Gestire la cache di Office Web Apps

Office 2010
 

Si applica a: Excel Online, PowerPoint Web App Preview, Word Web App Preview

Ultima modifica dell'argomento: 2016-11-29

Le informazioni contenute in questo articolo sulla gestione della cache di Microsoft Office Web Apps sono destinate ai professionisti IT che gestiscono Office Web Apps installato nei Prodotti Microsoft SharePoint 2013 in un server autonomo o in una server farm. Se non diversamente specificato, l'espressione Prodotti SharePoint 2010 utilizzata in questo articolo si riferisce a Microsoft SharePoint Server 2010 e Microsoft SharePoint Foundation 2010.

Microsoft Word Web App e Microsoft PowerPoint Web App generano una serie di immagini per creare il rendering di un documento visualizzabile nel browser. Se è installato Microsoft Silverlight 3, per creare il rendering viene utilizzato il linguaggio XAML. La creazione del rendering può comportare l'utilizzo di grandi quantità di risorse del computer. Per ovviare a questo problema, in Word Web App e in PowerPoint Web App i rendering vengono memorizzati in una cache creata come parte di un database del contenuto di SharePoint. I rendering memorizzati nella cache vengono quindi utilizzati per le future richieste di visualizzazione dello stesso documento. In un ambiente in cui la maggior parte dei documenti non viene modificata spesso ma viene visualizzata regolarmente, è possibile migliorare le prestazioni e ridurre l'utilizzo di risorse massimizzando lo spazio dedicato alla cache o la scadenza. In un ambiente in cui la maggior parte dei documenti viene modificata spesso, è possibile ottimizzare le prestazioni riducendo la quantità di spazio dedicato alla cache o l'intervallo di tempo in cui i documenti rimangono memorizzati nella cache.

Sia Word Web App che PowerPoint Web App verranno eseguiti nel contesto di un'unica applicazione Web di SharePoint. Per ognuna di tali applicazioni Web viene creata solo una cache. Se la caratteristica Office Web Apps è attivata per diverse raccolte siti archiviate in database del contenuto diversi, utilizzeranno tutte la stessa cache.

Per configurare la cache, utilizzare le impostazioni seguenti:

Dimensioni cache Spazio disponibile per il rendering dei documenti espresso in byte. Per impostazione predefinita, quando si installa Office Web Apps in un server autonomo o in una server farm, la cache disponibile per il rendering dei documenti è pari a 100 GB (ovvero 1073741824 byte).

Scadenza Numero di giorni di permanenza nella cache dei rendering dei documenti prima che vengano eliminati e ne venga eseguito di nuovo il rendering. Per impostazione predefinita, la scadenza della cache è 30 giorni.

Percorso   Percorso del database per la cache, ovvero un database del contenuto di SharePoint. È possibile isolare la cache di Office Web Apps dal resto del contenuto in modo da escluderla dai backup. A tale scopo, è possibile creare un database del contenuto separato, impostarlo in modo che includa una sola raccolta siti e quindi configurare la cache di Office Web Apps per l'utilizzo di tale database. 

Processi timer   In Office Web Apps sono inclusi due processi timer associati alla cache. È possibile visualizzarne le definizioni e lo stato, nonché modificarne le impostazioni in Amministrazione centrale.

 

Titolo processo timer Descrizione

Creazione cache di Office Web Apps

Garantisce che a tutte le applicazioni Web di SharePoint, per cui è attivata la caratteristica Office Web Apps, sia associata una cache di Office Web Apps. Per impostazione predefinita, tale processo timer viene eseguito ogni 5 minuti.

Scadenza di Office Web Apps

Fa scadere i documenti meno recenti e garantisce che non si esaurisca lo spazio della cache di Office Web Apps. Per impostazione predefinita, tale processo timer viene eseguito di notte.

Procedure relative a questa attività:

Alcune procedure di questa attività richiedono l'utilizzo di Windows PowerShell o di Shell di gestione SharePoint 2010 per l'esecuzione dei cmdlet. Per eseguire i cmdlet di SharePoint 2010 in Windows PowerShell, è necessario aggiungere lo snap-in Microsoft.SharePoint.PowerShell mediante il cmdlet Add-PSSnapin. In alternativa, i cmdlet di SharePoint 2010 possono essere eseguiti utilizzando Shell di gestione SharePoint 2010. Per impostazione predefinita, lo snap-in Microsoft.SharePoint.PowerShell è già registrato e viene aggiunto a Shell di gestione SharePoint 2010. Per eseguire i cmdlet di SharePoint 2010, è necessario essere membri del ruolo SharePoint_Shell_Access per il database di configurazione, nonché del gruppo locale WSS_ADMIN_WPG nel computer in cui sono installati i Prodotti SharePoint 2010. Per eseguire script in Windows PowerShell o in Shell di gestione SharePoint 2010, è necessario impostare il criterio di esecuzione mediante il cmdlet set-executionpolicy utilizzando il parametro unrestricted. Per ulteriori informazioni sul cmdlet Add-PSSnapin, vedere Add-PSSnapin. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo di Windows PowerShell con i Prodotti SharePoint 2010, vedere Amministrazione di prodotti SharePoint 2010 tramite Windows PowerShell.

Per impostare le dimensioni e la scadenza della cache di Office Web Apps mediante Windows PowerShell
  1. Creare un file di testo utilizzando Blocco note e quindi copiare e incollare nel file lo script seguente.

    Nell'esempio seguente le dimensioni della cache vengono impostate su 200 byte e la scadenza viene impostata su 30 giorni.

    $200gbInBytes = 1024 * 1024 * 1024 * 200 
    Get-SPWebApplication | Set-SPOfficeWebAppsCache -ExpirationPeriodInDays 30 -MaxSizeInBytes $200gbInBytes 
    
    
  2. Specificare i parametri seguenti:

     

    Parametro Valore

    –ExpirationPeriodInDays

    Numero (in giorni)

    –MaxSizeInBytes

    Numero (in byte)

  3. Salvare il file con estensione ps1 nella cartella in cui vengono eseguiti gli script, in genere C:\scripts.

  4. Per eseguire lo script, al prompt dei comandi della console di Windows PowerShell, ovvero PS C:\>, digitare il comando seguente e premere INVIO:

    C:\<percorso>\<nomefile>.ps1

Per modificare il percorso del database della cache di Office Web Apps mediante Windows PowerShell
  1. Creare un file di testo utilizzando Blocco note e quindi copiare e incollare nel file lo script seguente.

    Nell'esempio seguente la cache associata all'applicazione Web http://contoso viene spostata nel database ContosoDB.

    $webapp = "http://contoso"
    $newDB = New-SPContentDatabase -Name ContosoDB -WebApplication $webapp -DatabaseServer ContosoServer1
    Get-SPOfficeWebAppsCache -WebApplication $webapp | Move-SPSite -DestinationDatabase $newDB
    
  2. Specificare i parametri seguenti:

     

    Parametro Valore

    -WebApplication

    URL dell'applicazione Web

    -Name

    Nome del database

    –DatabaseServer

    Nome del server

  3. Salvare il file con estensione ps1 nella cartella in cui vengono eseguiti gli script, in genere C:\scripts.

  4. Per eseguire lo script, al prompt dei comandi della console di Windows PowerShell, ovvero PS C:\>, digitare il comando seguente e premere INVIO:

    C:\<percorso>\<nomefile>.ps1

Mostra: