Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Gestione di Windows Azure Active Directory con Windows PowerShell

Pubblicato: marzo 2013

Aggiornamento: maggio 2014

Si applica a: Azure, Office 365, Windows Intune

noteNota
  • Per collegarsi a questa pagina, utilizzare http://aka.ms/aadposh.

  • Per eventuali commenti su questo contenuto o per domande sulle informazioni presentate in questo articolo, seguire le linee guida per il feedback.

  • In questo argomento vengono fornite informazioni relative ai servizi cloud, quali Windows Intune e Office 365, che sono basati su Microsoft Azure Active Directory per i servizi di identità e directory.

  • I cmdlet del Modulo di Microsoft Azure Active Directory per Windows PowerShell erano precedentemente definiti cmdlet del Modulo dei Microsoft Online Services per Windows PowerShell.

In qualità di amministratore, è possibile utilizzare i cmdlet del Modulo di Azure Active Directory per Windows PowerShell per eseguire numerose attività amministrative basate su tenant di Azure AD, ad esempio la gestione degli utenti e dei domini e la configurazione di Single Sign-On. In questo argomento sono incluse informazioni sull'installazione di questi cmdlet per l'utilizzo con il tenant.

Di seguito sono riportati i requisiti per l'esecuzione del Modulo di Microsoft Azure Active Directory.

  • Sistema operativo: utilizzare Windows 7, Windows 8, Windows Server 2008 R2 o Windows Server 2012 con la versione predefinita di Microsoft .NET Framework e di Windows PowerShell.

  • Installazione degli aggiornamenti: assicurarsi di aver installato tutti gli aggiornamenti necessari per i servizi cloud Microsoft sottoscritti. Ad esempio, alcune funzionalità dei servizi cloud potrebbero non funzionare correttamente senza le versioni appropriate del sistema operativo, del browser Web e del software.

  • Installazione dell'Assistente per l'accesso ai Microsoft Online Services: è necessario installare la versione appropriata dell'Assistente per l'accesso ai Microsoft Online Services per il sistema operativo in uso dall'Area download Microsoft. Assistente per l'accesso ai Microsoft Online Services per professionisti IT - RTW.

Torna a Contenuti

È necessario installare la versione appropriata del Modulo di Azure AD per Windows PowerShell per il sistema operativo in uso dall'Area download Microsoft:

Dopo aver fatto clic sul collegamento, fare clic su Esegui per eseguire il pacchetto del programma di installazione.

ImportantImportante
Se si utilizzano Windows PowerShell 2.0 e Single Sign-On, è necessario disporre almeno di Windows PowerShell 2.0 e dei privilegi di amministratore per il server ADFS. Per l'esecuzione di questi cmdlet, è consigliabile accedere in remoto al server ADFS. A tal fine, è possibile utilizzare i servizi remoti di Windows PowerShell. Per altre informazioni, vedere About_Remote_Requirements.

Il cmdlet Set-MsolUser include un parametro StrongAuthenticationRequirements, necessario per abilitare l'autenticazione a più fattori. Se il cmdlet Set-MsolUser nell'installazione esistente non include il parametro StrongAuthenticationRequirements, reinstallare il Modulo di Azure AD tramite uno dei collegamenti precedenti per assicurarsi di utilizzare la versione più aggiornata.

Se si tenta di installare il Modulo di Azure AD in un computer in cui è già presente, per continuare l'installazione sarà necessario rimuovere la versione esistente. Utilizzare Installazione applicazioni nel Pannello di controllo per rimuovere il Modulo di Azure Active Directory per Windows PowerShell oppure, se si dispone di un'installazione meno recente, per rimuovere il Modulo dei Microsoft Online Services per Windows PowerShell. Per effetto di questa operazione di disinstallazione vengono rimossi entrambi i moduli MSOnline e MSOnlineExtended.

Il cmdlet Remove-Module consente di rimuovere i cmdlet MSOnline dalla sessione e ma non di disinstallare il modulo.

Fare clic sul collegamento al Modulo di Microsoft Azure Active Directory per Windows PowerShell per aprire un'area di lavoro di Windows PowerShell con i cmdlet. In alternativa, è possibile caricare manualmente i cmdlet digitando import-module MSOnline al prompt dei comandi di Windows PowerShell.

Prima di eseguire i cmdlet descritti in questo articolo, è necessario connettersi al servizio online. A tal fine, è necessario eseguire il cmdlet connect-msolservice al prompt dei comandi di Windows PowerShell. Verrà chiesto di immettere le credenziali. Se lo si desidera, è possibile fornire le credenziali in anticipo, come nel seguente esempio:

$msolcred = get-credential
connect-msolservice -credential $msolcred

Il primo comando richiede le credenziali e le memorizza come $msolcred. Il comando successivo utilizza le credenziali come $msolcred per la connessione al servizio.

Per altre informazioni sui cmdlet del Modulo di Microsoft Azure Active Directory per Windows PowerShell, è possibile effettuare le seguenti operazioni:

  • Per creare una cartella per le informazioni di supporto, elencare i cmdlet e aprire il file nel Blocco note, è possibile eseguire i comandi riportati di seguito al prompt dei comandi di Windows PowerShell:

    new-item c:\MSOLHelp -type directory
    get-command | Where-Object {$_.name -like "*msol*"} | format-list | Out-File c:\MSOLHelp\msolcmdlets.txt
    notepad c:\MSOLHelp\msolcmdlets.txt
    
    
  • Per visualizzare gli esempi relativi a un cmdlet, eseguire il comando riportato di seguito al prompt dei comandi di Windows PowerShell: get-help <cmdlet-name> -examples

  • Per visualizzare il nome, la sinossi, la descrizione, le descrizioni dei parametri ed eventuali esempi relativi a un cmdlet, eseguire il comando riportato di seguito al prompt dei comandi di Windows PowerShell: get-help <cmdlet-name> -detailed

  • Per visualizzare il nome, la sinossi, la descrizione, i parametri dettagliati ed eventuali esempi relativi a un cmdlet, eseguire il comando riportato di seguito al prompt dei comandi di Windows PowerShell: get-help <cmdlet-name> -full

Torna a Contenuti

Utilizzare i cmdlet descritti di seguito per eseguire una serie di attività correlate alla gestione di utenti, password e UPN.

 

Cmdlet di Windows PowerShell Descrizione

Convert-MsolFederatedUser

Il cmdlet Convert-MsolFederatedUser consente di aggiornare un utente in un dominio che è stato recentemente convertito da Single Sign-On (noto anche come federazione delle identità) al tipo di autenticazione standard. È necessario specificare una nuova password per l'utente.

Get-MsolUser

Il cmdlet Get-MsolUser consente di recuperare un singolo utente o un elenco di utenti. Se si utilizza il parametro ObjectId o UserPrincipalName, viene recuperato un singolo utente.

New-MsolUser

Il cmdlet New-MsolUser consente di creare un nuovo utente in Strumento di sincronizzazione. Per concedere all'utente l'accesso ai servizi, è necessario assegnargli anche una licenza (tramite il parametro LicenseAssignment).

Remove-MsolUser

Il cmdlet Remove-MsolUser consente di rimuovere un utente da Strumento di sincronizzazione. Per effetto dell'esecuzione di questo cmdlet vengono eliminati l'utente, le relative licenze e gli eventuali altri dati associati.

Restore-MsolUser

Il cmdlet Restore-MsolUser consente di ripristinare lo stato originale di un utente che risulta eliminato. Nella visualizzazione degli utenti eliminati gli oggetti utente vengono mantenuti per 30 giorni.

Set-MsolUser

Il cmdlet Set-MsolUser consente di aggiornare un oggetto utente. È opportuno notare che questo cmdlet deve essere utilizzato solo per le proprietà di base. Le licenze, la password e il nome dell'entità utente relativi a un utente possono essere aggiornati rispettivamente dai cmdlet Set-MsolUserLicense, Set-MsolUserPassword e Set-MsolUserPrincipalName.

Set-MsolUserPassword

Il cmdlet Set-MsolUserPassword consente di cambiare la password di un utente. Può essere utilizzato solo per gli utenti con identità standard.

Set-MsolUserPrincipalName

Il cmdlet Set-MsolUserPrincipalName consente di modificare il nome dell'entità utente () di un utente. Può essere utilizzato per spostare un utente da un dominio federato a uno standard, con conseguente modifica del tipo di autenticazione dell'utente in base a quello del dominio di destinazione.

Redo-MsolProvisionUser

Il cmdlet Redo-MsolProvisionUser consente di ripetere il provisioning di un oggetto utente in Azure Active Directory se un precedente tentativo di creare tale oggetto ha generato un errore di convalida.

Torna a Contenuti

Utilizzare i cmdlet descritti di seguito per eseguire una serie di attività correlate alle appartenenze ai ruoli e ai gruppi, quali l'aggiunta di un utente a un ruolo o a un gruppo, la creazione e la rimozione di gruppi.

 

Cmdlet di Windows PowerShell Descrizione

Add-MsolGroupMember

Il cmdlet Add-MsolGroupMember consente di aggiungere membri a un gruppo di sicurezza. I nuovi membri possono essere utenti o altri gruppi di sicurezza.

Get-MsolGroup

Il cmdlet Get-MsolGroup consente di recuperare gruppi da Strumento di sincronizzazione. Può essere utilizzato per restituire un singolo gruppo (con il parametro ObjectId) o per eseguire una ricerca all'interno di tutti i gruppi.

Get-MsolGroupMember

Il cmdlet Get-MsolGroupMember consente di recuperare i membri del gruppo specificato. I membri possono essere utenti o gruppi.

New-MsolGroup

Il cmdlet New-MsolGroup consente di aggiungere un nuovo gruppo di sicurezza a Strumento di sincronizzazione.

Remove-MsolGroup

Il cmdlet Remove-MsolUser consente di eliminare un gruppo da Strumento di sincronizzazione.

Remove-MsolGroupMember

Il cmdlet Remove-MsolGroupMember consente di rimuovere un membro da un gruppo di sicurezza. Il membro può essere un utente o un gruppo.

Set-MsolGroup

Il cmdlet Set-MsolGroup consente di aggiornare le proprietà di un gruppo di sicurezza.

Add-MsolRoleMember

Il cmdlet Add-MsolRoleMember consente di aggiungere un membro a un ruolo. Attualmente, solo gli utenti possono essere aggiunti a un ruolo. Non è supportata l'aggiunta di un gruppo di sicurezza.

Get-MsolRole

Il cmdlet Get-MsolUser consente di recuperare un elenco di ruoli di amministratore.

Get-MsolUserRole

Il cmdlet Get-MsolUserRole consente di recuperare tutti i ruoli di amministratore a cui appartiene l'utente specificato. Vengono restituiti anche i ruoli di cui l'utente è membro tramite l'appartenenza a un gruppo di sicurezza.

Get-MsolRoleMember

Il cmdlet Get-MsolRoleMember consente di recuperare tutti i membri del ruolo specificato.

Remove-MsolRoleMember

Il cmdlet Remove-MsolRoleMember consente di rimuovere un utente da un ruolo di amministratore.

Redo-MsolProvisionGroup

Il cmdlet Redo-MsolProvisionGroup consente di ripetere il provisioning di un oggetto gruppo in Azure Active Directory se un precedente tentativo di creare tale oggetto ha generato un errore di convalida.

Torna a Contenuti

Utilizzare i cmdlet descritti di seguito per eseguire una serie di attività correlate alle entità servizio.

 

Cmdlet di Windows PowerShell Descrizione

Set-MsolServicePrincipal

Il cmdlet Set-MsolServicePrincipal consente di aggiornare un'entità servizio in Strumento di sincronizzazione. Può essere utilizzato per aggiornare il nome visualizzato, lo stato di abilitazione dell'entità servizio, trusted per la delega, i nomi o gli indirizzi dell'entità servizio.

New-MsolServicePrincipal

Il cmdlet New-MsolServicePrincipal consente di creare un'entità servizio che può essere utilizzata per rappresentare un'applicazione line-of-business o un server locale quale Microsoft Exchange, SharePoint o Lync in Strumento di sincronizzazione come oggetti entità servizio. L'aggiunta di una nuova applicazione come entità servizio consente a tale applicazione di eseguire l'autenticazione ad altri Microsoft Online Services.

Get-MsolServicePrincipal

Il cmdlet Get-MsolServicePrincipal consente di recuperare un'entità servizio o un elenco di entità servizio da Strumento di sincronizzazione.

Remove-MsolServicePrincipal

Il cmdlet Remove-MsolServicePrincipal consente di rimuovere un'entità servizio da Strumento di sincronizzazione.

New-MsolServicePrincipalAddresses

Il cmdlet New-MsolServicePrincipalAddress consente di creare un nuovo oggetto indirizzo per un'entità servizio che può essere utilizzato per aggiornare i relativi indirizzi.

Get-MsolServicePrincipalCredential

Il cmdlet Get-MsolServicePrincipalCredential consente di recuperare un elenco di credenziali associate a un'entità servizio.

New-MsolServicePrincipalCredential

Il cmdlet New-MsolServicePrincipalCredential consente di aggiungere una nuova credenziale a un'entità servizio oppure di aggiungere o distribuire le chiavi di credenziali di un'applicazione. L'entità servizio viene identificata mediante l'ID dell'oggetto, l'ID dell'applicazione o il nome dell'entità servizio (SPN, Service Principal Name).

Remove-MsolServicePrincipalCredential

Il cmdlet Remove-MsolServicePrincipalCredential consente di rimuovere una chiave di credenziali da un'entità servizio se tale chiave risulta compromessa o scaduta. L'entità servizio viene identificata mediante l'ID dell'oggetto, l'ID dell'applicazione o il nome dell'entità servizio (SPN, Service Principal Name). Le credenziali da rimuovere sono identificate dall'ID della chiave corrispondente.

Torna a Contenuti

Utilizzare i cmdlet descritti di seguito per eseguire una serie di attività di gestione dei domini, ad esempio la creazione o la rimozione di un dominio.

 

Cmdlet di Windows PowerShell Descrizione

Confirm-MsolDomain

Il cmdlet Confirm-MsolDomain consente di confermare la proprietà di un dominio. Per confermare la proprietà, è necessario aggiungere un record DNS TXT personalizzato per il dominio. È necessario innanzitutto aggiungere il dominio tramite il cmdlet New-MsolDomain e quindi chiamare il cmdlet Get-MsolDomainVerificationDNS per recuperare i dettagli del record DNS da impostare. Tenere presente che può verificarsi un ritardo (da 15 a 60 minuti) tra l'aggiornamento del DNS e il momento in cui il cmdlet è in grado di confermare la proprietà di un dominio.

Get-MsolDomain

Il cmdlet Get-MsolDomain consente di recuperare i domini aziendali.

Get-MsolDomainVerificationDns

Il cmdlet Get-MsolDomainVerificationDns consente di restituire i record DNS che devono essere impostati per la verifica di un dominio.

New-MsolDomain

Il cmdlet New-MsolDomain consente di creare un nuovo oggetto dominio. Può essere utilizzato per creare un dominio con identità gestite o federate. Per i domini federati è tuttavia preferibile utilizzare il cmdlet New-MsolFederatedDomain per assicurarsi che la configurazione sia corretta.

Remove-MsolDomain

Il cmdlet Remove-MsolDomain consente di eliminare un dominio da Strumento di sincronizzazione. Il dominio da eliminare deve essere vuoto. In altri termini, non possono essere presenti utenti o gruppi con indirizzi e-mail inclusi in questo dominio.

Set-MsolDomain

Il cmdlet Set-MsolDomain consente di aggiornare le impostazioni di un dominio. Mediante questo cmdlet è possibile modificare il dominio predefinito o le relative funzionalità (Email, Sharepoint, OfficeCommunicationsOnline).

Set-MsolDomainAuthentication

Il cmdlet Set-MsolDomainAuthentication consente di modificare l'autenticazione del dominio, passando dall'identità standard a Single Sign-On o viceversa. Con questo cmdlet vengono aggiornate solo le impostazioni in Strumento di sincronizzazione. È in genere preferibile utilizzare in alternativa Convert-MsolDomainToStandard o Convert-MsolDomainToFederated.

Get-MsolPasswordPolicy

Questo cmdlet consente di recuperare i criteri password correnti per il tenant o il dominio specificato.

Set-MsolPasswordPolicy

Questo cmdlet consente di impostare i valori associati alla finestra di notifica della password e alla finestra di validità della password per un dominio specificato o per tutti i domini nel tenant.

Torna a Contenuti

Utilizzare i cmdlet descritti di seguito per eseguire attività correlate a Single Sign-On, ad esempio aggiungere un nuovo dominio Single Sign-On (noto anche come dominio federato in base a identità) a Strumento di sincronizzazione.

 

Cmdlet di Windows PowerShell Descrizione

New-MsolFederatedDomain

Il cmdlet New-MsolFederatedDomain consente di aggiungere un nuovo dominio Single Sign-On (noto anche come dominio federato in base a identità) a Strumento di sincronizzazione e di configurare le impostazioni relative al trust della relying party tra il server Active Directory Federation Services 2.0 locale e Strumento di sincronizzazione. A causa dei requisiti di verifica del dominio, può essere necessario eseguire più volte questo cmdlet per portare a termine la procedura di aggiunta del nuovo dominio Single Sign-On.

Convert-MsolDomainToStandard

Il cmdlet Convert-MsolDomainToStandard consente di convertire il dominio specificato da Single Sign-On (noto anche come federazione delle identità) al tipo di autenticazione standard. Questa procedura consente inoltre di rimuovere le impostazioni relative al trust della relying party dal server Active Directory Federation Services 2.0 e da Strumento di sincronizzazione. Al termine della procedura, tutti gli utenti esistenti risulteranno convertiti da Single Sign-On al tipo di autenticazione standard. Come parte della procedura di conversione, agli utenti precedentemente configurati per Single Sign-On verrà assegnata una nuova password temporanea. I nomi e le nuove password temporanee di tutti gli utenti sottoposti a conversione verranno registrati in un file di riferimento per l'amministratore, che potrà quindi distribuire la nuova password temporanea a ciascun utente per abilitare l'accesso al servizio cloud.

Convert-MsolDomainToFederated

Il cmdlet Convert-MsolDomainToFederated consente di convertire il dominio specificato dal tipo di autenticazione standard a Single Sign-On (noto anche come federazione delle identità), configurando anche le impostazioni relative al trust della relying party tra il server Active Directory Federation Services 2.0 e Strumento di sincronizzazione. Nella procedura di conversione di un dominio dal tipo di autenticazione standard a Single Sign-On è prevista anche la conversione di tutti gli utenti. Questa operazione viene eseguita automaticamente al successivo accesso di ogni utente, senza alcun intervento da parte dell'amministratore.

Get-MsolFederationProperty

Il cmdlet Get-MsolFederationProperty consente di recuperare le principali impostazioni sia dal server Active Directory Federation Services 2.0 sia da Strumento di sincronizzazione. Queste informazioni possono essere utilizzate per risolvere i problemi di autenticazione causati da impostazioni non corrispondenti tra il server Active Directory Federation Services 2.0 e Strumento di sincronizzazione.

Get-MsolDomainFederationSettings

Il cmdlet Get-MsolDomainFederationSettings consente di recuperare le principali impostazioni da Strumento di sincronizzazione. Utilizzare il cmdlet Get-MsolFederationProperty per recuperare sia le impostazioni di Strumento di sincronizzazione sia quelle del server Active Directory Federation Services.

Remove-MsolFederatedDomain

Il cmdlet Remove-MsolFederatedDomain consente di rimuovere il dominio Single Sign-On specificato da Strumento di sincronizzazione e le impostazioni relative al trust della relying party associate in Active Directory Federation Services 2.0. Nota: se al dominio specificato sono associati oggetti, non è possibile rimuoverlo.

Set-MsolDomainFederationSettings

Il cmdlet Set-MsolDomainFederationSettings consente di aggiornare le impostazioni di un dominio Single Sign-On.

Set-MsolADFSContext

Il cmdlet Set-MsolADFSContext consente di impostare le credenziali per la connessione a Strumento di sincronizzazione e al server Active Directory Federation Services 2.0 (ADFS 2.0). È necessario eseguire questo cmdlet prima di effettuare altre chiamate al cmdlet di Single Sign-On (noto anche come federazione delle identità). Se questo cmdlet viene chiamato senza parametri, l'utente deve specificare le credenziali per la connessione ai diversi sistemi. Quando il server ADFS 2.0 viene utilizzato in remoto, l'utente deve specificare il nome computer del server ADFS 2.0 primario. Tenere presente che il file di log specificato viene condiviso da tutti i cmdlet di Single Sign-On della sessione. Se non si specifica alcun file di log, ne viene creato uno predefinito.

Update-MsolFederatedDomain

Il cmdlet Update-MsolFederatedDomain consente di modificare sia le impostazioni del server Active Directory Federation Services 2.0 sia quelle di Strumento di sincronizzazione. È necessario eseguire questo cmdlet ogni volta che gli URL o le informazioni dei certificati all'interno di Active Directory Federation Services 2.0 cambiano per effetto di modifiche apportate alla configurazione o durante la regolare gestione dei certificati, ad esempio quando un certificato sta per scadere. Questo cmdlet dovrebbe inoltre essere eseguito in caso di modifiche in Strumento di sincronizzazione. Per accertarsi che le informazioni nei due sistemi siano corrette, è possibile utilizzare il cmdlet Get-MsolFederationProperty per recuperare le impostazioni.

Torna a Contenuti

Utilizzare i cmdlet descritti di seguito per gestire sottoscrizioni, account e licenze.

 

Cmdlet di Windows PowerShell Descrizione

Get-MsolSubscription

Il cmdlet Get-MsolSubscription consente di ottenere tutte le sottoscrizioni acquistate dalla società. Durante l'assegnazione delle licenze agli utenti, è preferibile utilizzare l'API Get-MsolAccountSku.

Get-MsolAccountSku

Il cmdlet Get-MsolAccountSku consente di ottenere tutti gli SKU di cui la società è proprietaria.

New-MsolLicenseOptions

Il cmdlet New-MsolLicenseOptions consente di creare un nuovo oggetto opzioni di licenza. Quando si assegna una licenza a un utente tramite i cmdlet Add-MsolUser e Set-MsolUserLicense, questo cmdlet disabilita i piani di servizio specifici.

Set-MsolUserLicense

Il cmdlet Set-MsolUserLicense consente di modificare le licenze di un utente. È ad esempio possibile aggiungere una nuova licenza, rimuovere una licenza, aggiornare le opzioni relative alle licenze o eseguire una combinazione qualsiasi di queste operazioni.

Torna a Contenuti

Utilizzare i cmdlet descritti di seguito per eseguire attività correlate alla gestione di informazioni aziendali e alla connessione a un servizio cloud Microsoft. Sono disponibili anche cmdlet per le attività eseguite da società partner.

 

Cmdlet di Windows PowerShell Descrizione

Connect-MsolService

Il cmdlet Connect-MsolService consente di avviare una connessione a Strumento di sincronizzazione. Il chiamante deve fornire le proprie credenziali (un oggetto PSCredential) oppure utilizzare l'opzione UseCurrentCredential se l'utente attualmente connesso è federato con Strumento di sincronizzazione. Questo cmdlet può restituire un avviso o un errore se la versione del modulo in uso è scaduta.

Set-MsolDirSyncEnabled

Il cmdlet Set-MsolDirSyncEnabled consente di attivare o disattivare la sincronizzazione di directory per una società.

Get-MsolPartnerContract

Il cmdlet Get-MsolPartnerContract deve essere utilizzato solo dai partner, poiché consente il recupero di un elenco di contratti per un partner. L'input di questo cmdlet deve essere un dominio per la ricerca, che deve essere verificato per il tenant. Se la società esiste ed è accessibile al partner, viene restituito il contratto corrispondente.

Get-MsolPartnerInformation

Il cmdlet Get-MsolPartnerInformation consente di recuperare informazioni specifiche di un partner. Deve essere utilizzato solo per i tenant di partner.

Set-MsolPartnerInformation

Il cmdlet Set-MsolPartnerInformation consente di impostare proprietà specifiche di un partner. Il cmdlet viene utilizzato dal partner e le proprietà sono visualizzabili da tutti i tenant a cui ha accesso il partner.

Get-MsolContact

Il cmdlet Get-MsolContact consente di recuperare un oggetto contatto o un elenco di contatti. Se si utilizza il parametro ObjectId, viene recuperato un solo contatto.

Remove-MsolContact

Il cmdlet Remove-MsolContact consente di eliminare un contatto da Strumento di sincronizzazione.

Redo-MsolProvisionContact

Il cmdlet Redo-MsolProvisionContact consente di ripetere il provisioning di un oggetto contatto in Azure Active Directory se un precedente tentativo di creare tale oggetto ha generato un errore di convalida.

Get-MsolCompanyInformation

Il cmdlet Get-MsolCompanyInformation consente di recuperare informazioni a livello aziendale.

Set-MsolCompanyContactInformation

Il cmdlet Set-MsolCompanyContactInformation consente di impostare le preferenze dei contatti a livello aziendale. Sono inclusi gli indirizzi e-mail per le notifiche di fatturazione, marketing e tecniche relative al servizio cloud.

Set-MsolCompanySettings

Il cmdlet Set-MsolCompanySettings consente di definire le impostazioni di configurazione a livello aziendale.

Add-MsolForeignGroupToRole

Questo cmdlet consente di aggiungere il gruppo specificato da un tenant di partner a un ruolo del tenant.

Torna a Contenuti

Windows PowerShell è una shell della riga di comando basata su attività e un linguaggio di scripting appositamente progettato per l'amministrazione del sistema. A differenza della maggior parte delle shell, che accettano e restituiscono testo, Windows PowerShell si basa sul Common Language Runtime (CLR) di Microsoft .NET Framework e su .NET Framework e accetta e restituisce oggetti .NET Framework. Windows PowerShell introduce il concetto di cmdlet (si pronuncia "command-let"), un semplice strumento della riga di comando, con una singola funzione, incorporato nella shell. Per i cmdlet viene adottata la seguente convenzione di denominazione: verbo e nome separati da un trattino (-), ad esempio Get-Help, Get-Process e Start-Service. Windows PowerShell include più di cento cmdlet di base. Per altre informazioni su Windows PowerShell, vedere la Guida introduttiva a Windows PowerShell.

Torna a Contenuti

Sono disponibili altre fonti di informazioni e assistenza, incluse le seguenti:

Vedere anche

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Microsoft sta conducendo un sondaggio in linea per comprendere l'opinione degli utenti in merito al sito Web di MSDN. Se si sceglie di partecipare, quando si lascia il sito Web di MSDN verrà visualizzato il sondaggio in linea.

Si desidera partecipare?
Mostra:
© 2014 Microsoft