Pianificare la gestione della continuità aziendale (SharePoint Foundation 2010)

 

Si applica a: SharePoint Foundation 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2016-11-30

La gestione della continuità aziendale è costituita da strumenti, processi e decisioni aziendali definiti in anticipo per gestire eventuali crisi. Per crisi si intende un evento locale, regionale o nazionale, ma anche un evento che può incidere solo sulle attività aziendali.

Nella strategia di gestione della continuità aziendale è probabilmente previsto l'utilizzo delle funzionalità di Microsoft SharePoint Foundation 2010, ma è comunque consigliabile mettere a punto un piano globale molto più completo che includa gli elementi seguenti:

  • Procedure documentate in modo chiaro.

  • Archiviazione fuori sede di record aziendali chiave.

  • Contatti designati in modo chiaro.

  • Formazione continuativa del personale, con procedure ed esercitazioni.

  • Meccanismi di ripristino fuori sede.

Contenuto dell'articolo:

Per il supporto della gestione della continuità aziendale, in Microsoft SharePoint Foundation 2010 sono incluse le funzionalità seguenti:

  • Controllo delle versioni   Può capitare che gli utenti perdano i dati sovrascrivendo un documento. Il controllo delle versioni consente di mantenere più versioni dello stesso documento in una raccolta documenti. Nel caso in cui venga apportata una modifica indesiderata, venga sovrascritto un documento o un documento risulti danneggiato, l'utente può ripristinare in modo semplice la versione precedente. Quando il controllo delle versioni è attivato, gli utenti possono ripristinare da soli i propri dati.

    Per ulteriori informazioni, vedere Pianificare di proteggere il contenuto tramite i Cestini e il controllo delle versioni (SharePoint Foundation 2010).

  • Cestino   In SharePoint Foundation 2010 sono disponibili due tipi di Cestino. Gli utenti che dispongono delle autorizzazioni appropriate possono utilizzare il Cestino principale per ripristinare documenti, elementi di elenchi, elenchi e raccolte documenti eliminati da un sito. Gli amministratori della raccolta siti possono utilizzare il Cestino secondario, noto anche come Cestino raccolta siti, per ripristinare gli elementi eliminati dal Cestino principale. Quando quest'ultimo è attivato, gli utenti possono ripristinare da soli i propri dati.

    Per ulteriori informazioni, vedere Pianificare di proteggere il contenuto tramite i Cestini e il controllo delle versioni (SharePoint Foundation 2010).

  • Backup e ripristino   È possibile utilizzare i cmdlet di Windows PowerShell o il sito Web Amministrazione centrale SharePoint per eseguire il backup e il ripristino di farm, database, applicazioni Web e raccolte siti. Sono inoltre disponibili numerosi strumenti esterni e di terze parti che è possibile utilizzare per eseguire il backup e il ripristino dei dati. Per ulteriori informazioni, vedere Pianificare il backup e il ripristino (SharePoint Foundation 2010).

  • Disponibilità   Non esistono singole caratteristiche che garantiscono la disponibilità in un ambiente SharePoint Foundation 2010. Tra i numerosi approcci di aumento della disponibilità che è possibile adottare vi sono i seguenti:

    • Tolleranza di errore dei componenti e della rete.

    • Ridondanza dei ruoli dei server e dei server in una farm.

    Per ulteriori informazioni sulla disponibilità, vedere Pianificare la disponibilità (SharePoint Foundation 2010).

  • Ripristino di emergenza   Non esistono singole caratteristiche che garantiscono il ripristino di emergenza in un ambiente SharePoint Foundation 2010. Tra i numerosi approcci di aumento della disponibilità che è possibile adottare in caso di disconnessione di un data center vi sono i seguenti:

    • Archiviazione dei backup in una sede esterna, dentro e fuori la propria area geografica.

    • Invio delle immagini dei server a sedi esterne.

    • Esecuzione di più data center, con gestione dei dati limitata a un solo data center e disponibilità in standby degli altri.

    Per ulteriori informazioni sul ripristino di emergenza, vedere Pianificare il ripristino di emergenza (SharePoint Foundation 2010).

La gestione della continuità aziendale è un'area fondamentale per la quale i gruppi IT offrono contratti di servizio che consentono di definire le aspettative insieme ai gruppi di clienti. Molte organizzazioni IT offrono diversi tipi di contratti di servizio, associati a diversi livelli di addebito.

Nell'elenco seguente vengono descritte le caratteristiche comuni dei contratti di servizio per la gestione della continuità aziendale:

  • Controllo delle versioni

    • Se offerto.

    • Quantità di spazio assegnato.

  • Cestini

    • Se offerti.

    • Quantità di spazio assegnato per il Cestino principale e per quello secondario.

    • Periodo di mantenimento degli elementi prima dell'eliminazione definitiva in ogni Cestino.

    • Costi aggiuntivi per il ripristino degli elementi eliminati in modo definitivo dal Cestino secondario.

  • Backup e ripristino

    I contratti di servizio per backup e ripristino in genere identificano oggetti e servizi che possono essere sottoposti a backup e ripristino, nonché gli obiettivi relativi al tempo, al punto e al livello di ripristino di ognuno. Un contratto di servizio può inoltre identificare la finestra temporale di backup disponibile per ogni progetto. Per ulteriori informazioni sui contratti di servizio per backup e ripristino, vedere Pianificare il backup e il ripristino (SharePoint Foundation 2010).

    • L'obiettivo in termini di tempo di ripristino (RTO, Recovery Time Objective) è l'obiettivo relativo alla durata massima che un processo di ripristino dati può avere. Dipende da quanto tempo l'azienda può permettersi di restare con il sito o il servizio non disponibile.

    • L'obiettivo in termini di punto di ripristino (RPO, Recovery Point Objective) è l'obiettivo relativo all'intervallo di tempo massimo che può trascorrere tra l'ultimo backup disponibile e qualsiasi punto di errore potenziale. Dipende dalla quantità di dati che l'azienda può permettersi di perdere in caso di errore.

    • Per obiettivo relativo al livello di ripristino si intende l'obiettivo che definisce il livello di dettaglio con cui deve essere possibile ripristinare i dati, ad esempio l'intera farm, l'applicazione Web, la raccolta siti, il sito, l'elenco o la raccolta oppure l'elemento.

  • Disponibilità

    Per ogni componente di una farm per cui è previsto un piano di disponibilità, un contratto di servizio per la disponibilità può identificare la disponibilità come una percentuale di tempo di attività, spesso espressa con un numero di nove, ovvero la percentuale di tempo in cui un determinato sistema è attivo e funzionante. Un sistema con una percentuale di tempo di attività pari a 99,999 ad esempio ha cinque numeri nove di disponibilità.

    NotaNote
    Durante il calcolo della disponibilità, la maggior parte delle organizzazioni esenta o aggiunge in modo specifico ore per attività di manutenzione pianificate.

    Per ulteriori informazioni, vedere Pianificare la disponibilità (SharePoint Foundation 2010).

  • Ripristino di emergenza

    Per ogni componente di una farm per cui è previsto un piano di ripristino di emergenza, un contratto di servizio può identificare gli obiettivi relativi al punto e al tempo di ripristino. Vengono definiti in genere obiettivi relativi al tempo di ripristino diversi a seconda delle circostanze, ad esempio un'emergenza locale rispetto a un'emergenza regionale.

    Per ulteriori informazioni, vedere Pianificare il ripristino di emergenza (SharePoint Foundation 2010).

Mostra: