Impostare un database del contenuto per l'utilizzo di Archiviazione BLOB remoti (SharePoint Foundation 2010)

SharePoint 2010
 

Si applica a: SharePoint Foundation 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2016-11-30

In questo articolo viene illustrato come impostare un database del contenuto per l'utilizzo di Archiviazione BLOB remoti. In queste istruzioni si presuppone che Archiviazione BLOB remoti sia già stata installata per essere utilizzata con Microsoft SharePoint Foundation 2010. Per installare e configurare Archiviazione BLOB remoti, vedere Installare e configurare Archiviazione BLOB remoti o Archiviazione BLOB esterna (SharePoint Foundation 2010) oppure Aggiornamento da un'installazione autonoma di Windows SharePoint Services 3.0 a SharePoint Foundation 2010 quando i database del contenuto superano i 4 GB (Archiviazione BLOB remoti).

Per impostare un database del contenuto per l'utilizzo di Archiviazione BLOB remoti, è necessario effettuare il provisioning di un archivio BLOB in SQL Server, aggiungere le informazioni del database del contenuto alla configurazione di Archiviazione BLOB remoti in un server Web e quindi testare l'archivio dati BLOB.

In queste istruzioni si presuppone che SQL Server Management Studio sia stato installato nel server di database. In caso contrario, è possibile scaricare e installare Management Studio dalla pagina Web Microsoft SQL Server 2008 - Management Studio Express (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=186132&clcid=0x410).

NotaNote
In queste istruzioni si presuppone che sia in uso il provider FILESTREAM di Archiviazione BLOB remoti. Se si utilizza un provider diverso, vedere le istruzioni relative a tale provider per eseguire queste operazioni.
Per effettuare il provisioning di un archivio BLOB e aggiungere le informazioni del database del contenuto alla configurazione di Archiviazione BLOB remoti in un server Web
  1. È possibile eseguire questa procedura in qualsiasi server Web o server applicazioni della farm. Per maggiore semplicità, in questo articolo il server viene tuttavia indicato solo come server Web. Verificare che l'account utente utilizzato per seguire questi passaggi sia membro del gruppo Administrators nel server Web e membro dei ruoli predefiniti del server dbcreator e securityadmin di SQL Server nel computer che esegue Microsoft SQL Server 2008 R2, SQL Server 2008 con Service Pack 1 (SP1) e aggiornamento cumulativo 2 o SQL Server 2005 con SP3 e aggiornamento cumulativo 3.

  2. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Microsoft SQL Server 2008 e quindi SQL Server Management Studio.

  3. Nella finestra di dialogo di connessione al server specificare il tipo di server, il nome server e il metodo di autenticazione del server di database a cui connettersi e quindi fare clic su Connetti.

  4. Espandere Database.

  5. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul database del contenuto per il quale si desidera creare un archivio BLOB e quindi scegliere Nuova query.

  6. Nel riquadro delle query copiare ed eseguire le query SQL seguenti, nella stessa sequenza.

    use [ContentDbName]
    if not exists (select * from sys.symmetric_keys where name = N'##MS_DatabaseMasterKey##')
    create master key encryption by password = N'Admin Key Password !2#4'
    
    use [ContentDbName]
    if not exists (select groupname from sysfilegroups where groupname=N'RBSFilestreamProvider')
    alter database [ContentDbName] add filegroup RBSFilestreamProvider contains filestream
    
    
    use [ContentDbName]
    alter database [ContentDbName] add file (name = RBSFilestreamFile, filename = 'c:\BLOBStore') to filegroup RBSFilestreamProvider
    

    Dove [ContentDbName] è il nome del database del contenuto e c:\BLOBStore è il volume\directory in cui sarà contenuto l'archivio BLOB. Tenere presente che è possibile effettuare il provisioning di un archivio BLOB una sola volta. Se si tenta di effettuare il provisioning dello stesso archivio BLOB più di una volta, verrà visualizzato un errore.

    SuggerimentoTip
    Per prestazioni ottimali e una risoluzione dei problemi più semplice, oltre che come procedura consigliata in generale, creare l'archivio BLOB in un volume che non contiene il sistema operativo, file di paging, dati di database, file registro o il file tempdb.
  7. Fare clic sul pulsante Start, scegliere Esegui, digitare cmd nella casella di testo Esegui e quindi fare clic su OK.

  8. Al prompt dei comandi copiare e incollare il comando seguente.

    msiexec /qn /i rbs.msi REMOTEBLOBENABLE=1 FILESTREAMPROVIDERENABLE=1 DBNAME=<ContentDbName> FILESTREAMSTORENAME=FilestreamProvider_1 ADDLOCAL=EnableRBS,FilestreamRunScript DBINSTANCE=<DBInstanceName>>
    
    

    Dove <ContentDbName> è il nome del database del contenuto e <DBInstanceName> è il nome dell'istanza di SQL Server. L'operazione dovrebbe durare circa un minuto.

Per testare l'archivio dati di Archiviazione BLOB remoti
  1. Connettersi a una raccolta documenti in un server Web qualsiasi.

  2. Caricare nella raccolta documenti un file di almeno 100 kilobyte (KB).

  3. Nel computer in cui si trova l'archivio dati di Archiviazione BLOB remoti fare clic sul pulsante Start e quindi scegliere Computer.

  4. Passare alla directory dell'archivio dati di Archiviazione BLOB remoti.

  5. Individuare la cartella con la data di modifica più recente che non sia la cartella $FSLOG. Aprire tale cartella e individuare il file con la data di modifica più recente. Verificare che tale file abbia la stessa dimensione e lo stesso contenuto del file caricato. In caso negativo, verificare che Archiviazione BLOB remoti sia installata e attivata correttamente.

Mostra: