Novità della funzionalità di ricerca di contenuti nell'organizzazione (Search Server 2010)

Search Server
 

Si applica a: Search Server 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2011-07-11

NotaNote
Salvo diversa indicazione, le informazioni contenute in questo articolo si applicano sia a Microsoft Search Server 2010 che a Microsoft Search Server 2010 Express. In questo articolo, il termine Search Server 2010 fa riferimento a entrambi i prodotti.

Microsoft Search Server 2010 offre tutte le caratteristiche e funzionalità di ricerca di contenuti dell'organizzazione disponibili in Server di ricerca 2008 Microsoft, oltre a numerose nuove capacità. In questo articolo sono illustrate le nuove caratteristiche e funzionalità di ricerca di contenuti dell'organizzazione di Search Server 2010. Grazie a queste nuove capacità, gli amministratori della ricerca possono configurare un'infrastruttura di ricerca sicura e ottimale, che consente agli utenti finali di trovare informazioni nell'organizzazione in modo rapido ed efficiente.

Contenuto dell'articolo:

Per gli utenti finali, Search Server 2010 assicura:

Search Server 2010 consente agli utenti finali di creare ed eseguire query di ricerca più efficaci, nonché di eseguire ricerche nell'organizzazione dal desktop di Windows 7.

  • Sintassi di query booleana per le query free-text e le query su proprietà

    Search Server 2010 supporta l'utilizzo degli operatori booleani AND, OR e NOT nelle query di ricerca. Un utente può ad esempio eseguire una query come la seguente:

    ("SharePoint Search" OR "Live Search") AND (title:"Sintassi parole chiave" OR title:"Sintassi query")

  • Corrispondenza del prefisso per parole chiave di ricerca e proprietà dei documenti

    Le query di ricerca possono utilizzare il carattere * come carattere jolly alla fine di una stringa di testo. La query di ricerca "micro*" ad esempio consentirebbe di trovare i documenti che contengono "Microsoft" o "microchip", mentre la query "author:bi*" consentirebbe di trovare i documenti che contengono "Bill" o "Bing". La query "micro* author:bi*" di conseguenza consentirebbe di trovare i documenti che contengono sia "Microsoft" che "Bill Gates".

  • Suggerimenti durante la digitazione delle query di ricerca

    Mentre un utente digita parole chiave nella casella di ricerca, il Centro ricerche fornisce suggerimenti per facilitare il completamento della query. Questi suggerimenti sono basati sulle query eseguite in precedenza da altri utenti.

  • Suggerimenti dopo l'esecuzione delle query da parte degli utenti

    Il Centro ricerche offre suggerimenti migliorati del tipo "Riprovare la ricerca con" quando le parole chiave di una query di ricerca non sembrano corrispondere a quelle desiderate dall'utente. Quando inoltre il sistema di ricerca restituisce i risultati di una query, nel Centro ricerche vengono visualizzati suggerimenti per ricerche correlate.

  • Connettori di ricerca federati per eseguire ricerche nell'organizzazione da Windows 7

    Dopo che Search Server 2010 restituisce i risultati di una query di ricerca, un utente di Windows 7 può creare un collegamento a un connettore di ricerca federato per tale ambito di ricerca in Esplora risorse. In questo modo l'utente può eseguire ricerche in tale ambito da Windows 7 in qualsiasi momento. I risultati di ricerca e i metadati associati vengono visualizzati in Esplora risorse, dove l'utente può avvalersi di funzionalità di Windows quali l'anteprima dei file e il trascinamento della selezione. Per una query di ricerca qualsiasi, i risultati visualizzati in Windows 7 sono esattamente gli stessi visualizzati nella web part Risultati di ricerca quando le ricerche vengono eseguite direttamente in Search Server 2010.

Search Server 2010 offre numerosi miglioramenti per il recupero e la visualizzazione dei risultati di ricerca.

  • Riquadro di perfezionamento

    La pagina dei risultati di ricerca include un riquadro di perfezionamento, che offre un riepilogo dei risultati di ricerca e consente agli utenti di esplorarli e comprenderli rapidamente. Per una particolare query di ricerca, ad esempio, il riepilogo nel riquadro di perfezionamento potrebbe indicare che sono disponibili numerose pagine Web nei risultati di ricerca e numerosi documenti di un particolare autore. Il riepilogo potrebbe anche indicare che sono disponibili principalmente documenti di Microsoft Word nei primi 50 risultati di ricerca, seguiti da un particolare numero di documenti di Microsoft Excel.

    Il riquadro di perfezionamento consente inoltre agli utenti di filtrare i risultati, ad esempio per tipo di contenuto (documento, foglio di calcolo, presentazione, pagina Web e così via), posizione del contenuto (ad esempio siti di SharePoint), autore del contenuto o ultima data di modifica. Gli utenti possono inoltre filtrare per categoria in base alle proprietà gestite e ai nodi della tassonomia di Gestione contenuto aziendale configurati da un amministratore.

  • Miglioramenti della pertinenza dei risultati di ricerca

    Search Server 2010 offre miglioramenti per aumentare la pertinenza e l'utilità dei risultati di ricerca, come ad esempio i seguenti:

    • Classificazione basata sulla cronologia dei risultati di ricerca

      Se un documento in un set di risultati di ricerca viene visitato da una pagina dei risultati di ricerca molto più di altri documenti, tale documento viene innalzato di livello nella classificazione dei risultati di ricerca.

    • Pertinenza basata sui metadati derivati

      In seguito a una ricerca per indicizzazione, i metadati dei documenti vengono analizzati nel corso del processo di indicizzazione. In alcuni casi, il sistema di ricerca può inoltre ricavare i metadati dal contenuto di un documento. Questo può essere utile quando i metadati espliciti di un documento sono mancanti o errati. Nel modello di un documento di Microsoft PowerPoint ad esempio potrebbe non essere specificato alcun autore, ma il sistema di ricerca potrebbe ricavare l'autore da una frase nel documento, ad esempio "Di Luca Dellamore".

Search Server 2010 offre agli amministratori nuovi metodi per assicurare i massimi vantaggi agli utenti finali che eseguono ricerche di informazioni.

Al termine dell'installazione di una server farm, viene eseguita automaticamente la Configurazione guidata farm. Questa procedura guidata semplifica la distribuzione di farm di piccole dimensioni. Consente di automatizzare gran parte del processo di configurazione iniziale con impostazioni predefinite. Quando ad esempio si utilizza la Configurazione guidata farm per distribuire il primo server di una farm, in tale server viene creato automaticamente un sistema di ricerca con funzionalità complete, il quale include:

  • Una topologia di ricerca in grado di supportare un indice di un massimo di 10 milioni di documenti indicizzati.

  • Un Centro ricerche da cui gli utenti possono eseguire query. Questo Centro ricerche viene creato automaticamente se l'utente che installa il prodotto seleziona l'opzione corrispondente nel corso della configurazione guidata.

Il sistema di ricerca può eseguire una ricerca per indicizzazione dei siti di SharePoint locali (siti nella server farm) immediatamente dopo il completamento dell'esecuzione della Configurazione guidata farm.

In Search Server 2008, il servizio di ricerca di Office SharePoint Server è contenuto nel provider di servizi condivisi. In tale architettura non è possibile creare un nuovo servizio di ricerca senza creare un nuovo provider di servizi condivisi. In Search Server 2010 è invece possibile creare e gestire applicazioni del servizio di ricerca indipendenti. Le applicazioni del servizi di ricerca non richiedono un host, ad esempio un provider di servizi condivisi.

È possibile automatizzare numerose attività di amministrazione della ricerca con gli script di Windows PowerShell 2,0. Gli script di Windows PowerShell 2,0 possono essere utilizzati, ad esempio, per gestire le origini di contenuto e la topologia del sistema di ricerca.

Search Server offre numerosi nuovi modi per configurare e ottimizzare una soluzione di ricerca in modo da ottenere un livello superiore di prestazioni, capacità e affidabilità.

È possibile aumentare il numero di componenti di ricerca per indicizzazione allo scopo di:

  • Incrementare la frequenza e il volume della ricerca per indicizzazione, in modo da rendere più completi e aggiornati i risultati restituiti dal sistema di ricerca.

  • Aumentare le prestazioni distribuendo il carico della ricerca per indicizzazione.

  • Assicurare ridondanza in caso di problemi di un particolare server.

Il partizionamento dell'indice consente di assicurare livelli di latenza minimi, inferiori al secondo, su indici contenenti 300.000 elementi se viene utilizzato Microsoft SQL Server 2008 Express oppure di 10 milioni di elementi se si utilizza Microsoft SQL Server 2008 con Service Pack 1 (SP1) e aggiornamento cumulativo 2. I risultati possono variare a seconda delle dimensioni e dei tipi di elementi e di altri fattori.

È possibile aumentare il numero di componenti di query allo scopo di:

  • Incrementare la velocità effettiva delle query, ovvero aumentare il numero di query che il sistema di ricerca è in grado di gestire contemporaneamente.

  • Ridurre la latenza delle query, ovvero il tempo necessario per il recupero dei risultati di ricerca.

  • Fornire capacità di failover per i componenti di query.

È possibile ottimizzare la topologia di ricerca esistente durante le normali operazioni della farm, mantenendo la funzionalità di ricerca disponibile per gli utenti. Durante le consuete operazioni è ad esempio possibile distribuire ulteriori partizioni di indice e componenti di query per rispondere all'evoluzione delle condizioni.

Search Server 2010 offre nuove capacità per il monitoraggio delle operazioni della farm e la personalizzazione dei report.

Le caratteristiche per il monitoraggio di integrità e prestazioni consentono a un amministratore di monitorare le operazioni di ricerca nella farm. Questo può essere particolarmente utile per il monitoraggio dello stato della ricerca per indicizzazione e delle prestazioni delle query.

Search Server 2010 include uno strumento di analisi dell'integrità che è possibile utilizzare per verificare automaticamente i potenziali problemi di configurazione, prestazioni e utilizzo. Gli amministratori della ricerca possono configurare specifici processi di creazione di report sull'integrità per l'esecuzione delle operazioni seguenti:

  • Esecuzione in base a una pianificazione predefinita.

  • Invio di avvisi a un amministratore quando si verificano problemi.

  • Generazione di report utilizzabili per il monitoraggio delle prestazioni, la pianificazione della capacità e la risoluzione dei problemi.

È possibile personalizzare i report per agevolare l'analisi delle operazioni del sistema di ricerca e ottimizzare il sistema in modo da produrre risultati ottimali per le query di ricerca. I report possono ad esempio includere informazioni sui termini utilizzati più di frequente nelle query o sul numero di query eseguite in determinati periodi di tempo. Le informazioni sugli orari di picco delle query risultano utili per prendere decisioni sulla topologia della server farm e sugli orari migliori in cui eseguire la ricerca per indicizzazione.

Search Server 2010 è in grado di eseguire ricerche di contenuti in archivi diversi dai siti di SharePoint tramite la ricerca per indicizzazione o la federazione. Il sistema di ricerca può ad esempio:

  • Eseguire la ricerca per indicizzazione in archivi quali condivisioni file, cartelle pubbliche di Exchange e Lotus Notes.

  • Utilizzare la federazione per accedere a risultati di ricerca raccolti da altri crawler o motori di ricerca. Un amministratore può ad esempio eseguire la federazione di risultati di ricerca da www.bing.com o da una posizione interna geograficamente distribuita.

Mostra: