Gestire il servizio informazioni sullo stato (SharePoint Server 2010)

SharePoint 2010
 

Si applica a: SharePoint Server 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2010-11-12

Il servizio informazioni sullo stato è un servizio condiviso utilizzato da alcuni componenti di Microsoft SharePoint Server 2010 per archiviare in un database di SQL Server dati temporanei di richieste HTTP correlate. In SharePoint Server 2010 il servizio informazioni sullo stato è richiesto da InfoPath Forms Services (inclusi moduli per flussi di lavoro personalizzati e moduli predefiniti), dalla web part Grafico di SharePoint Server 2010 e da alcuni scenari di Microsoft Visio 2010 in cui non viene utilizzato Microsoft Silverlight 3.

Il servizio informazioni sullo stato viene configurato automaticamente nell'ambito dell'installazione di base di SharePoint Server 2010.

L'installazione avanzata di SharePoint Server 2010 richiede una configurazione separata del servizio informazioni sullo stato. È possibile configurare il servizio informazioni sullo stato dopo l'installazione di SharePoint Server 2010 utilizzando uno degli strumenti seguenti:

  • Configurazione guidata farm

  • Windows PowerShell

La configurazione predefinita del servizio informazioni sullo stato è la seguente:

  • Un'applicazione servizio informazioni sullo stato.

  • Un database del servizio informazioni sullo stato nello stesso server di database in cui è contenuto il database di configurazione. I database devono essere associati all'applicazione di servizio.

  • Un proxy di applicazione servizio informazioni sullo stato associato al gruppo di proxy predefinito della server farm.

La configurazione predefinita del servizio informazioni sullo stato è sufficiente per la maggior parte delle configurazioni. Gli scenari illustrati di seguito potrebbero richiedere una configurazione aggiuntiva del servizio informazioni sullo stato:

  • Distribuzioni ospitate In caso di distribuzioni multiple ospitate nella stessa farm, i moduli e i dati dei grafici vengono partizionati automaticamente in modo che i tenant non possano vedere i moduli e i grafici degli altri tenant. È possibile che nelle organizzazioni per cui sono definiti criteri che richiedono una rigida separazione delle distribuzioni ospitate vengano create nuove applicazioni di servizio e nuovi database dello stato per ogni distribuzione, in cui ogni servizio e database sono associati a una nuova applicazione Web per la distribuzione. È inoltre consigliabile monitorare attentamente le prestazioni delle distribuzioni ospitate e valutare la possibilità di creare nuove applicazioni di servizio e nuovi database dello stato qualora si prevedano problemi di prestazioni per le distribuzioni ospitate.

  • Scalabilità per una capacità elevata di utilizzo di moduli o grafici In rari casi le server farm con un numero elevato di sessioni di InfoPath con stato attivo per moduli o grafici possono richiedere ulteriori database del servizio informazioni sullo stato nella stessa applicazione di servizio per mantenere la capacità con prestazioni accettabili. Un amministratore di database che rileva problemi di prestazioni, ad esempio eccessivi blocchi di database, può aggiungere altri database per migliorare le prestazioni.

È possibile riconfigurare il servizio informazioni sullo stato dopo la configurazione iniziale utilizzando Windows PowerShell.

Al termine dell'installazione, viene visualizzata automaticamente la pagina iniziale della Configurazione guidata farm. L'amministratore può scegliere di eseguire la procedura guidata immediatamente o in un secondo momento. Per impostazione predefinita, nella Configurazione guidata farm sono selezionati per la configurazione tutti i servizi non attualmente configurati. Se si desidera configurare il servizio informazioni sullo stato solo in un secondo momento, è possibile deselezionare la relativa casella di controllo ed eseguire la Configurazione guidata farm successivamente.

NotaNote
Finché non si configura il servizio informazioni sullo stato, non sarà possibile archiviare dati sullo stato della sessione per moduli, grafici e diagrammi basati sul servizio informazioni sullo stato.

Se la casella di controllo relativa al servizio informazioni sullo stato non è disponibile, il servizio è stato già configurato. Dopo la configurazione iniziale, è possibile configurare il servizio informazioni sullo stato solo utilizzando Windows PowerShell.

Per configurare il servizio informazioni sullo stato utilizzando la Configurazione guidata farm
  1. Nel sito Web Amministrazione centrale fare clic su Configurazioni guidate.

  2. Nella pagina Configurazioni guidate fare clic su Avvia Configurazione guidata farm.

  3. Nella prima pagina della Configurazione guidata farm fare clic su Avvia la procedura guidata.

  4. Nella sezione Servizi della pagina di configurazione dei servizi selezionare la casella di controllo Servizio informazioni sullo stato.

    NotaNote
    Se la casella di controllo Servizio informazioni sullo stato non è disponibile, il servizio è già configurato. In questo caso, per apportare modifiche alla configurazione è necessario utilizzare Windows PowerShell.
  5. Fare clic su Avanti.

  6. Eseguire le altre eventuali operazioni di configurazione della server farm.

  7. Nell'ultima pagina della Configurazione guidata farm fare clic su Fine.

Il servizio informazioni sullo stato può essere configurato utilizzando Windows PowerShell. Durante la configurazione iniziale, è possibile utilizzare Windows PowerShell anziché la Configurazione guidata farm. Windows PowerShell può inoltre essere utilizzato per eseguire attività di configurazione non disponibili nel sito Amministrazione centrale della farm. Le attività di configurazione aggiuntive includono:

  • Ottenere informazioni su un'applicazione di servizio, un database o un proxy di applicazione oppure un elenco di tutte le applicazioni di servizio, i database e i proxy di applicazioni.

  • Modificare i parametri di configurazione di un'applicazione di servizio, un database o un proxy di applicazione.

  • Sospendere e quindi riprendere l'esecuzione dei database del servizio informazioni sullo stato.

  • Rimuovere un database del servizio informazioni sullo stato.

  • Installare dati in un database.

  • Installare lo schema del servizio informazioni sullo stato in un database esistente e modificare le associazioni tra i database e le applicazioni di servizio o tra i proxy e i gruppi di proxy.

  • Creare applicazioni servizio informazioni sullo stato e database del servizio informazioni sullo stato per distribuzioni ospitate.

  • Creare ulteriori database del servizio informazioni sullo stato per implementare la scalabilità di distribuzioni di capacità elevata di moduli o grafici e per associarle con l'applicazione servizio informazioni sullo stato esistente.

Quando si crea una configurazione personalizzata del servizio informazioni sullo stato, tenere presenti le considerazioni seguenti:

  • Un'applicazione servizio informazioni sullo stato è un contenitore di uno o più database.

  • Un'applicazione servizio informazioni sullo stato è associata almeno a un proxy di applicazione servizio informazioni sullo stato.

  • Analogamente a tutti i servizi condivisi, i proxy di applicazioni servizio informazioni sullo stato vengono associati ad applicazioni Web tramite gruppi di proxy.

    NotaNote
    Se nello stesso gruppo sono presenti più proxy di applicazioni servizio informazioni sullo stato, solo il proxy di applicazione predefinito riceverà i nuovi dati allocati. Durante le operazioni di lettura vengono utilizzati tutti i proxy di applicazioni contenenti dati.

Per ulteriori informazioni sulla configurazione delle applicazioni di servizio, vedere Manage service applications (SharePoint Server 2010).

Per configurare il servizio informazioni sullo stato utilizzando Windows PowerShell
  1. Verificare che vengano soddisfatti i requisiti minimi seguenti: vedere Add-SPShellAdmin.

  2. Fare clic sul pulsante Start e scegliere Tutti i programmi.

  3. Fare clic su Prodotti Microsoft SharePoint 2010.

  4. Fare clic su Shell di gestione SharePoint 2010.

  5. Per creare un'applicazione di servizio, digitare il comando seguente:

    $serviceApp = New-SPStateServiceApplication -Name "<StateServiceName>"
    

    Dove <StateServiceName> è il nome dell'applicazione di servizio.

    NotaNote
    Per il servizio informazioni sullo stato deve esistere almeno un'applicazione di servizio. Nelle distribuzioni ospitate ogni partizione ospitata può disporre facoltativamente della propria applicazione di servizio. Il nome dell'applicazione di servizio deve essere univoco. Se si crea un'applicazione di servizio aggiuntiva, sarà necessario sostituire il nome con un nome univoco.
  6. Per creare un database del servizio informazioni sullo stato e associarlo a un'applicazione di servizio, digitare il comando seguente:

    New-SPStateServiceDatabase -Name "<StateServiceDatabase>" -ServiceApplication $serviceApp
    

    Dove <StateServiceDatabase> è il nome del database del servizio informazioni sullo stato da creare e associare all'applicazione di servizio.

    NotaNote
    Per ogni applicazione servizio informazioni sullo stato deve esistere almeno un database del servizio informazioni sullo stato. È possibile creare ulteriori database nella stessa applicazione di servizio per aumentare la capacità per moduli e grafici. Ogni database deve avere un nome univoco.
    Nel comando precedente vengono utilizzate l'istanza del database predefinito nella farm e le credenziali del database predefinite. Per ulteriori informazioni su come specificare un server di database diverso o credenziali di database diverse, vedere New-SPStateServiceDatabase.
  7. Per creare un proxy di applicazione servizio informazioni sullo stato, associarlo all'applicazione di servizio, aggiungerlo al gruppo di proxy predefinito della farm e digitare il comando seguente:

    New-SPStateServiceApplicationProxy -Name "<ApplicationProxyName>" -ServiceApplication $serviceApp -DefaultProxyGroup
    

    Dove <ApplicationProxyName> è il nome del proxy di applicazione.

    NotaNote
    Se non si desidera aggiungere il proxy di applicazione servizio informazioni sullo stato al gruppo di proxy predefinito, non specificare il parametro DefaultProxyGroup.

    Per ulteriori informazioni, vedere New-SPStateServiceApplication, New-SPStateServiceDatabase e New-SPStateServiceApplicationProxy.

Per ulteriori informazioni sui cmdlet disponibili per il servizio informazioni sullo stato, vedere Cmdlet per il servizio informazioni sullo stato e per lo stato della sessione (SharePoint Server 2010).

Gli amministratori possono monitorare il servizio informazioni sullo stato utilizzando il servizio di monitoraggio e segnalazione eventi di SharePoint. Il monitoraggio del servizio consente di verificare che il servizio sia configurato correttamente e di individuare eventuali problemi di installazione e configurazione a esso associati.

Per ulteriori informazioni su come monitorare le prestazioni del servizio informazioni sullo stato, vedere Health monitoring (SharePoint Server 2010).

Mostra: