TechNet
Esporta (0) Stampa
Espandi tutto
Comprimi il sommario
Espandi il sommario
Espandi Riduci a icona

Suspend-Queue

 

Si applica a:Exchange Server 2016

Ultima modifica dell'argomento:2015-06-26

Questo cmdlet è disponibile solo in Exchange Server 2016 locale.

Il cmdlet Suspend-Queue consente di arrestare l'elaborazione per una coda su un server Cassette postali o Trasporto Edge.

Suspend-Queue -Identity <QueueIdentity> <COMMON PARAMETERS>
Suspend-Queue -Filter <String> [-Server <ServerIdParameter>] <COMMON PARAMETERS>
COMMON PARAMETERS: [-Confirm [<SwitchParameter>]] [-WhatIf [<SwitchParameter>]]

Con questo esempio viene sospesa l'elaborazione in tutte le code che contengono messaggi per il recapito al dominio contoso.com e che attualmente hanno lo stato Retry.

Suspend-Queue -Filter {NextHopDomain -eq "contoso.com" -and Status -eq "Retry"}

Con questo esempio viene sospesa l'elaborazione su tutte le code del server Server1.contoso.com che contengono più di 100 messaggi.

Suspend-Queue -Server Server1.contoso.com -Filter {MessageCount -gt 100}

Il cmdlet Suspend-Queue consente di interrompere l'elaborazione in una coda il cui stato è Attivo o Riprova. I messaggi in fase di elaborazione vengano recapitati, mentre gli altri messaggi non lasciano la coda. Quando si utilizza il parametro Identity, la coda è sospesa solo se l'identità corrisponde a una singola coda. Se l'identità corrisponde a più di una coda, si verifica un errore. Per sospendere più di una coda in un'unica operazione, è necessario utilizzare il parametro Filter.

Per istruzioni su come riprendere gli accodamenti sospesi, vedere Resume-Queue.

Per poter eseguire questo cmdlet, è necessario disporre delle autorizzazioni appropriate. Sebbene in questo argomento vengano elencati tutti i parametri relativi al cmdlet, è possibile che alcuni di essi non siano accessibili se non sono inclusi nelle autorizzazioni di cui si dispone. Per sapere quali autorizzazioni sono necessarie, vedere "Code" nell'argomento Autorizzazioni per il flusso di posta.

 

Parametro Obbligatorio Tipo Descrizione

Filter

Obbligatorio

System.String

Il parametro Filter specifica una o più code utilizzando la sintassi del filtro OPath. Il filtro OPath include il nome di una proprietà della coda seguito da un operatore di confronto e da un valore, ad esempio {NextHopDomain -eq "contoso.com"}. Per i dettagli sulle proprietà della coda filtrabili e gli operatori di confronto, vedere Filtri di coda e Utilizzare Exchange Management Shell per gestire le code.

È possibile specificare più criteri utilizzando l'operatore di confronto and. I valori di proprietà non espressi con un numero intero devono essere racchiusi tra virgolette (").

Identity

Obbligatorio

Microsoft.Exchange.Data.QueueViewer.QueueIdentity

Il parametro Identity consente di specificare la coda. L'input valido per questo parametro utilizza la sintassi Server\Queue o Queue, ad esempio Mailbox01\contoso.com o Unreachable. Per informazioni dettagliate sull'identità della coda, vedere la sezione "Identità delle code" in Utilizzare Exchange Management Shell per gestire le code.

Confirm

Facoltativo

System.Management.Automation.SwitchParameter

L'opzione Confirm consente di specificare se visualizzare o nascondere la richiesta di conferma. L'impatto di questa opzione sul cmdlet dipende dalla richiesta di conferma del cmdlet prima di procedere.

  • I cmdlet distruttivi (ad esempio, i cmdlet Remove-*) dispongono di una pausa incorporata che impone all'utente di confermare il comando prima di procedere. Per questi cmdlet, è possibile ignorare la richiesta di conferma utilizzando questa precisa sintassi: -Confirm:$false.

  • La maggior parte degli altri cmdlet (ad esempio, i cmdlet New-* e Set-*) non dispone di una pausa incorporata. Per questi cmdlet, specificando l'opzione Confirm senza un valore viene introdotta una pausa che impone all'utente di confermare il comando prima di procedere.

Server

Facoltativo

Microsoft.Exchange.Configuration.Tasks.ServerIdParameter

Il parametro Server consente di specificare il server Exchange in cui eseguire questo comando. È possibile utilizzare qualsiasi valore che identifichi il server in maniera univoca. Ad esempio:

  • Nome

  • FQDN

  • Nome distinto (DN)

  • DN legacy di Exchange

Se non si utilizza questo parametro, il comando viene eseguito sul server locale.

È possibile utilizzare il parametro Server e il parametro Filter nello stesso comando. Non è possibile utilizzare il parametro Server e il parametro Identity nello stesso comando.

WhatIf

Facoltativo

System.Management.Automation.SwitchParameter

L'opzione WhatIf consente di simulare le azioni del comando. È possibile utilizzare tale opzione per visualizzare le modifiche che verrebbero applicate senza effettivamente applicarle. Con questa opzione non è necessario specificare alcun valore.

Per verificare i tipi di input accettati da questo cmdlet, vedere Tipi di input e output dei cmdlet. Se il campo relativo al tipo di input di un cmdlet è vuoto, il cmdlet non accetta dati di input.

Per verificare i tipi restituiti, detti anche tipi di output, accettati da questo cmdlet, vedere Tipi di input e output dei cmdlet. Se il campo relativo al tipo di output è vuoto, il cmdlet non restituisce dati.

 
Mostra:
© 2016 Microsoft