Preparare la rete per Groove Server Relay (traduzione automatica)

Groove Server 2010

Data pubblicazione: 12 maggio 2010

Ee681775.Important(it-it,office.14).gifImportante:

Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

In questo articolo vengono fornite le informazioni e le procedure per preparare le impostazioni delle porte di rete per supportare le comunicazioni con Groove Server Relay.

In this article:

  1. Operazioni preliminari

  2. Preparare la rete per Groove Server Relay

Operazioni preliminari

Prima di iniziare questa procedura, è necessario configurare la piattaforma per Groove Server Relay, come descritto in Configurare la piattaforma per Groove Server Relay (traduzione automatica).

Preparare la rete per Groove Server Relay

Groove Server 2010 Relay viene installato con Windows Firewall su ed eccezioni abilitate a supportare il corretto funzionamento. Verificare queste impostazioni e seguire le indicazioni fornite in questo articolo per facilitare l'installazione e configurazione di inoltro.

Per preparare la rete per Server Relay Server

  1. Fare riferimento ai requisiti illustrati in Operazioni preliminari.

  2. Verificare che le impostazioni di porta del server relay conformi alle specifiche in Pianificare le configurazioni delle porte per Groove Server (traduzione automatica). Per accedere a queste impostazioni, aprire l'elemento del Pannello di controllo di Windows Firewall , fare clic sul pulsante Modifica impostazioni e quindi fare clic sul pulsante Eccezioni.

  3. Scegliere un nome di host del servizio nome dominio (DNS) per ciascun inoltro installata e segnalare all'amministratore di DNS in modo che possono essere registrato con DNS.

    Per ulteriori informazioni sui nomi di dominio, vedere Nazionale delle telecomunicazioni informazioni associazione dominio nome servizio (DNS) (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=164992&clcid=0x410) (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese), Domain Name System (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=164993&clcid=0x410) (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese) e Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN). (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=164996&clcid=0x410) (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese).

  4. Per ottenere un indirizzo IP (Internet Protocol) statico per il server da parte dell'amministratore DNS.

    Ee681775.note(it-it,office.14).gifNota:

    Si sconsiglia di utilizzo di un non riservata DHCP Dynamic Host Configuration Protocol () assegnato l'indirizzo del server.

  5. Assicurarsi che porta 2492/TCP è aperto per il traffico in ingresso e in uscita, per supportare l'accesso client a relay server e comunicazioni relay-inoltro necessarie.

  6. Assicurarsi che le porte TCP/443 e 80/TCP sono aperte per il traffico in ingresso, per supportare la comunicazione client a relay server.

  7. Impostare i cicli di lavorazione necessaria per consentire la Groove Server Relay sia disponibile per gli utenti interni ed esterni o solo per gli utenti interni se verrà non essere supportati gli utenti esterni.

    Ee681775.note(it-it,office.14).gifNota:

    Non è consigliabile limitare l'accesso interno Groove Server Relay perché questa configurazione impedisce a utenti Internet di comunicazione con gli utenti di SharePoint Workspace all'interno della rete intranet.

Ee681775.note(it-it,office.14).gifNota:

Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Vedere anche

Cronologia delle modifiche

Data Descrizione Motivo

12 maggio 2010

Pubblicazione iniziale

Mostra: