Pianificare la Console di aggiornamento (SharePoint Foundation 2010)

SharePoint 2010
 

Si applica a: SharePoint Foundation 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2016-11-30

In questo articolo viene illustrata la nuova funzionalità di Microsoft SharePoint Foundation 2010 denominata Console di aggiornamento. Se l'organizzazione intende eseguire un aggiornamento di Windows SharePoint Services 3,0, sarà possibile avvalersi di tale nuova funzionalità. Per impostazione predefinita, l'aspetto dei siti viene mantenuto durante un aggiornamento da Windows SharePoint Services 3,0. I proprietari di siti possono passare definitivamente alla nuova interfaccia utente oppure scegliere di visualizzarne un'anteprima per i loro siti di SharePoint. Grazie alla funzionalità Console di aggiornamento, è possibile decidere di portare tutti i siti alla nuova interfaccia utente. Tale decisione da parte dell'amministratore della farm avrà la precedenza sulla scelta dell'interfaccia utente da parte dei proprietari di siti e raccolte siti. È inoltre possibile decidere di mantenere le pagine personalizzate oppure di reimpostarle tutte. Entrambe le soluzioni determineranno un aggiornamento dell'aspetto delle pagine del modello, ma la seconda eliminerà le modifiche dalle pagine personalizzate e l'operazione non potrà essere annullata.

NotaNote
La funzionalità Console di aggiornamento non sarà disponibile se si sta eseguendo un aggiornamento in un singolo server con un database incorporato mediante la Configurazione guidata Prodotti SharePoint. Tale funzionalità sarà comunque disponibile se si utilizza lo strumento da riga di comando PSConfig per l'aggiornamento.

In questo articolo sono riportate alcune considerazioni chiave per la pianificazione dell'utilizzo della Console di aggiornamento e vengono illustrati alcuni problemi noti. Per ulteriori informazioni, vedere Gestire la Console di aggiornamento (SharePoint Foundation 2010).

Contenuto dell'articolo:

La Console di aggiornamento è una funzionalità che fa parte del processo di aggiornamento. Prima di eseguire l'aggiornamento, assicurarsi di conoscere gli effetti delle due opzioni offerte dalla Console di aggiornamento.

Se si sceglie di mantenere l'aspetto dei siti di SharePoint esistenti, si concede ai proprietari il controllo sui rispettivi siti e raccolte siti. Tutti i dati e le impostazioni dei siti originali vengono conservati e per il layout, l'organizzazione dei comandi e gli stili viene mantenuta l'interfaccia utente precedente. Indipendentemente dal tipo di aggiornamento della farm scelto, si beneficerà di tutti i vantaggi a livello di infrastruttura di Microsoft SharePoint Foundation 2010, tra cui una maggiore affidabilità, scalabilità e gestibilità. Il mantenimento dell'interfaccia utente precedente riduce la probabilità che il contenuto personalizzato smetta di funzionare. Ciò garantisce che sia l'amministratore della farm che gli utenti possano continuare a utilizzare i siti di SharePoint esistenti fino al completamento di tutto il lavoro di aggiornamento, incluse la risoluzione dei problemi e l'aggiornamento delle personalizzazioni.

Se si sceglie di adottare la nuova interfaccia utente per tutti i siti di SharePoint esistenti, i proprietari di siti e raccolte siti non avranno alcun controllo sull'aggiornamento. Tutti i dati e le impostazioni dei siti di SharePoint esistenti verranno infatti aggiornati alla nuova interfaccia utente. È opportuno scegliere questa opzione se non vi sono personalizzazioni oppure se prima dell'aggiornamento si è provveduto a testare le eventuali personalizzazioni necessarie. Anche se si decide per tale soluzione, sarà comunque possibile scegliere di mantenere le pagine personalizzate oppure di reimpostarle. Se si ha necessità di mantenere le personalizzazioni oppure se si hanno dubbi in merito, è consigliabile scegliere di mantenere le pagine personalizzate. Reimpostando le pagine personalizzate, verranno rimosse le personalizzazioni e l'operazione non potrà essere annullata. Scegliere tale alternativa se le personalizzazioni non sono più necessarie e se si è certi che non andranno persi dati importanti. Per ulteriori informazioni, vedere Determinare la modalità di gestione delle personalizzazioni (SharePoint Foundation 2010), Utilizzare un aggiornamento di prova per individuare possibili problemi (SharePoint Foundation 2010) e Ridistribuzione delle personalizzazioni e delle soluzioni in SharePoint Foundation 2010 e SharePoint Server 2010 (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=186372&clcid=0x410).

È importante formare gli utenti sugli effetti del mantenimento dell'aspetto dei siti di SharePoint esistenti oppure dell'aggiornamento di tutti i siti alla nuova interfaccia utente. Gli utenti ben addestrati sapranno già cosa aspettarsi e questo ridurrà al minimo le richieste di supporto all'helpdesk e inutili frustrazioni.

Se si sceglie di aggiornare tutti i siti alla nuova interfaccia utente, illustrare agli utenti le modifiche e le nuove funzionalità, ad esempio la barra multifunzione, la nuova interfaccia per la modifica delle pagine e i calendari interattivi. Informarli inoltre dei problemi che potrebbero presentarsi, ad esempio problemi con le personalizzazioni che causano una visualizzazione non corretta delle pagine. Per informazioni sui problemi di aggiornamento di carattere generale, vedere Risolvere i problemi relativi all'aggiornamento (SharePoint Foundation 2010).

Se si sceglie di mantenere l'aspetto dei siti di SharePoint esistenti, spiegare ai proprietari di siti e raccolte siti che l'interfaccia utente resterà invariata nel corso dell'aggiornamento e avvisarli delle decisioni che possono prendere.

Per impostazione predefinita, i proprietari di siti hanno il controllo sui relativi siti. Possono utilizzare l'opzione Anteprima nuova interfaccia, disponibile in Impostazioni sito, per visualizzare un'anteprima della nuova interfaccia utente e quindi passare dall'interfaccia precedente alla nuova e viceversa. In questo modo hanno tempo di verificare che tutto funzioni correttamente ed eventualmente di risolvere i problemi relativi alle pagine comparsi dopo l'aggiornamento. Quando sono pronti, i proprietari possono aggiornare poi i loro siti alla nuova interfaccia utente. I proprietari di raccolte siti possono invece scegliere di passare definitivamente alla nuova interfaccia utente, ignorando così il controllo di cui dispongono sulla Console di aggiornamento i proprietari di siti. Se i proprietari di raccolte siti desiderano mantenere l'interfaccia utente precedente per le rispettive raccolte, hanno inoltre la possibilità di nascondere le impostazioni della Console di aggiornamento ai proprietari di siti.

I proprietari di siti dovranno inoltre essere consapevoli del fatto che, se apportano modifiche nella nuova interfaccia utente in modalità di anteprima e quindi tornano all'interfaccia utente precedente, tali informazioni potrebbero non essere visualizzate correttamente.

È consigliabile disporre di un piano e fissare un limite di tempo per continuare a utilizzare l'interfaccia utente precedente nella distribuzione di SharePoint. Ad esempio, a ogni amministratore di raccolte siti possono venire concessi 90 giorni per lavorare con i proprietari di siti per passare dall'interfaccia utente precedente alla nuova. Assicurarsi di comunicare tale limite di tempo agli utenti, in modo che questi abbiano la possibilità di acquisire familiarità con la nuova interfaccia e di risolvere gli eventuali problemi verificatisi durante l'aggiornamento. Se si fissa un limite di tempo per gli utenti, informarli anche che, alla scadenza di tale periodo di tempo, si avrà la facoltà di forzare un aggiornamento di tutti i siti. Per ulteriori informazioni, vedere Gestire la Console di aggiornamento (SharePoint Foundation 2010).

Se i proprietari di raccolte siti decidono di utilizzare la nuova interfaccia utente per tutti i siti della loro raccolta, non potranno cambiare idea. L'amministratore della farm può tuttavia modificare tali impostazioni ripristinando per i siti l'interfaccia utente precedente con Windows PowerShell o il modello a oggetti di SharePoint. Per ulteriori informazioni, vedere Gestire la Console di aggiornamento (SharePoint Foundation 2010).

È inoltre importante spiegare ai proprietari di siti e raccolte siti che, fintanto che nei siti verrà utilizzata l'interfaccia utente precedente, le nuove funzionalità (tra cui la barra multifunzione, la modifica sul posto delle pagine Wiki, i calendari interattivi e gli elenchi di relazioni) non saranno disponibili. Dopo il passaggio alla nuova interfaccia utente, le funzionalità applicative verranno invece visualizzate automaticamente nei siti. È altresì importante notare che per tutti i nuovi siti creati dopo l'aggiornamento verrà utilizzata la nuova interfaccia utente per impostazione predefinita.

È necessario tenere conto di alcuni problemi noti:

  • Se si utilizza SharePoint Foundation 2010, assicurarsi di utilizzare la stessa versione e lo stesso Service Pack di SharePoint Designer.

Mostra: