Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Verifica di un dominio presso qualsiasi registrar

Pubblicato: giugno 2012

Aggiornamento: febbraio 2013

Si applica a: Office 365, Windows Azure, Windows Intune

noteNota
In questo argomento viene fornito contenuto della Guida online applicabile a più servizi cloud Microsoft, tra cui Windows Intune e Office 365.

Se si dispone già di un nome di dominio, è possibile configurarlo per utilizzarlo con il Tenant di Windows Azure AD. Dopo aver configurato il dominio per l'utilizzo di Windows Azure AD, è possibile modificare la destinazione di servizi del dominio quali la posta elettronica e l'hosting Web in modo che puntino al servizio cloud. Per ulteriori informazioni, vedere Aggiungi il dominio.

Se si dispone già di un dominio registrato presso un registrar e si desidera configurarlo per l'utilizzo con Windows Azure AD, è necessaria la verifica del dominio al fine di confermare che si è proprietari di tale dominio. Per eseguire tale verifica, si crea un record DNS sul registrar in modo che Windows Azure AD utilizzi quindi tale record per confermare che si è proprietari del dominio.

noteNota
  • Per poter verificare il dominio, è necessario aggiungere un dominio personalizzato a Windows Azure AD. Se è stato aggiunto un dominio personalizzato, ma non è ancora stato verificato, lo stato sarà Fare clic per verificare il dominio o Non verificato.

  • È possibile aggiungere e verificare il nome di un dominio personalizzato una sola volta. Se un altro utente all'interno della società ha già aggiunto e verificato il nome di un dominio personalizzato in Windows Azure AD, verrà visualizzato un messaggio di errore nel caso in cui si tenti di aggiungere nuovamente lo stesso dominio.

Se l'attuale provider del servizio di hosting, che potrebbe essere il registrar, è presente nell'elenco che segue, fare clic sul relativo collegamento per istruzioni dettagliate sulla verifica del dominio. Se invece il provider del servizio di hosting DNS non è incluso nell'elenco, per verificare il dominio utilizzare le istruzioni che seguono l'elenco. Per verificare il dominio in servizio cloud, è necessario completare tutti i passaggi.

Completare i seguenti passaggi:

Passaggio 1. Raccolta di informazioni sul dominio

In base al portale che si utilizza per amministrare il tenant di Windows Azure AD, sarà necessario raccogliere alcune informazioni sul dominio in modo da poter creare successivamente un record DNS che verrà utilizzato durante il processo di verifica. Per ulteriori informazioni, vedere Aggiungi il dominio.

Trovare le informazioni di dominio utilizzando Windows Intune o il portale account di Windows Azure AD

  1. Nel portale fare clic su Domini, quindi seguire le istruzioni per aggiungere un dominio.

    noteNota
    Se è già stato aggiunto un dominio, individuare il dominio da verificare nell'elenco dei nomi di dominio della pagina dei Domini. Nella colonna Stato fare clic su Fare clic per verificare il dominio.

  2. Nell'elenco a discesa Vedere le istruzioni per eseguire questo passaggio con: della pagina Verifica dominio scegliere il provider del servizio di hosting DNS. Se il provider non compare nell'elenco, scegliere Istruzioni generali.

  3. Nell'elenco a discesa Selezionare un metodo di verifica: scegliere Aggiungi un record TXT (metodo consigliato) o Aggiungi un record MX (metodo alternativo).

    Per suggerimenti per la scelta del metodo di verifica, vedere Verifica del dominio per mezzo di un record TXT o di un record MX.

  4. Copiare o registrare le informazioni Indirizzo di puntamento o destinazione dalla tabella.

Trovare le informazioni di dominio utilizzando il portale di gestione di Windows Azure

  1. Nel portale fare clic su Active Directory, quindi su Directory aziendale, Domini e quindi seguire le istruzioni per aggiungere un dominio.

    noteNota
    Se è già stato aggiunto un dominio, individuare il dominio da verificare nell'elenco dei nomi di dominio della pagina Domini, quindi fare clic su Verifica.

  2. Nell'elenco a discesa Tipo di record della pagina Verifica scegliere Record TXT or Record MX.

  3. Copiare o registrare le informazioni.

Queste informazioni saranno necessarie per la creazione del nuovo record DNS sul registrar nella sezione successiva.

Passaggio 2. Aggiunta di un record DNS in un registrar

Windows Azure AD utilizza il record DNS creato presso il registrar per confermare che si è proprietari del dominio. Utilizzare le istruzioni riportate di seguito per creare un tipo di record TXT o MX per un dominio che è stato registrato nel registrar.

noteNota
È possibile riscontrare differenze tra il sito Web del registrar e quello descritto in queste istruzioni.

Per aggiungere un record TXT al registrar

  1. Accedere al sito Web del registrar e quindi selezionare il dominio da verificare.

  2. Nell'area di gestione DNS del proprio account selezionare l'opzione relativa all'aggiunta di un record TXT per il dominio.

  3. Nella casella TXT relativa al dominio digitare: @

  4. Nella casella Nome di dominio completo (FQDN) o Punta a digitare o incollare l'Indirizzo di destinazione o puntamento registrato in Passaggio 1. Raccolta di informazioni sul dominio.

  5. Nella casella TTL digitare 1 per impostare il valore TTL su un'ora.

  6. Salvare le modifiche e quindi disconnettersi dal sito Web del registrar.

Per aggiungere un record MX al registrar

  1. Accedere al sito Web del registrar e quindi selezionare il dominio da verificare.

  2. Nell'area di gestione DNS del proprio account selezionare l'opzione relativa all'aggiunta di un record MX per il dominio.

  3. Nella casella MX relativa al dominio digitare: @

  4. Nella casella Nome di dominio completo (FQDN) o Punta a digitare o incollare l'Indirizzo di destinazione o puntamento registrato in Passaggio 1. Raccolta di informazioni sul dominio.

  5. Nella casella TTL digitare 1 per impostare il valore TTL su un'ora.

  6. Nella casella priorità (o preferenza), digitare un numero maggiore del numero specificato per i record MX esistenti. Questo consente di evitare che il nuovo record MX interferisca con il routing della posta elettronica per il dominio. Invece di una priorità, potrebbero venire visualizzate le seguenti opzioni: Bassa, Media, Alta. In questo caso, scegliere Bassa.

  7. Salvare le modifiche e quindi disconnettersi dal sito Web del registrar.

Dopo aver creato il record TXT o MX ed effettuato la disconnessione dal sito Web, tornare a servizio cloud per verificare il dominio.

noteNota
Di solito sono necessari circa 15 minuti per rendere effettive le modifiche. Tuttavia, la propagazione del record creato attraverso il sistema DNS potrebbe richiedere fino a 72 ore.

Passaggio 3. Verifica del dominio

Al termine della propagazione del record creato per il dominio all'interno del sistema DNS, effettuare le seguenti operazioni per completare la verifica del dominio con Windows Azure AD.

  1. Nel portale fare clic su Domini.

  2. Nell'elenco Domini individuare il dominio da verificare, quindi, in base al portale che si utilizza, fare clic su Fare clic per verificare il dominio o Verifica.

  3. Seguire le istruzioni fornite per completare il processo di verifica.

    • Se la verifica del dominio ha esito positivo, verrà notificato che il dominio è stato aggiunto all'account.

    • In caso di esito negativo della verifica del dominio, la propagazione delle modifiche apportate al registrar potrebbe richiedere tempi più lunghi. Annullare il processo di verifica e riprovare a eseguirla in un secondo momento.

    noteNota
    Se sono trascorse più di 72 ore dalle modifiche apportate al dominio, effettuare l'accesso al sito Web del registrar e verificare se le informazioni del record DNS sono state immesse correttamente. In caso contrario, è necessario rimuovere il record DNS non valido e crearne uno nuovo con le informazioni corrette utilizzando le procedure descritte in questo argomento.

Dopo aver verificato il dominio, è possibile configurarlo per l'utilizzo con i propri account.

Vedere anche

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2014 Microsoft