Verifica della velocità effettiva dell'hardware del server Relay Server con DBWriteTest (traduzione automatica)

Groove Server 2010

Data pubblicazione: 12 maggio 2010

Ee834894.Important(it-it,office.14).gifImportante:

Il presente articolo è stato tradotto automaticamente, vedere la dichiarazione di non responsabilità. Per visualizzare la versione inglese dell'articolo, fare clic qui.

In questa procedura viene illustrato come eseguire l'utilità DBWriteTest, disponibile sul supporto di installazione di Microsoft Groove Server 2010 Relay, per testare l'hardware del server e stabilire se può supportare la velocità effettiva tipica del servizio di inoltro. Questa utilità consente inoltre di verificare che i volumi esistenti soddisfino i requisiti di Groove Server Relay. Eseguendo un frammento di codice del server Relay Server, l'utilità misura le prestazioni di 20.000 transazioni di dati del servizio di inoltro su una determinata unità. Non è invece possibile eseguire le verifiche generali delle prestazioni del disco. È possibile eseguire tale utilità in qualsiasi server Groove Relay Server installato, purché Groove Server Relay attualmente non sia in esecuzione. Leggere l'elenco dettagliato dei requisiti hardware in Requisiti di sistema per Groove Server 2010 (traduzione automatica).

Ee834894.note(it-it,office.14).gifNota:

Il memorizzazione nella cache controller hardware deve supportare una velocità effettiva di 1,800,000 byte al secondo, come verificate da DBWritetest.

Ee834894.note(it-it,office.14).gifNota:

Tutti i volumi, Log del Database e le directory di archivio di coda devono essere non compresse, con una dimensione di cluster pari a 4096 byte (tipica impostazione predefinita). I volumi devono essere formattati come NTFS (rete volumi non sono supportati). Verificare l'installazione di volume con utilità di DBWritetest server di inoltro.

Queste procedure è necessario che Groove Server Manager è installato come descritto in Installare e configurare Groove Server 2010 Manager (traduzione automatica).

Per eseguire l'utilità di DBWriteTest

  1. Copiare il file DBWriteTest.exe dalla directory principale del supporto di installazione di Groove Server Relay nella coda di Groove Relay memorizzare unità e directory (in genere, la directory FFQ).

Ee834894.note(it-it,office.14).gifNota:

Groove Server Relay deve essere arrestato o non ancora installate.

  1. Passare alla directory in cui è stato copiato il file DBWriteTest, aprire un prompt di amministratore Windows, immettere: dbwritetest.

    (In genere dopo 2 minuti o più) dovrebbe essere simile all'esempio seguente output:

    D: \relay\>DBWriteTest.exe
    GrooveDBWrite test Version 1.1
    Doing 20000 operations of 1000 bytes each to GrooveDBWriteTest
    99% free disk space, cluster size=4096
    Finished 20000 operations 1 to 20000 of size 1000, elapsed time 4.565415 sec,
    80.76 operations/sec, 4380762.76 bytes/sec
    
  2. Assicurarsi che la dimensione di cluster del volume è di 4096 byte.

  3. Si noti il valore risultante del throughput (nell'ultima riga dell'output). Questo valore deve essere superiore a 1,800,000 byte al secondo.

  4. Ripetere la verifica di altre due volte e verificare che i valori di velocità effettiva risultanti non sono di sotto di 1,800,000 byte al secondo. Se i numeri scendono di sotto di questo valore consigliato, contattare un addetto al supporto tecnico clienti Microsoft per determinare il modo migliore per regolare l'hardware per il supporto dell'utilizzo desiderato.

  5. Se il volume RQS è diverso da quello del volume FFQ, ripetere i passaggi precedenti per la directory di unità del database RQS.

Ee834894.note(it-it,office.14).gifNota:

Dichiarazione di non responsabilità per la traduzione automatica: Il presente articolo è stato tradotto tramite un software di traduzione automatica e non da una persona. Microsoft offre le traduzioni automatiche per consentire a coloro che non conoscono la lingua inglese di leggere gli articoli sui prodotti, sui servizi e sulle tecnologie Microsoft. Dal momento che l'articolo è stato tradotto automaticamente, potrebbe contenere errori di sintassi, di grammatica o di utilizzo dei vocaboli.

Vedere anche

Cronologia delle modifiche

Data Descrizione Motivo

12 maggio 2010

Pubblicazione iniziale

Mostra: