di pacchetto è un GUID che identifica un determinato pacchetto di Windows Installer. Tale codice associa un file MSI a un'applicazione o a un prodotto e viene inoltre utilizzato per la verifica delle origini.

Se il valore Package Code registrato per un prodotto non corrisponde a quello presente nell'origine di installazione (InstallSource), tale origine non può essere accettata come InstallSource valida.

Per ulteriori informazioni sul codice di pacchetto, vedere Codici di pacchetto (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=218918&clcid=0x410) in MSDN Library.

Notes

In questa sezione vengono elencati i problemi di tipo Notes e Warnings rilevati per il prodotto. Gli elementi riportati nella sezione Notes non indicano necessariamente un errore relativo all'installazione o un problema relativo allo stato della stessa. È comunque consigliabile leggere le informazioni fornite.

Error

In questa sezione vengono elencati gli errori rilevati per il prodotto. Un errore indica un problema e deve essere esaminato.

Config ProductName

Questo è un valore specifico di Office introdotto con Office 2007. Per alcune operazioni di manutenzione è necessario che tale valore sia specificato nella riga di comando. Alcuni esempi sono le opzioni /modify e /uninstall della riga di comando di Setup. Per informazioni sui comandi di Setup, vedere Opzioni della riga di comando del programma di installazione per Office System 2007 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=218920&clcid=0x410).

Config PackageID

Questo è un valore specifico di Office ed è utile per identificare quale pacchetto nell'architettura di Office 2007 con più file MSI sia l'effettivo pacchetto di base del prodotto.

Chained Packages

Nella sezione Chained Packages vengono elencati tutti i pacchetti MSI correlati al prodotto Office 2007.

A partire da Office System 2007, Microsoft ha introdotto un'architettura con più file MSI. Se sono installati più prodotti Office, potrebbe essere difficile identificare il file MSI appartenente alle applicazioni installate. Per consentire di risalire più facilmente al valore ProductVersion dei pacchetti concatenati, per ognuno vengono elencate le singole informazioni sulla versione.

In questa categoria vengono inoltre elencate le applicazioni configurate come Escludi dall'installazione. Verrà installato ogni file MSI che fa parte del prodotto. Nel file MSI alcune funzionalità dell'applicazione potrebbero tuttavia essere configurate come Escludi dall'installazione.

Possible Licenses

A partire da Office 2010, in Office viene utilizzata la stessa tecnologia di attivazione di Windows. In questa sezione vengono elencati tutti i tipi di licenza che il prodotto può supportare.

Active License

Viene indicato quale degli SKU di licenza di prodotto possibili è quello attivo selezionato per il prodotto. In Active License vengono forniti ulteriori dettagli, a seconda del tipo di licenza attiva.

Patch Baseline

Per determinare se una patch può essere applicata a un prodotto, Windows Installer verifica il valore ProductVersion (build) corrente. Il pacchetto msp viene applicato solo se il valore ProductVersion rilevato corrisponde a una versione di build che la patch può gestire. Corrisponde al valore ProductVersion e viene ripetuto per facilitare l'utilizzo del registro.

Post Baseline Sequences

A partire da Windows Installer 3.x, sono state introdotte le "sequenze di patch" per consentire una migliore applicazione delle patch. In questa sezione vengono elencati i numeri di famiglia di patch maggiori della versione di base corrente.

Patches by product

Elenco di tutte le patch in cui il file MSP è stato applicato direttamente nel client. A seconda della versione di Windows Installer, i dettagli elencati possono variare. Windows Installer 3.x e versioni successive offre una serie di dettagli più estesa rispetto a Windows Installer 2.x.

In ogni riga vengono elencate le informazioni seguenti:

  • <KB Reference>

  • <PatchState> - I valori di stato sono Applied o Superseded.

  • <PackageName> - Nome della patch originale.

  • <PatchSequence> - Numero di sequenza della patch.

  • <Uninstallable> - Indica se la patch può essere disinstallata.

  • <InstallDate> - Data di installazione della patch. Viene utilizzato il formato AAMMGG.

  • <PatchCode> - Identificatore univoco della patch.

  • <LocalPackage> - Percorso e nome del file nella cache locale di Windows Installer.

  • <PatchTransform> - Riferimento alla trasformazione incorporata nella patch utilizzata.

  • <Displayname> - Titolo della patch.

  • <MoreInfoUrl> - Collegamento alla documentazione relativa alla patch.

Patches in InstallSource

Da Office 2000 a Office 2003 i prodotti consentono di creare una posizione di installazione amministrativa (AIP). Per queste versioni di Office, è possibile applicare patch a tale posizione. Questa procedura è nota come "installazione integrata". A tale proposito, vi sono regole che è consigliabile conoscere. Per ulteriori informazioni, vedere Strategie per l'aggiornamento delle installazioni di Office 2003 (http://office.microsoft.com/en-us/ha011525741040.aspx).

Hh221405.note(it-it,office.14).gifNota:

Se si distribuisce Office 2000 o Office 2003 da una posizione di installazione amministrativa senza mai aggiornare l'immagine, è possibile distribuire le patch client direttamente agli utenti, purché questi dispongano di un accesso affidabile all'origine originale senza patch in rete. Dopo aver applicato una patch a un'immagine amministrativa, è tuttavia necessario in futuro aggiornare tale immagine ed eseguire di nuovo la memorizzazione nella cache e la reinstallazione di Office nei computer degli utenti. Per essere certi che il processo di aggiornamento funzioni correttamente anche successivamente, scegliere un unico metodo per aggiornare i client di Office 2000 e Office 2003.

Se si applicano aggiornamenti client tra un Service Pack e l'altro, come procedura alternativa più efficiente rispetto alla riesecuzione della memorizzazione nella cache e alla reinstallazione di Office per ogni nuova uscita di aggiornamenti critici o di sicurezza, è possibile distribuire questi aggiornamenti intermedi direttamente ai client, anche se si basano su un'immagine amministrativa come origine. È necessario innanzitutto avere stabilito tutti gli utenti sulla versione di base più recedente di Office 2003.

Non è possibile utilizzare la stessa strategia per distribuire i Service Pack. Le versioni client di questi ultimi richiedono un'origine a livello di versione originale, ad esempio un'immagine amministrativa senza patch o un'origine di installazione locale.

Negli articoli seguenti della Knowledge Base viene illustrato come trovare gli aggiornamenti di Office:

InstallSource Type

Facilita l'identificazione del tipo di origine di installazione su cui è basato il prodotto. I valori possibili sono i seguenti:

  • Origine originale con nomi di file lunghi

  • Origine originale con nomi di file brevi

  • File di origine compressi con nomi lunghi

  • File di origine compressi con nomi brevi

  • Immagine amministrativa con nomi di file lunghi

  • Immagine amministrativa con nomi di file brevi

Per i prodotti Office, in genere è disponibile il CD (o una copia semplice 1:1 del CD in un percorso di rete) in formato compresso.

L'immagine amministrativa o la posizione di installazione amministrativa (AIP) è molto comune con Office 2000 e Office 2003. Per la posizione di installazione amministrativa, nella maggior parte dei prodotti Office vengono utilizzati per impostazione predefinita i nomi di file brevi.

Initially Used Source

Quando un prodotto viene installato per la prima volta, registra i valori ProductInfo. In Initially Used Source viene registrato il percorso da cui Windows Installer ha richiamato l'installazione.

Last Used Source

Quando una patch o un'operazione di manutenzione deve accedere all'origine di installazione, innanzitutto tenta di utilizzare l'origine visualizzata come valore Last Used Source. Se tale origine non è disponibile ed è necessario utilizzare un'altra origine, questa verrà registrata come ultima origine utilizzata.

LIS Resiliency Source(s)

Elenco delle origini registrate a partire dalle quali è stata creata l'origine di installazione locale (LIS). Per le installazioni basate su tale origine, potrebbe venire visualizzata l'effettiva origine utilizzata inizialmente. Nei casi in cui è necessario ripristinare l'origine di installazione locale, setup.exe tenta di accedere a questi percorsi per ripristinarla.

Network Source(s)

Per origini di rete fondamentalmente si intendono tutte le origini che non siano unità CD/DVD (sono incluse anche le unità disco rigido locali). Questo è un elenco facoltativo di origini che possono essere utilizzate se l'ultima origine utilizzata non è disponibile. Per impostazione predefinita, non vi sono ulteriori origini (più origini) elencate.

FeatureStates

Questa opzione è presente nel registro solo se è abilitata l'opzione /Full. Gli elementi Feature e il FeatureState corrente (tra parentesi) vengono visualizzati in una struttura ordinata. Ad esempio:

FeatureStates 
Converter12Dependencies (Local)
      Oice_QFE (Local)
Converter12DependenciesIntl_1033 (Local)
      ExcelConverter12Files (Local)
      ExcelConverter12Intl_1033 (Local)
      PPTConverter12Files (Local)
      PPTConverter12Intl_1033 (Local)
      WordConverter12Files (Local)

Domande frequenti

A chi è possibile rivolgersi in caso di domande su ROIScan.vbs?

Per problemi relativi al supporto dello script ROIScan.vbs, inviare un messaggio di posta elettronica a ROIScan_Feedback@microsoft.com.

Lo script può essere utilizzato per prodotti server Office?

Sì, lo script ROIScan.vbs è in grado di funzionare anche con prodotti server Office.

Lo script è in grado di riconoscere le versioni a 64 bit?

Sì.

In Windows Vista lo script segnala sempre Cartelle Web come "un'applicazione di Office senza punto di ingresso in Installazione applicazioni - Aggiornamento software Microsoft per Cartelle Web (inglese) 12 - {90120000-0010-0409-0000-0000000FF1CE}"

Questo è un problema noto che si verifica quando ai computer che eseguono Windows Vista viene applicato l'aggiornamento seguente: Descrizione dell'aggiornamento software per Cartelle Web: 18 maggio 2007 (articolo 907306 della Knowledge Base all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=217651&clcid=0x410).

È possibile eseguire lo script con privilegi di utente oppure è necessario essere amministratori?

Lo script ROIScan.vbs richiede privilegi di amministratore ed è necessario eseguirlo come amministratori nei computer che eseguono Windows Vista e versioni successive dei sistemi operativi Windows.

In Windows Vista lo script visualizza sempre errori

Nei computer che eseguono Windows Vista lo script ROIScan.vbs deve essere eseguito da un prompt dei comandi con privilegi elevati.

Viene visualizzato un errore di Windows Script Host

Errore: Windows Script Host - Impossibile trovare il motore di script "VBScript" per lo script "ROIScan.vbs".

Causa: questo errore indica che il file VBScript.dll non è registrato.

Soluzione: per risolvere questo problema, è necessario registrare VBScript.dll.

Per registrare VBScript.dll

  1. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui e quindi digitare il comando seguente:

    regsvr32 %windir%\system32\vbscript.dll

  2. Premere INVIO.

    Verrà visualizzato un messaggio di RegSvr32: "DllRegisterServer in C:\Windows\system32\vbscript.dll succeeded".

Cronologia delle modifiche

Data Descrizione

2012/05/16

Pubblicazione iniziale

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2014 Microsoft