Panoramica della registrazione diagnostica in Servizi di integrazione applicativa (SharePoint Foundation 2010)

SharePoint 2010
 

Si applica a: SharePoint Foundation 2010

Ultima modifica dell'argomento: 2016-11-30

È possibile effettuare la risoluzione dei problemi relativi a Servizi di integrazione applicativa Microsoft nei server che eseguono Microsoft SharePoint Foundation 2010 utilizzando i registri eventi e i registri di traccia nel client o nel server. Ogni voce del registro eventi o del registro di traccia è inoltre associata a un ID attività che può essere utilizzato per risalire a un problema dal server all'origine dati esterna.

NotaNote
Oltre ai metodi di registrazione illustrati in questo argomento, è possibile utilizzare Microsoft System Center Operations Manager Management Pack per effettuare il monitoraggio di una soluzione basata su Servizi di integrazione applicativa Microsoft. Per ulteriori informazioni su come configurare System Center Operations Manager Management Pack, vedere la guida inclusa nel download del Management Pack nella pagina Web Microsoft SharePoint 2010 Products Management Pack (le informazioni potrebbero essere in lingua inglese) (http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=184971&clcid=0x410).

Contenuto dell'articolo:

Per le soluzioni basate su Servizi di integrazione applicativa Microsoft, la registrazione diagnostica viene effettuata nei server che eseguono Microsoft SharePoint Foundation. I registri sono due, il registro eventi e il registro di traccia, e in entrambi vengono registrate le informazioni diagnostiche generate da Servizi di integrazione applicativa Microsoft. Nei registri eventi vengono registrati messaggi di errore, mentre nei registri di traccia sono contenute informazioni più approfondite, ad esempio tracce dello stack e messaggi informativi. In via generale, i registri di traccia forniscono più dettagli rispetto ai registri eventi.

Per ogni voce registrata è incluso un ID attività corrispondente a un valore GUID univoco. I valori degli ID attività possono inoltre essere inviati a sistemi esterni quando per un elemento viene eseguita un'operazione di creazione, aggiornamento o eliminazione. Utilizzando gli ID attività, è possibile tenere traccia di un'azione dal server o dal client all'origine dati esterna. Per ulteriori informazioni sugli ID attività, vedere Informazioni sugli ID attività.

È possibile impostare il livello di registrazione diagnostica per il registro eventi e per il registro di traccia. In questo modo è possibile limitare i tipi e la quantità di informazioni da scrivere in ogni registro. Nelle tabelle seguenti vengono definiti i livelli di registrazione disponibili per il registro eventi e per il registro di traccia.

Livelli del registro eventi

Livello Definizione

Nessuno

Non viene effettuata alcuna registrazione.

Errore critico

Questo tipo di messaggio indica un errore grave che ha causato un problema serio nella soluzione.

Errore

Questo tipo di messaggio indica una condizione urgente. È consigliabile esaminare tutti gli eventi di errore.

Avviso

Questo tipo di messaggio indica un problema potenziale che potrebbe richiedere attenzione. È consigliabile esaminare e tenere traccia dei criteri di ricorrenza dei messaggi di avviso nel tempo.

Informazioni

I messaggi informativi non richiedono alcuna azione, ma possono fornire informazioni utili per monitorare lo stato della soluzione.

Dettagliato

Questo livello del registro eventi corrisponde agli eventi o ai messaggi in formato esteso.

Livelli del registro di traccia

Livello Definizione

Nessuno

Non viene scritto alcun registro di traccia.

Evento imprevisto

Questo livello viene utilizzato per registrare i messaggi relativi agli eventi che causano un'interruzione dell'elaborazione delle soluzioni. Quando viene impostato questo livello, nel registro vengono inseriti solo gli eventi di tale livello.

Evento monitorabile

Questo livello viene utilizzato per registrare i messaggi relativi agli eventi irreversibili che limitano la funzionalità della soluzione senza tuttavia interrompere l'applicazione. Quando viene impostato questo livello, nel registro vengono inseriti anche gli errori critici (livello Evento imprevisto).

Alto

Questo livello viene utilizzato per registrare gli eventi non previsti, ma che non bloccano l'elaborazione di una soluzione. Quando viene impostato questo livello, nel registro vengono inseriti gli avvisi, gli errori (livello Evento monitorabile) e gli errori critici (livello Evento imprevisto).

Medio

Quando viene impostato questo livello, nel registro di traccia vengono inseriti tutti gli eventi tranne i messaggi dettagliati. Questo livello consente di registrare tutte le informazioni di livello generale sulle operazioni eseguite. A questo livello vengono registrati dettagli sufficienti a costruire il flusso dei dati e la sequenza delle operazioni. Tale livello di registrazione potrebbe essere utilizzato dagli amministratori o dagli addetti all'assistenza tecnica per la risoluzione dei problemi.

Dettagliato

Quando viene impostato questo livello, nel registro vengono inseriti i messaggi di tutti gli altri livelli e vengono registrate quasi tutte le azioni eseguite. La registrazione dettagliata genera numerosi messaggi. Tale livello in genere viene utilizzato solo per il debug in un ambiente di sviluppo.

I registri diagnostici sono utili sia in ambienti di sviluppo che in ambienti di produzione, ma il livello di registrazione richiesto probabilmente varierà a seconda del tipo di ambiente. Quando si pianifica la registrazione diagnostica in Servizi di integrazione applicativa Microsoft, considerare le esigenze aziendali e la fase del ciclo di vita dell'ambiente prima di impostare il livello di registrazione.

Ad esempio, durante la progettazione della soluzione, a scopo di debug si potrebbero impostare entrambi i livelli di registrazione su Dettagliato per acquisire tutti i messaggi generati relativamente allo stato del sistema. In un ambiente di produzione invece potrebbe essere utile acquisire solo i messaggi delle categorie Alto, Evento monitorabile ed Evento imprevisto per i registri di traccia e le categorie Errore critico ed Errore per i registri eventi. In questo modo è possibile risparmiare spazio su disco destinato alla registrazione e limitare gli effetti negativi della registrazione sulle prestazioni.

Per ogni operazione di creazione, aggiornamento o eliminazione eseguita su dati esterni in una soluzione basata su Servizi di integrazione applicativa Microsoft, viene generato un valore GUID univoco noto come ID attività. Tutte le voci relative all'operazione scritte nel registro di traccia o nel registro eventi includono il relativo ID attività.

ImportanteImportant
Nei registri eventi e nei file di registro di traccia del server i valori degli ID attività sono contrassegnati come valori "CorrelationId".

Il valore di ID attività generato per un'operazione di creazione, aggiornamento o eliminazione viene inviato al sistema esterno insieme ad altre informazioni relative all'operazione. Se il sistema esterno è dotato di un meccanismo di registrazione, questo valore può essere acquisito e registrato in tale sistema. Se pertanto un'operazione dà luogo all'inserimento di voci nei registri di SharePoint, la stessa operazione potrà essere tracciata e rintracciata nel sistema esterno in base al relativo valore di ID attività. Ciò agevola la risoluzione dei problemi end-to-end.

Un'operazione come quella di creazione spesso causa la scrittura di diversi eventi nei registri. In questo caso, viene utilizzato lo stesso valore di ID attività per tutti gli eventi registrati per l'operazione. Ciò è utile ai fini della risoluzione dei problemi perché il valore ricorrente dell'ID attività facilita l'individuazione di tutti gli eventi relativi a una determinata operazione. Quando invece lo stesso tipo di operazione si verifica ripetutamente, viene generato un valore di ID attività univoco per ogni istanza dell'operazione. Se ad esempio un elemento di un tipo di contenuto esterno viene aggiornato due volte, ogni operazione di aggiornamento sarà associata a un valore di ID attività univoco.

SuggerimentoTip
In alcune circostanze servizio di integrazione applicativa dei dati tenterà di eseguire di nuovo un'operazione se non è stato possibile raggiungere il sistema esterno. In questi casi verrà utilizzato lo stesso ID attività per l'operazione ritentata.

Per impostazione predefinita, la registrazione di Servizi di integrazione applicativa Microsoft è attivata nei server di SharePoint Foundation. I livelli di registrazione predefiniti sono i seguenti:

  • Per il registro eventi, Errore critico ed Errore

  • Per il registro di traccia, Medio

Nel caso la registrazione diagnostica di Servizi di integrazione applicativa Microsoft fosse disattivata, attivarla selezionando Servizi di integrazione applicativa nella pagina Registrazione diagnostica di Amministrazione centrale SharePoint Foundation. È inoltre possibile utilizzare Windows PowerShell per configurare i registri eventi e i registri di traccia nel server. È ad esempio possibile cambiare l'unità in cui viene scritta la registrazione e impostare il livello dettagliato.

Per ulteriori informazioni sulla registrazione in SharePoint Foundation 2010, ad esempio su come impostare il percorso dei file di registro, vedere Configure diagnostic logging (SharePoint Foundation 2010).

È possibile utilizzare Windows PowerShell per visualizzare i registri eventi nel server ed è possibile esportare i registri, ad esempio in un programma per fogli di calcolo. Per ulteriori informazioni, vedere View diagnostic logs (SharePoint Foundation 2010).

Servizi di integrazione applicativa Microsoft genera due categorie di output per il registro di traccia nei server Web front-end di SharePoint Foundation, ovvero BDC_Shared_Services e SS_Shared_Service. È possibile utilizzare il Visualizzatore eventi per aprire il registro di traccia, così come è possibile filtrare le informazioni in base alle voci di registro pertinenti ricercando "SPS_BusinessData" (per gli output di Servizi di integrazione applicativa Microsoft) e "SPS_SecureStoreService".

In questo breve scenario semplificato viene illustrato l'utilizzo della registrazione diagnostica in un ambiente di produzione. Un'azienda ha distribuito una nuova soluzione per l'inoltro delle schede orario basata su Servizi di integrazione applicativa Microsoft. Tale soluzione si avvale di un sistema esterno per archiviare le informazioni delle schede orario per i dipendenti, ad esempio i periodi di ferie e i congedi per malattia, e per interagire con i dipendenti e del sistema di gestione delle retribuzioni quando i dipendenti comunicano un'assenza dal lavoro. I dipendenti utilizzano una web part per interagire con il sistema.

Nella server farm i livelli di registrazione sono impostati sui valori predefiniti per Servizi di integrazione applicativa Microsoft:

  • Per il registro eventi, Errore critico ed Errore

  • Per il registro di traccia, Medio

In questo scenario un dipendente invia un valore relativo al numero di ore dei congedi per malattia, ma né lui né il suo superiore riceve via posta elettronica un messaggio di conferma dell'avvenuto inoltro di tali dati. Il dipendente chiama il reparto tecnico interno e segnala il problema.

L'addetto del reparto tecnico riconosce che l'applicazione per la gestione delle schede orario è basata su Servizi di integrazione applicativa Microsoft. Verifica pertanto il registro eventi, ma non trova alcun errore associato all'identità dell'utente nel momento in cui quest'ultimo ha inoltrato la richiesta relativa alla scheda orario. Verifica quindi il registro di traccia, dove trova una prova dell'attività, ovvero un'operazione di aggiornamento associata all'utente alla data e all'ora appropriate. L'operazione di aggiornamento nel registro di traccia include un valore di ID attività che viene trascritto dall'addetto del reparto tecnico.

L'addetto del reparto tecnico sa che la registrazione è supportata anche nel sistema esterno. Sulla base dell'ID attività individua la voce registrata nel sistema esterno e rileva un errore scritto nel registro al termine dell'operazione di aggiornamento. L'aggiornamento ha avuto esito negativo perché il dipendente aveva già esaurito il monte di ore consentitogli per i concedi per malattia. L'addetto nota inoltre che non vi sono voci del registro che confermano che alla fine dell'operazione di aggiornamento sia stato generato subito un messaggio di posta elettronica nel sistema esterno. L'addetto giunge pertanto alla conclusione che vi sia un errore nella logica dell'applicazione per le schede orario. Benché l'applicazione non abbia giustamente assegnato alcuna retribuzione per il congedo per malattia quando il dipendente ha superato il monte di ore previsto, non ha generato un messaggio di posta elettronica per informare il dipendente del problema. L'addetto segnala il problema al team di sviluppo che ha creato l'applicazione, il quale provvede ad aggiornarla.

Mostra: