Microsoft Outlook Express©: Corruzione dei file e ripristino dei dati

In questo editoriale viene spiegato come funzionano i file di Outlook Express

Da Vincenzo Di Russo - MVP Windows – IE/OE

Microsoft Outlook Express 6

In questo editoriale viene spiegato come funzionano i file di Outlook Express, perchè si corrompono, cosa fare per evitarlo e come ripristinare i dati danneggiati dalla corruzione. Infine qualche consiglio per una buona manutenzione.

MVP

Chi sono i Microsoft MVP – Most Valuable Professionals?

 

“L’altra minaccia per le E-Mail: la Corruzione dei File in Outlook Express”
Non passa giorno senza vedere su Internet qualche spaventoso warning su minacce alle nostre E-Mail da parte di Virus, Worm e Trojan Horse. Ma esiste un’altra minaccia per le E-Mail che può essere dannosa allo stesso modo in cui lo è un Virus ed è ancora poco discussa nei computer media. Tale minaccia è costituita dalla corruzione dei file, un termine che sta a significare il danneggiamento di uno o più file tale da impedire l’utilizzo del programma. Per gli utenti di Outlook Express la corruzione dei file può spesso causare la scomparsa di intere cartelle di posta archiviate.
In questo articolo diamo un’occhiata alle più comuni cause di corruzione, a come evitarle e a come ripristinare i messaggi in caso di danneggiamento.

Lampadina

Una precisazione importante.Gli argomenti trattati in questo editoriale sono relativi, e quindi applicabili, esclusivamente a Microsoft Outlook Express, e non a Microsoft Office Outlook e/o ad altri client di posta elettronica.

In questa pagina

Comprendere i file di Outlook Express Comprendere i file di Outlook Express
Cerca la tua Cartella di archiviazione Cerca la tua Cartella di archiviazione
Segnali e sintomi di corruzione dei file DBX Segnali e sintomi di corruzione dei file DBX
Quando le Cartelle Speciali smettono di essere Speciali Quando le Cartelle Speciali smettono di essere Speciali
Outlook Express crash: Folders.dbx Outlook Express crash: Folders.dbx
Viral Irony: la causa più comune della corruzione Viral Irony: la causa più comune della corruzione
Quando la Cura Uccide: Compressione e Corruzione Quando la Cura Uccide: Compressione e Corruzione
Come ridurre il rischio di perdere tutti i messaggi Come ridurre il rischio di perdere tutti i messaggi
Ripristino dei dati danneggiati Ripristino dei dati danneggiati
Dieci Passi per la Prevenzione Dieci Passi per la Prevenzione
Consigli per una buona manutenzione di Outlook Express, Strumenti utili Consigli per una buona manutenzione di Outlook Express, Strumenti utili

Comprendere i file di Outlook Express

Considerato che la prevenzione comincia dalla conoscenza, cerchiamo di comprendere il funzionamento dei file di Outlook Express.

Ogni cartella che vedi nell’elenco delle cartelle in Outlook Express è archiviata come singolo file con lo stesso nome della cartella ma con l’estensione .dbx aggiunta alla fine, come ad esempio “Posta in arrivo.dbx” e “Posta inviata.dbx”. Tutti questi file .dbx sono archiviati in una singola cartella di Windows, chiamata “ovviamente” “Cartella di archiviazione”, che si trova di solito in un percorso piuttosto profondo della cartella Documents and Settings in Windows 2000 e Windows XP ed ha l’attributo “Nascosto”.

Questo rende un po’ difficile trovarla in Esplora risorse ma c’è un buon motivo.

Una delle cause di corruzione dei file .dbx è proprio quella di tentare di aprirli e modificarli.

Lampadina

Tip: Non tentare di fare doppio clic su di un file .dbx per vedere cosa contiene.E’ importante sapere che un messaggio all’interno di un file .dbx non è semplicemente una stringa di testo che è possibile leggere ma è l’insieme di parti di codice che non è possibile visualizzare “in chiaro”, sino a quando non viene aperta la corrispondente cartella in Outlook Express.E’ altrettanto importante considerare che l’alterazione, anche se minima, di un singolo byte in un file .dbx, può rendere il file stesso completamente inutilizzabile da parte di Outlook Express.

Cerca la tua Cartella di archiviazione

Qui di seguito viene descritto un metodo semplice e veloce per visualizzare la tua Cartella di archiviazione.

  1. In Outlook Express, fai clic su Opzioni nel menu Strumenti.

  2. Clic sulla scheda “Manutenzione”.

  3. Clic sul pulsante “Archivia cartella”.

  4. Premi il tasto TAB per selezionare il percorso della cartella.

  5. Premi CTRL+C per copiare il percorso negli Appunti di Windows.

  6. Clic su OK, poi di nuovo su OK per chiudere il Pannello Opzioni.

  7. Clic su Start e scegli Esegui.

  8. Premi insieme i tasti CTRL+V per incollare nel box “Apri” il percorso di archiviazione della cartella.

  9. Clic su OK.

  10. Se non vedi alcun file nella cartella appena aperta scegli Opzioni cartella dal menu Strumenti in Risorse del computer o Esplora risorse. Fai clic sulla scheda Visualizza, clic su “Visualizza cartelle e file nascosti” e deseleziona la casella di controllo “Nascondi i file protetti di sistema (consigliato)”.
    Scegli alla richiesta di conferma della modifica e quindi scegli Ok.

Archivia cartella

Fai clic su “Archivia cartella” per vedere il percorso dei tuoi file in Outlook Express

Segnali e sintomi di corruzione dei file DBX

I primi sintomi di corruzione dei file DBX si manifestano di solito in modo piuttosto blando.

Outlook Express è lento ad avviarsi o quando si passa da una cartella all’altra. Semplici operazioni, come ad esempio segnare un messaggio come già letto, possono impiegare svariati secondi.Questo genere di problemi di performance sono solitamente indice di una corruzione di tipo minore, che non ha raggiunto ancora un livello critico.Se la corruzione è più grave ma coinvolge una singola cartella di posta o di news, all’atto di aprire la cartella danneggiata si può verificare un crash di Outlook Express con il seguente errore:

Msimn ha causato un eccezione C0000006h nel modulo Directdb.dll. Il messaggio non può essere inviato. Spazio su disco insufficiente.

Tools

In questi casi la corruzione di solito può essere riparata comprimendo tutte le cartelle di Outlook Express.

Per ridurre al minimo la possibilità di errori nel corso del processo di compressione, è consigliabile seguire attentamente queste procedure:

  1. Nel menu File, fai clic su “Non in linea”, in modo tale da non ricevere nuovi messaggi.

  2. Nell’Elenco Cartelle fai clic su Outlook Express, in modo tale che nessuna cartella di e-mail o news sia aperta.

  3. Chiudi l’Elenco cartelle facendo clic sul pulsante di chiusura “X” sulla parte in alto a destra del pannello (oppure fai clic su Visualizza, quindi su Layout e deselezioni la casella di controllo “Elenco cartelle”).

  4. Nel menu File, scegli Cartella e poi fai clic su Comprimi tutte le cartelle. Non utilizzare il computer sino a quando il processo di compressione, che può richiedere anche alcuni minuti, non è completato.

  5. Se si verifica un errore, chiudi Outlook Express e riaprilo, quindi riavvia il processo di compressione come spiegato sopra. Se si verifica lo stesso errore, chiudi Outlook Express, riavvia il computer (o disconnettiti e poi riconnettiti) riapri Outlook Express e ricomincia daccapo il processo di compattazione.

Se la compressione non ripara la corruzione, è necessario (se possibile) trasferire tutti i messaggi fuori dalla cartella danneggiata, chiudere Outlook Express e poi eliminare il file DBX associato alla cartella danneggiata specifica.

Se non riesci ad aprire la cartella, sposta il file DBX corrotto al di fuori della Cartella di archiviazione, in una nuova cartella da te appositamente creata. In seguito verrà spiegato come recuperare (estrarre) i messaggi, o gran parte di essi, dal file corrotto.

Nei casi di danneggiamento grave Outlook Express non riconoscerà che il file DBX esiste, e quindi la corrispondente cartella non apparirà nell’Elenco cartelle. Se comunque il file corrotto è “Posta in arrivo.dbx”, Outlook Express talvolta genera un nuovo file Posta in arrivo.dbx aggiungendo un numero al suo nome, come ad esempio “Posta in arrivo(1).dbx”. Se succede questo, quando apri la cartella Posta in arrivo tutti i tuoi messaggi saranno spariti!

Quando le Cartelle Speciali smettono di essere Speciali

Quando una cartella speciale (di sistema) di Outlook Express si corrompe il primo segnale consiste nel fatto che quella cartella smette di funzionare correttamente.

Ad esempio, ti può succedere che i messaggi inviati non vengano salvati nella cartella Posta inviata o che non riesci ad eliminare i messaggi oppure che non sia possibile aprirli nella cartella Bozze. Se a corrompersi è Posta in arrivo di solito vedi semplicemente la cartella vuota e le nuove e-mail non saranno scaricate. Nel caso di Posta inviata o Posta in uscita invece si può verificare il crash di Outlook Express quando provi ad inviare un messaggio, e viene restituito il seguente errore:

Si è verificato un errore sconosciuto. Protocollo: Porta SMTP: 0 Secure: No [SSL] Errore 0x800c0131.

Se Posta in arrivo si è danneggiata, Outlook Express potrebbe non avviarsi, anche se in molti casi riesce a farlo creando un nuovo file DBX, denominato “Posta in arrivo(1).dbx.

Tools

In tutti i casi descritti sopra la compressione di tutte le cartelle spesso corregge il problema. Se ciò non si verifica, è necessario un nuovo file DBX relativo alla cartella danneggiata.

  1. Se possibile, trascina tutti i messaggi della cartella danneggiata in una nuova cartella da te appositamente creata per lo scopo. Puoi creare una nuova cartella scegliendo “Cartella” dal menu “File” e quindi cliccando su “Nuova” (o con il comando da tastiera Ctrl+Shift- E).

  2. Chiudi Outlook Express.

  3. Apri la Cartella di archiviazione da Esplora risorse.

  4. Elimina (o rinomina) il file DBX relativo alla cartella danneggiata. Ad esempio, “Posta inviata.dbx” o “Posta eliminata.dbx” o “Bozze.dbx”. Poiché queste sono cartelle predefinite (di sistema), verranno generati nuovi file DBX automaticamente al successivo riavvio di Outlook Express.

Outlook Express crash: Folders.dbx

Quando a corrompersi è un file necessario, importante, non solo può verificarsi il “crash” di Outlook Express ma il programma potrebbe addirittura non avviarsi.

Il puntatore e la clessidra sono fermi sullo schermo, il computer sembra lavorare ma… non succede nulla.

Oppure possono essere restituiti uno o più dei seguenti messaggi d’errore:

  • MSIMN ha causato un errore di pagina non valida nel modulo Msoe.dll.

  • MSIMN ha causato un errore di pagina non valida nel modulo MSOE.DLL all'indirizzo di memoria.

  • Impossibile avviare Outlook Express. Il programma potrebbe non essere installato correttamente. Accertarsi che il disco non sia pieno e che la memoria disponibile sia sufficiente. Per ulteriori informazioni, contattare il Servizio Supporto Tecnico clienti Microsoft. (0x800c012e)

  • Impossibile avviare Outlook Express. Impossibile inizializzare MSOE.DLL. Outlook Express potrebbe non essere stato installato correttamente.

image

http://support.microsoft.com/kb/275543/it “ OLEXP: Risoluzione dei problemi relativi al messaggio di errore di pagina non valida

In questi casi la corruzione risiede probabilmente nel file Folders.dbx, il “master index” dell’intera cartella di archiviazione (il database), senza il quale Outlook Express non riesce a fare nulla. Se ci si trova in questa situazione, l’unica soluzione consiste nell’eliminare il file Folders.dbx corrotto nella Cartella di archiviazione.

In questo modo Outlook Express potrà essere riavviato. Verrà generato un nuovo file “Folders.dbx”, integro, che reindicizzerà tutti i file .dbx presenti nella cartella di archiviazione.

Questa operazione non è però priva di “effetti collaterali” e quindi va eseguita solo se assolutamente necessario.

Ci sarà un po’ di lavoro da fare per ricostruire le informazioni perse con l’eliminazione del file Folders.dbx originario.

Più precisamente:

  • Ricostruire la gerarchia delle cartelle e-mail trascinandole al loro posto nell’Elenco delle cartelle. Da notare che ogni cartella precedentemente creata quale subfolder, che non contenga messaggi, non apparirà nella lista e dovrà essere ricreata.

  • Re-download della lista dei newsgroups da ogni account delle news

  • Reset dei newsgroup sottoscritti e nuovo download dei messaggi

  • Reset delle opzioni di sincronizzazione nelle cartelle IMAP e dei newsgroup

  • Editare di nuovo le regole dei messaggi che spostano o copiano messaggi in altre cartelle che non sia quella della Posta in arrivo.

Comprimi Tutte le cartelle e Comprimi una sola cartella
E’ sempre possibile compattare una singola cartella, scegliendo “Comprimi” dal menu File.Tale operazione è raccomandata quando si effettuano importanti modifiche ad una specifica cartella. Ma affinché venga compresso il file “Folders.dbx”, l’index cruciale della Cartella di archiviazione, è necessario fare clic su “Comprimi tutte le cartelle”. Outlook Express compatterà prima tutte le cartelle contenenti e-mail e news e terminerà con la compressione di "Folders.dbx".

Viral Irony: la causa più comune della corruzione

Lampadina

Quando ci si imbatte nei sintomi di corruzione dei file .dbx, molta gente crede subito che il proprio computer sia infettato da un virus. Ma, con sorpresa ed ironia per questa inverosimile realtà, la causa più comune di corruzione del database di Outlook Express non è un virus ma piuttosto un programma antivirus configurato per la scansione delle e-mail in entrata ed in uscita.

Anche gli antivirus più famosi e blasonati hanno manifestato talvolta questo problema.
Per ridurre considerevolmente il rischio di corruzione dei file .dbx è consigliata la disabilitazione del modulo di scansione delle e-mail, intervenendo con facilità nelle opzioni del programma antivirus stesso.
Non è necessario scansionare le e-mail per proteggere il computer dai virus, e questo può essere spiegato nel seguente modo.
Ogni programma antivirus per Windows installa di default un sistema di scansione che opera in background ogni volta che Windows si avvia. Tale sistema di scansione è necessario per proteggere il computer.
Se si riceve un virus in un allegato e-mail, il virus non sviluppa azioni sino a quando non viene aperto l’allegato stesso.
A quel punto Outlook Express estrae l’allegato dal messaggio e lo salva nella cartella dei File Temporanei Internet, nel disco rigido, quindi apre il file.
E’ precisamente in questo momento che il sistema di scansione in background dell’antivirus intercetterà il virus, sempre che sia in grado di farlo, e ne bloccherà l’esecuzione.
Il sistema di scansione elimina di solito il virus dalla cartella dei File Temporanei Internet o comunque lo colloca in Quarantena.
Per rimuovere il messaggio infetto in Outlook Express, è sufficiente tenere premuto il tasto “Shift” (Maiusc) e quindi il tasto “Canc” (in questo modo il messaggio non transiterà nella cartella “Posta eliminata”).
Ecco spiegato cos’è necessario per mantenere il computer protetto sia dai virus delle e-mail sia dalla scansione e-mail dell’antivirus.
La scansione della posta all’arrivo non aggiunge quindi nulla al livello di protezione.
Potrebbe ingenerare la speranza di essere maggiormente protetti ma è un’illusione.
Se il sistema di scansione in background non sarà in grado di intercettare un virus, allo stesso modo fallirà l’e-mail scan.

Come disabilitare la scansione della posta in uscita di Norton Antivirus
http://service1.symantec.com/SUPPORT/INTER/navintl.nsf/5d2f2508ec56f2e688256c14004969c5/984e73dcbfcf4ece80256f690054104c?OpenDocument

È sicuro disabilitare la scansione della posta in uscita di Norton AntiVirus?

“… Anche se la propria posta elettronica in uscita non verrà più sottoposta a scansione, la funzione di scansione e-mail di Norton AntiVirus continuerà a proteggere il computer eseguendo la scansione di tutti i messaggi e-mail in entrata. Inoltre il computer è protetto da Auto-Protect. Auto-Protect esegue la scansione di tutti i file in entrata, compresi gli allegati alle e-mail, quando i file vengono salvati sul disco rigido…”

Quando la Cura Uccide: Compressione e Corruzione

Come detto in precedenza, la compressione di tutte le cartelle in Outlook Express ripara di frequente una leggera corruzione del database.
Ma anche in questo caso, con sorpresa ed ironia, il processo di compressione stesso può essere la causa di corruzione dei file DBX.
Prima di Windows XP Service Pack 2 (SP2), Outlook Express era configurato in modo predefinito per la compattazione automatica dei file dopo un’inattività di Outlook Express di alcuni minuti.
E comunque, sebbene Outlook Express fosse inattivo, lo stesso non si poteva dire per gli altri programmi utilizzati all’avvio della compressione stessa.
In alcuni sistemi, particolarmente quelli con scarse risorse di memoria RAM o con processori lenti, l’improvviso assorbimento di risorse dal computer poteva talvolta provocare un “singhiozzo” del processo di compattazione e molto spesso il risultato era il danneggiamento dei file DBX.

E’ per questa principale ragione che la Compressione in background è stata rimossa in Windows XP SP2.
Ora Outlook Express comprime automaticamente i file DBX solo dopo che Outlook Express è stato aperto e chiuso 100 volte. Il processo non avviene in background, quando sei impegnato a fare altre operazioni con il computer, ma solo quando chiudi Outlook Express quella centesima volta.
Non scegliere di annullare la compattazione e non utilizzare il computer sino a quando essa non è terminata.
Per ottenere il miglior risultato, dovresti comprimere tutte le cartelle regolarmente, una o meglio due volte alla settimana.

Se non hai installato Windows XP Service Pack 2, è consigliabile disattivare la Compressione in background per ridurre il rischio che danneggi i file di Outlook Express.Per disabilitarla:

  1. Clic su Opzioni nel menu Strumenti di Outlook Express

  2. Clic sulla scheda Manutenzione

  3. Deseleziona la casella di controllo “Comprimi i messaggi in background

  4. Clic su OK.

Come ridurre il rischio di perdere tutti i messaggi

Non mettere tutte le uova in un paniere”, diceva il vecchio saggio. In Outlook Express questo può essere tradotto in “Non mettere tutti i tuoi messaggi in una sola cartella”, specialmente non in “Posta in arrivo”. Mantenendo tutti i file DBX di piccole dimensioni, riduci il rischio di corruzione e la conseguente perdita di messaggi. Ciò è vero in particolare per la cartella Posta in arrivo, che è soggetta alle modifiche più consistenti. Quindi mantieni la tua Posta in arrivo leggera e curata, utilizzandola per il suo reale scopo e cioè quello “parcheggiare” temporaneamente la posta in arrivo in attesa di essere spostata in altre cartelle o eliminata, e non in un posto dove custodire tutte le e-mail che hai ricevuto.
Non solo Outlook Express correrà meno rischi di perdita della tua posta ma vedrai che le sue performance miglioreranno.

Non dimenticare la cartella Posta inviata
Molti di noi non guardano regolarmente in questa cartella, che cresce di dimensioni ogni volta che inviamo un nuovo messaggio. E’ quindi molto facile per la cartella Posta inviata diventare enorme.Assicurati di spostare i messaggi dalla cartella Posta inviata in subcartelle di volta in volta, per diminuire il rischio del suo danneggiamento. Una buona regola consiste nel non tenere mai più di 2.000 (circa) messaggi in Posta inviata.

Ripristino dei dati danneggiati

Tools

Nel caso in cui la cartella di file DBX danneggiata non venga riparata dalla Compressione di tutte le cartelle, c’è la speranza di recuperare i messaggi che contiene.

  • Chiudi immediatamente Outlook Express.

  • In Esplora risorse naviga nella tua Cartella di archiviazione e sposta il file DBX danneggiato in una nuova cartella da te appositamente creata.

  • Copia l’ultimo backup del file DBX dalla cartella o dal supporto dove solitamente fai i tuoi backup di posta nella Cartella di archiviazione. Se trasferisci i dati da un CD-ROM, verifica che la copia sul disco rigido non abbia l’attributo di “Sola lettura” cliccando col destro sul file e scegliendo “Proprietà”.

  • Riavvia Outlook Express.

  • Comprimi tutte le cartelle come descritto in precedenza (paragrafo “Segnali e sintomi di corruzione dei file DBX”).

  • Nella sfortunata circostanza in cui non disponi di una copia di backup della tua posta (male!) è possibile estrarre i messaggi dal file DBX corrotto. Sfortunatamente non esiste uno strumento in Outlook Express per fare questo. C’è, comunque, un’economica applicazione di terze parti chiamata DBXtract che potrebbe riuscire nel recupero dei messaggi. DBXtract è un programma scritto da Steve Cochran, un Microsoft MVP per Outlook Express da molti anni.Puoi acquistare e scaricare il programma nel sito di Steve,qui:OEHelp website

Dieci Passi per la Prevenzione

Lampadina

Seguendo le indicazioni sotto descritte potrai ridurre considerevolmente il rischio di corrompere i tuoi file DBX e di perdere quindi la tua posta.

  1. Disattiva la scansione e-mail del tuo programma Antivirus.

  2. Se non hai installato Windows XP Service Pack 2, disattiva la compattazione in background.

  3. Mantieni la cartella Posta in arrivo leggera, spostando la posta in altre cartelle da te create.

  4. Abbi cura di verificare regolarmente che la cartella Posta inviata non aumenti di dimensioni (2.000 messaggi più o meno è il limite giusto).

  5. Comprimi regolarmente tutte le cartelle, una o due volte alla settimana, o anche più spesso se fai un uso consistente di posta e newsgroups.

  6. Quando parte la compressione non utilizzare il computer sino a quando il processo non è terminato.

  7. Acquista una copia di DBXtract per un utilizzo di emergenza.

  8. Mantieni il sistema operativo, le applicazioni ed il tuo antivirus sempre aggiornati con le ultime patch disponibili.

  9. Fai un backup regolare dei tuoi messaggi.

  10. Ricorda che puoi archiviare i tuoi messaggi più importanti, o con allegati pesanti, al di fuori di Outlook Express, semplicemente trascinandoli dall’elenco messaggi e depositandoli sul Desktop. Quindi puoi eliminare il messaggio originale dalla lista messaggi per mantenere così il file DBX più piccolo.

Gli argomenti sopra esposti sono stati liberamente tratti e tradotti dall’articolo:
http://www.microsoft.com/windows/IE/community/columns/filecorruption.mspx

“The Other E-Mail Threat: File Corruption in Outlook Express” – By MVP Tom Koch.

Consigli per una buona manutenzione di Outlook Express, Strumenti utili

Lampadina

Fai backup frequenti della tua posta!
http://support.microsoft.com/?id=270670
"OLEXP: Come eseguire il backup e il ripristino dei dati di Outlook Express".
Leggi anche qui (inglese): http://insideoe.tomsterdam.com/backup/
E qui: http://xoomer.virgilio.it/_XOOM/dfs_oe/salvataggi.htm

Microsoft Outlook Express

Un programma freeware per uso personale che consente di effettuare il backup automatico di file ed impostazioni di Outlook Express, realizzato dagli MVP David Guess e Steve Cochran: http://www.oehelp.com/OEBackup/Default.aspx

supporto

http://support.microsoft.com/?scid=ph;it;956
Microsoft Outlook Express - Centro di supporto
Istruzioni dettagliate, articoli “How To”, Troubleshooting e… altro.

http://support.microsoft.com/kb/903095/en-us
"Information about the maximum file size of the .dbx files that are used by Outlook Express".

http://support.microsoft.com/kb/318378/it
“Come reinstallare o ripristinare Internet Explorer e Outlook Express in Windows XP“
In questo articolo viene spiegato come reinstallare o ripristinare Internet Explorer 6 e Outlook Express 6 in Windows XP. Questa operazione potrebbe essere necessaria per risolvere problemi di Internet Explorer o Outlook Express dovuti a file danneggiati o a informazioni di registrazione mancanti.

Articoli utili (in lingua inglese):
http://insideoe.tomsterdam.com/problems/bugs.htm#mailgone
http://www.oehelp.com/OETips.aspx#4
http://insideoe.tomsterdam.com/files/maintain.htm

Strumenti per il recupero dei messaggi da cartelle danneggiate:

Fido

http://www.fidolook.org/
http://xoomer.virgilio.it/dfs_oe/FidoLook/fidolook.htm
Una delle estensioni più famose, belle e funzionali per Outlook Express.

Steve Cochran ha aggiunto un bottone nella sua nuova versione di OE Tool, che non solo permette di attivare la funzionalità “Comprimi tutte le cartelle” ma allo stesso tempo resetta il "Compact Check Count" a zero quando comprimi manualmente. E’ possibile vedere di nuovo il prompt che invita alla Compressione se essa non viene eseguita dopo 100 aperture/chiusure di Outlook Express. Infine si viene avvisati di selezionare “Non in linea” prima di Comprimere.

imageFile

OETool

image

Infine, se non hai ancora trovato una soluzione…
Visita i Newsgroup Italiani Microsoft e chiedi aiuto agli MVP (Most Valuable Professionals) e agli utilizzatori dei prodotti Microsoft per risolvere i tuoi problemi!

Vincenzo Di Russo
Microsoft®– MVP Windows – Internet Explorer/OE
news:microsoft.public.it.internet_explorer
http://support.microsoft.com/newsgroups
http://mvp.support.microsoft.com
https://mvp.support.microsoft.com/profile=2620876C-5F64-4675-A238-BC155F40771B

Mostra: