Collegare i database ed eseguire l'aggiornamento a SharePoint Foundation 2010

 

Si applica a: SharePoint Foundation 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2016-11-30

Quando si esegue l'aggiornamento da Windows SharePoint Services 3.0 a Microsoft SharePoint Foundation 2010 mediante la procedura di aggiornamento basato sul collegamento di database, viene aggiornato solo il contenuto dell'ambiente e non le impostazioni di configurazione. L'aggiornamento basato sul collegamento di database è particolarmente utile se si cambia l'hardware oppure se si desidera riconfigurare la topologia della server farm nell'ambito del processo di aggiornamento. Per ulteriori informazioni sulla scelta di un metodo di aggiornamento, vedere Determinare il metodo di aggiornamento (SharePoint Foundation 2010).

Il primo passaggio del processo consiste nell'allestire un nuovo ambiente in cui ospitare il contenuto aggiornato. Se il nuovo ambiente non è stato ancora allestito e configurato, eseguire i passaggi illustrati in Preparare il nuovo ambiente di SharePoint Foundation.

Dopo aver configurato il nuovo ambiente, è possibile utilizzare le procedure illustrate in questo articolo per scollegare e quindi ricollegare i database allo scopo di effettuare l'aggiornamento. In questo articolo vengono descritte le procedure necessarie per eseguire un aggiornamento basato sul collegamento di database standard e un aggiornamento basato sul collegamento di database con database di sola lettura.

Contenuto dell'articolo:

NotaNote
Una causa frequente di errori durante l'aggiornamento è la mancanza nell'ambiente di caratteristiche, soluzioni o altri elementi personalizzati. Verificare che tutti gli elementi personalizzati necessari siano installati nei server Web front-end prima di avviare il processo di aggiornamento. Utilizzare lo strumento di verifica pre-aggiornamento e, per un aggiornamento basato sul collegamento di database, anche il cmdlet Windows PowerShelltest-spcontentdatabase per individuare tutti gli elementi personalizzati eventualmente utilizzati nei siti. Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Identificare e installare le personalizzazioni nell'articolo "Utilizzare un aggiornamento di prova per individuare possibili problemi".

Per ulteriori informazioni sul processo generale di aggiornamento tramite il metodo basato sul collegamento di database, vedere Panoramica del processo di aggiornamento (SharePoint Foundation 2010).

Quando si effettua l'aggiornamento basato sul collegamento di database, si scollegano i database nella farm precedente e quindi li si collega alla nuova farm. Quando si collega un database alla nuova farm, viene eseguito il processo di aggiornamento e viene aggiornato l'intero database. Il processo di aggiornamento basato sul collegamento di database è simile al processo di aggiornamento sul posto. La differenza è rappresentata dal fatto che il processo di aggiornamento basato sul collegamento di database viene eseguito manualmente e in un ambiente distinto.

Se si desidera preservare la farm originale e consentire agli utenti di continuare ad accedere ai loro dati, è necessario impostare i database in sola lettura e quindi collegare una copia di backup dei database.

NotaNote
La parte del processo illustrato in questo articolo relativa allo spostamento di un database da un computer che esegue Microsoft SQL Server a un altro computer che esegue SQL Server è nota come rilocazione pianificata. Per ulteriori informazioni in merito, vedere Spostamento dei database utente (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=148425&clcid=0x410).

Per una panoramica generale del processo di aggiornamento, vedere Panoramica del processo di aggiornamento (SharePoint Foundation 2010).

Prima di iniziare l'aggiornamento basato sul collegamento di database, leggere le informazioni seguenti sulle autorizzazioni e i requisiti hardware e software. Eseguire i passaggi specificati per installare o configurare i prerequisiti software oppure per modificare le impostazioni.

Se per l'aggiornamento viene utilizzato l'approccio ibrido dei database in sola lettura, impostare i database della versione precedente in sola lettura prima di eseguire il backup dei database. In qualsiasi tipo di aggiornamento basato sul collegamento di database è inoltre possibile impostare temporaneamente i database in sola lettura in modo da poter acquisire tutti i dati nel backup e poter ripristinare e aggiornare lo stato corrente dell'ambiente. Se i database sono impostati in sola lettura, gli utenti potranno continuare a visualizzare il contenuto, ma non saranno in grado di effettuare aggiunte o modifiche.

ImportanteImportant
Non è possibile eseguire l'aggiornamento di un database di sola lettura. Se si utilizza il collegamento di database con database di sola lettura, è necessario ripristinare una copia del database ed eseguire l'aggiornamento sulla copia. Se non si utilizza questo metodo, ma si desidera impostare in sola lettura temporaneamente i database del contenuto mentre si esegue il backup dei dati correnti, ricordarsi di impostare i database in lettura-scrittura prima di collegare e aggiornare i database.
ImportanteImportant
Accertarsi di avere eseguito la verifica pre-aggiornamento prima di eseguire questa procedura. Per ulteriori informazioni, vedere Eseguire lo strumento di verifica pre-aggiornamento (Windows SharePoint Services).
Per impostare un database per la sola lettura in SQL Server 2000
  1. In SQL Server Enterprise Manager fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome del database che si desidera impostare per la sola lettura e quindi scegliere Proprietà.

  2. Nella finestra di dialogo Proprietà fare clic sulla scheda Opzioni.

  3. In Accesso selezionare la casella di controllo Sola lettura e quindi fare clic su OK.

Per impostare un database per la sola lettura in SQL Server 2005
  1. In SQL Server Management Studio fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome del database che si desidera impostare per la sola lettura e quindi scegliere Proprietà.

  2. Nella sezione Selezione pagina fare clic su Opzioni.

  3. Nel riquadro destro, in Altre opzioni, nella sezione Stato, fare clic sulla freccia accanto a Database sola lettura e quindi selezionare True.

Per impostare un database per la sola lettura in SQL Server 2008
  1. In Esplora oggetti di SQL Server Management Studio connettersi a un'istanza del motore di database, espandere il server e quindi espandere Database.

  2. Selezionare il database che si desidera configurare per la sola lettura, fare clic con il pulsante destro del mouse sul database e quindi scegliere Proprietà.

  3. Nella sezione Selezione pagina della finestra di dialogo Proprietà database fare clic su Opzioni.

  4. Nel riquadro destro, in Altre opzioni, nella sezione Stato, fare clic sulla freccia accanto a Database sola lettura e quindi selezionare True.

È possibile configurare l'opzione di disponibilità del database READ_ONLY tramite Transact-SQL. Per ulteriori informazioni su come utilizzare la clausola SET dell'istruzione ALTER DATABASE, vedere Impostazione delle opzioni del database (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=148362&clcid=0x410).

Eseguire la procedura appropriata per effettuare il backup dei database in SQL Server 2000, SQL Server 2005 o SQL Server 2008. Ripetere tali passaggi per ogni database del contenuto presente nella server farm.

Non è necessario eseguire il backup del database di configurazione o del database di amministrazione del contenuto poiché tali database verranno creati nuovamente nella nuova server farm. Per ulteriori informazioni sui tipi di database che possono essere presenti in una server farm di Windows SharePoint Services 3.0, vedere Tipi di database e relative descrizioni (Windows SharePoint Services 3.0).

Al termine di questa procedura, saranno stati creati i duplicati dei database del contenuto di sola lettura.

Per eseguire il backup di un database in SQL Server 2000
  1. Nel server database fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Microsoft SQL Server e quindi Enterprise Manager.

  2. In SQL Server Enterprise Manager espandere Microsoft SQL Server.

  3. Espandere Gruppo SQL Server.

  4. Espandere (locale) (Windows NT).

  5. Espandere Database.

  6. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul database di cui si desidera eseguire il backup, scegliere Tutte le attivitàe quindi fare clic su Backup database.

  7. Nella casella Nome della finestra di dialogo Backup di SQL Server specificare un nome per il backup e quindi nell'area Backup selezionare Database - completo.

  8. Nell'area Destinazione selezionare una destinazione esistente oppure eseguire le operazioni seguenti:

    1. Fare clic su Aggiungi.

    2. Nella casella Seleziona destinazione di backup selezionare Nome file e quindi accanto alla casella Nome file fare clic su Sfoglia.

    3. Nella casella Nome file della finestra di dialogo Posizione dispositivo di backup - (locale) digitare un nome di file e quindi fare clic su OK.

    4. Fare di nuovo clic su OK per chiudere la finestra di dialogo Seleziona destinazione di backup.

  9. Fare clic su OK per avviare il processo di backup.

  10. Fare clic su OK per confermare che il processo di backup è stato completato.

Ripetere la procedura precedente per eseguire il backup di tutti gli altri database del contenuto utilizzati da Windows SharePoint Services 3,0 nel proprio ambiente.

Per eseguire il backup di un database in SQL Server 2005
  1. Nel server database fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Microsoft SQL Server 2005 e quindi SQL Server Management Studio.

  2. Nella casella Connetti al server immettere le informazioni per la connessione e quindi fare clic su Connetti .

  3. Dopo aver eseguito la connessione all'istanza appropriata del Motore di database di SQL Server 2005, in Esplora oggetti espandere l'albero del server espandendo il nome del server.

  4. Espandere Database, fare clic con il pulsante destro del mouse sul database di cui si desidera eseguire il backup, scegliere Attività e quindi Backup. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Backup database.

  5. Nella casella Database dell'area Origine verificare il nome del database.

  6. Nella casella Tipo di backup selezionare Completo.

  7. In Componente di cui eseguire il backup selezionare Database.

  8. Nella casella di testo Nome dell'area Set di backup accettare il nome predefinito suggerito oppure digitare un altro nome per il set di backup.

  9. Nell'area Destinazione specificare il tipo di destinazione di backup selezionando Disco o Nastro e quindi specificare una destinazione. Per creare una destinazione diversa, fare clic su Aggiungi.

  10. Fare clic su OK per avviare il processo di backup.

Ripetere la procedura precedente per eseguire il backup di tutti gli altri database del contenuto utilizzati da Windows SharePoint Services 3,0 nel proprio ambiente.

Per eseguire il backup di un database in SQL Server 2008
  1. Nel server database fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Microsoft SQL Server 2008 e quindi SQL Server Management Studio.

  2. Nella casella Connetti al server immettere le informazioni per la connessione e quindi fare clic su Connetti .

  3. Dopo essersi connessi all'istanza appropriata del motore di database di SQL Server 2008, in Esplora oggetti espandere il nome del server.

  4. Espandere Database, fare clic con il pulsante destro del mouse sul database di cui si desidera eseguire il backup, scegliere Attività e quindi Backup. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Backup database.

  5. Nella casella Database dell'area Origine verificare il nome del database.

  6. Nella casella Tipo di backup selezionare Completo.

  7. In Componente di cui eseguire il backup selezionare Database.

  8. Nell'area Set di backup accettare il nome predefinito o digitare un nuovo nome nella casella di testo Nome.

  9. Nell'area Destinazione specificare il tipo di destinazione di backup selezionando Disco o Nastro e quindi specificare una destinazione. Per creare una destinazione diversa, fare clic su Aggiungi.

  10. Fare clic su OK per avviare il processo di backup.

Ripetere la procedura precedente per eseguire il backup di tutti gli altri database del contenuto utilizzati da Windows SharePoint Services 3,0 nel proprio ambiente.

Per poter collegare i database al nuovo ambiente e aggiornare i dati, è necessario scollegarli dall'ambiente corrente. Dopo aver scollegato i database, è possibile spostarli in un nuovo server di database o lasciarli nel server di database esistente e collegarli alle applicazioni Web.

ImportanteImportant
Non utilizzare la procedura seguente se si esegue un aggiornamento basato sul collegamento di database con database di sola lettura. Per continuare a garantire agli utenti l'accesso ai contenuti, è necessario lasciare i database collegati e seguire la procedura descritta nella sezione Restore a backup copy of the database (database attach with read-only databases) più avanti in questo articolo per creare una copia dei database.
Per scollegare un database del contenuto da un'applicazione Web
  1. Nella sezione Gestione applicazione Web SharePoint della pagina Gestione applicazioni di Amministrazione centrale fare clic su Database del contenuto.

  2. Nella pagina Gestisci database del contenuto fare clic sul database del contenuto che si desidera scollegare.

    NotaNote
    Se il database del contenuto non è visualizzato, è possibile che sia associato a un'altra applicazione Web. Per selezionare un'altra applicazione Web, scegliere Cambia Applicazione Web dal menu Applicazione Web.
  3. Nella sezione Rimozione database del contenuto della pagina Gestisci impostazioni database del contenuto, selezionare la casella di controllo Rimuovi database del contenuto e quindi fare clic su OK.

    NotaNote
    La rimozione del database del contenuto non comporta l'eliminazione del database, ma solo dell'associazione tra il database e l'applicazione Web.
  4. Ripetere i passaggi 2 e 3 per ogni database del contenuto da scollegare.

È inoltre possibile utilizzare l'operazione di Stsadm deletecontentdb per scollegare un database del contenuto da un'applicazione Web. Per ulteriori informazioni, vedere Deletecontentdb: operazione Stsadm (Windows SharePoint Services).

Se i database devono essere spostati in un server di database diverso, è inoltre necessario scollegarli dall'istanza di SQL Server prima di spostarli e collegarli alla nuova istanza di SQL Server.

ImportanteImportant
Se si spostano i database in un'istanza di SQL Server diversa, controllare che la sicurezza sia configurata in modo corretto. Controllare che gli account utilizzati abbiano i ruoli predefiniti e le autorizzazioni per i database e che continuino ad essere validi se li si sposta tra domini.
Per scollegare un database da un'istanza di SQL Server e spostarlo in un'altra istanza di SQL Server
  1. In SQL Server 2005 Management Studio aprire l'istanza di origine di SQL Server, quindi espandere il nodo Database.

  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul database del contenuto, scegliere Attività e quindi fare clic su Scollega. Ripetere l'operazione per ogni database del contenuto che si desidera scollegare e spostare.

    NotaNote
    Utilizzare questa procedura solo per spostare database del contenuto. Non scollegare altri tipi di database.
  3. In Esplora risorse passare al percorso dei file con estensione mdf e ldf relativi ai database del contenuto.

  4. Selezionare i file con estensione mdf e ldf per il database da spostare e copiarli o spostarli nella directory di destinazione.

  5. In SQL Server 2005 Management Studio aprire l'istanza di origine di SQL Server.

  6. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Database, scegliere Attività e quindi fare clic su Collega.

  7. Nella finestra di dialogo Collega database individuare il percorso in cui sono stati trasferiti i file con estensione mdf e ldf, selezionare il file mdf del database da collegare e quindi fare clic su OK.

  8. Ripetere i passaggi 6 e 7 per ogni database del contenuto da spostare.

Dopo avere configurato la nuova server farm, è possibile ripristinare le copie di backup dei database in: Microsoft SQL Server 2008 R2, SQL Server 2008 con Service Pack 1 (SP1) e aggiornamento cumulativo 2 e SQL Server 2005 con SP3 e aggiornamento cumulativo 3. Si noti che è necessario eseguire il ripristino in una versione a 64 bit di SQL Server 2008 R2, SQL Server 2008 con SP1 e aggiornamento cumulativo 2 e SQL Server 2005 con SP3 e aggiornamento cumulativo 3. Iniziare con un database e quindi verificare che il ripristino abbia funzionato prima di ripristinare gli altri database.

Nella sezione seguente vengono illustrate le procedure per ripristinare i backup.

Per ripristinare una copia di backup di un database in SQL Server 2005 Enterprise Edition
  1. In SQL Server Management Studio fare clic con il pulsante destro del mouse su Database e quindi scegliere Ripristina database. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Ripristina database.

  2. Nella pagina Generale della finestra di dialogo Ripristina database digitare il nome del database da ripristinare nella casella Database di destinazione.

  3. Nella casella di testo Temporizzazione lasciare l'impostazione predefinita Più recente.

  4. Per specificare l'origine e il percorso dei set di backup da ripristinare, fare clic su Dispositivo di origine e quindi su Sfoglia per selezionare il file di backup.

  5. Nella finestra di dialogo Seleziona backup verificare che nella casella Supporti di backup sia selezionato File.

  6. Nell'area Percorso backup fare clic su Aggiungi.

  7. Nella finestra di dialogo Individua file di backup selezionare il file che si desidera ripristinare e quindi fare clic su OK.

  8. Nella griglia Selezionare i set di backup da ripristinare selezionare la casella di controllo Ripristina accanto al backup completo più recente.

  9. Nella pagina Opzioni della finestra di dialogo Ripristina database selezionare la casella di controllo Sovrascrivi il database esistente in Opzioni di ripristino.

  10. Fare clic su OK per avviare il processo di ripristino.

Per ripristinare una copia di backup di un database in SQL Server 2008 Enterprise
  1. Dopo essersi connessi all'istanza appropriata del motore di database di SQL Server 2008, in Esplora oggetti espandere il nome del server.

  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse su Database e quindi scegliere Ripristina database. Verrà visualizzata la finestra di dialogo Ripristina database.

  3. Nella pagina Generale della finestra di dialogo Ripristina database digitare il nome del database da ripristinare nell'elenco Database di destinazione.

  4. Nella casella di testo Temporizzazione lasciare l'impostazione predefinita, ovvero Più recente.

  5. Per specificare l'origine e il percorso dei set di backup da ripristinare, fare clic su Dispositivo di origine e quindi su Sfoglia per selezionare il file di backup.

  6. Nella finestra di dialogo Seleziona backup verificare che nella casella Supporti di backup sia selezionato File.

  7. Nell'area Percorso backup fare clic su Aggiungi.

  8. Nella finestra di dialogo Individua file di backup selezionare il file che si desidera ripristinare, fare clic su OK e quindi nella finestra di dialogo Seleziona backup fare clic su OK.

  9. Nella griglia Selezionare i set di backup da ripristinare della finestra di dialogo Ripristina database selezionare la casella di controllo Ripristina accanto al backup completo più recente.

  10. Nella pagina Opzioni della finestra di dialogo Ripristina database selezionare la casella di controllo Sovrascrivi il database esistente in Opzioni di ripristino.

  11. Fare clic su OK per avviare il processo di ripristino.

Prima di collegare i database del contenuto alle applicazioni Web, utilizzare il cmdlet Test-SPContentDatabaseWindows PowerShell per essere certi di avere tutti i componenti personalizzati necessari per il database.

Per verificare la disponibilità dei componenti personalizzati utilizzando Windows PowerShell
  1. Verificare che vengano soddisfatti i requisiti minimi seguenti: vedere Add-SPShellAdmin.

  2. Fare clic sul pulsante Start e scegliere Tutti i programmi.

  3. Fare clic su Prodotti Microsoft SharePoint 2010.

  4. Fare clic su SharePoint 2010 Management Shell.

  5. Al prompt dei comandi di Windows PowerShell digitare il comando seguente:

    Test-SPContentDatabase -Name <DatabaseName> -WebApplication <URL>
    

    Dove:

    • <DatabaseName> è il nome del database da verificare.

    • <URL> è l'URL dell'applicazione Web che ospiterà i siti.

Per ulteriori informazioni, vedere Test-SPContentDatabase.

Quando si collega un database del contenuto, verificare che il sito radice per l'applicazione Web sia incluso nel primo database del contenuto da collegare. In altre parole, prima di continuare, esaminare la radice dell'applicazione Web nella server farm originale per individuare la prima raccolta siti. Dopo aver collegato il database che contiene il sito radice, è possibile collegare gli altri database del contenuto per l'applicazione Web in qualsiasi ordine. Non è necessario creare raccolte siti in cui memorizzare il contenuto prima di collegare il database. Tali raccolte vengono infatti create automaticamente durante questo processo. Prestare attenzione a non aggiungere nuove raccolte siti prima di aver ripristinato tutti i database del contenuto.

ImportanteImportant
Se si spostano i database del contenuto tra domini o foreste o in un altro ambiente con account di servizio diversi, prima di collegare i database verificare che le autorizzazioni per gli account di servizio siano comunque corrette.

È possibile utilizzare il cmdlet Mount-SPContentDatabase in Windows PowerShell o il comando di Stsadm addcontentdb per collegare un database del contenuto a un'applicazione Web. L'utilizzo delle pagine di Amministrazione centrale SharePoint per collegare un database del contenuto non è supportato per l'aggiornamento.

Controllare che l'account utilizzato per collegare i database sia membro del ruolo predefinito di database db_owner per i database del contenuto che si desidera aggiornare.

ImportanteImportant
Se si utilizza l'autenticazione basata su form, sarà necessario configurare l'autenticazione basata sulle attestazioni per l'applicazione Web prima di collegare i database. È inoltre necessario creare un criterio che conceda autorizzazioni di controllo completo dell'applicazione Web all'account utente che eseguirà l'aggiornamento basato su collegamento di database.
Per ulteriori informazioni, vedere Configurare l'autenticazione basata su moduli per un'applicazione Web basata sulle attestazioni (SharePoint Foundation 2010).
SuggerimentoTip
Non è possibile collegare lo stesso database del contenuto più di una volta a una farm, anche se in applicazioni Web diverse. A ogni raccolta siti di un database del contenuto è infatti associato un GUID registrato nel database di configurazione. Non è pertanto consentito aggiungere la medesima raccolta siti due volte nella farm, anche se in applicazioni Web distinte. In tal caso sarà possibile collegare il database, ma la raccolta siti non verrà avviata.
Se si necessita di una copia duplicata di una raccolta siti all'interno della stessa farm, collegare innanzitutto il database contenente la raccolta a una farm distinta e quindi utilizzare le operazioni backup e ripristino di Stsadm per copiare la raccolta siti nell'altra farm. Con il processo di backup e ripristino di Stsadm verrà creato un nuovo GUID per la raccolta siti.
Per collegare un database del contenuto a un'applicazione Web utilizzando Windows PowerShell
  1. Verificare che vengano soddisfatti i requisiti minimi seguenti: vedere Add-SPShellAdmin.

  2. Fare clic sul pulsante Start e scegliere Tutti i programmi.

  3. Fare clic su Prodotti Microsoft SharePoint 2010.

  4. Fare clic su SharePoint 2010 Management Shell.

  5. Al prompt dei comandi di Windows PowerShell digitare il comando seguente:

    Mount-SPContentDatabase -Name <DatabaseName> -DatabaseServer <ServerName> -WebApplication <URL> [-Updateuserexperience]
    

    Dove:

    • <DatabaseName> è il nome del database da aggiornare.

    • <ServerName> è il server in cui è memorizzato il database.

    • <URL> è l'URL dell'applicazione Web che ospiterà i siti.

    • Updateuserexperience specifica che deve essere eseguito l'aggiornamento alla nuova esperienza utente (parte di Console di aggiornamento). Se si specifica questo parametro, il sito viene impostato in modo da visualizzare la nuova esperienza utente. Omettere questo parametro se si desidera che dopo l'aggiornamento l'esperienza utente sia quella tradizionale. Per ulteriori informazioni, vedere Pianificare la Console di aggiornamento (SharePoint Foundation 2010).

Per ulteriori informazioni, vedere Mount-SPContentDatabase.

NotaNote
Per l'esecuzione di attività amministrative dalla riga di comando è consigliabile utilizzare Windows PowerShell. Lo strumento da riga di comando Stsadm è deprecato, ma è stato incluso per garantire la compatibilità con le versioni precedenti del prodotto.
Per collegare un database del contenuto a un'applicazione Web con lo strumento da riga di comando Stsadm
  1. Nell'unità in cui è installato Prodotti e tecnologie SharePoint passare alla directory seguente: %COMMONPROGRAMFILES%\Microsoft shared\Web server extensions\12\Bin.

  2. Digitare il comando seguente e quindi premere INVIO.

    stsadm -o addcontentdb -url <URL> -databasename <NomeDatabase>

    [-databaseserver <NomeServer> ] [-databaseuser <NomeUtente> ]

    [-databasepassword <Password> ] [-sitewarning <NumeroAvvisiSito> ]

    [-preserveolduserexperience true/false ]

    [-sitemax <NumeroMaxSiti> ]

    [-assignnewdatabaseid] [-clearchangelog]

    NotaNote
    Quando si imposta il parametro preserveolduserexperience su true, i siti nel database del contenuto mantengono lo stesso aspetto della versione precedente anche dopo l'aggiornamento. Quando invece si imposta questo parametro su false, i siti vengono aggiornati e acquisiscono il nuovo aspetto. L'impostazione predefinita per questo parametro è true, ovvero viene mantenuto l'aspetto precedente.
    Questo parametro fa parte della caratteristica Console di aggiornamento. Per ulteriori informazioni, vedere Pianificare la Console di aggiornamento (SharePoint Foundation 2010).

    Per ulteriori informazioni, vedere Addcontentdb: operazione Stsadm (Windows SharePoint Services).

Dopo avere collegato un database, è possibile utilizzare la pagina Stato aggiornamento di Amministrazione centrale per verificare lo stato dell'aggiornamento nelle raccolte siti. Al termine del processo di aggiornamento, è inoltre possibile esaminare il file del registro di aggiornamento per controllare se durante il processo si siano verificati problemi. Esaminare inoltre tutti i siti aggiornati allo scopo di individuare e risolvere gli eventuali problemi di visualizzazione del contenuto. Per ulteriori informazioni, vedere Verificare l'aggiornamento e controllare i siti aggiornati (SharePoint Foundation 2010).

Per visualizzare la pagina Stato aggiornamento
  • In Amministrazione centrale fare clic su Aggiornamento e migrazione e quindi su Controlla stato aggiornamento.

Per aprire il file del registro di aggiornamento
  • Il file del registro di aggiornamento e il file del registro degli errori di aggiornamento sono disponibili in %COMMONPROGRAMFILES%\Microsoft Shared\Web server extensions\14\LOGS. Il nome di tali file di registro è nel formato seguente: Upgrade-AAAAMMGG-HHMMSS-SSS-error.log e Upgrade-AAAAMMGG-HHMMSS-SSS.log, dove AAAAMMGG rappresenta la data e HHMMSS-SSS rappresenta l'orario in formato 24 ore con minuti, secondi e millisecondi. Un esempio di registro degli errori di aggiornamento è Upgrade-20090415-132126-374-error.log, mentre un esempio di registro di aggiornamento è Upgrade-20090415-132126-374.log.

    NotaNote
    Il file del registro di aggiornamento contiene il nome del database del contenuto in fase di aggiornamento.

Dopo aver ripristinato il primo database del contenuto e aver verificato l'aggiornamento esaminando il file di registro di aggiornamento, sarà possibile procedere con il ripristino e l'aggiornamento dei database successivi. È possibile collegare più database contemporaneamente in finestre distinte del prompt dei comandi per eseguire più aggiornamenti simultaneamente. Dopo aver ripristinato e aggiornato correttamente tutti i database del contenuto, sarà possibile controllare i siti per verificare che siano stati aggiornati in modo appropriato.

Dopo aver aggiornato gli eventuali database aggiuntivi, visualizzare la pagina Stato aggiornamento per monitorare lo stato e verificare che il processo di aggiornamento sia stato completato. Esaminare il file di registro per identificare eventuali altri problemi e quindi i singoli siti aggiornati allo scopo di individuare e risolvere eventuali problemi di visualizzazione del contenuto. Per ulteriori informazioni, vedere Verificare l'aggiornamento e controllare i siti aggiornati (SharePoint Foundation 2010) e Gestire la Console di aggiornamento (SharePoint Foundation 2010).

Mostra: