Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Utilizzare il ruolo Server di trasporto

Aggiornamento: maggio 2008

Si applica a: Windows Server 2008

Per l'installazione del ruolo Servizi di distribuzione Windows in Windows Server 2008 sono disponibili due opzioni. È infatti possibile installare:

  • Sia il servizio ruolo Server di distribuzione che il servizio ruolo Server di trasporto (impostazione predefinita)

  • Solo il servizio ruolo Server di trasporto

La seconda configurazione è adatta agli scenari avanzati, ad esempio in ambienti che non dispongono di Servizi di dominio Active Directory, DNS (Domain Name System) o DHCP (Dynamic Host Configuration Protocol). È possibile configurare il ruolo Server di trasporto in modo da consentire l'avvio dalla rete tramite PXE (Pre-Boot Execution Environment) e TFTP (Trivial File Transfer Protocol), da un server multicast o da entrambi. Si noti che Server di trasporto non contiene né supporta l'archivio immagini di Servizi di distribuzione Windows.

In questo argomento

Confronto tra server di distribuzione e server di trasporto

Nella tabella seguente vengono messe a confronto queste due opzioni di installazione. Il server di distribuzione in generale consente la soluzione di distribuzione end-to-end di Servizi di distribuzione Windows. Il server di trasporto è una piattaforma utilizzabile per creare una soluzione di distribuzione multicast personalizzata.

 

  Server di distribuzione Server di trasporto

Requisiti server

Richiede Servizi di dominio Active Directory, Dynamic Host Configuration Protocol (DHCP) e Dynamic Name Services (DNS) nell'ambiente.

Non richiede altri server nell'ambiente.

PXE

Supporta l'avvio PXE con il provider PXE predefinito.

Supporta l'avvio PXE con il provider PXE predefinito o se si dispone di un provider PXE personalizzato.

Server immagine

Include il server di immagine di Servizi di distribuzione Windows.

Non include il server di immagine di Servizi di distribuzione Windows.

Metodo di trasmissione

Consente sia l'unicasting che il multicasting.

Consente solo il multicasting.

Strumenti di gestione

Può essere gestito sia tramite lo snap-in MMC Servizi di distribuzione Windows che tramite lo strumento da riga di comando WDSUTIL.

Può essere gestito solo tramite lo strumento da riga di comando WDSUTIL.

Applicazione sul computer client

Utilizza il client Servizi di distribuzione Windows, costituito sostanzialmente dal file Setup.exe e da alcuni file di supporto, oltre a Wdsmcast.exe, incluso in Windows AIK, o un'applicazione multicast personalizzata.

Utilizza solo Wdsmcast.exe o un'applicazione personalizzata.

Le architetture server sono illustrate nel diagramma seguente. Le parti in blu vengono installate con il server di trasporto e il server di distribuzione. Le parti in giallo vengono installate solo con il server di distribuzione. Le parti in grigio non vengono installate con alcuno di questi server, ma possono essere scritte seguendo le linee guida presenti in Windows SDK.

Componenti di un server WDS.

Configurare il ruolo Server di trasporto

Per il ruolo Server di trasporto non è necessaria alcuna attività di configurazione. È tuttavia possibile eseguire le seguenti operazioni di configurazione facoltative. Dopo la configurazione di una qualsiasi delle impostazioni seguenti è necessario riavviare il servizio WDSServer per applicare le modifiche. A tale scopo, da un prompt dei comandi con privilegi elevati eseguire net stop wdsserver e quindi net start wdsserver.

  • Specificare come ottenere gli indirizzi IP. Se nella rete sono presenti più server che utilizzano la funzionalità multicast (Server di trasporto, Server di distribuzione o un'altra soluzione), è importante che ogni server sia configurato in modo da evitare conflitti tra gli indirizzi IP multicast. In caso contrario, quando si attiva il multicasting il traffico potrebbe divenire eccessivo. Si noti che viene utilizzato lo stesso intervallo predefinito per tutti i server di Servizi di distribuzione Windows. Per risolvere il problema, specificare intervalli statici che non si sovrappongano, in modo che ogni server utilizzi un indirizzo IP univoco, oppure configurare i singoli server in modo da ottenere indirizzi multicast da un server MADCAP (Multicast Address Dynamic Client Allocation Protocol).

    • Per ottenere gli indirizzi IP da un server MADCAP, eseguire WDSUTIL /Set-TransportServer /ObtainIPv4From:DHCP da un prompt dei comandi con privilegi elevati.

    • Per definire un intervallo di indirizzi IP, eseguire WDSUTIL /Set-TransportServer /ObtainIPv4From:Range /Start:<indirizzo Ipv4 iniziale> /End:<indirizzo Ipv4 finale> da un prompt dei comandi con privilegi elevati.

  • Impostare il profilo di rete. Il profilo di rete specifica la velocità di rete del server di trasporto. Ogni profilo contiene impostazioni che consentono di ottimizzare le prestazioni per la velocità specificata, ad esempio la dimensione massima della finestra di trasporto, la dimensione della cache di trasporto e la dimensione dei blocchi. I profili sono memorizzati nella chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Services\WDSServer\Providers\Multicast\Profiles. Se si desidera personalizzare le impostazioni modificando il Registro di sistema, specificare Custom. Non modificare gli altri profili disponibili. È consigliabile utilizzare un profilo personalizzato anche se si desidera modificare una sola impostazione. Per impostare il profilo, eseguire WDSUTIL /Set-TransportServer [/Server:<nome>] /Profile:{10Mbps|100Mbps|1Gbps|Custom} da un prompt dei comandi con privilegi elevati.

    CautionAttenzione
    Per modificare le impostazioni del Registro di sistema descritte in questa guida, utilizzare solo gli strumenti di gestione di Servizi di distribuzione Windows e non modificare direttamente tali impostazioni e attributi.

  • Configurare l'intervallo delle porte UDP. A tale scopo, eseguire WDSUTIL /Set-TransportServer [/Server:<nome>] /StartPort:x /EndPort:y da un prompt dei comandi con privilegi elevati.

Utilizzare Server di trasporto per l'avvio dalla rete

Un server PXE è costituito da due componenti, ovvero un listener PXE, che accetta il traffico in ingresso, e un provider PXE, che determina la modalità di risposta ottimale. Server di trasporto contiene solo il listener PXE. Se si desidera utilizzare Server di trasporto per avviare un computer dalla rete, è necessario creare un provider PXE personalizzato e registrarlo in Servizi di distribuzione Windows, come illustrato nella documentazione del Software Development Kit (SDK) di Windows Server 2008.

Utilizzare Server di trasporto per il multicast

Anche il server multicast di Servizi di distribuzione Windows include due componenti, ovvero il provider multicast, che trasmette i dati in rete, e il provider di contenuti, che riconosce i dati e li passa al provider multicast. Il provider di contenuti, che viene installato sia con Server di trasporto che con Server di distribuzione, consente di trasferire qualsiasi tipo di file. Dispone inoltre di informazioni specifiche sul formato WIM, che viene utilizzato per trasferire le immagini quando si aggiungono ulteriori immagini a un gruppo di immagini. Se il provider predefinito non è sufficiente, è possibile creare un provider di contenuti personalizzato, ad esempio quando si utilizza Server di trasporto per distribuire un sistema operativo da un file di immagine con estensione /vhd. Per linee guida ed esempi sulla creazione e la registrazione del provider, vedere l'SDK di Windows Server 2008.

Come creare uno spazio dei nomi con Server di trasporto

Server di trasporto trasmette i dati utilizzando la funzionalità multicast tramite un oggetto denominato spazio dei nomi. Uno spazio dei nomi è analogo a una trasmissione multicast utilizzata da Server di distribuzione ed è costituito dal contenuto da trasferire (determinato dal provider di contenuti con una stringa di configurazione), da alcune impostazioni di configurazione (ad esempio, Multicast pianificato o Multicast automatico) e dai nomi dei client connessi. In questa sezione:

Prerequisiti per la creazione di uno spazio dei nomi

Per creare uno spazio dei nomi con Server di trasporto, sono necessari gli elementi seguenti:

  • Un provider di contenuti. È possibile utilizzare il provider di contenuti di Servizi di distribuzione Windows, denominato WDS, che viene installato con Server di trasporto. In alternativa, è possibile creare un provider di contenuti personalizzato mediante gli strumenti disponibili nell'SDK di Windows Server 2008.

  • Dati da trasmettere. È possibile trasmettere qualsiasi tipo di dati che possa essere trovato dal provider di contenuti, ad esempio immagini del sistema operativo, file di dati o un archivio MP3. Il provider di contenuti di Servizi di distribuzione Windows è in grado di trovare qualsiasi tipo di file in una cartella.

  • Familiarità con WDSUTIL. Server di trasporto può essere gestito esclusivamente tramite lo strumento da riga di comando WDSUSTIL.

  • Un modo per avviare i client. Server di trasporto non include infatti un listener PXE.

  • Router. I router dell'ambiente in uso devono supportare il multicasting. In particolare, per inoltrare correttamente il traffico multicast, l'infrastruttura di rete deve supportare IGMP (Internet Group Management Protocol). Senza IGMP, i pacchetti multicast verranno considerati come pacchetti di broadcast, con un conseguente possibile sovraccarico della rete.

Tipi di spazi dei nomi

Esistono due tipi di spazi dei nomi multicast:

  • Multicast automatico. Se è selezionata questa opzione, appena un client richiede i dati viene creato uno spazio dei nomi multicast. In seguito, gli altri client che richiederanno i dati verranno aggiunti allo spazio dei nomi già avviato.

  • Multicast pianificato. Questa opzione consente di impostare i criteri di avvio dello spazio dei nomi in base al numero di client che richiedono i dati e/o a un giorno e un'ora specifici. Dopo l'avvio di un multicast pianificato non è più possibile aggiungere nuovi client allo spazio dei nomi. È possibile aggiungere client a uno spazio dei nomi già avviato esclusivamente se si utilizza uno spazio dei nomi di tipo multicast automatico.

Per creare uno spazio dei nomi

È possibile creare spazi dei nomi di tipo multicast pianificato o multicast automatico. Per ulteriori informazioni su ogni parametro, vedere Opzioni.

  • Per creare uno spazio dei nomi di tipo multicast pianificato

    Sintassi: WDSUTIL /New-Namespace [/Server:<nome server>] /Namespace:<nome spazio dei nomi> /FriendlyName:<nome descrittivo> [/Description:<descrizione>] /ContentProvider:<nome> /ConfigString:<stringa di configurazione> /NamespaceType:ScheduledCast [/Time:<AAAA/MM/GG:hh:mm>] [/Clients:<numero di client>]

    Ad esempio: WDSUTIL /New-Namespace /Server:ServerWDS /FriendlyName:"Spazio dei nomi pianificato personalizzato" /Namespace:"Pianificato personalizzato 1" /ContentProvider:WDS /ConfigString:D:\Images /NamespaceType:ScheduledCast /Time:"2006/11/20:17:00" /Clients:20

  • Per creare uno spazio dei nomi di tipo multicast automatico

    Sintassi: WDSUTIL /New-Namespace [/Server:<server>] /Namespace:<nome spazio dei nomi> /FriendlyName:<nome descrittivo> [/Description:<descrizione>] /ContentProvider:<nome> /ConfigString:<stringa di configurazione> /NamespaceType:AutoCast

    Ad esempio:

    WDSUTIL /New-Namespace /FriendlyName:"Spazio dei nomi multicast automatico personalizzato" /Namespace:"Automatico personalizzato 1" /ContentProvider:WDS /ConfigString:D:\Images /NamespaceType:AutoCast

Come aggiungere un computer client a uno spazio dei nomi tramite Wdsmcast.exe

L'interfaccia utente del client Servizi di distribuzione Windows non funziona con Server di trasporto. Per connettere un client a uno spazio dei nomi sono pertanto disponibili due opzioni:

  • Utilizzare Wdsmcast.exe, incluso in Windows Automated Installation Kit (AIK). Si tratta di un'utilità da riga di comando che consente di connettere qualsiasi spazio dei nomi o trasmissione multicast che utilizza il provider di contenuti di Servizi di distribuzione Windows. Per ulteriori informazioni al riguardo, vedere la procedura seguente. Windows AIK è disponibile per il download all'indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?LinkID=54863.

  • Utilizzare un client di distribuzione personalizzato. A tale scopo è possibile utilizzare le API del client di trasporto di Servizi di distribuzione Windows. È necessario creare un client personalizzato se si utilizza un provider di contenuti personalizzato. Per istruzioni su come creare un client di questo tipo, vedere l'SDK di Windows Server 2008.

Per aggiungere un client a uno spazio dei nomi tramite Wdsmcast.exe

  1. Montare l'immagine tramite Imagex.exe e quindi copiare il file Wdsmcast.exe nella cartella System32 dell'immagine.

  2. Avviare il computer client tramite l'immagine, da un CD, un DVD, un'unità USB oppure tramite la funzionalità PXE di Server di trasporto.

  3. Avviare le funzionalità di rete di Ambiente preinstallazione di Microsoft Windows (Windows PE) eseguendo WPEINIT sul computer client.

  4. Dal computer client eseguire un comando con la sintassi seguente (le opzioni disponibili sono illustrate nella tabella riportata dopo il comando):

    WDSMCAST /Transfer-File /Server:<nome server> /Namespace:<nome spazio dei nomi> /Username:<nome utente e di dominio> [/Password:<password>] /SourceFile:<percorso file> /DestinationFile:<percorso file>

Sintassi:

 

Opzione Descrizione

/Server:<nome server>

Nome del server di Servizi di distribuzione Windows. Può trattarsi del nome NetBIOS o del nome di dominio completo (FQDN). Se il nome del server non viene specificato, verrà utilizzato il nome del server locale.

/Namespace:<nome spazio dei nomi>

Nome dello spazio dei nomi. È consigliabile che questo valore corrisponda al nome assegnato durante la creazione dello spazio dei nomi nel server. Tale nome è diverso dal nome descrittivo e deve essere univoco.

noteNota
Se questa opzione viene utilizzata con il server di distribuzione, la sintassi sarà la seguente: /Namespace:WDS:<GruppoImmagini>/<NomeImmagine>/<Indice>. Ad esempio: WDS:GruppoImmagini1/install.wim/1

noteNota
Per visualizzare tutti gli spazi dei nomi attualmente presenti nel server, eseguire WDSUTIL /get-allnamespaces.

/Username:<nome utente e di dominio>

Nome di dominio e nome utente da utilizzare per la connessione al server. Può avere il formato Dominio\Utente o Utente@Dominio.

[/Password:<password>]

Password dell'utente. Se non viene specificata, ne verrà richiesta l'immissione.

/SourceFile:<percorso file>

Percorso del file da trasferire, relativo alla cartella radice del provider di contenuti. Se ad esempio si utilizza il provider di contenuti di Servizi di distribuzione Windows, denominato WDS, il percorso sarà relativo alla cartella ConfigString.

/DestinationFile:<percorso file>

Nome e percorso completo del file di destinazione.

Come eseguire attività comuni

Di seguito sono riportati i comandi maggiormente utilizzati con Server di trasporto. Per ulteriori informazioni su ogni parametro, vedere Opzioni.

  • Per avviare la trasmissione. È possibile avviare una trasmissione solo se è costituita da uno spazio dei nomi di tipo multicast pianificato ed è presente almeno un client che ha richiesto la trasmissione dei dati.

    Sintassi: WDSUTIL /Start-Namespace /Namespace:<nome>

  • Per visualizzare informazioni per i client connessi a uno spazio dei nomi, ad esempio nome del computer, indirizzo MAC, indirizzo IP, velocità e percentuale di completamento, eseguire il comando seguente:

    Sintassi: WDSUTIL /Get-Namespace /Namespace:<nome> /Show:Clients

  • Per rimuovere uno spazio dei nomi

    Sintassi: WDSUTIL /Remove-Namespace [/Server:<nome server>] /Namespace:<nome spazio dei nomi> [/Force]

    Ad esempio:

    • Per rimuovere lo spazio dei nomi al termine dei download dei client correnti, eseguire:

      WDSUTIL /Remove-Namespace /Namespace:"Automatico personalizzato 1"

    • Per rimuovere lo spazio dei nomi immediatamente e interrompere i download dei client correnti, eseguire:

      WDSUTIL /Remove-Namespace /Server:ServerWDS /Namespace:"Automatico personalizzato 1" /Force

  • Per interrompere definitivamente un'installazione client

    Sintassi: WDSUTIL /Disconnect-Client /ClientID:<ID> /Force

    ImportantImportante
    Questa opzione deve essere utilizzata con molta attenzione, poiché l'installazione non verrà completata e il computer potrebbe divenire inutilizzabile.

  • Per sospendere il download per un client e continuare a trasferire l'immagine in un altro modo, ad esempio mediante la copia SMB, utilizzare il comando seguente. Il client eseguirà il fallback a un altro metodo di trasferimento solo se l'implementazione client supporta questo comportamento. Si noti che, mentre il client Servizi di distribuzione Windows è in grado di eseguire il fallback al trasferimento SMB, Wdsmcast.exe non supporta alcun meccanismo di fallback.

    Sintassi: WDSUTIL /Disconnect-Client /ClientID:<ID>

  • Per visualizzare l'<ID> del client per ogni spazio dei nomi

    Sintassi: WDSUTIL /Get-Namespace /Namespace:<nome> /show:clients

  • Per visualizzare tutti i client connessi a tutti gli spazi dei nomi sul server

    Sintassi: WDSUTIL /Get-AllNamespaces

Opzioni

Le opzioni riportate nella tabella seguente si riferiscono alle sezioni "Creare uno spazio dei nomi con Server di trasporto" e "Come eseguire attività comuni" di questo capitolo.

 

Opzione Descrizione

/Server:<nome server>

Nome del server di Servizi di distribuzione Windows. Può trattarsi del nome NetBIOS o del nome di dominio completo (FQDN). Se il nome del server non viene specificato, verrà utilizzato il nome del server locale.

/Namespace:<nome spazio dei nomi>

Nome dello spazio dei nomi. È consigliabile che questo valore corrisponda al nome assegnato durante la creazione dello spazio dei nomi nel server. Tale nome è diverso dal nome descrittivo e deve essere univoco.

noteNota
Se questa opzione viene utilizzata con Server di distribuzione, la sintassi sarà la seguente: /Namespace:WDS:<GruppoImmagini>/<NomeImmagine>/<Indice>. Ad esempio: WDS:GruppoImmagini1/install.wim/1

noteNota
Per visualizzare tutti gli spazi dei nomi attualmente presenti nel server, eseguire WDSUTIL /get-allnamespaces.

/FriendlyName:<nome descrittivo>

Nome descrittivo dello spazio dei nomi. Si noti che non è necessario che questo nome sia univoco.

/Description:<descrizione>

Breve descrizione dello spazio dei nomi.

/ContentProvider:<nome>

Nome del provider di contenuti che fornisce i dati al server multicast. Se si utilizza il provider di contenuti di Servizi di distribuzione Windows, specificare WDS.

/ConfigString:<stringa di configurazione>

Stringa di configurazione per il provider di contenuti. Se si utilizza il provider di contenuti di Servizi di distribuzione Windows (WDS), specificare il percorso della cartella in cui è archiviato il contenuto, ad esempio D:\Foto\Panorami. Può essere un percorso qualsiasi sul server.

/NamespaceType: {AutoCast|ScheduledCast}

Tipo di spazio dei nomi da creare.

/Time:<AAAA/MM/GG:hh:mm>

Data e ora di avvio dello spazio dei nomi sul server. Si noti che è possibile impostare questa opzione solo per le trasmissioni di tipo multicast pianificato.

/Clients:<Num di client>

Numero di client da attendere prima dell'avvio dello spazio dei nomi. Si noti che è possibile impostare questa opzione solo per le trasmissioni di tipo multicast pianificato.

/Force

Elimina la trasmissione, anche se sono in corso installazioni client. Se non si specifica /Force la trasmissione verrà posta in stato Eliminazione in sospeso e verrà rimossa al termine dei download da parte dei client.

Il documento è risultato utile?
(1500 caratteri rimanenti)
Grazie per i commenti inviati.

Aggiunte alla community

AGGIUNGI
Mostra:
© 2015 Microsoft