Risolvere i problemi relativi all'aggiornamento (SharePoint Foundation 2010)

 

Si applica a: SharePoint Foundation 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2016-11-30

Anche dopo avere testato il processo di aggiornamento per identificare problemi potenziali, potrebbero verificarsi comunque problemi imprevisti durante un aggiornamento da Windows SharePoint Services 3.0 a Microsoft SharePoint Foundation 2010. Se si verificano problemi dopo l'aggiornamento, prima si riuscirà a rilevarli e correggerli, migliore sarà l'esperienza di utilizzo per gli utenti finali.

In questo articolo vengono illustrati i principi generali per l'identificazione e la risoluzione dei problemi relativi all'aggiornamento e viene riportato un elenco di alcuni problemi comuni. Dopo aver identificato e risolto i problemi verificatisi, è possibile riprendere l'aggiornamento. Per ulteriori informazioni su come riprendere l'aggiornamento, vedere Riprendere l'aggiornamento (SharePoint Foundation 2010).

Contenuto dell'articolo:

Iniziare verificando lo stato dell'aggiornamento in modo da capire dove il processo si è interrotto (se si è interrotto) ed esaminare i file di registro per individuare possibili errori o avvisi. Risolvere quindi i problemi rilevati prima di riprendere l'aggiornamento.

Anche gli indicatori di stato e i file di registro dell'aggiornamento forniscono informazioni utili sui problemi verificatisi durante il processo di aggiornamento. È consigliabile esaminare attentamente tutti gli errori registrati nei file di registro dell'aggiornamento. Gli avvisi non sempre corrispondono a un problema, ma è comunque opportuno controllarli tutti per determinare se alcuni di essi possono causare ulteriori problemi.

  1. Verificare lo stato dell'aggiornamento eseguendo una o entrambe le operazioni seguenti:

    • Esaminare la pagina Stato aggiornamento nel sito Web Amministrazione centrale SharePoint.

    • Utilizzare l'operazione localupgradestatus di Stsadm.exe per verificare lo stato dell'aggiornamento.

    Per ulteriori informazioni su come verificare lo stato dell'aggiornamento, vedere Verificare l'aggiornamento e controllare i siti aggiornati (SharePoint Foundation 2010).

  2. Esaminare i file di registro seguenti:

    • File di registro di Setup.exe.

    • File di registro della Configurazione guidata Prodotti SharePoint (Psconfig.exe).

    • File di registro degli errori di aggiornamento e file di registro dell'aggiornamento, contenente informazioni più dettagliate rispetto all'altro file.

    • File di registro ULS o di traccia.

      Tali file vengono archiviati nella cartella %COMMONPROGRAMFILES%\Microsoft Shared\Web Server Extensions\14\LOGS e hanno il nome seguente: Nomeserver_AAAAMMGG-MMSS.log.

    • File di registro eventi dell'applicazione.

      Questo file può essere visualizzato utilizzando il Visualizzatore eventi.

    Per ulteriori informazioni sui file di registro di Setup.exe, di PSconfig.exe e dell'aggiornamento, vedere Verificare l'aggiornamento e controllare i siti aggiornati (SharePoint Foundation 2010). Per ulteriori informazioni sul file di registro di traccia, vedere Registri di traccia (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=182380&clcid=0x410) su MSDN.

Alcuni problemi hanno un'incidenza maggiore rispetto agli altri. La mancanza di un file sul lato server ad esempio può causare numerosi errori apparentemente non correlati a livello di sito.

Risolvere i problemi procedendo nell'ordine seguente:

  1. File o personalizzazioni del lato server mancanti, ad esempio caratteristiche o web part.

  2. Problemi di configurazione della server farm, dell'applicazione Web o dei servizi, ad esempio percorsi gestiti o servizi non avviati.

  3. Ulteriori problemi rilevati per i singoli siti, a partire dai siti di grande impatto e alto profilo.

Man mano che si identificano e risolvono i problemi principali, è possibile provare a eseguire di nuovo l'aggiornamento per vedere se i problemi che si verificavano più avanti nel corso del processo si sono risolti anch'essi.

Verificare se uno o più problemi seguenti causano un errore o un avviso relativo all'aggiornamento.

Uno degli errori comuni che si verificano durante l'aggiornamento è la mancanza di file sul lato server, che si tratti di file installati con Windows SharePoint Services 3.0 o di file personalizzati. Al momento della preparazione in vista dell'aggiornamento, dovrebbe essere stato creato un inventario delle personalizzazioni del lato server, ad esempio definizioni di siti, modelli, caratteristiche, web part e assembly, necessarie per i propri siti. Per identificare tali elementi può essere utile eseguire lo strumento di verifica pre-aggiornamento. Controllare tale inventario per essere certi che tutti i file necessari per le personalizzazioni siano installati nell'ambiente di aggiornamento.

Se si sta eseguendo un aggiornamento basato sul collegamento di database, sarà possibile utilizzare il cmdlet test-spcontentdatabase di Windows PowerShell prima di aggiornare il database per identificare gli eventuali file mancanti. È inoltre possibile utilizzare l'operazione enumallwebs di Stsadm.exe per identificare le personalizzazioni del lato server in uso.

Nei file di registro dell'aggiornamento potrebbero venire segnalati errori come i seguenti:

  • ERRORE Trovati web conteggio riferimenti con modello Web mancante ID modello sito (lcid: Codice lingua modello sito) in ContentDatabase Nome database contenuto.

  • ERROR Found a missing feature Id = [Identificatore caratteristica]

  • ERRORE Il database contiene [Numero] riferimenti al file [Percorso relativo file] che non è installato nella farm corrente.

  • AVVISO Il database contiene [Numero] riferimenti alla classe di web part [Identificatore web part] che non è installata nella farm corrente.

  • AVVISO Nel database viene fatto riferimento all'assembly [Percorso assembly] che non è installato nella farm corrente.

  • AVVISO Impossibile aggiornare la caratteristica. Eccezione: Impossibile trovare ID della definizione della caratteristica 'Identificatore caratteristica'.

Se si riesce a ottenere un file o una dipendenza del lato server mancante, effettuarne l'installazione e quindi eseguire di nuovo l'aggiornamento per i siti interessati. Se il file o la dipendenza, ad esempio una web part, è deprecata, sarà necessario stabilire se si desidera ricostruire il sito, la pagina o la web part per utilizzare un modello, una caratteristica o una web part diversa. Se è possibile effettuare di nuovo la personalizzazione utilizzando dipendenze non deprecate, sarà possibile rieseguire l'aggiornamento per i siti interessati. Se non è possibile rimuovere la dipendenza, il sito non potrà essere aggiornato.

Dopo aver installato il file o la dipendenza mancante, utilizzare il cmdlet test-SPContentDatabase di Windows PowerShell in un server di testing per determinare se risultano altri file mancanti per il database. Se si esegue solo lo strumento di verifica pre-aggiornamento o si esegue di nuovo l'aggiornamento, l'errore potrebbe non risultare nei file di registro anche se non è stato effettivamente risolto.

Verificare le impostazioni della farm e dell'applicazione Web, quindi creare e avviare gli eventuali servizi mancanti.

Verificare che gli eventuali percorsi gestiti, inclusi o esclusi, siano configurati correttamente per ogni applicazione Web.

Nei file di registro dell'aggiornamento potrebbero venire segnalati errori come i seguenti:

  • ERRORE Impossibile accedere al modello ID modello: SPSite Id=ID sito a causa di un'eccezione. SPWeb Id=ID Web verrà ignorato per l'aggiornamento del modello. Eccezione: System.IO.FileNotFoundException: Impossibile trovare il sito con ID ID sito.

    Questo errore indica la mancanza di un percorso gestito. Aggiungere tale percorso per la raccolta siti nell'applicazione Web e riavviare l'aggiornamento per il database del contenuto in cui è inclusa la raccolta.

Per poter effettuare l'aggiornamento, deve essere in esecuzione Windows SharePoint Services 3.0 con il Service Pack 2. Se questo requisito minimo non viene soddisfatto, verrà visualizzato un errore e l'aggiornamento non avrà luogo.

Un altro errore comune è l'assenza dello spostamento globale per i blog aggiornati. Questo problema si verifica perché la caratteristica MySiteNavigation (6adff05c-d581-4c05-a6b9-920f15ec6fd9) non è abilitata durante l'aggiornamento. Per abilitare la caratteristica, eseguire il cmdlet Windows PowerShell 2,0Enable-SPFeature.

Per ulteriori informazioni, vedere Enable-SPFeature.

I problemi relativi ai dati illustrati di seguito possono generare errori o avvisi durante l'aggiornamento:

  • Connettività a origini dati. Se i server non riescono a connettersi ai database, non potranno essere aggiornati.

  • Siti o elenchi orfani o altri danni relativi ai database. Per ulteriori informazioni, vedere Pulizia dell'ambiente prima dell'aggiornamento (SharePoint Foundation 2010).

  • Dati di colonne nascosti. Se durante il processo di aggiornamento viene aggiunta una colonna a un elenco in cui è già presente una colonna con lo stesso nome, la colonna personalizzata verrà rinominata. Dopo l'aggiornamento potrebbe essere necessario rimodificare le visualizzazioni in modo da includere la colonna rinominata.

Nei file di registro dell'aggiornamento potrebbero venire segnalati errori come i seguenti:

  • AVVISO I siti orfani possono determinare errori di aggiornamento.

  • ERRORE Il database [Nome database del contenuto] contiene un sito (ID = [Identificatore raccolta siti], URL = [URL raccolta siti]) non incluso nella mappa del sito.

Risolvere il problema relativo agli elementi orfani o ai database danneggiati e quindi eseguire di nuovo l'aggiornamento.

Le modifiche apportate all'interfaccia utente, ad esempio l'aggiunta dell'interfaccia utente Office Fluent (nota anche come barra multifunzione) o la conformità agli standard XHTML, possono causare problemi nei siti. Gli elementi personalizzati, quale un tipo di contenuto, occasionalmente possono avere un nome in conflitto con un nome incluso nella nuova versione. Può inoltre accadere di disporre di pagine da riportare alla definizione di sito standard oppure di elenchi di grandi dimensioni per cui è necessario creare nuove visualizzazioni.

Per ulteriori informazioni su come esaminare i problemi relativi all'interfaccia utente nei siti, vedere Verificare l'aggiornamento e controllare i siti aggiornati (SharePoint Foundation 2010).

Nei file di registro dell'aggiornamento potrebbero venire segnalati errori come i seguenti:

  • Impossibile attivare le caratteristiche della raccolta siti nel sito URL sito. Eccezione: Trovato nome di tipo di contenuto duplicato "nome".

    Questo errore indica che un tipo di contenuto "Riepilogo informazioni" di terze parti è stato aggiunto al sito specificato in Office 12 e durante l'aggiornamento a Office 14 e che il relativo nome è in conflitto con quello del tipo di contenuto "Riepilogo informazioni" incluso nel prodotto. Eliminare o rinominare il tipo di contenuto di terze parti nel sito specificato utilizzando un nome diverso da "Riepilogo informazioni" ed eseguire di nuovo l'aggiornamento.

Se lo spazio si esaurisce, ad esempio per i file di registro delle transazioni nei server di database, l'aggiornamento non potrà proseguire. Liberare spazio oppure aumentare la dimensione di tale file di registro prima di riprendere l'aggiornamento. Per ulteriori informazioni, vedere Gestione della dimensione del file di registro delle transazioni (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=124882&clcid=0x410).

Se si sta aggiornando un ambiente in cui viene utilizzata l'autenticazione basata su moduli, sarà necessario eseguire ulteriori passaggi. Eseguire le operazioni illustrate in Configurare l'autenticazione basata su moduli per un'applicazione Web basata sulle attestazioni (SharePoint Foundation 2010) per aggiornare i provider di autenticazione basata su moduli.

Se viene visualizzato un errore su un account sconosciuto, o se il database non viene aggiornato, verificare quanto segue:

  • Per un aggiornamento sul posto, verificare che l'account utilizzato per eseguire la Configurazione guidata Prodotti SharePoint sia membro del ruolo predefinito di database db_owner per tutti i database che si desidera aggiornare. Se non è membro di questo ruolo, potrebbe venire visualizzato un errore di account utente sconosciuto quando la procedura guidata avvia l'aggiornamento dei database.

  • Per un aggiornamento basato sul collegamento di database, se si spostano i database tra istanze di SQL Server diverse, verificare che la sicurezza sia configurata in modo corretto. Controllare che gli account utilizzati abbiano i ruoli predefiniti e le autorizzazioni per i database e che continuino ad essere validi se li si aggiorna tra domini.

I modelli di sito (file con estensione stp) sono deprecati in SharePoint Foundation 2010 e non possono essere utilizzati per creare nuovi siti. I siti esistenti basati su file con estensione stp continueranno a funzionare normalmente. Il metodo supportato per la creazione di siti basati su un modello in SharePoint Foundation 2010 sono i pacchetti delle soluzioni (file con estensione wsp). Per continuare a utilizzare il modello dopo l'aggiornamento, è possibile convertire un file con estensione stp in un file wsp.

Per convertire un file con estensione stp in un file wsp
  1. In Windows SharePoint Services 3.0 creare un sito basato su un modello e quindi aggiornare il sito a SharePoint Foundation 2010.

  2. In SharePoint Foundation 2010 scegliere Impostazioni sito dal menu Azioni sito.

  3. Nella pagina Impostazioni sito fare clic su Salva sito come modello in Azioni sito.

  4. Nella pagina Salva come modello immettere un valore in Nome file e in Nome modello e quindi fare clic su OK.

    Il modello di sito viene salvato come file con estensione wsp nella raccolta soluzioni della raccolta siti corrente e sarà quindi possibile creare nuovi siti basati su tale soluzione.

Molti utenti hanno utilizzato i modelli "Fabulous 40" creati per Windows SharePoint Services 3,0. Alcuni di questi modelli sono stati creati come modelli per l'amministratore del sito (file con estensione stp) e altri come modelli per l'amministratore del server (file con estensione wsp). Non verranno rilasciate nuove versioni di tali modelli da parte di Microsoft per Prodotti SharePoint 2010. I file con estensione stp sono inoltre deprecati e non potranno essere utilizzati per creare nuovi siti dopo l'aggiornamento a SharePoint Foundation 2010.

È possibile aggiornare siti basati su tali modelli, tuttavia è consigliabile provare ad aggiornare tali siti in un ambiente di testing prima di aggiornare l'ambiente di produzione, in modo da individuare eventuali problemi. A tale scopo, utilizzare lo strumento di verifica pre-aggiornamento. Alcuni utenti hanno riscontrato problemi con i flussi di lavoro personalizzati o con le visualizzazioni basate su CAML presenti nei modelli. Si noti che dopo l'aggiornamento non sarà più possibile utilizzare i file stp per creare nuovi modelli.

Nella tabella seguente vengono descritte le modalità di utilizzo dei modelli.

 

Tipo di modello È possibile aggiornare siti basati su questo modello? È possibile utilizzare il modello dopo l'aggiornamento?

Amministratore del sito (file stp o modello di sito)

No

Amministratore del server (file wsp o pacchetto della soluzione)

Sì*

Sì*

*Alcuni file con estensione wsp presentano problemi dopo l'aggiornamento. In particolare, dopo l'aggiornamento alcuni utenti non sono in grado di creare nuovi siti basati sui modelli seguenti: Pianificazione ferie/permessi, Servizio clienti, Helpdesk, Area di lavoro team IT, Informazioni di base e Inventario e gestione beni. Nel caso di problemi durante l'utilizzo di questi modelli, è possibile inviare un post con la descrizione del problema al Forum di TechNet su SharePoint 2010 - Installazione, aggiornamento, amministrazione e funzionamento (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=201600&clcid=0x410), o contattare il Servizio Supporto Tecnico Clienti Microsoft.

Se si desidera continuare a creare siti basati su modelli per l'amministratore del sito (file con estensione stp) in SharePoint Foundation 2010, è necessario convertirli in pacchetti delle soluzioni (file con estensione wsp). Per ulteriori informazioni, vedere la sezione Mancato funzionamento dei file con estensione stp dopo l'aggiornamento in questo articolo.

Mostra: