PerformancePoint Services - Connessione al database non riuscita - Evento 34

SharePoint 2010
 

Si applica a: PerformancePoint Services, SharePoint Server 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2010-01-04

Nome avviso: PerformancePoint Services - Connessione al database non riuscita

ID evento: 34

Riepilogo: il servizio PerformancePoint Services in Microsoft SharePoint Server 2010 richiede l'accesso a un database per archiviare annotazioni, informazioni temporanee e filtri.

Sintomi: compaiono uno o più dei sintomi seguenti:

  • Gli utenti non possono esplorare report, eseguire il rendering delle scorecard o esplorare viste OLAP.

  • Il pool di applicazioni appare arrestato in Gestione Internet Information Services (IIS).

  • Nel registro eventi potrebbe essere visualizzato questo evento: ID evento: 34 Descrizione: Impossibile effettuare la connessione tra l'archivio e il database.

Causa: le cause potrebbero essere una o più delle seguenti:

  • La password per l'account di servizio del pool di applicazioni è stata modificata oppure l'account non è corretto.

  • Il database di PerformancePoint Services è danneggiato oppure è stato eliminato e ripristinato da un database di backup.

Soluzione:   accertarsi che l'identità del pool di applicazioni disponga delle autorizzazioni di SQL Server corrette
  1. Verificare che l'account utente che esegue questa procedura sia un membro del ruolo predefinito del database di SQL Server db_owner per il database PerformancePoint Services.

  2. Aprire SQL Server Management Studio e connettersi al server di database.

  3. In Esplora oggetti espandere Database.

  4. Espandere il nodo del database di PerformancePoint Services. Espandere Sicurezza e quindi Utenti.

    NotaNote
    Per determinare il nome del database di PerformancePoint Services, seguire i passaggi descritti in "Per identificare il database di PerformancePoint utilizzando Windows PowerShell" più avanti in questo articolo.
  5. Accertarsi che l'account del pool di applicazioni sia elencato come account di accesso SQL.

    NotaNote
    Per determinare il pool di applicazioni utilizzato dal servizio, seguire i passaggi descritti in "Per identificare il pool di applicazioni" più avanti in questo articolo.
  6. Se l'account non è elencato, aggiungerlo come accesso di SQL server con il ruolo predefinito del database db_owner per il database di PerformancePoint Services eseguendo i passaggi seguenti:

    1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo Utenti e quindi fare clic su Nuovo utente.

    2. Nella scheda Generale selezionare l'opzione Nome account di accesso e quindi fare clic sui puntini di sospensione.

    3. Nella finestra di dialogo Selezione account di accesso digitare il nome dell'account di accesso oppure fare clic su Sfoglia e selezionare l'account di accesso dall'elenco.

      Se l'account del pool di applicazioni non è visualizzato nell'elenco, deve essere aggiunto al server di database come account di accesso di SQL server.

    4. Nella finestra di dialogo Selezione account di accesso fare clic su OK.

    5. Nella scheda Generale della finestra di dialogo Utente database, in Appartenenza a ruoli del database, accertarsi che la casella di controllo db_owner sia selezionata e quindi fare clic su OK.

  7. Se l'account è elencato, verificare che disponga del ruolo predefinito del database db_owner per il database di PerformancePoint Services procedendo come segue:

    1. Fare clic sull'account di accesso con il pulsante destro del mouse e quindi fare clic su Proprietà.

    2. Nella finestra di dialogo Utente database, in Appartenenza a ruoli del database, accertarsi che la casella di controllo db_owner sia selezionata e quindi fare clic su OK.

Per identificare il database di PerformancePoint utilizzando Windows PowerShell
  1. Verificare che siano soddisfatti i requisiti minimi seguenti: vedere Add-SPShellAdmin.

  2. Fare clic sul pulsante Start e scegliere Tutti i programmi.

  3. Fare clic su Prodotti Microsoft SharePoint 2010.

  4. Fare clic su Shell di gestione SharePoint 2010.

  5. Al prompt dei comandi di Windows PowerShell (PS C:\>) digitare il comando seguente e premere INVIO:

    Get-SPPerformancePointServiceApplication

    Prendere nota del nome del database indicato nella proprietà SettingsDatabase.

Per ulteriori informazioni, vedere Get-SPPerformancePointServiceApplication.

Soluzione:   verificare l'account del pool di applicazioni utilizzando Amministrazione centrale
  1. In Gestione IIS, connettersi al server che esegue Amministrazione centrale.

  2. Espandere il nodo del server e quindi fare clic su Pool di applicazioni.

  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul pool di applicazioni e quindi scegliere Proprietà avanzate.

    NotaNote
    Per determinare il pool di applicazioni utilizzato dal servizio, seguire i passaggi descritti in "Per identificare il pool di applicazioni" più avanti in questo articolo.
  4. Nella finestra di dialogo Proprietà avanzate, in Elabora modello, fare clic sui puntini di sospensione accanto all'account Identità.

  5. Nella finestra di dialogo Identità del pool di applicazioni fare clic su Imposta.

  6. Nella finestra di dialogo Imposta credenziali, digitare il nome e la password dell'account di dominio, confermare la password e quindi fare clic su OK.

  7. Nella finestra di dialogo Identità del pool di applicazioni fare clic su OK.

  8. Nella finestra di dialogo Proprietà avanzate fare clic su OK.

    NotaNote
    Non è necessario riavviare il pool di applicazioni per rendere effettive le modifiche.
Soluzione:   ripristinare il database da un backup utilizzando Windows PowerShell
  1. Verificare che siano soddisfatti i requisiti minimi seguenti: vedere Add-SPShellAdmin.

  2. Fare clic sul pulsante Start e scegliere Tutti i programmi.

  3. Fare clic su Prodotti Microsoft SharePoint 2010.

  4. Fare clic su Shell di gestione SharePoint 2010.

  5. Al prompt dei comandi di Windows PowerShell (PS C:\>) digitare il comando seguente e premere INVIO:

    Restore-SPFarm -Directory <nome cartella di backup> -RestoreMethod {New | Overwrite} -Item <nome database del contenuto> [-BackupId <GUID>] [-Verbose]

  6. Per ricollegare il database ripristinato alla farm, digitare il comando seguente e quindi premere INVIO:

    Set-SPPerformancePointServiceApplication -SettingsDatabase <nome database>

Per ulteriori informazioni, vedere Restore-SPFarm.

NotaNote
Per l'esecuzione di attività amministrative dalla riga di comando è consigliabile utilizzare Windows PowerShell. Lo strumento da riga di comando Stsadm è deprecato, ma è stato incluso per garantire la compatibilità con le versioni precedenti del prodotto.
Per identificare il pool di applicazioni
  1. Verificare che siano soddisfatti i requisiti minimi seguenti: vedere Add-SPShellAdmin.

  2. Fare clic sul pulsante Start e scegliere Tutti i programmi.

  3. Fare clic su Prodotti Microsoft SharePoint 2010.

  4. Fare clic su Shell di gestione SharePoint 2010.

  5. Al prompt dei comandi di Windows PowerShell (PS C:\>) digitare il comando seguente e premere INVIO:

    Get-SPPerformancePointServiceApplication

    Prendere nota del nome riportato dopo Name= in ApplicationPool.

  6. Al prompt dei comandi di Windows PowerShell (PS C:\>) digitare il comando seguente e premere INVIO:

    Get-SPServiceApplicationPool | Where-Object {&_.Name -eq " <nome pool di applicazioni dal passaggio precedente>" | Format-Table -Property Name,DisplayName,Id

    Il nome del pool di applicazioni è il GUID elencato come Id.

Per ulteriori informazioni, vedere Get-SPIisWebServiceApplicationPool.

NotaNote
Per l'esecuzione di attività amministrative dalla riga di comando è consigliabile utilizzare Windows PowerShell. Lo strumento da riga di comando Stsadm è deprecato, ma è stato incluso per garantire la compatibilità con le versioni precedenti del prodotto.

Mostra: