Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Verificare il servizio Single Sign-On con Shibboleth

Pubblicato: giugno 2012

Aggiornamento: giugno 2014

Si applica a: Azure, Office 365, Windows Intune

In qualità di amministratore, prima di verificare e gestire Single Sign-On (noto anche come federazione delle identità), esaminare le informazioni ed eseguire i passaggi contenuti nei seguenti articoli per configurare l'accesso Single Sign-On con il provider di identità Shibboleth:

  1. Preparazione dell'accesso Single Sign-On

  2. Configurare Shibboleth per l'uso con Single Sign-On

  3. Installare Windows PowerShell per l'accesso Single Sign-On con Shibboleth

  4. Configurare una relazione di trust tra Shibboleth e Azure AD

  5. Seguire le istruzioni dettagliate contenute in Guida di orientamento per la sincronizzazione della directory per preparare l'ambiente, attivare e installare uno strumento e verificare la sincronizzazione della directory.

Dopo avere configurato Single Sign-On con Shibboleth, è necessario verificare che funzioni correttamente.

Per verificare che Single Sign-On sia stato configurato correttamente, è possibile eseguire la procedura seguente per accertarsi di poter accedere al servizio cloud con le credenziali aziendali. Test single sign-on for different usage scenarios.

noteNota
  • Se un dominio è stato convertito e non aggiunto, possono essere necessarie fino a 24 ore per configurare l'accesso Single Sign-On.

  • Prima di verificare Single Sign-On, è opportuno completare la configurazione della sincronizzazione di Active Directory, sincronizzare le proprie directory e attivare gli utenti sincronizzati. Per altre informazioni, vedere Guida di orientamento per la sincronizzazione della directory.

Per verificare che Single Sign-On sia configurato correttamente, effettuare le seguenti operazioni.

  1. In un computer aggiunto al dominio eseguire l'accesso al servizio cloud specificando lo stesso nome di accesso utilizzato per le credenziali aziendali.

  2. Fare clic all'interno della casella della password. Se Single Sign-On è stato configurato, la casella risulterà ombreggiata e un messaggio indicherà che è necessario eseguire l'accesso presso <nome propria società>.

  3. Fare clic sul collegamentodi accesso alla <propria società>.

    Se è possibile eseguire l'accesso, Single Sign-On è stato configurato.

Dopo avere verificato Single Sign-On, testare i seguenti scenari di accesso per accertarsi che Single Sign-On con il provider di identità Shibboleth sia configurato correttamente. Chiedere a un gruppo di utenti di testare il proprio accesso ai servizi del servizio cloud sia dai browser sia da applicazioni con funzionalità rich client, ad esempio Microsoft Office 2010, nei seguenti ambienti:

  • Da un computer appartenente a un dominio

  • Da un computer non appartenente a un dominio all'interno della rete aziendale

  • Da un computer di roaming appartenente a un dominio all'esterno della rete aziendale

  • Dai diversi sistemi operativi in uso nella società

  • Da un computer di casa

  • Da un chiosco multimediale (testare l'accesso al servizio cloud solo tramite un browser)

  • Da uno smartphone (ad esempio uno smartphone che usa Microsoft Exchange ActiveSync)

Vedere anche

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.
Mostra:
© 2014 Microsoft