Personalizzare i profili Outlook utilizzando un file di profilo Outlook (PRF)

Office 2010
 

Si applica a: Office 365 ProPlus, Outlook 2013

Ultima modifica dell'argomento: 2015-03-09

Il file di profilo di Microsoft Outlook 2010 (con estensione prf) consente di creare rapidamente profili MAPI (Messaging Application Programming Interface) per gli utenti.

Utilizzando un file prf, è possibile impostare nuovi profili per gli utenti o modificare profili esistenti senza influire su altri aspetti dell'installazione. È inoltre possibile modificare manualmente un file prf per personalizzare Outlook 2010 e includere impostazioni di Outlook o servizi MAPI non inclusi nell'interfaccia utente dello Strumento di personalizzazione di Office.

Contenuto dell'articolo:

Come nelle versioni precedenti di Outlook, è possibile continuare a utilizzare il file prf per offrire opzioni per specificare ulteriori impostazioni di Outlook o servizi MAPI e verificare impostazioni degli account.

Il formato del file prf di Outlook 2010 è cambiato ma le versioni di Microsoft Office Outlook 2007, Office Outlook 2003 e Outlook 2002 del file sono compatibili con Outlook 2010. Se si prevede di aggiornare il file prf per la distribuzione di Outlook 2010, è consigliabile ricreare questo file utilizzando lo Strumento di personalizzazione di Office, esportando le impostazioni in un nuovo file prf e utilizzando quindi tale file per specificare le impostazioni aggiuntive di Outlook o i servizi MAPI necessari.

ImportanteImportant
Esiste un problema noto in cui viene aggiunto un ulteriore account di Exchange al profilo di Outlook quando il profilo di un utente che dispone già di un account di Exchange viene aggiornato da Outlook 2003 o Outlook 2007. Questa problema può verificarsi quando si aggiorna Outlook e si applicano personalizzazioni utilizzando un file dello Strumento di personalizzazione di Office (con estensione msp) o un file con estensione prf configurato con le opzioni "Modifica profilo" e "Definisci modifiche da apportare al profilo predefinito esistente".
Per evitare la creazione di più account di Exchange in un profilo quando si esegue l'aggiornamento degli utenti a Outlook 2010, è necessario scaricare e utilizzare la versione Service Pack 1 (SP1) dello Strumento di personalizzazione di Office, disponibile nell'Area download Microsoft (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=189316&clcid=0x410) (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese). Per aggiornare lo Strumento di personalizzazione di Office, sostituire la cartella /Admin contenuta nei file di installazione o nell'immagine di installazione di Office 2010 con la nuova cartella /Admin inclusa nel pacchetto di download. Se non si utilizza la versione SP1 dello Strumento di personalizzazione di Office, è necessario creare un file con estensione prf e impostare le proprietà BackupProfile=False e UniqueService=Yes. Per istruzioni dettagliate sui passaggi da eseguire, vedere Più account di Exchange creati in Outlook 2010 con profili Outlook esistenti dopo l'aggiornamento da una versione precedente di Office con l'utilizzo di un file MSP personalizzato (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=199704&clcid=0x410) (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese).

Prima di iniziare la distribuzione, consultare l'articolo Panoramica della pianificazione per Outlook 2010 per determinare quali impostazioni possono essere configurate mediante un file prf.

Per ulteriori informazioni sullo Strumento di personalizzazione di Office, vedere Office Customization Tool in Office 2010.

Per creare un file prf di Outlook 2010, è possibile configurare impostazioni di profilo utilizzando lo Strumento di personalizzazione di Office e quindi esportarle in un file prf. Con questo processo si crea un nuovo file prf di Outlook 2010 con le proprie specifiche.

È inoltre possibile specificare le impostazioni di profilo modificando manualmente un file prf esistente, con un editor di testo. Questo file prf esistente potrebbe essere stato creato utilizzando lo Strumento di personalizzazione di Office o essere un file prf di una versione precedente di Outlook. In ogni caso, il formato del file prf è cambiato in Outlook 2010, pertanto è consigliabile ricreare il file prf precedente per evitare comportamenti imprevisti.

Per creare un file prf mediante lo Strumento di personalizzazione di Office
  1. Dalla radice del punto di installazione di rete, eseguire la riga di comando seguente per avviare lo Strumento di personalizzazione di Office: \\server\share\setup.exe /admin

  2. Per modificare un file di personalizzazione esistente (con estensione msp), nella finestra di dialogo Selezione prodotto fare clic su Apri file di configurazione dell'installazione esistente. Per creare invece un nuovo file di personalizzazione, selezionare la famiglia di prodotti di Office da personalizzare e quindi fare clic su OK.

  3. Nell'area Outlook fare clic su Profilo Outlook e selezionare come si desidera personalizzare i profili per gli utenti. Per specificare impostazioni da includere in un file prf, scegliere Modifica profilo o Nuovo profilo.

  4. Per aggiungere e configurare nuovi account o per modificare o rimuovere account esistenti, fare clic su Aggiungi account e quindi su Personalizza informazioni aggiuntive sugli account e i profili Outlook.

  5. Dopo aver completato le configurazioni del profilo Outlook, nell'area Outlook fare clic su Esporta impostazioni.

  6. Per creare un nuovo file prf, fare clic sul pulsante Esporta impostazioni profilo. Immettere un nome file e il percorso in cui salvare il file, quindi fare clic su Salva.

Quando si modifica manualmente un file di testo, è possibile introdurre errori che provocano un comportamento non corretto di Outlook. Non è consigliabile modificare e distribuire un file prf modificato manualmente, a meno che non ci sia altro modo di aggiornare i profili utente. Se possibile, è consigliabile utilizzare lo Strumento di personalizzazione di Office per creare e distribuire file prf.

Per aggiornare manualmente un file prf
  1. Aprire il file prf utilizzando un editor di testo, ad esempio il Blocco note.

  2. Effettuare le modifiche o le aggiunte. Mediante la modifica manuale del file prf è possibile aggiungere qualsiasi servizio MAPI supportato da Outlook 2010. Il file prf include commenti dettagliati per ogni sezione, che descrivono impostazioni esistenti e opzioni per la modifica del file con gli aggiornamenti. Il file include sette sezioni, illustrate nella tabella seguente:

     

    Sezione Descrizione

    Sezione 1: impostazioni predefinite del profilo

    Gli identificatori stringa posizionati a sinistra del segno di uguale (=) in questa sezione (ProfileName, DefaultProfile e così via) sono definiti nel processore del file prf in Outlook e non possono essere modificati esternamente. Queste sono le impostazioni predefinite utilizzate per impostare un profilo utente.

    Ad esempio:

    [General] 
    Custom=1
    ProfileName=EveryAccount
    
    

    Un profilo esistente può essere sovrascritto o aggiornato quando si esegue un nuovo file prf. Varie impostazioni controllano il modo in cui le nuove impostazioni vengono applicate:

    • L'impostazione OverwriteProfile può essere impostata su Yes, Append o No. Per aggiornare i profili esistenti, impostare il valore su Append. In questo modo si mantiene il profilo esistente e si aggiornano le sezioni che sono state modificate. Per sovrascrivere i profili esistenti con un nuovo profilo, impostare il valore su Yes. Per impedire la sovrascrittura di un profilo esistente, impostare il valore su No.

    • L'impostazione ModifyDefaultProfileIfPresent può essere impostata su True o False. Se impostata su True, Outlook modificherà il profilo predefinito anche se i nomi del nuovo profilo e di quello esistente sono diversi.

    Sezione 2: servizi del profilo

    In questa sezione è incluso un elenco dei servizi da configurare nel client. I servizi sono elencati nell'ordine in cui vengono aggiunti al profilo. Ogni servizio presente in questo elenco è definito e illustrato nella sezione 4.

    Ad esempio:

    [Service List] 
    ;ServiceX=Microsoft Outlook Client
    ServiceEGS1=Exchange Global Section 
    Service1=Microsoft Exchange Server
    
    

    È possibile aggiungere qualsiasi servizio MAPI supportato da Outlook 2010. I servizi seguenti sono supportati nelle versioni precedenti di Outlook e non devono essere aggiunti:

    • MS Mail

    • Symantec WinFax Lite

    • AW Fax

    Sezione 3: elenco di account Internet

    Gli account Internet possono essere di posta elettronica POP o IMAP. In questa sezione sono elencati gli account Internet che verranno definiti e illustrati nella sezione 5.

    Ad esempio:

    [Internet Account List] 
    Account1=I_Mail
    Account2=IMAP_I_Mail
    

    Sezione 4: valori predefiniti per ogni servizio

    In questa sezione è possibile aggiungere proprietà o modificare i valori delle proprietà esistenti per i servizi del profilo. Le proprietà del profilo MAPI sono definite per i servizi sotto la rispettiva intestazione [ServiceN]. I nomi delle proprietà di profilo valide sono determinati mediante il mapping delle proprietà del profilo MAPI nella sezione 6.

    Ad esempio:

    [Service1] 
    OverwriteExistingService=No 
    UniqueService=Yes
    MailboxName=%UserName%
    

    Per consentire a ogni definizione di servizio di essere personalizzata singolarmente, è possibile duplicare variabili e valori predefiniti nella sezione 4 sotto le intestazioni separate (Service1, Service2 e così via) per ogni servizio del profilo.

    Per ogni servizio da aggiornare, l'impostazione OverwriteExistingService può essere impostata su Yes o No. Impostare il valore su Yes per ricreare le proprietà per tale servizio. Il valore predefinito per l'impostazione OverwriteExistingService è No. Se si specifica No, il servizio non verrà aggiornato, anche se vengono incluse nuove impostazioni.

    Sezione 5: valori delle impostazioni per ogni account Internet

    In questa sezione sono definiti i valori per gli account di posta elettronica POP e IMAP illustrati nella sezione 3. Le proprietà degli account Internet sono elencati in modo analogo alle proprietà dei servizi, utilizzando l'intestazione [AccountN]. I nomi delle proprietà di profilo valide sono determinati mediante il mapping delle proprietà del profilo MAPI nella sezione 7.

    Ad esempio:

    [Account1] 
    UniqueService=No
    AccountName=POP Account
    POP3Server=pop.mail.ms.com
    

    Sezione 6: mapping per le proprietà del profilo

    In genere non si modificano le voci esistenti nelle sezioni 6 e 7. Queste sezioni definiscono mapping per informazioni definite altrove nel file a impostazioni delle chiavi del Registro di sistema. Tuttavia, se si definiscono nuovi servizi nel file prf, è necessario aggiungere i mapping appropriati per tali file nelle sezioni 6 e 7.

    Nella sezione 6 è elencato ogni nome di servizio supportato da Outlook e i valori numerici delle proprietà di profilo MAPI corrispondenti alle chiavi del Registro di sistema implementate dal processore del file prf di Outlook quando memorizza le proprietà del profilo.

    Il mapping di tutti i valori elencati nella sezione 6 viene eseguito direttamente alle chiavi del Registro di sistema HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Windows Messaging Subsystem\Profiles\ProfileName, dove ProfileName viene sostituito dal nome del profilo corrispondente. Quando si aggiunge un servizio, viene creato un nuovo GUID specifico.

    Alle sezioni di Exchange sono assegnati GUID predefiniti poiché si tratta di servizi univoci. Un servizio può avere più di un GUID di sezione, pertanto il numero di GUID nel Registro di sistema non sempre corrisponde al numero di servizi registrati da Outlook.

    Nella sezione 6 sono incluse varie stringhe di mapping per le proprietà dei profili, che rendono il file prf molto flessibile. Se si conosce la proprietà specifica che si desidera modificare, è possibile inserire un file prf con le proprietà appropriate nella sezione 6 e i valori della proprietà appropriati corrispondenti nella sezione 4. In questo modo la proprietà potrà essere distribuita.

    Sezione 7: mapping per le proprietà degli account Internet. NON MODIFICARE.

    Questa sezione corrisponde al mapping per gli account [AccountN] specificati nella sezione 5. Nella sezione dei profili è presente un GUID (GUID 9375CFF0413111d3B88A00104B2A6676) che si espande ed elenca i tipi di dati DWORD. Ognuno di questi tipi DWORD corrisponde a un account nel file prf. È possibile che sia presente più di una chiave del Registro di sistema DWORD per ogni account. Non esiste pertanto, come per i servizi, un mapping uno a uno per gli account.

    Gli stessi tipi di proprietà registrati presenti in questa sezione sono elencati nella sezione 6 e la stessa notazione è utilizzata per il mapping delle proprietà di profilo MAPI. Le sezioni separate (2, 4, 6 e 3, 5, 7) sono un elemento delle modalità OMI e per società o gruppo di lavoro. Poiché OMI è stato memorizzato in una parte diversa del Registro di sistema per le versioni precedenti di Outlook e il codice di migrazione dipende dall'utilizzo di un formato coerente per i valori, è consigliabile non modificare questa sezione anche se si distribuiscono aggiornamenti per una versione di Outlook successiva a Outlook 2000.

  3. Dopo aver completato le modifiche, salvare il file. Per istruzioni su come applicare il file prf, vedere la sezione successiva Applicare un file prf.

È possibile applicare un file prf in diversi modi per aggiornare i profili Outlook.

Per creare un file prf mediante lo Strumento di personalizzazione di Office
  1. Dalla radice del punto di installazione di rete, eseguire la riga di comando seguente per avviare lo Strumento di personalizzazione di Office: \\server\share\setup.exe /admin

  2. Per modificare un file msp esistente, nella finestra di dialogo Selezione prodotto fare clic su Apri file di configurazione dell'installazione esistente. Per creare invece un nuovo file di configurazione, selezionare la famiglia di prodotti Office da personalizzare e quindi fare clic su OK.

  3. Nell'area Outlook fare clic su Profilo Outlook. Selezionare Applica file PRF e quindi individuare il file.

  4. Scegliere Salva nel menu File per salvare il file msp.

  5. Chiudere lo Strumento di personalizzazione di Office.

  6. Il file msp deve essere salvato nella cartella \Updates dell'origine di installazione di Office.

  7. Installare Office 2010 dall'origine di installazione originale.

Per creare un file prf mediante altre opzioni
  • Specificare il file prf come opzione della riga di comando per Outlook.exe, per impostare un file prf senza chiedere conferma all'utente. Esempio: outlook.exe /importprf \\server1\share\outlook.prf.

  • Specificare il file prf come opzione della riga di comando per Outlook.exe, ma chiedere conferma all'utente prima di importare il file prf. Esempio: outlook.exe /promptimportprf \\localfolder\outlook.prf. Se si inserisce il file prf specificato in una cartella condivisa in rete, le impostazioni potrebbero non venire applicate, se il file non si trova o non è disponibile al momento dell'esecuzione di Outlook.

Mostra: