Pianificare raccolte siti con nome basato sull'host (SharePoint Foundation 2010)

 

Si applica a: SharePoint Foundation 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2010-06-14

Contenuto dell'articolo:

In Microsoft SharePoint Foundation 2010 sono supportate sia le raccolte siti basate sul precorso sia quelle con nome basato sull'host. La differenza principale tra questi due tipi di raccolte siti consiste nel fatto che tutte le raccolte siti basate sul percorso in un'applicazione Web condividono lo stesso nome host (nome DNS) e che a ogni raccolta siti con nome basato sull'host in un'applicazione Web viene assegnato un nome DNS univoco.

Le raccolte siti basate sul percorso offrono una soluzione di hosting aziendale in cui tutte le raccolte siti condividono lo stesso nome host dell'applicazione Web. In una distribuzione basata sul percorso è possibile avere una singola raccolta siti nella radice dell'applicazione Web e raccolte siti aggiuntive in percorsi gestiti all'interno dell'applicazione Web.

Le raccolte siti con nome basato sull'host offrono una soluzione di hosting Web scalabile in cui a ogni raccolta siti viene assegnato un nome DNS univoco. In una distribuzione di hosting Web ogni raccolta siti con nome basato sull'host dispone di un proprio URL con nome host di reindirizzamento a microsito, ad esempio http://customer1.contoso.com, http://customer2.contoso.com o http://www.customer3.com.

In SharePoint Foundation 2010 sono inclusi due miglioramenti significativi delle raccolte siti con nome basato sull'host: la possibilità di utilizzare sia percorsi gestiti che la terminazione off-box di SSL con le raccolte siti con nome basato sull'host.

Gli hoster Web offrono spazio sui server Web per ospitare i siti Web dei clienti. In un ambiente di SharePoint Foundation 2010 basato sul percorso tali siti sarebbero solitamente assegnati a http://www.contoso.com/sites/customer1, http://www.contoso.com/sites/customer2 e così via. Di norma, i clienti dei servizi di hosting Web desiderano tuttavia che i propri siti Web siano disponibili con un nome di dominio di reindirizzamento a microsito, ad esempio http://customer1.contoso.com, http://customer2.contoso.com e così via.

Un modo per supportare questa richiesta consiste nel fornire a ogni cliente un'applicazione Web e assegnare a tale applicazione il nome DNS univoco del cliente. Le applicazioni Web di SharePoint Foundation 2010 non sono tuttavia altrettanto scalabili delle raccolte siti di SharePoint Foundation 2010. In SharePoint Foundation 2010 sono supportare le raccolte siti con nome basato sull'host come un'alternativa alla creazione di singole applicazioni Web per ogni cliente. Le raccolte siti con nome basato sull'host sono scalabili a migliaia di raccolte siti in quanto possono esistere tutte nella stessa applicazione Web mantenendo la funzionalità di denominazione con reindirizzamento a microsito.

Poiché le raccolte siti con nome basato sull'host dispongono di un singolo URL, non supportano mapping di accesso alternativi e vengono sempre considerate all'interno dell'area predefinita. Se è necessario supportare raccolte siti che rispondono a più URL con nome host, considerare la possibilità di utilizzare raccolte siti basate sul precorso con mapping di accesso alternativi anziché raccolte siti con nome basato sull'host. Sono disponibili diverse opzioni di configurazione aggiuntive per il provisioning di un nuovo sito di SharePoint Foundation 2010. Specificando un modello di sito appropriato durante la creazione del sito, sarà possibile determinare quali web part preconfigurate e altri elementi dell'interfaccia utente sono disponibili nel nuovo sito. In uno scenario di hosting, si sceglierà probabilmente di selezionare un modello di sito del team (valore di "STS#0" quando si crea il sito) o un sito vuoto, privo di web part o elenchi predefiniti (valore di "STS#1"). Si consideri inoltre la possibilità di specificare quote sito in ogni nuova raccolta sito di cui è stato effettuato il provisioning.

Le intestazioni host sono la parte del protocollo HTTP che indica al server Web il nome DNS del sito a cui si connette il client. È possibile applicare intestazioni host a due livelli diversi in SharePoint Foundation 2010:

  • Livello applicazione Web (sito Web IIS)

  • Livello raccolta siti

È importante comprendere la distinzione tra questi due livelli. Le intestazioni host a livello di sito Web IIS sono destinate solo alle raccolte siti basate sul percorso, mentre le intestazioni host a livello di raccolta siti sono destinate solo alle raccolte siti con nome basato sull'host. Nella maggior parte dei casi, l'applicazione di un binding dell'intestazione host a livello di sito Web IIS rende impossibile l'accesso a raccolte siti con nome basato sull'host tramite il sito Web IIS, poiché IIS non risponderà alle richieste di nomi host che differiscono del binding dell'intestazione host.

Le raccolte siti basate sul percorso e quelle con nome basate sull'host possono coesistere nella stessa applicazione Web ed esistere in più applicazioni Web. Per assicurare che entrambi i tipi di raccolte siti siano accessibili agli utenti, non applicare binding dell'intestazione host al sito Web IIS assegnato all'area predefinita dell'applicazione Web, se in tale applicazione Web sono presenti raccolte siti con nome basato sull'host. È possibile applicare binding dell'intestazione host a siti Web IIS in altre aree dell'applicazione Web, in modo da poter utilizzare l'area predefinita con raccolte siti con nome basato sull'host e la funzionalità mapping di accesso alternativo in altre aree per le raccolte siti basate sul percorso.

È possibile modificare manualmente i binding dell'intestazione host sul sito Web IIS tramite Gestione IIS, tuttavia questa operazione è sconsigliata. Qualsiasi modifica apportata tramite Gestione IIS non verrà registrata in SharePoint Foundation 2010. Se SharePoint Foundation 2010 tenta di effettuare il provisioning di un sito web IIS in un altro computer della farm per la stessa applicazione Web e la stessa farm, verrà utilizzato il binding dell'intestazione host originale anziché quello modificato. Se si desidera modificare un binding esistente per un sito Web IIS, rimuovere l'applicazione Web dall'area e quindi estenderla di nuovo nell'area con il binding che si desidera utilizzare.

Per creare una raccolta siti con nome basato sull'host, è necessario utilizzare Windows PowerShell. Non è possibile utilizzare l'applicazione Web Amministrazione centrale SharePoint Foundation 2010 per creare una raccolta siti con nome basato sull'host, mentre è possibile utilizzarla per gestire la raccolta siti dopo averla creata.

Per creare una raccolta siti con nome basato sull'host utilizzare il cmdlet New-SPSite di Windows PowerShell con il parametro -HostHeaderWebApplication, come illustrato nell'esempio seguente:

  1. Per creare una raccolta siti con nome basato sull'host utilizzando Windows PowerShell, verificare che siano soddisfatti i requisiti minimi seguenti: vedere Add-SPShellAdmin.

  2. Fare clic sul pulsante Start e scegliere Tutti i programmi.

  3. Fare clic su Prodotti Microsoft SharePoint 2010.

  4. Fare clic su SharePoint 2010 Management Shell.

  5. Al prompt dei comandi di Windows PowerShell (PS C:\>) digitare quanto segue:

New-SPSite http://host.header.site.url -OwnerAlias DOMAIN\username - 
HostHeaderWebApplication http://servername

Verrà creata una raccolta siti con nome basato sull'host con l'URL http://host.header.site.url nell'applicazione Web SharePoint Foundation 2010 con l'URL http://servername.

Oltre Windows PowerShell, per creare siti con nome basato sull'host è possibile utilizzare il modello a oggetti di SharePoint Foundation 2010. L'esempio di codice seguente consente di creare la raccolta siti con nome basato sull'host con l'URL http://host.header.site.url nell'applicazione Web SharePoint Foundation 2010 con l'URL http://servername:

SPWebApplication webApp = SPWebApplication.Lookup(new
Uri("http://www.contoso.com"));
SPSiteCollection sites = webApp.Sites;
SPSite Site = null;
Site = sites.Add("http://hoster.contoso.com", "Site_Title",
"Site_Description", 1033, "STS#0", "contoso\owner",
"Owner_Display_Name", "Owner_Email", "contoso\secondaryowner,
"Secondary_Owner_Display_Name", "Secondary_Owner_Email", true);

SharePoint Foundation 2010 include un set di servizi Web per varie attività utente e amministrative. Una di queste attività amministrative consiste nella creazione di una nuova raccolta siti. Il metodo del servizio Web CreateSite non supporta la creazione di raccolte siti con nome basato sull'host. Una soluzione alternativa per questo problema consiste nello scrivere un servizio Web che includa il codice di esempio dell'API.

In SharePoint Foundation 2010 è incluso il supporto per percorsi gestiti con raccolte siti con nome basato sull'host. Gli hoster possono fornire allo stesso cliente più raccolte siti, dove ogni raccolta siti condivide il nome host univoco del cliente ma dispone di un percorso URL differenziato dopo il nome host.

I percorsi gestiti per le raccolte siti con nome basato sull'host sono diversi rispetto ai percorsi gestiti per le raccolte siti basate sul percorso. I percorsi gestiti per le raccolte siti con nome basato sull'host non sono applicabili alle raccolte siti basate sul percorso, né i percorsi gestiti per le raccolte siti basate sul percorso sono applicabili alle raccolte siti con nome basato sull'host. I percorsi gestiti per le raccolte siti con nome basato sull'host sono disponibili per tutte le raccolte siti con nome basato sull'host al'interno della farm, indipendentemente dall'applicazione Web in cui si trova la raccolta siti basata sul nome dell'host. necessario creare una raccolta siti basata sul nome dell'host radice prima di poter creare una raccolta siti basata sul nome dell'host con percorso gestito per tale nome host.

È possibile creare un percorso gestito da utilizzare con raccolte siti basate sul nome dell'host utilizzando il cmdlet New-SPManagedPath di Windows PowerShell con il parametro -HostHeader, come illustrato nell'esempio seguente:

New-SPManagedPath pathname -HostHeader

Nell'esempio seguente è illustrata una raccolta siti basata sul nome dell'host creata in un percorso gestito:

New-SPSite http://host.header.site.url/pathname/sitename -OwnerAlias DOMAIN\username -HostHeaderWebApplication http://servername

Le raccolte siti con nome basato sull'host utilizzeranno lo stesso schema di protocollo dell'URL pubblico nell'ara predefinita dell'applicazione Web. Se si desidera fornire le raccolte siti con nome basato sull'host nell'applicazione Web tramite HTTP, assicurarsi che l'URL pubblico nell'area predefinita dell'applicazione Web sia un URL basato su HTTP. Se si desidera fornire le raccolte siti con nome basato sull'host nell'applicazione Web tramite SSL, assicurarsi che l'URL pubblico nell'area predefinita dell'applicazione Web sia un URL basato su HTTPS.

A differenza di una versione precedente, SharePoint Foundation 2010 non supporta una raccolta siti con nome basato sull'host che utilizza contemporaneamente URL basati su HTTP e su SSL. Se è necessario che alcune raccolte siti con nome basato sull'host siano disponibili tramite HTTP e altre tramite SSL, separarle in due diverse applicazioni Web dedicate per tale tipo di accesso. In questo scenario le raccolte siti con nome basato sull'host HTTP dovrebbero essere incluse in un'applicazione Web dedicata per l'accesso HTTP, mentre le raccolte siti con nome basato sull'host SSL dovrebbero essere incluse in un'applicazione Web dedicata per l'accesso SSL.

Negli scenari di hosting, gli hoster possono configurare una singola applicazione Web con SSL e quindi creare più raccolte siti con nome basato sull'host all'interno di tale applicazione Web. Per esplorare un sito tramite SSL, è necessario installare un certificato server e assegnarlo al sito Web IIS. Ogni raccolta sito con nome basato sull'host in un'applicazione Web condividerà il singolo certificato server assegnato al sito Web IIS.

Gli hoster devono acquisire un certificato con caratteri jolly o un certificato con nome alternativo del soggetto e quindi utilizzare un criterio per l'URL della raccolta siti con nome host che corrisponda a tale certificato. Ad esempio, se un hoster acquisisce un certificato con caratteri jolly *.contoso.com, dovrà generare URL per la raccolta siti con nome basato sull'host quali https://site1.contoso.com, https://site2.contoso.com e così via per consentire a tali siti di superare la convalida SSL del browser. Se, tuttavia, i clienti richiedono nomi di dominio di secondo livello univoci per i propri siti, l'hoster dovrà creare più applicazioni Web anziché più raccolte siti con nome basato sull'host.

Per configurare SSL per raccolte siti con nome basato sull'host, abilitare SSL durante la creazione dell'applicazione Web. Verrà creato un sito Web IIS con un binding SSL anziché un binding HTTP. Dopo aver creato l'applicazione Web, aprire Gestione IIS e assegnare un certificato a tale binding SSL. Sarà quindi possibile creare raccolte siti in tale applicazione Web.

Poiché in SharePoint Foundation 2010 viene utilizzato l'URL pubblico nell'ara predefinita dell'applicazione Web per determinare se il rendering delle raccolte siti con nome basato sull'host verrà eseguito come HTTP o SSL, è possibile utilizzare raccolte siti con nome basato sull'host con terminazione off-box di SSL. Per utilizzare la terminazione di SSL con raccolte siti con nome basato sull'host, è necessario soddisfare tre requisiti:

  • L'URL pubblico nell'area predefinita dell'applicazione Web deve essere un URL basato su HTTPS.

  • Il terminatore SSL o il proxy inverso deve mantenere l'intestazione host HTTP originale dal client.

  • Se la richiesta SSL del client viene inviato alla porta SSL predefinita (443), il terminatore SSL o il proxy inverso dovrà inviare la richiesta HTTP decrittografata al server Web front-end sulla porta HTTP predefinita (80). se la richiesta del client SSL viene inviata a una porta SSL non predefinita, il terminatore SSL o il proxy inverso dovrà inviare la richiesta HTTP decrittografata al server Web front-end sulla stessa porta non predefinita.

Per utilizzare raccolte siti con nome basato sull'host con terminazione off-box di SSL, configurare l'applicazione Web normalmente come per la terminazione SSL e assicurarsi che soddisfi i requisiti decritti in precedenza. In questo scenario SharePoint Foundation 2010 effettuerà il rendering dei collegamenti delle raccolte siti con noma basato sull'host in tale applicazione Web utilizzando HTTPS anziché HTTP.

Mostra: