TechNet
Esporta (0) Stampa
Espandi tutto

Come configurare un dispositivo multifunzionale o un'applicazione all'invio di posta elettronica tramite Office 365

Exchange Online
 

Si applica a:Exchange Online

Ultima modifica dell'argomento:2016-05-04

È possibile utilizzare l'invio SMTP, l'invio diretto o l'inoltro SMTP per consentire a un dispositivo multifunzione, a una stampante o a un'applicazione di inviare la posta elettronica tramite Office 365 e Exchange Online.

In questo argomento viene descritto come inviare posta elettronica da dispositivi e applicazioni aziendali quando tutte le cassette postali si trovano in Office 365. Ad esempio:

  • Si dispone di uno scanner e si desidera inviare documenti di posta elettronica digitalizzati a se stessi o a un altro utente.

  • Si dispone di un'applicazione line-of-business (LOB) che gestisce gli appuntamenti e si desidera inviare i promemoria relativi agli orari tramite posta elettronica ai clienti.

Consultare questo articolo per scegliere l'opzione più adatta alle proprie necessità, quindi configurare il dispositivo o l'applicazione per l'invio della posta elettronica:

NotaNota:
Questo documento consente di configurare la posta elettronica solo per le periferiche di stampa multifunzione e le applicazioni aziendali. Se si desidera configurare un dispositivo mobile, come uno smartphone, o altri client di posta elettronica per inviare e ricevere da una cassetta postale di Office 365, vedere Impostazioni per l'accesso POP e IMAP per gli account di Office 365 per le aziende e di Microsoft Exchange.

Se si dispone di cassette postali in Office 365 e si gestisce un server di posta elettronica (denominato anche server di posta elettronica locale), configurare sempre i dispositivi e le applicazioni per utilizzare la rete locale e instradare la posta elettronica tramite il server di posta in uso. Per informazioni dettagliate sulla configurazione del server Exchange per ricevere la posta elettronica dai sistemi che non eseguono Exchange (come una stampante multifunzione), vedere Creare un connettore di ricezione per la ricezione di posta elettronica da un sistema non è in esecuzione Exchange.

Se tutte le cassette postali si trovano in Office 365, di seguito sono elencate le opzioni per l'invio della posta elettronica da un'applicazione o un dispositivo:

NotaNota:
Se è già stata configurata la posta elettronica per stampanti o dispositivi e si desidera risolvere un problema, vedere l'articolo Risoluzione dei problemi di posta elettronica inviato da applicazioni aziendali e dispositivi.

Di seguito sono riportate le descrizioni di ogni metodo e le istruzioni di configurazione.

Se il dispositivo o l'applicazione può autenticare e inviare la posta elettronica mediante un account della cassetta postale di Office 365, questo è il metodo consigliato. Il dispositivo o l'applicazione la invia posta tramite l'invio al client SMTP. Nel diagramma seguente, l'applicazione o il dispositivo nella rete dell'organizzazione utilizza l'invio al client SMTP ed effettua l'autenticazione con una cassetta postale in Office 365.

Viene illustrato come una stampante multifunzione si connette a Office 365 tramite l'invio al client SMTP. L'endpoint di connessione è smtp.office365.com sulla porta 587 e la stampante usa le credenziali della cassetta postale di Office 365 per inviare la posta elettronica a destinatari interni ed esterni.

Per inviare la posta mediante l'invio al client SMTP, ogni dispositivo o applicazione deve essere in grado di effettuare l'autenticazione con Office 365. Ogni dispositivo o applicazione può disporre di un indirizzo mittente e tutti i dispositivi possono utilizzare un solo indirizzo, ad esempio printer@contoso.com. Se si desidera inviare la posta elettronica da un servizio o un'applicazione ospitata di terze parti, è necessario utilizzare l'invio al client SMTP. In questo scenario, il dispositivo o l'applicazione si connette direttamente a Office 365 mediante l'endpoint di invio al client SMTP smtp.office365.com.

  • L'invio al client SMTP consente di inviare posta elettronica a utenti interni ed esterni all'organizzazione.

  • Con questo metodo è possibile ignorare la maggior parte dei controlli anti-spam per la posta elettronica inviata ai membri dell'organizzazione. Ciò consente di proteggere gli indirizzi IP aziendali dall'aggiunta a un elenco di protezione da posta indesiderata.

  • Con questo metodo, è possibile inviare posta elettronica da qualsiasi posizione o indirizzo IP, compresa la rete aziendale (locale) o un servizio cloud di hosting di terze parti, come Microsoft Azure.

  • Autenticazione: è necessario essere in grado di configurare un nome utente e una password per inviare la posta elettronica sul dispositivo.

  • Cassetta postale: è necessario disporre di una cassetta postale di Office 365 con licenza da cui inviare la posta elettronica.

  • Transport Layer Security (TLS): è necessario che il dispositivo sia in grado di utilizzare TLS (versione 1.0 o superiori).

  • Porta: è obbligatorio disporre della porta 587 (scelta consigliata) o della porta 25, che devono essere sbloccate. Alcuni firewall di rete o ISP bloccano le porte, specialmente la porta 25.

NotaNota:
Per informazioni su TLS, vedere Come viene utilizzato TLS in Exchange Online per proteggere il traffico della posta elettronica in Office 365, e per informazioni tecniche dettagliate su come Exchange Online usa TLS con il sistema di ordinamento del pacchetto di crittografia, vedere l'articolo sul miglioramento della sicurezza del flusso di posta per Exchange Online.

È possibile inviare la posta elettronica solo da un indirizzo, a meno che il dispositivo sia in grado di archiviare le credenziali di accesso per più cassette postali di Office 365. Office 365 impone un limite di 30 messaggi inviati al minuto e un limite di 10.000 destinatari al giorno.

Configurare l'invio al client SMTP seguendo la procedura illustrata in Come configurare l'invio al client SMTP.

Se l'invio al client SMTP non è compatibile con le esigenze aziendali o con il dispositivo in uso, prendere in considerazione l'invio diretto. L'invio diretto semplifica l'invio dei messaggi ai destinatari dell'organizzazione con cassette postali in Office 365.

Nel diagramma seguente, l'applicazione o il dispositivo nella rete aziendale utilizza l'invio diretto e l'endpoint MX (Mail Exchange) di Office 365 per inviare la posta elettronica ai destinatari dell'organizzazione. Se necessario, è facile individuare l'endpoint MX in Office 365.

Viene illustrato come una stampante multifunzione usa l'endpoint MX di Office 365 per inviare la posta elettronica direttamente ai soli destinatari nell'organizzazione.

È possibile configurare il dispositivo per l'invio della posta elettronica direttamente a Office 365. Tuttavia, in questo caso, Office 365 non inoltra i messaggi ai destinatari esterni e li recapita solo alle cassette postali ospitate. Se il dispositivo invia a Office 365 un messaggio di posta elettronica indirizzato a un destinatario esterno all'organizzazione, il messaggio viene rifiutato.

NotaNota:
Se il dispositivo o l'applicazione è in grado di agire come server di posta e recapitare messaggi a Office 365 come altri provider di posta, consultare le istruzioni del dispositivo o dell'applicazione; non esistono impostazioni di Office 365 necessarie per questo scenario.

L'invio diretto rappresenta la scelta migliore in molte situazioni:

  • Se il dispositivo o l'applicazione invia la posta elettronica solo ai propri utenti di Office 365 e l'invio al client SMTP non è presente tra le opzioni fornite, l’invio diretto è il metodo più semplice perché non è necessaria la configurazione di Office 365.

  • Si desidera che il dispositivo o l'applicazione invii messaggi dall'indirizzo di posta elettronica di ogni utente e non si desidera configurare le credenziali delle cassette postali di ogni utente per l'utilizzo dell'invio al client SMTP. L'invio diretto consente a ogni utente dell'organizzazione di inviare la posta elettronica mediante il proprio indirizzo. Quando si usa l'invio diretto, evitare di utilizzare una cassetta postale singola con le autorizzazioni Invia come per tutti gli utenti. Questo metodo non è supportato per complessità e potenziali problemi.

  • Il dispositivo o l'applicazione non risponde ai requisiti dell'invio al client SMTP, come il supporto per TLS.

  • Office 365 non consente di inviare messaggi di posta elettronica in blocco o newsletter tramite l'invio al client SMTP. L'invio diretto consente di inviare un volume di messaggi superiore. Tuttavia, esiste il rischio che la posta elettronica venga contrassegnata come posta indesiderata da Office 365. È possibile che l'utente desideri integrare la guida del provider di posta elettronica in blocco per ricevere assistenza. Sono disponibili procedure consigliate relative alla posta elettronica in blocco e i provider di posta elettronica in blocco possono garantire che i domini e gli indirizzi IP dell'utente non vengano bloccati dagli altri su Internet.

Invio diretto:

  • Usa Office 365 per inviare messaggi di posta elettronica, ma non richiede una cassetta postale di Office 365 dedicata.

  • Non richiede che il dispositivo o l'applicazione disponga di un indirizzo IP statico. Tuttavia, è consigliato se possibile.

  • Non funziona con un connettore. Non configurare in nessun caso un dispositivo per l'uso di un connettore con l'invio diretto, in quanto potrebbero verificarsi dei problemi.

  • Non richiede che il dispositivo supporti TLS.

L'invio diretto presenta dei limiti più elevati rispetto all'invio al client SMTP. I mittenti non sono limitati all'invio di 30 messaggi al minuto oppure a 10.000 destinatari al giorno.

  • Porta: è obbligatorio disporre della porta 25, che deve essere sbloccata.

  • È consigliato l'indirizzo IP statico: si consiglia un indirizzo IP statico in modo che sia possibile creare un record SPF per il dominio. Ciò consente di evitare che i messaggi vengano contrassegnati come posta indesiderata.

  • Non è possibile utilizzare l'invio diretto per recapitare la posta elettronica ai destinatari esterni come, ad esempio, i destinatari con indirizzi Yahoo o Gmail.

  • I messaggi saranno soggetti ai controlli di protezione dalla posta indesiderata.

  • L'invio della posta potrebbe essere interrotto se gli indirizzi IP vengono aggiunti a un elenco di protezione da posta indesiderata.

  • Office 365 usa i criteri di limitazione per proteggere le prestazioni del servizio.

Configurare l'invio diretto seguendo le indicazioni illustrate in Come configurare l'invio diretto.

L'inoltro SMTP di Office 365 usa un connettore per autenticare la posta inviata dal dispositivo o dall'applicazione. Ciò consente a Office 365 di inoltrare tali messaggi alle proprie cassette postali e ai destinatari esterni. L'inoltro SMTP di Office 365 è molto simile all'invio diretto, tranne per il fatto che può inviare la posta ai destinatari esterni. A causa della maggiore complessità di configurazione di un connettore, l'invio diretto è preferibile all'inoltro SMTP di Office 365, a meno che non sia necessario inviare posta elettronica ai destinatari esterni. Per inviare la posta elettronica con l'inoltro SMTP di Office 365, è necessario che il dispositivo o l'applicazione disponga di un indirizzo IP statico o di un intervallo di indirizzi. Non è possibile utilizzare l'inoltro SMTP per inviare messaggi di posta elettronica direttamente a Office 365 da un servizio ospitato di terze parti, come Microsoft Azure.

Nel diagramma seguente, l'applicazione o il dispositivo nella rete aziendale utilizza un connettore per l'inoltro SMTP per inviare la posta elettronica ai destinatari dell'organizzazione.

Viene illustrato come una stampante multifunzione si connette a Office 365 tramite l'inoltro SMTP. La stampante usa l'endpoint MX e richiede un connettore per l'autenticazione tramite l'indirizzo IP. La stampante è in grado di inviare posta elettronica a destinatari interni ed esterni.

Il connettore di Office 365 configurato consente di autenticare il dispositivo o l'applicazione con Office 365 mediante un indirizzo IP. Il dispositivo o l'applicazione può inviare posta elettronica utilizzando qualsiasi indirizzo (inclusi quelli che non possono ricevere posta elettronica), purché l'indirizzo utilizzi uno dei domini di Office 365. L'indirizzo di posta elettronica non deve necessariamente essere associato a una cassetta postale effettiva. Ad esempio, se il dominio in uso è contoso.com, è possibile inviare la posta da un indirizzo del tipo do_not_reply@contoso.com.

  • L'inoltro SMTP di Office 365 non richiede l'uso di una cassetta postale di Office 365 con licenza per inviare la posta elettronica.

  • L'inoltro SMTP di Office 365 ha dei limiti più elevati rispetto all'invio al client SMTP; i mittenti non sono limitati all'invio di 30 messaggi al minuto o a 10.000 destinatari al giorno.

  • Indirizzo IP statico o intervallo di indirizzi: La maggior parte dei dispositivi o delle applicazioni è in grado di utilizzare un certificato per l'autenticazione. Per eseguire l'autenticazione del dispositivo o dell'applicazione, usare uno o più indirizzi IP statici che non vengono condivisi con un'altra organizzazione.

  • Connettore: è necessario configurare un connettore in Exchange Online per la posta elettronica inviata dal dispositivo o dall'applicazione.

  • Porta: la porta 25 è obbligatoria e non deve essere bloccata sulla rete o dall'ISP in uso.

  • License: l'inoltro SMTP non usa una cassetta postale di Office 365 specifica per inviare la posta elettronica. Ecco perché è importante che solo gli utenti con licenza inviino la posta elettronica dai dispositivi o dalle applicazioni configurati per l'inoltro SMTP. Se si dispone di mittenti che usano dispositivi o applicazioni LOB che non hanno una licenza per la cassetta postale di Office 365, ottenere e assegnare una licenza di Exchange Online Protection a ognuno di tali mittenti. Si tratta della licenza più economica che consente di inviare la posta elettronica mediante Office 365.

  • L'invio della posta può essere interrotto se gli indirizzi IP vengono aggiunti a un elenco di protezione da posta indesiderata.

  • Vengono imposti limiti ragionevoli per l'invio. Per ulteriori informazioni, vedere Pool di recapito ad alto rischio per i messaggi in uscita.

  • Richiede indirizzi IP non condivisi statici (a meno che non sia utilizzato un certificato).

Configurare l'inoltro SMTP seguendo la procedura illustrata in Come configurare l'inoltro SMTP di Office 365

La tabella riportata di seguito consente all'utente di decidere quali opzioni soddisfano le sue esigenze. Dopo ogni metodo, sono riportate informazioni dettagliate e procedure di configurazione.

 

Invio al client SMTP

Invio diretto

Relay SMTP

Funzionalità

Invio ai destinatari nei domini dell'utente

Inoltro a Internet tramite Office 365

Soltanto il numero di recapiti diretti

Ignora la protezione da posta indesiderata

Sì, se il messaggio di posta elettronica è indirizzato a una cassetta postale di Office 365.

No. I messaggi di posta elettronica sospetti potrebbero essere filtrati. Si consiglia di utilizzare un record SPF (Sender Policy Framework) personalizzato.

No. I messaggi di posta elettronica sospetti potrebbero essere filtrati. Si consiglia di utilizzare un record SPF personalizzato.

Supporta l'invio di messaggi di posta elettronica da applicazioni ospitate da terze parti

No

No

Requisiti

Porta di rete aperta

Porta 587 o porta 25

Porta 25

Porta 25

Il dispositivo o il server applicazioni deve supportare TLS

Obbligatorio

Facoltativo

Facoltativo

Richiede l'autenticazione

Nome utente e password di Office 365 obbligatori

Nessuno

Uno o più indirizzi IP statici. La stampante o il server che esegue l'applicazione LOB deve disporre di un indirizzo IP statico da utilizzare per l'autenticazione con Office 365.

Limiti

Limitazioni

10.000 destinatari al giorno. 30 messaggi al minuto.

Per proteggere Office 365 è utilizzata la limitazione standard.

Vengono imposti limiti ragionevoli. Non è possibile utilizzare il servizio per inviare posta indesiderata o posta elettronica in blocco. Per ulteriori informazioni sui limiti ragionevoli, vedere Pool di recapito ad alto rischio per i messaggi in uscita.

I dispositivi e le applicazioni variano in relazione alle funzionalità e all'uso della terminologia. Tuttavia, queste impostazioni di configurazione consentono di configurare l'invio al client SMTP.

Immettere le impostazioni direttamente nel dispositivo o nell'applicazione come indicato dalla guida del dispositivo. Finché lo scenario dell'utente risponde ai requisiti per l'invio al client SMTP, queste impostazioni renderanno possibile l'invio della posta elettronica dal dispositivo o dall'applicazione in uso.

 

Impostazione del dispositivo o dell'applicazione

Valore

Server/smart host

smtp.office365.com

Porta

Porta 587 (scelta consigliata) o porta 25

TLS/ StartTLS

Abilitato

Nome utente/indirizzo di posta elettronica e password

Credenziali di accesso della cassetta postale ospitata in uso

Determinare la versione di TLS supportata dal dispositivo consultando la guida del dispositivo o rivolgendosi al fornitore. Se il dispositivo o l'applicazione non supporta TLS 1.0 o superiori:

  • Usare l'invio diretto o l'inoltro SMTP di Office 365 per inviare la posta elettronica (in base alle proprie esigenze).

  • Se è essenziale usare l'invio al client SMTP e la stampante supporta solo SSL 3.0, è possibile impostare una configurazione alternativa denominata invio al client SMTP indiretto. Questo utilizza un server di inoltro SMTP locale per connettersi a Office 365. Si tratta di una configurazione molto più complessa. Le istruzioni sono disponibili qui: Come configurare Internet Information Server (IIS) per l'inoltro con Office 365.

NotaNota:
Se il dispositivo richiede o utilizza per impostazione predefinita la porta 465, non supporta l'invio al client SMTP.

I dispositivi e le applicazioni variano in relazione alle funzionalità e all'uso della terminologia. Per configurare l'invio diretto, immettere le impostazioni seguenti direttamente nel dispositivo o nell'applicazione.

 

Impostazione del dispositivo o dell'applicazione

Valore

Server/smart host

L'endpoint MX in uso (ad esempio, contoso-com.mail.protection.outlook.com)

Porta

Porta 25

TLS/StartTLS

Abilitato

Indirizzo di posta elettronica

Qualsiasi indirizzo di posta elettronica per uno dei domini accettati di Office 365. Con questo indirizzo di posta elettronica non è necessario disporre di una cassetta postale.

Si consiglia di aggiungere un record SPF per evitare che i messaggi vengano contrassegnati come posta indesiderata. Se si inviano messaggi da un indirizzo IP statico, aggiungerlo al record SPF nelle impostazioni DNS del registrar come segue:

 

Voce DNS

Valore

SPF

v=spf1 ip4:<Indirizzo IP statico> include:spf.protection.outlook.com ~all

  1. Se il dispositivo o l'applicazione può inviare messaggi da un indirizzo IP pubblico statico, ottenere tale indirizzo IP e annotarlo. È possibile condividere l'indirizzo IP statico con altri dispositivi e utenti, ma non condividere l'indirizzo IP con persone esterne all'organizzazione. Il dispositivo o l'applicazione può inviare messaggi da un indirizzo IP condiviso o dinamico, ma i messaggi sono più soggetti ai filtri di protezione da posta indesiderata.

  2. Accedere al portale di Office 365.

  3. Accertarsi che il dominio, come contoso.com, sia selezionato. Fare clic su Gestisci DNS e trovare il record MX. Il record MX avrà un valore INDIRIZZO DI PUNTAMENTO simile a cohowineinc-com.mail.protection.outlook.com, come illustrato nella cattura di schermata riportata di seguito. Prendere nota del valore INDIRIZZO DI PUNTAMENTO del record MX, cui si fa riferimento come endpoint MX.

    Creare una nota del valore Indirizzo di puntamento del record MX.
  4. Controllare che i domini ai quali il dispositivo o l'applicazione inviano messaggi siano stati verificati. Se il dominio non è verificato, i messaggi di posta elettronica potrebbero andare persi e l'utente non sarà in grado di verificare lo stato dei messaggi con lo strumento di traccia dei messaggi di Exchange Online.

  5. Tornare al dispositivo e, nelle impostazioni, in quello che viene normalmente denominato Server o Smart host, immettere il valore INDIRIZZO DI PUNTAMENTO del record MX registrato al passaggio 3.

  6. Ora che è terminata la procedura di configurazione delle impostazioni del dispositivo, andare al sito Web del registrar per aggiornare i record DNS. Modificare il record SPF (Sender Policy Framework) Nella voce, includere l'indirizzo IP annotato al passaggio 1. La stringa completata è simile alla seguente:

    v=spf1 ip4:10.5.3.2 include:spf.protection.outlook.com ~all

    dove 10.5.3.2 indica l'indirizzo IP pubblico.

    NotaNota:
    Se si salta questo passaggio, è possibile che i messaggi di posta elettronica vengano recapitati nella cartella Posta indesiderata del destinatario.
  7. Per testare la configurazione, inviare un messaggio di posta elettronica di prova dal dispositivo o dall'applicazione e confermare che è stato ricevuto dal destinatario.

Questo metodo consente a Office 365 di inoltrare messaggi di posta elettronica per conto dell'utente tramite l'autenticazione con l'indirizzo IP pubblico (o un certificato). Questa operazione richiede un connettore configurato per l'account di Office 365. Se il dispositivo o l'applicazione supporta o richiede l'autenticazione con nome utente e password, prendere in considerazione il metodo dell'invio al client SMTP. Di seguito sono riportati informazioni di configurazione rapida. Per informazioni complete, consultare la sezione seguente.

 

Impostazione del dispositivo o dell'applicazione

Valore

Server/smart host

L'endpoint MX, ad esempio yourcontosodomain-com.mail.protection.outlook.com

Porta

Porta 25

TLS/StartTLS

Abilitato

Indirizzo di posta elettronica

Qualsiasi indirizzo di posta elettronica per uno dei domini verificati di Office 365. Con questo indirizzo di posta elettronica non è necessaria una cassetta postale.

Se è stato impostato Exchange ibrido o si dispone di un connettore configurato per il flusso di posta dal server e-mail a Office 365, è probabile che non sia richiesta un'ulteriore procedura di configurazione per questo scenario. In caso contrario, creare un connettore per il flusso di posta che supporti questo scenario:

 

Impostazione del connettore

Valore

Da

Server di posta elettronica dell'organizzazione

A

Office 365

Restrizioni di dominio: indirizzo IP/intervallo

L'intervallo di indirizzi o l'indirizzo IP locale che verrà usato dal dispositivo o dall'applicazione per connettersi a Office 365.

Si consiglia di aggiungere un record SPF per evitare che i messaggi vengano contrassegnati come posta indesiderata. Se si inviano messaggi da un indirizzo IP statico, aggiungerlo al record SPF nelle impostazioni DNS del registrar come segue:

 

Voce DNS

Valore

SPF

v=spf1 ip4:<Indirizzo IP statico> include:spf.protection.outlook.com ~all

  1. Ottenere l'indirizzo IP (statico) pubblico da cui verrà inviata la posta dal dispositivo o dall'applicazione. Un indirizzo IP dinamico non è supportato o ammesso. È possibile condividere l'indirizzo IP statico con altri dispositivi e utenti, ma non condividere l'indirizzo IP con persone esterne all'organizzazione. Annotare questo indirizzo IP per utilizzarlo in un secondo momento.

  2. Accedere al portale di Office 365.

  3. Selezionare Domini. Accertarsi che il dominio, come contoso.com, sia selezionato. Fare clic su Gestisci DNS e trovare il record MX. Il record MX avrà un valore INDIRIZZO DI PUNTAMENTO simile a cohowineinc-com.mail.protection.outlook.com, come illustrato nella cattura di schermata riportata di seguito. Annotare il valore INDIRIZZO DI PUNTAMENTO del record MX. Sarà necessario più avanti.

    Creare una nota del valore Indirizzo di puntamento del record MX.
  4. Controllare che i domini ai quali il dispositivo o l'applicazione inviano messaggi siano stati verificati. Se il dominio non è verificato, i messaggi di posta elettronica potrebbero andare persi e l'utente non sarà in grado di verificare lo stato dei messaggi con lo strumento di traccia dei messaggi di Exchange Online.

  5. In Office 365, fare clic su Admin, quindi su Exchange per accedere all'Interfaccia di amministrazione di Exchange.

    NotaNota:
    Se l'utente dispone di Microsoft Office 365 Small Business Premium, consultare le istruzioni riportate qui.
  6. Nell'Interfaccia di amministrazione di Exchange, fare clic su Flusso di posta e scegliere Connettori.

  7. Controllare l'elenco dei connettori configurati per l'organizzazione. Se non esiste alcun connettore elencato dal server e-mail dell'organizzazione per Office 365, crearne uno.

    1. Per avviare la procedura guidata, fare clic sul simbolo +. Nella prima schermata, selezionare le opzioni illustrate nella schermata seguente:

      Scegliere dal server di posta elettronica dell'organizzazione in Office 365

      Fare clic su Avanti e assegnare un nome al connettore.

    2. Nella schermata successiva, selezionare l'opzione Verificando che l'indirizzo IP del server del mittente corrisponda a uno degli indirizzi IP appartenenti all'organizzazione e aggiungere l'indirizzo IP del passaggio 1.

    3. Non modificare i valori predefiniti degli altri campi, quindi selezionare Salva.

  8. Ora che è terminata la procedura di configurazione delle impostazioni di Office 365, andare al sito Web del registrar per aggiornare i record DNS. Modificare il record SPF. Includere l'indirizzo IP annotato al passaggio 1. La stringa completata dovrebbe essere simile alla seguente: v=spf1 ip4:10.5.3.2 include:spf.protection.outlook.com ~all, dove 10.5.3.2 indica l'indirizzo IP pubblico. Se si salta questo passaggio, è possibile che i messaggi di posta elettronica vengano recapitati nella cartella Posta indesiderata del destinatario.

  9. Ora, tornare al dispositivo e, nelle impostazioni, trovare la voce per Server o Smart host, quindi immettere il valore INDIRIZZO DI PUNTAMENTO del record MX registrato al passaggio 3.

  10. Per testare la configurazione, inviare un messaggio di posta elettronica di prova dal dispositivo o dall'applicazione e confermare che è stato ricevuto dal destinatario.

 
Mostra:
© 2016 Microsoft