Manuale dell'utente di Office Environment Assessment Tool (OEAT) per Office 2010

Office 2010
 

Si applica a: Office 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2015-03-09

Il presente manuale dell'utente per Office Environment Assessment Tool (OEAT) ha lo scopo di aiutare l'utente a utilizzare correttamente OEAT. Prima di utilizzare il manuale, è consigliabile effettuare le attività di pianificazione illustrate in Guida alla compatibilità delle applicazioni in Office 2010 e prepararsi a eseguire OEAT per ricercare nei computer client della propria organizzazione i componenti aggiuntivi e le applicazioni che interagiscono con Microsoft Office.

A partire da luglio 2011 è disponibile una nuova versione di OEAT. Per scaricare la versione con l'aggiornamento 1 di OEAT, vedere Strumento di Office 2010: Office Environment Assessment Tool (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=171092&clcid=0x410).

Contenuto dell'articolo:

OEAT è un file eseguibile (con estensione exe) scaricabile gratuitamente, che consente di ricercare nei computer client i componenti aggiuntivi e le applicazioni che interagiscono con Microsoft Office 97, Microsoft Office 2000, Microsoft Office XP, Microsoft Office 2003, Microsoft Office System 2007 e Microsoft Office 2010. OEAT viene utilizzato durante la fase di valutazione del progetto di analisi e correzione dei problemi di compatibilità delle applicazioni, illustrato in dettaglio in Guida alla compatibilità delle applicazioni in Office 2010. Nella figura seguente viene mostrato il ruolo di OEAT nell'ambito del processo globale di valutazione della compatibilità delle applicazioni.

Diagramma di flusso di OEAT nel processo di valutazione


OEAT rileva i componenti aggiuntivi e le applicazioni mediante i due metodi seguenti:

  • OEAT verifica in un elenco predeterminato di cartelle e percorsi del Registro di sistema di ogni computer client la presenza di componenti aggiuntivi utilizzati per Microsoft Outlook, Microsoft Word, Microsoft Excel e Microsoft PowerPoint. I componenti aggiuntivi possono essere di diversi tipi, tra cui componenti aggiuntivi di automazione, componenti aggiuntivi COM, componenti aggiuntivi VBA e componenti aggiuntivi a livello di applicazione creati tramite Visual Studio.

  • In alternativa, OEAT esegue un'analisi passiva sui computer client per monitorare le applicazioni che chiamano interfacce API di Office. Tale analisi passiva viene eseguita attivando il controllo (per un periodo configurabile di ore o giorni) su determinate chiavi del Registro di sistema utilizzate quando vengono chiamate le interfacce API di Office. Basandosi su questo controllo, OEAT può stabilire in un determinato momento quali applicazioni chiamano le interfacce API di Office, segnalando il nome, la versione, la data e l'ora di esecuzione di ogni eseguibile. Al termine del periodo di controllo, OEAT disattiva il controllo sulle chiavi del Registro di sistema.

È possibile personalizzare la modalità di esecuzione di OEAT utilizzando una procedura guidata incorporata per generare un file di impostazioni denominato Settings.xml. Le opzioni disponibili consentono di specificare se eseguire un'analisi passiva e se effettuare la ricerca nel computer client in modo automatico, ovvero senza l'interazione dell'utente, nonché di impostare il percorso UNC o locale in cui devono essere salvati i risultati dell'analisi. È possibile distribuire il file Settings.xml insieme all'eseguibile OEAT.exe in una cartella condivisa centrale oppure nei singoli computer client utilizzando prodotti come Microsoft Systems Management Server (SMS) o Microsoft System Center Configuration Manager. È inoltre possibile distribuire uno script di esecuzione, basato sull'esempio riportato più avanti in questo articolo, per automatizzare il richiamo della versione da riga di comando di OEAT da ogni computer client.

Per ogni computer client sottoposto all'analisi, OEAT genera un file con estensione xml e nome univoco contenente i dettagli relativi ai componenti aggiuntivi e alle applicazioni rilevati, nonché informazioni di sistema sul computer client in questione, tra cui lo spazio disponibile nelle unità, la memoria e le versioni di Office e Windows installate. OEAT può salvare i singoli file xml in una cartella condivisa centrale oppure è possibile utilizzare System Center Configuration Manager per raccogliere i file xml salvati in ogni computer client.

Al termine dell'analisi di tutti i client, è possibile utilizzare all'interno di OEAT una funzione che consente di compilare i risultati dell'analisi in formato xml relativi a ogni computer client in un foglio di calcolo di Microsoft Excel. Nel corso di tale compilazione, OEAT può confrontare i componenti aggiuntivi e le applicazioni rilevati con l'elenco dei componenti aggiuntivi compatibili di cui viene tenuta traccia attraverso il programma per la visibilità della compatibilità delle applicazioni dei fornitori di software indipendenti (ISV) Microsoft. È quindi possibile utilizzare il foglio di calcolo risultante per analizzare i componenti aggiuntivi e le applicazioni e assegnare loro una priorità a fini di test e correzione.

OEAT è stato aggiornato a luglio 2011. La versione con l'aggiornamento 1 di OEAT è disponibile nell'Area download Microsoft (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=171092&clcid=0x410).

In questa versione sono disponibili i miglioramenti e le correzioni seguenti:

  • L'analisi passiva funziona in tutte le lingue.

  • I file dei risultati dell'analisi vengono denominati in base a un GUID anziché un indirizzo MAC. Questa modifica consente di evitare i conflitti di nome che possono verificarsi in alcuni ambienti.

  • Per la compilazione dei risultati dell'analisi in un computer senza accesso a Internet, in OEAT è possibile utilizzare una copia locale dell'elenco dei fornitori (vendors.xml) scaricato da un altro computer.

ImportanteImportant
I file dei risultati dell'analisi generati dalla versione precedente di OEAT non sono compatibili con la nuova versione ed è quindi necessario ripetere l'analisi con la nuova versione di OEAT.

In questa sezione vengono illustrati i requisiti per eseguire OEAT allo scopo di analizzare i computer client e di gestire i dati risultanti.

Tutti i computer client in cui viene eseguito OEAT devono avere installato Microsoft .NET Framework 2.0 o una versione successiva. Ogni account utente che esegue OEAT inoltre deve soddisfare i requisiti seguenti:

  • Se un utente esegue OEAT dalla rete, l'account dell'utente dovrà disporre delle autorizzazioni seguenti per la cartella condivisa in cui è memorizzato OEAT.exe:

    • Autorizzazioni NTFS   Lettura, esecuzione e scrittura

    • Autorizzazioni delle cartelle condivise   Modifica e lettura

  • Se si configura Settings.xml in modo da consentire l'analisi passiva, ogni account utente che esegue OEAT dovrà essere membro del gruppo Administrators nel computer locale. Tale appartenenza è necessaria perché l'account dell'utente disponga delle autorizzazioni per attivare il controllo sulle chiavi del Registro di sistema per le chiavi di automazione CLSID di Word, PowerPoint, Excel e Microsoft Outlook. Sono disponibili due soluzioni alternative se si desidera eseguire l'analisi passiva su computer client in cui gli utenti non sono amministratori locali. Per ulteriori informazioni su tali soluzioni alternative, vedere Risoluzione degli errori relativi a OEAT più avanti in questo articolo.

Gli amministratori eseguono OEAT per configurare il file Settings.xml e per compilare i risultati dell'analisi. Il computer da cui viene eseguito OEAT a fini di gestione deve soddisfare i requisiti seguenti:

  • Il computer deve disporre dell'accesso a Internet per scaricare i dati di compatibilità più recenti dal programma per la visibilità della compatibilità delle applicazioni dei fornitori di software indipendenti (ISV). Se non è disponibile l'accesso a Internet, utilizzare la procedura descritta in Compilare i risultati dell'analisi per scaricare una copia dei dati sui fornitori (vendors.xml) da un altro computer con accesso a Internet.

  • Nel computer devono essere installati i componenti software seguenti:

    • Microsoft .NET Framework 2.0 o una versione successiva

    • Office System 2007 o Office 2010 (per la compilazione dei risultati dell'analisi in un foglio di calcolo di Excel)

In questa sezione vengono illustrate le attività che è necessario eseguire per distribuire OEAT. Nel diagramma di flusso che segue vengono mostrate le attività del processo. Ogni attività corrisponde al titolo di una delle sottosezioni seguenti di questo articolo.

Diagramma di flusso relativo al processo OEAT

In Guida alla compatibilità delle applicazioni in Office 2010 vengono fornite indicazioni per scegliere i computer client da sottoporre all'analisi. Dovrebbe essere sufficiente un campione statisticamente rilevante del 20% dei computer client di ogni unità aziendale. Per la scelta dei computer client su cui eseguire l'analisi è necessario considerare se si dispone di un ambiente gestito e se si desidera che OEAT venga eseguito localmente in ogni computer client oppure in rete. Le organizzazioni in genere scelgono uno dei metodi di distribuzione seguenti:

  • Distribuzione gestita   Utilizzare System Center Configuration Manager o Systems Management Server per distribuire OEAT.exe e i file correlati in ogni computer client. Per ulteriori informazioni e istruzioni, vedere il post di blog Distribuzione di Office Environment Assessment Tool (OEAT) con ConfigMgr (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=225020&clcid=0x410).

  • Distribuzione tramite Criteri di gruppo   Utilizzare Criteri di gruppo per distribuire l'eseguibile OEAT.exe e i file correlati in ogni computer client, quindi configurare il file Settings.xml in modo che i risultati dell'analisi vengano salvati in una cartella condivisa.

  • Distribuzione non gestita   Copiare l'eseguibile OEAT.exe e i file correlati in una cartella condivisa e fornire istruzioni agli utenti per l'esecuzione di OEAT. Ad esempio, è possibile inviare tramite posta elettronica un collegamento a uno script che avvia la versione da riga di comando di OEAT oppure è possibile fornire istruzioni dettagliate che spiegano come avviare l'interfaccia utente di OEAT ed eseguire l'analisi. Configurare Settings.xml in modo che i risultati dell'analisi vengano salvati in una cartella condivisa oppure indicare agli utenti di inviare tali risultati tramite posta elettronica.

ImportanteImportant
Sarà possibile eseguire un'analisi passiva solo fornendo uno script o istruzioni per avviare OEAT dalla riga di comando. Eseguendo un'analisi mediante l'interfaccia utente di OEAT non viene richiamata un'analisi passiva, anche se OEAT è stato configurato a tale scopo nel file di impostazioni Settings.xml. I parametri della riga di comando per OEAT sono riportati in Parametri della riga di comando di OEAT più avanti in questo articolo.

Dopo avere scaricato OEAT, è possibile personalizzarne la modalità di esecuzione creando un file di impostazioni in cui siano specificate opzioni quali l'analisi passiva e il percorso (locale o cartella condivisa) in cui memorizzare i file dei risultati. Per creare il file di impostazioni, è possibile utilizzare una procedura guidata che viene avviata dall'interfaccia utente di OEAT. Al termine della procedura guidata, OEAT crea il file di impostazioni, ovvero Settings.xml, nella stessa cartella dell'eseguibile OEAT.exe. L'esecuzione della procedura guidata per le impostazioni è facoltativa. Se però si decide di eseguire la procedura guidata e si crea un file di impostazioni, assicurarsi di distribuire Settings.xml insieme a OEAT.exe.

Per configurare le impostazioni di OEAT
  1. Fare doppio clic su OEAT.exe. Verrà visualizzata l'interfaccia utente di OEAT.

    Schermata di apertura di OEAT
  2. Nella sezione Run the settings file wizard fare clic sul pulsante Run wizard.

  3. Nella pagina Welcome to the OEAT - Setup Wizard fare clic su Next.

  4. Nella pagina Environment Scanning Information fare clic sui singoli collegamenti more information per visualizzare un elenco degli elementi che vengono sottoposti ad analisi in ogni computer. Per continuare, fare clic su Next.

  5. Nella pagina Passive Scan Settings eseguire le attività seguenti:

    1. Selezionare Yes per eseguire un'analisi passiva, se lo si desidera, e quindi specificare per quanto tempo il controllo deve restare attivato sulle chiavi del Registro di sistema utilizzate dalle chiamate alle interfacce API di Office. L'analisi passiva consente di identificare i processi esterni che automatizzano le applicazioni di Office, ad esempio una soluzione che automatizza Excel per creare una cartella di lavoro e caricarvi i dati. È consigliabile selezionare questa opzione quando non si dispone di un quadro chiaro delle soluzioni che interagiscono con le applicazioni di Office. Scegliere un periodo di tempo sufficientemente lungo per consentire la raccolta di un campione rappresentativo di soluzioni e abbastanza breve da terminare prima del riavvio del client, che reimposta il periodo di controllo.

      Impostazioni di analisi passiva OEAT
    2. Selezionare la casella di controllo Run hidden (silent) on the client while scanning se si desidera che l'analisi venga eseguita in background senza l'interazione dell'utente. Fare clic su Next.

  6. Nella pagina Results Folder Location digitare il percorso locale, l'unità mappata o il percorso UNC della condivisione in cui dovranno essere salvati i risultati dell'analisi. Ad esempio: \\nome server\nome condivisione\risultati. Fare clic su Next.

  7. Nella pagina Finished fare clic su Finish.

  8. Verificare che il file Settings.xml sia stato creato nella stessa cartella dell'eseguibile OEAT.exe.

Per automatizzare le analisi eseguite da OEAT, è possibile creare uno script che esegua OEAT.exe dalla riga di comando e che salvi lo script nella cartella contenente OEAT.exe. Nell'esempio di script seguente ricordarsi di sostituire <server> e <share> con il server e la cartella condivisa in cui è contenuto OEAT.exe. È possibile distribuire lo script agli utenti designati come script di accesso o mediante un altro metodo. Indipendentemente dalla modalità di distribuzione, lo script deve essere eseguito con diritti amministrativi nel computer locale.

Di seguito è riportato un esempio di codice JScript da modificare per essere utilizzato nell'ambiente di cui si dispone.

// ***************************************************************
// Office Environment Assessment Tool Script
// CREATED: 8-14-2009
// VERSION:1.0
// PURPOSE:To launch the OEAT application from specified 
//              UNC share with the SCAN switch.
// ***************************************************************

/* create a scripting object */
w =  new ActiveXObject("WScript.Shell");

/* shell the OEAT.exe scanner */
w.run("\\\\<server>\\<share>\\oeat.exe -scan");

/* done */

Distribuire OEAT utilizzando il metodo deciso in Scegliere un metodo di distribuzione più indietro in questo articolo. Se è stata scelta l'analisi passiva, attendere che trascorra il periodo di controllo prima di tentare di raccogliere o compilare i risultati dell'analisi. Se un computer client viene riavviato mentre è in corso un'analisi passiva, il periodo di controllo viene reimpostato.

Dopo avere raccolto i risultati dell'analisi di OEAT in una cartella centrale, utilizzare una delle procedure seguenti per compilarli in un foglio di calcolo di Excel. Se il computer con i risultati dell'analisi dispone dell'accesso a Internet è possibile compilare i risultati tramite OEAT in tale computer. Se l'accesso a Internet non è disponibile o sono presenti problemi di proxy che impediscono il download dell'elenco vendors.xml, è possibile installare OEAT in un altro computer con accesso a Internet e quindi copiare il file vendors.xml scaricato nel computer in cui si trovano i risultati dell'analisi.

Per compilare i risultati dell'analisi da un computer con accesso a Internet
  1. Passare alla cartella contenente i risultati dell'analisi e l'eseguibile OEAT.exe.

  2. Fare doppio clic su OEAT.exe.

  3. Nella pagina Welcome to the Office Environment Assessment Tool fare clic su Compile results.

    Verrà visualizzata una finestra di messaggio in cui viene richiesto se si desidera scaricare l'elenco dei fornitori più recente. Fare clic su Yes per scaricare l'elenco.

  4. Verrà visualizzata una finestra con un indicatore di stato che mostra l'avanzamento della compilazione. Al termine della compilazione, il file OEAT Report.xlsx verrà avviato automaticamente in Excel.

Per scaricare l'elenco di fornitori da un computer e compilare i risultati dell'analisi in un altro
  1. Installare OMPM in qualsiasi computer con accesso a Internet e che soddisfi i requisiti descritti in precedenza in Requisiti per la gestione di OEAT.

  2. Fare doppio clic su OEAT.exe.

  3. Nella pagina Welcome to the Office Environment Assessment Tool fare clic su Scan your system.

  4. Al termine dell'analisi, fare clic su Compile results.

    Verrà visualizzata una finestra di messaggio in cui viene richiesto se si desidera scaricare l'elenco dei fornitori più recente. Fare clic su Yes per scaricare l'elenco e quindi chiudere il file di Excel che viene aperto automaticamente al termine della compilazione.

  5. Nella cartella in cui è installato OEAT.exe, individuare il file denominato vendors.xml e quindi copiarlo nel computer di gestione di OEAT senza accesso a Internet. Assicurarsi di copiare il file nella stessa cartella in cui si trovano OEAT.exe e i risultati dell'analisi.

  6. Nel computer di gestione di OEAT fare doppio clic su OEAT.exe.

  7. Nella pagina Welcome to the Office Environment Assessment Tool fare clic su Compile results.

    Verrà visualizzata una finestra di messaggio in cui viene richiesto se si desidera scaricare l'elenco dei fornitori più recente. Fare clic su No. I risultati dell'analisi verranno compilati utilizzando il file vendors.xml copiato manualmente.

  8. Verrà visualizzata una finestra con un indicatore di stato che mostra l'avanzamento della compilazione. Al termine della compilazione, il file OEAT Report.xlsx verrà avviato automaticamente in Excel.

In questa sezione viene illustrato il contenuto del report relativo a OEAT e vengono forniti alcuni esempi per un utilizzo ottimale dei dati risultanti.

Nel file di Excel compilato sono inclusi diversi fogli di lavoro, tra cui i seguenti:

  • SummaryReport   In questo foglio di lavoro sono contenute informazioni riepilogative utili per stabilire se i computer client sottoposti all'analisi sono pronti per Office 2010. Nel foglio di lavoro sono inclusi dati sullo spazio libero medio, sui processori, sui produttori dei computer, sulle installazioni di Windows (compresi i livelli dei Service Pack) e sulle installazioni di Office. I dati risultanti potrebbero essere interessanti dal punto di vista della gestione della configurazione, in quanto nei computer client potrebbero non essere eseguite le versioni di Office o Windows previste.

  • MicrosoftOfficeAddins   In questo foglio di lavoro è contenuto un elenco di tutti i componenti aggiuntivi installati con Office.

  • AddinsNotShippedWithOffice   In questo foglio di lavoro è contenuto un elenco di tutti i componenti aggiuntivi non forniti con Office. Gran parte delle attività di valutazione e pianificazione da eseguire dipenderà da tale report. È possibile ordinare l'elenco in base all'applicazione, visualizzare le date dell'ultimo accesso o dell'ultima modifica ed esaminare in quanti computer client è stato rilevato un determinato componente aggiuntivo. È inoltre possibile confrontare i numeri di versione degli stessi componenti aggiuntivi per stabilire se alcuni sottoinsiemi dei computer client non sono aggiornati, una condizione che potrebbe indicare un problema relativo ai processi di gestione della configurazione all'interno dell'organizzazione.

Nel foglio di lavoro AddinsNotShippedWithOffice iniziare con la colonna Compatibility per prendere visione dello stato di compatibilità di ogni componente aggiuntivo. OEAT genera i dati per tale colonna confrontando i componenti aggiuntivi rilevati con l'elenco dei componenti aggiuntivi compatibili di cui viene tenuta traccia mediante il programma per la visibilità della compatibilità delle applicazioni dei fornitori di software indipendenti (ISV). Lo stato di compatibilità risultante può essere uno dei seguenti:

  • UNKNOWN   Il componente aggiuntivo attualmente non è incluso nell'elenco dei fornitori Microsoft di componenti aggiuntivi compatibili con Office 2010. Il relativo stato risulta pertanto sconosciuto. Si noti che tale stato potrebbe tuttavia cambiare man mano che per OEAT vengono resi disponibili nuovi dati sui fornitori. Si ha la possibilità di scaricare tali dati aggiornati ogni volta che si compila il foglio di calcolo.

  • PARTIAL MATCH   OEAT visualizza questo stato in due casi, ovvero quando trova una corrispondenza solo per il nome del fornitore oppure quando trova una corrispondenza per il nome del fornitore e il nome del prodotto, ma non per il numero di versione. Utilizzare il collegamento disponibile nella colonna URL per controllare nell'elenco dei fornitori quali sono i componenti aggiuntivi compatibili offerti dal fornitore in questione.

  • EXACT MATCH   Questo stato viene visualizzato quando il nome del fornitore e il nome del prodotto corrispondono e il numero di versione del componente aggiuntivo è uguale o successivo a quello comunicato dal fornitore.

ImportanteImportant
La colonna Compatibility non verrà visualizzata se si sceglie di non scaricare i dati di compatibilità quando viene richiesto nella versione definitiva di OEAT oppure se si utilizza la versione beta dello strumento. È possibile scaricare la versione definitiva di OEAT dall'Area download Microsoft.

Nelle schede MicrosoftOfficeAddins e AddinsNotShippedWithOffice è inclusa una colonna count che indica il numero di volte in cui ogni applicazione o componente aggiuntivo è stato rilevato. È possibile filtrare tale elenco in modo da visualizzare i 10 componenti aggiuntivi e applicazioni rilevati con maggiore frequenza eseguendo le operazioni seguenti:

  1. Nella scheda MicrosoftOfficeAddins o AddinsNoShippedWithOffice fare clic sulla freccia in giù nell'intestazione della colonna count.

  2. Scegliere Number Filters e quindi Top 10. Se lo si desidera, modificare il filtro automatico (AutoFilter) e quindi fare clic su OK.

Benché in genere sia necessario studiare i possibili problemi di compatibilità relativi a tutte le applicazioni di Office, inizialmente è possibile decidere di concentrarsi solo su un'applicazione. A tale scopo, è possibile scegliere di visualizzare i dati di quell'unica applicazione di Office, selezionando ad esempio Excel nella colonna app. In questo modo si otterrà un elenco contenente esclusivamente i componenti aggiuntivi e le applicazioni che si interfacciano con Excel.

Dopo avere filtrato l'elenco in base all'applicazione e in base ai 10 componenti rilevati con maggiore frequenza, è possibile filtrare di nuovo l'elenco delle applicazioni il cui stato risulta UNKNOWN o PARTIAL MATCH nella colonna compatibility. Utilizzando nuovamente i filtri, è inoltre possibile rimuovere dall'elenco tutti i componenti aggiuntivi della cui compatibilità con Office 2010 si è già certi.

Dopo aver ottenuto per la singola applicazione un elenco dei componenti aggiuntivi di cui non si conosce specificamente la compatibilità di funzionamento con Office 2010, è possibile ordinare l'elenco dal più comune al meno comune, in modo da ottenere i 10 componenti aggiuntivi che è necessario esaminare con maggiore attenzione. Da questo punto di vista, è possibile eseguire le operazioni seguenti:

Studiare le informazioni relative alla versione   Dagli elementi visualizzati, controllare la versione dei componenti aggiuntivi o delle applicazioni. Si dispone già della versione più recente supportata dal fornitore? L'applicazione è stata interamente distribuita? È possibile contattare il fornitore per verificare quale sia l'ultima versione?

Notare la data dell'ultimo accesso   Stabilire se un componente aggiuntivo o un'applicazione è stata utilizzata di recente nell'ambiente di cui si dispone. Se la data di accesso non è molto recente, è possibile verificare i sistemi che segnalano tale componente aggiuntivo specifico nel foglio di lavoro RawData per appurare se venga utilizzato da utenti correnti.

Utilizzare la colonna Load   La colonna Load indica se il componente aggiuntivo viene caricato durante l'esecuzione di Office. OEAT segnala tale comportamento come segue:

  • (0) Non caricato

  • (1) Caricato solo all'avvio successivo

  • (2) Caricato su richiesta

  • (3) Caricato all'avvio

  • (8) Caricato su richiesta

  • (9) Caricato su richiesta

  • (16) Caricato la prima volta, quindi caricato su richiesta

Utilizzando rapporti di grafico pivot o evidenziando informazioni specifiche mediante rapporti di tabella pivot, vi sono altre possibilità di visualizzazione dei dati. Per ulteriori informazioni sui rapporti di grafico pivot e di tabella pivot di Excel, vedere Panoramica dei grafici di Excel (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=178194&clcid=0x410) e Panoramica dei rapporti di tabella pivot (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=178195&clcid=0x410).

In questa sezione sono incluse informazioni utili per risolvere i problemi che potrebbero verificarsi durante l'esecuzione di OEAT.

Se un utente che non è un amministratore locale tenta di eseguire un'analisi passiva, verrà scritta una serie di errori in un apposito file, denominato errors.log, nella stessa cartella dell'eseguibile OEAT.exe. Gli errori contenuti nel registro sono i seguenti:

... SCAN: Error setting permissions on registry keys. PERMISSION ERROR: System.UnauthorizedAccessException: Attempted to perform an unauthorized operation. ... at OfficeAddinScanner.clsWatcher.addAudits()

Se si ha la necessità di eseguire un'analisi passiva sui computer client senza che l'utente sia un amministratore locale, è possibile adottare le soluzioni alternative seguenti:

  • Creare un oggetto Criteri di gruppo che imposti le autorizzazioni di modifica per l'utente nelle chiavi di controllo seguenti:

    • Excel = HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{00024500-0000-0000-C000-000000000046}

    • PowerPoint = HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{91493441-5A91-11CF-8700-00AA0060263B}

    • Word = HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{000209FF-0000-0000-C000-000000000046}

    • Outlook = HKEY_CLASSES_ROOT\CLSID\{0006F03A-0000-0000-C000-000000000046}

    Per ulteriori informazioni su come impostare i valori delle chiavi di controllo mediante un oggetto Criteri di gruppo, vedere Utilizzo dei Criteri di gruppo per controllare le chiavi del Registro di sistema in Windows Server 2003 (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=178196&clcid=0x410).

  • Distribuire OEAT in modo che venga eseguito con l'account Sistema locale in ogni computer client utilizzando una soluzione di gestione come Systems Management Server o System Center Configuration Manager. Configurare lo strumento in modo che venga avviato dalla cartella Esecuzione automatica (Startup) o dalla chiave Run del Registro di sistema di Windows e quindi raccogliere il file dei risultati dell'analisi di ogni computer client.

Questo messaggio di errore viene generato quando i computer client eseguono versioni localizzate di Windows in cui i nomi dei gruppi di sicurezza non sono in inglese. L'errore si verifica perché in OEAT è presente una dipendenza specificata a livello di codice (hard-coded) dal nome inglese del gruppo Everyone. Nei client che utilizzano una versione in una lingua diversa dall'inglese, il gruppo Everyone potrebbe essere localizzato nella lingua specifica del client. In tali client, l'analisi passiva non riesce.

A partire da luglio 2011 è disponibile una nuova versione di OEAT che risolve questo problema. Per scaricare la nuova versione, vedere Strumento di Office 2010: Office Environment Assessment Tool (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=171092&clcid=0x410).

I clienti hanno segnalato che in alcuni ambienti, ad esempio in ambiente Citrix, non è possibile consolidare o compilare i risultati delle analisi perché vengono utilizzati nomi identici per i file dei risultati di ogni client. È ora disponibile una nuova versione di OEAT che utilizza i GUID per assicurarsi che i nomi dei file dei risultati dell'analisi siano univoci. Per scaricare la nuova versione, vedere Strumento di Office 2010: Office Environment Assessment Tool (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=171092&clcid=0x410).

A causa di problemi di proxy, è possibile che OEAT non sia in grado di scaricare l'elenco dei fornitori (vendors.xml) nei computer con accesso a Internet. Se il download dell'elenco dei fornitori non riesce, utilizzare la procedura in Compilare i risultati dell'analisi per scaricare il file vendors.xml da un altro computer, come il computer di casa, che non utilizza un server proxy.

Questo errore si verifica quando si compilano i risultati dell'analisi di OEAT da un computer client in cui è in esecuzione la versione inglese di Excel e le impostazioni locali correnti sono configurate per una lingua diversa dall'inglese. In questo caso Excel tenterà di individuare il Language Pack relativo alla lingua configurata. Se tale Language Pack non viene rilevato, verrà generato l'errore. Per ovviare al problema, modificare le impostazioni locali in modo che corrispondano alla versione di Excel in esecuzione nel computer client e quindi tentare di nuovo di compilare i risultati dell'analisi.

In questa appendice vengono illustrati i parametri della riga di comando di OEAT e i percorsi in cui tale strumento ricerca i componenti aggiuntivi e le applicazioni.

È possibile eseguire OEAT dal prompt dei comandi o tramite uno script utilizzando i parametri riportati nella tabella seguente.

 

Parametro Descrizione

-scan

Esegue OEAT.exe con l'opzione di analisi. Tale parametro richiede che il file Settings.xml sia salvato nella stessa cartella dell'eseguibile OEAT.exe.

-setup

Esegue la procedura di impostazione guidata che consente di creare il file Settings.xml.

-compile

Compila i file dei risultati dell'analisi in un file XML. Tale file viene salvato nella cartella specificata all'interno del file Settings.xml. Se non è disponibile alcun file Settings.xml, verrà utilizzata la configurazione predefinita e i dati compilati verranno salvati in un file nella cartella corrente.

-help

Apre la finestra della Guida.

-debug

Arresta l'analisi se si verifica un errore e visualizza una finestra di messaggio con una descrizione di tale errore.

Sono inoltre disponibili ulteriori parametri da utilizzare con il comando Oeat.exe –scan. La sintassi è la seguente:

OEAT.EXE –scan <percorso di settings.xml> <percorso di errors.log>

È ad esempio possibile utilizzare questo comando come segue:

  • Oeat.exe –scan [default] %temp%\errors.log

  • Oeat.exe –scan \\someotherserver\path\settings.xml

  • Oeat.exe –scan \\someotherserver\path\settings.xml %temp%\errors.log

  • Oeat.exe –scan %temp%\settings.xml \\server\share\errors.log

  • Oeat.exe –scan %temp%\settings.xml %temp%\errors.log

Quando si utilizzano questi parametri, i requisiti sono i seguenti:

  • Il file di impostazioni deve essere denominato settings.xml.

  • Il file di registro degli errori deve essere denominato errors.log.

  • Non è necessario indicare sia il percorso delle impostazioni sia il percorso degli errori, ma non è possibile specificare il percorso degli errori senza prima specificare il percorso delle impostazioni.

  • È possibile specificare [default] come percorso del file settings.xml se si desidera che OEAT utilizzi il file contenuto nella stessa cartella dell'eseguibile OEAT.EXE.

Cartelle analizzate:

%programfiles%\Microsoft Office\Office9\Xlstart

%programfiles%\Microsoft Office\Office10\Xlstart

%programfiles%\Microsoft Office\Office11\Xlstart

%programfiles%\Microsoft Office\Office12\Xlstart

%programfiles%\Microsoft Office\Office9\STARTUP

%programfiles%\Microsoft Office\Office10\STARTUP

%programfiles%\Microsoft Office\Office11\STARTUP

%programfiles%\Microsoft Office\Office12\STARTUP

%programfiles%\Microsoft Office\Office14\STARTUP

%appdata%\Microsoft\Excel\XLSTART

%appdata%\Microsoft\Word\STARTUP

%appdata%\Microsoft\AddIns

Estensioni rilevate all'interno delle cartelle analizzate:

PowerPoint: ppa, ppam

Excel: xla, xlm, xll, xlam

Word: dot, dotm, .wll

Office: .dll

Percorsi del Registro di sistema analizzati:

PowerPoint:

HKEY_CURRENT_USER\SOFTWARE\Microsoft\Office\PowerPoint\Addins

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\9.0\PowerPoint\AddIns

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\10.0\PowerPoint\AddIns

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\11.0\PowerPoint\AddIns

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\12.0\PowerPoint\Addins

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\14.0\PowerPoint\Addins

HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Office\PowerPoint\Addins

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Office\9.0\PowerPoint\AddIns

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Office\10.0\PowerPoint\AddIns

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Office\11.0\PowerPoint\AddIns

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Office\12.0\PowerPoint\Addins

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Office\14.0\PowerPoint\Addins

Outlook:

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\Outlook\Addins

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\9.0\Outlook\Addins

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\10.0\Outlook\Addins

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\11.0\Outlook\Addins

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\12.0\Outlook\Addins

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\14.0\Outlook\Addins

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Office\9.0\Outlook\Addins

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Office\10.0\Outlook\Addins

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Office\11.0\Outlook\Addins

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Office\12.0\Outlook\Addins

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Office\14.0\Outlook\Addins

HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Office\Outlook\Addins

Excel:

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\Excel\Addins\

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\9.0\Excel\Add-in Manager

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\10.0\Excel\Add-in Manager

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\11.0\Excel\Add-in Manager

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\12.0\Excel\Add-in Manager

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\14.0\Excel\Add-in Manager

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Office\Excel\Addins\

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\9.0\Excel\Options::OPEN#

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\10.0\Excel\Options::OPEN#

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\11.0\Excel\Options::OPEN#

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\12.0\Excel\Options::OPEN#

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\14.0\Excel\Options::OPEN#

Word:

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\Word\Addins\

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\9.0\Word\Add-ins

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\10.0\Word\Add-ins

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\11.0\Word\Add-ins

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\12.0\Word\Add-ins

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\14.0\Word\Add-ins

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Microsoft\Office\Word\Addins\

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\9.0\Word\Options::STARTUP-PATH

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\10.0\Word\Options::STARTUP-PATH

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\11.0\Word\Options::STARTUP-PATH

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\12.0\Word\Options::STARTUP-PATH

HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\14.0\Word\Options::STARTUP-PATH

Chiavi del Registro di sistema monitorate durante l'analisi passiva:

{00024500-0000-0000-C000-000000000046}

{91493441-5A91-11CF-8700-00AA0060263B}

{000209FF-0000-0000-C000-000000000046}

{0006F03A-0000-0000-C000-000000000046}

Mostra: