Pianificare il processo per la creazione di siti (SharePoint Foundation 2010)

 

Si applica a: SharePoint Foundation 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2016-11-30

In alcune organizzazioni è necessario mantenere uno stretto controllo sugli utenti autorizzati a creare siti o sulla tempistica per la creazione dei siti. Altre organizzazioni possono invece offrire agli utenti maggiori opportunità di accesso e la possibilità di creare liberamente siti in base alle diverse esigenze. Questo articolo consente di determinare il tipo di processo di creazione dei siti appropriato per l'organizzazione e il metodo da utilizzare per l'implementazione di tale processo.

Contenuto dell'articolo:

Per impostazione predefinita, le nuove raccolte siti e pertanto i nuovi siti Web principali possono essere creati solo utilizzando Amministrazione centrale e quindi solo dai membri del gruppo Amministratori farm. Questo comportamento può essere adatto per la propria organizzazione se si desidera applicare all'ambiente uno stretto controllo e una rigida gestione, con solo poche persone autorizzate ad aggiungere siti principali. Il metodo di creazione dei siti principali predefinito tuttavia potrebbe non adattarsi alle esigenze dell'organizzazione qualora sussista uno dei requisiti seguenti:

  • Si desidera consentire agli utenti di creare facilmente siti principali informali, anche eliminabili, ad esempio per progetti a breve termine.

  • Si desidera creare uno spazio informale per l'interazione tra team, gruppi o community.

  • Si ospitano siti principali (internamente o esternamente) e si desidera che il processo di richiesta e ricezione di un sito principale sia il più rapido ed economico possibile.

Esistono diversi modi per consentire agli utenti di creare i propri siti mantenendo comunque il controllo sull'ambiente. Valutare quale tra i metodi illustrati di seguito è più appropriato per la propria organizzazione:

  • Gestione siti in modalità self-service   In Amministrazione centrale è possibile attivare Gestione siti in modalità self-service per consentire agli utenti di creare raccolte siti nel percorso /siti o in un altro percorso specifico all'interno di una determinata applicazione Web. Questo metodo è indicato se si desidera consentire a gruppi o community di creare siti. È adatto inoltre se si ospitano siti e si desidera consentire agli utenti di creare siti senza attendere l'esecuzione di un processo complicato. La pagina di accesso di Gestione siti in modalità self-service può essere personalizzata o sostituita con una pagina contenente tutte le informazioni necessarie per l'integrazione con un sistema di fatturazione o per tenere traccia di metadati personalizzati relativi al sito al momento della creazione. Questo metodo non è tuttavia appropriato se un numero elevato di utenti deve accedere a più siti. Poiché Gestione siti in modalità self-service crea raccolte siti, caratterizzate da autorizzazioni separate, gli utenti devono essere aggiunti in modo univoco alle diverse raccolte siti. Se si utilizzano invece siti secondari, gli utenti possono essere ereditati dal sito padre della raccolta siti. La ricerca viene eseguita all'interno di una raccolta siti specifica. Se pertanto si desidera che gli utenti possano ricercare contenuto tra più siti diversi, convertire i siti in siti secondari all'interno di una raccolta siti.

  • Siti secondari di siti esistenti   Consentire agli utenti di creare siti secondari esclusivamente all'interno di siti esistenti, anziché nuove raccolte siti e nuovi siti principali. Gli utenti che dispongono del livello di autorizzazione Controllo completo o Gestione gerarchia per un sito esistente possono creare un sito secondario. Questo metodo è il più limitato, poiché viene comunque controllato il numero di raccolte siti presenti. Poiché i siti sono sempre siti secondari di altri siti, l'organizzazione può essere semplice o complessa a seconda delle diverse condizioni. Se infatti i siti sono pochi, l'organizzazione non comporta difficoltà. Se invece tutti gli utenti dell'organizzazione desiderano un sito secondario e ne creano uno a livelli diversi della gerarchia della raccolta siti, è possibile che l'esplorazione della raccolta siti diventi subito molto complicata.

    NotaNote
    Se non si desidera offrire questa opportunità agli utenti, è possibile rimuovere il diritto Creazione siti secondari dai livelli di autorizzazione Controllo completo e Gestione gerarchia a livello di raccolta siti o di applicazione Web.
NotaNote
Tenere presente che nessuno di questi metodi consente di controllare la quantità di spazio occupata da ogni sito nei database del contenuto. Per avere controllo sulle dimensioni dei siti, è consigliabile utilizzare le quote e impostare un limite di dimensione per le raccolte siti. Non è possibile impostare limiti di dimensione singoli per i siti secondari. Per ulteriori informazioni, vedere Pianificare la gestione e la manutenzione dei siti (SharePoint Foundation 2010).

Gestione siti in modalità self-service consente agli utenti di creare e gestire automaticamente i propri siti Web principali. Quando si attiva tale funzionalità per un'applicazione Web, gli utenti possono pertanto creare i propri siti Web principali in un percorso specifico, per impostazione predefinita il percorso /siti. Se Gestione siti in modalità self-service è attiva, è visibile un annuncio nel sito principale nel percorso radice dell'applicazione Web, in modo che gli utenti autorizzati siano informati che la funzionalità è disponibile e possano fare clic sul collegamento per accedervi.

NotaNote
Se si desidera utilizzare un percorso diverso da /siti per Gestione siti in modalità self-service, è necessario aggiungere il percorso come un'inclusione di caratteri jolly. Per ulteriori informazioni, vedere Pianificare i siti di collaborazione (SharePoint Foundation 2010).

Gestione siti in modalità self-service può ovviamente influire sulla sicurezza del server Web. Questa funzionalità è disattivata per impostazione predefinita e per poterla utilizzare deve essere attivata. È possibile attivarla per una singola applicazione Web alla volta. Se si desidera utilizzarla in tutte le applicazioni Web della server farm, sarà necessario attivarla singolarmente per ogni applicazione Web.

Se si attiva Gestione siti in modalità self-service, considerare quanto segue:

  • È necessario in genere un amministratore secondario per la raccolta siti. Gli avvisi amministrativi, ad esempio per il superamento dei limiti di quota o per il rilevamento dei siti Web inutilizzati, vengono inviati agli amministratori principali e a quelli secondari. La presenza di più contatti consente di ridurre il coinvolgimento degli amministratori nelle attività relative a questi siti, in quanto il contatto secondario può eseguire le attività necessarie anche in caso di non disponibilità del contatto principale.

  • Definire una quota per lo spazio di archiviazione e impostarla come quota predefinita per l'applicazione Web.

  • Rivedere il numero di siti consentiti per ogni database del contenuto. Questa operazione, insieme all'utilizzo delle quote, consentirà di limitare le dimensioni dei database nel sistema.

  • Attivare le notifiche relative ai siti Web inutilizzati, in modo da poter individuare i siti dimenticati o non più utili.

Poiché Gestione siti in modalità self-service consente di creare nuovi siti Web principali in un'applicazione Web esistente, i nuovi siti saranno automaticamente conformi alle impostazioni delle quote predefinite dell'applicazione Web, alle impostazioni per la notifica di siti Web inutilizzati e ad altri criteri amministrativi.

È possibile naturalmente mettere a punto processi personalizzati per la creazione dei siti, ad esempio utilizzando un modulo personalizzato di richiesta di un sito che consenta l'integrazione con un sistema di fatturazione back-end per l'addebito sulla carta di credito di un cliente o a un centro di costo aziendale. Se si dispone di un sistema o di un processo complesso che si desidera includere come parte della creazione di un sito, è consigliabile creare un'applicazione personalizzata per chiamare l'interfaccia di creazione del sito ed eseguire eventuali altre attività richieste. Se invece si desidera solo aggiungere alcuni campi personalizzati alla pagina di creazione del sito, ad esempio per tenere traccia del reparto della società che richiede un determinato sito, è consigliabile utilizzare Gestione siti in modalità self-service e personalizzare la pagina di accesso in modo da includere le informazioni necessarie. A tale scopo, è possibile personalizzare la pagina scsignup.aspx nella definizione del sito in modo da includere i metadati richiesti senza dover sviluppare un'intera applicazione.

Per ulteriori informazioni sulla creazione di applicazioni personalizzate o sulla modifica di pagine nella definizione di un sito, vedere il portale per sviluppatori di SharePoint 2010 su MSDN (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=178818&clcid=0x410).

Per pianificare il processo di creazione dei siti, utilizzare il foglio di lavoro seguente:

Mostra: