Pianificare SharePoint Workspace 2010

Office 2010
 

Si applica a: Office 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2015-03-09

Quando si pianifica una distribuzione di Microsoft SharePoint Workspace 2010, considerare le necessità e gli obiettivi della propria organizzazione, soprattutto nel contesto delle opzioni di distribuzione illustrate di seguito.

Possono essere utili anche i riferimenti seguenti:

Contenuto dell'articolo:

SharePoint Workspace 2010 è un client per Microsoft SharePoint Server 2010 e Microsoft SharePoint Foundation 2010 che supporta la collaborazione online e offline. SharePoint Workspace consente di eseguire in qualsiasi momento la sincronizzazione del contenuto locale con i documenti e gli elenchi presenti in un sito di SharePoint. SharePoint Workspace offre inoltre opzioni che supportano la collaborazione peer tramite la creazione di cartelle condivise e aree di lavoro di Groove che non richiedono connessioni a SharePoint. SharePoint Workspace è incluso in Microsoft Office Professional Plus 2010. Per ulteriori informazioni su SharePoint Workspace, vedere Panoramica di SharePoint Workspace 2010.

Per pianificare una distribuzione di SharePoint Workspace 2010, è innanzitutto necessario selezionare una topologia in grado di supportare al meglio la propria strategia di collaborazione. Per cominciare, considerare i requisiti dell'ambiente operativo e dell'organizzazione. Nella tabella seguente sono riportati i fattori chiave ai fini di tale decisione:

 

Funzionalità Requisito

Utilizzo di SharePoint Server 2010 o SharePoint Foundation 2010 nell'organizzazione.

Sì|No

Necessità di alcuni collaboratori del team di lavorare in modalità offline.

Sì|No

Necessità di supportare un sistema di collaborazione peer agile e flessibile, in cui gli utenti devono connettersi con impostazioni locali e fusi orari diversi.

Sì|No

Utilizzo di software di collaborazione peer consentito dall'organizzazione.

Sì|No

Necessità di estendere la collaborazione in team al di fuori di una rete privata o LAN a partner attendibili e siti esterni.

Sì|No

Utilizzo di Active Directory nell'organizzazione.

Sì|No

Possibilità di ricevere contributi validi da client che non dispongono dell'accesso ai siti di SharePoint dell'organizzazione.

Sì|No

Necessità di una gestione centralizzata della collaborazione peer per l'infrastruttura di gestione e sicurezza dell'organizzazione.

Sì|No

Nella tabella seguente viene illustrato in che modo le diverse topologie di SharePoint Workspace soddisfano questi requisiti.

Topologie e funzionalità di SharePoint Workspace

Topologia Funzionalità

SharePoint Workspace come client di SharePoint

Questa topologia supporta o si basa su:

  • Accesso a raccolte documenti ed elenchi SharePoint Server 2010 o SharePoint Foundation 2010.

  • Collaboratori in team che lavorano online e offline.

SharePoint Workspace come client di collaborazione peer

Questa topologia supporta o si basa su:

  • Collaboratori in team che lavorano online e offline.

  • Collaborazione peer agile e flessibile. Le aree di lavoro di Groove supportano più protocolli di comunicazione. In questo modo le organizzazioni possono controllare quali porte sono aperte per il trasporto dei messaggi peer.

  • Collaborazione in team estesa al di fuori di una rete privata a partner attendibili e siti esterni.

  • Contributi validi da client che non dispongono dell'accesso ai siti di SharePoint dell'organizzazione.

SharePoint Workspace come client di collaborazione peer e SharePoint

Questa topologia supporta o si basa su:

  • Accesso a raccolte documenti ed elenchi SharePoint Server 2010 o SharePoint Foundation 2010.

  • Collaboratori in team che lavorano online e offline.

  • Collaborazione peer agile e flessibile. Le aree di lavoro di Groove supportano più protocolli di comunicazioni. In questo modo le organizzazioni possono controllare quali porte sono aperte per il trasporto dei messaggi peer.

  • Collaborazione in team estesa al di fuori di una rete privata a partner attendibili e siti esterni.

  • Contributi validi da client che non dispongono dell'accesso ai siti di SharePoint dell'organizzazione.

SharePoint Workspace e Groove Server come sistema di collaborazione gestito

Questa topologia supporta o si basa su:

  • Gestione centralizzata della collaborazione peer per soddisfare le esigenze di gestione e sicurezza dell'organizzazione.

  • Collaboratori in team che lavorano online e offline.

  • Collaborazione peer agile e flessibile.

  • Collaborazione in team estesa al di fuori di una rete privata a partner attendibili e siti esterni.

  • Contributi validi da client che non dispongono dell'accesso ai siti di SharePoint dell'organizzazione.

  • Integrazione esistente con il sistema Active Directory.

Per ulteriori informazioni su questa topologia di distribuzione, vedere Groove Server 2010 (traduzione automatica).

Nelle quattro sezioni seguenti di questo articolo viene descritto in che modo le topologie di distribuzione di SharePoint Workspace indicate sono in grado di soddisfare le diverse esigenze in termini di collaborazione.

SharePoint Workspace come client di SharePoint è appropriato in particolare per le organizzazioni con partner e membri di team di SharePoint che hanno la necessità di contribuire con contenuti dall'esterno dell'infrastruttura aziendale, ovvero con dati raccolti sul campo o da posizioni in cui non è disponibile una connessione al server SharePoint. Con questa topologia, gli utenti di SharePoint Workspace dispongono dell'opzione di collaborazione seguente:

  • Possibilità di creare facilmente un'area di lavoro di SharePoint che stabilisca una connessione tra un server SharePoint e un client di SharePoint Workspace. In questo modo, un singolo partner o membro del team di SharePoint può trasferire il contenuto del sito di SharePoint in un computer locale. Utilizzando un'area di lavoro di SharePoint, un collaboratore può aggiungere, modificare ed eliminare contenuto per una raccolta documenti o un elenco di SharePoint online o offline, indipendentemente dalla connettività a un server SharePoint. La sincronizzazione degli aggiornamenti del contenuto tra il client di SharePoint Workspace e i siti di SharePoint viene eseguita automaticamente quando il client è online, per consentire ai collaboratori di condividere il lavoro svolto in modalità offline con la stessa semplicità con cui possono condividere quello svolto mentre sono connessi a Internet.

NotaNote
Il client SharePoint Workspace consente agli utenti di creare aree di lavoro di SharePoint e peer-to-peer. Le seconde possono essere cartelle condivise o aree di lavoro di Groove, come descritto in SharePoint Workspace come client di collaborazione peer e SharePoint. Per distribuire SharePoint Workspace esclusivamente come client di SharePoint, che supporta solo le aree di lavoro di SharePoint, è possibile includere nella distribuzione criteri che bloccano le opzioni relative alle aree di lavoro peer-to-peer, come descritto in Configurare e personalizzare SharePoint Workspace 2010.

Per questa configurazione, è possibile ottenere un livello di base di gestione client utilizzando gli strumenti di Windows e Active Directory.

Le aree di lavoro di SharePoint si basano sulla tecnologia dinamica e di comunicazione di SharePoint Workspace per supportare singole connessioni tra client e SharePoint che consentono agli utenti di SharePoint Workspace di utilizzare e sincronizzare il contenuto di documenti ed elenchi SharePoint nei computer locali. Nella figura 1 è illustrata un'installazione di base di SharePoint Workspace in Microsoft SharePoint Server 2010.

Figura 1. Connessione tra SharePoint Workspace e SharePoint

Connessione tra SharePoint Workspace e SharePoint

SharePoint Workspace come client di collaborazione peer è appropriato in particolare per le organizzazioni che hanno necessità di offrire agli Information Worker un ambiente di collaborazione ben equipaggiato e di facile utilizzo in cui non siano disponibili Microsoft SharePoint Server 2010 e Microsoft SharePoint Foundation 2010. Con questa topologia, gli utenti di SharePoint Workspace dispongono di due opzioni di collaborazione peer:

  • Possibilità di creare in modo semplice e rapido aree di lavoro di Groove in cui gli Information Worker possono collaborare in modo sicuro con peer attendibili senza che sia necessaria una rete privata virtuale (VPN) e con la possibilità di accedere a un set completo di strumenti di collaborazione logici online e offline. Gli strumenti di collaborazione delle aree di lavoro di Groove supportano la creazione e la condivisione di documenti, le discussioni online, la gestione delle riunioni e i moduli di Microsoft InfoPath, in un ambiente di collaborazione in tempo reale tra partner e membri del team che si trovano all'interno o all'esterno del firewall aziendale.

  • Possibilità di creare cartelle condivise tramite cui gli utenti di SharePoint Workspace possono collaborare ai contenuti all'interno di cartelle di Windows designate sui desktop dei membri dell'area di lavoro.

Per questa configurazione, è possibile ottenere un livello di base di gestione client utilizzando gli strumenti di Windows e Active Directory.

Per la collaborazione peer tramite cartelle condivise e aree di lavoro di Groove, SharePoint Workspace si basa sulla propria tecnologia dinamica e di comunicazione e offre un modulo Gestione aree di lavoro con un set di strumenti, un programma per la gestione dei contatti, uno strumento di gestione messaggi e un'implementazione dell'infrastruttura a chiave pubblica (PKI) basata su standard per facilitare la protezione delle aree di lavoro di Groove e l'autenticazione dei membri di tali aree di lavoro. I dati delle aree di lavoro di Groove si trovano nei computer client e le norme di sicurezza incorporate garantiscono la crittografia dei dati dei membri delle aree di lavoro nella rete. Le funzionalità principali dei componenti e degli strumenti di SharePoint Workspace possono essere utilizzate in due computer client connessi direttamente tramite una rete locale (LAN), come illustrato nella figura 2.

Figura 2. Connessioni peer tra aree di lavoro di Groove in una rete LAN

Connessione LAN per SharePoint Workspace

Per consentire le comunicazioni peer per le cartelle condivise e le aree di lavoro di Groove, quando un client è connesso a una rete WAN, è offline o si trova dietro un firewall, SharePoint Workspace si basa sul supporto dei servizi Microsoft Groove Server Manager e Relay, come illustrato nella figura 3. Questi server ospitati da Microsoft o installati in loco garantiscono comunicazioni tempestive indipendentemente dal contesto utente o dalle condizioni dell'ambiente Internet.

Figura 3. Connessioni tra aree di lavoro di Groove al di fuori di una rete LAN

SharePoint Workspace con aree di lavoro di Groove

SharePoint Workspace come client di collaborazione peer e SharePoint è appropriato in particolare per le organizzazioni che hanno necessità di sincronizzare i contenuti desktop client con raccolte documenti ed elenchi di SharePoint, estendendo nel contempo la collaborazione a team ad hoc che lavorano esternamente all'infrastruttura di documenti di SharePoint. Questa opzione combina le due topologie descritte in precedenza per offrire agli utenti di SharePoint Workspace le opzioni di collaborazione seguenti:

  • Possibilità di creare un'area di lavoro di SharePoint che stabilisca una connessione tra un server SharePoint e un client di SharePoint Workspace. In questo modo, un singolo partner o membro del team di SharePoint può trasferire il contenuto del sito di SharePoint in un computer locale, come descritto in SharePoint Workspace come client di SharePoint.

  • Possibilità di creare in modo semplice aree di lavoro di Groove in cui peer attendibili possono collaborare in modo sicuro senza che sia necessaria una VPN, come descritto in Panoramica di SharePoint Workspace 2010.

  • Possibilità di creare aree di lavoro Cartella condivisa tramite cui gli utenti di SharePoint Workspace possono collaborare ai contenuti all'interno di cartelle di Windows designate sui desktop dei membri dell'area di lavoro.

Per questa configurazione, è possibile ottenere un livello di base di gestione client utilizzando gli strumenti di Windows e Active Directory.

I moduli dinamici e di comunicazione di SharePoint Workspace, insieme ai protocolli TCP/IP riepilogati in Impostazioni di rete per SharePoint Workspace 2010, supportano il trasporto dei messaggi e la sincronizzazione del contenuto tra singoli client e server SharePoint e tra client peer. Nella figura 4 viene illustrato un sistema client/server di SharePoint Workspace che include un server SharePoint, i servizi di gestione e Groove Server Relay e quattro client di SharePoint Workspace:

Figura 4. SharePoint Workspace con server di SharePoint e Groove

Connessioni di SharePoint Workspace all'esterno di una LAN

Quando si utilizzano cartelle condivise e aree di lavoro di Groove, l'installazione di Microsoft Groove Server 2010 in loco come parte della distribuzione di SharePoint Workspace consente l'amministrazione ottimale dei client. Groove Server include due applicazioni che semplificano la distribuzione e il funzionamento di SharePoint Workspace in un'organizzazione: Groove Server Manager offre servizi di gestione, creazione di report e distribuzione dei criteri, mentre Groove Server Relay semplifica le comunicazioni client. Questo sistema può funzionare con o senza SharePoint Server e può essere esteso ai partner all'esterno dei firewall aziendali. Per ulteriori informazioni su Groove Server 2010, vedere Groove Server 2010 (traduzione automatica).

Nella tabella seguente viene illustrato in che modo le opzioni delle topologie di SharePoint Workspace possono soddisfare un'ampia gamma di scenari.

Scenari e topologie di SharePoint Workspace

Scenario Descrizione Topologia scelta e componenti necessari

Società di servizi finanziari

  • Ambito: città

  • Dimensione: 2.000 dipendenti

  • Utenti di SharePoint Workspace: 1.000

  • Infrastruttura di SharePoint sul posto

SharePoint Workspace solo come client di SharePoint

Componenti necessari:

  • SharePoint Server

  • Client di SharePoint Workspace

Sistema scolastico superiore statale

  • Ambito: nazione

  • Dimensione: 4.000 dipendenti

  • Utenti di SharePoint Workspace: 2.000

  • Nessuna installazione di SharePoint esistente

SharePoint Workspace come client di collaborazione peer

Componenti necessari:

  • Client di SharePoint Workspace con connessione Internet

Sistema sanitario regionale

  • Ambito: regione

  • Dimensione: 10.000 dipendenti

  • Utenti di SharePoint Workspace: 8.000

  • Infrastruttura di SharePoint sul posto

SharePoint Workspace come client di collaborazione peer e SharePoint

Componenti necessari:

  • SharePoint Server

  • Client di SharePoint Workspace

  • Connessione Internet

Multinazionale

  • Ambito: globale

  • Dimensione: 500.000 dipendenti

  • Utenti di SharePoint Workspace: 50.000

  • Reparto IT: sì

Groove Server e SharePoint Workspace come sistema di collaborazione gestito

Componenti necessari:

  • Microsoft Groove Server 2010

  • Client di SharePoint Workspace

  • Sistema Active Directory (consigliato)

  • Connessione Internet (consigliata)

Microsoft SharePoint Workspace 2010 configura automaticamente le porte di rete di Windows Firewall per ottimizzarne il funzionamento. Per verificare le connessioni sulle porte client o per configurare le porte di Microsoft SharePoint Server e SharePoint Workspace solo per le aree di lavoro di SharePoint, avviare il componente aggiuntivo Pannello di controllo Windows Firewall e configurare le impostazioni come necessario.

Per ulteriori informazioni sui protocolli di SharePoint Workspace, vedere Documenti relativi ai protocolli Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=162294&clcid=0x410).

Nella tabella seguente vengono indicate le porte necessarie per ogni protocollo in SharePoint Workspace.

Impostazioni porte client per SharePoint Workspace 2010

Impostazioni delle porte dei client di SharePoint Workspace Protocolli supportati Descrizione

80/TCP - In uscita

Microsoft File Synchronization by SOAP over HTTP Protocol (MS-FSSHTTP)

Microsoft Groove HTTP Encapsulation of Simple Symmetric Transport Protocol (MS-GRVHENC)

Supporta le comunicazioni seguenti:

  • Per le aree di lavoro di SharePoint: sincronizzazione del contenuto di elenchi e documenti tra i client di SharePoint Workspace e Microsoft SharePoint Server.

  • Per le cartelle condivise e le aree di lavoro di Groove: trasmissione di messaggi SSTP tra i client di SharePoint Workspace e i server Relay Server di Groove quando non sono disponibili le porte SSTP 2492/TCP e 443/TCP. Le trasmissioni SSTP vengono incapsulate in HTTP.

  • Per le cartelle condivise e le aree di lavoro di Groove: comunicazione SOAP tra i client di SharePoint Workspace e Groove Management Server.

443/TCP - In uscita

HTTPS

Microsoft Groove HTTP Encapsulation of Simple Symmetric Transport Protocol Security Protocol (MS-GRVSSTPS)

Supporta le comunicazioni seguenti:

  • Per le aree di lavoro di SharePoint: sincronizzazione del contenuto protetto tramite SSL tra i client di SharePoint Workspace e Microsoft SharePoint Server.

  • Per le cartelle condivise e le aree di lavoro di Groove: trasmissione di messaggi SSTP tra i client di SharePoint Workspace e i server di inoltro quando non è disponibile la porta SSTP 2492/TCP. Viene utilizzata la tecnologia di tunneling HTTP sicuro.

2492/TCP - In ingresso e in uscita

Microsoft Groove Simple Symmetric Transport Protocol (MS-GRVSSTP)

Supporta le comunicazioni seguenti:

  • Per le cartelle condivise e le aree di lavoro di Groove: trasmissione di messaggi SSTP tra i client di SharePoint Workspace e i server di inoltro.

1211/UDP - In ingresso e in uscita

Local Area Network Device Presence Protocol (LANDPP)

Supporta le comunicazioni seguenti:

  • Per le cartelle condivise e le aree di lavoro di Groove: rilevamento della presenza di dispositivi LAN (Local Area Network) tra i client di SharePoint Workspace.

In questa sezione vengono fornite informazioni sulle capacità del sistema che possono risultare utili per pianificare prestazioni ottimali nell'ambito dell'utilizzo delle aree di lavoro di SharePoint previsto all'interno dell'organizzazione. In tale trattazione per prestazioni si intendono i tempi di apertura, salvataggio e aggiornamento, nonché i tempi di caricamento e download.

SharePoint Workspace archivia i documenti delle raccolte di SharePoint nella Cache dei documenti di Office comune sul dispositivo client. Il numero di documenti di SharePoint Workspace archiviati in tale cache incide direttamente sulla memoria e sulle prestazioni del sistema client. Poiché la Cache dei documenti di Office supporta più applicazioni di Office, le implicazioni relative all'utilizzo della cache da parte di un'applicazione di Office possono estendersi ad altre applicazioni di Office nel sistema. Nel caso di SharePoint Workspace 2010, man mano che i documenti vengono archiviati nella Cache dei documenti di Office per la sincronizzazione, la memoria del sistema si esaurisce e le prestazioni calano. Quando il numero dei documenti di SharePoint memorizzati nella cache si avvicina a 10.000, a seconda delle dimensioni, del tipo e del contenuto dei file, la memoria disponibile e le prestazioni possono diminuire in modo significativo. Questo limite massimo approssimativo si basa su test eseguiti in un ambiente controllato. Il limite può pertanto essere più alto o più basso negli scenari reali con documenti di dimensioni, tipi e contenuto diversi.

Le dimensioni e il numero dei documenti sincronizzati con SharePoint possono variare in modo considerevole, anche in una singola organizzazione. Per prevenire e ridurre il più possibile i problemi operativi e di prestazioni dei client, provare a effettuare la pianificazione per il caso di massimo utilizzo previsto, implementando linee guida relative all'utilizzo per impedire un sovraccarico della cache e delle risorse correlate.

I requisiti hardware di SharePoint Workspace 2010 sono in generale relativi a situazioni di utilizzo di base, in cui la cache può contenere al massimo 500 file le cui dimensioni medie non superano i 300 KB. Questi requisiti corrispondono a un'installazione client con un processore single core a 256 MHz, con 256 MB di RAM e un'unità da 1,5 GB. Per ottimizzare l'esperienza utente in un ambiente caratterizzato da un maggiore utilizzo, è consigliata almeno la dotazione hardware seguente:

  • Processore dual core, 2 GHz

  • 4 GB di RAM

  • Unità disco rigido da 200 GB

Se si prevede di dover supportare cache di documenti dei client contenenti in media più di 500 documenti (alcuni dei quali con oltre 300 KB di test ed eventualmente grafica complessa e clip video), considerare i requisiti hardware di fascia superiore.

I limiti suggeriti derivano da test eseguiti sull'hardware seguente:

CPU Intel Xeon E5410 @ 2,33 GHz, 4 GB di RAM, unico disco da 200 GB

Se necessario, è possibile eseguire l'operazione seguente per controllare le prestazioni di SharePoint Workspace:

  • Limitare i download dei file alle sole intestazioni impostando il valore DWORD seguente nel Registro di sistema: HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\14.0\Groove\DefaultDocumentLibraryContentDownloadSettingHeadersOnly

    AvvisoWarning
    Una modifica non corretta del Registro di sistema può causare seri problemi, che potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Microsoft non garantisce che tali problemi possano essere risolti. Modificare il Registro di sistema a proprio rischio e pericolo. Provvedere sempre a effettuare un backup del Registro di sistema prima di modificarlo e accertarsi di conoscere la procedura per ripristinarlo in caso di problemi. Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup, ripristinare e modificare il Registro di sistema vedere l'articolo della Microsoft Knowledge Base Informazioni sul Registro di sistema di Windows per utenti esperti.

Per informazioni sui requisiti hardware di base di SharePoint Workspace, vedere Requisiti di sistema per Office 2010.

Per informazioni sui meccanismi incorporati offerti da SharePoint Server 2010 e SharePoint Workspace 2010, vedere Monitoraggio delle prestazioni e limitazione delle richieste.

Per informazioni sui requisiti di sistema di SharePoint Server, vedere Distribuzione di SharePoint Server 2010 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=188459&clcid=0x410).

In SharePoint Server 2010 il flusso di comunicazioni client viene moderato limitando le richieste quando gli strumenti di monitoraggio dello stato del server incorporati indicano che le prestazioni del server risultano rallentate a causa di un carico di lavoro eccessivo. Quando vengono utilizzate aree di lavoro di SharePoint, i client di SharePoint Workspace rispondono ai segnali di backoff di SharePoint Server regolando la frequenza delle richieste al server. Le operazioni di regolazione della frequenza di sincronizzazione di SharePoint Workspace riflettono l'attività delle aree di lavoro di SharePoint e le modifiche al sito di SharePoint, in modo tale che la periodicità sia inferiore quando vi è un'attività minima rispetto a quando l'attività è maggiore. Queste regolazioni consentono di ridurre l'utilizzo complessivo della larghezza di banda client migliorando nel contempo le prestazioni del server.

Nel caso delle aree di lavoro di Groove, in SharePoint Workspace sono disponibili norme incorporate relative alle prestazioni e vengono utilizzati i servizi Groove Server Relay, ospitati da Microsoft o installati in loco, per ottimizzare le comunicazioni. Per ottimizzare le prestazioni, SharePoint Workspace trasmette i dati delle aree di lavoro di Groove direttamente da un client all'altro quando le condizioni della rete lo consentono. Quando i dati sono indirizzati a un client che non può essere raggiunto direttamente, vengono inviati da SharePoint Workspace tramite server di inoltro per ottimizzare la trasmissione dei messaggi. L'utilizzo complessivo della larghezza di banda in condizioni di traffico elevato è spesso minore quando vengono utilizzati i server di inoltro per la trasmissione dei messaggi.

Per ulteriori informazioni sul monitoraggio delle prestazioni di SharePoint e la limitazione delle richieste, vedere Pianificare la memorizzazione nella cache e le prestazioni.

Gli scambi tra i client di SharePoint Workspace e i siti di SharePoint si basano sul protocollo di sincronizzazione e su meccanismi esterni per la sicurezza, ad esempio quelli forniti dalle reti VPN o dalla tecnologia SSL (Secure Socket Layer). Per le connessioni a SharePoint dall'esterno di un dominio aziendale è pertanto consigliabile utilizzare la crittografia SSL. È possibile configurare le impostazioni di Criteri di gruppo applicabili in un'unità organizzativa di Active Directory, come descritto in Configurare e personalizzare SharePoint Workspace 2010. È inoltre possibile proteggere il sito di SharePoint dall'accesso non autorizzato impostando in modo appropriato gli elenchi di controllo di accesso. Per informazioni su come impostare il controllo di accesso per gli utenti per la sincronizzazione con raccolte ed elenchi di SharePoint, vedere Sicurezza e protezione per SharePoint Foundation 2010 o Sicurezza e protezione per SharePoint Server 2010.

In SharePoint Workspace vengono utilizzate tecnologie crittografiche e di crittografia avanzate per la protezione degli account di SharePoint Workspace, che costituiscono gli archivi sicuri per chiavi di crittografia, identità, contatti, messaggi e identificatori univoci delle aree di lavoro di ogni utente. L'autenticazione di Windows e le credenziali di accesso di Windows degli utenti vengono utilizzate per sbloccare gli account di SharePoint Workspace.

In SharePoint Workspace 2010 non viene eseguita la crittografia nel disco dei documenti e di altri file binari di SharePoint Workspace 2010, incluso il contenuto delle aree di lavoro di SharePoint. Prendere pertanto in considerazione l'utilizzo di Crittografia unità BitLocker per crittografare tutto il contenuto nelle unità di dati dei client. Per ulteriori informazioni, vedere Crittografia unità BitLocker (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=163122&clcid=0x410). È possibile aumentare la protezione bloccando Windows Search nella directory dei dati di SharePoint Workspace per impedire la generazione di indici di ricerca non crittografati. Prestare tuttavia attenzione al fatto che il contenuto condiviso con altri client che non dispongono di un livello di protezione equivalente rimane non crittografato e consente le ricerche.

Per le cartelle condivise e le aree di lavoro di Groove, in SharePoint Workspace vengono utilizzate tecnologie native di crittografia a chiave pubblica e simmetrica per autenticare, crittografare e proteggere le trasmissioni tra i client nella rete. La crittografia avanzata offre la protezione dei seguenti tipi di contenuto nel disco: messaggi immediati di Groove, inviti di Groove, voci di Blocco note e delle discussioni di Groove, aree di lavoro di Groove archiviate e modelli dello strumento Moduli.

In SharePoint Workspace 2010 vengono utilizzati l'account di accesso di Windows e Data Protection API (DPAPI) per autenticare l'utente e l'accesso all'account di SharePoint Workspace. Questo accesso utente di tipo Single Sign-On (SSO) implica che non siano necessarie credenziali aggiuntive specifiche di SharePoint Workspace.

Per l'autenticazione degli utenti di SharePoint Workspace in SharePoint Server, SharePoint Workspace supporta i metodi di SharePoint Server seguenti: autenticazione di Windows e autenticazione basata su form. In genere, l'autenticazione di Windows viene utilizzata per l'accesso degli utenti di SharePoint Workspace interni ai siti di SharePoint. L'autenticazione basata su form può essere utilizzata per l'accesso degli utenti di SharePoint Workspace esterni ai siti di SharePoint.

Per l'autenticazione degli utenti di SharePoint Workspace tra di loro (per messaggistica, cartelle condivise e aree di lavoro di Groove), in SharePoint Workspace viene utilizzata l'infrastruttura a chiave pubblica (PKI) nativa.

Per ulteriori informazioni sul servizio Single Sign-On per SharePoint Server, vedere Enterprise Single Sign-On (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=162302&clcid=0x410).

Per ulteriori informazioni sull'autenticazione basata su form, vedere Configurare l'autenticazione basata su form (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=149721&clcid=0x410).

In SharePoint Server è supportato il mapping di accesso alternativo, che consente di definire più URL per sito. Quando vengono utilizzate aree di lavoro di SharePoint, è possibile sfruttare questa funzionalità per garantire la sincronizzazione di SharePoint Workspace con più URL di siti di SharePoint Server. La definizione di più URL è utile per gli scenari di distribuzione in cui l'URL di una richiesta Web ricevuta da Internet Information Services (IIS) è diverso dall'URL digitato da un utente di SharePoint, ad esempio in scenari che prevedono il bilanciamento del carico e la pubblicazione su proxy inverso.

Se sono stati definiti mapping di accesso alternativo per Microsoft SharePoint Server o SharePoint Foundation nel contesto di un server UAG (Unified Access Gateway), sarà necessario configurare tale server in modo che vengano mantenuti i mapping di accesso alternativo corretti per gli URL di server SharePoint di destinazione quando gli utenti remoti di SharePoint Workspace tentano di accedere e sincronizzare il contenuto in un sito di SharePoint tramite UAG.

Per evitare problemi di sincronizzazione per i client di SharePoint Workspace 2010 offline che si riconnettono a SharePoint tramite UAG dopo le operazioni in modalità offline, aggiornare UAG al Service Pack 1. Altrimenti, disattivare la conversione dei collegamenti degli indirizzi per le pagine seguenti nel server UAG:

  • /_vti_bin/Lists.asmx

  • /_vti_bin/Webs.asmx

Per ulteriori informazioni sul mapping di accesso alternativo, vedere Pianificazione di mapping di accesso alternativo (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=114854&clcid=0x410).

Le impostazioni e le azioni di SharePoint Server 2010 seguenti si applicano a SharePoint Workspace 2010:

  • Sincronizzazione dei file tramite il protocollo SOAP su HTTP - Questo protocollo deve essere attivato per supportare la sincronizzazione del contenuto delle raccolte e degli elenchi di SharePoint con le aree di lavoro di SharePoint nei client di SharePoint Workspace.

  • RDC (Remote Differential Compression) - È consigliabile attivare questa funzionalità di Windows per supportare la sincronizzazione dei file tramite il protocollo SOAP su HTTP.

  • Azioni sito: Sincronizza con SharePoint Workspace - Gli utenti di SharePoint Workspace connessi al sito di SharePoint possono fare clic su Sincronizza con SharePoint Workspace per creare un'area di lavoro di SharePoint in un computer locale oppure per sincronizzare il contenuto se per il sito è già presente un'area di lavoro di SharePoint locale. Dall'area di lavoro locale l'utente può aggiungere, modificare o eliminare il contenuto indipendentemente dalla connettività al sito di SharePoint. La sincronizzazione con il sito di SharePoint viene eseguita automaticamente a intervalli definiti mentre l'utente è connesso oppure l'utente può fare clic sulla scheda relativa alla sincronizzazione nell'area di lavoro di SharePoint per forzare la sincronizzazione.

    NotaNote
    L'opzione Sincronizzazione nell'area di lavoro di SharePoint è disponibile anche sulla barra multifunzione di una raccolta documenti o un elenco SharePoint.
  • Azioni sito/Impostazioni sito/Amministrazione sito/Ricerca e disponibilità offline/Disponibilità per client offline: gli amministratori del sito di SharePoint devono selezionare questa impostazione per consentire ai client di SharePoint Workspace di accedere al sito.

  • Protezione tramite SSL (Secure Socket Layer) - Tale protezione è consigliata per l'interfaccia della porta 80 in ingresso che supporterà le comunicazioni di SharePoint con i client di SharePoint Workspace.

È possibile eseguire ricerche nel contenuto di SharePoint Workspace utilizzando Windows Search 4.0 o versioni successive. Per impostazione predefinita, la ricerca per indicizzazione (creazione dell'indice) di Windows Search è attivata per una parte del contenuto di SharePoint Workspace. Gli utenti di SharePoint Workspace possono accedere a Windows Search 4.0 facendo clic su Cerca nella scheda Home della barra multifunzione, a meno che non siano impostati criteri di Windows che impediscono questa operazione.

Gli amministratori possono bloccare l'utilizzo di Windows Search per il contenuto di SharePoint Workspace e sostituire qualsiasi impostazione di ricerca di un utente tramite la distribuzione di un oggetto Criteri di gruppo di Active Directory, come descritto in Configurare e personalizzare SharePoint Workspace 2010. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo di Windows Search, vedere la Guida per gli amministratori di Windows Search (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=164567&clcid=0x410).

Tutte le informazioni sugli account di SharePoint Workspace si trovano nei computer client. Le informazioni sugli account includono le chiavi di crittografia e le informazioni sull'identità degli utenti. In SharePoint Workspace sono disponibili meccanismi per il backup e il ripristino degli account utente. Gli utenti possono inoltre eseguire il backup di aree di lavoro e archivi delle aree di lavoro di Groove.

Per salvaguardare gli account utente di SharePoint Workspace, chiedere agli utenti di SharePoint Workspace di rispettare le procedure consigliate seguenti:

  • Attivare il ripristino degli account di SharePoint Workspace. È possibile accedere all'impostazione Consenti ripristino account in SharePoint Workspace 2010 tramite l'opzione Preferenze account. Questa impostazione offre agli utenti un metodo sicuro per riottenere l'accesso agli account nel caso in cui sia necessario reimpostare l'accesso di Windows. La casella di controllo Consenti ripristino account deve rimanere selezionata in tutti i client, in quanto consente il ripristino. Avvisare gli utenti di non deselezionare questa impostazione.

    NotaNote
    L'impostazione Consenti ripristino account supporta inoltre la portabilità degli account e permette di utilizzare l'account in più computer. Per le organizzazioni che devono impedire la portabilità dell'account in un altro computer, in Microsoft Groove Server 2010 sono disponibili criteri che limitano l'utilizzo degli account gestiti a un singolo computer. Per informazioni sulla distribuzione di Groove Server nel proprio sito, vedere Distribuzione di Groove Server 2010 (traduzione automatica).
  • Eseguire il backup degli account utente di SharePoint Workspace in un file archiviato in un percorso sicuro. SharePoint Workspace supporta il ripristino degli account in caso di perdita o danneggiamento degli stessi tramite un'opzione che consente agli utenti di salvare il proprio account in un file con estensione grv. Consigliare agli utenti di salvare regolarmente i propri account in un file archiviato in una posizione sicura. Gli utenti possono salvare l'account facendo clic sulla scheda File sulla barra multifunzione, scegliendo Preferenze account dal menu a discesa Gestisci account, selezionando Salva account come file nella scheda Account e immettendo un nome file e una password per il recupero dell'account iniziale quando richiesto. Si noti che l'impostazione Consenti ripristino account deve essere selezionata nelle preferenze per l'account dell'utente per consentire l'invio di un codice di reimpostazione e il ripristino dell'account nel caso in cui la password venga dimenticata. Quando questa impostazione è attivata, SharePoint Workspace invia un codice di reimpostazione all'indirizzo di posta elettronica specificato nella Configurazione guidata account al momento della creazione dell'account, in modo che gli utenti possano quindi reimpostare un account ripristinato.

Per salvaguardare le aree di lavoro di Groove, chiedere agli utenti di eseguire periodicamente il backup di ogni area di lavoro di Groove facendo clic sulla scheda File nella barra multifunzione, selezionando Condividi e quindi configurando l'opzione Area di lavoro come archivio. Per ulteriori informazioni su come eseguire il backup e il ripristino delle aree di lavoro di Groove, vedere la Guida di prodotto di SharePoint Workspace nel sito Web Prodotti Microsoft Online (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=162269&clcid=0x410).

NotaNote
Gli strumenti e i dati delle aree di lavoro di Groove si trovano nei computer client. Se, pertanto, altri membri del team condividono un'area di lavoro di Groove, è possibile recuperare l'area di lavoro persa da un altro computer client.

Mostra: